Fare l’amore con un uomo: come fai a decidere? (Seconda Parte)

fare l'amore con un uomoFare l’amore con un uomo: torniamo su quella che nella prima parte di questo articolo abbiamo definito con una espressione latina una vexata quaestio, cioè una questione dibattuta. Sono molte le lettrici e le donne in generale che si interrogano ripetutamente e nelle diverse fasi della propria vita su quando è il momento giusto per iniziare a fare sesso con un uomo con il quale è iniziata una frequentazione o se si tratta dell’uomo giusto e se vale davvero la “pena” di iniziare a fare sesso con lui.

"Le donne hanno bisogno di una ragione per fare sesso. Gli uomini solo bisogno di un posto. Billy Crystal"

Nella prima parte ho parlato di quanta ansia ci sia intorno a questo argomento, un’ansia comprensibile dato che sul tema del fare l’amore (e soprattutto con chi, perché, come e quando) e del fare sesso vi sono costruzioni di pensiero e – purtroppo, ahimé – attorcigliamenti mentali non di poco conto. Insomma, se ti senti un po’ confusa riguardo all’argomento è perché hai contro di te millenni di storia, di pregiudizi, fiumi di inchiostro, miliardi di consigli (dalla bisnonna alla suocera della migliore amica della cugina), eventi traumatici, apprezzamenti maschili fuori luogo, articoli sui blog, manuali di seduzione, commenti di altre lettrici sul tuo blog preferito, suore, preti e catechisti, estremisti islamici, meditazioni orgasmiche (sì esistono anche quelle), brutte storie passate, momenti deludenti con uomini mezza calza, momenti deludentissimi con uomini che credevi fossero calze intere e molto altro ancora.

Avrò dimenticato qualcosa? Ah, sì, per esempio: quando io ero adolescente esisteva “Dolly”, giornaletto dedicato alle teen ager sul quale alcune teen ager – anonime sconosciute, probabilmente dei falsi pazzeschi – raccontavano imprese sessuali ed erotiche degne di una matura prostituta di Bangkok, facendo sentire tutte le altre sbagliate e fuori posto. Ma è così, giusto un esempio che mi è venuto in mente (altro che fare l’amore con un uomo).

"Ogni generazione pensa di aver inventato il sesso. Andrew Stephen Grove"

Fare l’amore con un uomo: no attorcigliamenti mentali

In realtà la regola d’oro sulla quale si possono costruire felicità e serenità personale è che gli attorcigliamenti mentali vanno evitati. Se dovessi dare un unico, importante consiglio a ciascuna delle mie lettrici sarebbe: evita gli attorcigliamenti mentali. E non solo per quel che riguarda le questioni che ruotano attorno al tema del fare l’amore con un uomo.

Gli attorcigliamenti mentali andrebbero evitati sempre, dato che sono quelli che ti creano insicurezza, che sono alla base della timidezza che ti prende talvolta e di sorperesa e che sono anche causa di comportamenti bisognosi. Diciamo pure che gli attorcigliamenti mentali sono tipici delle donne che amano troppo (gli altri) e che amano poco se stesse. Gli attorcigliamenti mentali sono anche abbastanza tipici di quelle persone dure con se stesse, categoriche nella loro visione del mondo e un pochino assolutiste. Quelle che, per usare una metafora, vedono solo bianco o nero e non riescono a vedere le sfumature di tutti i colori. Mentre le piccole differenze sono importanti da considerare e le sfumature anche.

"Il sesso non è la risposta. Il sesso è la domanda. “Sì” è la risposta. Swami X"

Gli attorcigliamenti mentali ti impediscono anche di usare il cinismo a proposito e con intelligenza e di essere stronza quanto e quando ti serve, ti fa bene ed è bene in assoluto. In poche parole: pensare meno e agire di più. O, meglio, pensare meno e godersela di più. “Godersela”, ho detto, giusto per essere chiara. Ecco il punto importante, tanto più per quel che riguarda il fare l’amore con uomo.

In un articolo che ho pubblicato di recente e dedicato all’innamorarsi e all’innamoramento, ho fatto un’analogia fra l’amore e uno slogan molto famoso di una marca di caffé “Il caffé è un piacere, se non è buono che piacere è?”, per fare riferimento a tutti coloro che vivono l’amore con dolore e sofferenza, che sono abituati a soffrire per amore. Ma se l’amore è un piacere, se fa soffrire non è amore, giusto? Lo stesso si può dire per quel che riguarda fare l’amore con un uomo. Lo stesso si può dire per quel che riguarda il sesso. Giusto?

Fare l’amore con un uomo e interesse personale

Ed eccoci al punto. Ed eccoci a una bussola per regolarci nella nostra vita, per regolarti nella tua vita. Se ti fa bene, se ti fa del bene, se ti fa stare bene, è bene per te. Se ti crea disagio, se ti fa male, se ti tiene in sospeso, se ti toglie tranquillità, se ti fa male, è male per te (e non sto parlando del tuo dentista, si intenda). Questa è la regola. Che ha un presupposto di partenza: ti serve sapere quello che ti fa bene e che ti fa stare bene.

"Due cose mi piacciono della vita. La seconda è viaggiare. Roberto Benigni"

Fare l’amore con un uomo: come la mettiamo?

Ed è proprio facendo riferimento a questa regola – che è una regola interna e personale – che vorrei rispondere a una obiezione che mi viene mossa molto spesso sia in privato, sia equi sul blog dalle lettrici sulla vexata quaestio del fare l’amore con un uomo.

Ecco tre messaggi che spiegano bene l’obiezione:

“Ciao Ilaria, io non capisco (eh ne ho da capire!!!!) nella guida Come attrarre la persona giusta per te in 11 passi parli di “sperimentazione” e poi sul sito parli in maniera ironica dell ‘”amico di letto”… vai in contraddizione o no?”

Cara Ilaria, ho ascoltato i tuoi meravigliosi audio su Come sedurre un uomo senza stress. Fantastici! Poi ho letto Come attrarre la persona giusta per te in 11 passi e, nel paragrafo “sperimentazioni” viene affermato l’esatto contrario; ossia che si può fare sesso al primo appuntamento, si può chiamare per prime, e trovare, comunque, la persona giusta, seppure con questo atteggiamento “alternativo”. Sarebbe l’eccezione che conferma la regola? Sono un po’ confusa.

“Ciao Ilaria, ti segnalo una contraddizione che ho notato nei tuoi scritti. Mentre negli articoli del blog specifichi molto chiaramente che fare il primo passo specialmente per una donna è controproducente, nella guida che ho scaricato invece sottolinei l’importanza della spontaneità e quindi consigli anche di prendere l’iniziativa se si desidera. Idem per il primo rapporto sessuale. Negli articoli scrivi che è bene attendere anche due mesi, nella guida non escludi si possa ‘consumare’ anche al primo appuntamento se lo si vuole. Quale delle due ‘linee’ devo seguire?

Fare l’amore con un uomo: nessuna contraddizione

Tutte le linee si possono seguire, se la regola base è una perfetta conoscenza di te stessa e di quello che ti rende felice. Nello specifico, per fare chiarezza, nel percorso citato dalle lettrici spiego che aspettare a fare l’amore con un uomo che si sta frequentando da poco sia utile per non farsi “coinvolgere” rischiando di perdere la lucidità (dato che è piuttosto comune che, dopo che sono entrate in intimità, molte donne tendono ad attaccarsi al partner) e questo è un consiglio che tiene in considerazione quanto sia importante “proteggerti” da rapide e dolorose “disillusioni”; non solo: aspettando qualche settimana, si lascia, al contrario che lui si senta più seriamente coinvolto e quindi realmente interessato. E questo è un consiglio che tiene in considerazione l’importanza che può avere per te “essere in controllo” di quanto sta succedendo nella relazione ed evitare che tu ti perda nell’oceano dei dubbi del tipo: “gli interesso o non gli interesso?”. Lo stesso vale per quel che riguarda fare la prima mossa.

Allo stesso tempo se è importante che tu sia in controllo di quanto sta succedendo in una relazione e nella tua vita, è ugualmente e altrettanto importante – in modo coerente e non in contraddizione – che tu faccia quel che ti pare e soprattutto quel che ti piace, senza i famosi attorcigliamenti mentali di cui abbiamo parlato poco sopra. Ti va di fare l’amore con uomo al primo appuntamento? Fallo. Ti va di fare il primo passo? Fallo. Ti va di avere una storia da amici di letto? Tieniti l’amico di letto. E non pensare che tu e lui siate privi di secondi fini e che non stiate attuando una sottile manipolazione reciproca e non pensare di confondere tale presunta amicizia con l’amore. Sapere distinguere le differenze e riconoscere le diverse sfumature sono atteggiamenti di maturità e di responsabilità, che è importante far propri. L’amore e il piacere non sono faccende per bambinetti immaturi e che non colgono le differenze.

"L’unico atto sessuale contro natura è quello che non è possibile eseguire. Alfred Kinsey"

L’accortezza è di non muoversi nella vita e attraverso gli eventi come se si avesse una benda sugli occhi e si stesse guidando un’auto schiacciando l’acceleratore a tavoletta. Come se non si sapesse chi siamo noi e non si sapesse come sono gli altri. Come se si fosse dei bambini bisognosi di tutela e di un controllo da parte degli adulti. Come se non si sapesse la differenza tra piacere e dolore…

I percorsi per te

Cogli l’opportunità del momento. Fai adesso i percorsi che ho preparato per le mie lettrici. Aumenta la tua capacità di capire te stessa e gli uomini:

I 7 Pilastri dell’Attrazione.

E’ il primo passo verso la conoscenza di te e del tuo potenziale di attrazione.

Clicca qui per iniziare il tuo percorso adesso.

Come Sedurre un Uomo senza Stress

In questo percorso si spiegano i passi dell’attrazione “autentica”, quella attraverso la quale ti dài valore, smetti di essere bisognosa e rompiscatole e riesci davvero a realizzare una relazione appagante e duratura.

Clicca qui per iniziare il tuo percorso adesso.

E se vuoi aumentare la tua autostima, c’è un percorso pratico ed efficace, con una parte dedicata tutta all’Autostima femminile:

APP Autostima Passo Passo.

Clicca qui per iniziare il tuo percorso adesso.

Lascia un Commento!

39 Commenti

  1. Avatar di Valeria87

    Valeria87 4 anni fa (11 novembre 2014 0:47)

    Saris60, mi scuso se sono risultata troppo critica. Quello che volevo dire è che certi pensieri non sono molto utili ai fini della nostra felicità. Io sono alta un metro e 90 e in passato mi sono fatta non pochi problemi per questo, dato che il luogo comune vorrebbe la donna più bassa dell'uomo. Puntualmente incontravo qualcuno che mi diceva: "Sei troppo alta, come farai a trovare un fidanzato?". Non appena un uomo si mostrava un minimo interessato a me, pensavo di non potermi lasciar sfuggire l'occasione, perché chissà quando me ne sarebbe ricapitata un'altra. Adesso ho deciso di cambiare atteggiamento. Ora il premio in palio sono io :) Inizia a pensare che il parcheggio buono sei tu ;)
    Rispondi a Valeria87 Commenta l’articolo

  2. Avatar di Cris83

    Cris83 4 anni fa (11 novembre 2014 0:49)

    In merito al commento precedente aggiungo la conclusione a cui sono arrivata: "O sei troppo piccola,o sei grande...se a un uomo INTERESSI VERAMENTE...PIACI COSI'COME SEI!"STOP!Altrimenti non e'quello giusto!! quindi evitiamoci paranoie di ogni tipo!!sono inutili e ci fanno solo male!!
    Rispondi a Cris83 Commenta l’articolo

  3. Avatar di Vale

    Vale 4 anni fa (11 novembre 2014 12:58)

    @Cris83: hai ragione... ad esempio a me piaceva una persona che reputava affascinanti, soprattutto, le quarant'enni.. ed io ho 10 anni e meno ed ero fuori target! anzi, addirittura le preferiva fino ai 45.... lui ne aveva 39. Concordo poi con quello che hai aggiunto..
    Rispondi a Vale Commenta l’articolo

  4. Avatar di Cris83

    Cris83 4 anni fa (11 novembre 2014 16:52)

    Per me l'UNICA distinzione da fare e' "Uomo intetessato realmente" o "Uomo Non interessato". Tanto...sei piccola,sei grande,sei magra,grassa,bionda,mora,italiana,straniera chi piu' ne ha piu' ne metta. Amiamoci e pensiamo che il mondo e' bello perche' e' vario..mica possono essere tutti uguali gli uomini e ognuno ha i suoi gusti(come noi del resto)!!
    Rispondi a Cris83 Commenta l’articolo

  5. Avatar di Paolo68

    Paolo68 4 anni fa (11 novembre 2014 20:43)

    Ho seguito con interesse il vostro confronto, Vale e Cris83 ma rimango convinto che, per le persone come me, non belle e con qualche problema di deambulazione e quindi un po' impegnative, l'unica possibilità è incontrare una donna che sa guardare con gli occhi del cuore. In caso contrario ogni discorso è inutile
    Rispondi a Paolo68 Commenta l’articolo

  6. Avatar di Cris83

    Cris83 4 anni fa (12 novembre 2014 15:33)

    @Paolo68, ho sofferto di obesita' grave dalla 3 elementare fino a qualche anno fa. All'eta' di 25 anni pesavo oltre 100kg. Bhe...nonostante questo(e mi dovete credere)avevo molti piu' pretendenti io di altre mie amiche belle e magre!! come mai? perche'ero allegra,spensierata,naturale..e ho imparato che l'aspetto non e'tutto,non solo per me(in uomo guardo il cuore,i sentimenti,l educazione e il rispetto nelle piccole cose),ma anche per gli altri. Certo...le persone superficiali ci sono purtroppo,ma sono sicura che anche se hai dei piccoli problemi,hai tutte le carte in tavola per trovare la persona giusta ed essere amato come meriti!
    Rispondi a Cris83 Commenta l’articolo

  7. Avatar di nina

    nina 4 anni fa (13 novembre 2014 13:38)

    Ciao articolo molto interessante, sopratutto perchè si riesce a capire che è la persona che deve vivere il sesso e non il contrario. Anch'io sono dell'idea che se è una cosa che ti fa stare male al solo pensiero è meglio rimandare o comunque chiarirsi la motivazione di fondo del perchè uno potrebbe aver "paura" del sesso. Comunque anch'io nella mia esperienza con il mio ex ho voluto provare l'ebrezza del sesso: risultato non sono riuscita poi a gestire la faccenda, e mi sono ritrovata a "fare sesso" e appunto non l'amore. E non era questo che volevo, eppure è andata così. Probabilmente c'erano altri aspetti personali che non mi erano chiari di me e ne di lui...però intanto l'ho lasciato perchè una storia solo basato sul sesso non la cercavo, e sopratutto annientava la mia dignità di donna e annientava il mio diritto ad essere felice. Risultato: l'ho lasciato e ora sono single da qualche anno, certo mi piacerebbe trovare un uomo che mi ami per quello che sono. Un uomo, che sia appunto "uomo" e non solo maschio.
    Rispondi a nina Commenta l’articolo

  8. Avatar di Luigia

    Luigia 4 anni fa (13 novembre 2014 20:18)

    @nina A volte capita che crediamo che aprirci anche sessualmente ad una persona di cui crediamo di essere innamorati, possa dare un aiuto a migliorare di più la relazione. Ma non sempre succede. Anzi, spesso crea problemi più gravi. A volte bruciare le tappe è controproducente. Cosa puoi sapere di una persona che hai conosciuto poco. Alcuni pensano alla fantomatica decisione del 5° appuntamento; Ma che cosa puoi condividere con un uomo (o una donna) che possa essere utile a decidere di avere una rapporto sessuale in così pochi incontri?. Nulla. Serve più tempo per decidere di fare qualcosa di così profondo, certamente non poche ore trascorse insieme.
    Rispondi a Luigia Commenta l’articolo

  9. Avatar di Cris83

    Cris83 4 anni fa (13 novembre 2014 23:44)

    Fare sesso e' molto facile. La scelta e' ampia. Fare l'amore..entrare in intimita'...e' sicuramente piu' difficile..
    Rispondi a Cris83 Commenta l’articolo

  10. Avatar di Vale

    Vale 4 anni fa (14 novembre 2014 14:50)

    @Cris83: che bello che hai condiviso questa cosa della tua vita.. soprattutto perché attualmente mi sto complessando per un mio difetto estetico e temo di non piacere più alla persona che mi corteggia. Penso che Ilaria classificherebbe la cosa con "l'autosabotaggio" eheh infatti me lo sono pure andata a rileggerlo per lavorarci sopra! Questo blog è una piccola "bibbia"... :) non finirò mai di ringraziarla.
    Rispondi a Vale Commenta l’articolo

  11. Avatar di Paolo68

    Paolo68 4 anni fa (17 novembre 2014 20:43)

    Ciao a tutti. Cris83: quello che mi hai detto sul tuo carattere lo trovo vero ma penso anche che le donne dai 40 ai 50 anni, non tutte, naturalmente sono peggiorate. Si vogliono mettere in competizione con le più giovani per credersi ancora piacenti e si fanno foto scollate, con le gambe in evidenza. Spesso sono meglio le ventenni, non per avere dei rapporti, potrebbero essere mie figlie, ma per la sensibilità che ancora hanno e che la donna in generale sta perdendo, se non l'ha già persa. Al giorno d'oggi, probabilmente, noi, persone diversamente abili, siamo troppo "impegnativi". Ti ringrazio per gli auguri che ricambio perchè anche tu possa trovare l'amore che meriti.
    Rispondi a Paolo68 Commenta l’articolo

  12. Avatar di Antonio

    Antonio 4 anni fa (4 febbraio 2015 16:26)

    In risposta a Michela che definisce schifosi e provoloni uomini come Charlie Chaplin ed il generale Alberto dalla Chiesa perché hanno osato posare gli occhi (ah l'orrendo delitto!) su ragazze di ben oltre trent'anni più giovani e addirittura sposarle, vorrei dirle che nel mondo ci sono milioni di coppie felici con oltre trent'anni di differenza di età nonostante la matematica certezza di Michela che la differenza nelle unioni non deve superare i 5 anni, A me pare che sarebbe buona norma avere più rispetto per coloro che hanno idee e gusti differenti dai nostri. Ilaria qual'è il tuo parere su questo argomento?
    Rispondi a Antonio Commenta l’articolo

  13. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 4 anni fa (4 febbraio 2015 17:37)

    Mi fa sorridere quando vengo chiamata in causa relativamente a questioni sulle quali il mio parere è trasparente. La mia opinione sulla differenza di età l'ho espressa tra l'altro qui http://www.lapersonagiusta.com/trovare-la-persona... Faccio presente con veemenza e convinzione che per quel che riguarda i rapporti con minori oltre all'etica e al buon senso (sempre relativi ahimé) conta quel che dice la legge. Non si discute.
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  14. Avatar di Michela2

    Michela2 4 anni fa (4 febbraio 2015 18:26)

    Io non ho parlato di 5 anni di differenza ma, intendevo dire che un uomo di 60 puo' avere al fianco una donna di 45/50/55 anni e comunque erano esempi.Comunque io parlavo dei siti d'incorntri, leggendo il commento sopra al mio, di Ilaria, e quello ancora sopra. Secondo te Antonio, un uomo di 60 anni che va in chat e nel profilo scrive di cercare donne di 18/20 anni, le cerca per la storia della vita?Le 30/40/50/60/70 piu' vicine alla sua età e probabilmente piu' mature e consone ad una relazione con l'uomo in questione perchè non le vuole e le taglia fuori?Dalla Chiesa non aveva 60anni quando'si sposo' con una donna di 18/20anni e non penso l'abbia conosciuta su siti d'incontri. Non ho niente contro alla grande differenza d'età,vado contro agli uomini di 60anni e oltre che in chat cercane donne di 18/20.Baci Antonio!
    Rispondi a Michela2 Commenta l’articolo

  15. Avatar di Antonio

    Antonio 4 anni fa (5 febbraio 2015 10:21)

    Michela, leggo sempre con piacere i tuoi scritti, il fatto che in un certo contesto possiamo avere idee diverse non scalfisce minimamente la considerazione che ho per te. Baci Michela! Ilaria, grazie per la tua gentile risposta, ho letto il post che mi hai segnalato, bellissimo ed esaustivo come sempre.
    Rispondi a Antonio Commenta l’articolo

  16. Avatar di Marialuisa Vuono

    Marialuisa Vuono 3 anni fa (28 giugno 2015 18:51)

    Io ho aspettato un mese prima di far l'amore con un mio vecchio compagno di classe incontrato per caso dopo anni...lui sembrava davvero interessato...siamo andati avanti un altro mese e il nostro rapporto non si basava solo su quello...c'era sintonia e affinità anche mentale...poi io ho avuto alcuni problemi e lui mi è stato vicino ma quando ha iniziato ad averli lui, un papà che no sta bene e altro, ho sentito che piano piano si chiudeva e si staccava da me...per un po ha negato ma alla fine mi ha chiesto scusa per la sua chiusura nei miei confronti e mi ha detto che non sapeva cosa far rispetto alla nostra storia...risultato...si è fatto sentire solo quando ha saputo che non stavo benissimo fisicamente per un intervento ma non è più tornato sulla cosa e sono giorni che è tornato nel silenzio... Non so cosa fare
    Rispondi a Marialuisa Vuono Commenta l’articolo

  17. Avatar di Luigia

    Luigia 4 anni fa (12 novembre 2014 8:36)

    Io credo che il sesso sia qualcosa che non si deve fare solo per voglia di farlo. Se fai sesso con un uomo al primo appuntamento ti abbassi al livello dell'uomo stronzo che cerca la donna per il sesso. Il sesso è una apertura profonda della nostra persona ad un altro. Al primo appuntamento a mio parere non è una decisione giusta da prendere. Il motivo per cui ci sono troppi uomini stronzi sulla faccia della terra è dovuto sopratutto al fatto che ci sono troppe donne che si concedono facilmente. Quindi è un atteggiamento lesivo che non fa niente altro che male alla femminilità, perchè la rende schiava dell'uomo in ogni caso. Anche la regola del 5° appuntamento è una stronzata creata dalla mentalità maschile. Per me il sesso deve essere fatto da soli per sfogarsi, mentre l'amore deve essere fatto con i giusti tempi e con una persona che poi ti resterà vicina subito dopo e non che poi il giorno seguente si dilegua. Perchè concedersi subito ad un uomo, fa si che togliamo dalla sua mente l'obbiettivo primario insito nella sua natura. Nonostante siamo evoluti mentalmente, il nostro corpo è ancora vittima dell'istinto animale. Un uomo che riceve subito sesso da una donna, perde interesse in lei. La storia degli amici di letto poi è la cosa più stupida che esista a questo mondo. Stare con un uomo solo per sesso. CHE IDIOZIA. E' solo un modo subdolo di farsi usare ed usare. PURO EGOISMO RECIPROCO. Io la penso così. Per me il sesso e il fare l'amore deve essere fatto con i giusti tempi. Bruciare le tappe serve solo a rimanere scottati in ogni caso. Come lo stare a pendere dalle parole di un uomo senza pensare a vedere se poi mette in atto ciò che dice. Non lamentiamoci poi dell'uomo che cerca sesso se poi ci viene consigliato di comportarci allo stesso modo. Se cerchiamo la persona giusta, indicando il giusto e sbagliato, fissando delle regole comportamentali da seguire e poi le infrangiamo noi stesse pecchiamo di ipocrisia. Secondo il mio parere, fare l'amore con un uomo deve avvenire solo quando si è certi di potersi fidare di lui, di poter decidere di mettere a nudo tutta la nostra persona senza la paura di sbagliare. A volte è meglio aspettare, piuttosto che agire d'impulso e pagarne le conseguenze per sempre. Serve solo a confondere le idee dire di aspettare e allo stesso tempo di farlo subito. Il sesso al primo appuntamento è da buone a nulla.
    Rispondi a Luigia Commenta l’articolo

    • Avatar di Alexandra

      Alexandra 4 anni fa (11 giugno 2015 14:41)

      @Luigia Sono totalmente d'accordo con te. Non sarò alla moda, non sarò al passo con i tempi, ma sono stata abbastanza male nella mia vita per colpa della mia impulsività da capire che il modo giusto è quello che dici tu. Avere rispetto per se stesse.
      Rispondi a Alexandra Commenta l’articolo

  18. Avatar di Vicky

    Vicky 4 anni fa (10 novembre 2014 11:07)

    Grazie Valeria87. Io, invece, ho notato che quando comincio a farmi le "pare" mentali vuol dire che la situazione comincia, per qualsiasi motivo, a starmi stretta. Recentemente, degli amici mi hanno proposto un fine settimana insieme: sul momento ho detto di sì perché mi hanno preso in contropiede, poi ho cominciato ad attorcigliarmi in mille pensieri. Alla fine sono stata onesta con me stessa: io non avevo nessuna voglia di fare quel viaggio! E ho detto che non sarei andata. Aldilà del binomio amore-lavoro io parlo anche all'interno della fascia relazioni. Io sono capitata qui, molto tempo fa, spulciando siti che parlavano di relazioni in senso lato, oppressa da un problema con una mia amica. Ci sono restata perché mi piacciono gli articoli di Ilaria e mi piace approfondire l'aspetto psicologico femminile, e perché leggo tanti commenti di persone interessanti :) Però i problemi relazionali li ho più nel campo delle amicizie, che in quello degli uomini e mi chiedo: perché con un uomo stronzo so come comportarmi (e gli sbatto la porta in faccia senza problemi) mentre con un'amica non riesco a farlo? Se un uomo mi dicesse certe cose (tipo quei finti complimenti fatti solo per denigrarti) lo manderei a quel paese in un millisecondo, se lo fa un'amica ci rimugino e ci sto male (e soprattutto continuo a frequentarla)? Ci sto riflettendo molto ultimamente. Magari Ilaria aprirà un blog dedicato anche all'amicizia... :)
    Rispondi a Vicky Commenta l’articolo