Dimenticare un ex, il tuo presente e il tuo futuro

dimenticare un exQuando una storia d’amore finisce, il dolore, la rabbia, la paura (intesa come paura di rimanere sola o come paura del giudizio degli altri) molto spesso sono tali e tanto grandi da suscitare le emozioni più strane e spesso più contradditorie rispetto all’ex partner. C’è chi vorrebbe dimenticare l’ex, o dimenticare un ex in particolare, allontanarlo per sempre dalla propria vita, chiudere, metterci una pietra sopra. E poi c’è chi vorrebbe fare di tutto per riconquistare un uomo, per rimanere amici con l’ex, per non lasciare andare. E’ proprio così: sono in molti, uomini e donne, a non riuscire a lasciare andare, a non riuscire a dimenticare l’ex e il passato e, soprattutto a non riuscire a proiettarsi verso il futuro. Un futuro nel quale potrebbero avere quello che desiderano veramente, se solo riuscissero a dimenticare l’ex.

"Mi piacerebbe sapere chi è il mandante di tutte le cazzate che faccio. Altan"

Siamo sincere con noi stesse: anche la persona più matura ed equilibrata, la persona più adulta e realista, se possedesse la bacchetta magica e desse retta al più “profondo” e “istintuale” dei sentimenti che prova, probabilmente sceglierebbe di avere tutti gli amici possibili al mondo, tutte le ricchezze e tutti gli ex per sé. In un mondo ideale, nessuno vorrebbe litigare o rompere con nessuno, nessuno vorrebbe essere nemico di nessuno o rinunciare all’amore e alle attenzioni di qualcuno. Tutti vorremmo mantenere tutti i legami possibili e che gli altri provassero infinita simpatia e attrazione per noi per sempre.

Ecco perché molto spesso dimenticare un ex è difficile: perché con un piede vorremmo andare in una direzione – non soffrire per amore e per un ricordo che è struggente e doloroso – e con l’altra andare in un’altra direzione, cioè quella di voler a tutti costi tenere vivi un legame e una relazione che, per un motivo o per l’altro non hanno più ragione d’essere – e forse non ne hanno mai avuta.

Dimenticare un ex e il sano realismo delle persone felici

Ma come diciamo e ripetiamo varie volte qui sul blog, la tua vita – che ti piaccia o no – non si svolge nel mondo della fantasia, come nemmeno in quello della pubblicità, ma si svolge qui, su questa terra, nella realtà. E la realtà molto spesso non è come la nostra immaginazione – talvolta molto fervida, troppo – vorrebbe che fosse. E, mi tocca ribadirlo, non è la realtà che deve adeguarsi alla nostra immaginazione (non lo farebbe mai), ma è il nostro atteggiamento mentale che deve adeguarsi alla realtà. Sempre che ci interessi essere felici, ovvio. E questa piccola norma di comportamento deve applicarsi anche alla fine di una storia, alla propensione a dimenticare un ex e compagnia cantante…

"Non te la prendere. Perché per uno per cui te la prendi, c’è sempre un altro a cui gliela dai!B. Andreoli"

Perché dico questo? Perché la costruzione della nostra felicità passa proprio attraverso scelte lucide e di buon senso, anche quando si tratta di relazione tra persone e di rapporti di coppia e d’amore. Anzi, forse tanto più quanto si tratta di relazioni. So che in molte si scandalizzano nel leggere queste parole. E che ci posso fare? Ognuno è libero di pensarla come preferisce ed è libero di rimanare attaccato a vecchi schemi di pensiero che non sono produttivi. Non per tutti la piena consapevolezza arriva nello stesso momento. E alcuni, la maggioranza, neanche mai ci arrivano alla piena consapevolezza.

Dimenticare un ex e rapporti con l’ex: 6 diversi scenari

Allora, alla fin fine è bene “darsi da fare” ed entrare nell’atteggiamento mentale di dimenticare un ex o è meglio restare amici con l’ex e fare di tutto per mantenere dei buoni rapporti con lui?

Diamo innanzittutto una regola ispirata dal buon senso, dalla buona creanza e anche dalla compassione verso se stesse e verso il proprio ex: se la storia è finita è finita e non si può pensare che l’amicizia o un legame “civile” con il partner funzioni da “succedaneo” della relazione. Sarebbe una bugia bella e buona e come tante bugie non avrebbe  costrutto, anzi, sarebbe distruttiva. Ma andiamo avanti e consideriamo i possibili scenari che si presentano quando ci si lascia e si “ridefiniscono” i rapporti con l’ex. Io ne ho individuati 6.

1) il primo degli scenari possibili è quello in cui dalla relazione che è finita sono nati dei figli. Il buon senso, insieme al suo fratello maggiore senso di responsabilità dice di mantenere dei rapporti civili. In questo caso dimenticare un ex è un pochino difficile. Aggiungo: si mantengono rapporti civili se si riescono a mantenere. Ahimé vi sono ancora troppe, troppissime donne che alla fine di una relazione si trovano costrette ad assumersi ogni e tutti gli oneri dell’essere genitori perché il padre in questione non può e soprattutto non vuole farsi carico delle proprie responsabilità di padre. Vuol dire che bisogna fargli la guerra, odiarlo e farlo odiare dai figli? No. Vuol dire che bisogna darsi da fare per far rispettare i diritti propri e dei figli. Eh, lo so, è una fatica ed è una fatica che spesso va fatta, per onore di se stesse. In questo caso non bisogna avere paura né vergogna di rivolgersi alle istituzioni e alle autorità competenti e a un bravo avvocato. So bene anche che trovare un bravo avvocato è molto più difficile che trovare un uomo di valore, ma bravi avvocati e uomini di valore ci sono: perseverare è importante. Se poi, una volta che si è fatto di tutto per far valere i propri diritti, si prende totale consapevolezza che il padre dei propri cuccioli è un pezzo di pera né più, né meno, è consigliabile prenderne atto, fare il minimo sindacale per non rovinare del tutto la sua immagine davanti ai figli – probabilmente sono gli unici che fingono di credere in lui, e lo faranno ancora per poco, perché prima o poi le carte false si scoprono – e, soprattutto, cara la mia madre separata/divorziata, devi incanalare le tue energie nella direzione della tua serenità personale, che non è meno importante di quella dei tuoi figli. Ricordati che non avere rapporti o limitare i rapporti al minimo indispensabile è spesso il modo più civile e produttivo di gestire la relazione con un ex. Insomma, più che dimenticare l’ex devi pensare che, padre dei tuoi figlio o no, se è un uomo di pera, meno ci hai a che fare, meglio è. Tranquilla che i tuoi figli capiranno. I tuoi figli capiscono e vedono molto più lontano di quanto tu possa immaginare.

Dimenticare l’ex e lo sguardo proiettato verso il futuro

2) Il secondo scenario possibile è che sia stata una relazione nella quale non ci sono stati figli e che sia stata tu a lasciare il tuo ormai ex perché stufa, insoddisfatta o desiderosa di ampliare i tuoi orizzonti, magari in compagnia di qualcun altro. In questo caso è molto consigliabile che tu impari a dimenticare un ex e lasci andare quella pessima mania del controllo che ti fa tenere il piede in due scarpe. Non è leale, non è corretto e non è produttivo (per te soprattutto) proporre di restare amici.

"Il futuro si costruisce un giorno per volta. Dean Acheson"

3) Il terzo scenario possibile è che tu sia stata lasciata e che per questo tu non abbia nessuna intenzione di dimenticare il tuo ex perché sei convinta che solo con lui, per lui e grazie a lui puoi essere felice (il che, a essere obiettive, fa un po’ ridere). Ecco, come dire, questo è proprio il caso che tu ti adoperi per dimenticare il tuo ex, dato che né la storia né questo attaccamento “postumo” sono sani e funzionano. Per te.

Non riesci a dimenticare una persona e un amore finito e credi che la tua vita si sia fermata? Ricomincia a vivere al 100%. Scopri come con il minicorso GRATUITO Supernova: oltre le storie passate, la tua nuova vita. Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella email.

4) Un quarto scenario possibile – e molto più comune di quanto si pensi – è che tu accusi il colpo di una storia finita, soffra tutto quello che è possibile soffrire, riduci o annulli i tuoi rapporti con il tuo vecchio partner ma non fai nessuno sforzo per dimenticare l’ex e la vostra storia. Continui, anzi a coltivarne il ricordo, idealizzando la forza dell’amore che credevi vi unisse, sia nel bene, sia nel male: cioè la tua immaginazione fa sì che tu ti rappresenti la relazione finita come qualcosa di unico e irripetibile, nei suoi tratti positivi e negativi. Ebbene, in uno stato emotivo del genere – che per alcune si protrae per anni, se non per sempre – come è possibile trovare l’uomo giusto?

Dimenticare un ex: quando è proprio necessario

5) Un quinto scenario è che tu sia stata con un uomo sbagliato, ma proprio sbagliatissimo, uno di quelli che ti ha rovinato la vita, ti ha stravolto l’equilibrio personale ed emozionale, si è portato via gli anni più belli della tua giovinezza. Uomini del genere esistono e relazioni del genere anche. E tu che ci sei passata lo sai bene. Qui non si tratta semplicemente di dimenticare un ex: qui si tratta di iniziare un vero e proprio processo di resurrezione, una nuova nascita, l’inizio di una nuova vita. In sintesi l’obiettivo finale in questo caso è che quell’ignobile individuo non sia mai esistito per te. E’ una vera impresa, è possibile compierla ed equivale a salvarsi la vita, a guarire da una malattia incurabile, a sopravvivere a un campo di concentramento. Non esagero.

"Stimate chi vi da tempo, stimatevi se vi date tempo. Anonimo"

6) Un quinto scenario possibile è che tu e il tuo ex, – che abbiate figli o non li abbiate, che sia stato lui a lasciare te o tu a lasciare lui, che vi siate amati per davvero o per finta (ci sono più amori per finta che per davvero) – continuate a “essere amici”, a frequentarvi, a vedervi e anche a uscire insieme. Quindi, di fatto, qui non si tratta di dimenticare un ex, ma di continuare un rapporto con un ex, in modo che però tale rapporto non sia una perfetta scusa emotiva per non impegnarsi davvero con altre persone e non sia una forma di mancanza di rispetto verso il tuo possibile nuovo partner. Mi spiego meglio: molti mantengono dei “buoni rapporti” con l’ex. E questo non mi convince a pieno, perché talvolta questi rapporti sono davvero “troppo” buoni. C’è una prospettiva da considerare in questo caso che molto spesso non si considera: ti piacerebbe che il tuo prossimo partner – magari l’uomo davvero giusto per te, quello che ami e dal quale ti senti amata – continuasse a frequentare la sua ex, continuasse a scambiare con lei comunicazioni varie (magari anche sul famigerato Facebook) e continuasse a definirsi suo amico? Come spesso ripeto la felicità si costruisce compiendo scelte, alcune drastiche e indubbiamente utili a vivere una vita migliore e anche più esaltante.

Che ne dici? Quali possono essere altri scenari possibili? Quale è il modo migliore per relazionarsi con un ex? E’ vero o non è vero che vi sono diverse prospettive dalle quali considerare le relazioni sentimentali?

Non perderti il nuovissimo corso avanzato

Come dimenticare una persona e ricominciare una vita alla grande. Il tuo viaggio verso serenità, gioia e amore (clicca qui adesso per scoprire di più).

 

 

Lascia un Commento!

154 Commenti

  1. Avatar di Rexely

    Rexely 2 anni fa (19 Settembre 2019 18:41)

    Ciao Ilaria, ciao a tutti. Volevo chiedere ma come è possibile che dopo un po' di tempo si ricordano Solo i momenti belli e i lati positivi di un ex, anche se questo ex è stata la persona sbagliata per noi è la storia è finito in modo brutto? Io non riesco a capire.
    Rispondi a Rexely Commenta l’articolo