Fai sesso solo per essere felice

Il momento giusto per fare sesso con un uomoUna delle domande più scottanti per molte donne è: “Quando sono all’inizio della relazione con un uomo che mi piace, qual è il momento giusto per fare sesso con lui?”.

E’ una domanda importante, perché il significato e il senso che gli uomini danno all’avere intimità, a iniziare a fare sesso con una partner, è ben diverso da quello che danno le donne.

Gli uomini infatti, in genere, anche se hanno una mentalità “aperta” e “moderna” tendono a usare il criterio “due pesi e due misure” quando si tratta di valutare l’atteggiamento di una donna nei confronti del sesso.

Sentono di avere tutte le migliori ragioni per fare sesso quanto prima con una donna (è ben difficile incontrare un uomo che preferisca “aspettare” invece che bruciare le tappe e, se fosse, ci sarebbe da interrogarsi al proposito) e, nello stesso tempo, non hanno una grande considerazione di una donna che si concede troppo presto.

Le donne invece generalmente attribuiscono un significato profondamente emotivo all’incontro intimo con un uomo e, non appena iniziano a fare sesso con lui, si sentono molto coinvolte, prese dalla storia e anche innamorate del partner.

Questo è un elemento molto importante da valutare quando sei all’inizio di una relazione e vuoi che diventi una storia d’amore bella, appagante e duratura.

Fare sesso ti rende sempre felice?

Tenendo conto di quanto ti ho appena detto – e cioè che le donne attribuiscono un significato di forte legame sentimentale al fatto di avere rapporti intimi con un uomo – ti invito a considerare un altro aspetto.

Molte donne che sono alla ricerca di sentimenti profondi e di amore sincero, scambiano e confondono il sesso con l’amore.

Cioè, da una parte si convincono che fare sesso con un uomo significhi ricevere amore da lui, dall’altra, come conseguenza, quando sentono il bisogno di una connessione profonda con qualcuno e desiderano dare e ricevere affetto, si concedono sessualmente, convinte di ottenere attraverso il sesso il tipo di gratificazione che cercano.

Ovviamente non vi è nulla di male in questo.

Io però non sono qui a parlare di “bene o male”, sono qui a parlare di quello che può renderti davvero felice in amore. E sappiamo che tu puoi essere felice in amore nel momento in cui ti senti tranquilla, non bisognosa e in controllo delle tue emozioni.

Una decisione rivoluzionaria

Questa settimana molti giornali italiani online hanno dato rilevanza alla notizia della pubblicazione di un romanzo in Francia intitolato “L’envie”, (in francese significa “voglia” o anche “bisogno”) in cui l’autrice, Sophie Fontanel, giornalista e autrice affermata, racconta la propria esperienza personale.

Mi sono incuriosita, ho comprato il libro e ho iniziato a leggerlo.

Come fai a recuperare la tua autostima o scoprirla per la prima volta?
Come fai a trovare di nuovo fiducia in te stessa dopo un fallimento o in un momento difficile? Dove trovi tutta la sicurezza che ti serve per avere successo nelle relazioni e nella vita? Scarica adesso l'ebook gratuito "Pronto Soccorso Autostima", ricevilo senza rischi e senza impegno nella tua casella email.

Che cosa ha di particolare questa storia?

La nostra amica racconta che dopo anni in cui ha vissuto molte storie sentimentali e molte storie di sesso, ha deciso di scegliere la castità.

Che cosa c’è stato di positivo per lei nella scelta della castità?

Intanto che è stata una castità piena di sensualità. Per lei è stato come tornare padrona del proprio corpo, delle proprie emozioni, della propria capacità di provare piacere, senza dover ricorrere per forza al dovere di fare sesso.

Accade molto spesso che molte persone, molte donne, facciano sesso non perché ne hanno un sincero desiderio, ma perché si sentono in “dovere” di farlo, per mostrarsi aperte, “moderne”, disponibili e capaci di godersi la vita e di essere felici.

Sophie Fontanel dice che al giorno d’oggi tante persone preferirebbero morire piuttosto che ammettere di non fare sesso.

In questo modo molte donne si buttano in certe storie senza ascoltare ciò che vogliono veramente e a furia di non ascoltare ciò che vogliono, vivono una vita che non vogliono, entrando in una zona d’ombra nella quale loro stesse sono in ombra.

Ricordo che qualche anno fa chiacchieravo con un’amica e collega che si occupa di coaching. Ci stavamo scambiando le nostre confidenze e ci stavamo raccontando un po’ come andava. A un certo punto, parlando di sentimenti e di sesso mi ha detto una frase che mi ha colpito molto dato che non me l’aspettavo da lei – una donna molto bella, giovane e tanto vitale – “Io credo che evitare di fare sesso, essere casta, mi rafforzi, anche per la prossima storia che voglio vivere”.

Probabilmente talvolta uscire da certi schemi preconfezionati o da certe abitudini mentali aiuta a trovare una via inaspettata alla vera felicità, anche nella vita di coppia.

Forse decidere di salvaguardare la propria tranquillità interiore senza mettersi in storie “a metà” può facilitare nel percorso di realizzare una storia sana e appagante.

E tu che ne dici?

Dire di no per ritrovare se stesse può avvicinarci alla vera felicità?

Lascia un Commento!

146 Commenti

  1. Avatar di Fra

    Fra 9 anni fa (17 Dicembre 2012 0:58)

    Spero che tu mi legga ilaria, perchè questa bomba non l'hai sicuramente mai sentita! Insieme da 2 anni e mezzo, primo rapporto dopo 9 mesi (io era vergine), innamoratissimi, giovani (ora 22 anni), gioisi ecc....5 mesi fa rotto il preservativo e il mio ragazzi va in paranoia...ora non siamo mai stati molto frequenti (1 volta ogni 2 sett o anche 1 volta al mese....xkè lui preferiva passare + tempo di qualità con me visto che nn ci vediamo tutti i giorni)...ma oggi sn 5 mesi che nn facciamo sesso, Petting si, TANTISSIMO, ma niente + sesso fino alla fine qi questo funesto (per noi) 2012...xkè lui ha paura, xkè vuole essere sicuro che nulla sia successo....ma dopo 5 mesi nn è ancora certo, troppo shock x lui (è parecchio insicuro d se e terrorizzato da una gravidanza)..a inizio anno ioncomincerò a prendere la pillola e cn la doppia protezione ricominceremo....a me questa situazione fa rabbia etristezza...però, c'è un però, a parte qualche nostalgia sessuale, il nostro rapporto amoroso si è rafforzato tantissimo! Molto + di prima! Abb superato molte altre difficoltà in questi mesi a gonfie vele....quindi siamo + affiatati che mai....tu dici che nn esiste una coppia sana senza sesso...pensi che ti ricrederai?
    Rispondi a Fra Commenta l’articolo

  2. Avatar di Fra

    Fra 9 anni fa (17 Dicembre 2012 1:00)

    Cmq preciserei che la scelta di stare casta perde valore quando si è single....la vera castità è all'interno di una coppia, nella singletudine è solo ricerca di un fidanzato serio (e quindi nn darla via gratis ad altri)...nn trovo molto "merito" nell'essere casti da single
    Rispondi a Fra Commenta l’articolo

  3. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 9 anni fa (17 Dicembre 2012 10:11)

    @ Fra, contenta tu. Sei contenta, vero? :)
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  4. Avatar di marcello

    marcello 9 anni fa (19 Dicembre 2012 0:06)

    "certo, se si modifica un po' il proprio atteggiamento verso persone ed eventi :)." E quindi? E' pleonastico che uno deve migliorarsi ma più che altro per me e per non restarci male davanti alle avversità.
    Rispondi a marcello Commenta l’articolo

  5. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 9 anni fa (19 Dicembre 2012 11:21)

    Marcello, tu hai detto che "uno deve migliorarsi", non io. Io sostengo che modificare il proprio atteggiamente è indispensabile per ottenere i risultati che si desiderano. Se hai sete non serve a niente migliorarti (che vuol dire migliorarti?) serve che tu sappia trovare l'acqua, un bicchiere, versare l'acqua e portare il bicchiere alla bocca. E bere ovviamente.
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  6. Avatar di marcello

    marcello 9 anni fa (19 Dicembre 2012 22:11)

    Sì ma non capisco che c'entrava l'atteggiamento in quello che ho detto 2 post fa, che queste persone che fanno tutto facilmente credo siano poche (e se così fosse non sarebbe neanche vero che la società è bigotta). Sempre senza polemica ;).
    Rispondi a marcello Commenta l’articolo

  7. Avatar di Fra

    Fra 9 anni fa (20 Dicembre 2012 1:29)

    per Ilaria, non mi hai risposto con una tua idea! è proprio il tuo parere quello che mi interessava! Il mio lo so già
    Rispondi a Fra Commenta l’articolo

  8. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 9 anni fa (20 Dicembre 2012 11:23)

    Il mio parere si evince bene dalla mia risposta. Tu pati entusiasta della tua storia, la chiami "bomba" addirittura. La mia impressione è che avrei qualche dubbio a su una storia in cui un giovane di 22 anni con una scusa o con l'altra limita gli approcci sessuali per così tanto tempo. I momenti dedicati al sesso non sono tempo di "minor qualità" rispetto agli altri.
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  9. Avatar di Fra

    Fra 9 anni fa (22 Dicembre 2012 0:30)

    no bomba lo intendevo come "notiziona mai sentita"..."inusuale" nn aveva accezione positiva o negativa! cmq credo che dipenda dalle persone....x alcuni il sesso nn è tutta questa gran cosa....nn credo sia così anormale....solo che forse molti lo negano e nn dicono che il sesso è si bello ma il vero amore d coppia è altro.tutto qui nn voglio imporre il mio pensiero a nessuno!
    Rispondi a Fra Commenta l’articolo

  10. Avatar di Arianna

    Arianna 9 anni fa (26 Dicembre 2012 13:53)

    Ora, leggendo tutti i commenti, leggendo bene, mi sento la pecora nera.....Da quasi 3 mesi sto facendo sesso con un uomo con cui non ho alcuna chance di relazione (e cominciando a conoscerlo non voglio neanche averla!). Faccio sesso e mi sta bene cosí, sia a me che a lui (preciso che ci vediamo ogni 2 settimane, mica tutti i gg!!!). Ma devo lavorare per non dipendere da questa situazione, tenuto conto che sono uscita da circa un anno da una relazione ultradecennale, una relazione stabile e dalla quale sono nate 2 figlie. Ma dopo anni di amore e anni buii nei quali il mio partner mi rifiutava anche fisicamente, questa relazione di letto-amicizia mi aiuta a farmi sentire desiderabile. Se sono qui tra queste pagine mi rendo conto di sbagliare qualcosa, ma finché non acquisteró sicurezza, continuerò per la mia strada ... non giudicatemi ...
    Rispondi a Arianna Commenta l’articolo

    • Avatar di ilariacardani

      ilariacardani 9 anni fa (26 Dicembre 2012 16:08)

      @ Arianna: non è utile pensare di sbagliare. E chi mai dice che sbagli? Tu stai semplicemente facendo quello che ti senti in questo momento della tua vita, con quello che la tua storia e le tue risorse del momento ti spingono a fare. Continua per la tua strada e non temere di sbagliare o, peggio, il giudizio degli altri: il primo atteggiamento ti danneggia, il giudizio degli altri è irrilevante. Ed evita tu stessa di giudicarti: mi sa che peggio di quello degli altri è la tua severità verso te stessa.
      Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  11. Avatar di luana

    luana 9 anni fa (26 Gennaio 2013 15:17)

    io vorrei con poche parole dirvi cose verossimili per l'uomo che credevo che mi amassi...spero al piu' presto dirle ora sono troppo ferita, ma le vostre esperienze mi stanno aiutando..grazie a tutti voi..Luana
    Rispondi a luana Commenta l’articolo

  12. Avatar di Sara

    Sara 9 anni fa (15 Aprile 2013 3:49)

    Ciao a tutti, ho letto davvero di tutto negli interventi precedenti e pare che il quesito principale sia darla dopo poco o più tempo che si conosce un nuovo partner, non so se le mie esperienze possano aiutare il prossimo, ma quello che so per certo è che in ognuno di noi esiste una "vocina" che spesso si ascolta e spesso no, ma se la si ascolta molto spesso è quella che ha ragione, poi è altrettanto vero che esistono dei sentimenti, la ragione, l'orgoglio ecc ecc che possono variare le condizioni delle nostre scelte. rimango dell'idea, almeno per me stessa, che ogni storia bella, brutta, innamorata o no, solo di sesso o platonica,o qualunque altra cosa sia, faccia ormai parte di noi, quello che credo sia invece molto più importante, è che queste vengano vissute appieno, e volenti o meno, ormai fa parte di noi e solo noi possiamo decidere se crescere o meno su queste. Non credo esista un metodo, o un'arma vincente in amore. nella mia vita sono stata lasciata e ho lasciato, ho avuto rapporti platonici come passionali fino al punto di avere il vuoto allo stomaco per giorni, ho sofferto e fatto soffrire, rapporti brevi e lunghissimi, ma ritengo che la vita sia una sola e vada vissuta al meglio. L'amore come il sesso, sono tra quelle poche cose troppo belle e uniche che vita ci dona, perchè avere rimpianti o rimorsi? ... Se "quella persona" l'ho incontrata percorrendo la mia strada ci sarà pur una motivazione? ..... In questo periodo sto male perchè la mia storia non va più così bene e forse finirà, o forse no chi può saperlo? Un saluto a tutti Sara...............................P.S. non lo sento da una settimana e mi manca da impazzire!!!
    Rispondi a Sara Commenta l’articolo

  13. Avatar di Tina

    Tina 8 anni fa (1 Luglio 2013 23:26)

    Ciao, la mia storia personale e familiare mi hanno condotto gradualmente a scegliere di non vivere mezze storie o solo x avere la cosidetta inesistente normalita' scegliere di avere un compagno solo per paura della solitudine, ho 51 anni, sono una bella donna dicono ma da circa 3 anni non ho alcuna relazione di nessun genere, sento l'impulso sessuale,però cerco di riempire quei momenti con altre forme di amore, canto lavoro amo i miei figli ed il mio cane, no non ho fatto voto di castita' ma voglio trovare un uomo che mi piaccia davvero e che mi meriti, credo che una buona sessualita' non sia sinonimo di facilita' vivere le storie che ci danno emozioni vere (quelle nelle quali pensi che non finira') Ah ho scoperto dopo 4 anni che ho un vicino di casa che vorrei conoscere meglio! :-)
    Rispondi a Tina Commenta l’articolo

  14. Avatar di anna

    anna 7 anni fa (11 Marzo 2015 17:42)

    Ciao Ilaria, non ho avuto "problemi" di questo tipo per anni ma ora da mesi mi pongo tutte le domande che poni anche tu! io ho appena iniizato la mia cosiddetta clausura: ho chiuso un matirmonio dopo 8 anni scoprendo che l uomo che pareva bravo è un vampiro, un bugiardo dalle mille facce, una persona spregevole, ne ha combinate e ne combina di tutti i colori. Comunque. Dopo qualche mese dalla fine (legale) ho iniziato qualche relazioncina senza impegno: sesso, divertimento, poco altro. Tutto molto complicato perchè mi sono imbattuta volente o nolente in uomini fidanzati, sposati, ecc quindi la mia bassa stima per il genere è crollata. Comunque. Ho deciso di dire basta perchè mi accorgo che mi aspetto altro quando mi diverto, o meglio per la prima relazione no ma poi si. QUindi ho deciso di smettere. Perchè il sesso cosi per crearsi malumori e non per goderne non ha nessun senso. Non lo so se sia una via per la felicita ma anche io penso sia una via per dedicarsi di piu a se stesse. Ho ricominciato a fare sport, mi tengo in ordine, mi depilo come sempre, e tutto per me. Mi guardo allo specchio e voglio piacermi oltre che amarmi. Sono immersa nella nebbia da mesi, spero sia una buona scelta. un abbraccio A
    Rispondi a anna Commenta l’articolo

  15. Avatar di Giorgio75

    Giorgio75 8 anni fa (1 Ottobre 2013 11:20)

    Non sono d'accordo con molte opinioni espresse. Secondo me la sessualità tra uomo e donna, in particolar modo quando questi sono "navigati", dovrebbe essere vissuta con maggior naturalezza senza farci su troppe "seghe mentali". Vi spiego come la pensa la maggior parte degli uomini me compreso. Premesso che ognuno è libero di agire come meglio crede e non bisogna forzarsi a far nulla, a mio avviso non ci sono più i presupposti (come lo era una volta) a far sì che il sesso con il parner del momento diventi per la donna un motivo di giochi mentali ed aspettative. Sicuramente è errato dare troppa superficialità a questo aspetto ma lo è altrettanto darne poca. E' errato andare a letto col primo che capita ma altrettanto errato "scaricare" il peso sessuale delle proprie relazioni precedenti andate a male sul malcapitato di turno. Semplicemente non è giusto. Poi le donne si lamentano che gli uomini di oggi non sono piu' come quelli di una volta. Personalmente ho l'impressione che la maggior parte delle donne "giochi" con questo aspetto della sessualità, salvo poi lamentarsi quando è l'uomo che inizia a "giocare" su questo o altri aspetti. RIassumendo: viviamo tempi in cui si parla sempre piu' di parità tra uomo e donna. Ecco, la parità va vissuta anche dal punto di vista sessuale. Avete mai sentito parlare di uomini che fanno un caso mediatico parlando di sesso con la propria partner? Fermo restando che nessuno puo' essere obbligato a fare cio' che non piace. Pertanto la donna è libera di attendere prima di fare sesso ma l'uomo è altrettanto libero di attendere, ad esempio, di rinunciare al proprio tempo libero per il proprio partner, di sacrificare parte della propria "economia", di saper ascoltare la compagna anche quando lei causa stress mentale, di sposarsi dopo una convivenza, e via discorrendo. Coerenza di libertà. Il sesso è solo un aspetto degli approcci e della formazione di coppia uomo-donna. Dare tutta questa importanza a causa spesso di pregresse "batoste", non è leale nè paritario nei confronti del nuovo partner maschile. E' lecito farlo, ma è altrettanto lecito attendersi conseguenze da parte di lui. Immaginate se il vostro lui dovesse attendere a fare tutto il resto con voi donne, a causa di "batoste" ricevute dalle sue ex (magari non sessuali ma su tanti altri aspetti non meno importanti).
    Rispondi a Giorgio75 Commenta l’articolo

    • Avatar di Giulia

      Giulia 6 anni fa (3 Ottobre 2015 13:09)

      Ciao Ilaria e salve agli altri amici del forum. Intervengo.in.merito a quanto scritto da Giorgio, che è appena tre anni più grande di me, per portarvi la mia esperienza.come ho già scritto nei precedenti post sono separata da un anno e mezzo e non ho figli. Ho passato un anno da sola poi ho provato a frequentare un coetaneo libero senza figli anche lui per provare a ricostruire qualcosa. Ho aspettato un mese e mezzo perché avessimo rapporti senza fare nessuna strategia, solo per conoscersi e parlare. Un pochino anche per riscoprire la gioia del corteggiamento (visto che il mio ex marito mi ha scaricata per un'altra)...ad ogni modo adesso è lui che mi dice "non voglio assolutamente ascoltare i tuoi problemi perché le mie ex mi stressavano"," non voglio spendere una lira appresso ad una femmina perché le donne che ho avuto sono state approfittatrici" ed ancora"non mi sposo perché hp visto troppe puntate di Forum con mogli spenna mariti"...che ne dici Giorgio :) ?
      Rispondi a Giulia Commenta l’articolo

    • Avatar di helen

      helen 6 anni fa (3 Ottobre 2015 14:39)

      Giulia ma te lo sei tenuto?
      Rispondi a helen Commenta l’articolo

  16. Avatar di Laura

    Laura 6 anni fa (27 Febbraio 2016 0:21)

    Ilaria io sono d'accordo, l'ho sempre pensata cosi, anzi non ho mai fatto sesso per appagare bisogni o altro, poi ovvio capitano periodi in cui ci si può cascare, l'importante è essere sempre consapevoli come dici tu. Ed é vero conosco tanta gente che fa sesso a casaccio e non é neppure soddisfatta, ovviamente direi perché fare sesso non significa che automaticamente soddisfi. Io lo voglio fare quando lo sento, lo voglio, anche perché io attribuisco tanti significati a quel momento, ho capito che per gli uomini é spesso invece più un "istinto" quindi a questo punto voglio esserne padrona io al 100%. Grazie Ilaria mi fai sempre riflettere
    Rispondi a Laura Commenta l’articolo

  17. Avatar di Pina

    Pina 5 anni fa (3 Gennaio 2017 22:14)

    Dico che sono più di 2 anni che non ho nessun tipo di rapporto con gli uomini, rifiuto qualsiasi avvicinamento, innamorata di un amore dicono impossibile ( io invece credo molto in ciò che si vuole davvero) quindi quando e se, al massimo frequento questo mio amore.
    Rispondi a Pina Commenta l’articolo

  18. Avatar di fiore

    fiore 4 anni fa (21 Maggio 2017 17:04)

    Io penso che si possa dire di no per ritrovare te stessa e soprattutto il "valore di se". É trascorso un anno da quando ho avuto l'ultimo approccio con un uomo con la quale mi sono concessa convinta di ricevere amore, affetto... Ma per lui non è stato affatto cosi,desiderava me solo per soddisfare il suo bisogno personale. Ci sono stata male ed ho sofferto, ho pianto molto mi sono sentita umiliata e ho provato pena per me stessa. Non ho più avuto contatti fisici con uomini e ho raggiunto una tranquillità interiore mi sento di aver ritrovato me stessa, ho imparato a conoscermi, ho acquisito sicurezza ho scoperto il valore di me stessa. Spero che tutto ciò mi servirà per avere una relazione futura sana e felice :) ciao
    Rispondi a fiore Commenta l’articolo

  19. Avatar di Emanuele

    Emanuele 1 anno fa (30 Agosto 2020 12:48)

    @Emilia i momenti di debolezza ci sono per te come per me e tutte le persone che in dato momento sentono una mancanza. Il problema è che ci fanno cadere in trappole di persone che se ne approfittano.
    Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

  20. Avatar di Emilia

    Emilia 1 anno fa (28 Agosto 2020 15:46)

    Ho avuto un'avventura con un uomo conosciuto attraverso i social. Erano troppi gli anni trascorsi senza fare sesso... Desideravo sentirmi di nuovo donna, di ritrovare la mia femminilità. Adesso, a distanza di giorni, mi sento soltanto una povera idiota. (P.S. So benissimo che ho rischiato in tempi d'emergenza Covid, ma ho voluto tentare ugualmente).
    Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 1 anno fa (28 Agosto 2020 21:20)

      Perché ti senti idiota?
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 anno fa (28 Agosto 2020 23:09)

      Perché ho scoperto che sente e incontra altre donne, e mi dispiace un po'.
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 anno fa (29 Agosto 2020 13:34)

      Ma davvero sente e incontra altre donne?!? Ma come è mai possibile?!? Dimenticalo e perdonati e tieni presente che le persone di valore non si trovano all’hard discount.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 anno fa (29 Agosto 2020 15:24)

      Sì Ilaria, hai ragione, le persone di valore non si trovano all'hardware discount. Il fatto è che io sapevo già che il soggetto in questione era di quella pasta ancor prima di andarci a letto, ma mi ero ripromessa di vivere questa esperienza con leggerezza e senza coinvolgimento. Purtroppo non l'ho vissuta come speravo.
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 1 anno fa (29 Agosto 2020 13:56)

      Ma tu ci sei andata per fare un esperimento ... l’hai fatto, fine e non ci pensare più. Anzi non avresti dovuto neanche metterti nella situazione di venire a sapere che si incontrava con altre donne.
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 1 anno fa (28 Agosto 2020 23:02)

      Emi, ho la stessa domanda di Anna...
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Cristina

      Cristina 1 anno fa (29 Agosto 2020 13:46)

      Ciao Emilia, non devi sentirti un'idiota. Volevi un'avventura e ne sentivi il bisogno, l'hai avuta, stop. Non c'è nulla di male e non vali poco per averlo fatto. Quanto a lui, uno che approccia via social non è un uomo di valore, quindi lascia correre, non ti perdi niente.
      Rispondi a Cristina Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 1 anno fa (29 Agosto 2020 14:34)

      Più che altro attention per la questione Covid ;) Anche nel profondo lo sapevi, fa male sapere che ci sei andata a sbattere proprio il naso. Questo tipo lo lasciamo lì dove sta e tu intanto piano piano di rimetti in marcia.
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 1 anno fa (29 Agosto 2020 20:43)

      Però una domanda ve la devo fare: come si fa attenzione al virus quando si va a letto con qualcuno? Qual è il protocollo?
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 1 anno fa (29 Agosto 2020 14:44)

      Emi, non è il sesso che genera la tua femminilità e il tuo sentirti donna. Quelli sono a prescindere. Non sei idiota e non c’è alcun motivo per sentirsi tale. Volevi far sesso, volevi divertirti e provare piacere con un uomo che ti attraeva? Bene, questo è ciò che hai fatto. Non c’è da stupirsi che lui vedesse e frequentasse altre, accade spesso in contesti come questo. Per questo bisogna proteggersi. Farsene una colpa ora però ha poco senso, è poco utile per te. Se vuoi una relazione, però, non andare a pescare nello stagno purtrido e iperpopolato degli stronzetti da avventura...un abbraccio.
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 anno fa (29 Agosto 2020 21:46)

      Grazie di cuore a tutte per le risposte. Lui non ha un lavoro, vive con il padre e ha 40 anni. Seppure per assurdo ci fosse una remota possibilità di avere una relazione con lui, mancano proprio i presupposti per costruire qualcosa. Tra l'altro, il sesso non è neanche stato molto soddisfacente, ad esser onesta. Di tutta la vicenda, ciò che mi rattrista di più è questo mio "vagare senza una meta", questo mio approccio totalmente sbagliato alle situazioni. Mi contraddico costantemente... È una sensazione strana, che non so spiegare. Comunque, vi ringrazio per il sostegno che mi date e vi abbraccio.
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 anno fa (29 Agosto 2020 23:22)

      Urca, anche che il sesso non sia stato molto soddisfacente mi pare una notizia. Concordo con la presa di consapevolezza del “vagare senza una meta”. Datti un obiettivo.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 anno fa (29 Agosto 2020 23:30)

      Quante interessanti notizie oggi... Ormai frequento il tuo blog da un po' e mi conosci abbastanza da capire come sono. A volte la consapevolezza non basta. Cosa posso fare per cambiare la mia vita in meglio? Grazie di cuore Ilaria per il tuo supporto
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 anno fa (30 Agosto 2020 9:03)

      Quante interessanti notizie da dare... Ormai frequento il tuo blog da un po' e mi conosci abbastanza bene da capire come sono. A volte la consapevolezza non basta. Cosa posso fare per cambiare la mia vita in meglio? Grazie di cuore Ilaria per il tuo supporto.
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 1 anno fa (30 Agosto 2020 10:57)

      Volerti bene, Emilia, ecco. Sei ipercritica nei tuoi confronti. Trattati come tratteresti la tua migliore amica o tua figlia...sii tenera con te stessa. Non indulgente. Tenera. Datti la tenerezza che vai cercando negli altri.
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 anno fa (30 Agosto 2020 13:04)

      Troppi stronzi intorno a me mi hanno insegnato a non volermi bene. I risultati, ahimè, son questi. Grazie Fra, un abbraccio!
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 1 anno fa (30 Agosto 2020 14:45)

      Emilia, stamane un mio amico mi ha mandato questa massima: "forse la tua ferita non dipende da te, ma la sua guarigione è tua responsabilità"
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 anno fa (30 Agosto 2020 21:23)

      Bella questa massima :)
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 1 anno fa (30 Agosto 2020 15:21)

      È importante porsi degli obiettivi. Spesso scriviamo di quanto sia importante l'indipendenza economica. Muoviti in questo senso Emilia. Un lavoro qualunque ma incomincia da qualche parte. Non per il denaro in se per se. Ma per investire ciò che guadagni in formazione.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 anno fa (30 Agosto 2020 21:25)

      Ho scritto un annuncio proponendomi come donna delle pulizie. Speriamo che si muova qualcosa. Grazie dei consigli Emanuele :)
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Doris

      Doris 1 anno fa (30 Agosto 2020 16:07)

      Emilia, tu sembri non volerti decidere ad assumere su di te tutta la responsabilità che comporta l'essere adulti. Se posso, vorrei consigliarti una lettura che mi ha illuminato sulla necessità di essere completamente responsabili nei confronti di noi stessi. E cioè "I sei pilastri dell'autostima" di Nathaniel Branden... Se non l'hai ancora letto credo potrebbe tornarti molto utile, nel tuo frangente. Ciao!
      Rispondi a Doris Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 anno fa (31 Agosto 2020 11:40)

      Ciao Doris, grazie mille per il consiglio! Lo apprezzo molto :)
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Viviana

      Viviana 1 anno fa (30 Agosto 2020 16:29)

      Ciao Emilia, quando ho letto i tuoi messaggi mi si è stretto il cuore, ormai seguiamo il blog da parecchio tempo e sono affezionata a te e alle altre che partecipano più assiduamente, vi sento molto vicine nonostante non abbia vissuto le vostre esperienze direttamente. Mi dispiace tanto, ti mando un forte abbraccio. Hai già ricevuto degli ottimi consigli, soprattutto di lungo periodo, io mi permetto di dartene uno da applicare subito per superare questa domenica pomeriggio senza continuare a rimuginare: fai qualcosa che ti piace al punto da farti evadere, che ti faccia volare alto. Un po' come diceva Ilaria in un altro commento "se stai guardando la vergine delle rocce non puoi pensare al collega che ti ha risposto male". Per me è la lettura ad esempio (senza i libri non sarei sopravvissuta al lockdown conservando la salute mentale, ne sono sicura) ma anche un bel film in streaming o bello spettacolo teatrale...Ognuno ha la sua attività, o più di una, e se non l'hai ancora trovata sperimenta, vedrai che ti sentirai subito meglio e rimetterai le cose nella giusta prospettiva.
      Rispondi a Viviana Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 anno fa (31 Agosto 2020 11:44)

      Ciao Viviana, anch'io sono affezionata a te e alle altre! Ti ringrazio per i suggerimenti e per l'affetto che mi dimostri :) Un forte abbraccio anche a te!
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 1 anno fa (29 Agosto 2020 23:37)

      Ciao Emilia, Cosa ti ha attirato di quest'uomo prima di incontrarlo ? Voglio capire come fa tra l'altro ad avere diversi partner. Non hai fatto una valutazione ?
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 anno fa (29 Agosto 2020 23:49)

      Le molte partner le pesca a strascico sui social... Emanuele è abbastanza elementare corteggiare una donna sui social e farla capitolare. Poi il lockdown ha dato una bella accelerata a questi modi di fare. Morti di figa o predatori senza scrupoli da una parte, donne bisognose di attenzione dall’altra. Per molti uomini le donne sono solo un buco, una vale l’altra e giocano ad averne sempre di più per il principio della quantità senza badare alla qualità. Due parole dolci, il titillare la voglia di sentirsi attraenti e il gioco è fatto.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 1 anno fa (30 Agosto 2020 10:18)

      Ciao Ilaria, Di fatti Emilia è caduta nella rete. Io mi sono allontanato dal mio amico della piscina proprio perché è un soggetto del genere. Non so se è corretto ma a un certo punto mi sono chiesto: ma io sono così ? Ho bisogno di determinati strumenti e/ o comportamenti ? La risposta è stata no ! Piuttosto resto solo e mantengo la mia voglia di vivere a tutto tondo. Tipo ieri sera che nella mia zona ci sono svariati incontri culturali. Per me molto meglio che perdermi dietro a siti di incontri. Sarò anomalo ma è così. Anche a me manca il contatto fisico con una donna. Aspetto non c'è problema.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 anno fa (30 Agosto 2020 10:37)

      Vai agli eventi culturali, Emanuele. È un mondo per stare in mezzo alle persone e partecipare al mondo e poi, chissà...
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 1 anno fa (30 Agosto 2020 13:01)

      Ciao Emanuele, mi ha colpito ciò che scrivi perché ci sto riflettendo anche io in questi giorni. Prendere parte ad attività che ci piacciono e ci fanno tenere i neuroni in movimento ci fa stare bene. Oltre a stare a contatto con persone che condividono i nostri stessi interessi. Adoro andare a concerti, al cinema o a teatro, a mostre fotografiche o d’arte, oppure a fare treccking all’aria aperta. Quindi 2 + 2 = 5 come dicevano i Radiohead? Ossia troveremo la persona giusta li? Magari si, magari no. Arrivare ad avere una vita piena e serena è quello che mi sta più a cuore.
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 1 anno fa (30 Agosto 2020 15:16)

      Difatti Silvia fare attività che ci piacciono e ci stimolano è essenziale. E non le faccio per trovare la persona giusta. Lo faccio per me. Come adesso, fortunatamente qui a smesso di piovere. Saluti in macchina in pochi minuti sono arrivato sul lago maggiore. Mi sto godendo il panorama e c'è quel aria che rende le acque agitate che a me piace tantissimo.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 anno fa (30 Agosto 2020 8:59)

      Ciao Emanuele, non ho valutato perché prevaleva il desiderio di fare sesso con lui. Comunque lui non è bello, ma probabilmente attrae le donne perché ha scritto alcuni libri. Da quel che lui dice, sarebbero loro a contattarlo per prime. Nel mio caso è stato così. Ad ogni modo, i suoi segreti di seduzione, a parte il fatto che sarebbe uno scrittore, mi restano oscuri e, onestamente, non ho alcuna voglia di approfondire l'argomento.
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 1 anno fa (30 Agosto 2020 10:06)

      Ciao Emilia, Rispetto il tuo desiderio di fare sesso. Volevo capire sia la dinamica sia cosa ti ha attratto. Poi mi sembra che ti eri posta un aspettativa. E qui secondo me non è l'ideale partendo da siti di incontri. Un po' come dire che io vado in un Night pensando di trovare la donna della mia vita.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 anno fa (30 Agosto 2020 10:43)

      Non era un sito di incontri. Comunque, come ha detto Ilaria, sono bisognosa di attenzioni in questo periodo della mia vita. Basta poco per farmi credere che le quattro scemenze che un uomo mi dice siano vere, tutto qui. Non ci sono particolari trucchetti... Sono una facile "preda" che non ha bisogno di grandi trappole per essere catturata.
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 1 anno fa (30 Agosto 2020 11:42)

      Se da qualche parte in background c’è una aspettativa... è meglio aspettare :) Lo dice la parola stessa :D :D :D (ispirato alla versione in prima persona “ditemi cosa vi aspettate da me, così lo aspettiamo tutti insieme”)
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 1 anno fa (30 Agosto 2020 10:11)

      @Emy, in tutti i tuoi commenti traspare intelligenza e consapevolezza, e un'ironia pungente che adoro. Non ci si pente mai del sesso, non dopo i 16 anni. Non farlo, perciò. Ti andava di provare e l'hai sperimentato. Come puoi notare non è nulla di che, ma se non provi non puoi saperlo e ti rimane il dubbio. Ora lo sai, passa perciò allo step successivo. Vuoi una storia con un uomo di valore? Evita i raccatta passere sui social. Vuoi un friend with benefits? Trovatene uno disponibile nella vita vera, che ti piaccia e ti tratti bene, e con cui però non ti metteresti mai insieme, perché o troppo giovane o troppo infantile. Io per un po' l'ho fatto, è possibile e non è qualcosa da demonizzare. In passato lo credevo ma ora non più. Nel frattempo focalizzati sull'obiettivo principale, che non è trovare l'uomo ma un lavoro e la tua strada professionale. Visualizza gli step da fare e impegnati. Lo so che è difficile, dato anche il periodo contingente. Ma l'impegno alla fine paga, abbi fede :*
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 anno fa (30 Agosto 2020 10:51)

      Vic cara, grazie mille per la tua stima nei miei confronti... È quello che mi ci vuole in momenti come questo, dove la mia autostima è a terra. Focalizzare i miei obiettivi per me risulta alquanto difficile in situazioni "normali", figuriamoci nel periodo attuale. Comunque devo impormi qualcosa da fare, è dura ma devo riuscirci. Un abbraccio :*
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 anno fa (30 Agosto 2020 12:21)

      Tranqui Vic che ci si pente del sesso anche dopo i 16 anni. Te lo dico perché io i 16 anni li ho appena passati e spesso mi è capitato di dire: ‘Ma perché non sono rimasta a casa a vedere Bonolis?’. Non ho mai visto Bonolis, ma per dire... Detto ciò, Emilia, Vic ha detto l’unica vera verità: la tua priorità è trovare una tua collocazione nel mondo costruendoti un ruolo professionale partendo dal fare la colf se è il caso, perché l’importante è cominciare e dare un contributo al mondo. Mi permetto una benevola frecciata: settimane fai ti esortai - e non fu la prima volta - a fare volontariato (ci sono immense possibilità di fare volontariato umanitario, civile, ambientale et), a uscire e cercare lavori anche non qualificanti pur di uscire dalla tana di casa tua che è per te prigione e protezione. Tu replicasti dicendo che i tuoi genitori sono soggetti fragili e vuoi tutelarli... Però per andare fuori con il pirla di turno la mega scusa dei genitori fragili pare non abbia rettò. Non ho nessun diritto di dirti che cosa devi fare e tu chiedi consigli e io intravedo un grosso potenziale che rischia di essere sprecato. Se vuoi uscire dal pantano devi farti un mazzo infinito per trovare una collocazione. Anche andando a pulire i cessi, che è un lavoro dignitoso come tutti gli altri.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 1 anno fa (30 Agosto 2020 12:41)

      Ciao Emilia, avere un obiettivo tutto tuo dà una grande carica e ti mantiene focalizzata su qualcosa in cui credi e fai per te. Con fatica ma soddisfazione. Un primo passo è scandagliare quello che piace, rimanendo attiva nella ricerca e trovandoti un primo lavoro o attività per sperimentarti. Puoi prendere un pezzetto di carta e cominciare a segnarti le attività che ti piacciono di più. Tante quante te ne vengono in mente. Poi, con un occhio più attento, potrai focalizzarti su quell’una, due o tre che davvero senti tue e su cui vuoi investire. Avere un mentore (magari anche docenti universitari o conoscenti che hanno intrapreso un percorso che ti interessa) a cui puoi rivolgere qualche domanda può essere di grande supporto. La laurea è stata un traguardo e punto di partenza allo stesso tempo. E, tra l’altro, ho notato che gli annunci di lavoro non mancano in Italia e in Europa. Ce la fai!
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 anno fa (30 Agosto 2020 12:57)

      Lo so, Ilaria, anche per questo motivo prima ho detto che mi contraddico costantemente. Non sono stata moralmente corretta nei confronti dei miei genitori, che hanno una buona salute ma sono un po' anziani. Non credo di aver contratto il Covid, ma ho rischiato con il mio comportamento. Sono una povera idiota per tanti motivi, fra questi il fatto di aver corso uno stupido rischio per fare del sesso con uno che ho conosciuto via social e che sentivo spesso anche al telefono, con chiamate ogni sera fatte da lui e messaggi durante il giorno. Seguirò il tuo consiglio: manderò cv anche per fare la colf, con la speranza di andare a vivere da sola.
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 1 anno fa (30 Agosto 2020 14:14)

      Già, diventa una scusa, un alibi. Con effetto boomerang (direttamente sui tuoi denti, Emilia!). Ci sono motivazioni e ci sono scuse, non confondiamo le prima con le seconde. In ogni struttura di volontariato, c'è la possibilità di dare la propria disponibilità, concordare dei programmi e delle tempistiche, basta saperlo comunicare fin dall'inizio (ti porto la mia esperienza: ho un padre anziano che per fortuna sua e nostra lavora ancora, una madre con una malattia degenerativa e un fratello con una tossicodipendenza grave ma ieri mattina dopo essere tornata da casa dei miei per star vicina a mia madre durante la notte ho fatto i cento metri per prendere il treno per Berna per partecipare a una manifestazione e fare il discorso di piazza in italiano ovviamente dopo essere passata in pronto soccorso veterinario perché durante la notte mentre ero dai miei il gattino trovatello che ho in stallo si è tagliato la zampa e c'era sangue per tutta casa, sono rientrata alla una di notte distrutta ma soddisfatta...oggi relax totale). Dai il tuo contributo, ancorché piccolo ma importante, per te e per il resto del mondo. Pensa se in questo mondo grondante spesso egoismo ognuno facesse una piccolissima parte, pensa che meraviglia. I miei amici che arrivano dal mondo dell'attivismo sono una roccia in mezzo al mare, tròvati gente simile a te, con la quale discutere vivacemente ma con cui costruire qualcosa insieme. Il senso alla propria vita non bisogna trovarlo, bisogna crearlo. Ma ti devi impegnare, sudare, far fatica. Tanta. Volevi far sesso? Lo hai fatto. Basta, passa oltre. Non è stato un granché? Capita. Ricorda che aspettarti attenzioni da chi vuole sesso non è per niente una buona idea. Non voglio essere riduttiva di ciò che senti ma invitarti a dare peso a ciò che ha peso e ad investire lì, solo lì. Il mondo è pieno di uomini che vorrebbe fare sesso, il mondo è pieno di uomini che vorrebbero fare sesso con te. Vuoi far sesso? Ok. Sceglili e non farti scegliere da uno sfigato intellettualoide. Però nel frattempo mi accodo a Vic e a Ilaria. Pensa al senso di te, ai tuoi progetti, sogni, ideali...insomma, pensa a te, con tenerezza ma determinazione.
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 anno fa (30 Agosto 2020 17:05)

      Fra, grazie dei consigli. Se avessi begli esempi intorno a me forse sarebbe stato diverso. I miei non sono di certo dei modelli da seguire, e io adesso purtroppo non mi confronto con altre persone da cui poter prendere ispirazione. Vivere con loro significa essere travolti dalla depressione e da un costante senso di vuoto. Mi spiace per la tua situazione familiare... Bisogna essere davvero forti per affrontare quello che stai attraversando tu. Un forte abbraccio!
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 1 anno fa (30 Agosto 2020 18:38)

      Emilia, essere forti è una scelta. Ogni tuo commento, scusa se te lo dico ma credo possa esserti utile, è condito da una spolverata di vittimismo. È tutto un “sì, ma...”. Scrollati di dosso questo zaino pieno di pietre, per il tuo bene. Ma non dire, per farci piacere: ok, è vero, hai ragione e poi ricominci a fare gli stessi ragionamenti in solitaria. Se pensi di essere depressa, realmente depressa, valuta un incontro e un percorso con uno specialista (medico che possa anche prescrivere farmaci perché in alcuni casi aiutano come coadiuvanti). Non bisogna stare male. È giusto e sacrosanto stare male, fa parte della vita, non bisogna stare male troppo a lungo, abitui il tuo cervello a star male, abitui il tuo cervello a un cibo avariato. Non scherziamo con la vita. È una sola ed è piuttosto breve.
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 anno fa (30 Agosto 2020 22:52)

      Grazie della vicinanza Francesca! <3
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Atolla

      Atolla 1 anno fa (30 Agosto 2020 17:08)

      FrancescaF GRAZIE per averlo detto! Non riesco a farci nulla, mi viene l'orticaria quando leggo o sento l'espressione "sentirsi donna", "ritrovare la propria femminilità" associati ai rapporti sessuali. Cosa c'entra, di grazia? E' lo stesso che dire che una vera donna è tale se ha avuto dei figli. Emilia non demolirti. Gli incontri da una botta e via con personaggi trovati su siti d'incontri non saranno una cosa esaltante ma non è morto nessuno, non hai commesso reati, non ti sei fisicamente fatta male....augurandoti che il tizio non avesse il Covid, ovviamente.
      Rispondi a Atolla Commenta l’articolo

    • Avatar di Fisa

      Fisa 1 anno fa (30 Agosto 2020 18:37)

      Ognuno vive e potenzia la propria femminilità a modo suo. È scorretto secondo me affermare che la maternità/ paternità o i rapporti sessuali non sono determinanti per la femminilità o per la virilità. L' incontro con l'altro/a è importante per alcuni/e e per la loro energia sessuale. Non è l' unico modo per vivere la propria energia sessuale e non va perseguito ad ogni COSTO.
      Rispondi a Fisa Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 1 anno fa (30 Agosto 2020 22:47)

      Un problema è far coincidere la femminilità con l’energia sessuale. Fai sesso per esprimere la tua femminilità, non fai sesso per ritrovarla. Se no è così che si perde il proprio potere (quello su di sé). Non è il sesso che genera la tua femminilità, ma è la tua femminilità che genera il sesso. Va da sé l’importanza del rapporto con l’altro, ma il rapporto dovrebbe essere luogo di esplorazione e godimento, non modalità utilitaristica. Questo è quello che io penso!
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 anno fa (31 Agosto 2020 11:37)

      Ritrovare la propria femminilità per me significa poterla esprimere di nuovo. Per me solo l'incontro con l'altro può realizzare pienamente questo desiderio. Poi, dipende dagli incontri che si fanno, ovviamente. Per evitare equivoci, voglio precisare che non tutti i rapporti sessuali soddisfano queste particolari esigenze. Sono d'accordo sul punto che "il rapporto dovrebbe essere luogo di esplorazione e godimento".
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Fisa

      Fisa 1 anno fa (31 Agosto 2020 17:04)

      Si FrancescaF, sono d'accordo con te sul rapporto femminilità e sesso. Quello che volevo sottolineare io era che, nell'incontro con l'altro, può capitare di scoprire e esplorare la propria femminilità maggiormente. Per esempio per quanto riguarda me ho notato che la castità prolungata ha inibito la mia femminilità, mi ha reso ' unisex' per tanto tempo ... quando l'ho interrotta ho iniziato a muovermi nel mondo in modo più femminile, in vari aspetti ... Quindi quando sento che la sessualità non è fondamentale per la femminilità, mi viene da rispondere: dipende ...
      Rispondi a Fisa Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 1 anno fa (31 Agosto 2020 19:02)

      Fisa, cosa intendi per femminilità? Per come la intendo io, è quell’insieme di caratteristiche fisiche, mentali e del portamento. Che varia da paese a paese, o anche da regione a regione. Conosco donne che sono molto femminili, anche se in modo diverso tra loro. La femminilità, la vedo come una caratteristica di ogni donna, a prescindere dal sesso.
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di Fisa

      Fisa 1 anno fa (1 Settembre 2020 1:09)

      Ciao Silvia, per femminilità intendo la differenziazione da quelli che si definiscono maschi nel modo di porsi, di muoversi e di abbigliarsi e prendersi cura di sé. In realtà sono concetti molto soggettivi e discutibili. Nel mio caso esplorare la sessualità mi ha portato a sentirmi più donna e a liberare la mia femminilità anche esteriormente negli aspetti di cui ho detto sopra. Ma è un esplorazione che va fatta quando si è pronti e consapevoli e con un partner che sia capace.
      Rispondi a Fisa Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 anno fa (30 Agosto 2020 19:32)

      Atolla, sentivo il bisogno di fare sesso. Ognuna ha le sue motivazioni... Io desideravo esprimere la mia sensualità attraverso il sesso. Non ci vedo nulla di male in questo. Certo che mi sento ugualmente donna senza il sesso, ma intendo dire che volevo esprimere il mio lato più seducente servendomi della sessualità. Dopo quasi 8 anni di astinenza non mi sembra tanto strano, francamente. Purtroppo non sempre si trova il partner migliore per realizzare una cosa di questo genere, ma lo avevo preso in considerazione. Non ne sono innamorata, ma mi sono sentita comunque usata. Dopo due giorni dalla mia partenza, sono venuta a sapere tramite social che una donna è andata a fargli visita, una donna che già era stata da lui il mese scorso. Insomma, io sono stata l'intermezzo. Non è morto nessuno, certo, ma non faccio i salti di gioia dopo questa esperienza. Me la sono cercata, lo so, colpa mia che ho voluto sperimentare senza valutare bene le conseguenze. Pazienza, è andata così. Adesso cercherò di dimenticarlo e di ritrovare un po' di serenità.
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 1 anno fa (31 Agosto 2020 8:12)

      Perdonami, Emilia, ma che lui abbia usato te più di quanto tu abbia usato lui a me pare una tua fantasticazione. Interessante in quanto conferma da una parte il tuo vederti come vittima persino quando tu stessa decidi in scienza e coscienza cosa fare; e dall’altra l’enorme potere che attribuisci al maschile su di te. Prova a raccontarti questa storia in prima persona: ho scelto di fare sesso con uno (s)conosciuto sui social nel contesto di una avventura, dopo la quale tanto io quanto lui avremmo dovuto riprendere le nostre strade. Se ti sei pentita di averlo fatto, ok. È una esperienza. Se non hai voglia di riprendere la tua strada perché questo tipo ti è piaciuto talmente tanto (ma direi di no), ok. Capita. Ma “sedotta e abbandonata” lo sei solo nella tua testa, e suppongo all’insaputa del tipo che dava per scontato che fosse una cosa senza impegno ... Sembra quasi che tu ti rigiri ogni frittata al solo scopo di distruggere la tua autostima rappresentandoti come priva di potere sulla tua vita.
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 anno fa (31 Agosto 2020 11:25)

      Ciao Anna, c'è del vero in ciò che hai affermato, ma c'è un aspetto che secondo me andrebbe considerato: la sostanziale differenza che intercorre fra il suo atteggiamento e il mio consiste nel fatto che nel mio caso non ci sono storie o avventure parallele. Certo, io avevo l'obiettivo di fare del sesso con lui senza impegno, "no strings attached", e lo stesso valeva per lui. Ma il fatto che lui abbia altre frequentazioni mi pone automaticamente in una posizione "subalterna". Sarebbe stato diverso se entrambi avessimo scelto di vivere un'esperienza di questo tipo avendo nel contempo contatti e incontri sessuali con altre persone. Riallacciandomi al tuo precedente commento che non avevo ancora letto, mi sono creata qualche aspettativa prima di incontrarlo, altrimenti adesso sarei totalmente indifferente. Nel momento in cui uno con il quale hai un rapporto scrive degli articoli sull'amore su una rivista online, risulta abbastanza facile pensare che stia parlando di te. Allora inizi a credere che forse non sia stato solo sesso ma qualcosa di più. La verità è che ognuna delle donne che lui frequenta potrebbe immedesimarsi in quello che scrive. E questo mi sembra piuttosto penoso.
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 anno fa (31 Agosto 2020 11:59)

      Ciao Emilia, scusa, è parecchio che intervieni sul blog e a mio avviso molte osservazioni che sono state fatte ai tuoi commenti sono corrette, incluso l'invito a lamentarti meno degli altri e ad assumere un comportamento meno da vittima. Da sempre e dovunque negli spazi di intervento miei e di chi segue il blog e i miei social ripetiamo che chi fa pesca a strascico sui social, fa pesca a strascico sui social, non è una persona che ha obiettivi puri e neutri e poi incidentalmente e casualmente inciampa nella donna della sua vita. Va sui social dove può fare poca fatica (diciamo che è una sorta di catena di montaggio) e trovare facilmente donne bisognose, dato che le altre non sono sui social ad aspettare i like dei pirla che li affollano. Abbiamo detto milioni di volte che chi si esibisce a vario titolo, soprattutto volando a livello mediocre - ma capita anche con i grandi luminari e geni, solo che escludo che pullulino su Facebook - ha per lo più tendenze narcisistiche e usa questa sua poca o tanta visibilità per lucidare il suo ego e pasturare le groupies. Più tante altre cose. Ora non è che io dico questo perché detto dei comandamenti, voglio costruire una setta con delle regole: si tratta di buon senso per lo più e altrettanto spesso di psicologia vera e propria. I comportamenti dai quali io metto in guardia sono comportamenti patologici, descritti in studi e manuali. Noti a tutti quelli che come me o a titoli analoghi o diversi si occupano della questione. Ora, che tu vada online per trovarti un partner sono affari tuoi, che cosa tu ci faccia con questo partner sono altrettanto affari tuoi e io di certo non giudico e non condanno. Che tu anche se solo in una piccolissima parte di te pensassi che lui ti donasse in modo disinteressato attenzione e affetto, seppur minimi è una illusione e una ingenuità che colpiscono migliaia di donne e che non dovrebbero colpire anche te. Continuare a pretendere che le persone siano diverse da come sono è un errore madornale. Lo stesso pretendere che si possa trovare corrispondenza di sensi più o meno amorosi da chi palesemente ha tutte le caratteristiche per non offrirla. So che centinaia di milioni di donne (stupide) sono pronte ad affermare che online hanno trovato uomini fantastici, ma online che vi convinciate o no potete trovare solo la rumenta. E' come pretendere di andare all'una di notte nei quartieri malfamati di una città il sabato all'una di notte e di brindare in un dehors di un locale guardando le stelle, in pace e tranquillità. Nella mia città in quei posti, a quell'ora, in quei giorni, ci sono lo spaccio pesante e gli accoltellamenti. Liberissima di andarci. Se poi ti ritrovi in mezzo a una rissa non ha senso dire: "Accoltellarsi non è da bravi ragazzi, pensavo che vedendo me che sono una brava ragazza nessuno si osasse accoltellarsi di fronte a me." Punto.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 anno fa (31 Agosto 2020 12:30)

      Ciao Ilaria, ok, ne prendo tristemente atto e mi ritengo un'idiota. Non c'è vittimismo in queste mie parole.
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Fabio

      Fabio 1 anno fa (31 Agosto 2020 16:06)

      Ciao Emilia, il nocciolo della questione, ma potrei sbagliarmi, è il fare sesso e basta, per poterlo fare, ed è una mia convinzione, bisogna vedere il partner occasionale un po' come un "oggetto" senza caricarlo di nessun sentimento, lo usi a tuo piacimento e poi lo lasci. Questo per alcuni è facile e per altri no, non è che hai fatto chissà che cosa, al posto di un eventuale "self made" hai deciso per un rapporto reale, tutto ok, ma non puoi caricarlo di sentimenti se anche l'altro non li aggiunge. Non sei un'idiota, hai solo provato un'esperienza caricandola con un pizzico di sentimento ed aspettative, ma la realtà si è dimostrata diversa, metti tutto nel bagaglio delle esperienze e la prossima volta vedrai tu se ne vale la pena. Ciao Fabio
      Rispondi a Fabio Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 1 anno fa (31 Agosto 2020 12:02)

      Ciao Emilia, Ora il quadro della situazione è più chiaro. In parole povere questo soggetto scrive sull'amore a proprio vantaggio. Gli scritti sono un esca. Mi fa venire in mente quei personaggi che fanno corsi di crescita personale e ci piazzano il sesso. Direi che c'è stare lontano da un personaggio del genere.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 anno fa (31 Agosto 2020 12:06)

      Appunto.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 anno fa (31 Agosto 2020 12:32)

      Ciao Emanuele, devo ammettere che hai ragione. E' solo un modo per adescare le donne e illuderle. Tra queste, purtroppo, ci sono anch'io.
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Cristina

      Cristina 1 anno fa (31 Agosto 2020 12:13)

      Ciao Emilia, scusa se mi intrometto ma mi sembri una donna intelligente e quindi mi dispiace che tu ci rimanga male per un pirla del genere: secondo me c'è della mania di controllo dietro le tue parole, e tanta tanta bisognosità. Che ti frega, detto sinceramente, se lui va con altre donne? Posizione "subalterna"? Ma voi non state insieme, non vi state nemmeno frequentando. Tu l'hai cercato, perchè volevi fare sesso con lui, l'hai fatto, punto. Non devi secondo me metterti a stalkerare la sua vita e a rimanerci mentalmente attaccata. Se si sceglie di avere un'avventura e basta, lo si fa, non ci devono essere condizioni come l'esclusività, poichè questa è tipica di una coppia, non di un'avventura tra due che non si vedranno più. Per quanto riguarda l'illusione che le sue parole d'amore riguardino te solo perchè avete condiviso qualche ora di sesso... è un'illusione, per l'appunto. Lui è uno che usa le donne per andarci a letto, e come può una notte di sesso portare all'amore? Non c'entra niente. Avere una relazione sessuale e credere di suscitare amore ed essere le destinatarie, le muse di parole d'amore, è a parer mio ingenuo e denota grande bisogno di amore e soprattutto attenzioni. Mi dà anche l'idea che tu non riesca ad accettare di esser stata una tra "tante" di costui.
      Rispondi a Cristina Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 anno fa (31 Agosto 2020 15:51)

      Volevo trovare qualcosa che confermasse i miei sospetti su di lui, tutto qui. Comunque, per chi se lo sia chiesto, qualche giorno fa ho chiuso definitivamente, dicendogli di non farsi più sentire. Nonostante ciò, il giorno successivo ha messo un like ad un mio post. Così gli ho mandato un messaggio per dirgli di toglierlo e di non mettere più altri like. Sarebbe stato più semplice eliminarlo o bloccarlo su Facebook, ma non voglio che si senta importante. Che resti pure dov'è, ma a debita distanza.
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 1 anno fa (31 Agosto 2020 16:21)

      Bloccarlo o eliminarlo è farlo sentire importante, mentre mandargli un messaggio per dirgli di togliere un like e non metterne più altri cosa è? Sono perplessa. Sei focalizzata sulla sua importanza, forse sarebbe il caso di focalizzarti sulla tua, di importanza.
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 anno fa (31 Agosto 2020 16:37)

      Il problema non è farlo sentire importante o no. Perché degli altri (quelli tossici) non ce ne deve fregare de meno, nei limiti della legalità e dell'umanità: se annega o muore di fame, una mano gliela porgo e una telefonata al 118 gliela faccio. Di male non gliene faccio. E queste sono ovvietà, ma non sa mai chi legga e cosa capisca. Per il resto di gente come lui e come migliaia di altri, uomini e donne, non ce ne deve fregare de meno. Detto questo importanza gliela si può anche dare a certe persone: per sfotterle (che te ne fai?), per persuadere, per lusingare. La questione è non dare a queste persone una concreta importanza nel nostro animo, nel nostro cuore, nella nostra mente, nella nostra frustrazione. Emilia invece gli sta dando un'immensa importanza. E questo alla lunga, Emilia, ti rovina la vita.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 anno fa (31 Agosto 2020 17:10)

      Sto soffrendo, Ilaria. È dura ammetterlo ma piango come una stupida.
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Nimue

      Nimue 1 anno fa (31 Agosto 2020 18:57)

      Ciao Emilia, secondo me questa storia dimostra quanto potere tu abbia sulla tua vita: 1. Hai scelto tu il soggetto 2. Hai scelto tu il canale e la modalità 3. Hai scelto tu di raccontarti di cercare sesso, aspettandoti poi esclusività e dichiarazioni d'amore (e rimanere quindi delusa). Ovviamente capita a tutti di prendere cantonate, abbassare la guardia, ripetere schemi dannosi. Il punto qui è che, a mio parere, questa è proprio una missione di autosabotaggio in piena regola. Il risultato è aver trovato conferme negative su te stessa e sul mondo. Il risultato è che hai una buona ragione per stare male. Non si tratta di ingenuità, non si tratta di esserti fatta abbindolare. Sei protagonista e agente attiva. Ora, questo potere di indirizzare gli eventi che ti accadono vale anche nella direzione opposta. Ma devi prima decidere di uscire da questo vortice di negatività che ciclicamente ritorna. Sono sabbie mobili e in qualche modo sono anche rassicuranti. Puoi ricevere sostegno, supporto, accompagnamento per uscirne, ma la spinta può partire solo da te. Un abbraccio :)
      Rispondi a Nimue Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 1 anno fa (31 Agosto 2020 19:23)

      Ilaria, io resto sempre in fiduciosa attesa di un tuo corso residenziale così ne approfitterò anche per dare un abbraccio a Nimue per questo suo commento da incorniciare. Emilia, scriviti il commento di Nimue su un quaderno e leggilo tutte le mattine quando fai colazione.
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Nimue

      Nimue 1 anno fa (31 Agosto 2020 20:27)

      Francesca, in attesa del corso residenziale ricambio virtualmente l'abbraccio!
      Rispondi a Nimue Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 1 anno fa (31 Agosto 2020 22:47)

      Standing ovation per Nimue. (Intanto ho deciso di sottopormi a EMDR, ne avevo discusso a suo tempo - tre anni fa - con la terapeuta, ora sento che è arrivato il momento di affrontare i demoni ... vedremo)
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Nimue

      Nimue 1 anno fa (1 Settembre 2020 3:26)

      Anna, sono andata a documentarmi meglio sull'EDMR di cui sapevo o ricordavo poco ... in pratica ti riformattano!
      Rispondi a Nimue Commenta l’articolo

    • Avatar di Anais

      Anais 1 anno fa (1 Settembre 2020 9:30)

      @Nimue magari fosse così! Io l'ho fatto, ha una qualche efficacia, ma rimuovere un blocco emotivo presuppone una presa di coscienza e soprattutto atti di coraggio non da poco...
      Rispondi a Anais Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 1 anno fa (1 Settembre 2020 13:04)

      Io spero semplicemente di reintegrare il trauma, ed in particolare il pezzo di me che sta o torna lì (diciamo così... i pezzi non esistono, non ci sono “parti” separate ed è appunto questa la fregatura)
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Nimue

      Nimue 1 anno fa (1 Settembre 2020 13:55)

      @Anais, certamente!
      Rispondi a Nimue Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 anno fa (1 Settembre 2020 10:12)

      Ciao a tutti! Scusate il ritardo nel rispondervi ma ieri ho avuto un crollo. Ringrazio tutti voi per i messaggi che mi avete inviato, in particolare Nimue che ha individuato il mio problema principale, ovvero l'autosabotaggio. Perdonatemi se non rispondo singolarmente a tutti ma sono un po' provata. Vi abbraccio, a presto
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Viviana

      Viviana 1 anno fa (31 Agosto 2020 19:07)

      Emilia bloccalo, eliminalo dalla tua vita, così puoi andare avanti. Potrebbe rispuntare anche in futuro, in tuo momento di debolezza magari, e destabilizzarti, pensaci. Io in quarantena sono stata ricontattata da gente improbabile con cui avevo preso solo un caffè anni prima, li ho bloccati, forse mi avranno preso per folle, ma sinceramente non me frega nulla, mi sentivo fragile e sapevo già che non era gente che avrei voluto più vedere e frequentare, quindi via, sciò, aria. Cosa fa/pensa/ dice/ clicca non è importante, cerca solo di proteggerti e lasciarti tutto alle spalle nel modo più risoluto e meno doloroso possibile.
      Rispondi a Viviana Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 1 anno fa (31 Agosto 2020 20:54)

      @Emilia, Mi spiace tantissimo che stai così. Se vogliamo dare un significato a questa esperienza mi viene da dire che l'appagamento sessuale nudo e crudo non funziona. Non è una notte di sesso che ci arricchisce la vita. Non per persone come noi che vogliono qualcosa di più di questo. Me se sono reso conto anch'io diverso tempo fa. Sono andato con una escort. Vuoi sapere cosa ho provato ? Niente ! Non è ciò che voglio. Non è amore, non è niente. È qualcosa di meccanico, che ti lascia ancora più vuoto interiore. Non funziona così per noi Emilia. Ci fa stare ancora più male. Ti sei aggrappata a un farabutto. Uno che vede una donna come un buco. No Emilia no.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Atolla

      Atolla 1 anno fa (1 Settembre 2020 15:14)

      Mi associo agli elogi per il commento di Nimue sopra, ma sottoscrivo a caratteri cubitali anche questo di Emanuele. "L'appagamento sessuale nudo e crudo non funziona". Bingo. Io ormai se parliamo di sesso sono una ragnatela che cammina ma mi conosco abbastanza - credo - da sapere per certo che non è pescando nel mare magnum dei social/siti di incontri che posso trovare soddisfazione psicofisica, probabilmente dopo starei anche peggio, chi lo sa. Tanto vale lasciar crescere un altro strato di ragnatele ^_^
      Rispondi a Atolla Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 1 anno fa (1 Settembre 2020 19:44)

      Ciao Atolla, C'è anche un discorso di situazione. Dal mio punto di vista conoscere qualcuno in una chat , sito di incontri ecc e poco dopo fissare un appuntamento per fare sesso è uguale a incontrare una escort, uno gigolò. Non c'è quella magia che si crea quando si conosce qualcuno , ci si corteggia , ci si conosce e ci si frequenta con quel' escalation che poi porta a fare sesso. Voler fare del sesso e diverso dal voler quella specifica persona che ci prende, ci stimola e ci fa volare con la fantasia.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 1 anno fa (2 Settembre 2020 9:42)

      Non saprei. È un fatto che in altri paesi i siti di incontri funzionano decisamente meglio. Non sarà che in Italia ci sono gli italiani, con tutto il carico di pregiudizi? Tipo che se una è iscritta a un sito di incontri è una disperata quando non una che la da a tutti? E che in definitiva incontriamo chi incontreremmo in qualunque altra circostanza? Non mi pare che gli incontri nella vita reale siano tutta sta gran magia, o che finiscano diversamente tanto più spesso. Quelli in rete sono solo molti di più, quindi se cerchi il principe azzurro prendi 10 facciate al mese invece di una o due ogni tanto. Bisogna essere molto selettivi e severi, oppure farsi l’avventura sapendo che la probabilità di avere a che fare con un tipo qualunque, banale e probabilmente tossico, sono 99 virgola 9 periodico su 100. Del resto uno che rimorchia in certi modi già mostra scarsa serietà e scarsa considerazione delle donne. Qualche giorno fa un tale ha iniziato a mandarmi le classiche fotine sceme coi fiorellini e i cuoricini su Messenger. Sono andata a guardare il profilo e apriti cielo. Sembrava la pagina di GQ. Alla mia età, e senza foto “interessanti”, me ne capitano abbastanza spesso. Figuriamoci a una ragazza. Se uno fosse un tipo perbene veramente interessato, troverebbe modi più discreti per usare i social (ad esempio le conoscenze comuni, come si faceva una volta). E si, uso la parola “perbene”,: provare per credere quanto sia efficace nello scremare.
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Atolla

      Atolla 1 anno fa (2 Settembre 2020 12:54)

      Altro intervento che mi trova del tutto d'accordo, Anna. Sullo scarso funzionamento dei siti di incontri in Italia rispetto all'estero non saprei. Io alcuni anni fa ne avevo scaricato uno, più per trovare tandem-partner linguistici che potenziali friends with benefits (errore ingenuo, magari). Non sai con QUANTI c'era stato il match e con un paio anche uno scambio di messaggi (due di numero) che non aveva portato assolutamente a nulla. Inconcludenza allo stato puro. Poi ero uscita con un tipo, che avevo apprezzato per diversi aspetti, prima fra tutti l'onestà nel porsi, ma non mi scattava nient'altro, lui era orientato verso un'avventura (era separato dopo non so quanti anni di matrimonio), aveva lasciato a me la "scelta" se rivederci ma io sono uscita di scena. Un altro mi aveva contattata in due occasioni, nell'ultima delle quali era stato, come dire, un po' insistente perché evidentemente voleva passare subito ai fatti, ma lì ho capito definitivamente che queste cose non fanno per me e l'ho bloccato per poi disinstallare l'app. Credo che in Italia queste app siano più popolari nelle grandi città, e riguardo agli italiani il problema è che ci sono troppi, troppi, troppi ca**oni, con la maturità di ragazzetti delle medie anche a 45 anni. Il che però non è esclusiva dei soli utilizzatori di app per incontri.
      Rispondi a Atolla Commenta l’articolo

    • Avatar di Fisa

      Fisa 1 anno fa (2 Settembre 2020 13:30)

      AnnaV sono d'accordo con molto di quello che dici. Io ho fatto parte di gruppi Fb di conoscenza tra uomini e donne per 1 anno e l' idea che mi sono fatta è che online le persone perdano le inibizioni e si mostrano in poco tempo per quello che sono davvero. Da un lato c'è più finzione, dall' altro molto meno. Vai agli eventi culturali nella realtà e pensi ' wow, questa è gente interessante ' e poi la stessa è sui gruppi Fb, su Tinder e simili. L' idea che le persone si selezionino in base a dove le incontri dopo quel periodo nei gruppi a me non convince completamente ... In quei gruppi c'era di tutto, come nella realtà. La gente del mondo fisico è al 90% anche nel virtuale. Sono combattuta al riguardo: tra quello che ho visto io e quello che dice Ilaria. Io in quel periodo ho avuto esperienze negative e esperienze positive, le prime sono più numerose ma anche nella realtà fisica è così.
      Rispondi a Fisa Commenta l’articolo

    • Avatar di Atolla

      Atolla 1 anno fa (2 Settembre 2020 12:40)

      Sì Emanuele, non c'è sostanzialmente differenza...giusto il fatto che si spendono dei soldi per fare sesso ma la mancanza di profondità e magia è la stessa. E vabbé, ci sono cose peggiori nella vita :)
      Rispondi a Atolla Commenta l’articolo

    • Avatar di Fisa

      Fisa 1 anno fa (2 Settembre 2020 13:33)

      Emanuele non è che la prima volta che incontri qualcuno conosciuto online ci fai sesso. Dipende dalle 2 persone. È come con le persone conosciute nella realtà.
      Rispondi a Fisa Commenta l’articolo

    • Avatar di emanuele

      emanuele 1 anno fa (31 Agosto 2020 16:37)

      @Emilia non c'è bisogno di cercare conferme su di lui. Ti sei tuffata in un mare torbido. Scusa la brutalità ma davvero per sesso ti metti allo stesso livello di questo signore ? Molto meglio a questo punto uno Gigolo.
      Rispondi a emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 1 anno fa (31 Agosto 2020 13:03)

      Posizione subalterna? Ma che è? Una gara a chi mette più tacche? Se tu avessi avuto altri contatti per rapporti occasionali sarebbe andato bene? Ma allora è una guerra di potere? Allora se lui aveva solo te e tu altri tre allora eri serena? Ma stiamo parlando di questo? Dimmi di no. Emilia, se è così , invece, rivedi la tua visione del mondo. Caldissimo consiglio da parte mia. Ilaria lo ripete ovunque: conosci i tuoi bisogni.
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 anno fa (31 Agosto 2020 15:11)

      No, non è una guerra di potere, neppure una gara. Non rientra nel mio modo di essere aggiungere tacche o accumulare avventure per sentirmi "potente". Temevo che il mio commento si sarebbe potuto interpretare in maniera errata. Ho solo detto che le avventure secondo me si possono definire tali quando si instaurano più rapporti contemporaneamente, altrimenti si rischia di credere che quella "storia" particolare possa evolvere in qualcosa di serio. È il mio umile punto di vista a posteriori.
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 1 anno fa (31 Agosto 2020 16:51)

      Emilia stai partendo da un assunto fallace. Non ti puoi aspettare che una notte di sesso con uno sconosciuto sia in esclusiva.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 1 anno fa (31 Agosto 2020 19:07)

      Se lui fosse stato più asociale e/o meno piacione e/o in un momento introspettivo, tu ti saresti fatta dei gran film, ma il risultato in pratica sarebbe stato lo stesso ...
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 1 anno fa (31 Agosto 2020 19:34)

      Ciao Emilia, questo può essere un punto di ripartenza per te. Siamo arrivati qui, dove dicevi di voler arrivare da un po’ di tempo. Ricordo vari post in cui ci dicevi che avresti voluto fare questa esperienza. È andata, e non ti ha fatta sentire come speravi. Anzi, quasi il contrario. Scrollati di dosso questo groppone, che ti tiene attaccata a terra e, come alcune persone hanno detto, vela i tuoi discorsi con un senso di staticità e resistenza al cambiamento. Ce la puoi fare a spiccare il salto, perché sei una persona intelligente, capace e che ha dimostrato di saper iniziare e portare avanti dei progetti importanti per sé. Forza!
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 1 anno fa (31 Agosto 2020 21:08)

      Ciao AnnaV, Il problema di fondo è dare retta a uno sconosciuto che fa con parole d'amore le bufale. L'atteggiamento dovrebbe essere vado, faccio sesso e ciao ciao. Senza dare peso alle parole.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo