Fascino, sessualità, amore e piacere…

Premessa: se l’immagine che illustra questo articolo ti colpisce e ti scandalizza, continua a leggere. Se non ti colpisce e non ti scandalizza, continua a leggere lo stesso.

Come dire? Talvolta è davvero necessario andare oltre le apparenze.

Anche e soprattutto nei rapporti di coppia e nelle relazioni…

Ma procediamo.

Per attrarre la persona giusta per te e la relazione giusta per te nella tua vita, è necessario che tu abbia convinzioni utili riguardo te stesso/a,  riguardo il tuo fascino naturale e riguardo la tua capacità di attrarre.

Di questo parlo anche nella mia guida gratuita “Come attrarre la persona giusta per te in 11 passi”, che già migliaia di persone hanno scaricato e letto.

Oggi aggiungo qualcosa in più.

Intanto ti dico come la penso: ognuno di noi è, per natura, affascinante e attraente. Ripeto: lo è per natura.

Nel tuo corpo, nella tua anima, nel tuo fisico e nella tua emotività, c’è già tutto quello che serve e che basta per attrarre le persone, per realizzare relazioni felici e per vivere al massimo il piacere.

Non ti manca nulla, ma proprio nulla.

Non ne sei convinta/o?

E’ molto probabile che tu non creda a quello che scrivo. Anzi, è molto probabile che tu pensi di non essere all’altezza e che ti manchi qualcosa.

E sai perché accade questo?

Perché sei stato potentemente e per lungo tempo sottoposto/a  a schemi negativi di pensiero che influenzano la tua austostima abbassandola o annientandola, e che abbassano anche  la percezione che hai del valore di te, compreso il tuo fascino personale e quello del tuo corpo.

Che cosa spinge un uomo a impegnarsi in una relazione e a rimanere fedele?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

E questi schemi, come ho avuto già modo di spiegare quando ho parlato di come “imparare” l’amore e di come diventare consapevole della tua energia sessuale,  ti limitano sia a livello razionale, sia a livello emotivo, sia a livello fisico.

Creano dei “blocchi” nella mente e nel corpo per i quali alla fine, davvero, tu, letteralmente, annulli o perlomeno riduci di molto il tuo fascino personale.

Lo comprimi, lo contieni, lo schiacci.

Come puoi invece esaltarlo e manifestarlo in tutta la sua pienezza?

Considera i quattro punti che seguono.

  • Innanzitutto riconosci gli schemi negativi  di pensiero – quelli che sono nell’”aria che respiri” – che tendono a farti sentire inadeguato/a. Quelli che ad esempio sono creati ad arte  dai messaggi della tv e dei giornali che descrivono il fascino come qualcosa di “costruito”, “artificiale”, legato all’apparenza, all’esteriorità e a canoni dettati dalle mode e dalle tendenze del momento . O quelli rafforzati dai messaggi delle “persone comuni” che frequenti, che prendono per oro colato quello che viene dalla tv e dai giornali e si fanno carico di diffonderlo per il mondo come una fede indiscutibile.
  • Fai attenzione  al tuo modo personale di interpretare questi messaggi e di rafforzarli dentro di te mentre ripeti convinzioni,  pensieri e parole che li alimentano e hanno l’effetto collaterale di diminuire la fiducia che hai in te stesso/a  e nelle tue potenzialità. Sono tutte sonore minchiate! Prima te ne convinci, prima realizzi la vita sentimentale dei tuoi sogni.
  • Abbi cura del tuo corpo e della tua mente. Nutriti in modo sano ed equilibrato; bevi acqua in abbondanza; fai attenzione, ogni volta che puoi, a mantenere una respirazione profonda e regolare. Coltiva interessi “positivi”, fai letture e guarda spettacoli che si discostano dalle tendenze del momento e che ti permettono di allargare i tuoi orizzonti mentali. Frequenta persone che ti aiutano a crescere, che ti danno energia e non ti “succhiano il sangue”.
  • Metti te stesso/a al centro della tua vita, diventando tu giudice e arbitro assoluto di quello che ti va bene, ti fa sentire bene, ti piace e funziona per te.

Conclusione. L’immagine “scandalosamente realistica” che ho scelto per illustrare l’articolo di questa settimana è un dipinto del pittore francese Gustave Courbet, la celeberrima tela “L’origine du monde” (“L’origine del mondo”) realizzata nel 1866. L’artista dipinse questo quadro con la precisa volontà di provocare, rendendo esplicito  e profondamente realistico l’erotismo della modella, che è poi l’erotismo naturale e innato di ogni donna (e questo vale anche per gli uomini, ovviamente).

Questo dipinto è abitualmente conservato ed esposto  al Musée d’Orsay di Parigi.

Ma quest’anno, per la prima volta, fino al 24 luglio è nel nostro paese. Fa parte infatti della mostra: “La rivoluzione dello sguardo. Capolavori impressionisti e post-impressionisti dal Musée d’Orsay”, che si tiene al Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto.

E tu che pensi di tutto ciò?

Ti interessa compiere una “rivoluzione dello sguardo” sulla tua vita e sulla tua vita sentimentale?

Lasciami il tuo commento, la tua opinione e le tue eventuali perplessità.

Cordialmente

Ilaria

Lascia un Commento!

32 Commenti

  1. Avatar di Riccardo

    Riccardo 9 anni fa (15 Aprile 2011 9:05)

    Se mi interessa compiere una “rivoluzione dello sguardo” sulla mia vita e sulla mia vita sentimentale? No. VIsti i risultati, direi che diventare ottimista sarebbe il peggior male che potrei farmi.
    -8
    Rispondi a Riccardo Commenta l’articolo

    • Avatar di marco

      marco 9 anni fa (17 Aprile 2011 3:11)

      O forse il miglior bene ? Essere ottimista e realista è l'atteggiamento vincente nei confronti della vita. Significa assumersi la responsabilità, in prima persona, degli obiettivi che vogliamo realizzare, significa vivere il proprio presente da persone più consapevoli che sanno gestire il proprio tempo, significa credere in noi stessi e nella ns capacità di esprimere al meglio le ns. potenzialità: ,Non mi dilungo oltre. E' forse meglio rimanere nella convinzione che saremo sempre dei perdenti ? Che se viviamo degli istanti di felicità è solo una questione temporanea ? Pensi che infondo si stà meglio come si stà e non fai niente per migliorare ? ' C' è una frase di T. Robbins che dice: se non puoi devi e se devi puoi . L' ottimistà agisce per migliorare la propria condizione di uomo finchè vive è sà gestire la sua fortuna. Non demorde davanti agli insuccessi e con tenacia migliora continuamente e costantemente la sua posizione. Infondo sforzarsi per ottenere risultati migliori è molto meglio che dichiarararsi pessimista e non fare niente per migliorare rimanendo inerti e seguitare ad ottenere gli stessi deludenti risultati di sempre.
      9
      Rispondi a marco Commenta l’articolo

    • Avatar di Riccardo

      Riccardo 9 anni fa (18 Aprile 2011 10:53)

      Risponderei volentieri.
      -7
      Rispondi a Riccardo Commenta l’articolo

  2. Avatar di ELEONORA

    ELEONORA 9 anni fa (15 Aprile 2011 10:24)

    NO COMMMMMMMMMMMMENT,ILARIAAAAAAAAA !!!! :))))) scioccata a dir poco... per il resto,CONDIVIDO :è QUELLO che ho capito da tempo...! soprattutto,cerco di circondarmi di persone che mi danno carica.anche se io,di mio,ne ho TANTA ma ho imparato che va alimentata. TE POSSINO,ILARIA... :)))))
    2
    Rispondi a ELEONORA Commenta l’articolo

  3. Avatar di Bice

    Bice 9 anni fa (15 Aprile 2011 11:17)

    Ciao Ilaria. Eh, l'ho riconosciuto subito quel quadro, avendo da poco visto la mostra! Ti dico le sensazioni provate: stupore e divertimento... davvero provocatorio, perché non te lo aspetti in quel contesto, ma così bello!!! Chi era con me, mi è parso, ha sentito più imbarazzo. Significativo, ho pensato. Io non credo che i miei blocchi abbiano a che fare con ciò che penso della mia capacità di attrarre gli uomini. Per me il problema viene dopo: io ho paura di non riuscire a "tenerli", perché so di metterli troppo alla prova con il mio modo di fare giudicante, critico e perfezionista. Con le mie pretese che l'altro sia forte, sempre e comunque, con la mia insofferenza ai legami e, persino, ai sentimenti. Fase down... ciao.
    2
    Rispondi a Bice Commenta l’articolo

  4. Avatar di raffaella

    raffaella 9 anni fa (15 Aprile 2011 21:08)

    Ilaria...ricorda sempre che la vita sentimentale è fatta da due persone che si trovano e si vogliono...non accade a tutti. Ma quello che scrivi è sacrosanto per vivere sereni, magari in solitudine, ma sereni
    0
    Rispondi a raffaella Commenta l’articolo

  5. Avatar di Riccardo

    Riccardo 9 anni fa (16 Aprile 2011 14:51)

    L'immagine utilizzata in questo articolo mi spinge a dire quello che ho capito della vita. Nel rapporto uomo donna, la persona più sentimentale, in genere, è l'uomo. La donna è meno portata per i sentimenti, molto più pratica. Col sesso pensa di ottenere tutto e dare tutto. Una vita talmente povera che sono felicissimo di lasciare agli altri. L'essere umano non è solo un corpo. Ma non credo sia questo la sede per questi discorsi.
    -8
    Rispondi a Riccardo Commenta l’articolo

    • Avatar di ELEONORA

      ELEONORA 9 anni fa (17 Aprile 2011 4:23)

      è tutto relativo,come sempre e come sempre,esistono persone,quel genere di persone che tu descrivi possono esser donne come uomini.io,li chiamo+semplicemente VENDUTI O MERETRICI.
      0
      Rispondi a ELEONORA Commenta l’articolo

    • Avatar di Aliyah

      Aliyah 9 anni fa (17 Aprile 2011 11:55)

      "la persona più sentimentale in genere è l'uomo", puoi motivare quest'affermazione?
      0
      Rispondi a Aliyah Commenta l’articolo

    • Avatar di Riccardo

      Riccardo 9 anni fa (18 Aprile 2011 10:52)

      Se potessi lo farei.
      -8
      Rispondi a Riccardo Commenta l’articolo

    • Avatar di ELEONORA

      ELEONORA 9 anni fa (18 Aprile 2011 13:11)

      rispondo per conto di RICCARDO:I SUOI COMMENTI(non si comprende la ragione)NON VENGONO PUBBLICATI DA ILARIA. quindi è telegrafico e si scusa, di questo, con tutti.
      -2
      Rispondi a ELEONORA Commenta l’articolo

    • Avatar di ilariacardani

      ilariacardani 9 anni fa (18 Aprile 2011 13:40)

      Constato che Riccardo ha una cortese portavoce pronta a farsi carico delle sue esigenze e delle sue comunicazioni. Come ciascuno di voi sa di certo, anche per esperienza personale , questo è uno spazio che io metto a disposizione di chiunque voglia approfittarne per esprimere e condividere le proprie opinioni. La libertà di dire qualsiasi cosa e di offenedere non è concessa, qui come altrove. Mi capita davvero MOLTO RARAMENTE di non approvare i commenti dei lettori. La percentuale dei commenti non approvati è davvero ridicola, in modo stupefacente! Sono molto orgogliosa, sempre, del rispetto reciproco e dell'apertura che caratterizza questa comunità, dove per altro i pareri discordi sono veramente tanti, ma sempre espressi con educazione e atteggiamento "illuminato". Altissima è la percentuale dei commenti di Riccardo che io non approvo. Le ragioni si possono capire molto facilmente: Riccardo offende. Se stesso (e questo è evidente a tutti) e poi una serie di categorie di persone: le donne, gli altri uomini, gli uomini che non hanno orientamenti sessuali etero. Lo fa con tale insistenza che mi viene il dubbio non se ne accorga nemmeno. Non solo: Riccardo offende la vita e il suo valore, costantemente e continuamente. Per me questo è inaccetabile. Riccardo è alla spasmodica ricerca di attenzione, importanza, amore. Riccardo disprezza a parole la vita proprio per ricevere questa attenzione. Come vedete la sua attenzione l'ha avuta. Ora direi che il discorso è chiuso. :)
      10
      Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

    • Avatar di ELEONORA

      ELEONORA 9 anni fa (18 Aprile 2011 17:30)

      perdonami,ILARIA:io non penso affatto che RICCARDO non ami la vita;disprezza sicuramente un certo modo di vivere:quello che non dà alcuna importanza ai valori di una volta,quello di chi sembra quasi divertirsi a farti sentire sbagliato perchè sei cresciuto in un certo modo,diciamo pure anacronistico visto i tempi attuali;quello che cerca di distruggere l'autostima altrui...ecco,tutto questo(e altro ancora) lo irrita... ma come dargli torto???da nord a sud ,mi sa,che tutto il mondo è paese!!
      0
      Rispondi a ELEONORA Commenta l’articolo

  6. Avatar di Marco Galeazzi

    Marco Galeazzi 9 anni fa (16 Aprile 2011 16:07)

    Concordo in ogni aspetto del tema trattato anche se sono, ancora in parte convinto, che alcuni schemi limitanti che ci seguono con costanza nella ns vita possano essere di gran lunga persistenti e che, avvolte, liberarsene richieda da parte ns un grande sforzo e presa di volontà. Però avvolte è anche necesario trovare una guida, anzi, un maestro di vita che possa incanalarci nella giusta direzione di continuo e costante miglioramento. Tutti possiamo trasformarci e da bruchi trasformarci in slendide farfalle. E' una metafora sul modello degli insegnamenti di Sebastiano Todero e che corrisponde alla trasformazione emotiva che porta un pessimista a Trasmormarsi in ottimista realista. Uno dei quattro pilastri dell' ottimismo realistico dice che: nella vita nulla è pervasivo ma tutto è estemporaneo. Significa tradotto in termini molto spiccioli e riferito al tema dell' articolo di oggi che se al momento siamo soli perchè la ns ragazza ci ha lasciato, non serve disperarsi e voltarsi in dietro a rimuginare il passato. Significa proiettarsi in avanti, vivere nell' abbondanza delle relazioni tra le quali poi, forse, conosceremo il ns futuro amore.
    7
    Rispondi a Marco Galeazzi Commenta l’articolo

    • Avatar di ELEONORA

      ELEONORA 9 anni fa (17 Aprile 2011 4:31)

      disperarsi,servirà a poco,ma non siamo macchine dal dire"morto un papa..." chi si dispera per un qualcosa finito,è perchè credeva in quel qualcosa che lo aveva portato a star con quella determinata persona e non con altra...e prima di tornare nell'abbondanza,come dici tu,è giusto maturare il lutto che ne consente il graduale distacco emotivo.quanto poi ci vorrà,dipende da persona a persona... c'è chi passa da un letto all'altro usando gli altri come fossero kleenex ;chi,si concentra su di sè e guarda avanti;chi,si isola del tutto...
      1
      Rispondi a ELEONORA Commenta l’articolo

  7. Avatar di Riccardo

    Riccardo 9 anni fa (17 Aprile 2011 10:52)

    @ Marco Galeazzi. L'essere umano di oggi (uomo e donna) è composto per il 98% di egoismo, materialismo ed indifferenza. Cercare dei sentimenti è come cercare l'acqua sul lato esposto al sole di Mercurio.
    -7
    Rispondi a Riccardo Commenta l’articolo

  8. Avatar di cristina

    cristina 9 anni fa (17 Aprile 2011 11:37)

    Concordo sul fatto di frequentare gente positiva e che non ti succhia il sangue...quanto agli schemi sabotanti forse ne abbiamo talmente tanti e non lo sappiamo. Ciao a tutti
    2
    Rispondi a cristina Commenta l’articolo

  9. Avatar di Elisa

    Elisa 9 anni fa (17 Aprile 2011 12:34)

    Oddio, non capisco il problema? Scusate, ma shockati di cosa? Vi va di spiegare meglio, proprio non capisco... Raffaella, abbia pazienza, ti cito "Ilaria...ricorda sempre che la vita sentimentale è fatta da due persone che si trovano e si vogliono...non accade a tutti. Ma quello che scrivi è sacrosanto per vivere sereni, magari in solitudine, ma sereni " ok, ma perchè in solitudine? Sai che non ho capito il tuo ragionamento? Riccardo, cosa c' entra l' essere sentimentali con l' imparare ad amare e accettare il proprio corpo, non averne vergogna, prendersene cura, apprezzarlo sinceramente e imparare a goderne da soli e nell' incontro con l' altro? Come queste cose, secondo te, si escludono? Senza corpo che ne sarebbe della tua anima? Che ne sarebbe di te se non avessi il corpo? Il corpo ha una funzione ben precisa: è il preziosissimo involucro della nostra essenza, è la bottiglietta del nostro profumo. Sai immaginare una preziosa essenza senza una bottiglietta? Noi viviamo e facciamo esperienze perchè abbiamo un corpo, al di là della forma che ha. E' nostra responsabilità amare e trattare bene il nostro corpo perchè è il nostro più grande strumento e perchè distrutto quello è finita... l' essenza evapora!! Il nostro corpo merita amore, cure, rispetto, di essere celebrato, coccolato e goduto...
    6
    Rispondi a Elisa Commenta l’articolo

  10. Avatar di fiore

    fiore 9 anni fa (17 Aprile 2011 15:50)

    Per quanto mi riguarda, sin da molto piccola, ho sempre sentito molto fortemente la mia energia sessuale. Il mio fascino e la mia capacità di attrazione erano così elevati che mi sono ritrovata a dover gestire il problema opposto. Ho imparato con il tempo a dover arginare questa "forza" sia perché un po' mi spaventava, per le azioni e reazioni che innescava intorno a me, sia per fattori culturali che imponevano nella mia società di +30 anni fà, un comportamento più serio, in cui la sessualità, soprattutto per una ragazza, doveva essere contenuta ed incanalata in una relazione d'amore, una relazione seria....Quando sei ragazzina, e senti forti pulsioni e vorresti esprimere a pieno questa energia, attiri anche le invidie delle amiche e la gente, a partire da genitori e parenti, iniziano a considerarti una ragazza poco seria e "pericolosa"...Anche sul lavoro una persona che vive la sua energia e fascino primordiale incontra imbarazzi e dicerie da parte dei colleghi...Di sicuro da ragazza puoi incorrere in alcuni pericoli...ma ora mi ritrovo con una sessualità un po' mortificata perchè l'ho condizionata nel tempo a viaggiare sui binari consentiti.e che ha pagato con moneta cara tutte le volte che ha voluto liberare la sua vera natura...la società non è ancora pronta!
    2
    Rispondi a fiore Commenta l’articolo

  11. Avatar di GABRIELA

    GABRIELA 9 anni fa (17 Aprile 2011 16:27)

    Oh dio che articolo interessante..il quadro lo visto dal vivo e molto particolare ma per nulla niente di vergognoso...certo ai tempi una bella ceretta era preferibile.Beh apparte la mia ironia innata il mio pensiero cari lettori e che ogni persona deve essere semplicemente, invece qui si tende ad apparire solo per essere più interessanti agli altri. Personalemente credo che sia meglio curarsi di se stessi mente sana in corpo sano si dice...ma non per piacere agli altri ma per se stessi semplicemente...e noi donne siamo stufe di sentirci analizzate dagli uomini e di avere corpi semi perfetti faticando sempre per mantenere la bellezza esteriore...in ogni caso gli uomini come noi donne sono interessate alla bellezza ma dovrebbe interessarci sia quella fisica sia quella interiore...un abbraccio a tutti.... gabriela
    2
    Rispondi a GABRIELA Commenta l’articolo

  12. Avatar di raffaella

    raffaella 9 anni fa (18 Aprile 2011 8:14)

    @elisa:perché se non riesci a relazionarti con l'altro sesso o impari a essere serena da sola o sei destinata a soffrire e a sentirti sbagliata per sempre
    0
    Rispondi a raffaella Commenta l’articolo

  13. Avatar di Mara

    Mara 9 anni fa (18 Aprile 2011 11:32)

    Come si suol dire "meglio soli che mal accompagnati", non bisogna aver paura della solitudine, se si è in un periodo di malessere interiore bisogna saperlo superare da soli, poi forse si è in grado di trovare la persona giusta!
    4
    Rispondi a Mara Commenta l’articolo

    • Avatar di ELEONORA

      ELEONORA 9 anni fa (18 Aprile 2011 14:46)

      esatto,cara!!:)) chi sta bene con se stesso è nella condizione ideale di creare,io penso,un legame sereno col prossimo.e difatti,spesso,a turbare tale equilibrio interiore,è l'atteggiamento,il modo di pensare o fare di chi si ha di fronte, che possiamo pure AMARE ma che anzichè farci star ancora meglio,ci fa soffrire perchè conosce un solo modo di gestire le cose pensando,a torto, di "piegare"il prossimo... non riuscendoci,si sente poco o nulla amato(o addirittura RESPINTO) ma, anzichè chiarire la situazione mediante il dialogo,si chiude in se stesso. ferito nel proprio orgoglio... sciocchini!! :)))
      3
      Rispondi a ELEONORA Commenta l’articolo

  14. Avatar di Angelo

    Angelo 9 anni fa (29 Aprile 2011 7:03)

    Nessuno può amare ed essere amato più di quanto ami se stesso. Ho capito questo principio poco più di due anni fa, quando ho cominciato a risolvere i problemi che mi avevo fatto vivere una vita sicuramente al di sotto di quanto io meriti. Di quanto chiunque meriti. Solitudine, grave obesità, dipendenza dal cibo, giornate vuote, problemi di salute... tutto lasciava pensare ad un futuro sempre più triste e breve. Poi ho imparato ad amarmi e tutto è cambiato: tanta gente intorno che vuole stare con me, ho perso 50 kg, ottimo rapporto con il cibo, giornate pienissime ed una salute invidiabile. La mia vita sessuale ne ha giovato molto e mi sveglio la mattina con una voglia pazza di approfittare della vita e di condividere la mia felicità con il mondo intero. Io ho scelto di essere felice ogni giorno della mia vita e so che la sua parte più bella deve ancora arrivare... nonostante l'essere prossimo al mezzo secolo. Provo pena per Riccardo perché soffre, pensa che la sorgente dei suoi mali siano "gli altri" che non sono come lui vorrebbe che fossero. Caro Riccardo, voglio che tu rifletta sulle parole di Jim Rohn, un Grande Uomo che ci ha lasciati da poco più di un anno. Lui diceva sempre: "Perché il mondo cambi, tu devi cambiare". Io ho sperimentato quanto sia vero questo principio.
    7
    Rispondi a Angelo Commenta l’articolo

  15. Avatar di riccardo

    riccardo 9 anni fa (29 Aprile 2011 10:59)

    @ Angelo. Ah, devo cambiare solo io? E cosa devo fare? Mettermi a raccontare frottole, spacciarmi per quello che non sono? E che altro? Quindi cambio ma il mondo resta quello che è, è questo il bello.
    -2
    Rispondi a riccardo Commenta l’articolo

  16. Avatar di riccardo

    riccardo 9 anni fa (29 Aprile 2011 16:51)

    @ Angelo Ti aggiungo una chicca. L'ultima persona con la quale ho tentato di parlare, come tutte le altre, non ha rsposto. Ma se non le parlo, fa l'espressione da "cane bastonato". Ora, dov'è la normalità di queste persone che vogliono essere inseguite, corteggiate, etc. e poi si guardano bene dal profferire anche unasola parola? E sarei io a dover cambiare?
    -2
    Rispondi a riccardo Commenta l’articolo

  17. Avatar di sara

    sara 8 anni fa (5 Settembre 2011 16:51)

    @fiore: dimmi come fai!!!!!!!!!!!!!! vengo a lezione da te!!!!!!!!!!! @riccardo: certo che tu sai un sacco di cose!!!! ti pagano almeno?
    0
    Rispondi a sara Commenta l’articolo

  18. Avatar di Simona

    Simona 6 anni fa (20 Maggio 2013 11:22)

    Riccardo, tu provi sentimenti? se si, perchè qualche altro essere umano non dovrebbe provarne? Attento, forse stai sbagliando strada, forse ci sono strade migliori
    1
    Rispondi a Simona Commenta l’articolo

  19. Avatar di Ana

    Ana 5 anni fa (27 Maggio 2014 17:38)

    Scandalizzata eccome! Scandalizzata perché forse un dipinto di fine ottocento spiega molto di più il fascino innato rispetto a tutte le stupide foto che si fanno adesso e che vengono pubblicate. Grazie per i consigli Ilaria, come sempre, e grazie per segnalare articoli meno recenti su facebook in modo da recuperarli.
    1
    Rispondi a Ana Commenta l’articolo

  20. Avatar di Mina

    Mina 3 anni fa (7 Gennaio 2017 9:04)

    Molto interessante
    0
    Rispondi a Mina Commenta l’articolo