Ma che cos’è questa benedetta zona amicizia?

la zona amiciziaZona amicizia: è un termine recente e molto spesso abusato – sia dagli uomini, sia dalle donne – per definire una relazione platonica (cioè senza i “benefici” del sesso) tra un uomo e una donna. Il fatto è che a uno dei due partner piacerebbe moltissimo fare sesso, ma all’altro no. Questo disequilibrio fa nascere l’ambiguità della zona amicizia. Pare che il termine nasca in America (ma guarda un po’, quando si tratta di cose strane che riguardano le relazioni), dopo la messa in onda – nel 1994 – di una puntata della serie tv Friends nella quale uno dei protagonisti definisce il proprio amico, innamorato senza speranza di un’amica comune, “il sindaco della zona amicizia”.

Ben prima, e cioè nel 1989, il tema dell’amicizia tra un uomo e una donna era stato affrontato, sempre dagli americani, nel celeberrimo film Harry ti presento Sally. Se non l’hai mai visto – magari perché nel 1989 neanche eri nata – corri ai ripari e vedi di procurartelo subito: i dialoghi, le battute e le trovate di quel film sono da non perdere, “a prescindere”.

"Uomini e donne non possono essere amici perché il sesso ci si mette  sempre di mezzo. Harry in Harry ti presento Sally"

Beh, questa è la storia del modo di dire “zona amicizia”. E tu magari ti starai chiedendo: “ma Ilaria, che cosa me ne importa a me della storia del modo di dire “zona amicizia”?” Uhm, se ci pensi bene, la storia è interessante. Pensa ai tuoi nonni: te li vedi, ai tempi in cui erano giovani, dirsi tra loro o rispetto a un altro partner o un’altra partner: “Noi due possiamo essere solo amici”? Naaahhh, una volta non esisteva il concetto di “zona amicizia”. O si stava insieme, oppure ognuno per la sua strada… Non ti dà da pensare questo fatto? Non ti viene il sospetto che il concetto di “zona amicizia” sia l’ennesima menata di un modo moderno di affrontare le relazioni che trova sempre un sacco di giustificazioni e scuse e si fa – scusami il termine – tantissime seghe mentali?

Zona amicizia e relazioni tra uomo e donna

Gli usi, i costumi e le abitudini degli esseri umani cambiano e si evolvono. Per esempio, la questione “zona amicizia” fino a poco tempo fa era un problema che in genere toccava soprattutto gli uomini. Era l’uomo, tra i due, che più spesso si sentiva dire da una donna dalla quale era attratto: “Mi sei simpatico, sto bene con te e mi diverto, ma noi possiamo essere solo amici.” E, zac, il nostro si vedeva rifiutato – con garbo eh, grande garbo, sia ben chiaro e magari anche un sacco di complimenti sul suo buon carattere – l’elemento che in effetti rende davvero speciale e unico il rapporto tra due persone. L’intimità sessuale.

Ora, a dirla tutta, gli uomini, che hanno preso a prestito e fatte proprie alcune abitudini un tempo tipicamente femminili – tipo: depilarsi, tingersi i capelli, andare dall’estetista – e dopo aver sperimentato anni di “zona amicizia”, hanno ben pensato, che al pari della manicure, anche loro possono mettere in atto la fantastica strategia della “via di mezzo”, la zona amicizia.

"Nessun uomo può essere amico di una donna che trova attraente, vuole sempre portarsela a letto. Harry in Harry ti presento Sally"

Zona amicizia e chiodo fisso sul sesso

Qualche giorno il famoso coach Claudio Belotti ha scritto un articolo per il blog intitolato Uomini e donne: capire l’incapibile e una lettrice ha commentato: “Il sesso per voi NON è un chiodo fisso. O almeno, non lo è, se non lo ottenete subito… o in tempi ristretti. Se vi abituate alla piacevolezza della persona che avete intorno, dopo vi è assai difficile ‘partire all’arrembaggio’ per paura di rovinare il bel rapporto che, inaspettatamente, si è instaurato. Non volete la relazione, ma non sapete nemmeno più fare a meno della donna che avete scoperto e che doveva essere ‘solo’ una ‘trombatina’….. ‘trombatina’ che poi alla fine manco c’è stata. Nel frattempo, la donna si è pure rosolata e vi concederebbe ben più che una perla fra le lenzuola, ma il rapporto rimane nello stallo amicale. Io aspetto sempre e caldeggio, un bel post sulla ‘zona amicizia’. Vero Ilaria che ce lo fai?”

Allora, eccomi qui a parlare della zona amicizia e nello stesso tempo ho l’impressione che la lettrice e commentatrice, come spesso accade a tutti noi quando pensiamo che il nostro vissuto particolare sia comune a tutti gli altri, parli di una storia ben precisa, che la riguarda da vicino e della quale io, per ovvi motivi, non conosco i dettagli.

"Stai dicendo che un uomo riesce ad essere amico solo di una donna che non è attraente? Sally in Harry ti presento Sally"

Che cosa significa essere nella zona amicizia?

Allora, per non fare confusione tra caso singolo e casi generali, il tema richiede una serie di distinguo. Un tempo – agli esordi del concetto di “zona amicizia” (e magari ancora al giorno d’oggi, quando si tratta di rapporti tra adolescenti), –  si veniva “confinati” nella zona amicizia quando uno dei due partner aveva grande considerazione – a parole – dell’altro, ma non si sentiva attratto sessualmente. Non aveva il coraggio di dirgli: “caro, sono un po’ una vigliacchina, mi fa piacere stare con te, perché ti presti, sbavandomi dietro, a farmi da cavalier servente, non ho nessuno di meglio per le mani in questo momento, tu mi stai pure simpatico e sai un sacco di cose, ti stimo (la stima è importante, eh! ;)), ma l’idea di venire a letto con te, mi ripugna.”

Avventura o amore vero? Scopri se la relazione che stai vivendo è una storiella temporanea o è destinata a durare nel tempo...

Poi, dài, lo sanno tutte le vere tiracazzi che se alla fine cedi, il cavalier servente (ooops, volevo dire l’amico) non ti porta più le bottiglie d’acqua a casa dal supermercato.

"Harry, ti sembrerà impossibile ma non venire a letto con te non mi è mai sembrato un sacrificio. Sally in Harry ti presento Sally"

Ma il sesso è poi davvero così importante?

Ma procediamo con calma, e lasciamo da parte il passato. Veniamo all’oggi. Oggigiorno non è più nemmeno vero che si è tenuti in congelatore nella “zona amicizia” perché non si è attraenti o non si è considerati attraenti. E questo vale sia per gli uomini, sia per le donne. Cioè: oggigiorno puoi incontrare molto facilmente un uomo che vuole tenerti nella zona amicizia e che nello stesso tempo ti considera molto attraente, anche e soprattutto dal punto di vista sessuale.

Come è possibile? Per comprendere quello che sembra impossibile serve andare oltre il modo usuale di vedere le cose. Per esempio, serve considerare che non sempre e non per tutti il sesso è un richiamo così importante. O, meglio, molto spesso lo è, solo che fare sesso viene considerato rischioso, in quanto rende la relazione più profonda, concreta e coinvolgente, complicato (per molte persone, uomini e donne, fare sesso implica “scoprirsi” e avere intimità e l’intimità terrorizza molti), faticoso (sì, alcuni considerano il sesso un’attività impegnativa, per la quale il gioco non vale la candela) e “compromettente” (una sorta di “salto del fosso”, come si diceva una volta, dal quale è difficile tornare indietro).

La “trombatina”, come la definisce la nostra amica, non è di grande interesse per alcuni uomini, soprattutto se si considerano i tanti problemi che ci affliggono al giorno d’oggi: il lavoro – che è troppo o manca – il tempo – o piove, o c’è il sole – il “mister” della squadra che viene licenziato un giorno sì e un giorno no. La “trombatina” è davvero troppo. Figuriamoci le altre “perle fra le lenzuola”. Se si tratta di perle, perbacco, c’è il rischio di non esserne all’altezza. E chi ha voglia di rischiare?

La famosa zona amicizia invece permette di disimpegnarsi, di non impegnarsi e anche di non rimanere del tutto soli. Oltrettutto dà la magnfica sensazione – seppure enormemente falsa – di essere amati, corteggiati e apprezzati da qualcuno che ci piace. E tutto questo senza nemmeno una goccia di sudore…

La domanda è: perché mai tu dovresti accontentarti di restare nella zona amicizia e non coltivare attivamente il desiderio, l’ambizione e la determinazione di un uomo che con te si impegni sul serio?

P.S. E’ scoppiata l’estate, è il momento giusto per intraprendere i percorsi che io propongo: I 7 Pilastri dell’Attrazione e Come sedurre un uomo senza stress.

Lascia un Commento!

109 Commenti

  1. Avatar di Francesca

    Francesca 2 anni fa (6 Settembre 2018 10:25)

    Buongiorno Ilaria! Penso di aver incontrato un indovino che mi ha messo nella zona amicizia dopo pero' che la " trombatina" ha avuto luogo! Mi spiego meglio, ci siamo conosciuti ad aprile , dopo circa un mese corteggiamento allucinante e progetti per il futuro! Ad agosto week end al mare insieme e famosa " trombatina" che a me e' stata bene avendo terminato una relazione di 18 anni da poco...Al ritorno la famosa frase" e' un'amicizia, ci conosciamo da poco ma potrebbe diventare di più" ...ci siamo rivisti da quel week end e ogni volta mi saluta con un bacio sulla guance...continuano pero' i progetti, le lunghe passeggiate etc etc..siamo d'accordo che posso mandarlo a fare un viaggio sulla luna senza ritorno?! Grazie mille e tantissimi complimenti per il blog
    Rispondi a Francesca Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (6 Settembre 2018 10:26)

      Certo! Non cedere alla prossima trombatina.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 2 anni fa (6 Settembre 2018 13:28)

      Se ti piacciono le passeggiate, fai le passeggiate, se ti piacciono le trombatine, fai le trombatine, e se lo vuoi mandare sulla luna, mandacelo. Certe volte non capisco le domande. Cioè la trombatina è avvenuta nella prospettiva del qualcosa di più? Sai quanto sarebbe più sano se uno dicesse: toh oggi voglio fare una passeggiata, toh oggi voglio una trombatina? E se una rispondesse: toh oggi mi va / non mi va? :) Se ci raccontano le scemenze, è anche perché ce le vogliamo sentir dire e siamo prontissime ad abboccare.
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

    • Avatar di francesca

      francesca 2 anni fa (11 Settembre 2018 15:46)

      Grazie Anna! Sono piu' che d'accordo ! Ho messo la parola fine al tutto, penso di meritarmi di meglio!
      Rispondi a francesca Commenta l’articolo

    • Avatar di London

      London 2 anni fa (6 Settembre 2018 15:34)

      Buongiorno Francesca, nel caso considerala per quello che è stata: una trombatina....
      Rispondi a London Commenta l’articolo

  2. Avatar di Patrizio

    Patrizio 2 anni fa (22 Ottobre 2018 22:13)

    Approfondita e sincera analisi della "zona amicizia", sei stupendamente precisa e diretta nell'analizzare questo modo di relazionarsi, Ilaria......e quanto e' frustrante consegnare a domicilio le confezioni d'acqua a chi daresti pure la tua anima pur di essere ricambiato nei sentimenti......
    Rispondi a Patrizio Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (22 Ottobre 2018 22:18)

      Questo messaggio mi ha divertito teneramente. Ci sono legioni di signore che si strapperebbero il cuore e lo lancerebbero oltre l'orizzonte se potessero avere un uomo che porta a casa la cassa dell'acqua dal supermercato o porta giù l'immondizia. Ah, che mondo triste! Tu pretendi di più! E non fare il cameriere di nessuno!!!
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di patrizio

      patrizio 2 anni fa (24 Ottobre 2018 12:00)

      ....grazie Ilaria, la mia è stata una storia veramente sofferta dalla quale sto cercando di risollevarmi e smettere di fare il cameriere perché poi lei la trombatina se la faceva con uno di 20 anni più grande all'interno di un circolo musicale il quale beneficiava delle attenzioni di lei a costo zero......mentre io correvo per lei dalla mattina alla sera. ci sono dei momenti in cui mi vergogno di come mi sono svenduto ed umiliato.
      Rispondi a patrizio Commenta l’articolo

    • Avatar di Mario

      Mario 1 anno fa (18 Gennaio 2019 13:54)

      Io non mi sento umiliato o svenduto.Una cosa simile è successo anche a me. La trombatina la collega se l'è fatta con un cliente dove noi lavoriamo, a me solo petting, ma ora non esiste per me, lei. Quando si alza un muro, bisogna anche considerare cosa si lascia dietro quel muro. Che stupida, pensavo ad una Venere invece. Se vuole riallacciare i rapporti deve solo fare una cosa. Altrimenti inutile che fa finta di niente, per me non esiste più
      Rispondi a Mario Commenta l’articolo

  3. Avatar di Mario

    Mario 1 anno fa (18 Gennaio 2019 13:42)

    A me è successo che una mia collega voleva vedermi come amico a tutti i costi, ma io nonostante le mie insistenze non l'ho persuasa abbastanza, forse, dal non voler essere considerato un semplice amico. Ripetuti assalti non hanno sortito l'effetto sperato, quello di farci sesso.Barricate e difesa ad oltranza della sua figa. Sta di fatto che dopo lei è andato a letto con un altro e abbiamo troncato qualsiasi rapporto. Sarà stato semplice forma di difesa o cosa? Sta di fatto che adesso ci siamo antipatici e indifferenti. Aspetto un gesto di distensione da parte sua, che lei si decida a venire a letto con me altrimenti, amen.Ma con lei ho chiuso. Fa finta di niente di fronte alla mia indifferenza, rivolgendomi la parola o salutandomi ma io muto come un pesce. Forse fa finta di non capire che tra me e lei se non si fa l'amore non ci potrà mai essere nulla.Soprattutto adesso.Ed è pure sposata, mah. Chi ci capisce è bravo.Eppure gli piacevo. Cose da pazzi
    Rispondi a Mario Commenta l’articolo

  4. Avatar di Alessio

    Alessio 1 anno fa (21 Gennaio 2019 1:27)

    So che è un sito per donne ma pare che per i maschi non ci siano XD; comunque , sono amico di una ragazza ma ho paura di innamorarene e ciò potrebbe rovinare tutto , a me piace il rapporto innocente che abbiamo e questo mi basta, ma ho paura del mio lato "oscuro" che ogni maschio etero possiede :/ . Cosa posso fare ?
    Rispondi a Alessio Commenta l’articolo

  5. Avatar di April

    April 1 mese fa (17 Aprile 2020 11:56)

    Ciao Ilaria. Mi sembra di rilevare che, spesso, quando gli uomini si interessano a me, finisce per nascere un'amicizia. Sembra che dall'attrazione si passi spontaneamente all'amicizia. Sia nella vita reale che virtuale. Un percorso inverso di cui non so darmi spiegazione. Recentemente ho ricevuto la chiamata dall'estero di un amico virtuale. Giorni fa quest'uomo aveva espresso il desiderio di parlarmi, precisando che era sposato e che non cercava sesso. Al telefono abbiamo parlato del più e del meno, proprio come con un'amica che non si sente da tempo. Non che la cosa sia da disprezzare, però sono dispiaciuta e vorrei capirci di più per superare questo nodo. Di sicuro un motivo ci deve essere. Mi sorge il dubbio che ,non trovandomi adatta a loro dal punto di vista sentimentale, alcuni uomini decidano di dirottare il rapporto sull'amicizia, essendo comunque io una persona che vedono come positiva. Ricordo due eccezioni alla regola dell'amicizia. Non so se è questo sia un problema solo mio o anche di altre donne, comunque mi fido di te: vorrei la "diagnosi" e anche le dritte per la cura. Precisazione doverosa: non sono una strafiga, ma credo di essere carina. Negli ultimi anni ho anche personalizzato sempre di più il mio look e diversi uomini sembrano apprezzare la mia apparenza. Conto su di te e su di me. Cari saluti. April
    Rispondi a April Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 mese fa (19 Aprile 2020 14:47)

      Ciao April, una premessa e un ripetizione con parole diverse di un concetto che ho già ribadito diverse volte: "virtuale" significa che non c'è, che non esiste, che non è reale. Immaginiamoci una attrazione virtuale, quando l'attrazione è fatta di odori di sapori di sensi di ferormoni e via dicendo. Non esiste un'attrazione virtuale. E quindi nemmeno telefonica. Semmai in virtuale ci sono gli inganni, le bugie, le maialate. Che tipo di rapporto pensavi di instaurare con un uomo sposato che senti solo al telefono? Non mi dire un rapporto di amicizia e non mi dire che hai parlato con lui come si fa con un'amica che non si sente da tempo. Cioè, lui ti chiama, è sposato e ti dice che non cerca sesso. Già io coloro che dicono "Io voglio, io cerco..." a un'altra persona mi fanno interrogare sul "Ma che accidenti vuoi da me? Se vuoi qualcosa o cerchi qualcosa, vai dal ferramenta o su Amazon..." Nessuno può volere niente da nessuno. Probabilmente in quella prima telefonata lui ha un po' ammazzato il tempo e spento la noia e sondato il terreno per capire se nelle prossime poteva chiederti foto hot. Ormai è uno schema talmente comune e scontato che ci vuole davvero poco a capirlo. La domanda è: perché tu ti sei prestata a questo gioco? Che cosa andavi cercando? Io non faccio diagnosi e non stabilisco cure e sbagli a contare su di me. Cerca di avere contatti reali con uomini sani, non impegnati e non alla ricerca di rapporti morbosi e pruriginosi. Diffida di chi non conosci e che dice che con te "vuole un'amicizia". Non siamo ridicoli...
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di April

      April 1 mese fa (20 Aprile 2020 16:54)

      Ciao Ilaria. Forse non mi sono spigata bene. So che tu ritieni i rapporti virtuali dei non rapporti, ma il mio era solo un esempio. Infatti ho specificato che il problema si presenta sia nella vita virtuale che in quella reale. Ho nominato entrambe perchè pensavo che magari ci fosse un nesso. Già, ma a questo punto forse devo chiarire meglio qual è il nodo da sciogliere, perchè mi sembra che si finisca fuori tema. Cerco di essere sintetica (e rimaniamo pure nel reale): perchè quando conosco un uomo, la conoscenza si evolve spontaneamente in amicizia anzichè in relazione sentimentale, pur essendo carina e dotata di un buon bagaglio culturale? Questo è il punto fondamentale e in questo senso contavo su di te per avere una dritta. Riguardo agli uomini sposati, mi interessano per studiare e vedere come ragionano gli appartenenti al sesso maschile e anche per capire come mi vedono loro. Lo faccio anche con quelli che vivono nel mio condominio e anche con i mariti delle mie amiche. Mi sembra utile. Tu stessa hai suggerito in uno dei tuoi percorsi di studiare le coppie che funzionano. Riguardo alla telefonata, potrei aver peccato di ingenuità (e mi dà fastidio, però non mi sembra di essermi cacciata in chissà quale guaio) ma sempre ai fini di studio.
      Rispondi a April Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 mese fa (20 Aprile 2020 18:45)

      Io non dico di "studiare", io dico di "osservare", è diverso. Se tieni rapporti con uomini sposati sbagli due volte: gli uomini sposati che dedicano il loro tempo a donne libere non sono grandi esempi di uomini e poi non si tengono rapporti con le persone per "studiarle", sono esseri umani non cavie. Se, agli altri, ti avvicini con lo stesso atteggiamento di supposta superiorità, difficile che si instauri un rapporto autentico. E ricorda che a nessuno interessa del bagaglio culturale di un'altra persona, quanto della sua capacità di entrare in connessione. Non perdere il tuo tempo a "studiare" gli altri, soprattutto gli uomini sposati. Impegnalo a vivere.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di April

      April 1 mese fa (24 Aprile 2020 15:56)

      Ciao Ilaria. Per me dall'osservazione allo studio il passo è breve. Ci starò attenta. Il paragone con le cavie è azzeccato, per quanto non piacevole. Non concordo sulla generalizzazione dei rapporti uomo sposato - donna single. Un conto è instaurare rapporti nuovi e un conto sono rapporti che si hanno da tempo, con amici di vecchia data. Ad esempio, un mio amico sposato mi dà al bisogno una mano per gestire una situazione familiare difficile, con il benestare della moglie, che si fida ed è mia amica. Rifiutare qualunque contatto con un uomo sposato mi sa tanto di talebanesimo (termine coniato ora da me). Riguardo al bagaglio culturale, oso sperare che qualcuno ci tenga. Io vivo di pane e cultura. Non si tratta di un modo di sfoggiare conoscenze (supposta superiorità) ma di un piacere profondo. Amo imparare e se qualcuno ne sa più di me, raddrizzo le antenne per apprendere. Riguardo al creare connessioni, concordo sul fatto che si tratti di un piano diverso e su questo punto ci sono lavori in corso ( con pochi la connessione è spontanea, con alcuni impossibile, ma credo sia così per tutti). Mi piace il tuo finale che mi invita a usare il tempo per vivere. Lo tengo presente, ma anche studiare fa parte della mia vita. April
      Rispondi a April Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 mese fa (24 Aprile 2020 16:28)

      Ciao April, non è assolutamente necessario essere d'accordo con me e compiacermi. Tu hai parlato di un amico "virtuale" che non conoscevi e non conosci e che ti ha detto che era sposato e che non cercava sesso. Quindi non parli di un amico di vecchia data. E se a me un uomo sposato amico o non amico mi specifica "non cerco sesso" io gli sputo in un occhio, perché è un povero pirla. Poi ognuno può raccontarsi quello che vuole della propria vita e cantarsela e suonarsela come preferisce. Io ritengo inoltre che ci sia una bella differenza tra studiare "La Critica della Ragion Pura" e il comportamento di un povero pirla sposato con cui ci si telefona senza un perché. Tutto qui. Ribadisco, non dobbiamo essere d'accordo. E allo stesso tempo non mi va che mi si provi a convincermi del fatto che la terra è piatta e gli asini volano e i pirla non sono pirla.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 mese fa (24 Aprile 2020 17:57)

      Magnifica Ilaria :D :D :D
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di April

      April 1 mese fa (24 Aprile 2020 18:50)

      Ciao Ilaria. Grazie per la tempestiva risposta. Ho capito la tua posizione sul tipo virtuale, ma in un commento io ho parlato anche dei mariti delle amiche. Quindi la tua risposta mi ha fatto pensare che tu fossi contraria in senso generale ai rapporti di amicizia/ conoscenza tra uomini sposati e donne single e io, invece, ho avuto situazioni reali che dimostrano tale possibilità. Di conseguenza, sono andata in confusione. Ora tutto mi é più chiaro. O, almeno, spero. Riguardo allo studio, mi piace studiare qualunque cosa... quindi sono finita a studiare anche gli umani del condominio e, forse, anche un pirla! Che ci vuoi fare! 😂 Per il resto non ci penso proprio a convincerti: ognuno ha il suo punto di vista e se scrivo che sono d'accordo é solo perché confronto le posizioni con il mio interlocutore e credo che anche trovare qualche punto in comune faciliti la famosa connessione. Sbaglio? Forse. Però nessuno ha ancora risposto a quella che era la domanda del primo commento, quella per cui ho scritto: perché facilmente quando conosco qualcuno dall'attrazione iniziale si passa all'amicizia e non all'amore. Domanda insolita, probabilmente. Non deve essere così facile rispondere, eppure una risposta c'è.
      Rispondi a April Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 mese fa (24 Aprile 2020 18:59)

      Perché ti poni come amica e non come partner. Ti poni in posizione neutrale e non da donna che vuole sedurre ed essere sedotta. Tant'è che rimarchi continuamente la tua amicizia con gli uomini sposati, mariti delle tue amiche o no. E' uno scudo che metti tra gli uomini e te: ho rapporti con gli uomini, certo, rapporti di amicizia, tant'è che sono i mariti delle mie amiche. In un mondo normale è normale essere amici con i mariti delle amiche e amiche delle mogli degli amici. Ma tu hai paura della seduzione, gli uomini passano all'amicizia. Non è una domanda insolita, è comunissima. Di solito capita agli uomini finire nella zona amicizia, ma anche alle donne. Quelle che fanno le ascoltatrici sempre disponibili, il surrogato della psicologa o dell'assistente sociale. Non c'è eros. E' l'eros che tu eviti.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di April

      April 1 mese fa (24 Aprile 2020 20:57)

      Goooooal! Bravissima Ilaria. Anch'io stavo incominciando a pensare che il problema avesse a che fare con il mio modo di pormi e che forse, inconsciamente,trasmetto desiderio di amicizia e a quello gli uomini corrispondono. Però tu hai completato il pensiero e ti sei espressa benissimo, come io non avrei saputo fare.👏👏👏 Adesso devo scoprire perché ho paura della seduzione e come superare questa paura. Le paure sono fatte per essere superate. Magari ci scappa anche qualche articolo tuo, visto che non sono l'unica ad avere il problema. 😉 Buona notte e...grazie!
      Rispondi a April Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 1 mese fa (24 Aprile 2020 22:34)

      Concordo con Ilaria. April, ricordati "la 'regola dell'amico': se sei amico non ci combinerai mai niente, mai, non vorrai rovinare un così bel rapporto" :) Non è che trasmetti desiderio di amicizia e a quella gli uomini corrispondono. Se sei interessata lo capiscono eccome, e quanti uomini ci sono interessati davvero all'amicizia con una donna? Pochi, per lo più gay. Semplicemente, o sono i mariti delle tue amiche e ti vedono come una sorella (ed è giusto che sia così eh, anche per me i compagni delle mie amiche e mio cognato sono asessuati), oppure non ti trovano intrigante. Anzi, è possibile che ti chiamino per chiederti consigli per conquistare un'altra. Non farti "friendzonare", come si dice in gergo millennials. E secondo me c'è anche poco da scoprire. Hai paura di risultare ridicola invece che sexy, di non saperci fare. Sostanzialmente, hai paura del rifiuto. Paura comune a tutti. Fortunatamente però, per intrigare un uomo non occorre necessariamente saper eseguire la danza del ventre. Bastano un po' di sicurezza e sorrisi, battute, femminilità, mistero. L'essere troppo simpatiche non paga, si rischia di diventare dei giullari di corte. E nemmeno troppo comprensive e ascoltatrici, che è un attimo ritrovarsi a sorbirsi tutte le vicissitudini con la sua ex. Ma che ti frega di lui, neanche lo conosci, non sai se è una persona di valore o si rivelerà una mezza calzetta. Catalizza la sua attenzione su di te, anche con i silenzi, e, se vedi che non funziona, sparisci.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di April

      April 1 mese fa (25 Aprile 2020 11:59)

      Ciao Vic. Grazie per il commento. In sintesi, paura della seduzuone e dell'eros (Ilaria) e paura del rifiuto (Vic). Queste paure spiegano perché mi trovo bene a parlare con gli uomini sposati. La mia psiche sa che io sono corretta e non farei MAI qualcosa per separare due persone unite da un vincolo, così lei se ne approfitta perché io non metto in pratica né seduzione né eros e non esiste il problema del rifiuto (é normale non essere considerati a livello di eros da un uomo sposato). Furba la mia psiche!
      Rispondi a April Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 1 mese fa (25 Aprile 2020 14:27)

      "E' normale non essere considerati a livello di eros da un uomo sposato". Beh, insomma, tutta la categoria delle amanti di uomini accasati con prole potrebbe smentirti in un nanosecondo :D In realtà, non vieni considerata se non ci metti l'eros, come dice Ilaria. La malizia, la volontà di sedurre. Ti ricordi il film "American Beauty" con Kevin Spacey? Perché lui era ossessionato dalla ragazzina, coetanea di sua figlia adolescente? Perché la ragazza era maliziosa, sensuale, provocante e intenzionata a sedurlo. Cosa c'entra l'essere sposati o padri della migliore amica, o parenti o mariti della sorella? E' forse la moralità che dirige il tutto? No, è la volontà. Che non ha bisogno di aggettivi, quindi non è né morale né amorale, dal momento che le situazioni sono relative, e tutto dipende dalla prospettiva in cui si guarda e dalla propria scala di valori. La volontà è frutto di una scelta. Tu scegli di non sedurre i mariti delle tue amiche e gli uomini sposati, è una tua decisione.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 mese fa (25 Aprile 2020 15:11)

      Appunto, gli uomini sposati sono la categoria più facilmente seducibile al mondo. Parlo per via generale, ci sono ottimi mariti e uomini serissimi. E poi, ripeto, è naturale essere amici dei partner degli amici (lasciando perdere anche la famosa questione delle tresche e del fatto che storicamente ci si mette le corna tra mariti e mogli degli amici). Diciamo che in un contesto normale e di non vizi privati e di pubbliche virtù, è normale avere buoni rapporti con i coniugi delle amiche/amici. Anche se non so se la definirei amicizia, dipende. Con molti puoi essere solo cordiale, con qualcuno davvero amica. Se ho bisogno del parere di un avvocato, mi è facile tirare su il telefono e chiamare il marito di una mia amica. E'amicizia, solidarietà umana, legame di sostegno? Certo non ha nulla che vedere con il mettersi in gioco eroticamente (e ci manca pure).
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Cristina

      Cristina 1 mese fa (25 Aprile 2020 15:31)

      Ilaria scusami se ti chiedo un approfondimento: gli uomini sposati sono in generale più facilmente seducibili poichè si sposano perchè "va fatto"/comodità/altri vantaggi e non vivono con rispetto e onestà? Invece un uomo serio perchè lo vuole davvero, quindi non si lascia sedurre? Giusto? O per qualche altro motivo che mi sfugge?
      Rispondi a Cristina Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 mese fa (25 Aprile 2020 16:27)

      La mia è una provocazione e una battuta, su uno stereotipo molto comune e che è difficile smentire: che piaccia o no e lo vediamo ogni anche sul blog, gli uomini (se gli tira, cosa non scontata) sono sempre pronti a farsi una tro***ta perché considerano le donne delle commodities e anzi preposte a soddisfarli. Direi che non tutti gli uomini si sposano per amore così come non tutte le donne ed è pieno di matrimoni malriusciti. Ma sai, separarsi e cambiare strada fa fatica. Invece qualsiasi panzone inch***bile e sposato trova la donna disposta ad andare a letto con lui, per amore, ovvio (da parte di lei). E perbacco allora, perché non approfittarne, nei secoli dei secoli e per i secoli?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Cristina

      Cristina 1 mese fa (25 Aprile 2020 16:42)

      Parliamo quindi dei tanti (purtroppo credo la maggioranza) che si sposano tanto per e poi è più comodo avere amante/i per "animare" la propria vita piuttosto che dividersi... avevo capito giusto. Grazie Ilaria.
      Rispondi a Cristina Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 mese fa (25 Aprile 2020 17:36)

      Guarda non tutti sono così e poi anche avere l'amante è cosa da vecchi tempi. Una da portarsi a letto. Basterebbe non stare al gioco. Ma a certe persone le soluzioni facili fanno troppo poco tragedia.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Cristina

      Cristina 1 mese fa (25 Aprile 2020 17:52)

      Sisi certo, le persone oneste e serie ci sono sia tra uomini che tra donne ovviamente. Suppongo che anche per questo sia essenziale osservare e leggere i segnali di chi ci sta davanti... l'"uomo" che quando è con me si gira al passare di ogni ragazza scosciata è lo stesso che magari sul lavoro flirta con la collega della scrivania a fianco, così come quello che crede che "le donne sono tutte rompi*******i" e sono buone solo per il sesso, è lo stesso che poi va magari a sedurre sui siti di incontri per persone sposate. Detto in poche parole.
      Rispondi a Cristina Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 mese fa (25 Aprile 2020 18:25)

      Sì, quello che guarda la ragazza scosciata è tutto questo più un morto di figa, eh! Chiamiamo le cose col loro nome.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Cristina

      Cristina 1 mese fa (25 Aprile 2020 18:35)

      Ahah si beh era un "segnale" che mi era venuto in mente tra i tanti, ma si! È anche questo. Ma del resto, "il corpo femminile è un'opera d'arte", "un dono della natura". Che vuoi frenare il Piero Angela che è in costoro?
      Rispondi a Cristina Commenta l’articolo

  6. Avatar di April

    April 4 settimane fa (2 Maggio 2020 16:31)

    Ciao Vic. Sarò sintetica: 1 - riguardo alla frase: "E' normale...", hai ragione. Avrei dovuto scrivere: " Dovrebbe essere normale..." Sono cresciuta con un padre fedele e ho dato per scontato che fosse normale; 2 - credo che la moralità dia delle regole e che con la volontà possiamo decidere di seguirle oppure no; 3 - eros, seduzione e malizia: avete ragione tutte e due, ma, visto che le cose stanno così, mi sa che mi devo arrendere. Una ragazza che mi conosce bene ( e vivendo sotto lo stesso tetto per un po' di tempo ci si conosce di sicuro) disse che non ero capace ( a catturare un uomo N.D.R). E' vero e non credo proprio di riuscirci. Forse è meglio che mi dedico a cose che mi danno più soddisfazione. Grazie a Ilaria e a te per l'aiuto nel fare chiarezza. Buon pomeriggio.
    Rispondi a April Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 4 settimane fa (2 Maggio 2020 17:17)

      Ciao April, nemmeno per sogno, non ti abbattere! Coltiva tutto ciò che ti dà soddisfazione, ovviamente, e, nel frattempo, io ti consiglio solo di aprire gli occhi, perché anche mio padre è fedele ma non per questo credo che lo siano tutti gli uomini, specialmente ai nostri tempi, e di aspettare quello giusto. Sei una timida, ok. Ma Adriana troverà il suo Rocky, vedrai :)
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo