Capire un uomo: stare bene insieme per amare ed essere amata

capire un uomoCapire un uomo: è davvero così importante? Certamente sì, senza dubbio e senza esitazione. Bene, mi esprimo con una dichiarazione lapidaria: la via alla felicità è prima di tutto nel capire se stessi – il famoso “conosci te stesso” che piaceva tanto agli antichi” – e, subito dopo, capire gli altri.

Il desiderio di capire te stessa nasce da un atteggiamento mentale che esprime amore, considerazione e attenzione. Ti permette di stare bene, di darti quello di cui hai bisogno, di aumentare la tua autostima. Di percepire davvero tutto il tuo valore. E anche di superare l’insicurezza e di raggiungere la serenità. La comprensione di sé arriva nel momento in cui si smette di giudicarsi severamente e di rimproverarsi per gli errori che si commettono. Ci hai mai pensato a questo?

"La tendenza a giudicare gli altri è la più grande barriera alla comunicazione e alla comprensione. Carl Rogers"

Capire un uomo significa desiderare di conoscerlo, di scoprire un territorio sconosciuto e diverso (gli altri sono tutti diversi da noi, che siano uomini o donne!) e anche di andargli incontro, incontrarsi con lui a metà strada. Questo è il succo delle vere storie d’amore, di un rapporto di coppia che funziona per davvero. E anche delle relazioni che danno soddisfazione, comprese quelle che non sono relazioni sentimentali.

Capire un uomo: attenzione alle intenzioni troppo buone

Attenzione signore mie, perché so già che mentre avete letto le parole di cui sopra, uno sbarluccicchìo vi è comparso nelle pupille degli occhi. So che molte si sono sentite autorizzate a moltiplicare i propri sforzi di comprensione totale, tacita e sacrificale verso un partner o verso un partner potenziale. No, care, non vi sto dicendo affatto che voi dovete usare la vecchia tecnica di comunicazione tecnicamente definita dello “zerbino”. Non dovete annullare voi stesse per capire la delicata psicologia di Sua Maestà il Maschio.

Questo non c’entra nulla. Avere una relazione sana e – soprattutto – appagante, significa rapportarsi alla pari, non secondo un meccanismo di dipendenza e di manipolazione. Chiaro?

Una relazione deve essere soprattutto soddisfacente, piacevole, portare ricchezza interiore. Lo dico spesso che, per una storia d’amore bisogna pensarla come la pensava il famosissimo slogan del caffé: “Il caffé è un piacere. Se non è buono, che piacere è?”

Ecco, una relazione è un piacere, se non è buona, che piacere è?

Questo bisognerebbe stamparselo a caratteri di fuoco nel cuore e soprattutto nella testa, non credi?

Lo stesso, guarda un po’, vale quel che riguarda capire un uomo. Capire un uomo è un piacere, dato che capire un uomo ed essere capita da lui significa sostanzialmente amarsi. L’amore non può esserci senza comprensione reciproca e senza la costante volontà di capire se stessi e poi l’altro.

"Vera comunicazione ha luogo soltanto fra persone di uguali sentimenti, di uguale pensiero. Novalis"

Ma capire un uomo non si significa “sforzarsi”, “diminuirsi”, mettersi nelle sue mani e soprattutto essere alla mercé dei suoi capricci, cattivi umori o prepotenze. Chiara la differenza?

E’ per questo che gli uomini sbagliati vanno evitati come la peste e così pure tutti i “fenomeni” che rientrano nella categoria di uomo sbagliato: il dongiovanni, il perditempo, l’indeciso, l’irresponsabile, il confuso, il rospo, il bambinone, il cretino e lo stronzo.

Capire un uomo: è importante comunicare bene

Capire un uomo, dunque, significa soprattutto decidere di crescere come persone e decidere di crescere insieme. E’ un po’ come instaurare un circolo virtuoso: tu comprendi meglio te stessa, ti metti sul suo stesso piano, comprendi meglio lui e la comprensione dell’altro ti porta a una migliore comprensione di te stessa, ancora. E così è anche per lui, in uno scambio che ha come base il desiderio di conoscere e di amare. Se stessi, l’altro, la relazione. E’ in questo senso che una relazione arrichisce la vita.

Ecco perché è importante comunicare efficacemente.

"La sincerità non consiste nel dire, ma nell’intenzione di comunicare la verità. Samuel Taylor Coleridge"

Se non c’è questo, meglio lasciarla stare la relazione e dedicarsi ad altro. Meglio preservare le propri energie per qualcuno che è disposto a ricambiare il tuo desiderio di capirti, di farti capire e di capire. Meglio non affossare te stessa in un rapporto che ti “diseduca” rispetto a una comunicazione sana e gratificante. Meglio cercare un uomo – o altre compagnie – con il quale parlare e confrontarsi alla pari.

Credo infatti che una dei maggiori benefici dell’essere in una relazione sia quello di accelerare l’appassionante processo di scoperta di sé e del mondo che poi è l’essenza della vita.

Avere un compagno accanto, un partner innamorato e interessato ed essere tu innamorata e interessata ti permette di approfondire le tue varie sfaccettature, di mettere in gioco i tuoi molti insospettabili talenti.

Tutti noi siamo un po’ simili a degli iceberg: vi è una parte emergente e visibile, che è la nostra parte più piccola. E poi vi è una parte sommersa e invisibile che la nostra parte più grande.

"Parlare è la peggiore forma di comunicazione. L’uomo non si esprime pienamente che attraverso i suoi silenzi. Frédéric Dard"

La metafora dell’iceberg viene spesso usata per spiegare la differenza tra mente conscia (quella attraversata da pensieri e intenzioni che ci appaiono in tutta la loro chiarezza) e la mente inconscia (quella nella quale si celano, invisibili, desideri, atteggiamenti e imperativi dei quali non siamo consapevoli e che ciononostante e proprio per questo determinano potentemente i nostri comportamenti e le nostre reazioni: l’inconscio, per l’appunto).

Penso che in modo un po’ diverso l’esempio dell’iceberg possa rappresentare per noi l’immagine di quel che ancora non abbiamo messo in gioco di noi stessi e degli altri. Una vera comprensione di sé e dell’altro dovrebbe disvelare con delicatezza e rispetto proprio questi nostri talenti nascosti e sopiti.

Che dici, ti sembra un buon criterio per capire te stessa, capire un uomo e costruire una bella relazione d’amore?

Secondo te, quali sono le parti dell’iceberg che sarebbe più interessante “svelare” di te e quali quelle che ti piacerebbe “svelare” di un uomo?

***

La comunità de La Persona giusta per Te è attiva anche su Facebook. Se vuoi partecipare agli scambi metti il tuo “mi piace” alla pagina.

***

Ti interessa avere un supporto pratico nel tuo percorso verso una relazione sana e soddisfacente? Non aspettare oltre.

Intraprendi i miei percorsi:

I 7 Pilastri dell’Attrazione

Come sedurre un uomo senza stress, né per te né per lui

***

 

Lascia un Commento!

89 Commenti

  1. Avatar di Emanuela

    Emanuela 5 anni fa (20 febbraio 2014 11:48)

    @Minou, diciamo che anche a me capita di scrivere per "salvarmi" :) Attendo ansiosa la risposta di Ilaria a Giovanni perché avendo lui chiesto espressamente la sua e non la nostra mi trattengo dall' intervenire...però che voglia :)
    Rispondi a Emanuela Commenta l’articolo

  2. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 5 anni fa (20 febbraio 2014 11:53)

    @ Emanuela: rispondi pure a Giovanni, sono sicura che apprezzerà.
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  3. Avatar di minou

    minou 5 anni fa (20 febbraio 2014 11:59)

    Ah ah ah, Emanuela cara, sei molto più brava di me allora, che invece parto a razzo, senza magari stare prima a controllare se davanti c'è un cancello aperto o chiuso! Dai, rispondi, anche io ho voglia di sentire e vedere cosa Minou può imparare dalla tua risposta a Giovanni!
    Rispondi a minou Commenta l’articolo

  4. Avatar di Emanuela

    Emanuela 5 anni fa (20 febbraio 2014 12:53)

    @Ilaria :) @Giovanni, i biglietti da visita hanno un ruolo importante nella promozione personale. Il tuo contiene informazioni diverse dalla tua persona. Sul tuo c'è scritto che sei legato sentimentalmente ad una ragazza e se me lo porgi io ne tengo conto, del resto se io fossi in cerca di un pittore per rinfrescare le mura domestiche non mi rivolgerei ad uno che sul suo biglietto da visita reca scritto "elettricista", poi tu mi dirai " eh, ma io so anche rinfrescarti le pareti di casa" e io mi domanderò perplessa se sei professionale davvero o sei semplicemente un tutto fare che si improvvisa, il dubbio verrebbe a chiunque, no? Ho l' impressione però che tu non voglia correggere quel bigliettino da visita fin quando non sarai sicuro che dall' altra parte si cerchi davvero il pittore, perché hai paura tu possa perdere la commessa di chi ti considera solo un elettricista. Quanta confusione! "lei era molto stanca e mi affidava le sue chiavi della > macchina, per far guidare me. Come devo considerare questo suo > comportamento?" Conosco un' amica che si è fatta aiutare in un intero trasloco della casa, eppure non era interessata al tipo. Un consiglio è di essere chiari prima di tutto con se stessi, e poi di presentarsi agli altri in modo onesto. Solo a questo punto potrai, senza giochini vari, chiederti se lei può essere interessata a te o meno. Se i tuoi segnali sono confusi non puoi pensare di interpretare quelli di altri o peggio ancora chiedere a terzi che hanno ancora meno dati cosa avete voi per la testa.
    Rispondi a Emanuela Commenta l’articolo

  5. Avatar di Barbara

    Barbara 2 anni fa (27 settembre 2016 18:02)

    E se si ha a che fare con un uomo abituato a non comunicare i suoi stati d'animo, che non si racconta, che fa davvero molta fatica a farsi conoscere nel profondo, troppo indipendente ma che comunque ha ottime qualità e una forte morale? Meglio lasciarlo perdere oppure provare ad abbattere la sua corazza? E in caso, in che modo?
    Rispondi a Barbara Commenta l’articolo

  6. Avatar di Barbara

    Barbara 2 anni fa (27 settembre 2016 20:54)

    Nulla di male ma come fare a capire e ad interagire con un uomo che non vuole farsi capire? Nell'articolo si parla di come fare veramente a capire un uomo affinché lui non si allontani e scelga di avere con te una relazione sana
    Rispondi a Barbara Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (27 settembre 2016 21:13)

      Se non vuole farsi capire, forse tanto straordinario non è :) . E se ci sono anche problemi di interazione. Uno dei più grandi "errori" di molte donne non è solo vedere la realtà con una lente deformante, pretendere di deformare la realtà (e di cambiare gli altri) a loro gusto, ma anche di presentarla in modo deformato. Ma è un inganno pericolosissimo, davvero.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 2 anni fa (28 settembre 2016 5:57)

      Sono d'accordo. Probabilmente lui non vuole proprio costruirla, una relazione - quantomeno, non con lei. Un uomo interessato a una donna puo' essere riservato (e ci mancherebbe! Un po' di riservatezza fa bene a tutti, anche alle donne), ma non mette barriere comunicative éd emotive fra lui e la donna con cui vorrebbe avere una relazione.
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo