Ex, tradimento e… autostima

Se vuoi attrarre la persona giusta per te è molto utile che tu prenda la buona abitudine di dare la giusta importanza a quello che ti accade e al comportamento degli altri. Altrimenti sarai sempre dipendente dalle decisioni e dagli umori altrui e mai veramente libero o libera.

E quando non hai la libertà, non sei nemmeno attraente. E non riesci a far funzionare al meglio la tua relazione (o altri rapporti con le persone).

Di indipendenza tratto anche nella mia guida gratuita “Come attrarre la persona giusta per te in 11 passi”.

Oggi voglio affrontare un tema specifico legato all’interpretazione dei fatti che accadono e anche all’autostima e al senso del valore di te: quello degli ex e del tradimento.

Nella mia esperienza e nel mio lavoro, ho incontrato, ho conosciuto e conosco moltissime persone che fanno davvero molta fatica a staccarsi dal ricordo dell’ex, in generale. E questo le frena nell’attrarre la persona giusta per loro.

Poi ci sono persone che fanno molta fatica a elaborare il dolore di un tradimento, anche se continuano la relazione con il loro compagno o con la loro compagna che le ha tradite, con amore e soddisfazione. E questo comporta loro della sofferenza e impedisce loro di vivere al cento per cento la relazione con quello stesso partner che, dopo la rivelazione del tradimento, hanno deciso di accettare e sanno di amare.

E ci sono le persone che hanno finito una relazione d’amore e hanno subito un tradimento. Molto spesso il tradimento non è stata la ragione più importante o tra le più importanti che hanno determinato la fine della loro storia. Infatti, queste persone spesso sostengono che, indipendentemente dal tradimento, è bene che la storia sia finita.

La questione spinosa è che molti tra i traditi non si danno pace: non riescono a perdonare il tradimento e lo ritengono una ferita che non si può rimarginare. E questo distrugge la loro autostima e li blocca nel trovare la persona giusta per loro.

Io conosco personalmente uomini e donne che hanno avuto storie importanti che sono finite e nelle quali sono state tradite. Poi hanno iniziato una nuova e bella relazione. Si sono fatte una famiglia. Eppure ritengono che quel tradimento passato non si possa dimenticare e ci pensano come se fosse uno dei fatti  più dolorosi che sia loro capitato.

Ok. Stiamo sul tema di coloro che hanno avuto una relazione sentimentale che non funzionava al meglio, con un partner che non era chiaramente la persona giusta per loro, sono stati traditi e, dopo la fine della storia (che non rimpiangono), non riescono a superare il trauma del tradimento.

Ora, faccio una considerazione importante: il tradimento è una ferita emotiva molto potente e crudele.

E’ vero che ci sono culture dove la monogamia non è l’unico tipo di relazione possibile, anche per legge.

E’ vero che vi sono da sempre coppie aperte o matrimoni aperti in cui entrambi i partner chiedono e accettano reciprocamente di avere rapporti sentimentali e sessuali con altre persone e sono coppie e davvero felici, che vivono appieno il loro rapporto.

Oppure ci sono persone che vivono più relazioni e riescono a dare e ricevere il meglio sempre (mi viene in mente, per esempio, la storia del cantante e presentatore Pupo, che sostiene di vivere da vent’anni due relazioni con due donne diverse, che sono al corrente del fatto e che sono felici).

Tutte queste cose sono verissime e indiscutibili.

Ma una relazione piena e completa nella stragrande maggioranza dei casi deve includere l’esclusività del rapporto (sentimentale e sessuale) e la fedeltà.

E questo perché?

Perché in una relazione sentimentale (che è inevitabilmente anche sessuale) ciascuno dei due partner trasmette all’altro un messaggio del tipo: “Ti riconosco come uomo (o donna) unico e irripetibile per me, con le tue caratteristiche personali e di carattere, con la tua sessualità e la tua sensualità. E voglio essere riconosciuto/a da te nello stesso modo.”

E’ ovvio che una dichiarazione/richiesta di questo genere non può includere l’ipotesi del “condividere” con qualcun altro questa unicità e irripetibilità della persona e della relazione.

Inoltre una relazione piena e appagante ha come suoi ingredienti essenziali un’intimità fisica ed emotiva e una vicinanza, una confidenza e una frequentazione nella vita quotidiana che non possono essere condivise.

In sintesi, quel che ti dice il tuo partner e quel che tu dici a lui o a lei quando sei in una relazione è: “Tu per me sei speciale e come te non c’è nessuno”.

Come fai ad attrarre un uomo senza sembrare una facile o una poco di buono?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

Ecco perché il tradimento è doloroso e terribile: perché non vengono mantenute tutte queste importanti ed essenziali promesse. Questi patti taciti.

Quindi, soffrire per un tradimento è comprensibile, umano e naturale.

Tornando al tema di coloro che non si danno pace per un tradimento passato, da parte di un ex partner, in una storia ormai finita, vi sono in gioco altri elementi.

E’ vero che il tradimento è doloroso. Ma il problema è che queste persone lo vivono come un  vero e proprio “rifiuto”, come un’azione compiuta “contro” di loro, come una cattiveria fatta apposta per sminuirle e umiliarle.

Non c’è interpretazione più sbagliata di questa.

Chi tradisce lo fa per questioni sue personali. Non lo fa “contro” nessuno.

Se sei stato tradito o tradita non significa che non vali. O che vali meno di qualcun altro o qualcun’altra. Il tuo valore non ha niente a che vedere con il tradimento. Il tradimento non ha niente a che vedere con il tuo valore.

Se, dopo tanto tempo tu stai soffrendo ancora per un tradimento significa, che stai legando il senso del tuo valore a quel tradimento. Il senso del tuo essere donna o uomo a quel tradimento.

E finché sarà così, avrai dei potenti blocchi nell’attrarre la persona e la relazione giuste per te.

Un tradimento riguarda chi l’ha compiuto. Rispecchia le sue esigenze in un particolare momento della sua vita, i suoi bisogni, le sue questioni personali. Molto probabilmente anche le sue debolezze di fronte alle difficoltà.

Talvolta riguarda anche chi è stato tradito, che magari è stato poco attento, poco aperto o poco consapevole.

Ma non mette in discussione il suo valore di persona, di partner, di amante o di maschio/femmina.

Ripeto: non c’è relazione tra il tradimento e il tuo valore.

Questo devi tenerlo bene a mente….

Diversamente attacchi e intacchi la tua autostima. E diminuire la tua autostima ti porta a comportarti come una persona che manca di valore, in un gran brutto circolo vizioso

E questo non aumenta le tue possibilità di aprirti agli altri e di avere buone relazioni.

Perché, con la scusa del tradimento, vuoi continuare a farti del male?

So di aver toccato un tema importante: aspetto commenti, opinioni e discussioni.

Cordialmente

Ilaria Cardani

Lascia un Commento!

107 Commenti

  1. Avatar di ELEONORA

    ELEONORA 8 anni fa (11 Marzo 2011 17:26)

    io,invece,credo che gli uomini seri,oltre che rari,non se ne vadano in giro con un bel cartello in fronte colla scritta a caratteri cubitali"IO SONO UN UOMO SERIO"... la verità,se di verità si tratta,è che s'incontrano persone:per lavoro,per svago,in vacanza,quando si fa sport...e ci si relaziona. il TEMPO,il famoso tempo di cui io parlo spesso,è il solo giudice indiscusso sulla questione: peccato,però,che oggi,tutti vanno di fretta...hanno solo voglia di "concludere" e non permettono agli altri e dunque a se stessi di "sedimentare"i rapporti(salvo,poi,lamentarsi di come vanno le cose). condivido con FRANCESCACHIARA quando dice che gli uomini seri non hanno motivo di mentire e di apparire per quel che non sono... chi è sicuro di se stesso,chi sa di valere,chi ha una marcia in+,non deve dimostrare niente a nessuno:sa già di ESSERLO. E SI VEDE... :)
    0
    Rispondi a ELEONORA Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaChiara

      FrancescaChiara 8 anni fa (11 Marzo 2011 22:40)

      Eleonora: gli uomini seri sanno di non essere perfetti e non nascondono le loro debolezze e le loro umane contraddizioni facendo finta di essere chi non sono. Questo ho imparato ad apprezzarlo in poche persone....di solito la gente (uomini compresi) si mostra per ciò che non è pensando così di piacere di più. Anzi...ti dirò di più: molti sono sempre pronti a criticare il mal comportamento altrui, indignandosi pure, e poi sono i primi a fare l'opposto di quello che predicano. Nella vita io non finisco mai di stupirmi! ma di uomini seri, grazie al cielo, ne ho conosciuti: e nessuno di loro era perfetto.
      4
      Rispondi a FrancescaChiara Commenta l’articolo

    • Avatar di ELEONORA

      ELEONORA 8 anni fa (11 Marzo 2011 23:13)

      beata te,cara... ;) io non mi aspetto nulla,a prescindere.
      0
      Rispondi a ELEONORA Commenta l’articolo

    • Avatar di Riccardo Levi

      Riccardo Levi 8 anni fa (11 Marzo 2011 23:28)

      Gentilissima signora. Quando ci conoscemmo, feci presente che conoscevo un'altra persona. Lei invece nascose il fatto di conoscere altre persone. Non venga a parlarmi di serietà. Addio.
      2
      Rispondi a Riccardo Levi Commenta l’articolo

  2. Avatar di Alessia

    Alessia 3 anni fa (1 Settembre 2016 20:23)

    Verissimo quello che hai scritto. Soltanto dopo molto tempo e sofferenza e lavorando su se stessi si riesce a superare il tradimento. A capire che noi siamo comunque uniche ed abbiamo un valore insostituibile
    0
    Rispondi a Alessia Commenta l’articolo

  3. Avatar di Cinderella

    Cinderella 2 anni fa (18 Febbraio 2017 19:53)

    Non concordo sul fatto che il tradito soffre perché si sente inferiore all'amante. È per la mancanza di rispetto, è per le menzogne che gli sono state perpetrate, e' perché in quel periodo lui/lei non esisteva per l'altro e di tutto questo non ne era consapevole
    0
    Rispondi a Cinderella Commenta l’articolo

  4. Avatar di Nina

    Nina 2 anni fa (18 Giugno 2017 0:11)

    E quando invece si viene traditi, la storia finisce, ma la tradita e lasciata ama ancora il traditore, che invece non vuole saperne... cosa si fa? Dopo sei mesi e un tentativo di riavvicinamento da parte mia, mi sto sentendo una stupida e continuo a coltivare la speranza che magari, anche dopo tanto tempo, possa maturare e rendersi conto di quello che ha perso.
    2
    Rispondi a Nina Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 2 anni fa (18 Giugno 2017 12:37)

      Magari invece se ne rende conto ma non gli da il valore che gli dai tu. Perché pensiamo che gli uomini siano deficienti? Avrà fatto i suoi errori e le sue scelte, ti ha pure tradita, direi che sia il caso di andare oltre
      -2
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

  5. Avatar di c76

    c76 4 anni fa (11 Agosto 2015 9:25)

    Cara Ilaria le tue considerazioni sono molto ponderate e chi é dotato di buon senso le comprende a pieno. Io sono stata trafida da un ragazzo che non amavo come un uomo ma come un figlio, del quale non provavo attrazione e che ho lasciato consapevole dell impossibilita' di continuare una relazione con tali presupposti Ho provato un dolore terribile e sai perche'? Perche' mi aveva giurato amore eterno e che ero la unica per lui!!
    0
    Rispondi a c76 Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 anni fa (11 Agosto 2015 10:27)

      Bisogna fare attenzione agli uomini che giurano amore eterno!
      3
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Ki_86

      Ki_86 2 anni fa (11 Novembre 2017 1:43)

      Perché bisogna stare attenti agli uomini che i giurano amore eterno? Quindi anche a quelli che ti dicono sei la mia vita ? Grazie
      2
      Rispondi a Ki_86 Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (11 Novembre 2017 10:09)

      Esattamente. Se ci credono sono degli psicopatici. La mia vita sono io, la tua vita sei tu, la sua vita è lei/lui. Mica altro. Ma tanto non ci credono e lo dicono per manipolarti meglio.
      3
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Monentourage

      Monentourage 2 anni fa (11 Novembre 2017 11:18)

      per avere il controllo dei tuoi sentimenti: se tu rispecchi ciò che dicono puoi essere più facilmente manipolata. A me capitò che lui mi disse di amarmi dopo solo un giorno dopo che ci fummo messi insieme. Strano! anche se ci siamo frequentati moltissimo nei 6 mesi precedenti, la cosa mi "puzzava". Infatti... Poi recriminò che io non gli dicevo "ti amo" almeno tutte le volte che lo diceva lui.. ma io lo trovavo una formalità, era sempre alla sostanza che avrei voluto che guardasse!
      0
      Rispondi a Monentourage Commenta l’articolo

  6. Avatar di Giulia

    Giulia 1 anno fa (21 Aprile 2018 13:11)

    Bell'articolo, grazie. Ma se io lo amo e lui dice di amarmi ancora... come si fa a superare la faccenda? Forse non devo collegare il mio valore al suo tradimento. Ma se io razionalmente non volessi più stare con una persona che mi ha rifiutata (per usare la parola che ha usato Lei), come posso mettermi il cuore in pace e zittire la parte irrazionale, unilateralmente? Ha senso imporsi di troncare il rapporto per preservare la propria autostima, a scapito di una storia che potrebbe ripartire bene?
    0
    Rispondi a Giulia Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 1 anno fa (22 Aprile 2018 12:26)

      Interessante domanda. La rovescio. Ha senso portare avanti un rapporto che mina la propria autostima, o a scapito della propria autostima? A che serve un rapporto sentimentale? A stare meglio o a stare peggio con se stessi? L’autostima non è un optional, è la precondizione del benessere e della realizzazione personale. Buona domenica a tutte/i
      0
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo