Il linguaggio del corpo, la prima mossa e il controllo

linguaggio del corpoQualora non si fosse capito dal titolo, in questo articolo parleremo di linguaggio del corpo, di che cosa significhi fare o non fare la prima mossa con un uomo e dell’essere in controllo. Di linguaggio del corpo abbiamo già parlato e sappiamo che repetita iuvant, ripetere è utile per fissare i concetti e farli propri, interiorizzarli, farli entrare nella propria mente, nella propria anima e voilà – eccoci! – viverli con il corpo in modo spontaneo e naturale. Infatti: quello che di buono (o di cattivo) impari e sperimenti nella tua vita alla fin fine si trasmette e si comunica attraverso il tuo corpo. Anche quello che pensi e senti si trasmette attraverso il corpo. Il che può avere degli svantaggi, perché se hai dei pensieri negativi e cattivi, questi non li puoi nascondere, perché il tuo corpo li rivela. E ha anche dei vantaggi, perché se hai dei pensieri positivi e vincenti, il tuo corpo li rispecchia. Non solo: anche il corpo degli altri rispecchia le loro intenzioni, i loro sentimenti, i loro pensieri. Ecco perché, come dico spesso, bisogna dar retta al proprio intuito e al proprio inconscio e bisogna saper leggere i segnali ! Benedette donne!  Se un uomo ha un atteggiamento che non quadra, manda dei segnali ambigui ed è incoerente, smettetela di giocare alle innamorate e lasciatelo perdere! Gli uomini sbagliati ((il dongiovanni, il perditempo, lo stronzo, il rospo, l’indeciso, l’irresponsabile, il confuso, l’uomo sposato, il fantasma, il bambinone, il falso figo, colui che usa la manipolazione a carriolate, il cretino.) in realtà si fanno riconoscere, se li si vuole riconoscere, santapolenta! Basta tenersi le fette di salame sugli occhi! E’ tempo di liberare la vista e vederci bene, guardare nel profodno. Chissamai che la vita abbia una virata positiva…

"Le persone si orientano sempre sulla base di ciò che fa chi le circonda. Thorsten Havener"

E non è finita qui: emozioni e azioni (il linguaggio del corpo) delle persone si rispecchiano vicendevolmente. Le persone agiscono e reagiscono in interazione. Se stai con un aggressivo, da una parte tendi a sminuirti e a diventare remissiva (orribile), dall’altra parte assumi anche tu atteggiamenti aggressivi, probabilmente verso interlocutori terzi (tragico). Se stai con uno stronzo cattivo, diventi una stronza cattiva anche tu, che non è mica bello.

Linguaggio del corpo, la tua arma segreta

Perché faccio un’affermazione tanto forte, definendo il linguaggio del corpo la tua arma segreta? Ora ti rispondo, prima devo aprire una parentesi e parlarti dell’essere in controllo. L’atteggiamento dell’essere in controllo non va assolutamente confuso con la mania del controllo o, men che meno, con la manipolazione e il manipolare. Chi manipola vuole usare gli altri per soddisfare i propri scopi, fa degli altri “un mezzo” per raggiungere alcuni fini e non fa degli altri un “fine”. Non agisce a favore degli altri, ma, usando vari strumenti, vuole costringere gli altri ad agire a suo favore. Non è buono per niente. Ma succede anche in più di un rapporto di coppia.

"Un caldo sorriso è il linguaggio universale della cortesia.William Arthur Ward"

Avere la mania del controllo – un atteggiamento per altro comune a molte donne e a molte donne che amano troppo – significa pretendere di controllare gli altri, le loro vite e gli eventi quando in realtà non si ha né il diritto né tantomeno il potere di controllare gli altri, le loro vite e gran parte degli eventi. Avere la mania del controllo, oltre a costringere le persone ad avere un pessimo linguaggio del corpo – e molto negativo – costringe a vivere in un continuo stato di ansia, spesso di depressione, di impotenza e di insoddisfazione. E ci rende insopportabili agli altri, dato che la mania del controllo è l’antitesi della simpatia. Tutto ciò è davvero molto brutto. Anche perché la mania del controllo ti rende rompiscatole e un uomo di valore detesta la donna rompiscatole.

Va bene. E che cosa significa, invece, essere in controllo e che cosa c’entra l’essere in controllo con la mania del controllo e con il linguaggio del corpo? Essere in controllo significa essere consapevoli di se stessi, delle proprie emozioni, delle proprie intenzioni. Significa anche avere le idee chiare sui propri obiettivi di vita, su quel che si desidera, su che cosa serve per farci star bene, che cosa è importante evitare per proteggere il proprio equilibrio fisico, psicologico ed emozionale e che cosa è importante fare e ricercare per aumentare ulteriormente quell’equilibrio. Essere in controllo significa non farsi prendere dalla timidezza e dall’insicurezza, dal senso di colpa e di inadeguatezza. Oppure anche dalla mania del controllo. Essere in controllo significa che si vive secondo il principio del piacere e che non ci si fa prendere la mano da un senso del dovere punitivo o distruttivo.

"Il modo migliore di mostrare i denti è con un sorriso.Henry Valentine Miller"

Essere in controllo significa anche saper esercitare il cinismo quando è giusto farlo e sapersi comportare da stronza vera quando è il caso. Essere in controllo significa anche non farsi prendere in giro e non credere alle bugie degli altri (gli uomini, i venditori di fuffa, la pubblicità, i politici, coloro che ti vogliono manipolare a vario titolo e a vario scopo). Essere in controllo significa anche saper contenere le suggestioni irrealistiche della fantasia e stare con i piedi per terra, imparando a comprendere e sperimentare la realtà per quella che è e non per quello che vorremmo fosse. Insomma, essere in controllo significa usare la propria intelligenza, smettere di fare la stupida, comportarsi con maturità. Perché l’amore vero è quello delle persone mature, non di quegli adulti per l’anagrafe che sono ancora, stolidamente infantili con il cuore e con la mente.

"Gli unici occhi belli sono quelli che vi guardano con tenerezza. Coco Chanel"

Essere in controllo significa sostanzialmente padroneggiare le situazioni e avere una sufficiente capacità di interpretare i fatti e di prevederli in modo che gli eventi non ci passino sopra come dei camion rimorchio lasciandoci ogni volta turbati, traumatizzati e smarriti, ma in modo che sappiamo sempre come gestire al meglio quanto ci accade e quanto ci accade intorno, assumendo ogni volta l’atteggiamento più adeguato per trarne il massimo vantaggio o, per lo meno, per proteggerci e contenere le perdite. E, se è il caso, ricominciare da capo.

Linguaggio del corpo, controllo e storie d’amore

E tutto questo che cosa c’entra con l’amore e i rapporti di coppia, con te e con le relazioni che vivi? C’entra moltissimo. Per esempio, ti capita mai di sentire di donne che, appena conoscono un uomo che ritengono un minimo attraente perdono la testa, perdono il controllo, perdono lucidità e iniziano a vivere una serie di alti e bassi emotivi? Donne che incominciano a essere in totale balìa di una persona che fino a pochi giorni prima neanche conoscevano? Donne il cui umore e il cui stato d’animo dipende dall’umore e dallo stato d’animo dell’uomo del quale credono di essersi invaghite? Donne che cominciano a pensare che la loro felicità dipenda solo da un determinato partner? Ecco, questo significa non essere in controllo. E significa non essere in controllo anche vivere nella continua incertezza di quel che sta accadendo nella relazione: mi chiamerà o non mi chiamerà? E’ interessato o non è interessato? Vorrà una storia seria o non la vorrà? E’ il caso che cominci a fare sesso con lui oppure no?

Nel mio percorso Come sedurre un uomo senza stress né per te né per lui affronto questo tema caldo e spiego come puoi mantenere il controllo. E dò due suggerimenti pratici: evitare di fare la prima mossa con un uomo ed evitare di fare sesso con lui “troppo” presto. Sono due suggerimenti che molte trovano bizzarri e un pochino fuori moda, dato che non riescono ad afferrarne il senso. “E in fin dei conti” dice la falsa emancipata “ormai non siamo in tempi moderni e liberi e quindi anche la donna può fare il primo passo? E poi: aspettare a fare sesso con uomo non è da vecchie bigotte?” Brava la mia falsa emancipata, ti sei bevuta tutte le fandonie che ti spingono a farti perdere il controllo. Il fatto è che entrambi i suggerimenti contenuti nel percorso conducono a una situazione di controllo. Se tu mantieni una posizione stabile, crei i presupposti perché un uomo faccia il primo passo solo se realmente interessato. Quindi ti poni in controllo. Se aspetti a fare sesso con un uomo, sei tu a tenere la guida: sei tu che decidi. E rimani in controllo. Quante donne perdono il controllo dopo che hanno avuto rapporti intimi con un uomo? A te quante volte è capitato?

Pensa che rivoluzione: quando hai e dimostri di avere il controllo sulla tua vita, nessun uomo si permette più di controllare te, la vostra relazione, la tua esistenza. Nessun uomo si permetterebbe di dirti che è confuso o che non vuole una storia seria. Nessuno si permetterebbe di prenderti in giro e di fare il bello e il cattivo tempo nella tua vita. Non dovresti neanche perdere tempo in lunghissime inutili discussioni su quanto è importante o non importante la vostra storia (per lui). Smetteresti di aspettare sms senza senso, contatti, mail inconcludenti e pieni di confusione.
Cominceresti a vivere la tua vita, non quella degli altri.

Linguaggio del corpo, seduzione e messaggi utili

Ok, a questo punto manca un tassello: che cosa c’entra il linguaggio del corpo in tutto questo discorso? C’entra anche il linguaggio del corpo e molto. Perché il linguaggio del corpo (e il linguaggio non verbale in generale) è uno degli strumenti più efficaci per iniziare e mantenere il controllo delle situazioni. Non per niente, sempre nel mio percorso Come sedurre un uomo senza stress né per te né per lui spiego perché non c’è bisogno di fare la prima mossa con un uomo, ma è di gran lunga più produttivo incoraggiarlo, sempre che ti interessi. E nell’incoraggiare un uomo a corteggiarti (sul serio e non per finta), il linguaggio del corpo ha un ruolo importantissimo. Incoraggiare significa prendere e mantenere il controllo. Fare la prima mossa significa perdere il controllo.

Molto bene. E qual è il prossimo passo? Io credo che il prossimo passo riguardi l’atteggiamento mentale. Credo che le donne contemporanee siano animate da due convinzioni non utili e non funzionali per loro.

La prima è che loro (le donne in quanto donne) non siano autorizzate al controllo, ma che gli unici a esserne autorizzati siano gli uomini. E invece è molto più utile pensare che si ha il pieno diritto e si hanno tutte le capacità per avere e mantenere il controllo.

Come fai ad attrarre un uomo senza sembrare una facile o una poco di buono?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

La seconda è che l’unico linguaggio del corpo consentito alle donne e quello davvero efficace in una relazione sia quello apertamente seduttivo – lo stile “zoccola” per intenderci -. Tale stile in realtà non è per il controllo, ma per la perdita del controllo. Vi sono stili ben più efficaci per entrare in controllo, sempre che si vogliano adottare…

Fammi sapere che cosa ne pensi nei commenti qui sotto e – soprattutto – dimmi chiaramente se ti interessa approfondire questi temi.

Le risorse per te e per il tuo benessere

Cogli l’opportunità del momento. Fai adesso i percorsi che ho preparato per le mie lettrici. Aumentare la tua capacità di capire te stessa e gli uomini:

I 7 Pilastri dell’Attrazione.

E’ il primo passo verso la conoscenza di te e del tuo potenziale di attrazione.

Clicca qui per iniziare il tuo percorso adesso.

Come Sedurre un Uomo senza Stress

In questo percorso si spiegano i passi dell’attrazione “autentica”, quella attraverso la quale ti dài valore, smetti di essere bisognosa e rompiscatole e riesci davvero a realizzare una relazione appagante e duratura.

Clicca qui per iniziare il tuo percorso adesso.

E se vuoi aumentare la tua autostima, c’è un percorso pratico ed efficace, con una parte dedicata tutta all’Autostima femminile:

APP Autostima Passo Passo.

Clicca qui per iniziare il tuo percorso adesso.

Lascia un Commento!

90 Commenti

  1. Avatar di Rossella

    Rossella 5 anni fa (10 Gennaio 2015 19:25)

    Cara Ilaria, la risposta è probabilmente una sola:restare zitella. Spero soltanto meno acida possibile:-). Se a 39 anni sono sola è perchè ritengo di non possedere le qualità per conquistare un uomo di valore. Devo soltanto riuscire a convivere con questa consapevolezza ma non è facile. Grazie!
    Rispondi a Rossella Commenta l’articolo

  2. Avatar di Rossella

    Rossella 5 anni fa (10 Gennaio 2015 23:41)

    @Ilaria :ho scritto in un momento di tristezza,è vero, ma il punto è che non so davvero come fare ad adottare atteggiamenti produttivi. Ho provato ad investire su me stessa,ho cercato di affrontare le mie paure e di superarle poco per volta,ho deciso di imparare cose nuove ma quando si tratta di uomini sono un fallimento e ti garantisco che non lo dico per vittimismo.
    Rispondi a Rossella Commenta l’articolo

  3. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 5 anni fa (10 Gennaio 2015 22:51)

    @Rossella il tuo ultimo commento contiene un po' di polemica e un po' di vittimismo. Probabilmente lo hai scritto in un momento di tristezza. Va bene. Sei una ragazza intelligente e più che pensare a rimanere sola tutta la vita, puoi pensare semplicemente di adottare atteggiamenti (mentali e pratici) più utili a ottenere i tuoi obiettivi.
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  4. Avatar di Cris83

    Cris83 5 anni fa (11 Gennaio 2015 0:49)

    @Rossella (anche se sicuramente lo dici per scherzare), non dirti piu' "zitella acida"!! sei una bella 39enne single,indipendente, che pensa alla sua vita(detta cosi' fa un altro effetto)!! Fidati che una vita bella ed eccitante la puoi avere anche da sola!! :)!
    Rispondi a Cris83 Commenta l’articolo

  5. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 5 anni fa (11 Gennaio 2015 10:56)

    @Rossella, ti credo se mi dici che non sai come adottare atteggiamenti produttivi, ma questo non significa che tu non lo possa sapere per tutta la tua vita. Sei nel fiore degli anni e hai tutto il tempo per adottare comportamenti più utili e realizzare quello che desideri. Il passo da compiere subito e smetterla con questo atteggiamento - appunto - perdente, deluso e senza speranza.
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  6. Avatar di Rossella

    Rossella 5 anni fa (11 Gennaio 2015 12:28)

    @Cris83 ti ringrazio per il tuo incoraggiamento ma ancora non riesco a vederla come te. Mi sento sola e non credo di poter aver una vita eccitante anche da single. È certamente un limite ma, almeno ora, di più non so vedere. Grazie!
    Rispondi a Rossella Commenta l’articolo

  7. Avatar di Rossella

    Rossella 5 anni fa (11 Gennaio 2015 12:41)

    @Ilaria:"atteggiamento perdente,deluso e senza speranza". È così,mi rendo conto. È la mia natura e certamente non mi facilita le cose. Quanto ho provato a contrastarla ma,a parte qualche piccolo successo,ho dovuto imparare a conviverci ma non così bene in fondo. E le tue frustrazioni un uomo le avverte subito e scappa. Credo di essere caduta in un circolo vizioso: atteggiamento mentale negativo=insuccessi vari,affettivi e non=ulteriore negatività. Mi sono stancata e voglio uscirne!
    Rispondi a Rossella Commenta l’articolo

  8. Avatar di Vale

    Vale 5 anni fa (11 Gennaio 2015 13:26)

    @Rossella: L'atteggiamento conta parecchio... le persone vedono in te ciò che tu pensi di te stessa e ne ho avuto più volte la conferma. L'altro giorno, un uomo che mi sta conoscendo, mi ha detto che ho molto autostima. L'ha capito per il mio modo di parlare e non è che io avessi fatto chissà cosa.. ma magari dal mio modo di pormi traspare ciò che penso di me. Finché continuerai a pensare quello che hai scritto qui non avrai altro che situazioni che si ripetono. Cosa fare? Sicuramente ogni persona è diversa e ogni persona deve trovare il suo modo di reagire. Spesso sono le cose che ci accadono a farci cambiare. In ogni caso penso che sia corretto ciò che ci dice Ilaria. Dedicarsi a se stessi e alle cose che ci piacciono in modo AUTENTICO e non per il pensiero di farlo per diventare diversa per attrarre un uomo. Paradossalmente si attrae quando non vuoi attrarre. Il mio consiglio è di toglierti dalla testa il dover piacere e conquistare un uomo ma fare cose che ti appagano senza di loro.
    Rispondi a Vale Commenta l’articolo

  9. Avatar di Rossella

    Rossella 5 anni fa (11 Gennaio 2015 14:51)

    @Vale:condivido il tuo pensiero su quanto sia importante il proprio atteggiamento e non solo nei confronti del genere maschile. Ciò che devo imparare è il modo di cambiarlo,questo deve essere il mio obiettivo ed è certamente molto più importante che attrarre un uomo. Grazie per avermi dedicato tempo,grazie a tutte voi. Mi sento meno sola e un po' più combattiva.
    Rispondi a Rossella Commenta l’articolo

  10. Avatar di Vale

    Vale 5 anni fa (11 Gennaio 2015 15:15)

    @Rossella: riusciamo a consigliarti perché ci siamo passate tutte anche se in modi, durata e tempi diversi. Io ti ho dato il mio parere sulla mia personale esperienza. Quando addirittura non pensavo più al sesso maschile, perché ero molto presa da i miei interessi, mi sono accorta che iniziavo a piacere e, cosa ancora migliore, che notavano ciò che io sapevo di avere e che prima nessuno vedeva!! e da li ho ripreso una specie di seconda vita.... spero che ce ne sia presto una anche per te!
    Rispondi a Vale Commenta l’articolo

  11. Avatar di Rossella

    Rossella 5 anni fa (11 Gennaio 2015 16:30)

    @Vale:sono contenta per te e spero davvero anch'io in una seconda vita e con qualche consapevolezza in più. Ancora grazie!
    Rispondi a Rossella Commenta l’articolo

  12. Avatar di Alice

    Alice 5 anni fa (14 Gennaio 2015 20:37)

    @ Rossella : io ho 40 anni e anch'io sono della tua stessa idea ! Si mi considero una persona di poco conto è questo giudizio rinforzato dagli uomini che hanno attraversato la mia vita scaricandomi sempre per un' altra !! In effetti se devo fare i confronti con le altre non noto grandi differenze ma alla fine le altre sono meglio !
    Rispondi a Alice Commenta l’articolo

  13. Avatar di Rossella

    Rossella 5 anni fa (15 Gennaio 2015 19:31)

    @Alice:anche io guardando le altre non noto qualità eccezionali però resta il fatto che io sono sola. Mi chiedo se tutte queste donne abbiano questa grande autostima da aver attratto uomini nelle loro vite. Possibile che io sia l'unica a non aver compreso nè imparato le regole del gioco? È davvero avvilente!
    Rispondi a Rossella Commenta l’articolo

  14. Avatar di Gingerina

    Gingerina 5 anni fa (6 Febbraio 2015 17:33)

    Ciao Ilaria La mia storia in breve: conosco un ragazzo tramite un sito internet. Io 37 anni, lui 40. Entrambi mai sposati, senza figli. Cominciamo a frequentarci. Ci vediamo tutti i weekend , sabato o domenica. Ci scriviamo messaggi tutti i giorni, lui mi racconta molto di se, ogni sera un lung messaggio con le riflessioni della giornata, impressioni, qualche fatto. È la buona notte. Ma non si sbilancia mai, nee con le parole ne con i fatti. Sono passati 4 mesi, ci sono state occasioni in cui poteva scattare un bacio ma a me sembrava sempre che volesse tenere le distanze. Così io Sonoo sempre stata al mio posto. Poi qualche giorno fa esce con un commento del tipo che le donne lo hanno sempre lasciato, soffrre di ansia da separazione, non vuole più innamorarsi di una donna. Ciononostante continuiamo a sentirci, vederci, anche se nelle ultime settimane II messaggi della buona notte non arrivano piuu. Un paio dii giorni fa vedo che sul sito di incontri dove ci siamOo conosciuti ha rinnovato l annuncio dicendo che sta capendo di avere bisogno di una persona importante nella sua vita, chee vuole le condividere interessi, momenti ed eventualmente iniziare un percorso assieme. A questo punto non capisco più nulla. Pensavo che ci stessimo conoscendo, che condividesse già interressi e momenti con me. Sono una bella ragazza, dice di stimarmi... Cosa manca allora? Ee la prima volta chee mi capita una cosa del genere, cioè che i ragazzi non sono interessati a me sessualmentee. È un perditempo? Un indeciso? Non so come comportarmi, non abbiamo mai parlato di noi come amici, potenziali fidanzatti, non è mai stato affrontato l argomento n che direzione cii stiamo muovendo. Ad un rapporto di amicizia non sono interessata, non ora. Dammi per favore qualche idea...graziee
    Rispondi a Gingerina Commenta l’articolo

  15. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 5 anni fa (6 Febbraio 2015 18:50)

    @Gingerina: da cretino in giù tutti gli appellativi e le definizioni si attagliano al tipo, compreso quell'aggettivo in "...ente" che non è deficiente. In quattro mesi un uomo non dà nemmeno un bacio e non suonano tutti i campanelli d'allarme?! Abbi pazienza, tu e le molte che come te continuano a inseguire un'illusione d'amore scambiando spaventapasseri per principi azzurri: il sito internet; messaggi tutti i giorni; la buonanotte (ma dopo i dieci anni di età basta di darsi la buonanotte, non ti pare, forse è ora di passare la notte insieme); neanche un bacio; la fondonia orribile dell'ansia da separazione; ma questo è un manipolatore da quattro soldi he ora è in cerca di qualcun'altra. E tu di te dici "sono sempre stata al mio posto". Ma che considerazione hai di te? Ma che modo di esprimersi è questo?
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  16. Avatar di Gingerina

    Gingerina 5 anni fa (7 Febbraio 2015 20:27)

    Mi sono espressa male. Volevo dire che non hoo mai voluto fare io il primo passo , perché credo che uun uomoo interessato iil primo passo loo fa sempre. È così l ho tenuto sotto osservazione. Ma ora voglio luce. Come affrontarlo? Cosa dirgli o chiedergli? Non voglio offenderlo , se ha dei problemi o paure sue o non gli piaccio abbastanza non È colpa di nessuno.
    Rispondi a Gingerina Commenta l’articolo

  17. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 5 anni fa (7 Febbraio 2015 20:56)

    Gingerina: tu usi l'arte di negare l'evidenza perché ecco, vuoi proprio negare l'evidenza. Come affrontarlo?! Ma scusa, ma non hai niente di meglio che pensare e occuparti di un nulla del genere? Di che cosa stiamo parlando, scusa?
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  18. Avatar di Gingerina

    Gingerina 5 anni fa (7 Febbraio 2015 22:18)

    Ok. Quindi mi scrive e mi vede perché noon ha altro da fare?
    Rispondi a Gingerina Commenta l’articolo

  19. Avatar di Rossella

    Rossella 5 anni fa (7 Febbraio 2015 21:51)

    @Gingerina:secondo la mia modesta esperienza questo tizio sta solo giocando,ma non solo con te,lo avrà fatto e continuerà a farlo anche con altre. Ti dice di non volersi più innamorare e poi scrive di aver bisogno di una persona importante con cui iniziare un percorso. Io non lo conosco,è vero,e potrebbe essere solo confuso,ma basandomi sulle mie esperienze ho capito che certi individui sono soltanto dei giocherelloni,per non dire altro. Non hanno intenzione di impegnarsi con nessuno e ce lo dicono chiaramente(alcuni),purtroppo siamo noi che ci rifiutiamo di ascoltare sprecando energie e tempo nel tentativo di trovare spiegazioni a qualcosa che si presenta limpido davanti ai nostri occhi. Non lambiccarti il cervello per qualcuno che di cervello dimostra di averne poco. In bocca al lupo!
    Rispondi a Rossella Commenta l’articolo

  20. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 5 anni fa (7 Febbraio 2015 23:13)

    @Gingerina: sei tu che devi avere qualcosa di più importante che pensare a un uomo come questo che è una nullità. Questi sono personaggi pericolosi, fortemente problematizzati, non sani, personaggi dai quali stare alla larga. Ti cerca e ti scrive perché ti tratta come una cosa, non come una persona.
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo