Interessi personali, voglia di fare l’amore e furbizia nello stare al mondo

interessiChe differenza c’è tra interessi personali e pulsioni? Noi tutti abbiamo delle “spinte”, dei bisogni, delle pulsioni. Abbiamo bisogno di mangiare e proviamo la sensazione di fame, abbiamo sete, sonno, proviamo stanchezza. E ci viene voglia di fare l’amore e di soddisfare il nostri desiderio sessuale. Ma guarda un po’ noi tutti abbiamo anche degli interessi: cioè la necessità di cavare dalla vita il meglio per noi, adesso e nel futuro, cioè di creare delle condizioni stabili e resistenti per la nostra felicità e la nostra serenità. Per il nostro benessere.

Per esempio un desiderio diffuso dell’essere umano è quello di avere un partner con il quale vivere la propria vita: questo desiderio, per essere realizzato, ha bisogno che vi sia impegno, senso di responsabilità e soprattutto consapevolezza di sé. Detto in altre parole, nella ricerca di soddisfare questo desiderio, è importante valutare con attenzione i propri interessi. Se no va a finire che non si combina niente nella propria vita, si costruiscono solo le condizioni per soffrire per amore e per non avere nient’altro.

"Sarei disposto ad aver meno piaceri, se potessi essere un po’ più intelligente. Bertrand Russel"

So che questo concetto, spesso è molto difficile da trasmettere e viene frainteso. In parole povere sto dicendo: se vuoi essere felice gestisci i tuoi bisogni, controlla le tue emozioni, non rimanere preda del “bisogno del momento”, della pulsione dell’istante che senti impellente. Abbi cura dei tuoi interessi a lungo termine soprattutto. Non farti prendere dal desiderio del momento, non seguirlo ciecamente. I tuoi interessi vengono per primi.

Interessi personali, sacrificio e brave ragazze

Attenzione, questo non ha nulla a che vedere con il sacrificio o con l’inibizione o con l’essere una “brava ragazza”.

Direi che c’è una metafora, un paragone calzante che molte donne comprendono perfettamente. Se tu vuoi rimanere in forma, non puoi pensare di abbandonarti a mangiare 8 bigné al giorno tutti i giorni e tre fette di Sacher. Appaghi il bisogno del momento, ma alla fine sai perfettamente che ingrassi.

Succede che molte donne lo facciano, lo sappiamo. E poi, sai perché soffrono e rimangono male? Non perché si sono sfondate di bigné e hanno messo su 10 chili, ma perché, in fondo al loro animo sanno perfettamente di non aver curato i propri interessi, di non essersi amate e di non essersi dimostrate amore.

I bisogni degli esseri umani sono moltissimi. Il bisogno di sentirsi importanti, unici, appagati, amati, connessi con il resto del mondo, stimati, riconosciuti.

"Sulla scena mi piace far diventare matti gli uomini, ma nella vita quotidiana sono una brava ragazza.U.Thurman"

Insomma, detta così, sembra proprio che gli esseri umani siano contenitori di grandi bisogni, forti potenti. E questi bisogni sono “spinte” sono la benzina delle nostre azioni. Se abbiamo fame ci cerchiamo da mangiare, se abbiamo sete ci cerchiamo da bere.

Se vogliamo essere riconosciuti, ci diamo da fare per avere successo nella vita e nel lavoro.

Interessi e bisogni: che cos’è più importante?

E’ sempre così? Uhm, la sensazione è che molto spesso le persone non usano a buon fine i propri bisogni, ma ne sono preda, ne sono vittime, ne sono in balìa. E questa è una solenne fregatura, giacché essere in balìa dei propri bisogni significa costruirsi una vita “improvvisata”, senza uno scopo e un obiettivo preciso, decisa momento per momento in base al bisogno che è impellente soddisfare, senza un occhio verso una visione ampia del proprio futuro.

Non solo, essere in balìa sgangherata dei propri bisogni significa essere facili prede di coloro che sanno far leva su questi bisogni per i loro propri interessi: pensa alla manipolazione a cui sono sottoposti i ragazzi e i giovani da parte della pubblicità e della propaganda che hanno creato una serie di equivalenze mentali del tipo: vuoi essere interessante, amato, connesso, importante? Devi comprare i jeans X, le scarpe Y, il cellulare Z e imparare a farti delle belle foto da pubblicare su Facebook…

"Il sesso è la droga dei poveri. Aldo Busi"

I bisogni immediati si soddisfanno facilmente: basta pagare per comprare il prodotto giusto. Sono capaci tutti, a vincere in questo modo. E’ che non si vince per niente, si perde. Perché intanto si diventa pecore e non esseri umani adulti. E le pecore fanno gli interessi di coloro che non hanno scrupoli, ma grandi visioni per se stessi.

Ci sono donne che non tollerano l’idea di essere sole e zac, non si controllano, si buttano sul primo che capita, si riducono a essere prese in giro, usate, sfruttate. Dallo stronzo, dal dongiovanni, dal rospo, dall’indeciso, dall’irresponsabile, dal perditempo, dal confuso, tutte tipologie di uomini sbagliati che sfruttano debolezze lampanti e contesti facili, fin troppo facili, per portare avanti interessi meschini, immediati, di valore scarso e scarsissimo. Una guerra fa poveri, insomma.

Il peggio è che molte donne tra queste, con ingenuità disarmante, pensano di essere in gamba e ritengono orgogliosamente di essere moderne, aperte, al passo coi tempi.

Viviamo in un mondo e in un tempo che grazie alla libertà, al benessere e alla democrazia, ha aperto a ciascuno di noi possibilità infinite di espressione, esplorazione, soddisfazione. E ci sono persone che di questa libertà, di questo benessere e di questa democrazia non capiscono nulla (ma proprio nulla, eh), confondono le carte e confondendo le carte imbrogliano se stesse. Andando contro i propri interessi. Perché non hanno nemmeno idea di quali siano.

Pensiamo di nuovo alla questione sesso, del fare sesso e di avere un comportamento libero e disinibito. La libertà sessuale di cui – fortunatamente – godiamo ampiamente, per molti diventa un tale richiamo da  trasformarsi in obbligo, in dogma. Peccato che, accanto all’imperativo di essere liberi e disinibiti sessualmente, permagano divieti “non detti”, freni interiori e quant’altro.

Che cosa mantiene alto il desiderio di un uomo per te e solo per te?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

L’esempio classico sono le tante donne che si sentono in dovere di avere un comportamento spregiudicato – anche perché si vergognano di dire “no” alle richieste di un uomo, perché hanno il terrore, a loro volta, del rifiuto – e poi in cuor loro temono di comportarsi da poco di buono o quant’altro. E fanno una vita d’inferno, perché sono legate da mille lacci, – gli uomini e la “società” da una parte che spingono perché siano disinibite (chissà mai perché sono proprio gli uomini a premere in quella direzione) e dall’altra le voci interiori che provengono da un’educazione vecchia e ipocrita che spingono verso un comportamento “morale” (a me viene da ridere). Il risultato è che queste fanciulle – immature e spaesate anche se hanno superato i 50 – l’unica cosa che non fanno è perseguire i propri interessi, il proprio benessere non solo a breve, ma anche a lungo termine.

"Posso rinunciare al sesso, ma non al perizoma. Nina Senicar"

Le persone di successo hanno un grande disegno per sé

Ti dò un’informazione importante: le persone di successo non sono quelle che considerano importante e prioritaria la soddisfazione di un loro bisogno immediato, ma coloro che costruiscono la propria felicità secondo un “grande disegno” e che sanno dosare la soddisfazione dei loro bisogni e la realizzazione dei loro piaceri sulla base dei loro interessi personali, quelli di grande respiro.

Ritorniamo per esempio al tema scottante di qual è il momento giusto per fare sesso con un uomo: le donne bisognose, che ritengono che l’uomo non vada deluso e desiderano rassicurazioni immediate sulla loro capacità di sedurre un uomo, non sono in grado di allungare i tempi in cui avviene il primo rapporto.

Non pensano al “grande disegno” dei loro interessi: il fatto che fare sesso troppo presto può dare all’altro l’idea di un rapporto “bruciato”, il fatto che entrare in intimità fisica con una persona le può far sentire più coinvolte del necessario, il fatto che così facendo si rendono meno interessanti.

"Impara a dominare il ventre, il sonno, il sesso e l’ira. Pitagora"

Non hanno un’immagine elevata di sé e del proprio corpo, del proprio piacere e dei propri interessi. Non hanno come valore principale e assoluto l’amore per se stesse e per la propria vita. Sono in balìa, sono smarrite e perse nel mondo che vorrebbero dominare senza comprendere che potrebbero semplicemente vivere.

E secondo te, quali sono le situazioni in cui in genere è meglio occuparsi dei propri interessi a lungo termine e le situazioni nelle quali è utile lasciarsi andare alla spinta del desiderio del momento?

***

La comunità de La Persona giusta per Te è attiva anche su Facebook. Se vuoi partecipare agli scambi metti il tuo “mi piace” alla pagina.

***

Ti interessa avere un supporto pratico nel tuo percorso verso una relazione sana e soddisfacente? Non aspettare oltre.

Intraprendi i miei percorsi:

I 7 Pilasti dell’Attrazione

Come sedurre un uomo senza stress, né per te né per lui

***

Lascia un Commento!

44 Commenti

  1. Avatar di Al

    Al 6 anni fa (24 Gennaio 2014 22:53)

    Boh io se non mi interessa la persona ci riesco, come dicevo in qualche commento di qualche altro articolo, lo preferivo anche. Se la persona mi interessa, lo sbaglio è stato dare sfogo ai miei istinti più bassi e pentirmi poi, senza considerare che quella persona con cui l'ho fatto troppo in fretta poteva interessarmi. Negli anni ho capito che è naturale che quando svilisci il sentimento per buttare tutto sul sesso, svilisci te stessa e la persona con cui lo fai. Ed è normale che poi la persona si allontani da te. Quando si fanno questo tipo di scelte nella maggior parte dei casi, poi non c'è più niente da dire.
    Rispondi a Al Commenta l’articolo

  2. Avatar di reggielove

    reggielove 6 anni fa (25 Gennaio 2014 11:48)

    A me è capitato di uscire con una persona che mi interessava tantissimo, di cui sapevo che mi piaceva tantissimo, con cui capivo che avrei dovuto aspettare il più possibile ma di esserne attratta al punto di non riuscire ad aspettare ed aver ceduto di schianto al terzo appuntamento. E si che non sono di primo pelo. Con chi me la devo prendere? Con il mio corpo, con me stessa, con la sfiga? Ma a me scusate non va di parlare di bassi istinti quando si parla del sacro fuoco della passione, quello che divampa poche volte nella vita. E' andata male ma non c'e' nulla di basso in quello che ho fatto.
    Rispondi a reggielove Commenta l’articolo

  3. Avatar di Tina

    Tina 6 anni fa (25 Gennaio 2014 13:24)

    Dominare le emozioni, essere padrone di se stesse, non cedere agli istinti....guardare oltre il momento ed usare la giusta dose di umanità per capire i nostri bisogni e quelli altrui.... Personalmente se il cuore non mi trasporta verso qualcuno non mi sfiora nemmeno l'idea di farci del sesso! Ascoltare i moti dell'anima è importante...forse oggi lo si fa poco
    Rispondi a Tina Commenta l’articolo

  4. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 6 anni fa (25 Gennaio 2014 13:44)

    Francesca, hai centrato un punto importante. Aggiungo: non seguire le mode in realtà fa essere vincenti, come Tina accenna nel suo commento. Reggielove io di certo non penso che vi sia nulla di basso in quello che hai fatto.
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  5. Avatar di Reggielove

    Reggielove 6 anni fa (25 Gennaio 2014 14:17)

    Mi riferivo al commento di Al e in generale a quel sottile senso di vergogna che può assalirci davanti a certi comportamenti degli uomini dopo che si sono condivise certe cose. Ora ok ammettere di essere state poco furbe e poco efficaci, anche pentirsi di certe scelte dentro di noi, ma la testa deve stare molto alta.
    Rispondi a Reggielove Commenta l’articolo

  6. Avatar di Tina

    Tina 6 anni fa (25 Gennaio 2014 14:28)

    Ilaria, propongo un tema: la solidarietà tra donne. Ce n'è poca.... perchè? A cosa può servire? può aiutare anche nel rapporto con l'altro sesso? Gli uomini invece danno molta importanza alle loro relazioni di amicizia....
    Rispondi a Tina Commenta l’articolo

  7. Avatar di Al

    Al 6 anni fa (25 Gennaio 2014 15:48)

    Io parlavo di me e di certe esperienze che ho fatto... per quel che mi riguarda certi eventi del mio passato li condanno in valore assoluto, relativizzando li capisco. Non intendevo offendere nessuno. Anche perché da ogni cosa ho saputo trarre un insegnamento, molte persone mi sono rimaste accanto e la maggior parte degli obiettivi che mi sono prefissata li ho raggiunti, anche in situazioni veramente disperate.
    Rispondi a Al Commenta l’articolo

  8. Avatar di Goldie

    Goldie 6 anni fa (25 Gennaio 2014 16:35)

    Siamo UMANE evviva!!!!
    Rispondi a Goldie Commenta l’articolo

  9. Avatar di francesca

    francesca 6 anni fa (25 Gennaio 2014 17:47)

    Grazie Ilaria! Grazie a tutte;)... mi devo scusare non mi sono per niente presentata: vi seguo e leggo da un pò di tempo... e grazie a tutte voi sento di crescere sopratutto quando mi confronto con opinioni diverse dalle mie... li per lì storco il naso... ma poi le diverse voci che ognuno ha dentro di se producono una riflessione ed è sempre un arricchimento.. @reggielove non sai quanto ti capisco.. e quante volte mi è capitato di pentirmi... e provare quel sottle senso di vergogna... ma la testa hai ragione deve restare alta sempre... e mai diventare motivo di poca autostima!!...
    Rispondi a francesca Commenta l’articolo

  10. Avatar di reggielove

    reggielove 6 anni fa (25 Gennaio 2014 18:31)

    Non mi ero offesa. Si discute :) Ok mettersi in discussione, ma buttarsi troppo la croce addosso, no. Non e' sempre colpa nostra.
    Rispondi a reggielove Commenta l’articolo

  11. Avatar di margherita

    margherita 6 anni fa (25 Gennaio 2014 21:31)

    Articolo molto interessante e di ampio respiro. Quasi politico. Grazie a tutte per i commenti che approfondiscono e aggiungono un pezzetto di più alla riflessione. è un piacere leggere questo blog
    Rispondi a margherita Commenta l’articolo

  12. Avatar di reggielove

    reggielove 6 anni fa (26 Gennaio 2014 1:49)

    E vorrei aggiungere anche un'ultima cosa. A buttarci la croce addosso e vergognarci facciamo il loro gioco. E' brutto da dire ma c'e' pieno così di uomini che odiano le donne, che godono nell'umiliarci. In un certo senso e' una fortuna stanarli subito, anche se a spese nostre.
    Rispondi a reggielove Commenta l’articolo

  13. Avatar di francesca

    francesca 6 anni fa (26 Gennaio 2014 20:28)

    Una volta non la pensavo così.. ho sempre combattuto i moralismi.. e tutto ciò che mi faceva sentire superficiale e ingenua per il fatto di aver ceduto così facilmente al desiderio.. alla magia che si può creare anche solo in una sera.. Ce l'hanno insegnato anche molti film in questi anni!! L'incontro fatale... la scintilla che scocca in una sera e ti fa credere che se c'è quella magia è... il divino che ti sta dicendo che E' LUI!!!finalmente!!!... e gia ti vedi all'altare... Baggianate!! ... queste cose credo succedano piu facilmente a ventanni... perchè dopo i trenta uomini e donne si fanno molto piu bravi e scafati... e recitare la parte dell'amante perfetto per i primi tempi è piu facile grazie all'esperienza... Col tempo ho visto ripetersi questo schema non so quante volte... finche finalmente sto aprendo gli occhi!! Che fare per stanarli????? Me lo sono domandata... Per quanto interessante il prossimo uomo mi possa apparire quando inizierò alle prime uscite a sentire il suo desiderio crescere nei miei confronti... ne sarò di certo lusingata come è ovvio.. ma cercherò con molta delicatezza di fare intendere il mio desiderio di darmi il tempo necessario di conoscersi e confrontarsi su diversi aspetti... perchè, e quì sarò chiara nel dirlo, non cerco avventure... scopamicizie, ma ho voglia di "relazione" ... e tanto più la persona che ho di fronte mi appare interessante tanto più a maggior ragione punto a quello. La sua risposta/reazione sarà illuminante sulle sue intenzioni... Semplice, se non stiamo cercando la stessa cosa sarà lampante qualora dovesse farmelo minimamente pesare.. o essrrne dispiaciuto. Punto! Perchè son sicurissima che in caso inverso.. comprenderebbe e anzi apprezzerebbe la cosa... Perchè si tratta di un atteggiamento cauto volto a dare valore ai rapporti...a se stessi e all altro... e di certo una persona seriamente interessata può vedere accrescere il proprio interesse quando ha di fronte una donna che riconosce il proprio valore... si ama al di sopra di tutto e tutti .. al di là delle mode..delle pressioni sociali... che da retta alle proprie emozioni si, ma mediandole con con i propri reali obiettivi... Uomini di questo tipo ce ne sono... e sono essi stessi spiazzati da quante donne trasmettano tutta la propria insicurezza e bisognosità sin da subito.. (ed io lo sono stata spesso haimè!!!!) Con questo non sto dicendo che esiste un tempo preciso prima del quale non fare sesso... io credo davvero che ogni storia sia a sé... forse è il livello di comprensione reciproca... è il livello di serietà e limpidezza ( che non devono tradursi in pesantezza) con cui ci si propone all'altro! Una cosa l'ho capita con certezza ( perche l'ho vissuta nella mia ultima frequentazione)... Di certo...lui non è il lui che cerco se vive male questa "impostazione iniziale" .. si avvicina già molto di più l'uomo che apprezza e da valore a tutto ciò...
    Rispondi a francesca Commenta l’articolo

  14. Avatar di sandra

    sandra 6 anni fa (27 Gennaio 2014 10:53)

    per reggielove.....be' al terzo appuntamento non e proprio una cosa immediata!!! se no si va alle calende greche..... quindi non male dal mio punto di vista, anche perche' se non si e di primo pelo... e inutile fare le verginelle!
    Rispondi a sandra Commenta l’articolo

  15. Avatar di Reggielove

    Reggielove 6 anni fa (27 Gennaio 2014 12:07)

    ciao sandra :) lo so che non è stato proprio immediatissimo (anche perché prima di uscire ci siamo studiati per un pezzo), ma col senno di poi..è stato comunque un azzardo. vabbè, è andata così, adesso che vada bene a quel paese anche lui :)
    Rispondi a Reggielove Commenta l’articolo

  16. Avatar di Michela

    Michela 6 anni fa (27 Gennaio 2014 12:08)

    @reggielove, io non vedo nulla di male in quello che hai fatto, e quoto Sandra, se non hai piu' 18/20 anni il 3 appuntamento non è niente di immediato. Io penso pero' che quando da parte nostra l'interesse verso una persona non c'è ci comportiamo tutti egregiamente. Io non cerco, rispondo dopo un'ora, non chiedo di uscire, metto al primo posto altre cose che ho da fare. Non lo faccio a strategia, mi viene naturale. Quando una persona invece mi piace (fin da subito, oppure dopo un po' inizia a piacermi davvero) sbaglio, o meglio non mi comporto da stratega e quindi commetto errori posso essere molto pesante. Come si puo' essere come nel caso uno, nonostante un grande interesse? Lo chiedo ora che un interesse per qualcuno non ce l'ho.
    Rispondi a Michela Commenta l’articolo

  17. Avatar di federica

    federica 6 anni fa (27 Gennaio 2014 12:17)

    @sandra hai capito proprio tutto mi sembra :)
    Rispondi a federica Commenta l’articolo

  18. Avatar di Reggielove

    Reggielove 6 anni fa (27 Gennaio 2014 13:21)

    Lo so che non era presto in assoluto, era presto visto il voltafaccia che c'è stato dopo ;) Evidentemente sono stata a letto con qualcuno che non conoscevo.
    Rispondi a Reggielove Commenta l’articolo

  19. Avatar di Goldie

    Goldie 6 anni fa (27 Gennaio 2014 13:44)

    capita nel 99% dei casi. quando l'uomo ha ottenuto ciò che vuole, spesso "dopo" non è piu' interessato
    Rispondi a Goldie Commenta l’articolo

  20. Avatar di Reggielove

    Reggielove 6 anni fa (27 Gennaio 2014 15:38)

    e appunto.
    Rispondi a Reggielove Commenta l’articolo