Uomo sposato: perché hai una relazione con lui e perché non riesci a lasciarlo

uomo sposatoPerché mai molte donne iniziano una relazione con un uomo sposato? Perché mai molte donne iniziano una relazione con un uomo sposato e non riescono a chiuderla anche se sanno perfettamente che quest’uomo è sposato (con un’altra donna) e che con lui non avranno mai (mai-mai-mai) un rapporto di coppia libero, sereno e “privo” di altri legami?

"Il legame del matrimonio è così pesante che si deve essere in due per portarlo, spesso in tre. Alexandre Dumas padre"

Sì, conosco già le obiezioni delle mie lettrici più scettiche e più pignoline: 1) però ci sono anche un sacco di uomini che stanno con donne sposate e poi 2) ogni tanto succede che in effetti l’uomo sposato si converta, lasci la consorte e inizi una relazione con la sua nuova compagna. Può succedere che da uomo sposato si trasformi in uomo da sposare.

Alle due obiezioni di cui sopra rispondo: 1) è vero, ci sono molti uomini (di cui moltissimi sono sposati) che hanno relazioni (spesso solo di sesso) con donne sposate. E io qui oggi voglio parlare delle tante donne single o separate che frequentano uomini sposati, innamorandosene sul serio e credendo di vivere una vera e propria storia d’amore.

2) Tutti noi conosciamo storie di donne che hanno amato un uomo sposato che, a un certo punto, in effetti – magari dopo lunghe e complicate vicissitudini – ha compiuto la “scelta coraggiosa” di lasciare la moglie e di iniziare una relazione stabile con la nuova compagna. Ma tutti sappiamo anche che si tratta di rarità, di mosche bianche, di assolute eccezioni. E sappiamo anche che queste relazioni hanno un bel carico di sofferenze

E ribadisco qui oggi parliamo di quelle donne che stanno con un uomo sposato e che vivono una storia struggente, distruttiva e senza speranza. Lo so, sono parole forti, ma quando ci vuole ci vuole.

Il fatto è che io sto dalla parte di chi vive storie sentimentali difficili e sai perché? Perché le storie sentimentali difficili sono il sintomo evidente, la manifestazione esteriore di un malessere interiore ed emotivo che procura molta sofferenza. Per cui se ogni tanto parlo molto chiaro è perché sono dalla parte di chi va a complicarsi una vita già complicata  andandosi a ficcare in storie sbagliate.

Storie con uomini sposati e sensi di colpa

Chiarisco un altro aspetto riguardo la mia personale posizione: preferisco non giudicare. Credo che, tra i tanti pesi che sopporta una donna che si complica la vita iniziando una relazione con un uomo sposato, ci sia anche il senso di colpa. Ebbene, non sarò certo io ad alimentare questo senso di colpa. Non mi sento di incolpare per una situazione del genere.

Mi limito a osservare che un uomo che tiene i piedi in due scarpe si sta comportando da traditore, sta commettendo un tradimento e sta dicendo un bel po’ di bugie. Forse più di quante tu e io possiamo immaginare. E magari, se hai frequentato un uomo sposato, sai anche che lui ti fa sentire in colpa e ti fa sentire di valere meno, ma molto meno di quanto tu in effetti vali. Perché ti fa sentire complice delle bugie e del tradimento.

"La felicità di un uomo sposato dipende dalle persone che non ha sposato. Oscar Wilde"

Quindi, se hai una storia con un uomo sposato non ti invito a sentirti in colpa (non ti sarebbe utile), ma a osservare la tua storia da un punto di vista e da una posizione più “generale”, globale, dall’alto: sei in una storia più grande di te, in cui si muovono personaggi, vicende ed emozioni davvero fuori dal tuo controllo. Tienilo ben presente: si tratta non di prendersi delle colpe e soprattutto non si tratta di avvoltolarsi in sensi di colpa come in una spirale discendente e mortale,  ma di assumersi delle responsabilità. E le prime e più importanti responsabilità sono verso noi stessi, la nostra serenità e la nostra felicità. Cioè: le prime e più importanti responsabilità che sono quelle nei confronti di te stessa.

E non è che stare con un uomo sposato ti faccia stare troppo bene.

Uomo sposato, tradimenti incrociati e relazioni infelici

Qualche giorno fa ho ricevuto questo messaggio: “Ciao Ilaria, ti seguo sempre perché riesci a darmi la carica giornaliera per affrontare le mie insicurezze di donna di 40 anni. Mi chiamo Roberta (nome di fantasia), sono separata da un anno dopo aver scoperto che mio marito mi tradiva con la mia migliore amica o, meglio, con quella che credevo fosse tale.

Naturalmente per farmi del male mi sono infognata, perché questa la realtà, in una storia con un uomo sposato, di 15 anni più grande di me, intelligente, affascinante e tanto egoista.

Mi sento molto coinvolta e naturalmente vorrei una relazione sana con questo uomo che non ci pensa proprio a lasciare la moglie. Lui è felice, ha tutto, carriera,  famiglia e me che gli rendo la vita sicuramente frizzante, non solo dal punto di vista sessuale, ma anche con le nostre serate divertenti e spensierate.

Io invece mi ritrovo a non andare avanti con la mia vita perché per lui provo dei sentimenti e quindi non guardo altrove. Ho cercato di staccarmi da lui, ma non me lo permette perché continua a chiamarmi e io mi ritrovo senza la forza di mandarlo a quel paese, con una grande rabbia verso me stessa per la debolezza che ho e la poca dignità e amore verso di me.

Ti chiedo aiuto. Un tuo articolo con dei consigli per me e per chissà quante donne che non si amano abbastanza da rifiutare situazioni simili! Come si fa ad acquistare la forza per salutare definitivamente un uomo sposato?”

La dignità personale e la capacità di dire basta

Cioè questo messaggio è così lucido, così preciso, così completo nell’analisi che sembra finto. Sembra quasi che me lo sia scritto io per farci intorno l’articolo. Dì la verità, il sospetto è venuto anche a te.

Invece, il messaggio è proprio vero. Lo avessi voluto inventare io di sana pianta non l’avrei scritto così bene. Questo messaggio viene dal profondo del cuore di Roberta, e anche da tanti suoi rimuginamenti.

"Si dovrebbe essere sempre innamorati. Ecco perché non bisognerebbe mai sposarsi! Oscar Wilde"

Roberta ha capito tutto, ma non riesce a smuoversi. E ha anche capito che non riesce a smuoversi perché non si ama abbastanza. E forse anche perché è invischiata in qualche schema di comportamento sentimentale distruttivo.

Allora ripeto le domande che ci stiamo facendo: perché molte donne si mettono con un uomo sposato? Perché non riescono a lasciarlo anche se sanno perfettamente che si tratta di una storia senza speranza?

Ci sono una serie di ragioni per tutto questo che la mia esperienza mi dice essere più frequenti e comuni di quanto in genere si pensi e che molto spesso sono totalmente sconosciute alla stessa interessata, che si trova “prigioniera” di un storia sbagliata senza capire nemmeno il perché. Si tratta, infatti di motivazioni inconsce, frutto di meccanismi inconsci di comportamento e di reazione.

Le 10 ragioni per cui stai con un uomo sposato

1)      Non pensi di meritarti amore autentico: la storia con un uomo sbagliato è una storia sbagliata e come tutte le storie sbagliate è attraente per le donne che pensano di non meritarsi nulla di buono dalla vita e di doversi accontentare sempre e solo di un trattamento da “terza classe” e non da classe superiore. In ogni ambito della loro esistenza.

2)      Ti piace il dolore, ti piace soffrire per amore. Nella sofferenza sguazzi come un pesce nell’acqua. Si vede che hai ricevuto un’educazione che ti ha inculcato la convinzione per la quale la vita è patimento e infelicità e che tu non puoi avere né serenità, né felicità. La relazione con un uomo sposato è una relazione dolorosa: alcune donne concepiscono – seppure inconsapevolmente – l’amore solo come fatica e come sofferenza.

Che cosa spinge un uomo a impegnarsi in una relazione e a rimanere fedele?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

3)      Ti piace fare la vittima, ti piace sentirti oppressa da un destino infausto. Ti piace farti passare per una donna che subisce le circostanze, malgrado tutte le buone intenzioni. Al cuore non si comanda, non sarà di certo colpa tua se ti sei innamorata di un uomo sposato…

4)      Hai bisogno di una particolare eccitazione e l”irregolarità” di una storia clandestina ti fa provare emozioni forti e ti fa sentire viva. Ma non perché tu sei una donna avventurosa e coraggiosa. E’ che forse hai avuto una vita ben povera di belle emozioni e un po’ deprimente e hai bisogno dell’adrenalina di un tradimento (a danno di altri) pe non sentirti triste e sola.

5)      Ti senti vincente. Che ti piaccia o no, che tu ti accorga o no, il fatto di essere l’amante di un uomo sposato contiene un pensiero “collaterale” secondo il quale un uomo preferisce te a un’altra donna. Una volta tanto nella vita hai la sensazione di sentirti importante perché credi di sentirti “più” importante almeno di un’altra donna e agli occhi di un uomo, perbacco! Forse nella tua vita nessuno ti ha mai dato valore e rispetto e non ti pare vero che un uomo impegnato con un’altra donna sottragga del tempo a lei per dedicarsi a te, tradendola. Tieni presente che è una vittoria da poveri sui poveri, per un poveretto che vale poco. E che non ti dà né valore né rispetto.

"Non vi è nulla al mondo paragonabile alla devozione di una moglie. I mariti non ne hanno idea.Oscar Wilde"

6)      Ti senti investita di un compito importante, che piace a molte donne che amano troppo e che hanno la vocazione della crocerossina: vuoi salvare un uomo da un destino sbagliato e infelice che si è scelto perché troppo ingenuo, inconsapevole, forse troppo buono. Lui ha sposato un’arpìa che lo ha reso infelice e triste e non riesce a uscire da questa situazione negativa perché plagiato, manipolato o che altro da lei. Meno male che ci sei tu che gli fai capire per bene cosa è la felicità e che cos’è l’amore. Senza di te si sarebbe perso questa parte importante della vita.

7)      Hai la sensazione di avere il controllo della situazione e così puoi soddisfare a pieno la tua mania del controllo. Siccome sei nei panni dell’amante e stai vivendo una storia che inganna un’altra persona, hai la sensazione di sapere tutto e di controllare tutto (cosa che di certo non puoi dire della legittima consorte, che è stata tradita e continua a essere tradita). In realtà vivi nel mondo della fantasia, perché non puoi avere nessun controllo su un uomo sposato che non lascia la moglie. Come su nessun altro, d’altronde.

8)      Ti senti eroica e quindi ti senti importante, perché in fin de’ conti, nel coprire l’uomo con cui stai, stai proteggendo lui e anche la moglie ed eventualmente i loro figli. Hai la sensazione di essere la donna più buona della terra.

9)      Pensi di avere per le mani un esemplare di uomo che non ci può permettere di lasciarsi sfuggire: molti uomini e molte donne hanno la convinzione che chi è sposato/a sia più appetibile di chi non lo è. Per questo capita che molte persone che non hanno mai avuto una relazione, quando trovano un compagno o una compagna, si ritrovano a essere molto corteggiati: il fatto che qualcuno li abbia scelti, fa aumentare le loro quotazioni sul mercato. La competizione con la consorte dell’uomo con cui stai, inoltre, ti fa sentire l’ebrezza della sfida ogni secondo della tua giornata.

10)   Hai l’illusione di “rifarti” e di “vendicarti” per i torti subiti in passato. Nella tua famiglia di origine hai sempre pensato che preferissero tuo fratello a te? Ora sei tu la “preferita” tra due. In passato sei stata tradita? Ora qualcun’altra è stata tradita e non sei tu.

E la catena della sofferenza emotiva e dell’instabilità si perpetua. E la tua vita si perde nel nulla.

***

La comunità de La Persona giusta per Te è attiva anche su Facebook.

Partecipa anche tu. 

Metti il tuo “mi piace” alla pagina.

***

Sei stufa di essere in ansia per amore e vuoi finalmente la tranquillità interiore per essere davvero interessante e realizzare una relazione felice  e serena, con l’uomo giusto per te?

Inizia subito il percorso: I 7 Pilastri dell’Attrazione

***

Ti senti sempre insicura e allora ti fai prendere dalla mania del controllo quando sei con un uomo? Vuoi finalmente liberarti dell’insicurezza e scoprire come capire un uomo per sedurlo e tenerlo legato a te?

Fai adesso il percorso: Come sedurre un uomo senza stress, né per te né per lui

***

Lascia un Commento!

286 Commenti

  1. Avatar di Bianca

    Bianca 2 anni fa (22 Giugno 2019 14:46)

    Ho conosciuto un uomo che si è spacciato per single e addirittura si era diminuito di molto l'età perché rispetto a me è molto più grande.. direi di quasi 18 anni. Voleva diciamo trascorrere un periodo di divertimento, incluso il sesso, ma mi ha spacciato la cosa in modo diverso dicendo di essere single e che voleva conoscermi e viverci questo nostro incontro con spensieratezza. Ovviamente e per fortuna non ci sono cascata e dopo pochissimo quando l'ho rifiutato sessualmente, perché qualcosa mi diceva di non fidarmi, è sparito se non prima di darmi un ultimatum perché sperava nella prestazione sessuale. Credevo fosse solo un seduttore incallito. Un mese dopo scopro che non solo è sposato ma anche dei figli... su internet ho letto che se ci fossi cascata si configurava il reato di sostituzione di persona, lo confermi Ilaria? Ma che gente esiste? e pensare che ho poi scoperto che è un traditore seriale.. Non critico il fatto che non metta al primo posto la fedeltà tra i suoi valori ma usare la gente come fossero oggetti e mentire così spudoratamente! non è solo reato è qualcosa di diabolico... una donna deve essere libera di far sesso con chi vuole ma credo che ci debba essere un limite a tutto! almeno non ingannare in questo modo. Sono senza parole.
    Rispondi a Bianca Commenta l’articolo

  2. Avatar di Sara

    Sara 8 mesi fa (18 Ottobre 2020 15:51)

    Sono passata per tutti i primi 9 punti... Ma devo dire che è stato leggere i commenti che mi sta facendo aprire gli occhi. Sì perché si pensa sempre di essere speciali, " la mia storia è diversa", e invece "taaac". Ho trovato il coraggio di lasciare il mio compagno con cui sto da 18 anni, conviviamo ma tra poco si trasferisce. Ci trascinavamo da anni ma l'ho saputo ammettere solo quando ho perso la testa per questo collega sposato, che nemmeno sapevo se gli piacevo davvero o no: beh almeno a qualcosa di buono è servito. Adesso comunque devo trovare la convinzione per lasciare andare anche lui, che tra due mesi si licenzia per cui tanto meglio, ma è sempre lì che mi corteggia e che prova a convincermi ad uscire con lui, che "anche se mi licenzio tra me e te non cambia niente". Io già da mesi gli ho detto che non si può fare perché ci starei male, pensavo sarebbe sparito ma no, nemmeno quando gli ho detto che ho lasciato il mio compagno. Anzi mi fa "a parte le stonzate, davvero chiamami se ti senti sola": so che ci tiene e si preoccupa sul serio, siamo amici da prima e io vorrei tornare ad esserlo, ma non so se sarà possibile farcela passare. Poi abbiamo troppi anni di differenza, io 42 e lui 29, e dice sempre che se ne avevo 10 in meno ero il partito perfetto. Dice un sacco di cose, spesso fantastica di noi che scappiamo insieme, che ci sposiamo, o della moglie che ci scopre, e poi dice: "perdo tutto, e mio suocero mi uccide". Ma intanto la moglie se la tiene e anzi, con lei va a gonfie vele, o almeno così credono. Per cui... Sto cercando di riempire la mia vita per non dover aver bisogno delle sue attenzioni, ma è un percorso lento e difficile, e doloroso perché si prende coscienza di tutti i propri limiti, paure, sbagli, e spesso non si sa dove sbattere la testa. Ma ho sempre questa brutta sensazione al pensiero di perderlo. Tra noi non c'è stato niente di fisico, e ci vediamo solo al lavoro, ma al passare dei mesi ci siamo coinvolti e sapere che tra poco non lo vedrò più mi da il tormento, spero mi serva solo tempo per mandarla giù.
    Rispondi a Sara Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 8 mesi fa (18 Ottobre 2020 17:03)

      Ciao Sara, comprendo i tuoi sentimenti e permettimi di dire che questo è un deficiente integrale. Offensivo anche. Lascia che si licenzi e licenzialo anche tu.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Sara

      Sara 8 mesi fa (18 Ottobre 2020 23:51)

      A posto... mi fai morir dal ridere! 😁 In effetti è l'opinione che quasi tutti hanno di lui, anche perché il 90% delle volte fa il deficiente: le fantasie che si fa le dice per scherzo, non le pensa sul serio. Mi hai fatto riflettere molto sull'offensivo, non ci avevo fatto caso, ma a ben pensarci quando dice certe cose mi sento ferita, per cui sì; chissà cosa ci ho visto, me li scelgo sempre col lanternino. Ok lo licenzierò anche io, o almeno l'intenzione è questa, che poi quando ce l'ho davanti mi trasformo sempre in un'invertebrata. Grazie mille!
      Rispondi a Sara Commenta l’articolo

  3. Avatar di A

    A 1 mese fa (16 Maggio 2021 8:26)

    Ma come fai ad amare uno che è sparito? Che ancora una volta non c"è per te?
    Rispondi a A Commenta l’articolo

  4. Avatar di Linda

    Linda 2 mesi fa (27 Aprile 2021 17:00)

    Non pensavo sarebbe mai successo, invece è capitato anche a me di intraprendere una storia con un uomo sposato, collega per giunta. Dura da un anno ormai, iniziata come un gioco, sulla base di una forte attrazione. Poi sono arrivati i sentimenti, per me, quindi ho cercato di correre ai ripari e chiudere subito. A quel punto si è innescato quel pericolosissimo gioco per cui ad ogni mio allontanamento per salvarmi da quella situazione, corrispondeva la sua reazione di riprendermi a tutti i costi. È successo tante volte in questi mesi e ogni volta ne sono uscita sempre più fiaccata. Ho sentito tante, tante parole, grandi dichiarazioni di sentimenti e intenzioni, promesse di una vita insieme a cui ho creduto, sempre più stancamente, ma zero fatti. Sempre qualche ostacolo insormontabile, sempre scuse. Sempre il solito meccanismo di illusione/delusione, che alla lunga distrugge. In seguito al mio ultimatum (dato a lui ma soprattutto a me stessa, per non sprecare la mia vita) è tornato a vivere dai suoi genitori. Non me l'aspettavo, si è riaccesa la speranza. Ho presto capito che è stata la moglie a spedirlo fuori casa, in quanto marito assente da quando frequenta me. Almeno avesse colto la palla al balzo per chiudere con lei. No, lui non ha il coraggio di dirle che non l'ama più, quindi la situazione di stallo, di fatto continua. Adesso la scusa è la paura di far soffrire la figlia di sei anni. Da qualche giorno non ci parliamo più, dopo la mia ultima sfuriata di frustrazione. Sono stanca e logorata, se tornassi indietro non inizierei più questa storia, in cui ho tanto creduto, per altro. Mi sento presa in giro, ho provato talmente tanti sentimenti ed emozioni negativi che sento di essermi trasformata in una persona orribile. Penso che raccoglierò le poche forze residue e troncherò una volta per tutte. Non sarà facile e ne uscirò devastata, lo so. Cerco una parola di incoraggiamento da tutte voi, se posso, e soprattutto da te, Ilaria. Ne avrei veramente bisogno. Grazie.
    Rispondi a Linda Commenta l’articolo

    • Avatar di Lela

      Lela 2 mesi fa (27 Aprile 2021 19:32)

      Mannaggia, mannaggia, mannaggia Linda, mai intraprendere queste storie sul posto di lavoro, che poi se vanno male, e credimi vanno praticamente tutte male, poi è un casino! Sempre davanti agli occhi, ingoiare lacrime e rabbia per non farsi accorgere dai colleghi, nemmeno il lavoro diventa una distrazione...un inferno! Mi dispiace Linda, deve essere davvero, dura. Per l'incoraggiamento sinceramente non mi sembra tu ne abbia bisogno, nel senso che mi pare tu abbia ben chiara la situazione e cosa fare. Sei forte, intelligente e cosa più importante, non ti stai facendo travolgere dalla situazione che è la cosa migliore per mantenere la lucidità necessaria. Di lui che dire, è un omuncolo. Se non ha il coraggio di andarsene di casa quando da quella casa è già stato sbattuto fuori che cosa ti vuoi mai aspettare? Hai perfettamente ragione, sono tutte scuse! (Vedi, lucida intelligente...😉) È il solito bacarozzo che voleva solo movimentare la sua vita matrimoniale, e possibilmente continuare a farlo. Davvero Linda, io credo che noi donne dovremmo cominciare a concentrarci invece che sul nostro sogno d'amore, su chi abbiamo davanti, su chi ti sta dimostrando di essere. È quello che ti aspettavi che fosse? È questa la persona di cui ti sei innamorata? No perché quello che tu hai davanti e ciò che lui è nella realtà. Vigliacco ed egoista, verso di te e, abbi pazienza, soprattutto verso la famiglia, che fino a che non è stato scoperto ha ben trascurato, passando il suo tempo con te e impedendoti di andartene! Altro che ha paura di far soffrire la figlia di 6 anni! Chiediti se davvero vuoi passare la tua vita con uno così! Io credo di no! Forza Linda, c'è di meglio al mondo!
      Rispondi a Lela Commenta l’articolo

    • Avatar di Linda

      Linda 2 mesi fa (28 Aprile 2021 10:18)

      Indubbiamente, Lela, doverci lavorare a stretto contatto tutti i giorni non sarà d'aiuto. È uno degli aspetti che più mi preoccupa. Perché al di là di tutto sono ancora coinvolta, anche se è un "omuncolo", come dici tu, me ne rendo conto. Spero che la delusione fortissima spazzi via presto questi sentimenti mal riposti. Spero che dalla mia mente scompaia quella visione di lui idealizzata, che evidentemente non corrisponde alla realtà. Spero di riuscire a ricostruirmi sulle macerie che ha lasciato dentro di me questa storia. Se penso che gli ho regalato un anno della mia vita.... mi sento così stupida.
      Rispondi a Linda Commenta l’articolo

    • Avatar di Lela

      Lela 2 mesi fa (28 Aprile 2021 12:00)

      Ma certo che sei ancora coinvolta, è troppo presto per pretendere da te stessa la sparizione del dolore, della delusione. E' un lutto, vero e proprio, e come tale va elaborato. Ci vuole un po' di tempo e pazienza e anche tanto coraggio, a maggior ragione tu che sei costretta a conviverci tutti i giorni. Ma sii indulgente con te stessa. E' normale sentirsi stupidi, dopo averci creduto, averci sperato ora vorresti solo non aver mai iniziato! Aver avuto le famose antenne radar ben attivate invece che completamente dismesse! :) L'ho provato anch'io e fa male! Ma non colpevolizzarti che non fa bene all'autostima :)! Come giustamente dici, hai mal riposto i tuoi sentimenti, amen, chi è senza peccato scagli la prima pietra! Ma fai tesoro di quest'esperienza, fai tesoro delle tue ferite e delle tue delusioni perché sono soprattutto quelle che ti permetteranno di non cascarci più, né con lui né con altri. E soprattutto rimani concentrata sulla verità di chi lui è, perché ci sono moltissime probabilità che l'omuncolo torni alla carica, ma per continuare la sua preziosissima storiella parallela! Un abbraccio!
      Rispondi a Lela Commenta l’articolo

    • Avatar di Linda

      Linda 2 mesi fa (28 Aprile 2021 22:32)

      Stasera l'ho lasciato. Alla mia domanda "cosa ti impedisce di parlare con tua moglie, dato che sei già fuori casa?" ha tirato fuori dal cilindro tutte le scuse possibili. Mi ha rinfacciato che la figlia sta soffrendo, che la moglie pure sta vivendo un momento di grande difficoltà, e naturalmente più volte ha parlato del proprio tormento profondo e paralizzante. Inutile dire che la mia sofferenza non è stata minimamente considerata. Gli ho dato il ben servito e sono contenta di averlo fatto. Ora sono come 'anestetizzata', domani probabilmente mi assalirà il dolore e me lo porterò dietro per un po', ma era la cosa giusta da fare, ne sono convinta. Grazie Lela, ho letto più volte le tue risposte e sicuramente le rileggerò se dovessi vacillare o stare troppo male. Soprattutto il discorso sull'importanza di vedere sempre la verità di chi lui è.... quant'è vero! Stasera mi sono resa conto che al di là di tante parole, a me non ci tiene poi così tanto. Sono certa che tornerà dalla moglie, strisciando come il verme che è. Un po' mi fa compassione, lei, perché ci sarà legata per la vita. Io almeno, quando sarà passata la tempesta, sarò libera.
      Rispondi a Linda Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 2 mesi fa (29 Aprile 2021 8:41)

      Ciao @Linda, come sempre diciamo qui bisogna guardare non alle parole ma ai fatti. Vedila così: nonostante il dolore, ti stai risparmiando altro tempo perso, altri mesi di stress, di rodimenti, di torture psicologiche, aspettando che lui faccia un passo che, evidentemente, non vuol fare. Alla fine, la moglie sta male, la figlia sta male, lui sta male... Di come stai tu frega niente. Non è che non tenga tanto a te, non ci tiene affatto. Tiene a sé stesso, e tu sei un potente tonico per la sua autostima e per movimentare la sua vita. Ma ti sostituirà se non tornerai sui tuoi passi. Non tormentarti più. Ha avuto tempo e modo per riflettere e prendere una decisione. Se non ha colto la palla al balzo per lasciare la moglie è perché non è quello che vuole. Vorrebbe tenere i piedi in due staffe e cavarsela così, sarebbe la situazione ideale per lui. Nel dubbio, tornerà dalla moglie, hai ragione. Lei se lo riprenderà e saranno comunque più felici di te se decidessi di rimanere aggrappata ad una speranza. Fortunatamente hai le idee chiare. In definitiva, se uno vuole davvero lasciare il partner per un'altra persona lo fa. Conosco uno che ha lasciato la moglie con cui ha due figli e si è messo con una con tre figli. Chi vuole fa. Ora proteggi te stessa e vai alla ricerca di qualcuno davvero meritevole del tuo amore. Un abbraccio
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Linda

      Linda 2 mesi fa (29 Aprile 2021 17:04)

      Grazie Vic, sì devo pensare a proteggere me stessa ora. Una parte di me, quella dipendente da lui, sogna che si renda conto di quello che ha perso e finalmente dimostri di essere un uomo con la U maiuscola. Lo so, è solo un'illusione a cui si aggrappa la mia mente perché sto soffrendo. Mi ha dato talmente tante prove di essere un codardo, che ho più probabilità di vincere al Superenalotto, che di vederlo arrivare sul cavallo bianco. È quello che ha dimostrato di essere, devo tenerlo a mente. Non merita nemmeno tutta questa sofferenza. Con la testa lo so. Spero che testa e cuore si mettano d'accordo al più presto.
      Rispondi a Linda Commenta l’articolo

    • Avatar di Lela

      Lela 2 mesi fa (29 Aprile 2021 14:21)

      Bravissima Linda, hai fatto la cosa giusta, e ne sei uscita a testa alta! Certo hai ragione, il dolore non sparirà ora che hai fatto questa scelta, come molti si aspettano, tornando indietro perché soffrono. E davvero è probabile che il bacarozzo si rifaccia avanti, dopo un primo momento in cui deve brigare per tornarsene all'ovile, facendo leva sui tuoi sentimenti. La verità ti rende libera, sempre, da illusioni, fantasticherie e bugie, e mi pare che tu ci sia ben arrivata da sola ( vedi e rivedi: lucida, intelligente.. :):):) ) E non dimenticare, se tu dovessi vacillare o stare toppo male, non farti scrupoli, noi siamo qui!!!! :):) Un abbraccio and stay focused ;););)
      Rispondi a Lela Commenta l’articolo

    • Avatar di Linda

      Linda 1 mese fa (14 Maggio 2021 19:05)

      Eccomi qua a due settimane dalla decisione convintissima che ho preso, a vacillare e star male. Lui è tornato alla carica con forza, sostiene di voler stare con me, di non aver mai amato così tanto nessun altro, di vivere ancora a casa dei suoi. Io sono stata di ghiaccio, ben consapevole di avere un vero e proprio rigetto per il ruolo di amante a cui mi sono adattata. Lui ha rilanciato chiedendomi tempo, anzi implorandomi di dargli io un tempo entro cui lui possa fare ciò che gli chiedo da mesi e dimostrarmi ciò che non ha mai dimostrato. Mi ha chiesto se provo ancora gli stessi sentimenti. Gli ho risposto che ciò che provavo, all'inizio forte e fulgido, è ancora lì ma sepolto da un metro e mezzo di fango. Ho avuto una reazione rabbiosa e sprezzante dovuta all'accumulo di tanta delusione e amarezza, ormai non gli credo più. Gli ho riversato addosso tutta la mia delusione, allontanandolo decisamente. Da quel momento è sparito e ha smesso di cercarmi. Ho dentro un guazzabuglio di emozioni contrastanti. Una parte di me si chiede se avrei dovuto concedergli quell'ultima possibilità che mi chiedeva. La parte razionale invece mi urla di tenere duro, che è tutto un modo per riagganciarmi alle sue condizioni. Io vorrei solo smettere di amarlo, perché lo detesto per ciò che mi ha fatto passare nell'ultimo anno, ma allo stesso tempo lo amo ancora. Sto veramente male, di nuovo.
      Rispondi a Linda Commenta l’articolo

    • Avatar di Ida

      Ida 1 mese fa (15 Maggio 2021 19:58)

      Ma come fai ad amare uno che detesti?
      Rispondi a Ida Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 1 mese fa (16 Maggio 2021 12:08)

      Ciao @Linda, capisco il tuo malessere profondo e ti sono vicina. Purtroppo è vero, dicono qualsiasi cosa per riagganciarti. Il punto è che poi le parole raramente sono supportate dai fatti. Mi spiego: tu dici che lui sostiene di voler stare con te e di non aver mai amato così tanto nessun altro. Allora, mi domando, perché diavolo è sparito? Perché non si sta strappando i capelli incollato al telefono sperando che tu gli dia udienza? Perché tornano alla carica innamoratissimi e poi si eclissano? Purtroppo questo è il destino dell'amante, un continuo saliscendi di emozioni contrastanti, promesse, illusioni. Lui sa benissimo che lo ami e stai male, potrebbe venire da te, restare con te, scegliere te. Se è vero che sta dalla madre, perché non lo fa? Perché è sparito e non ti cerca? Davvero pensi che le parole di una donna ferita e arrabbiata bastino a far desistere un cuore innamorato? Se fossi tu al suo posto, chi ti fermerebbe? Meriti di meglio di un uomo inconsistente. Capisco che il meglio sia difficile da trovare e si abbia paura di lasciare anche un po' di amore, io stessa fatico a volte a stare sola e mi sento triste. Però l'amore si dimostra, e non a chiacchiere. Se fai vincere il bisogno avrai solo briciole. Lo so che non è facile, niente lo è. Ma, a parte tutto, cosa ti dice la tua vocina interiore? Prova ad ascoltarla. Hai visto i suoi occhi mentre ti diceva quelle parole, il tono di voce, la mimica. Veramente ti è parso sincero? Perché, di solito, dentro di noi vediamo e sappiamo ma non ci ascoltiamo. Un abbraccio
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Linda

      Linda 1 mese fa (16 Maggio 2021 21:41)

      Avete tutti pienamente ragione. In questi giorni abbiamo avuto altri scambi e il registro è decisamente cambiato. Ora mi cerca per fare la vittima, per rinfacciarmi che l'ho mollato proprio ora che mi stava dando le dimostrazioni che chiedevo, che è deluso da me. Tuttavia, quando gli chiedo che cosa gli impedisce di parlare con la moglie ora che non vive più a casa, mi risponde che non si sente di darle ora un dolore così grande e non vuole far soffrire la figlia, che non capisco quanto sia delicata la situazione. Praticamente sarei io l'insensibile, l'egoista che l'ha abbandonato nel momento del bisogno. Questo suo girare la frittata mi fa imbestialire. Io, che sono pacata di natura, con lui mi sono trasformata in un essere rabbioso che non riconosco. Gli ho detto veramente di tutto, anche esagerando forse, ma di fronte a certe affermazioni non ce l'ho fatta a trattenermi. Non tornerò mai sui miei passi, non mi accontenterò mai più delle sue briciole. A questo punto, dopo certe cose che mi sono sentita dire, mi chiedo se la persona di cui mi sono innamorata fosse reale o solo un'illusione costruita un po' dalla mia testa e molto dal suo comportamento ambiguo. Come si può giurare di amare una persona e poi mettere tutto, ma proprio tutto e tutti, prima di essa? Persino sua moglie, che sostiene di non amare più. Si preoccupa di non darle un dolore, ma della mia sofferenza non gli importa nulla. Ma se non è in grado di darmi ciò che voglio, perché non mi lascia in pace in modo tale che possa andare avanti? Ho la sensazione di subire una specie di gioco psicologico, un lavaggio del cervello per convincermi di essere io quella in torto. Che incubo.
      Rispondi a Linda Commenta l’articolo

    • Avatar di Fabio

      Fabio 1 mese fa (17 Maggio 2021 0:17)

      Linda, non so' cosa gli hai detto, ma senz'altro non hai esagerato, è una melma che cerca di addossarti colpe che non hai tipico di personaggi deboli e immaturi, fai l'unica cosa giusta, dimenticalo immediatamente, tronca ogni contatto, evita ogni spiegazione, non cercare il perché ma ritorna a vivere per te stessa non perdere altro tempo con questo mollusco. Un abbraccio Fabio
      Rispondi a Fabio Commenta l’articolo

    • Avatar di lel

      lel 1 mese fa (17 Maggio 2021 8:34)

      Perché non ti lascia in pace Linda? Perché a lui importa poco o niente di quello che provi o vuoi tu, e purtroppo dubito fortemente che gli importi davvero persino della figlia o della moglie. L'unico di cui gli importa davvero è lui stesso, povero lui, vittima delle circostanze, respinto e incompreso da te, orrida megera, che ti ostini a non sottostare ai suoi voleri. Purtroppo, nel giro di pochi giorni ti ha già fatto vedere le sue vere intenzioni e cioè quelle di non avere alcuna intenzione!!! Ma santo cielo, ma se non ha il coraggio di chiudere ora che è già fuori casa (ma sarà poi vero?), ma quando mai??? Ma degna di nota la mossa astutissima della vecchia volpe che dice a te di fissare un tempo perché lui si decida ad andarsene, illudendoti di renderti parte attiva del melodramma, con in mano il copione da scrivere, ma di fatto invischiandoti di nuovo nella ragnatela, perché poi la troverà la scusa per posticipare di nuovo, eccome se la troverà!!! Vigliacco ed egoista, che oltretutto ha già cominciato a mettere in atto la strategia della colpevolizzazione, una delle più efficaci per tenere legate le amanti! Dai Linda, questo non è manco un omuncolo! Potrai sentire nostalgia per quello che è stato, per l'illusione che hai vissuto, ma non può più essere amore davanti alla pochezza che sta dimostrando questo individuo! Allontanalo, bloccalo, non starlo più a sentire. Di nuovo, quello che tu hai davanti è quello che lui è e non si trasformerà in un principe senza macchia e senza paura quando e se verrà da te (probabilmente se la moglie suo malgrado lo caccerà di casa), rimarrà il rospo che è. Courage!!!
      Rispondi a lel Commenta l’articolo

    • Avatar di Cristina

      Cristina 4 settimane fa (17 Maggio 2021 19:41)

      Ciao Linda, mi unisco a tutto quello che ti è già stato detto, che condivido in pieno: perché non ti lascia andare… perché sei stata la sua distrazione da una quotidianità che da un lato gli sta stretta e dall'altro gli fa comodo. Non doveva nemmeno fare lo sforzo di lasciare la moglie, visto che è stato cacciato da casa. Per non parlare di come rigira la frittata e ora sia lui ad accusare te: secondo me non si aspettava che tu reagissi mettendo te stessa al primo posto, ma che gli corressi dietro sbavando. Da ciò che scrivi sei una donna molto intelligente, acuta, che ha avuto abbastanza forza e rispetto per sè da non buttarsi via per una persona del genere: sei stata bravissima, non cedere ai suoi ricatti/giochini psicologici e vai avanti a seguire la ragione. Lo so che è dura, che il periodo attuale non aiuta, ma sono sicura che la supererai, hai già fatto tantissima strada. Chiudi del tutto e vedrai che piano piano ti sentirai meglio, soprattutto lontana dalle sue tristi ed egoriferite dinamiche. Un abbraccio
      Rispondi a Cristina Commenta l’articolo

    • Avatar di Linda

      Linda 3 settimane fa (24 Maggio 2021 15:17)

      Di nuovo, riconosco che avete tutti perfettamente ragione e gli ultimi avvenimenti ne sono la prova. Per giorni mi ha bombardato con le sue buone intenzioni, dicendo di essere tornato dall'avvocato e di avergli già fatto preparare delle carte. Mi ha snocciolato tutte le faccende burocratiche riguardo il mutuo ecc. Addirittura mi ha chiesto se preferirei andare a vivere in quella casa o in quell'altra. Se n'è uscito con frasi come 'la vita è una sola', 'parlerò a breve con mia moglie perché è giusto e onesto nei suoi confronti'. Nel momento in cui ho ceduto un millimetro, anche solo standolo a sentire e incoraggiandolo a continuare, il castello di carte è crollato. Un paio di giorni fa è venuto a trovarmi a casa, stavo molto male, in preda a coliche dolorosissime. Poco dopo la figlia gli ha telefonato. È sceso in macchina a rispondere, assicurandomi 'torno subito'. Un'ora dopo mi ha chiamato piangente, dicendo di essere a casa dei suoi, che era troppo triste e non si sentiva di tornare. Mi ha mollata lì, nel momento del bisogno, perché era triste. Sono ricominciati i soliti discorsi su quanto soffre lui, quanto soffre la figlia, quanto è difficile. Tutto da capo. Ne ho abbastanza. Credo di essermi innamorata di un'illusione e di esserci rimasta aggrappata per non ammettere a me stessa di aver a che fare con un rospo e non con un principe. Le azioni rivelano tutt'altra persona. L'ho dovuto capire a suon di delusioni, ma ci sono arrivata. Ora la porta è definitivamente chiusa.
      Rispondi a Linda Commenta l’articolo

    • Avatar di Cristina

      Cristina 3 settimane fa (24 Maggio 2021 20:07)

      Ciao Linda, posso dire che quest'uomo è di una noia mortale? Oltre a un rospo, come giustamente dici tu, assolutamente. Questa direi che è l'ennesima prova che alcuna redenzione è avvenuta, anzi... Stesse dinamiche. Sono contenta che sia chiusa: meriti di meglio e lascialo pure a rimbalzare tra l'ex casa e casa dei suoi. Un abbraccio
      Rispondi a Cristina Commenta l’articolo

    • Avatar di Fabio

      Fabio 1 mese fa (15 Maggio 2021 22:08)

      Linda, fa male lo so', ti e' crollato addosso il progetto con lui, ma la "medicina" non è adattarsi, cedere tuo malgrado, è guardare avanti e altrove, nessun'altra occasione all' omuncolo prolungheresti solo una situazione sbagliata. Pensa a tutto il male che ti ha fatto, anzi non pensarlo proprio, pensa al tuo futuro, meriti di meglio, passerà anche questo dolore, niente è per sempre. Un abbraccio Fabio
      Rispondi a Fabio Commenta l’articolo

    • Avatar di Lela

      Lela 1 mese fa (16 Maggio 2021 12:12)

      Ciao Linda, hai fatto bene, benissimo a respingerlo. Hai seguito la tua mente finalmente, quella che ragiona e vuole bene a Linda! Il dolore e la delusione sono ancora troppo forti e non bastano qualche moina e qualche promessa a risolvere tutto e a riguadagnare la fiducia e, come hai giustamente detto, il rischio di un tentativo di riagganciarti alle sue condizioni è altissimo!! Lo capisco che tu sia confusa, dentro di te c'è un guazzabuglio di emozioni contrastanti, ma questo è il momento di essere forti! Finalmente tu hai avuto il coraggio di ribellarti ad una situazione intollerabile e gli hai dimostrato incontrovertibilmente che sei irremovibile, che non sei più disposta ad accettare le sue condizioni. Questo è fondamentale e lui deve averlo ben stampato in testa! Non lo capisce o non lo accetta ed è sparito? Bene, vuol dire che non è ancora pronto a fare le cose seriamente e magari non lo sarà mai! Se era sincero, e trova il coraggio di lasciare tutto per te, allora vedrai che tornerà e non ci sarà niente che lo fermerà! Ma deve tornare DOPO, non MENTRE sistema tutto con le persone coinvolte! Che MENTRE non vuol dire niente! Vuol dire ancora incertezza, promesse, sotterfugi, dolore. DOPO è l'unica condizione accettabile! Ma non starlo ad aspettare Linda, prenditi cura di te, della tua vita. Potresti avere la grande sorpresa che DOPO potresti essere tu a non volerlo più! Un abbraccio forte guerriera!!!
      Rispondi a Lela Commenta l’articolo