Buono e bello: il TUO anno nuovo

buonoUn anno si è appena concluso, un altro, tutto nuovo, è appena iniziato. Sarà buono? Non sarà buono? E chi lo sa! Già non saperlo è un ottimo punto di partenza. Si sa che per non rovinare a un amico il piacere di vedere un film o leggere un libro, non bisogna raccontargli il finale. Sarebbe bruttissimo se noi già sapessimo la fine della nostra stroria personale. Sarebbe così eccitante sedurre un uomo, se già sapessimo come andrà a finire?

L’effetto sorpresa è importante.

Sapere che cosa si desidera, però, dal nuovo anno – come dalla propria vita in generale – è un punto di partenza ancora migliore. Se sai in che direzione andare, per lo meno puoi imboccare la via più giusta e magari anche la più veloce per ottenere il buono e il bello che vuoi da quest’anno e da tutti quelli successivi.

"Le formiche parlano di sfortuna soltanto quando le loro compagne vengono schiacciate da un tacco a spillo. G. Gnocchi"

Buono, bello e realtà

In queste ore Facebook, Twitter e compagnia bella traboccano di stati di persone che si lamentano di quanto sia stato brutto e cattivo l’anno trascorso e di quanto sperino per il buono e il bello dell’anno iniziato. Ti dò una notizia antipatica: il fatto che un anno sia finito e che un altro inizi, non significa nulla per quel che riguarda la tua felicità. Non è che siccome ieri era il 31 dicembre, allora fino a ieri poteva essere tutto brutto e cattivo (o bello e buono) e per il fatto che oggi è il primo gennaio, alé, la tua vita avrà una svolta.

"L’amore è come la fortuna: non gli piace che gli si corra dietro. Théophile Gautier"

Desiderare, sperare, lamentarsi o invocare miglior fortuna non serve a nulla. Quel che serve è osservare la realtà con intelligenza (e cinismo) e adoperarsi con altrettanta intelligenza in modo che la realtà ci sia il più possibile alleata e amica e che possiamo trarne il massimo di buono o di bello per noi.

Lo so, in molte storceranno il naso a questo mio richiamo alla realtà e alla responsabilità personale, ma sentirsi infastidite e storcere il naso, in questo caso, è frutto di un malinteso grosso come una casa.

Pensare che la tua vita sia in mano alla sorte e alla fortuna o alla sfortuna di un anno buono o di un anno cattivo significa sottindere che tu non hai capacità, non hai strumenti e non hai volontà abbastanza forti e potenti per dirigere la tua vita dove vuoi.

Pensare, invece, che il tuo potere di influenza sulla tua vita è altissimo significa ritenere che hai tutta la capacità, gli strumenti e la volontà per realizzare quello che vuoi.

"La speranza è un rischio da correre. George Bernanos"

La serenità non la si raggiunge solo attraverso un susseguirsi di azioni sempre impeccabili e sempre giuste (nessuno è in grado di essere sempre impeccabile, di non sbagliare mai) e nemmeno con le  “circostanze favorevoli” offerte dalla fortuna e dal destino (su, dài, siamo seri, chi non si è mai fatto il mazzo in vita sua per ottenere qualcosa di buono?).

Un anno buono e bello lo si costruisce mediando tra quello che ci offrono le opportunità e le occasioni della vita, tra quello che la “malasorte” ci propone in contrasto (non è che le disgrazie non esistono, eh!, esistono eccome) e la nostra capacità di modulare desideri, decisioni e azioni in relazione a tali opportunità e in “risoluzione” della malasorte.

Lo stesso vale per quel che riguarda un rapporto di coppia che sia buono e sano: è inutile “pregare” perché il “destino” ti aiuti a trovare l’uomo giusto per te,  è distruttivo intestardirsi su uomini sbagliati che ti fanno solo del male nella convinzione che “solo con lui ho provato certe sensazioni”, è totalmente dispersivo iniziare un corteggiamento “bisognoso” e insistente con un uomo che ti ha solo chiesto l’amicizia su Facebook.

Che cosa serve per avere un anno buono

Quelli che ho citato sopra non sono modi utili per realizzare qualcosa di bello e di buono nella tua vita.

Per cui, dato che siamo in tema di auguri, da parte mia e a modo mio, ti auguro:

– di assumere piena consapevolezza che sei tu a decidere per te e per la tua vita

– di decidere per te e per la tua vita nella massima libertà, senza sensi di colpa, infischiandotene del giudizio degli altri e assumendoti perfino il rischio di passare per stronza

– di mettere in discussione il tuo presente e il tuo passato con amore e comprensione per te, per rivedere quello che nel tuo atteggiamento mentale non ti è stato di aiuto e modificarlo positivamente, di modo che d’ora in avanti tu trovi coerenza tra quel che desideri, il modo in cui pensi e le azioni che compi

Che cosa fa innamorare un uomo e lo fa impegnare in una relazione?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

– di comprendere con tutta te stessa che una relazione d’amore non è la vita, ma è – solo – una parte della vita: se tu realizzi la tua vita con senso di autonomia e di indipendenza, è naturale conseguenza che tu realizzi un rapporto sano e soddisfacente. Ma se pretendi che un rapporto di coppia realizzi te e la tua vita, prima o poi sei destinata a cocenti delusioni. Anche se (per la “sorte”) infili un anno buono dopo l’altro

"Le donne mi hanno sempre sorpresa: sono forti, hanno la speranza nel cuore e nell’avvenire. Monica Vitti"

– di convincerti che non è una relazione a dare valore a te e alla tua esistenza, ma che sei tu che dài valore a te, a una relazione e alla tua esistenza

– di sapere con certezza che non è un uomo – sbagliato o giusto che sia – che ti dà valore;

– di sapere con certezza che non hai bisogno del “certificato di approvazione” della tua famiglia, delle tue amiche e dei tuoi colleghi per essere felice e compiere le scelte che ti permettono di essere più felice

– di vivere secondo il principio che un uomo non vale più di una donna e che una donna non vale più di un uomo

– di convincerti che una bella relazione d’amore si vive nella realtà di tutti i giorni e nell’incontro-confronto diretto “corpo a corpo” tra due persone. Non si vive nella fantasia, attraverso le pagine di un libro o di un diario, o attraverso messaggini, chat, whatsapp, “mi piace” e tutte le strombate che il mondo ti ha messo intorno perché tu perda di vista te stessa, sprecando il tuo tempo a contare i punti esclamativi  che il dongiovanni (o il perditempo, il rospo, l’indeciso, l’irresponsabile, il confuso etc.) di turno ha messo nell’ultimo sms, quello di 11 giorni fa

di comprendere bene che cosa è il rispetto di te, di modo che tu possa farlo comprendere a chi ti sta intorno

di scoprire ogni giorno che cosa è davvero buono e bello per te (e non per lui, per la pubblicità, le amiche, gli uomini in generale etc etc)

– di prenderti la libertà di pensare e di interpretare il mondo con la tua testa, sapendo riconoscere quel che ti appartiene in modo autentico e quello che non è tuo e che quindi non è buono per te. Questo ti renderà forte, un giorno dopo l’altro, un anno dopo l’altro, buono o cattivo che sia.

E ti farà essere simpatica, interessante, molto affascinante.

Perché non vi è nulla come la forza interiore e il senso di sé che rende affascinanti le persone. Sempre e per sempre.

***

I miei migliori auguri per un nuovo anno, davvero bello e buono.

***

La comunità de La Persona giusta per Te è attiva anche su Facebook. Se vuoi partecipare agli scambi metti il tuo “mi piace” alla pagina.

Lascia un Commento!

32 Commenti

  1. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 6 anni fa (4 Gennaio 2014 15:43)

    Scusa Rosita, se una cosa ti piace, falla. A prescindere. Se non ti piace non farla. Certo, quella che va raggiunta è l'indipendenza e l'autonomia, cioè la libertà di vivere la propria vita come si vuole, senza nessuna costrizione e limitazione. E basta di prendere in considerazione uomini che non provano nulla per te o non ti considerano. Come fai a sentirti sicura con uno che non ti considera e non sentirti sicura in compagnia di te stessa?
    5
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  2. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 6 anni fa (4 Gennaio 2014 15:53)

    Bene, avanti per la tua strada allora.
    4
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  3. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 6 anni fa (4 Gennaio 2014 16:11)

    Lui non c'entra...
    1
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  4. Avatar di Sally

    Sally 6 anni fa (4 Gennaio 2014 17:42)

    Ciao Ilaria :-) gran bell'augurio!!! Lo spero vivamente :-) Autostima, rispetto per me, del sano cinismo, senso di realtà, una buona dose di stronzaggine (e amor proprio)... tante belle qualità da sviluppare :-):-):-) Grazie per l'augurio e per quello che scrivi , un sereno e soddisfacente 2014 anche a te!
    0
    Rispondi a Sally Commenta l’articolo

  5. Avatar di Bella

    Bella 6 anni fa (5 Gennaio 2014 14:10)

    @rosita: Attaccandoti a lui finirai solo per precluderti vie che invece potrebbero renderti davvero felice. Persino di dare attenzione magari a qualcun altro, che da tempo aspetta un tuo sguardo e che potrebbe essere quello giusto! Stai mettendo tu stessa gli ostacoli al raggiungimento della tua serenità. Un augurio per un nuovo anno carico di successi, costruito DA TE! Non da castelli in aria... ;) P.s. parlo per esperienza! @Ilaria, buon anno a te e grazie! ^^
    0
    Rispondi a Bella Commenta l’articolo

  6. Avatar di rosita

    rosita 6 anni fa (5 Gennaio 2014 19:17)

    @Bella, ti ringrazio per il tuo augurio..solo che è molto facile dirlo a parole ma con i fatti faccio fatica, non ci riesco...
    0
    Rispondi a rosita Commenta l’articolo

  7. Avatar di rosy

    rosy 6 anni fa (6 Gennaio 2014 10:09)

    @Ilaria, per favore mi dai il tuo indirizzo e mail, avrei bisogno di chiederti un consiglio...
    0
    Rispondi a rosy Commenta l’articolo

  8. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 6 anni fa (6 Gennaio 2014 17:00)

    Scrivimi pure attraverso il modulo contatti: arriva direttamente alla mia mail.
    1
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  9. Avatar di Antonella

    Antonella 6 anni fa (9 Gennaio 2014 10:11)

    Cara Ilaria, hai sempre le parole giuste... parole che se venissero memorizzate e utilizzate in ogni situazione 'rischiosa' potrebbero davvero essere risolutive e decisive nell'affrontare quello che NOI vogliamo davvero fare della nostra vita, non gli altri. Un mio carissimo amico ripete spesso che 'fuori non c'è nessuno' (terribile per certi aspetti), siamo noi gli unici responsabili di quanto avviene nella nostra esperienza su questo mondo, altro che la 'sfiga'... Quindi grazie e ... avanti tutta!!!! Antonella
    0
    Rispondi a Antonella Commenta l’articolo

  10. Avatar di Goldie

    Goldie 6 anni fa (15 Gennaio 2014 19:16)

    sto facendo una bella scrematurabdi persone che mi hanno tolto energia. Difficile, vero. Ma utile. Ato sforzandomi a dire le cose che penso e a essere coerente, a non strafare. Il fatto di metterlo neeo su bianco qui e di rileggerlo, mi aiuta tanto. Spero di essere rispettata di più, di restare più centrata e di dare il piacere della mia assenza scelta da me a quelli che mi hanno rifiutata
    1
    Rispondi a Goldie Commenta l’articolo

  11. Avatar di Sari

    Sari 4 anni fa (1 Gennaio 2016 14:47)

    Bellissimo articolo Ilaria! Strano... Non l'avevo ancora letto! Ieri sera un'amica mi ha scritto "Finalmente è finito quest'anno di m...". Ti dirò che mi ha quasi infastidito e ho fatto proprio la riflessione che fai tu all'inizio dell'articolo: il fatto che un anno sia finito e che un altro inizi non vuol dire nulla e lamentarsi non porta a niente. Dal canto mio nell'anno passato sono cresciuta molto, ho avuto alcune difficoltà economiche e posso dire con un certo orgoglio di averle affrontate al meglio e senza piangermi addosso. Mi sono data e mi sto dando molto da fare e ora ho anche la soddisfazione di frequentare una scuola per realizzare un sogno lavorativo lasciato nel cassetto. Ho molte persone che mi vogliono bene intorno e la mia vita mi piace. Ho raggiunto autonomia e indipendenza e ne sono felice. Fino a poco tempo fa non era così. Solo che il desidero di un compagno con cui poter condividere tutto questo ora è molto più forte. So che è un desiderio legittimo ma in passato la bisognosita' mi ha fatto prendere degli abbagli. Ho avuto a che fare sempre con uomini sbagliati e l'ultimo, nonostante i miei sforzi e la decisione di tenerlo lontano, non sono ancora riuscita a dimenticarlo. Voglio assolutamente prendere in mano la mia vita sentimentale e migliorarla come ho fatto con tutti gli altri aspetti della mia vita. Ma in questo campo ho più difficoltà e timori. E a volte la paura di rimanere senza un compagno ha il sopravvento. Anche perché ci sono così tante variabili su cui non abbiamo il controllo. È vero che il bello sta anche in questo, ma viste le esperienze passate faccio veramente fatica ad avere il giusto atteggiamento mentale. Spero davvero di riuscire ad ottenere il rapporto sano e soddisfacente che mi merito! Qualche consiglio? Grazie Ilaria per il tuo lavoro!
    2
    Rispondi a Sari Commenta l’articolo

  12. Avatar di Gea

    Gea 2 anni fa (30 Dicembre 2017 12:41)

    Buongiorno Ilaria e buongiorno a tutti, commento in calce a questo articolo per augurare a tutti voi un felice e prospero anno nuovo. Riprendendo una formula augurale in uso dalle mie parti, auguro "buona fine e buon principio": fine, non solo del 2017, ma anche dei pensieri e comportamenti sbagliati e negativi e delle frequentazioni inutili, dannose e tossiche; principio, non solo del 2018, ma anche dei pensieri e comportamenti giusti e positivi e delle frequentazioni utili, buone e sane... a cominciare da se stessi 😉. Auguri di cuore e un abbraccio a Ilaria 😘 e a tutti!!! 😊
    5
    Rispondi a Gea Commenta l’articolo