Uomo sposato: perché hai una relazione con lui e perché non riesci a lasciarlo

uomo sposatoPerché mai molte donne iniziano una relazione con un uomo sposato? Perché mai molte donne iniziano una relazione con un uomo sposato e non riescono a chiuderla anche se sanno perfettamente che quest’uomo è sposato (con un’altra donna) e che con lui non avranno mai (mai-mai-mai) un rapporto di coppia libero, sereno e “privo” di altri legami?

"Il legame del matrimonio è così pesante che si deve essere in due per portarlo, spesso in tre. Alexandre Dumas padre"

Sì, conosco già le obiezioni delle mie lettrici più scettiche e più pignoline: 1) però ci sono anche un sacco di uomini che stanno con donne sposate e poi 2) ogni tanto succede che in effetti l’uomo sposato si converta, lasci la consorte e inizi una relazione con la sua nuova compagna. Può succedere che da uomo sposato si trasformi in uomo da sposare.

Alle due obiezioni di cui sopra rispondo: 1) è vero, ci sono molti uomini (di cui moltissimi sono sposati) che hanno relazioni (spesso solo di sesso) con donne sposate. E io qui oggi voglio parlare delle tante donne single o separate che frequentano uomini sposati, innamorandosene sul serio e credendo di vivere una vera e propria storia d’amore.

2) Tutti noi conosciamo storie di donne che hanno amato un uomo sposato che, a un certo punto, in effetti – magari dopo lunghe e complicate vicissitudini – ha compiuto la “scelta coraggiosa” di lasciare la moglie e di iniziare una relazione stabile con la nuova compagna. Ma tutti sappiamo anche che si tratta di rarità, di mosche bianche, di assolute eccezioni. E sappiamo anche che queste relazioni hanno un bel carico di sofferenze

E ribadisco qui oggi parliamo di quelle donne che stanno con un uomo sposato e che vivono una storia struggente, distruttiva e senza speranza. Lo so, sono parole forti, ma quando ci vuole ci vuole.

Il fatto è che io sto dalla parte di chi vive storie sentimentali difficili e sai perché? Perché le storie sentimentali difficili sono il sintomo evidente, la manifestazione esteriore di un malessere interiore ed emotivo che procura molta sofferenza. Per cui se ogni tanto parlo molto chiaro è perché sono dalla parte di chi va a complicarsi una vita già complicata  andandosi a ficcare in storie sbagliate.

Storie con uomini sposati e sensi di colpa

Chiarisco un altro aspetto riguardo la mia personale posizione: preferisco non giudicare. Credo che, tra i tanti pesi che sopporta una donna che si complica la vita iniziando una relazione con un uomo sposato, ci sia anche il senso di colpa. Ebbene, non sarò certo io ad alimentare questo senso di colpa. Non mi sento di incolpare per una situazione del genere.

Mi limito a osservare che un uomo che tiene i piedi in due scarpe si sta comportando da traditore, sta commettendo un tradimento e sta dicendo un bel po’ di bugie. Forse più di quante tu e io possiamo immaginare. E magari, se hai frequentato un uomo sposato, sai anche che lui ti fa sentire in colpa e ti fa sentire di valere meno, ma molto meno di quanto tu in effetti vali. Perché ti fa sentire complice delle bugie e del tradimento.

"La felicità di un uomo sposato dipende dalle persone che non ha sposato. Oscar Wilde"

Quindi, se hai una storia con un uomo sposato non ti invito a sentirti in colpa (non ti sarebbe utile), ma a osservare la tua storia da un punto di vista e da una posizione più “generale”, globale, dall’alto: sei in una storia più grande di te, in cui si muovono personaggi, vicende ed emozioni davvero fuori dal tuo controllo. Tienilo ben presente: si tratta non di prendersi delle colpe e soprattutto non si tratta di avvoltolarsi in sensi di colpa come in una spirale discendente e mortale,  ma di assumersi delle responsabilità. E le prime e più importanti responsabilità sono verso noi stessi, la nostra serenità e la nostra felicità. Cioè: le prime e più importanti responsabilità che sono quelle nei confronti di te stessa.

E non è che stare con un uomo sposato ti faccia stare troppo bene.

Uomo sposato, tradimenti incrociati e relazioni infelici

Qualche giorno fa ho ricevuto questo messaggio: “Ciao Ilaria, ti seguo sempre perché riesci a darmi la carica giornaliera per affrontare le mie insicurezze di donna di 40 anni. Mi chiamo Roberta (nome di fantasia), sono separata da un anno dopo aver scoperto che mio marito mi tradiva con la mia migliore amica o, meglio, con quella che credevo fosse tale.

Naturalmente per farmi del male mi sono infognata, perché questa la realtà, in una storia con un uomo sposato, di 15 anni più grande di me, intelligente, affascinante e tanto egoista.

Mi sento molto coinvolta e naturalmente vorrei una relazione sana con questo uomo che non ci pensa proprio a lasciare la moglie. Lui è felice, ha tutto, carriera,  famiglia e me che gli rendo la vita sicuramente frizzante, non solo dal punto di vista sessuale, ma anche con le nostre serate divertenti e spensierate.

Io invece mi ritrovo a non andare avanti con la mia vita perché per lui provo dei sentimenti e quindi non guardo altrove. Ho cercato di staccarmi da lui, ma non me lo permette perché continua a chiamarmi e io mi ritrovo senza la forza di mandarlo a quel paese, con una grande rabbia verso me stessa per la debolezza che ho e la poca dignità e amore verso di me.

Ti chiedo aiuto. Un tuo articolo con dei consigli per me e per chissà quante donne che non si amano abbastanza da rifiutare situazioni simili! Come si fa ad acquistare la forza per salutare definitivamente un uomo sposato?”

La dignità personale e la capacità di dire basta

Cioè questo messaggio è così lucido, così preciso, così completo nell’analisi che sembra finto. Sembra quasi che me lo sia scritto io per farci intorno l’articolo. Dì la verità, il sospetto è venuto anche a te.

Invece, il messaggio è proprio vero. Lo avessi voluto inventare io di sana pianta non l’avrei scritto così bene. Questo messaggio viene dal profondo del cuore di Roberta, e anche da tanti suoi rimuginamenti.

"Si dovrebbe essere sempre innamorati. Ecco perché non bisognerebbe mai sposarsi! Oscar Wilde"

Roberta ha capito tutto, ma non riesce a smuoversi. E ha anche capito che non riesce a smuoversi perché non si ama abbastanza. E forse anche perché è invischiata in qualche schema di comportamento sentimentale distruttivo.

Allora ripeto le domande che ci stiamo facendo: perché molte donne si mettono con un uomo sposato? Perché non riescono a lasciarlo anche se sanno perfettamente che si tratta di una storia senza speranza?

Ci sono una serie di ragioni per tutto questo che la mia esperienza mi dice essere più frequenti e comuni di quanto in genere si pensi e che molto spesso sono totalmente sconosciute alla stessa interessata, che si trova “prigioniera” di un storia sbagliata senza capire nemmeno il perché. Si tratta, infatti di motivazioni inconsce, frutto di meccanismi inconsci di comportamento e di reazione.

Le 10 ragioni per cui stai con un uomo sposato

1)      Non pensi di meritarti amore autentico: la storia con un uomo sbagliato è una storia sbagliata e come tutte le storie sbagliate è attraente per le donne che pensano di non meritarsi nulla di buono dalla vita e di doversi accontentare sempre e solo di un trattamento da “terza classe” e non da classe superiore. In ogni ambito della loro esistenza.

2)      Ti piace il dolore, ti piace soffrire per amore. Nella sofferenza sguazzi come un pesce nell’acqua. Si vede che hai ricevuto un’educazione che ti ha inculcato la convinzione per la quale la vita è patimento e infelicità e che tu non puoi avere né serenità, né felicità. La relazione con un uomo sposato è una relazione dolorosa: alcune donne concepiscono – seppure inconsapevolmente – l’amore solo come fatica e come sofferenza.

Come fai ad attrarre un uomo senza sembrare una facile o una poco di buono?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

3)      Ti piace fare la vittima, ti piace sentirti oppressa da un destino infausto. Ti piace farti passare per una donna che subisce le circostanze, malgrado tutte le buone intenzioni. Al cuore non si comanda, non sarà di certo colpa tua se ti sei innamorata di un uomo sposato…

4)      Hai bisogno di una particolare eccitazione e l”irregolarità” di una storia clandestina ti fa provare emozioni forti e ti fa sentire viva. Ma non perché tu sei una donna avventurosa e coraggiosa. E’ che forse hai avuto una vita ben povera di belle emozioni e un po’ deprimente e hai bisogno dell’adrenalina di un tradimento (a danno di altri) pe non sentirti triste e sola.

5)      Ti senti vincente. Che ti piaccia o no, che tu ti accorga o no, il fatto di essere l’amante di un uomo sposato contiene un pensiero “collaterale” secondo il quale un uomo preferisce te a un’altra donna. Una volta tanto nella vita hai la sensazione di sentirti importante perché credi di sentirti “più” importante almeno di un’altra donna e agli occhi di un uomo, perbacco! Forse nella tua vita nessuno ti ha mai dato valore e rispetto e non ti pare vero che un uomo impegnato con un’altra donna sottragga del tempo a lei per dedicarsi a te, tradendola. Tieni presente che è una vittoria da poveri sui poveri, per un poveretto che vale poco. E che non ti dà né valore né rispetto.

"Non vi è nulla al mondo paragonabile alla devozione di una moglie. I mariti non ne hanno idea.Oscar Wilde"

6)      Ti senti investita di un compito importante, che piace a molte donne che amano troppo e che hanno la vocazione della crocerossina: vuoi salvare un uomo da un destino sbagliato e infelice che si è scelto perché troppo ingenuo, inconsapevole, forse troppo buono. Lui ha sposato un’arpìa che lo ha reso infelice e triste e non riesce a uscire da questa situazione negativa perché plagiato, manipolato o che altro da lei. Meno male che ci sei tu che gli fai capire per bene cosa è la felicità e che cos’è l’amore. Senza di te si sarebbe perso questa parte importante della vita.

7)      Hai la sensazione di avere il controllo della situazione e così puoi soddisfare a pieno la tua mania del controllo. Siccome sei nei panni dell’amante e stai vivendo una storia che inganna un’altra persona, hai la sensazione di sapere tutto e di controllare tutto (cosa che di certo non puoi dire della legittima consorte, che è stata tradita e continua a essere tradita). In realtà vivi nel mondo della fantasia, perché non puoi avere nessun controllo su un uomo sposato che non lascia la moglie. Come su nessun altro, d’altronde.

8)      Ti senti eroica e quindi ti senti importante, perché in fin de’ conti, nel coprire l’uomo con cui stai, stai proteggendo lui e anche la moglie ed eventualmente i loro figli. Hai la sensazione di essere la donna più buona della terra.

9)      Pensi di avere per le mani un esemplare di uomo che non ci può permettere di lasciarsi sfuggire: molti uomini e molte donne hanno la convinzione che chi è sposato/a sia più appetibile di chi non lo è. Per questo capita che molte persone che non hanno mai avuto una relazione, quando trovano un compagno o una compagna, si ritrovano a essere molto corteggiati: il fatto che qualcuno li abbia scelti, fa aumentare le loro quotazioni sul mercato. La competizione con la consorte dell’uomo con cui stai, inoltre, ti fa sentire l’ebrezza della sfida ogni secondo della tua giornata.

10)   Hai l’illusione di “rifarti” e di “vendicarti” per i torti subiti in passato. Nella tua famiglia di origine hai sempre pensato che preferissero tuo fratello a te? Ora sei tu la “preferita” tra due. In passato sei stata tradita? Ora qualcun’altra è stata tradita e non sei tu.

E la catena della sofferenza emotiva e dell’instabilità si perpetua. E la tua vita si perde nel nulla.

***

La comunità de La Persona giusta per Te è attiva anche su Facebook.

Partecipa anche tu. 

Metti il tuo “mi piace” alla pagina.

***

Sei stufa di essere in ansia per amore e vuoi finalmente la tranquillità interiore per essere davvero interessante e realizzare una relazione felice  e serena, con l’uomo giusto per te?

Inizia subito il percorso: I 7 Pilastri dell’Attrazione

***

Ti senti sempre insicura e allora ti fai prendere dalla mania del controllo quando sei con un uomo? Vuoi finalmente liberarti dell’insicurezza e scoprire come capire un uomo per sedurlo e tenerlo legato a te?

Fai adesso il percorso: Come sedurre un uomo senza stress, né per te né per lui

***

Lascia un Commento!

263 Commenti

  1. Avatar di Bianca

    Bianca 4 settimane fa (22 Giugno 2019 14:46)

    Ho conosciuto un uomo che si è spacciato per single e addirittura si era diminuito di molto l'età perché rispetto a me è molto più grande.. direi di quasi 18 anni. Voleva diciamo trascorrere un periodo di divertimento, incluso il sesso, ma mi ha spacciato la cosa in modo diverso dicendo di essere single e che voleva conoscermi e viverci questo nostro incontro con spensieratezza. Ovviamente e per fortuna non ci sono cascata e dopo pochissimo quando l'ho rifiutato sessualmente, perché qualcosa mi diceva di non fidarmi, è sparito se non prima di darmi un ultimatum perché sperava nella prestazione sessuale. Credevo fosse solo un seduttore incallito. Un mese dopo scopro che non solo è sposato ma anche dei figli... su internet ho letto che se ci fossi cascata si configurava il reato di sostituzione di persona, lo confermi Ilaria? Ma che gente esiste? e pensare che ho poi scoperto che è un traditore seriale.. Non critico il fatto che non metta al primo posto la fedeltà tra i suoi valori ma usare la gente come fossero oggetti e mentire così spudoratamente! non è solo reato è qualcosa di diabolico... una donna deve essere libera di far sesso con chi vuole ma credo che ci debba essere un limite a tutto! almeno non ingannare in questo modo. Sono senza parole.
    -5
    Rispondi a Bianca Commenta l’articolo