Conquistare un uomo: i micidiali errori di comunicazione che commetti senza accorgertene (e che lo fanno scappare a gambe levate)

Capire un uomoSai davvero come si fa a capire un uomo?

Qualche settimana fa ho scritto un articolo dedicato alle strategie di seduzione e ai sentimenti veri.

Si tratta di un post pieno di informazioni, anche molto pratiche, che riguardano le modalità davvero efficaci per conquistare un uomo.

L’articolo contiene molte idee importanti riguardo l’attrazione, molte idee che sono alla base di questo blog, dei miei percorsi e del lavoro che faccio individualmente con le persone.

E spiega, molto in dettaglio, a livello prettamente pratico, il perché rimane fondamentale la regola per cui se un uomo ti piace davvero e vuoi conquistarlo e fare in modo che rimanga legato a te non devi mai cercarlo per prima, non devi inseguirlo, non devi corteggiarlo.

L’articolo ha fatto sì che, nell’area commenti si aprisse un interessante dibattito tra le lettrici e i lettori, che per me è stato, come di consueto, molto stimolante e molto arricchente.

Anzi, colgo l’occasione per ringraziare  chi commenta ed è così generoso/a e disponibile da offrire a tutti gli altri la propria testimonianza: credo che questo sia molto utile sia per chi legge i commenti e sia anche per chi li scrive.

Mettere per iscritto quel che si prova ha sempre un effetto di chiarificazione ed è efficacissimo per raggiungere una maggiore consapevolezza di sé, che poi è alla base del fascino e del carisma personale.

La consapevolezza di sé accresce il fascino e il carisma personale. Lo confermano anche le tante mie lettrici che hanno fatto il percorso Come fare innamorare un uomo e tenerselo (clicca sul titolo per vedere subito i video gratuiti e iscriverti gratis e senza impegno).

Ok, andiamo avanti.

Nell’articolo che ho citato e nei commenti emergeva un tema importante: dato che è bene non “inseguire” un uomo per non fargli perdere il desiderio e il senso della conquista, per non “assillarlo” (gli uomini detestano essere assillati) e per non mostrare di essere bisognosa, che cosa è più utile fare?

Soprattutto come è possibile trovare il giusto equilibrio tra l’incoraggiarlo e il “perseguitarlo” (e quindi il mostrarsi “bisognosa”?).

E’ un tema importante, che richiede attenzione, anche perché una volta che hai trovato il “nocciolo” della questione, cioè una volta che hai capito di che cosa si tratta davvero, questo ti è utile sia nel primo approccio, sia durante la fase del reciproco corteggiamento, sia durante la relazione vera e propria.

Oggi voglio che ci concentriamo sugli errori micidiali che molte donne commettono senza rendersene conto e assumendo quell’atteggiamento che, come spiegavo in quell’articolo di qualche settimana fa, è di presunta amicizia.

Cioè: ci sono donne che quando sono interessate a un uomo, per non “compromettersi” si comportano come se gli fossero amiche.

E questo le frega. E le frega alla grande. (Posso dire “frega” sul mio blog? Sì, oggi posso!).

***

A proposito di relazioni che iniziano, di interesse tra un uomo e una donna e di come si dimostra, ho preparato un test che ti aiuta a capire perché un uomo sparisce e non ti cerca, per farlo ti basta cliccare sul bottone qui sotto:

Scopri perché non ti cerca: fai il test

 

***

Torniamo a noi.

Allora, vuoi sapere in che modo ti freghi con le tue mani nel momento in cui fai finta di essere amica di un uomo che ti piace e invece vuoi conquistarlo?

Ecco alcuni atteggiamenti di “finta amicizia” che sono tentativi di conquistare un uomo (e che a lui risultano terribilmente fastidiosi dato che rivelano un alto tasso di bisognosità).

1. Telefonargli per prima o telefonargli solo per avere un contatto con lui, dato che non sopporti il suo silenzio o la sua distanza.

Tutto ciò nelle sue varie declinazioni:

  • telefonargli con la scusa che hai sentito o letto qualcosa di interessante su un tema di cui avete parlato quando vi siete visti (e al quale ti sembrava appassionato); o perché sai che c’è un bel concerto e vuoi avvertirlo o perché qualcuno ti ha parlato di un super-mega-evento-spettacolare al quale vorresti invitarlo (o tutte cose simili, tipo l’inaugurazione di una mostra, il compleanno dell’amica comune, l’addio al celibato di un tuo carissimo amico che è suo amico su Facebook).
  • Telefonargli per chiedergli perché non ti ha ancora telefonato (ommioddio!!!)
  • Telefonargli per dirgli che sei seccata (spiritosamente, ovvio!) che non si sia più fatto sentire (ommioddio 4 volte!!!)
  • Telefonargli per fornirgli precisazioni e informazioni che lui non ha mai richiesto (e di cui non gli può interessare di meno) o dandogli indicazioni e suggerimenti (questo, con un uomo, è un vero suicidio) tipo: se ti ha parlato di un suo problema al ginocchio offrirgli il nome del tuo amico ortopedico; o spiegargli esattamente dove abiti e quali sono le tue ore libere o cose del genere. Non attaccarti alle scuse, non attaccarti a qualsiasi scusa. Per favore!

2. Contattarlo in altri modi “simpaticamente amichevoli”

Cioè per esempio:

  • scrivergli una mail
  • Mandargli degli sms
  • Contattarlo e interagire con lui su Facebook
  • Scrivergli
  • Mandargli cartoline, bigliettini, etc.
  • Capitare “per caso” a casa sua
  • Capitare “per caso” nella palestra dove si allena (o al calcetto, al campo di golf, al club, al bar dove si vede con gli amici).
  • Telefonare a quel suo simpatico e caro amico che magari è anche un tuo amico
  • E tante altre cose che significano che tu vuoi fare il primo passo verso un contatto con lui o vuoi mantenerlo. Ti prego, non lavorare di fantasia per trovare cavilli ed eccezioni: non vanno bene comunque voglia girare la questione.

3. Fare progetti e costruire castelli in aria accelerando le cose.

Cioè:

Che cosa mantiene alto il desiderio di un uomo per te e solo per te?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.
  • dare consigli (lo ribadisco: gli uomini detestano i consigli non richiesti, soprattutto se arrivano da una donna); fare piani nei quali poi lo coinvolgi con inviti di vario genere; offrirgli un passaggio; offrirgli di uscire insieme e di passarlo a prendere; offrirgli di ospitarlo a dormire a casa tua, o sul tuo divano o, addirittura e peggio, nel tuo letto. Gli uomini odiano essere forzati a fare le cose. A te piace essere forzata a fare quello che non vuoi?
  •  Offrirgli di cucinare la cena, iniziare un approccio sessuale, iniziare un approccio affettuoso (che non sia un semplice sorriso, sincero e davvero interessato), e, poi, – terribilissimo – incominciare conversazioni sul tema “che cos’è e dove sta andando la nostra relazione” (?!), anche soprattutto per il fatto che di relazione non si può ancora parlare.
  • Creare un’ “occasione speciale” per voi due; mandargli piccoli “doni” (tipo foto, immagini, frasi ispiratrici), fare riflessioni a voce alta su cose che potreste fare insieme o parlargli in genere di cose che protreste fare insieme…

Insomma, tutto quel genere di atteggiamenti, parole, azioni e sottintesi che danno la netta impressione che tu pensi di essere il direttore generale della vostra relazione e della sua vita.

4. Chiedergli come “si sente”.

Allora: credo che le battute su quanto le donne e gli uomini sono diversi per quel che riguarda la capacità di percepire la propria “sensibilità”, l’“attenzione ai sentimenti” e la “consapevolezza delle emozioni” si sprecano.

Gli uomini – per una serie di ragioni tutte importanti – sono meno propensi e meno abituati a comprendere e a parlare di certi argomenti.

Lo sperimento io stessa tutti i giorni con il miei clienti di coaching individuale: il lavoro che faccio con le donne e quello che faccio con gli uomini, riguardo la percezione e la gestione delle emozioni, ha, in genere, modalità completamente diverse.

Quindi, sappi che qui ti trovi in un ambito molto “sensibile” (scusa il gioco di parole J) e molto delicato.

Nel “chiedergli come “si sente”” è incluso anche e soprattutto il chiedergli come si sente riguardo te e la relazione (giusto per ribadire il concetto).

Ora considera che – come dicevo sopra – tutti quelli che ho elencato possono essere atteggiamenti che assumi anche senza accorgertene.

E questo perché a te sembrano atteggiamenti spontanei e naturali: anzi, probabilmente ti può sembrare di non comportarti in modo naturale se non ti comporti così.

Forse addirittura ti dà la sensazione di non essere gentile.

Di non essere “carina, amichevole e simpatica”.

Puoi perfino pensare che non puoi mostrarti seduttiva e attraente, tanto da rischiare di deluderlo e di perderlo se non ti comporti come ho descritto sopra.

E invece è qui che sbagli: proprio comportandoti in questo modo lo allontani da te.

Questo è, anche se ti pare duro e crudo

Scrivi i tuoi commenti e le tue opinioni, indipendentemente dal fatto che ti abbia dato gli elementi per una piccola rivelazione personale o ti abbia fatto arrabbiare (tanto o poco che sia), o tutte e due le cose insieme.

Mi interessa davvero sapere che cosa ne pensi.

Se per caso

E, per favore, quando hai finito di leggere, ricordati di condividere questo articolo sui social (Facebook, Twitter, etc.) attraverso i pulsanti che trovi qui sotto.

Grazie!

Cordialmente

Ilaria

P.S. E’ disponibile il percorso Come fare innamorare un uomo e tenerselo (clicca sul titolo per vedere subito i video gratuiti e iscriverti gratis e senza impegno). E’ un percorso semplice e pratico, e molto ricco di informazioni da applicare nel concreto, nella tua vita di tutti i giorni.

Ha avuto molto successo presso coloro che lo hanno intrapreso: i risultati ottenuti in termini di relazioni soddisfacenti sono stati straordinari, anche per la più sfiduciata delle donne che l’ha intrapreso.

Tutte hanno ottenuto ottimi risultati dalla sua applicazione in ambito sentimentale. Come gli altri miei percorsi, ovviamente, non è per tutti: non è un percorso per perditempo o per coloro che rimandano sempre a “domani” l’occuparsi della propria felicità.

O che, peggio, giurano e stragiurano che vogliono smettere di soffrire ma non fanno proprio nulla per migliorare e rimangono dove sono.

Di sicuro è un percorso molto utile per chi vuole liberarsi da atteggiamenti di bisognosità e vuole smettere di commettere errori fatali nelle relazioni, di quelli appunto che fanno scappare gli uomini.

A tutte le donne di valore che vogliono una storia bella e soddisfacente di sicuro lo consiglio.

Guarda le anteprime video gratuitamente e inizia il percorso Come fare innamorare un uomo e tenerselo (clicca sul titolo per vedere subito i video gratuiti e iscriverti gratis e senza impegno).

Lascia un Commento!

1.052 Commenti

  1. Avatar di Vic

    Vic 2 mesi fa (1 Settembre 2020 22:48)

    Pascoleró qui sul tuo blog Ilaria, sperando di imparare dai miei errori. Con quelli degli altri vado forte. Meno male che c'è questo blog❤️
    Rispondi a Vic Commenta l’articolo

  2. Avatar di Lillyred

    Lillyred 2 mesi fa (1 Settembre 2020 10:48)

    Buongiorno, ho letto l'articolo e sinceramente mi rivedo in alcuni errori. Ma spiego la situazione sperando in qualche vostro consiglio. Con tante remore, mi iscrivo ad un app di incontri. Un ragazzo mi scrive. Guardo le foto, leggo il profilo... mi piace! Gli rispondo. Iniziamo una conversazione di domande e risposte reciproco sintomo di un voler capire chi c'è dall'altro lato. Sinceramente, non ho fatto molto caso se ero sempre io a iniziare la conversazione. Mi sono comportata spontaneamente senza pensarci troppo. Quindi, lui mi scrive se mi andava di vederci (abitiamo in 2 Regioni diverse). Io rispondo ovviamente di si. I giorni passano, condividiamo reciprocamente foto, o info su cosa si sta facendo... lui mi dice che allora dovrebbe portarmi in un posto in montagna... io rispondo che la lista di cose da fare insieme si allunga (sbagliato, lo so!) insomma sembra che ci si continua a conoscere con curiosità reciproca (almeno apparentemente)... ma sempre tutto in chat e non si parla si un incontro (quando, dove...). Io forzo un pò la mano, forse, e riprendo il discorso di quel giretto che mi aveva proposto per decidere il luogo, sperando di dare il là ad un appuntamento (sbagliando, lo so!)... fa decidere il luogo a me, e non propone la data. La prima cosa che ho pensato è, ok non gli piaccio abbastanza... ma la mattina dopo mi scrive il buongiorno con foto panoramica della sua camminata mattutina... Ora mi chiedo: sono entrata nella friendzone secondo voi, e come uscirne? Dovrei fargli "elemosinare" le mie risposte così da tenerlo sulle spine? Datemi qualche consiglio su come interpretare la situazione. Grazie mille!
    Rispondi a Lillyred Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 mesi fa (1 Settembre 2020 11:19)

      Cara Lillyred mi sembra l’ennesima pseudo storia virtuale in cui lui ti usa per scambiare due chiacchiere con essere di sesso femminile e tu ti fai un sacco di fantasie sulla possibilità che vi sia qualcosa tra di voi. Davvero ti sembra possibile credere a queste storie?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Lillyred

      Lillyred 2 mesi fa (1 Settembre 2020 12:20)

      Al giorno d'oggi, incontrare persone è diventato difficile... e lasciamo stare persone interessanti. Ci buttiamo nel mondo social, e a due mie amiche ha portato fortuna... Allora, ok evito di essere prevenuta... Però certo, razionalmente, riconosco che il tipo in questione è tutto fumo e niente arrosto (prendere l'iniziativa è fondamentale), ma non ho mai pensato che ci fosse qualcosa tra noi. Piuttosto, che andava approfondita la conoscenza di persona. Detto ciò, vuol dire che garbatamente risponderò ai suoi messaggi quando mi cerca senza ulteriormente cercare di conoscerlo. Grazie mille
      Rispondi a Lillyred Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 2 mesi fa (1 Settembre 2020 11:28)

      Abbiamo un potere incredibile di attaccarci alle più piccole stronzatelle senza significato. Avete presente quando Daniel Cleaver fa giusto un po’ il cretino con Bridget Jones e lei si immagina il giorno del matrimonio con lui? Così. Finché penseremo di vivere in scarsità ci comporteremo come se un tizio qualsiasi che capita per caso sia il nostro ultimo treno. Ma facciamo finta di essere in Centrale a Milano con 24 binari invece di essere a Sant’Angelo Lodigiano o a Sartirana Lomellina dove c’è un solo binario e dove passa un treno corto e puzzolente (in ritardo) ogni cinque ore.
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Cristina

      Cristina 2 mesi fa (1 Settembre 2020 14:33)

      FrancescaF, sto leggendo il commento proprio mentre sono in Centrale per una commissione (quando si dice le coincidenze) e quoto: molte volte secondo me ci si attacca (e metto dentro anche me) a persone che non sanno minimamente comportarsi, non perchè qualcosa di specifico della loro persona ci attrae, nemmeno la loro stronzaggine, ma perchè le consideriamo ultimo treno, magari anche il massimo che potremmo avere. E invece come dici tu il mondo è pieno di gente, non solo numericamente, ma anche migliore.
      Rispondi a Cristina Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 2 mesi fa (2 Settembre 2020 10:28)

      Ciao Cristina, vedi? Come volevasi dimostrare, a Centrale ci si incontra. :-D Scherzi a parte, sarò sincera: non la penso proprio così e ti spiego perché. Ci attacchiamo molte volte? No, ci attacchiamo poche volte (e pensiamo siano molte, ma sono statisticamente poche). Ci incaponiamo e pensiamo che quel fatto sia centrale solo perché vi profondiamo energia, ma oggettivamente è irrilevante. Il mondo è pieno di gente, questo è un fatto. La mia opinione, pure, è che siamo troppini, come direbbe Ned Flanders dei Simpson. Ma andiamo oltre: che sia molta è un fatto, che sia sempre migliore ne dubito o, meglio, ve ne sono di migliori, ma pochi. Il mondo è quello che è, togliamoci pure le lenti rosa e spogliamoci dell'ottimismo all'americana. Tanti stronzi, individualisti, egoisti, gente che non fa la fatica di pensare, gente che non sa cosa sia il rispetto, che ammira la punta dei propri piedi: e questo lo notiamo non solo nelle relazioni sentimentali, ma in famiglia (!!!), al lavoro, nelle amicizie, negli scambi in generale. Ed è proprio per questo che bisogna scartare alla grande! Perché se c'è anche una possibilità (o poche) di trovare una persona sana, bisogna eliminare gli stronzi alla velocità della luce. Il tempo della nostra vita è limitato, non possiamo permetterci di sprecarlo. Se fossimo in un negozio di vestiti a cercare una gonna rossa di qualità (o vermiglio, o bordeaux, perché un po' di flessibilità bisogna pur averla), ci metteremmo a provare pantaloni neri con un tessuto cattivo e short verde acido da strapazzo? No! Manco li guarderemmo. Perché lo facciamo con gli uomini? Così come non restiamo nude andando in un negozio di vestiti, così non restiamo sole se mandiamo a fan*ulo il mediocre di turno. Certo, con un uomo ci vuole un po' di tempo per capire che è uno short verde acido, non lo vedi a colpo d'occhio (non sempre), ma alla prima "red flag" mettersi in guardia o troncare. Non è vero che abbiamo bisogno d'amore, secondo me. Secondo me, invece, pensiamo di non avere potere di attrarre. Se mentre frequentiamo uno stronzo, sappiamo che domani incontreremo alcuni uomini a posto cosa faremmo? Lasceremmo lo stronzo. Ma non lo facciamo perché pensiamo di non avere la possibilità di incontrare la brava persona e mentre stiamo con lo stronzo ci autoboicottiamo alla grande. Una ruota del criceto gigante, corriamo ma stiamo ferme! Tempo fa lessi una bella frase: "non metterti a cambiare un uomo, cambia uomo!"
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Cristina

      Cristina 2 mesi fa (2 Settembre 2020 12:14)

      Ciao FrancescaF, sono d'accordo sul fatto che i migliori siano pochi, infatti quello che intendevo è che il mondo è pieno di gente numericamente, tra cui ci sono anche i migliori, che purtroppo sono pochi, in proporzione, lo penso anche io. Sai cosa? Nemmeno per me è sempre e solo bisogno di amore. Anzi, io credo che delle volte il bisogno d'amore sia l'ultimo dei fattori che ci fa rimanere tra le braccia di questa gente. Penso sia un mix di elementi: insicurezza che ci fa credere di non meritare il meglio, paura di non trovare questo meglio, scarsa consapevolezza di cosa sia il meglio (difficile riuscire a trovare uomini di valore... Se non si riconoscono gli atteggiamenti sbagliati e li si fa passare per normalità, brutto carattere, per colpa mia perché non lo so "prendere" e balle varie), scarsa fiducia nella propria capacità di attrarre come dici tu, e poi anche bisogno di validazione. Quest'ultima in particolare è stata il mio punto debole: visto che queste persone solitamente più sono egoriferite ed egoiste, più appaiono sicure di sé, il fatto che stessero con me (non dico solo uomini, ma in generale) faceva sentire anche a me di valer qualcosa. Ebbene non è il massimo dell'autostima, ma prima o poi bisogna anche prenderne coscienza, se no non ci si smuove. Comunque si, è un insieme di forze, chi magari è più spinto da una, chi dall'altra. Concordo con la massima di cambiare uomo :) P.S. volevo dirvi che ho letto "Le brave ragazze vanno in paradiso, le cattive dappertutto": inquietante e illuminante allo stesso tempo. Il capitolo sul linguaggio mi ha affascinata particolarmente: mi è venuto subito in mente quando mia mamma e mia nonna ripetevano stile disco rotto ad ogni mio "Io voglio", "La parola voglio non esiste neanche nel giardino del re". Che dire.
      Rispondi a Cristina Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 2 mesi fa (1 Settembre 2020 14:41)

      E' vero FrancescaF, viviamo in scarsità. E nel bisogno. Anch'io ci sono ricascata, come una scema, con un finto ritorno. Nonostante tutte le mie consapevolezze. Penso di avere un problema serio di bisogno d'amore. E la psicoterapia non è che dia grandi risultati.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 2 mesi fa (1 Settembre 2020 19:54)

      Ciao Vic, Con questi finti ritorni ci caschiamo come pere cotte. Non penso che sia legato solo alla scarsità e bisogno. Temo che ci diciamo anche che la persona sia cambiata, che il tempo fa maturare e capire. Penso che c'è la raccontiamo alla grande.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 2 mesi fa (1 Settembre 2020 21:10)

      Ciao @Emanuele, io penso di essere emotivamente immatura. È la spiegazione che mi do perché in realtà non penso che le persone possano cambiare, solo che, pure se avvisto l'iceberg, gli vado incontro pensando di riuscire a virare in tempo. Sono matura su tante cose ma non sui sentimenti. Sui sentimenti sono una kamikaze. Come Bridjet, in effetti, che sorride sempre alla vita e si butta prendendo cantonate colossali.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 mesi fa (1 Settembre 2020 22:40)

      Ok. E ora che ti sei battuta il petto, che fai?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 2 mesi fa (1 Settembre 2020 22:54)

      Vic, vogliamo fondare il club delle fustigate illuminate, delle inginocchiate sui ceci neri secchi, delle lamentanti col capo cosparso di cenere? Vogliamo chiamare anche Emilia? Così ce le diamo a vicenda per darci una mano. Battute e felici. Qualcun’altra si unisce? :-D
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 2 mesi fa (2 Settembre 2020 11:59)

      No, FrancescaF. In realtà sono qui per cercare conforto. Però in questo caso la "red flag" era sull'albero maestro, ben in vista. E io ho chiuso gli occhi. Mi chiedo quando e se imparerò. A questo punto, per salvarmi devo fare l'esatto contrario di quello che mi dice il cervello. Calzante la metafora della ruota del criceto gigante.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 2 mesi fa (2 Settembre 2020 20:42)

      Vic, era un battuta per farti sorridere!
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 2 mesi fa (2 Settembre 2020 23:51)

      Grazie Fra, sono un po' a corto di humour al momento ma la battuta è carina :*
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Maria

      Maria 2 mesi fa (3 Settembre 2020 11:39)

      Ciao a tutti, ragazzi! Ultimamente mi sento un po’ giù anch’io, complice questa situazione causata dal virus. Nel senso che è vero che bisogna mettersi in gioco e frequentare gente nuova e posti nuovi ma ora come si fa? Onestamente stavo facendo un percorso di crescita prima della pandemia ma ora mi sento di nuovo sotto tono e percepisco questo stato anche nei vostri commenti. @Vic tu non mi sembri una persona immatura ma solo una donna troppo dura con sé stessa senza motivo. Se pensi di aver fatto uno sbaglio, pazienza, la prossima volta starai più attenta ma non starai meglio se pensi di esserti meritata quello che ti è successo. Forza ragazzi (lo scrivo anche per me XD)! Facciamoci forza e cerchiamo di superare al meglio questo periodo. Un abbraccio. Maria
      Rispondi a Maria Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 2 mesi fa (3 Settembre 2020 14:49)

      Grazie Maria per queste parole :*
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Maria

      Maria 2 mesi fa (4 Settembre 2020 11:48)

      @Vic Ma figurati! Secondo me, il problema è la situazione che stiamo vivendo; infatti, io credo che ci sentiamo bloccati proprio per questo motivo. Parlando per me, in questi giorni mi sento un po’ giù pensando al fatto che non ci si possa relazionare più come prima; perché come si fa a conoscere persone nuove con la paura di essere contagiati ovunque si vada? Voi come vi state comportando? Mi piacerebbe conoscere le vostre opinioni. Una buona giornata a tutti voi.
      Rispondi a Maria Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 2 mesi fa (4 Settembre 2020 12:55)

      Ciao Vic e Maria, venite qua che ci teniamo il moccolo tutte insieme, come si dice nella mia Emilia-Romagna ;) Penso che alcune delle risposte stiano nella flessibilità e nella perseveranza. Molte delle piccole o grandi azioni quotidiane che facevamo sono cambiate, così come sono cambiate le nostre abitudini. Pensiamo anche solo al fatto di sederci in un cinema con solamente altre 3-4 persone in tutto in sala, oppure al fatto che ci viene chiesto di indossare la mascherina per tutta la durata del film. È vero che questo pone dei limiti oggettivi allo scambiare due chiacchiere oppure al rivolgersi agli altri con spontaneità. Però credo anche che ci abbia reso più consapevoli di quando la nostra salute e le relazioni in generale siano preziose. E allora ci troviamo ad affrontare tutto ciò, riadattandoci piano piano alle nuove abitudini. Che tra l’altro hanno anche fatto emergere nuove possibilità di incontro - tipo le due chiacchiere mentre si è in fila fuori dai negozi, o i piccoli e più intimi gruppi per le visite ai musei (qui in Belgio c’è un massimo 10 persone). Ci vorrà tempo per metabolizzare tutti i cambiamenti, e non tutti saranno così immediati. Con perseveranza ci rimettiamo (o restiamo) in cammino, dandoci tempo per trovare il nostro modo per avvicinarci di nuovo agli altri (sempre un buon igienizzante per le mani in borsa, si intende!).
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di Maria

      Maria 2 mesi fa (4 Settembre 2020 14:40)

      Ciao Silvia. Grazie per i consigli e il messaggio positivo che mi hai trasmesso. Se restiamo positivi e propositivi, possiamo farcela. A presto.
      Rispondi a Maria Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 2 mesi fa (4 Settembre 2020 15:52)

      @Silvia, reggeme er moccolo staseraaaa... :)
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 2 mesi fa (5 Settembre 2020 15:41)

      Certo, ce la possiamo fare, che mica vogliamo gettare la spugna qui ;) @Vic, pure ‘na mano te do!
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 2 mesi fa (6 Settembre 2020 9:34)

      Si ma in pratica come? Qual è il protocollo di sicurezza per i corteggiamenti? :D
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 2 mesi fa (7 Settembre 2020 11:48)

      In effetti vorrei saperlo anch'io :)
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di emanuele

      emanuele 2 mesi fa (4 Settembre 2020 14:34)

      Ciao Maria, Anche pre Covid era complesso conoscere nuove persone. Io lavoro a contatto con le persone e di conseguenza utilizzo le precauzioni necessarie. La mia persona le opinione poi rispetto a questo periodo storico è che dalle notte dei tempi che l'essere umano vive e convive con malattie, catastrofi ecc. La vita va avanti, il mondo anche.Non ci si è fermati prima, non ci possiamo fermare ora.
      Rispondi a emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di martina88

      martina88 2 mesi fa (11 Settembre 2020 18:07)

      buonasera a tutte mi piace moltissimo leggere tutti i vostri commenti trovo molta educazione e maturità nel modo di chiaccherare sotto questi articoli...mi fa anche piacere leggere situazioni abbastanza simili alla realtà che io per prima affronto, leggo da poco questo blog sempre interessata da una crescita personale attraverso anche queste letture online.Io penso che l'amore è qualcosa che semplicemente capita senza forzature e senza troppe regole mi spiego meglio ogni essere umano è a sè stante per cui a volte anche se mi piace molto come scrive la coach ilaria bisogna anche non seguire tutto troppo alla lettera perchè appunto ogni situazione va analazziata individualmente siamo infiniti universi con infinite sfumature e tra parentesi vanno frequentati i posti e le persone che ci fanno sentire a nostro agio non va bene su questo sono d'accordo con ilaria spendere in cose tempo e soldi che nn ci interessano cioè io vado a fare yoga ma perchè mi piace poi se incontro qualcuno anche una nuova amica bene sennò niente.... per me un film che è stato disarmante in senso positivo è sicuramente :"la verità è che non gli piaci abbastanza" il regista descrive diverse situazioni e diversi sistemi di comportamento ma la storia finale di una delle protagoniste mi ha colpita un ragazzo che effettivamente aveva atteggiamenti ambigui che il regista delinea come i soliti atteggiamenti ambigui maschili e negativi alla fine però si presenta alla porta della tipa tutto questo scusate forse spiegato non perfettamente per dire che le eccezioni alla regola ci sono sempre e ci saranno non si possono buttare regole e prendere appunto tutto esattamente così come scritto su un blog...cmq come voi penso che (a quanto pare un male comune) conoscere persone nuove e valide è davvero difficile è come dite voi e la stessa ilaria questo è un dato di fatto il mondo è mediocre se lo è nel fare amicizia figuriamoci in un rapporto che ha di per se uno scambio un contatto più profondo come le relazioni di coppia....eppure provo ogni giorno piano piano ma prima di tutto cerco di coltivare me stessa e i miei interessi impariamo dai nostri errori stiamo bene con noi stesse ...andrà sempre meglio :)
      Rispondi a martina88 Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 2 mesi fa (2 Settembre 2020 9:25)

      A me Bridget Jones sembra sorprendentemente sana, tutto sommato.
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 2 mesi fa (2 Settembre 2020 11:13)

      Ma è sana. La saga inizia con lei che batte il pugno sul tavolo col diario, con la dieta, con la voglia di cambiare. E cambia la sua vita. Pur con tutte le turbolenze e le sfighe del caso. Tanto che alla fine (terzo film) deve scegliere lei fra due fighi veri. :-) Va vista come epopea.
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 2 mesi fa (3 Settembre 2020 8:40)

      Beh dai Fra, è una bella favola :) È come in Sex&theCity, in cui le 4 amiche sono tutte ricche e bellissime e Carrie è addirittura famosa. Per Bridget è lo stesso. Ad ogni delusione si butta su alcol e cibo e non dimagrisce di un etto, semmai ingrassa. Nonostante la sua scarsa esperienza, viene assunta per un lavoro super in televisione e poi contesa da due super fighi super ricchi e super innamorati. Viaggia in continuazione per lavoro e si diverte. Insomma, non è esattamente una vita normale. È come per i ragazzi di Friends: dei giovani squattrinati che però vivono in un super attico al centro. È la magia e l'irrealtà dei film.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 2 mesi fa (3 Settembre 2020 10:05)

      Ma le favole servono proprio a questo. È letteratura in senso ampio, un’epopea come dicevo, è mitologia. Avviene dai tempi antichi, l’uomo nasce quando inizia a raccontarsi storie, secondo me. Sappiamo bene che l’Odissea non è né vera né verosimile, eppure! Si parla in termini di simboli, di elementi di immaginazione, di trasformazioni e, sì, di umorismo. Sono storie di formazione e di fantasia che parlano a un pubblico universale e che come tali vanno prese. Ci sono molti elementi che vanno tenuti presente però in quel film, prenderlo alla lettera è naïve, trarne un’ispirazione invece può far bene: il cadere nei vizi eppure farcela, l’essere accettate per quello che si è, etc, ma non mi dilungo. Non sto certo mettendomi le lenti rosa, ho vent’anni più venti di esperienza e un briciolino di consapevolezza . La Von Franz (allieva di Jung) peraltro fece un grande lavoro sul significato simbolico e psichico della fiaba (che in effetti è un po’ diversa dalla favola) e scrisse anche il libro “Il femminile nella fiaba”. :-) Mini storia stile Bridget :-) Ieri ho fatto un aperitivo con un ragazzo. Sere fa stavo facendo un aperitivo da sola e l’ho intravisto ma poi non ho potuto interagire con lui perché ho incontrato una persona che conoscevo. Ho poi lasciato alla proprietaria il mio biglietto da visita dicendole di darglielo quando avrebbe potuto (perché ho visto che lo conosceva). Lui mi ha cercata la sera stessa, mi ha offerto di incontrarci, io ho fatto passare una settimana (anche perché nel frattempo mio fratello è stato molto male...). Ci siamo incontrati, ma...non mi ha convinta granché. :-)
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Nimue

      Nimue 2 mesi fa (3 Settembre 2020 11:43)

      Io comunque sono felice di saperti in movimento! Mi è venuta in mente una frase di Amélie Nothomb e ve la riporto: "Se stai morendo, scappa. Se stai soffrendo, datti una mossa. Non esiste altra legge che il movimento" Buona giornata a tutte/i!
      Rispondi a Nimue Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 2 mesi fa (3 Settembre 2020 17:56)

      Grazie Nimue della tua partecipazione. In effetti, ho scelto di rispondere così alla vita e di evitare di fare la persona che si lamenta, che in genere è quella che tengo istintivamente lontana...
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 2 mesi fa (3 Settembre 2020 13:36)

      Prima di tutto, non mi è chiara la frase "si butta su alcol e cibo e non dimagrisce di un etto". Ad ogni modo, vive da sola, ha un lavoro, non si accolla e non si fa mettere i piedi in testa. Era questo che mi appariva straordinariamente sano, considerando appunto il genere "favola", che vede la donna passiva ("la granculo di Cenerentola" per citarne un altro, in cui tutto va a c*** e basta, effettivamente). Se invece del figo le fosse capitato un idraulico bruttarello (ma sano), magari sarebbe andata bene lo stesso (non ultimo perché gli idraulici guadagnano benino). Tutto sta a vedere quali sono i parametri di salute e successo personale, Vic. Forse a volte vanno rivisti, perché alla mia età ancora incontro uomini e donne con la "lista della spesa", ovvero quello che vogliono dagli altri e dal mondo: ma non viene mai il dubbio che potrebbe essere sbagliata la lista, visto che porta sempre a comprare "ciarpame"?
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 2 mesi fa (3 Settembre 2020 14:47)

      Certamente, AnnaV. La frase "si butta su alcol e cibo e non dimagrisce di un etto" si riferiva a quello che ha scritto FrancescaF sul fatto che la saga inizia con lei che batte i pugni e inizia a fare la dieta per cambiare la sua vita. Di fatto la dieta non la fa mai, anzi, ad ogni delusione mangia e beve di più. Si vede che non ha il problema del diabete che ho io :) Io adoro il personaggio di Bridget comunque, però bisogna ammettere che è del tutto sopra le righe e irrealistico. Per me dopo i 35 anni vivere da soli, lavorare e non accollarsi sono le basi, non farsi mettere i piedi in testa da nessuno dovrebbe essere la norma, anche se non sempre ci si riesce. Perfino Bridget molto spesso viene umiliata, anche se poi reagisce a dovere. Sono d'accordo con te che vadano rivisti i parametri di salute e successo personale. Io ancora incontro gente che, a 40 anni suonati, ti dice "io faccio l'attore", e in realtà vive ancora con i suoi e lavora una volta ogni due anni se gli dice bene. Lo so che è difficile ridimensionare i propri sogni ma a volte occorre guardare in faccia la realtà. Per quanto mi riguarda, io aspiro a una relazione sana con un uomo sano e divertente. Non lo cerco ricco né bello, però mi deve piacere.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Lillyred

      Lillyred 2 mesi fa (1 Settembre 2020 14:45)

      Ciao FrancescaF, penso che la situazione da te descritta di Bridget Jones sia molto più comune della stazione centrale di Milano. Per me quanto meno è così. Per gli uomini forse è esattamente il contrario. Quindi, si, se c'è una persona che reputo interessante e che si dimostra anche gentile, mi faccio abbindolare. La mia curiosità aumenta sopratutto quando si tratta di incontri virtuali. Ciò non significa farsi prendere in giro. Razionalmente ho riconosciuto la mancanza di interesse, ma dovevo sentirmelo anche dire. La cosa morirà naturalmente. Grazie mille!
      Rispondi a Lillyred Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 2 mesi fa (1 Settembre 2020 18:43)

      Non dovesse morire naturalmente, dalle tu una mazzata ben assestata in un punto vitale. :-) Sai che bene ti fa all'autostima?
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Lillyred

      Lillyred 2 mesi fa (2 Settembre 2020 8:33)

      Non lo metto in dubbio :) Ieri si è fatto sentire un paio di volte e ho risposto seccamente alle sue domande senza alimentare la conversazione. Vediamo oggi... altrimenti saprò come essere diretta. ;)
      Rispondi a Lillyred Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 2 mesi fa (2 Settembre 2020 11:14)

      Contenta tu...
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Cristina

      Cristina 2 mesi fa (1 Settembre 2020 11:46)

      Ciao Lillyred, sinceramente penso che lui non voglia andare oltre il "rapporto" a distanza. Semplicemente scrivere a una donna gli dà l'illusione di aver potere, di conquista. Non mi dò altre spiegazioni per un rapporto che rimane online.
      Rispondi a Cristina Commenta l’articolo

    • Avatar di Lillyred

      Lillyred 2 mesi fa (1 Settembre 2020 14:31)

      Ciao Cristina, ho avuto la stessa sensazione. Sicuramente, non cerco un "amico di penna". E probabilmente tutto andrà scemando con il mio diventare passiva in chat. Sono una persona educata e, se mi scriverà ancora, risponderò senza alimentare la conversazione. Mi chiedo però semmai i due errori da me riconosciuti, siano stati fatali. O meglio, a fronte di errori che tutte noi facciamo, c'è un modo per recuperare l'interesse perduto di lui? Grazie mille!
      Rispondi a Lillyred Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 mesi fa (1 Settembre 2020 17:37)

      Recuperare l’interesse perduto di lui? Mi sembra di leggere le frasi dei romanzetti d’appendice per cameriere dell’’800. Terribile questa subordinazione al maschile. Porta dritta dritta all’infelicita’ e alla frustrazione...
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 2 mesi fa (1 Settembre 2020 18:08)

      Certo che questa cosa del "sono educata e quindi rispondo"...Io mi reputo una brava persona, ma quando ne ho piene le scatole non rispondo, taglio, stralcio, cancello, sparisco. E sono certa di rimanere una bravissima persona anche se non rispondo e anche se talvolta mando a quel paese. Anche perché oltre a cercare di essere brava con gli altri, cerco di essere brava anche con me. Errori fatali? Sì, l'errore fatale (per te) è pensare di banchettare con quattro briciole impolverate...dai, continuiamo con il modello accondiscendente, accomodante, carina, educata, a posto, a modo. Nelle chat ci si può andare, ma bisogna essere furbe, sgamate e totalmente in controllo. Le strategie che indica Ilaria non sono strategie per rendere uno stronzetto buono ma per smascherare uno stronzo il prima possibile...anche perché nel primo caso è manipolazione!
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Cristina

      Cristina 2 mesi fa (1 Settembre 2020 18:34)

      Lillyred magari i due errori tu li hai anche fatti, ma il punto è che lui è un annoiato dalla vita, uno che non sa relazionarsi. Cioè saresti nella stessa situazione anche se non li avessi fatti, non è per causa tua che lui non ti ha invitata fuori. Poi quanto a recuperare interesse, ti dò la stessa risposta che di solito dò ad amiche e amici quando mi chiedono un consiglio: per me non è una buona idea. Magari poi vi mettete anche insieme, ma con che persona? E con quale sentimento? Soprattutto, lui secondo me non ha interesse proprio a far nulla, vuol solo cazzeggiare, quindi difficile parlare di qualcosa da recuperare...
      Rispondi a Cristina Commenta l’articolo

    • Avatar di Lela

      Lela 2 mesi fa (1 Settembre 2020 19:32)

      Concordo con te Francesca! Credo che il 'rispondo perché sono educata sia l'ennesima bugia che raccontiamo a noi stesse per continuare a tenere aperta la porta, visto mai che lui cambi rotta e s'innamori? Esattamente come il 'voglio solo fare sesso' , l'ottanta per cento delle volte ce lo raccontiamo per negare, soprattutto a noi stesse, il nostro coinvolgimento e fare ciò che sappiamo benissimo non dovremmo! Chiudi Lillyred, è la cosa migliore!
      Rispondi a Lela Commenta l’articolo

  3. Avatar di viva la vita

    viva la vita 5 anni fa (5 Settembre 2015 16:19)

    Quindi che cosa mi consigli di fare parlagli oppure no?
    Rispondi a viva la vita Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 anni fa (5 Settembre 2015 21:23)

      Parlargli di che cosa, Viva la Vita, che cosa pensi/speri di ottenere? Questa mi sembra una domanda interessante.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Viva la vita

      Viva la vita 5 anni fa (5 Settembre 2015 21:30)

      Io sono cotta!!quando lo vedo sono felicissima...non faccio altro che pensare a lui...e non capisco perchè lui si comporta così con me. Vorrei capire perchè prima delle vacanze era una persona e adesso è così cambiato. Io non so cosa voglio ma so cosa sento mi capisci???
      Rispondi a Viva la vita Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 anni fa (5 Settembre 2015 22:19)

      Ciao Viva la vita, credo di capirlo, sì. Il fatto è che non sapere che cosa si vuole non è un buon punto di partenza. Non solo, questo è un concetto che ripeto spesso: seguire le proprie emozioni e i propri slanci credendo che si tratti di "amore" e di "sentimenti", non fa bene, soprattutto alle donne. Fa commettere errori gravissimi, di cui poi si rischia di pentirsi. Tu vuoi capire perché è così cambiato? Magari, come dicevamo sopra, ha solo i suoi pensieri per la testa; magari tu hai scambiato per interesse sentimentale quello che è solo un rapporto di ottima colleganza; magari gli è passato l'interesse, se mai l'ha avuto - durante le vacanze, si sa, può succedere di tutto, persino che le persone riflettano; - magari è una tattica da marpione da quattro soldi, come già detto. Magari invece si tratta di un uomo dotato di un minimo di senso di responsablità e di buon senso (anche nei confronti di se stesso) che si è accorto del tuo amore e si è reso conto di essere stato frainteso e ha schiacciato il freno e cambiato atteggiamento perché il fraintendimento non vada oltre e non causi guai a lui, a te e al lavoro. In sostanza, l'unica risposta valida dovrebbe essere: "E chi se ne frega?!". Mi risparmierò in questa occasione le solite mie raccomandazioni a non comportarsi da "ingenue" e come se si fosse nate ieri, raccomandazioni di per sé sempre valide e pare mai abbastanza sufficienti. Il fatto è che, cara la mia Viva la vita, magari, molto magari, forse chissà, i tuoi sentimenti e le tue emozioni fuori controllo sono prova della corrispondenza di amorosi sensi tra te e un uomo fantastico che è disposto ad amarti di passione e di tenerezza e che - fatalità - è pure sposato e molto più grande. Ma, molto - molto molto - più probabilmente si tratta di un flirt da ufficio (sempre che si tratti di un flirt), una delle cose più diffuse, squallide e vuote che fioriscono e prosperano nei nostri tempi moderni. Detto questo, ci sono una serie di dati oggettivi che dovrebbero spingerti ad accendere la razionalità, il senso di autoprotezione e il buon senso. E' un uomo sposato, è un tuo collega, è molto più grande di te. Che te ne fai? Vuoi schiantarti contro un muro di cemento a 300 km all'ora? Sicura? Io mi interrogherei invece sul perché una ragazza giovane non ha nulla di meglio da fare che innamorarsi follemente e fantasticare su un uomo sposato e per giunta collega. Che cosa manca a questa ragazza? Nessuno mai nella vita (parlo di qualsiasi riferimento affettivo, s'intenda) l'ha degnata di vere attenzioni, tanto che il primo signore d'età che le sorride diventa subito oggetto dei suoi investimenti amorosi? Non ha altri interessi e occasioni di incontro, questa ragazza, se non il luogo di lavoro? Perché la medesima ragazza è tanto cocciuta nella sua infatuazione da rifiutare di vedere l'evidenza più evidente? Quale bisogno potente e segreto la spinge a tanto poco amore di sé? Conto di essermi spiegata.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Viva la vita

      Viva la vita 5 anni fa (5 Settembre 2015 22:37)

      Si ti sei spiegata ilaria e tutto ciò che hai detto è più che giusto...ci rifletterò sopra a tutto ciò che mi hai scritto.diciamo che la ragione per il quale magari mi sono imbattuta a quest uomo sposato non te la so dare. Si che io non faccio nulla per togliermelo dalla testa ultimamente faccio un pò una vita molto piatta lavoro casa casa lavoro.... lui come ti dicevo prima è l unica cosa al momento che mi rende felice solo vederlo mi dimentico di tutti i miei problemi e pensieri.... ma anche quello che mi dici te è vero cosa posso farmene di lui sposato so che mi imbatto in una cosa che potrebbe farmi soffrire per bene grazie dei consigli ci penseró giuro
      Rispondi a Viva la vita Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 anni fa (5 Settembre 2015 22:40)

      Pensaci per te, mica per me :) .
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Loretta

      Loretta 1 mese fa (24 Settembre 2020 22:27)

      praticamente non bisogna dire e fare nulla con 'sti uomini! ...io penso invece che bisogna dire loro le cose come stanno per non farsi umiliare e calpestare. Se dopo svariate promesse non mantenute e pure il ghosting, lui non si fa vivo, io non faccio finta di nulla...gli chiedo il motivo del suo comportamento, mettendo in chiaro cosa offro e cosa voglio. Sta a lui capire chi ha davanti e cosa vuole davvero.no perditempo...
      Rispondi a Loretta Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 mese fa (25 Settembre 2020 8:55)

      Che cosa c’è di più perditempo e perdi dignità di inseguire qualcuno che non ti vuole?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Morgana

      Morgana 1 mese fa (25 Settembre 2020 10:34)

      Loretta, se a un uomo del genere - uno che non mantiene promesse e poi sparisce - chiedi spiegazioni, i risultati possono essere soltanto due ed entrambi molto spiacevoli, oltre che traumatizzanti: 1)ti offende pesantemente, insultandoti e ferendoti nel profondo. Ma ferendoti proprio tanto, tanto, tanto. Oppure 2) ti dà risposte ambigue o insensate apposta, per tenerti sulla corda e fare in modo di esercitare potere su di te, che quasi sicuramente ci cascherai ancora e trascorrerai almeno metà della tua vita a cercare da lui altre spiegazioni, o addirittura a sperare che torni con te. In entrambi i casi, sono esperienze estremamente umilianti, che fanno a pezzi l'autostima e fanno perdere tempo prezioso. Il tempo non è eterno, visto che la vita è breve e complicata. Lo sappiamo questo, vero? Peraltro un uomo che sparisce è un uomo che non ti vuole, non ti considera, non gli piaci, ti disprezza. Mollarlo al suo destino, senza chiedergli nulla e chiudendo con lui ogni canale di comunicazione, significa evitare altre pesanti umiliazioni. Sai cosa gliene importa di ciò che tu vuoi o offri? Meno di niente, tanto che, se glielo spieghi pure, lui diventa sadico.
      Rispondi a Morgana Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 1 mese fa (25 Settembre 2020 11:39)

      Oppure 3): non ti risponde nemmeno.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Morgana

      Morgana 1 mese fa (25 Settembre 2020 13:41)

      Esatto, Vic, è vero, esiste anche la tua terza opzione. Ne consegue che non è mai il caso di chiedere spiegazioni a questi soggetti: la magica sparizione parla già da sola.
      Rispondi a Morgana Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 1 mese fa (26 Settembre 2020 8:22)

      @Morgana Appunto. Per chiedergli cosa, poi? Come mai sei sparito? Eh, sai che scoperta. @Loretta, è chiaro che se è sparito senza spiegazioni ha di meglio da fare che considerare te. E tu ti metti a elencare cosa vuoi e offri? Quello significa mostrarsi disperate e perdere la dignità.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 1 mese fa (27 Settembre 2020 0:47)

      “Perché fai le promesse e non le mantieni? Perché fai ghosting?” “Perché sono una brutta persona, sono uno stronzetto sfacciato ed amo fare il bello e il cattivo tempo, perché non ce la faccio ad essere coerente, ho un livello di intelligenza emotiva molto basso, sono immaturo e incapace di assumermi le mir responsabilità e mi comporto male. Sono un pavido senza speranza e forse ho anche incontrato una che mi piace più di te e rompe di meno.“ 😬
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 1 mese fa (27 Settembre 2020 13:40)

      Ci si ributta nelle fauci del lupo a chiedere spiegazioni - che poi sono già palesi - e si mostra la nostra grande disponibilità. A parlarne, ancora e ancora e ancora.
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di Atolla

      Atolla 1 mese fa (27 Settembre 2020 13:17)

      Certo, perché a voi non la si fa! Quante donne sento/leggo che non accettano una sparizione da parte di un uomo e a tutti i costi devono tirarlo per la giacchetta per spiegargli che non è modo di comportarsi...ma chi ve lo fa fare, ditemelo. Peraltro secondo me l'opzione 3 suggerita da Vic è quella più probabile. Una mancata risposta E' GIA' una risposta, prima ve ne convincete, meno tempo ed energie sprecherete col pirla di turno.
      Rispondi a Atolla Commenta l’articolo

  4. Avatar di Elena

    Elena 2 mesi fa (31 Agosto 2020 12:35)

    Ciao Ilaria ho conosciuto un uomo che lavora come consulente e mi ha aiutata nell'acquisto del mio nuovo soggiorno. Dopo la consegna, ai primi di agosto mi ha proposto di rivederci (abitiamo a circa 60 km di distanza). Mi ha poi mandato un msg a Ferragosto, al quale ho risposto e finora non l'ho più sentito. Dato che il primo messaggio lo ha mandato lui non so se scrivergli oppure se aspettare che sia lui a contattarmi di nuovo. Grazie.
    Rispondi a Elena Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 mesi fa (31 Agosto 2020 16:11)

      Ciao Elena, per fare che cosa? Un consulente ha fatto un lavoro per te. Come molti marpioni propone di rivedervi, ti manda un messaggio per Ferragosto, per dire che cosa? Che cosa vuole lui da te? Che cosa vuoi tu da lui? Da Ferragosto a oggi sono passati quindici giorni, siete degli sconosciuti, che cosa pensi che ci possa essere tra di voi? Che cosa pensi di scrivergli e a che scopo?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 2 mesi fa (31 Agosto 2020 19:08)

      Sa molto di pesca a strascico, Elena. Lancia il sasso e nasconde la mano. Ti ha vista, ti scrive, vede come reagisci e come ti muovi. E infatti ha già scaturito un certo interesse in te. A te cosa ha colpito di questo sconosciuto? Davvero ti interessa approfondire, o ti sei lasciata prendere da questo slancio da parte sua?
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di Lalla

      Lalla 1 mese fa (30 Settembre 2020 15:43)

      Allora, io non l'ho rincorso ma gli ho cucinato una cena una sera, sara' stato questo? Comunque dopo tre incontri ha cominciato a dirmi che secondo lui siamo molto simili, non mi ha piu' proposto concretamente di rivederci, ma faceva battute in chat sul fatto che ora ero libera di incontrare altri uomini. Non ci ho capito molto. E' sparito.
      Rispondi a Lalla Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 4 settimane fa (30 Settembre 2020 22:12)

      Ciao Lalla, ho l'impressione che non sia tu a non capire. Non c'è molto da capire con questo tizio. Ha fatto l'aragosta e si è piano piano ritratto, magari vedendoti interessata e ben propensa. Tu non fartene un cruccio, meglio che si scomparso dopo solo pochi incontri ;)
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

  5. Avatar di Simo

    Simo 8 anni fa (9 Giugno 2012 15:34)

    Sono d'accordo sul fatto di non assillare, non trovare scuse patetiche per chiamare ecc ecc ... però rimango un po' perplessa quando dici, Ilaria, di non mandare sms o mail .... non ci vedo nulla di male in un saluto via sms o via mail ... Dovremo pur far in modo di lanciare il messaggio che c'è un interesse o una simpatia. Credo che gli uomini abbiano bisogno di un riscontro. solitamente dopo che questi si sono fatti vivi per primi alcune volte, mi viene spontaneo per una volta farmi viva io per prima per un saluto. No so, forse mi è sfuggito qualcosa dei precedenti post. Certo che è ben difficile capire come relazionarsi. Proprio la settimana scorsa ho conosciuto un tipo interessante, era da tanto che una mia amica me lo voleva far conoscere ma non c'era mai stata l'occasione giusta. Ebbene, la settimana scorsa arriva quel momento. Il soggetto è piacente e interessante e il giorno dopo si fa avanti proponendomi di vederci senza "mediatori". Proposta da me apprezzata e accettata ...ma non è ancora arrivata una proposta concreta con data e ora. Starà aspettando che faccia io un passo, si sarà pentito dell'offerta, sarà uno di quelli che a parole ha voglia di frequentare una donna ma poi di fatto non riescono a trovare uno spazio libero tra i loro impegni sportivi? Chissà. Queste cose mi sfiduciano parecchio, viste le mie tormentate esperienze passate.
    Rispondi a Simo Commenta l’articolo

    • Avatar di ilariacardani

      ilariacardani 8 anni fa (9 Giugno 2012 19:44)

      Non so che cosa sia successo a questo signore. Fatto sta che non ha ancora chiamato. Punto. Questo vale. Interessante prospettiva quella che ti fa definire "soggetto" un uomo che potrebbe piacerti...
      Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

    • Avatar di mare

      mare 5 anni fa (21 Dicembre 2015 20:05)

      Quando mi dicono così io dico si.. quando proponi..? E poi ci si mette d'accordo a seconda degli impegni
      Rispondi a mare Commenta l’articolo

    • Avatar di Patrizia

      Patrizia 3 settimane fa (10 Ottobre 2020 12:58)

      Io sto facendo proprio queste cose tutte assieme che fanno solo scappare. Ma adesso che ho capito che il problema sta qua non le farò mai più. Grazie dei bei consigli ... Da notare che lui ha 18 anni meno di me. Forse il motivo e proprio questo !!
      Rispondi a Patrizia Commenta l’articolo