Come si supera il senso di vuoto d’amore e il bisogno? (Prima parte)

senso di vuotoCome si riempie il bisogno di amore se si è single? Come si supera il senso di vuoto dato dalla mancanza di un compagno, di un legame, di un affetto speciale?  Queste sono delle “domandone” vere e proprie alle quali voglio cominciare a rispondere in questo articolo tracciando una sorta di percorso graduale che ti aiuti a liberarti dal senso di vuoto e che possa adattarsi alle diverse necessità di ciascuno e ai diversi momenti della tua crescita personale, offrendo spunti di riflessione e strumenti pratici da usare subito-subito e anche in ulteriori passaggi futuri, a medio o a lungo termine.

"Sono il vuoto, non sono diverso dal vuoto, né il vuoto è diverso da me; in realtà il vuoto sono io. Jack Kerouac"

Qualche giorno fa ho pubblicato un articolo dedicato agli amici di letto e quell’articolo ha aperto un dibattito vivace tra le lettrici. Tra i vari commenti, forse un po’ fuori tema (o mica tanto), Giovanna mi ha posto una domanda diretta: “Come riempire il bisogno d’amore se si è single? Ok i propri interessi etc etc, ma quel bisogno che magari non tutti sentono (io lo sento) di affetto?”

Di lì a poco un’altra lettrice, Anna, ha fatto eco a Giovanna ribadendo la richiesta di chiarimento: “Ilaria come riempire il vuoto d’amore anche se si sta bene con se stessi???

Il senso di vuoto, l’amicizia e l’amore

Una importante considerazione: credo che la questione di come riempire il senso di vuoto d’amore e di affetto sia molto più comune di quanto si creda. Di certo, per una serie di ragioni soprattutto legate all’educazione e all’atteggiamento mentale, si tratta di una questione più sentita dalle donne, ma non è una esclusiva femminile. Sicuramente anche alcuni uomini si trovano ad affrontare il senso di vuoto, ma in genere lo risolvono più rapidamente e in modo molto più pratico e attivo che non le donne.

Il tema del senso di vuoto, benché molto comune, non a caso è stato sollevato proprio all’interno della discussione sugli amici di letto. Spesso, nel tentativo di superare il senso di vuoto, sia le donne sia gli uomini cercano dei “surrogati” dell’affetto e dell’amore o accettando di entrare (e/o di rimanere) in storie sbagliate o – semplicemente – accontentandosi di rapporti “incompleti” o “zoppi”, nel senso di “mancanti”.  Si tratta di quel genere di rapporto di coppia in cui manca qualcuno degli elementi base perché una relazione sia vera e autentica al 100%. Di che cosa renda una relazione piena e completa abbiamo parlato qualche tempo fa,  a proposito del corteggiamento.

Può mancare ad esempio l’impegno e la progettualità comune  e dunque si tratta, come nel caso degli amici di letto, di relazioni dove l’unico legame è dato dal fare l’amore (o, meglio, dal fare sesso) .

Oppure può esserci una forte intesa intellettuale e un buon legame affettivo ma – udite udite – manca il sesso. Si tratta di quelle relazioniche si reggono sull’amicizia “compagnona”. Quelle dove si entra e si rimane per sempre nella famigerata zona amicizia.

Non ti credere: molti instaurano rapporti d’amicizia con esponenti dell’altro sesso, senza che si passi mai all’intimità sessuale. Ci si frequenta per andare al cinema, alle mostre, a cena fuori. Ci si assiste reciprocamente  anche in alcune “faccende” pratiche come “ti accompagno dal meccanico a ritirare la macchina, ti porto le medicine se hai l’influenza e ti tengo le chiavi di casa, ti dò dei consigli professionali etc, ma non mettiamoci in coppia e non facciamo sesso”.

Di più: moltissimi uomini – forse più delle donne – sono favorevoli a instaurare rapporti di amicizia “compagnona”. Il non “dovere” avere rapporti sessuali li fa sentire “leggeri” e “sollevati”. Per varie ragioni.

Il senso di vuoto e gli uomini sbagliati

Quindi vi sono molte modalità in cui le persone “prevengono” o evitano il senso di vuoto d’amore e di affetto che tanto fa paura e che crea tanta insicurezza.

E’ bene che tu rifletta su questi aspetti, sia per quel che riguarda te (capire te stessa ti aiuta a trovare le soluzioni migliori per la tua vita, la tua serenità e la tua felicità, quelle che ti aiutano nel modo migliore a soddisfare i tuoi bisogni) e anche per quel che riguarda chi ti sta intorno: se conosci e “sveli” certi meccanismi un po’ celati del comportamento umano puoi accorgerti in tempo se una persona ti cerca con l’intenzione di costruire (“costruire”: non è un verbo scelto a caso) una relazione destinata a crescere o ti cerca solo per colmare il suo vuoto d’amore.

"Un uomo pieno di sé è sempre vuoto. Charles Régismanset"

Aggiungo, spingendomi un po’ oltre, che molti uomini sbagliati come il dongiovanni, lo stronzo, l’irresponsabile, il bambinone, il confuso, il perditempo, il rospo, il cretino, il fantasma, etc etc, a modo loro (che è un modo estremo e perverso) sono alla disperata ricerca di qualcosa che faccia superare il terribile senso di vuoto che provano di continuo e la loro terrificante noia esistenziale.

Attenta: questo non significa che tu debba correre a salvarli o che loro debbano suscitare la tua pena e il tuo senso di comprensione!

C’è, infatti, una bella differenza tra avere appetito (o anche fame) e, per soddisfare questo legittimo e naturale bisogno, andare a fare la spesa, cucinarsi un piatto di pasta o andare al ristorante e pagare il conto oppure rubare al supermercato e/o scroccare di continuo i pasti ad amici e famigliari! Ricordati sempre di comportarti in modo intelligente, senza spendere della pietà e del pietismo inutili, ma usando il giusto cinismo, senza paura di essere stronza. Anzi.

Poi ci sono molte donne che per colmare il senso di vuoto lo riempiono alla stragrande. Sai come? Mettendosi in storie abusive, violente, addirittura perverse. Essere maltrattate, vivere l’incertezza di stare con un uomo violento, pericolosamente bugiardo o traditore riempie moltissimo il senso di vuoto. In modo distruttivo, ovvio.

Il senso di vuoto d’amore: limiti e opportunità

Ok. Ora ti starai chiedendo dove voglio arrivare con tutta questa premessa sul tema di come superare il senso di vuoto dato dalla mancanza di amore e di affetto. Beh, voglio che sia ben chiaro che è proprio sul bisogno di amore, di riconoscimento, di connessione con gli altri che “gira” il mondo. Sì, sì, il mondo in senso ampio, non solo il mondo delle relazioni, delle emozioni e dei sentimenti.

Come sai bene, “l’uomo è un animale sociale” (lo ha scritto addirittura il filosofo Aristotele, è la prima e più celebre frase di una delle sue opere più importanti, l’”Etica Nicomachea”). L’essere umano vive in quanto connesso con gli altri. E vive tanto meglio quanto il suo livello di connessione con gli altri è più forte e più positivo.

Che cosa significa? Significa che i bisogni di amore, di connessione, di contributo alla vita comune sono i bisogni “principali” e fondamentali di ciascuno di noi. Molte teorie psicologiche e molti teorici (da William James a Anthony Robbins) lo sostengono e, se ci fai caso, lo puoi provare da te ogni giorno semplicemente guardandoti intorno.

A questo, tra l’altro, ho dedicato un’ampia parte del mio percorso base, I 7 Pilastri dell’Attrazione (dopo aver citato Aristotele, mi sembra doveroso citare me stessa :D).

"L’inferno è la sofferenza di non poter più amare. Fëdor Dostoevskij"

Il fatto è che, una volta riconosciuti i nostri bisogni, averne riconosciuto la legittimità e la “naturalità”, è utile diventare capaci di soddisfarli in modo sano, utile e produttivo per noi. Sei d’accordo?

Come fai ad attrarre un uomo senza sembrare una facile o una poco di buono?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

Cioè, sei d’accordo sul fatto che il tuo bisogno d’amore è lecito e naturale e che non  ne devi avere vergogna?

Sei d’accordo sul fatto che vi siano modi “utili” e “produttivi” per te per soddisfare i tuoi bisogni (tra cui quello d’amore) e che vi siano modi “dannosi” e “improduttivi” attraverso talvolta tenti vanamente di soddisfarli?

Il senso di vuoto e i vecchi schemi di comportamento

Infatti capita spesso che le persone, cammin facendo, nella loro vita, abbiano appreso, senza colpa e senza rendersene conto, schemi di comportamento profondamente improduttivi e addirittura profondamente dannosi per soddisfare i loro naturali e legittimi bisogni.

Sono schemi così distruttivi, questi, che creano un effetto “paradosso”: seguendoli si ottiene esattamente il contrario di ciò che si vorrebbe ottenere. Cioè, quanto più una persona desidera l’amore, tanto più, adottando schemi distruttivi di comportamento, ottiene esattamente il contrario: mancanza di rispetto, abbandono, senso di solitudine.

"Ogni cosa esiste grazie al vuoto che la circonda. Antonio Porchia"

Ci hai mai fatto caso? Che cosa ti dice la tua esperienza al proposito?

E sai perché succede di ottenere il contrario di ciò che si desidera? Perché ci si “maltratta”  talmente (o anche si è stati talmente “maltrattati” ) che quel che era un bisogno lecito e naurale si è trasformato nel suo estremo, brutto e pericoloso, la “bisognosità”. E la bisognosità rafforza, dà vita, alimenta gli schemi di comportamento improduttivi.

E gli schemi di comportamento improduttivi danno risultati improduttivi, tanto che, indovina un po’! – tac, si ricasca nelle “mancanze”, nelle relazioni sbagliate, negli errori comuni, sempre i soliti che si ripetono anche a distanza di molto tempo. Non è che si fanno errori nuovi. Sono sempre gli stessi errori, perché sempre quello è lo schema, uno schema che porta agli errori.

Ti sei mai chiesta perché io insisto sempre moltissimo sul fatto di uscire quanto prima da relazioni sbagliate, di non stare con uomini sbagliati e di non accontentarsi? Perché ogni giorno e ogni ora in una storia sbagliata ti tira giù, ti abbassa di livello, ti fa “perdere” una parte di te.

Ti porta più vicino al senso di vuoto e ti porta molto – ma molto – più lontano rispetto alla tua capacità di soddisfare in modo sano il tuo legittimo e naturale bisogno d’amore.

Continuiamo nel prossimo articolo: faremo un altro passo verso il superamento del senso di vuoto.

Per ora lasciami i tuoi commenti e le tue opinioni.

***

La comunità de La Persona giusta per Te è attiva anche su Facebook. Se vuoi partecipare agli scambi metti il tuo “mi piace” alla pagina.

***

Ti interessa avere un supporto pratico nel tuo percorso verso una relazione sana e soddisfacente? Non aspettare oltre.

Intraprendi i miei percorsi:

I 7 Pilastri dell’Attrazione

Come sedurre un uomo senza stress, né per te né per lui

***

Lascia un Commento!

126 Commenti

  1. Avatar di Chiara

    Chiara 2 anni fa (17 Maggio 2017 10:33)

    E da qua la mia domanda che ora pongo a me stessa: ma sarò capitata con uomini sbagliati oppure sarò stata io che con i miei comportamenti sbagliati ho fatto una sorta di auto sabotaggio?
    0
    Rispondi a Chiara Commenta l’articolo

    • Avatar di monica

      monica 2 anni fa (30 Maggio 2017 16:02)

      io sicuramente sono incappata in uomini sbagliati ma ho anche autosabotato con i miei comportamenti, troppo insicura e di conseguenza gelosia o zerbinaggio, cioè sai l'articolo sul cosa evitare per conquistare un uomo? io credo di errare in tutto!!!...e oggi dopo l'ennesimo abbandono in un rapporto in cui credevo, nonostante i miei dubbi, che a lui importasse di me..mi ritrovo di nuovo a soffrire e a pensare che ho sbagliato tutto io!!
      0
      Rispondi a monica Commenta l’articolo

  2. Avatar di Erre

    Erre 2 anni fa (10 Dicembre 2017 22:46)

    Ciao Ilaria cercavo un po' fra i tuoi articoli e mi sono imbattuta in questo articolo che descrive un po' la mia situazione ultimamente. Sento davvero il bisogno d'affetto e di avere una persona accanto (posso dire anche il bisogno di fare l'amore con qualcuno?) Ma non riesco a lasciarmi andare con nessuno, mi blocco sempre e rimango sul vago senza far entrare davvero gli altri nella mia vita perché ho paura di mostrare le mie debolezze e paure, ho paura di risultare poco interessante.
    0
    Rispondi a Erre Commenta l’articolo

  3. Avatar di Sara

    Sara 2 anni fa (11 Febbraio 2018 23:52)

    Cara scrittrice di questo Blogger. Leggendo il tuo articolo forse non ho trovato quello che cercavo o forse non l'ho compreso io... ecco la mia situazione è questa: sono giovane, sono carina, vado bene a scuola ma dall'ultima volta che ho avuto una delusione amorosa ho perso ogni speranza o qualsiasi tipo di attrazione... non trovo interessante la mia vita.. le mie amiche hanno già il fidanzato mentre io suono il flauto e divento più brava. So che è una cosa bella ed è meglio rispetto a farsi fidanzata ma a volte di notte, mentre sono a letto e c'è silenzio, la mia mente mi riporta sempre a quel senso di solitudine (che è inutile avere nel mio caso perché sto bene così) e vorrei eliminarlo perché mi fa star male e mi porta a giudicare le coppiette o diventare insopportabile ed antipatica... anche se io in fondo voglio solo essere amata. Tutto qui. E il problema diventa peggio quando sono altri ragazzi che mi vogliono ed io non essendo interessata a nessuno sono costretta a rimandare, a respingere o a trovare una scusa e credo che andando avanti così sarà solo peggio perché rimarrò DEFINITIVAMENTE sola (con i ragazzi). Vorrei solo avere qualche esperienza ma poi arri a l'ansia. "E se poi non penso alla scuola?" "Non ho tempo" "E se poi mi lascia?" No.. no.. non riuscirei a sopportarlo... magari se ne parla quando avrò più tempo libero. Intanto aspetto la mia anima gemella. Grazie per aver letto. ciaoo
    -12
    Rispondi a Sara Commenta l’articolo

  4. Avatar di Francesca

    Francesca 2 anni fa (29 Marzo 2018 18:00)

    Tutto giusto ...tutto vero...il mio più grande problema è di non colmare mai il mio senso di vuoto e di non trovare mai la persona adatta a me, perché penso di non piacere. E non 'acchiappo', mai. Il mio atteggiamento da Lady D? Forse.. il mio sembrare algida? Forse...io lo associavo ad una bruttezza estetica, ma oggettivamente non è così. Mi sento brutta internamente? Certo. Ci sto lavorando ..ma è dura stare sole. Grazie x i suoi articoli.
    0
    Rispondi a Francesca Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 2 anni fa (29 Marzo 2018 20:37)

      Eppure per lavorare sull'autostima stare sole è una occasione d'oro. Non dico di sceglierla, ma se capita, è proprio l'ideale.
      -11
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

  5. Avatar di aries90

    aries90 1 anno fa (22 Maggio 2018 21:03)

    Buonasera, ecco la mia "storia": conosco una persona in chat, messaggiamo, lei non ha visto le mie foto, ma io le sue sì, tra di noi si instaura uno strano gioco virtuale in cui fingiamo di essere una coppia, e si va avanti a messaggiare fino a tardi, ci vediamo, le piaccio, me lo dice chiaramente "ma sei bello", la guardo intensamente e mi dice che da tanto tempo qualcuno non la faceva sentire così in imbarazzo positivamente con il solo sguardo, il suo linguaggio del corpo ottimo, passiamo un bellissimo pomeriggio, poi io sparisco per due giorni, lei mi scrive che potevo crederci o no e che aspettava che le scrivessi, ci rimane male se sono un po' distaccato nei modi di scrivere, ma allo stesso tempo che non le importa se non ci sentiamo per giorni, perché per offendersi una persona deve avere valore, le chiedo di chiamarla per chiarire, ma mi dice di vivere con più leggerezza, quando ci rivediamo al seconda volta, sembra più assente, mi dice che è in una fase di confusione, non sa che vuole, non ci sentiamo per 4 giorni, io le dico che vorrei conoscerla veramente e sono stanco dei tira e molla, ma lei mi dice che non può e non vuole darmi questo, perché è uscita da una relazione tossica e vuole stare sola con se stessa e mi augurava d trovare un altra. sono confuso cos'è è successo? voleva solo un amicizia? ho frainteso? lei pensa che ritornerà a cercarmi? grazie ho cercato di essere più sintetico possbile,
    2
    Rispondi a aries90 Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 anno fa (22 Maggio 2018 21:30)

      Le faccio io delle domande: le pare che questa signora abbia avuto un comportamento normale? Cioè di una persona interessata a un rapporto autentico? Secondo lei, quello che avete vissuto è un rapporto di una coppia che si sta conoscendo?
      -7
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 1 anno fa (23 Maggio 2018 11:21)

      Quando un uomo che mette in pratica i consigli di men’s Health incontra una donna che mette in pratica i consigli di Cosmopolitan, la possibilità di riuscita della conquista è più bassa della possibilità di riproduzione dei teleostei in cattività. Come può venire in mente di affascinare una donna sana di mente sparendo? E di conseguenza, quale donna sana di mente davanti ad un comportamento simile si vittimizzarebbe informando l’altro che tutto sommato non avendo lei valore era giusto andasse così, per poi iniziare il balletto dei sensi di colpa reciproci, la classica bascula dove all’aumentare del senso di colpa dell’uno diminuisce quello dell’altro. Abbandonate le riviste insane che propongono strategie e se proprio non si riesce ad assumere un comportamento adulto nelle relazioni, si prenda un foglietto bianco e come fanno i bambini alla materna scrivete sopra “ vuoi essere la mia ragazza/o, si o no?”. Così, netto e insindacabile perché messo nero su bianco. Pensa quanto sono a volte più maturi i bambini nel mettersi in gioco e nell’essere chiari sulle proprie intenzioni.
      0
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

  6. Avatar di sonia

    sonia 1 anno fa (5 Settembre 2018 16:25)

    Ciao a tutti! Con questo mio primo messaggio vorrei ringraziarti Ilaria. Sono uscita da poco da una storia sbagliata con una persona a cui ho permesso di farmi soffrire per diversi anni, ma verso cui non provo rancore. Cerco sempre di vedere il lato positivo e capisco che è stata una relazione che mi ha fatto crescere e capire tante cose (nella maniera peggiore, ovvio XD). Adesso sono sola e sto bene anche se ogni tanto sento quel bisogno di amore, ma la consapevolezza che sto imparando a tirar fuori e i tuoi articoli sono per me una splendida ancora! Mi fanno essere fiduciosa e soprattutto mi danno forza in quei momenti di dubbio e debolezza che ogni tanto si presentano. Il vuoto e il bisogno mi sembra che siano più una "trappola" mentale, un'idea... perché in fondo quando si è da soli non è poi così male :)
    -6
    Rispondi a sonia Commenta l’articolo

  7. Avatar di Madame

    Madame 12 mesi fa (27 Novembre 2018 12:47)

    Articolo utilissimo come tantissimi degli articoli che trovo in questo blog (almeno quelli che ho letto finora), così come trovo stimolanti e interessanti i commenti di coloro che partecipano al blog. In questo momento difficilissimo della mia vita (come ho scritto in un altro commento, sto uscendo da una lunghissima storia di violenza psicologica - violenza di cui mi sono accorta solo da poco) questo blog mi sta dando una grandissima mano e non vedo l'ora di avere il tempo di dedicarmi con più attenzione alla sua lettura. Purtroppo il senso di "bisognosità" (termine perfetto) è il mio principale problema: la mia insicurezza mi porta continuamente a cercare conferme, col risultato che non faccio altro che farmi del male da sola. Faccio un esempio: ieri sera sono rientrata nella mia ormai quasi ex casa (questione di un paio di giorni per il trasloco definitivo) e ho avuto un moto di bisognosità completamente idiota: ho chiesto al mio ex compagno se gli dispiace almeno un po' che me ne vado. Mi rendo conto da sola della scemenza della domanda e del fatto che lui non avrebbe potuto rispondermi in altro modo rispetto a come ha fatto ("no, in questo momento sono a continuo disagio per cui non vedo l'ora tu te ne vada"). Fatto sta che stamattina ho avuto un fortissimo attacco d'ansia ovviamente. Ecco, è proprio questo meccanismo malato che DEVO scardinare.
    -2
    Rispondi a Madame Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 12 mesi fa (27 Novembre 2018 12:54)

      Ah ah ah! Risatona di affetto, comprensione, benevolenza, solidarietà e tanta, tanta fiducia. So bene quello di cui parli e ti dico: lo hai capito e spiegato benissimo il che vuol dire che hai già scavalcato il cancello, devi tirare dall'altra parte l'ultimo pezzo di gamba e di piede che sono ancora a mezzo. Forza. Ci sei. Avrai cadute e risalite. E ricadute e risalite. Ma ogni volta ripartirai da un punto più alto. Sono con te. Hai intrapreso uno dei cammini più difficili nella vita di una persona, ma sarà entusiasmante e il risultato gratificante. Quello che hai raccontato, tra l'altro, ci dice che è meglio allontanarsi da quella persona, da quel contesto e da quelle situazioni che sono trappole fin troppo banali. Un abbraccio.
      -4
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Madame

      Madame 12 mesi fa (27 Novembre 2018 13:27)

      Grazie Ilaria. Sì, quello che mi consola è che ora ho delle consapevolezze da cui partire e questo cambia tutto. Sono anche sicura che avere finalmente uno spazio mio, senza più il terrore di ricevere rimproveri se mi sono scordata di comprare il latte o simili quisquilie, mi porterà a far scendere il livello d’ansia e a poter lavorare con maggiore lucidità su queste nuove consapevolezze. Continuerò ad approfondire la lettura del blog. (Ti faccio i complimenti anche per le frequentatrici del blog, nella stragrande maggioranza si percepisce a pelle l’intelligenza E la profondità di chi commenta)
      -3
      Rispondi a Madame Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 12 mesi fa (27 Novembre 2018 14:36)

      Diciamo che io mi sono messa nella posizione di fare selezione, ma i complimenti vanno a loro, che sono donne non solo intelligenti, ma con la voglia di cambiare e di mettersi in discussione, le caratteristiche meno diffuse e più importanti da avere per costruire qualcosa di buono per sé e per gli altri. Quello/quelli che si incattano per le quisquilie e rimproverano (con quale diritto, poi?) sono dei manipolatori. Et anche stronzi. E' una loro caratteristica tipica.
      -5
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  8. Avatar di Ilaria

    Ilaria 2 anni fa (17 Luglio 2017 16:06)

    Ma quando pensi di avere valore, di volerti dare valore, non ti accontenti vai avanti...e poi? Poi passano mesi e anni e la persona giusta che ti piace non arriva mai. Non si rischia di "toccare il fondo del barile"? A me succede. Per disperazione ogni tanto "raccatto" quel che trovo, poi non mi fa sentire gran che meglio in effetti..
    4
    Rispondi a Ilaria Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 2 anni fa (17 Luglio 2017 20:37)

      Parli di avventure, spero ...
      0
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

    • Avatar di max

      max 2 anni fa (18 Luglio 2017 0:51)

      quanti anni hai ilaria, per curiosità?
      -2
      Rispondi a max Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 3 mesi fa (4 Agosto 2019 21:43)

      Parlavo proprio oggi in piscina con un amico dei concetti espressi in questo articolo. Non c'è niente di peggio della spinta del bisogno di avere una relazione e del affetto di prendere la prima o il primo che arriva per appagare questa mancanza.Si danneggia se stessi e l'altra persona.O peggio ci si infila in rapporti insani pur di averne uno.S tare soli fa paura e ultimamente sono angosciato da questo senso di vuoto. Ma non voglio e non posso per rispetto di me stesso colmare questo vuoto con una persona sbagliata. Voglio una relazione per costruire qualcosa di importante. Ultimamente avevo incontrato una persona con cui costruire qualcosa pareva possibile. Ma al di là del suo comportamento ambiguo e irrispettoso io ero l'unico a voler costruire. Ho capito dopo che il mio bisogno mi rendeva cieco all'ovvio: era la persona sbagliata.
      -4
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Ally

      Ally 3 mesi fa (5 Agosto 2019 0:48)

      Caro Emanuele, spinti dal bisogno e non dal desiderio sano facciamo degli errori. Penso un pochino in tutti i campi... Quando siamo spinti da determinazione, voglia di realizzarci, siamo anche più concentrati e lucidi. Avevo il terrore di stare sola e che la mia relazione potesse finire. Ed é successo, anche nel peggiore dei modi. Dopo la bella botta però ho sperimentato ciò di cui avevo paura e.. Non fa così paura :D Ad oggi ho più timore del falso bene, delle bugie e della finzione piuttosto che dell'assenza di amore. In cuor mio vorrei naturalmente proprio vivermela una bella relazione, conoscerlo sto signor Amore, come dico sempre! Per questo sono qua :P Un abbraccio
      0
      Rispondi a Ally Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 3 mesi fa (5 Agosto 2019 7:16)

      Bravo Emanuele :)
      0
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di ...hai perfettamente ragione, il tempo scorre più in fretta di ciò che cerchiamo...

      ...hai perfettamente ragione, il tempo scorre più in fretta di ciò che cerchiamo... 12 mesi fa (30 Novembre 2018 18:11)

      Forse siamo noi che ci siamo arroccati su ciò che credevamo... purtroppo i più parlano di valori...molti dicono "amore"... Ma pochissimi sanno cosa sono i valori e l'importanza di dire "amore"
      0
      Rispondi a ...hai perfettamente ragione, il tempo scorre più in fretta di ciò che cerchiamo... Commenta l’articolo