Amore, attrazione e relazioni autentiche

amoreIn questo articolo parlerò di amore, di attrazione e di storie d’amore che durano e dureranno. E quindi di storie d’amore vere, autentiche, sostenute da sentimenti veri, autentici. Quel genere di storie d’amore che arrichiscono i due partner e non li prosciugano, che danno loro valore anziché toglierne che li fanno diventare (e sentire) persone migliori per sé, per la relazione e per il mondo e non li annullano in un tunnel di autodistruzione. Ribadisco: storie d’amore e non storie di odio o di comodo o relazioni tanto per.

"Il primo passo verso il cambiamento è la consapevolezza.Il secondo è l’accettazione.Il terzo è l’azione. N.Branden"

La scorsa settimana ho pubblicato un articolo dedicato a come innamorarsi dell’uomo giusto e iniziare un amore felice, articolo nel quale, sostanzialmente, spiegavo come per molte donne “abbonate” all’innamoramento di uomini sbagliati potrebbe essere utile cambiare “schema” e decidere di scegliere di prendere in considerazione o spostare il proprio sguardo verso uomini meno appariscenti rispetto a quelli che di solito, per abitudinbe e forse per pregiudizio vengono considerati attraenti. L’articolo in questione ha sollevato un vespaio tra le lettrici che nei commenti hanno dato vita a un vivace dibattito sull’amore, l’attrazione e quello che alcune considerano l’innamorarsi “per forza”. Se ti interessa farti un’idea di quel che è successo, esplora l’articolo e i commenti che reputi più interessanti.

Fatto sta che di commento in commento, parlando di amore e di non amore, una lettrice ha proposto il link a un video di un servizio tv in cui si racconta la storia vera (e ancora in corso) di una coppia di anziani sposi: lei è malata di Alzheimer e lui la assiste con un amore e una tenerezza esemplari.

Amore, attrazione e cose davvero importanti

Sono sicura che anche i più cinici e i più scettici conoscono almeno una storia di coppia che si ama e sta bene insieme fino alla fine, in armonia, concordia e affetto. Ed è un cliché universale di tenerezza e di ispirazione quello dell’immagine di una coppia anziana che si tiene per mano o è affaccendata in diverse e varie faccende quotidiane, rivelando a ogni istante sintonia e intesa fantastiche e irripetibili. Cioè: chi di noi non è colpito da quei signori e da quelle signore che vanno a fare la spesa insieme, aiutandosi uno con l’altro, che fanno insieme un viaggio in treno ispirati dal buon umore e dalla serenità o che si fanno le “vasche” in centro tenendosi sottobraccio il sabato pomeriggio?

"Avevano appena festeggiato le nozze d’oro e non sapevano passare un istante l’una senza l’altro.GG Márquez"

Bene. Dal commento della lettrice mi è “partita” una serie di associazioni di idee sull’amore, l’attrazione e la potenza dei legami veri. Per esempio ho pensato al contenuto di un saggio di un famoso psicologo e scrittore, Nathaniel Branden, il primo teorico del concetto di autostima. Il saggio in questione è La psicologia dell’amore romantico. Non si tratta di un testo semplicissimo, ma sicuramente accessibile e ricco, pieno di considerazioni di spessore e in molte parti illuminante. Il concetto base del pensiero di Branden è che l’amore è un’appassionata unione spirituale, sessuale ed emotiva tra due persone, un’unione che riflette l’alta considerazione reciproca per il valore dell’altro. Un vero legame d’amore trasmette di continuo l’idea: tu vali, tu sei importante, io ti vedo e ti riconosco come una persona che vale ed è importante. E questo ovviamente avviene nelle due direzioni. Alla pari.

Oltre a questo mi è venuta in mente una celebre storia, struggente e poetica, che appartiene ai miti della cultura classica. La racconta il grande poeta latino Ovidio, nella sua opera Le Metamorfosi. E’ la storia di Filemone (lui) e di Bauci (lei). Accade che un giorno il dio Giove e il figlio Mercurio decidono di scendere in terra (in Frigia per la precisione) con l’idea di mettere alla prova gli uomini (gli dèi mettono spesso alla prova gli uomini e gli uomini travisano e si lasciano cogliere profondamente impreparati). I due dèi ovviamente prendono le sembianze di due comuni pellegrini e vanno di casa in casa a chiedere ospitalità. Nessuno – nemmeno i più ricchi – li accoglie, finché non giungono nella povera capanna di Filemone e Bauci che, oltre a mostrare con piccoli gesti di volersi molto bene, si prodigano per ospitare i due pellegrini al meglio. “Nell’umile dimora era inutile chiedere quale fosse il servo e quale il padrone: vi erano due sole persone, e tutte e due comandavano e ubbidivano a vicenda.” Ecco, a proposito di amore di coppia.

Amore e connessione

Per farla breve e per arrivare al finale della storia, Filemone e Bauci lasciano un’ottima impressione sui due dèi, che, in quanto dèi, decidono di soddisfare i loro desideri. Uno dei quali è quello di diventari custodi del tempio di Giove e Mercurio e l’altro è quello di finire la loro vita nello stesso momento, in modo che nessuno dei due possa assistere alla dipartita definitiva dell’altro. Ecco perché giunto il fatidico momento Filemone e Bauci saranno trasformati (di metamorfosi stiamo parlando, no?) contemporaneamente uno in tiglio e l’altra in quercia, due piante unite in un unico abbraccio.

"Senti profondamente per pensare chiaramente. Nathaniel Branden"

La letteratura e la nostra esperienza personale sono piene di storie d’amore che durano a dispetto dell’età (e della differenza d’età), del trascorrere del tempo e delle avversità della vita. Qualcuno citava, sempre nei commenti qui sul blog, l’infinita storia d’amore raccontata da Gabriel García Marquez nel suo romanzo L’amore ai tempi del colera, romanzo che “lascia il segno” anche (non solo eh!) perché parla di una relazione appassionata che inizia in una fase della vita dei protagonisti che per molti viene considerata da “oltre il tempo massimo”.

Un’altra storia d’amore molto toccante che mi è venuta in mente è quella di Amour, il film Premio Ocar del resgista Michael Haneke, con Jean-Louis Trintignant e Emmannuelle Riva nella parte dei protagonistim che racconta la vicenda, senza dubbio tragica, degli ultimi giorni di vita di una anziana coppia, unita da un amore profondo, tenero e, come tutti gli amori profondi e teneri, non privo di controversie. Ho visto il film qualche anno fa, appena uscito e ricordo che quello che mi colpì molto, soprattutto nelle prime scene, era l’attenzione posta dal regista ai “piccoli” dettagli importanti. Lui aiuta lei a togliersi e mettersi il cappotto, lei chiede a lui con genuino interesse se vuole mangiare qualcosa o vuole bere un bicchiere di vino. C’è un’attenzione verso l’altro che non è mai manipolazione, mania del controllo o rinuncia a se stessi in nome dell’altro. Ecco. L’amore è nei dettagli e nelle sfumature. Come l’odio, il non amore e l’abuso. Lo ripeto spesso: dài importanza ai dettagli. Non dimenticartelo mai.

Amore ed equilibro personale

E poi, sempre inseguendo le mie associazioni di idee, queste storie e queste coppie, mi hanno fatto venire in mente altre storie d’amore di altre coppie, che stanno insieme con gioia reciproca, la gioia di vivere in modo autonomo e indipendente e la gioia di stare insieme, di godere della compagnia dell’altro e di far godere l’altro della propria compagnia. Di recente mi sono trovata a una cena formale dove vi erano persone di tutte le età, diciamo dai 25 agli 80 anni e oltre. Era un gruppo di persone affiatate fra loro, provenienti da diverse esperienze e parti del mondo. Ebbene, il catalizzatore della serata era la coppia più anziana, vitale e misurata nello stesso modo, sorridente e prodiga di consigli – si trattava più che altro di consigli in ambito professionale, non roba da poco – verso gli altri. Un uomo e una donna che, prima di volersi bene come coppia, amano la vita, se stessi e gli altri. Due persone normali, nulla di eccezionale s’intenda (questo è grandioso!) e, nello stesso tempo, due persone “luminose”

"Il cuore ha più stanze di un casino. Gabriel García Marquez"

Ecco, qui ritorno a un tema che mi sta a cuore da sempre: per vivere la vita giusta e trovare la persona giusta e per vivere un amore autentico e genuino è essenziale prima di tutto essere la persona più giusta per la vita che si vuole vivere. Non si può pretendere di incontrare qualcuno che capisca i nostri bisogni se, noi per primi, non siamo in grado di capirli; non si può pretendere di incontrare qualcuno che ci porti ad apprezzare il lato positivo della vita se non siamo noi a esaltarlo in autonomia; non si può pensare di stare con qualcuno che ci faccia sentire sicuri di noi stessi se non siamo noi per primi a sentirci sicuri. La sicurezza deve partire dall’interno, come l’amore, la fiducia e tante altre attitudini positive verso la vita.

E’ per questo che, a tutte coloro che cercano un amore genuino e autentico suggerisco di avventurarsi in questa scoperta proprio con l’intenzione di diventare la persona giusta per realizzare le cose giuste per sé e, per esempio, i percorsi individuali di coaching che intraprendo con i miei clienti personali sono orientati proprio a questo. Come è orientato proprio a questo anche il percorso di crescita sentimentale I 7 Pilastri dell’Attrazione.

Che cosa mantiene alto il desiderio di un uomo per te e solo per te?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

Amore e seduzione

E a questo punto è importante fare una considerazione sulla seduzione, intesa proprio come la capacità di attrarre a sé le persone, di attrarre a sé l’uomo giusto. Se ripensi alle caratteristiche di queste coppie unite nel lungo termine da un legame e da un amore genuino e autentico, non puoi non accorgerti che le cose che tengono uniti e legano sono le stesse che attraggono e che seducono: la capacità di comprendere se stessi e i propri bisogni, ben prima e meglio di quanto lo faccia l’altro; la capacità poi di rivolgersi all’altro con l’intenzione di ascoltare e dar spazio ai suoi bisogni, nel rispetto totale, però, senza prepotenza, invadenza degli spazi altrui, pretesa di influenzare o manipolare l’altro per tarsformarlo a propria immagine e somigliananza o a proprio piacimento e gradimento; la capacità di costruire sempre e comunque qualcosa di positivo e di “eccitante” per sé e per la coppia. Se vuoi sedurre non devi immaginare salti mortali sul trapezio altissimo del fascino per colpire l’altro e attrarlo a te. E’ sufficiente mostrare la tua voglia di vivere e di condividere la tua umanità ed è sufficiente avvicinarsi alla sua, di umanità. Semplice, se conosci i tuoi bisogni, chi sei e che cosa vuoi.

Le risorse per vivere relazioni d’amore appaganti

Cogli l’opportunità del momento. Fai adesso i percorsi che ho preparato per le mie lettrici. Aumentare la tua capacità di capire te stessa e gli uomini:

I 7 Pilastri dell’Attrazione.

E’ il primo passo verso la conoscenza di te e del tuo potenziale di attrazione.

Clicca qui per iniziare il tuo percorso adesso.

Come Sedurre un Uomo senza Stress

In questo percorso si spiegano i passi dell’attrazione “autentica”, quella attraverso la quale ti dài valore, smetti di essere bisognosa e rompiscatole e riesci davvero a realizzare una relazione appagante e duratura.

Clicca qui per iniziare il tuo percorso adesso.

E se vuoi aumentare la tua autostima, c’è un percorso pratico ed efficace, con una parte dedicata tutta all’Autostima femminile:

APP Autostima Passo Passo.

Clicca qui per iniziare il tuo percorso adesso.

Lascia un Commento!

34 Commenti

  1. Avatar di Morettina76

    Morettina76 4 anni fa (21 Gennaio 2015 19:44)

    Ciao ragazze, è bello leggere un articolo positivo, io conosco delle coppie che pur non essendo formate da anziani si ama e rispetta dopo molti anni di matrimonio! Peccato che siano così poche! Purtroppo la maggioranza arriva invece ad odiarsi e mancarsi di rispetto!... Dopo i commenti negativi di MariaGrazia nel precedente articolo serviva proprio una botta di ottimismo! Brava Ilaria! Ho comunque notato che questo articolo non ha spinto molte persone ad inserire un loro commento, come invece si è verificato in quelli in cui ci possiamo crogiolare nel nostro dolore!... Forse è proprio vero che amiamo l'autolesionismo oppure ci sentiamo maggiormente coinvolte e colpite dalla sofferenza! Boh!....Io comunque ho pensato che due parole fossero doverose! Auguro a tutte (e anche a me stessa ;-) ) di trovare un amore vero e sincero! Un bacione!
    0
    Rispondi a Morettina76 Commenta l’articolo

  2. Avatar di Elizabeth

    Elizabeth 4 anni fa (21 Gennaio 2015 20:19)

    @Rossella grazie! É il veleno quotidiano che mi fa essere così...In realtà sono molto idealista.Bacioni
    -3
    Rispondi a Elizabeth Commenta l’articolo

  3. Avatar di Valeria87

    Valeria87 4 anni fa (21 Gennaio 2015 22:02)

    Cris83, mi ha fatto morire dal ridere il quarantenne che pensava "che tu non fossi pronta" :D Un po' come chi sparisce nel triangolo delle Bermuda per settimane, per poi ricomparire dicendoti che "non ti fai mai sentire". Quanto alle suocere, non mi è ancora capitato, perché non ho mai avuto un fidanzato "serio", di quelli che ti presentano i genitori. Se in futuro mi capitasse un uomo che non sa arginare l'invadenza di madre e sorella, penserei che è un bambinone. E credo che lo lascerei perdere. Sono diventata esigente, lo so. È che me la sto godendo troppo da single. Per rinunciare alla mia attuale libertà, voglio una storia come quella di Michela2, non mi accontento di niente di meno! :D
    -7
    Rispondi a Valeria87 Commenta l’articolo

  4. Avatar di Antonio

    Antonio 4 anni fa (8 Febbraio 2015 20:44)

    Ciao a tutte/i spesso leggo commenti negativi sugli uomini ma devo dedurre che i difetti li abbiamo solo noi oppure a nessuna viene in mente di trattare le manchevolezze delle donne?
    14
    Rispondi a Antonio Commenta l’articolo

  5. Avatar di Luna

    Luna 4 anni fa (5 Settembre 2015 20:58)

    Grazie Ilaria!
    0
    Rispondi a Luna Commenta l’articolo

  6. Avatar di Den

    Den 4 anni fa (18 Gennaio 2015 23:50)

    quando ho visto il video del link della coppia di anziani sposi non ho trattenuto le lacrime!
    0
    Rispondi a Den Commenta l’articolo

  7. Avatar di Fabyana85

    Fabyana85 4 anni fa (19 Gennaio 2015 0:09)

    Bellissimo post! È ciò che vorrei per me, anche se al momento non riesco a capire ciò che voglio dalla mia vita pur avendo quasi 30anni, so solo che vorrei un amore ma non sono in grado di trovare nessuno.
    0
    Rispondi a Fabyana85 Commenta l’articolo

  8. Avatar di Serena

    Serena 4 anni fa (19 Gennaio 2015 1:01)

    Che tuffo al cuore, che voglia di vivere, viaggiare, espandersi trasmettono queste parole! Grazie Ilaria!
    0
    Rispondi a Serena Commenta l’articolo

  9. Avatar di Gio_1098

    Gio_1098 4 anni fa (19 Gennaio 2015 0:30)

    grazie infinite, ne avevo bisogno e ho bisogno anche del percorso Autostima Passo Passo. Domani mattina lo acquisto Serena notte
    0
    Rispondi a Gio_1098 Commenta l’articolo

  10. Avatar di Lavinia

    Lavinia 4 anni fa (18 Gennaio 2015 23:50)

    Bellissimo articolo. .. profondo..... Grazie Ilaria
    0
    Rispondi a Lavinia Commenta l’articolo

  11. Avatar di claudia

    claudia 4 anni fa (19 Gennaio 2015 0:14)

    beh, leggendo i tuoi articoli - Ilaria, capisco che innamorarsi della persona giusta equivale a diventare la persona giusta per se stesse. insomma, se siamo complete possiamo trovare l'amore giusto. è tutto chiaro. ammetto, che i miei innamoramenti nascono per colmare dei miei vuoti affettivi e carenze e insicurezze di ogni tipo. l'uomo che sto frequentando è un narciso professionale ma un insicuro a livello sentimentale. mi piace e mi attrae da morire ed è reciproco ma, allo stesso tempo faticoso e io non voglio più impegni faticosi per stare in una storia. grazie davvero, iscrivendomi alla tua news letter credo di aver fatto davvero un passo verso il diventare la persona giusta.
    1
    Rispondi a claudia Commenta l’articolo

  12. Avatar di Valeria87

    Valeria87 4 anni fa (18 Gennaio 2015 23:39)

    Che meraviglia quest'articolo, Ilaria :)
    0
    Rispondi a Valeria87 Commenta l’articolo

  13. Avatar di AnnaV

    AnnaV 3 settimane fa (2 Maggio 2019 14:55)

    In questa fase, quando sento attrazione “immotivata” per qualcuno, diciamo a pelle, mi chiedo: che tipo è? Che mi comunica? Che ci vedo? Non conoscendolo, è interessante osservare che cosa vado ricamando su persone che sono per lo più musone 😂 Il tipo completamente opposto che mi attrae è il genere surfista. Insomma un po’ light e hippie, quindi inafferrabile, quindi evitante, quindi che va a fagiolo con la mia scarsa disponibilità reale. Fra l’altro sono due aspetti di me. Questo non mi porterà a provare attenzione per persone affidabili, ma è interessante da osservare, per stare meglio con me stessa, e non essere agita dallo schema.
    -4
    Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 3 settimane fa (2 Maggio 2019 21:25)

      AnnaV, siamo in due. Anch'io sono attratta dai tipi poco affidabili, ma non ci provo nemmeno con loro. Resto in attesa. Non voglio impegnarmi, una relazione seria e duratura mi spaventa. È questa la faccenda.
      -3
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo