Essere se stessi, la seduzione e la grande paura che paralizza uomini e donne

essere se stessi“Bisogna essere se stessi”. Questa è la frase che si sente ripetere più spesso quando si parla di seduzione, di attrazione, di corteggiamento e cose del genere. E quel “bisogna” è già inquietante di per sé. Ma passiamo oltre. Non mettiamo troppa carne al fuoco.

Attraverso la pagina Facebook de La Persona Giusta per Te io pongo domande diverse su tante questioni diverse che possono riguardare una storia d’amore. Almeno una volta al giorno c’è qualche lettrice che afferma che per potere attrarre l’uomo giusto con semplicità è necessario essere se stessi.

Per essere felici basta essere se stessi. Anche per avere un buon lavoro e riuscire nella vita la ricetta di base secondo molti è essere se stessi.

Gli uomini che scrivono su questo blog o sulla sua pagina Facebook incitano le donne a essere se stesse. E, nel contempo, sono convinti che anche loro – gli uomini – potrebbero trovare la soluzione a tutti i loro problemi di cuore applicando la famosa strategia dell’essere se stessi.

"Siate ciò che siete, sinceramente, veramente e completamente. Nessuno può essere voi meglio di voi. H.McCormick-Witstyn"

Davanti a un caffé o a una birra, quel che – dopo indubbiamente approfondite, meditate e originali considerazioni – alla fine consigliano sempre le amiche e gli amici (quel gruppo di persone che, misteriosamente, molti hanno eletto a proprio Parlamento e Magistratura personali, in grado di decidere per il bene e per il male) è: essere se stessi.

Essere se stessi: ma chi ci crede?

Quindi, vediamo un po’: quest’idea dell’essere se stessi è ossessiva. E più ossessiona, meno sembra praticabile. Questo è il simpatico inganno delle idee, delle opinioni e degli atteggiamenti che ossessionano gli umani. Tu hai mai conosciuto qualcuno che non ha figli adolescenti o non insegna in una scuola superiore che parla di continuo di adolescenti, di turbe adolescenziali o di ragazzini ribelli? No, perché gli adolescenti non sono un suo problema. Una mamma che ha tre figli adolescenti, sa tutto – o crede di sapere tutto – sull’adolescenza, dato che, essendo un suo problema, ne è ossessionata, se ne occupa di continuo.

Per esempio, mettiamo che il tuo capo ti stia antipatico. Sono sicura che ci pensi di continuo e per te, lui, il tuo capo, è una persona importante e tremi solo all’idea di poterlo incontrare nei corridoi dell’ufficio. Ma per la tua vicina di casa, il tuo capo conta meno del due di picche. Lei sogna Brad Pitt, la notte, mica il tuo capo che le fa la ramanzina.

"Tu non puoi essere altro che te stesso. Allora rilassati. L’esistenza ha bisogno di te così come sei. Osho"

Cioè: ma che razza di consiglio è “essere se stessi”? Ma che cosa stai dicendo, che cosa vorresti significare quando dici che la cosa più importante, per sedurre, attrarre, fare la prima mossa etc., è “essere se stessi”? Come accipicchia si fa a incitare qualcuno a essere se stesso? Non è una ovvietà spaziale, addirittura senza senso?

Cerco di capire e mi interrogo, proponendoti le mie considerazioni: essere se stessi non dovrebbe assolutamente essere l’”unico, vero e originale” atteggiamento che ciascuno di noi porta nel mondo, semplicemente perché di fatto essere se stessi è inevitabile?

Ti chiedo: non hai mai pensato che tu sei te stessa anche quando fingi? Tutto quello che facciamo fa parte dell’essere se stessi: fingere, recitare, simulare. Anche dire bugie, essere assaliti dalla timidezza, provare una fifa blu quando si parla in pubblico: anche quello è essere se stessi.

"Tutti ti valutano per quello che appari. Pochi comprendono quel che tu sei. Niccolò Machiavelli"

Usare tecniche e strategie di seduzione, goffamente o abilmente: anche quello fa parte dell’essere se stessi, sai? E’ impossibile dividere l’essere se stessi dal non essere se stessi, come si fa tra le patate e le bucce, il grano e la pula, non credi?

Essere se stessi: perché è un’ossessione?

E allora, perché mai tutti consigliano di essere se stessi? Perché essere se stessi pare essere la panacea di tutti i mali universali, mondiali e personali?

"Sii te Stesso. Tutti gli altri sono già occupati. Oscar Wilde"

Perché, in realtà, la stragrande maggioranza degli uomini e delle donne investe le proprie energie, le proprie risorse e la propria intelligenza proprio nel sforzo continuo e immane di NON essere se stessi.

Chi insiste sul concetto che è importante essere se stessi, conosce molto bene il peso insostenibile del senso di inadeguatezza, dell’insicurezza e anche del senso di colpa che il fatto di non sentirsi mai all’”altezza” provoca nel fondo dell’animo.

Che cosa spinge un uomo a impegnarsi in una relazione e a rimanere fedele?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

Essere se stessi: questo è il vero problema degli uomini contemporanei. Che lavorano 24 ore al giorno nel rifiuto di se stessi, nel tentativo vano e incessante di cambiare se stessi, migliorare se stessi, essere diversi da se stessi.

E, dunque, come un naufrago che non beve e non mangia da giorni ha solo un pensiero in mente “bere e mangiare”, loro hanno un unico, perenne, desiderio insoddisfatto che li ossessiona: essere se stessi. Proprio quello che non riescono a fare.

Un gigantesco conflitto interiore tra il desiderio frustrato di essere come si è e la spinta al dover essere diversi da quel che si è. Che pare l’unica scelta possibile.

Essere se stessi per molti equivale a sentirsi inadeguati e non all’altezza del mondo che li circonda. Essere (e, soprattutto, mostrarsi) bravi, in gamba, vincenti (quindi, presumibilmente, diversi da se stessi per come si percepisce), fa pensare di essere accolti, amati, accettati.

Ma il continuo e spesso inconsapevole sforzo a non essere se stessi fa stare male. E’ una fatica bestiale, che molti, ogni giorno, intraprendono, ovviamente senza nessun risultato degno di nota. Se non la fatica e l’abbatimento personale.

Essere se stessi fa una paura bestiale. Perché se si pensa di non essere bravi abbastanza per essere accettati e amati da questo mondo, come si può avere il coraggio di essere se stessi, con tutte le proprie gigantesche falle?

Essere se stessi e l’anima del commercio

E’ proprio nei profondi buchi neri del terrore di essere se stessi che prendono forma i tanti fenomeni di manipolazione che gli esseri umani operano gli uni sugli altri…
Qualche esempio? I ricatti psicologici famgliari, la moda, i ricatti interni in una coppia. La pubblicità. Le strategie di seduzione… I pareri delle amiche e le opinioni degli amici. I selfie e le foto su Facebook; gli sms vuoti degli uomini che tentano di iniziare un corteggiamento, ma dato che si sentono inadeguati, non sono minimamente capaci di corteggiare. Non sono capaci di fare nulla.

Perché se la tua convinzione è che la soluzione è essere se stessi e tu fai di tutto per non essere te stesso, dato che in te non credi nemmeno un po’, la tua vita è una cella stretta e angusta…

La paura di essere se stessi ossessiona anche le donne che si pongono mille problemi (per esempio il classico se fare sesso con un uomo o no, quando, come e perché e poi va a finire che fanno sesso con un laquanlunque qualunque solo perché si sentono messe sotto pressione o temono di apparire retrograde o poco esperte).

Ma per l’appunto: il trucco non dovrebbe essere quello di essere se stessi?

La paura di essere se stessi – dato che ci si crede inadeguati alla felicità, all’amore e all’amare – plasma le menti di chi vive in questo mondo sentendosi perennemente non abbastanza per essere se stesso.

Riflettici ogni volta che pensi che essere se stessi è la soluzione o ogni volta che qualcuno ti dice che essere se stessi è la soluzione… In quel desiderio che non si riesce a soddisfare probabilmente c’è l’inganno da superare.

Lascia un Commento!

133 Commenti

  1. Avatar di Gianluca

    Gianluca 5 anni fa (29 Settembre 2014 19:33)

    @ Anonimo e CRISTIAN1985MA Visto che, a parte DIO, nessuno poteva immaginare che tu e anonimo foste la stessa persona, allo stesso modo non vedo come tu debba sentirti offeso dai miei commenti. Se sei un uomo serio e lavoratore, e come dici tu sei sempre stato te stesso nella tua vita, perchè te la prendi tanto? Perchè cerchi di difendere delle persone che sono il tuo opposto nei comportamenti. Comunque mi è chiaro che parlando di donne che hanno il medesimo comportamento di alcuni uomini, credo che tu devi avere incontrato queste persone nella tua vita. Io non ne ho mai incontrate, perchè so' riconoscere questo genere di donne da come si comportano. Quindi l'esperienza non mi serve a nulla. Il lavoro ce l'ho e la mia vita è perfetta. E anche io sono sempre stato me stesso. Inoltre io non ho mai parlato di mie esperienze, ma rispondo in base ai commenti che ho letto negli ultimi anni su questo blog a cui tu hai avuto accesso da poco. Ma ti dico che ti sei contraddetto. Dove ci sta scritto che un uomo che tradisce, lo fa con un altra donna che tradisce. Non comprendo il senso di questo contorto ragionamento. Un uomo che tradisce non va da una donna che sa che poi lo tradirà a sua volta. E' una questione di logica e anche di orgoglio maschile. Ci sono casi in cui questo accade, ma raramente un uomo che cerca di meglio, va dalla ragazza che è stronza come lui. Di solito cercano qualcuno della quale sentirsi anche superiori. Tradire, fingere e tutto quello che di male fanno gli uomini sbagliati per raggiungere il loro scopi, sono tutte azioni che compie chi si sente in qualche modo superiore agli altri. Io non ho bisogno di esperienza per capire le cose, sono abbastanza colto da poter capire i comportamenti maschile e visto che comprendo molto quelli femminili, cosa che non tutti gli uomini riescono a fare, sono spinto a dare consigli per cercare di aiutare le donne che leggono il blog a capire il comportamento maschile. Leggo molto, ma in confronto a molti uomini non leggo manuali sulla seduzione, perchè il comportamento di molti uomini è talmente simile da farmi capire che sono soliti istruirsi sul modo per corteggiare, non sapendo che se uno è un incompetente lo resta comunque. Non si può cambiare la propria natura. Uno scorpione pungerà sempre la rana, anche se questa lo sta portando dall'altra parte del fiume. I tuoi commenti non mi sono sembrati utili alle lettrici. Almeno io tento di dare aiuto a qualcuno.
    0
    Rispondi a Gianluca Commenta l’articolo

  2. Avatar di @CRISTIAN1985MA

    @CRISTIAN1985MA 5 anni fa (30 Settembre 2014 1:48)

    gianluca , perdonami ma non mi interessa confrontarmi con uno che non a bisogno di fare esperienze , e crede di sapere tutto, credimi ,,, viaggiamo su onde completamente diverse, cmq il fatto che anonimo, e io siamo la stessa persona lo avevo gia' scritto qualke commento prima, ma visto che tu sicuramente non hai nemmeno bisogno di leggere , perche' gia' sai che lo poteva sapere solo dio , ti perdono , e mi assumo le mie colpe , anche perke' sono appena tornato dal mio lavoro, e stasera abbiamo avuto il pienone, quindi sono stanco.... posso solo aggiungere che ,sempre se mi e permesso ... che non era mia intenzione essere utile alle lettrici , anche perke' nessuno mi a chiesto un mio parere, e anche perke' non ho niente da insegnare a nessuno , sai? oltre al fatto di essere se stessi.. esiste anche una virtu' , che si chiama ( educazione) e secondo il mio modesto parere , essa viene scavalcata nello stesso momento in cui (IO) do un consiglio a qualcuno su cosa deve fare , o che non deve fare , senza che nessuno melo abbia mai chiesto , ammenokke' non si tratti di familiari o di amici intimissimi. con questo chiudo e ti auguro tanta buona fortuna, rassicurandoti del fatto che non mi sono sentito offeso io in prima persona , ma credimi.. non e bello che un uomo, parli male di uomini generalizzando il tutto , per cercare approvazione , ma visto che tu ancora perseveri su sto fatto, preferisco chiudere la conversazione e sono contento di lasciarti nella tua convinzione. ciao @AL perdonami , credevo che il tuo commento era riferito al mio, mi culpa @michela2 tutti nella vita abbiamo commesso degli sbagli , non per questo il nostro valore si abbassa , sbagliare e umano , perseverare e da stronzi... poi se lo amavi e non era solo sesso , non credo che ti dovresti fare cosi' tante paranoie, il punto e solo uno , gli uomini tradiscono con donne , e a sua volta anche le donne tradiscono, punto... quindi se non si generalizza e non si colpevolizza in modo unilaterale, nessuno puo' giudicare nessuno , non siamo giudici , ma persone , le spiegazioni si danno solo a se stessi, e se merita anche al partner , ma i giudizi spettano solo hai giudici. ciao e un dolce risveglio :)
    2
    Rispondi a @CRISTIAN1985MA Commenta l’articolo

  3. Avatar di Gianluca

    Gianluca 5 anni fa (30 Settembre 2014 13:12)

    @ CRISTIAN1985MA Carissimo Cristian. Non ho letto l'ultima parte del messaggio in cui hai scritto che eri anonimo. Scusami di non averlo capito. Ma comunque mi chiedo a che scopo ti sei intromesso in un forum dove le persone, oltre a raccontare le loro esperienza, cercano di essere di aiuto agli altri, perchè alla fine in tutti i blog del sito ci sono commenti che cercano di aiutare le persone a capire il perchè di alcuni comportamenti. Ti ricordo che il blog è rivolto sopratutto alle donne, che non a caso subiscono maggiormente l'influenza negativa degli atteggiamenti maschili. Oltretutto ti rammento che io ho generalizzato sempre e comunque sul genere maschile che ha comportamenti sbagliati ed egoistici. Non ho detto che includevo anche le persone serie e oneste. Quelle ogni volta ho sempre puntualizzato che esistono, sono poche ma esistono e non ho mai detto nulla di male rivolto alle persone corrette. Ho sempre puntualizzato che ci sono moltissimi uomini che hanno un comportamento errato nell'ambito della seduzione e ho anche fatto spesso la differenza con gli uomini di valore. Il fatto che sia con i miei commenti che con quelli di Al ti sei sentito offeso, mi da da pensare che forse in parte ti senti preso in causa. Ma se sei una persona seria, onesta e tutto quello che di positivo c'è in un uomo vero, perchè ti sei sentito preso in causa? Perchè hai pensato che le scuse che i perditempo elargiscono per non impegnarsi in una relazione siano rivolte alla tua persona? Al ha condiviso molti miei commenti e mi ha anche dato una sua opinione personale su altri, ma nessuno in questo forum, a parte te, si è sentito offesso. Certo che anche le donne tradiscono, ma ti assicuro che la differenza con gli uomini è abbissale. Il fatto che io non necessito di fare esperienza, non è dovuto al fatto che sono migliore degli altri, ma al fatto che so cosa voglio e ho la coscienza pulita al punto tale che preferisco non provarci con una donna se so che non le darò le attenzioni che merita. A me sembra che nei tuoi commenti, oltre a difendere la categoria maschile, poni molta attenzione su di te. Come ho scritto in altri commenti e anche in altri blog del sito, esistono uomini veri, sinceri e onesti. Li ho paragonati spesso a quelli disonesti, descrivendone in dettaglio le qualità che li rendono la persona giusta. Poi ho dato la mia opinione sui comportamenti errati e il loro significato, e l'ho fatto in maniera logica e con l'aiuto di conoscenze autoacquisite. Come ho detto, non mi serve fare esperienza con le donne per riconoscere quelle sbagliate. Il fatto che tu necessiti di esperienza è una tua carenza, non certo la mia. Sono bravissimo a leggere dentro le persone. Tutte le donne che ho incontrato nella mia vita che mi hanno suscitato un interesse, mi è bastato conoscerle per pochi minuti per capire di che pasta erano fatte. Le ho subito scartate, senza illuderle di nulla. Se per trarre esperienza hai bisogno di frequentare una ragazza per un paio di mesi o un anno, significa che hai poco tempo da dedicarle a causa del lavoro che occupa molto tempo nella tua vita. Non c'è nulla di sbagliato in questo. Semplicemente io traggo esperienza molto più velocemente, poichè il mio lavoro occupa minor tempo nella mia vita in confronto al tuo e ho più tempo da dedicare a capire se la donna che ho di fronte può essere quella giusta per me. Michela2 può aver commesso qualche errore nella sua vita, come capita a tutti di commetterne, e nel blog nessuno, me compreso, le ha rinfacciato mai nulla, anzi tutti a loro modo le hanno dato qualche consiglio. Le hai dato un ottimo consiglio, di cui mi complimento, e nel consigliarle hai detto quello che io ho ripetuto spesso ma in modo ampio e a 360°. Perseverare è da stronzi. Ed infatti io ho sempre parlato di stronzi, non ho mai accennato alla parte onesta della categoria maschile, se non per fare un confronto comportamentale. Quindi mettiti in testa questo semplice concetto: IO HO GENERALIZZATO SULLA CATEGORIA MASCHILE SBAGLIATA, NON SU QUELLA GIUSTA. STOP. Non siamo giudici ne giuria. Infatti non ho mai giudicato, ho solo esposto delle spiegazioni ai comportamenti. Non ho detto che ste persone devono essere uccise, picchiate o sbattute in galera. Se non rientri nella categoria sbagliata degli uomini, allora non sentirti accusato. Se ti senti preso in causa solo tu sei a conoscenza del motivo.
    1
    Rispondi a Gianluca Commenta l’articolo

  4. Avatar di @CRISTIAN1985MA

    @CRISTIAN1985MA 5 anni fa (30 Settembre 2014 15:21)

    gianluca ancora una volta non sono riuscito a farti capire che non mi sono sentito preso in causa , ne tanto meno sono qui per difendere una categoria, ovviamente non ti nego che mi a infastidito leggere la frase '' pultroppo il mondo maschile e meno sincero ecc..'' anche se adesso la cosa che mi infastidisce di piu' e il fatto che mi sembra che stia diventando una cosa personale da parte tua, cmq io la parola esperienza non la assocerei al tempo dedicato ad una persona, ma semplicemente nel viversi la vita, ed appunto fare delle esperienze, infatti credo.. secondo mio modestissimo parere , che una persona che rimane fermo nelle sue certezze , che non partecipa all'evoluzione del mondo sia semplicemente una persona chiusa.. anche se non ti conosco e non mi sento di darti un giudizio con certezza , io credo da quello che leggo, che tu sia una persona che si basa molto alla teoria ,che si butta poco nella mischia, e che cerca anche tante attenzioni , oltretutto anche unpoco confusa , perche' in commenti precedenti mi hai detto che non ti interessava a parlare di donnette , mentre con gli uomini sta cosa la fai , e mi sembra ingiusto allora paragonare gli uomini sbagliati , con le donne di valore , se la metti cosi' e normale che siamo il 90% tutti stronzi!! o no??? poi volevo dirti che con ( al ) non mi sono affatto trovato in disaccordo.. anzi... poi se mi chiedi il motivo per il quale mi sono intromesso in questo articolo , e sopratutto al tuo commento , la cosa e piu' semplice di quello che sembra , ho voluto dire la mia, e lo fatto perke' mi e stato concesso di farlo, non ho mai detto di essere qui per dar consigli , anche se non lo negherei a nessuno , se qualcuno melo chiederebbe... quindi caro gianluca , se tu 6 qui per dar consigli alle donne ,( e di sta cosa ne dubito molto).... non e detto che io o altri siano qui anche per questo motivo, magari leggono semplicemente per curiosita' , o per vedere un punto di vista al femminile , e magari se capita dire anche la sua.... forse qualcuno si e appena lasciato , e avra' curiosita' nel leggere cio' che si dicono le donne tra di loro, e magari farsi anche na risata, secondo me .... anche questo in minima parte significa crescere e fare esperienza , e sinceramente ritengo meno intelligente una persona che viene in un blog o in qualsiasi altro posto e si auto qualifica come quello che a capito tutto, sopratutto le donne... , dire che vuole dare consigli alle donne , come se le donne fossero stupide , dire come si dovrebbero comportare in certe occasioni!! ( ma manco negli anni 80 ste cose!! ) , quindi se non ti offendi , rinnovo il mio invito a rimetterti nello stesso livello degli altri , a non essere quello che da consigli , ma a dire la sua su casi successi , e non a quello che altri dovrebbero fare.. te capi?? o vuoi ulteriori chiarimenti? dalle mie parti si dice... si larga un ti vene , e stritta un ti trase... dimmi di mia soccu voe? :) ciao buona fortuna
    0
    Rispondi a @CRISTIAN1985MA Commenta l’articolo

  5. Avatar di Michela2

    Michela2 5 anni fa (30 Settembre 2014 17:58)

    Esempio qui sopra di uomo: "GALLO NEL POLLAIO" ;-)))
    1
    Rispondi a Michela2 Commenta l’articolo

  6. Avatar di Gianluca

    Gianluca 5 anni fa (30 Settembre 2014 19:10)

    @CRISTIAN1985MA Io non dico di sapere tutto, ma quel che so lo condivido e se hai letto i miei commenti e non hai capito il senso, sono problemi tuoi. Che ragiono a fare con uno che si fa una risata leggendo i commenti di donne che sono in guai sentimentali. Io ho dato consigli che sono stati recepiti e capiti. Io non ho mai provato umorismo nel leggere i commenti di molte donne, solo molta empatia e comprensione. Dato che non mi conosci, eviterei di teorizzare su come sono. Io non sono una persona chiusa, anzi, ho la tendenza a socializzare nell'arco di due secondi anche con le persone più timide del mondo. Riesco a farmi accettare e piacere da tutti. Ti rammento che non c'è scopo di parlare di donnacce, dato che le lettrici non sono alla ricerca della donna giusta ma dell'uomo giusto. Quindi io condivido con loro le mie conoscenze in merito agli uomini sbagliati che ho avuto modo di conoscere per il loro comportamento. Non mi metto al centro dell'attenzione, dato che mi rivolgo alle lettrici per consigliarle, al contrario di te che invece di commentare in modo sensato tendi a vedere i problemi seri delle lettrici come motivo di ilarità. Vuoi leggere i commenti per imparare qualcosa? Sei liberissimo di farlo. Ma sei stato tu a dire che i commenti ti erano in qualche modo riferiti: "mi si viene rinfacciato il fatto che sono poco presente con la persona che frequento, e che le mie assenze sono delle scuse." Dato che come ho detto fino allo sfinimento, che mi riferivo ad un particolare tipo di persona (il perditempo), e il mio commento ti aveva toccato perchè ti veniva rinfacciato il medesimo comportamento. Non è a me che devi dire che non è vero, ma a chi te lo ha detto in faccia. Io ho solo dato alle lettrici informazioni sul comportamento di alcuni componenti della categoria maschile che loro hanno avuto la sfortuna di incontrare. Tutto qui. Che cavolo ti frega a te di quel che consiglio alle lettrici. Sei un uomo. Tu mi dici che sei qui per fare esperienza...ci credo. Spero solo che non usi il forum per imparare ad ingannare meglio le donne. Ma non credo sia il tuo caso. Forse sei solo curioso di imparare e ridere delle disgrazie degli altri.
    -2
    Rispondi a Gianluca Commenta l’articolo

  7. Avatar di @CRISTIAN1985MA

    @CRISTIAN1985MA 5 anni fa (30 Settembre 2014 20:46)

    vabe'... ci rinuncio... ecco che faccio degli esempi , di gente che viene per motivi diversi.. che gianluca mi accusa di qualcosa!! come se avessi detto , che io vengo qui.. per ridere.. hauauah non voglio continuare , hai ragione. stop. MICHELA2 essere il gallo , potrebbe anche lusingarmi.... basta che poi non divento pollo.... :))
    0
    Rispondi a @CRISTIAN1985MA Commenta l’articolo

  8. Avatar di Gianluca

    Gianluca 5 anni fa (1 Ottobre 2014 22:55)

    @ Cristian Non lasciamoci prendere la mano da un semplice malinteso. Siamo andati in disaccordo, è normale. Ci siamo scatenati in una lite informatica inutile e stupida. Ridiamoci su e tiriamo a campare. Tu resta te stesso e io resto me stesso. Alla fine è quello il senso dell'articolo. Se entrambi abbiamo la coscienza pulita, allora si è trattato tutto di un malinteso. Lasciamocelo alle spalle. Buon Lavoro. :-)
    0
    Rispondi a Gianluca Commenta l’articolo

  9. Avatar di Marco

    Marco 4 anni fa (20 Novembre 2015 12:31)

    Sono d'accordo sul fatto che il consiglio appare del tutto anacronistico, certe volte. Tuttavia "Essere se stessi" è quanto di meno ovvio io riesca ad immaginare. Semplicemente le persone non ha la minima idea di che diavolo significhi. Potrei invitarvi ad approfondire gli studi di Clare Graves ed il concetto di autenticità. Giusto l'1% della popolazione può definirsi "Autentica". E' un paradigma di valori, un livello che richiede anni per essere raggiunto. Molti non lo raggiungeranno mai ed a loro sarà precluso comprenderne il significato così che, di fatto, penseranno che "essere se stessi" significhi prendersela nel... o non sapersi adattare o essere buonisti. Il vero autentico è spesso carismatico, non si fa fregare nemmeno dal demonio e sa esattamente quali siano i rituali sociali: maschera se stesso per scelta, non per inibizione. Così la distinzione è più chiara? Per il resto ha ragione l'autrice: non basterà un consiglio da 4 soldi a risolvere la questione. Servono abilità granitiche.
    3
    Rispondi a Marco Commenta l’articolo

  10. Avatar di max

    max 3 anni fa (26 Luglio 2016 2:18)

    Bellissimo articolo! Concordo su tutto, e trovo che l' essere se stessi sia usato troppo spesso ( e totalmente senza attinenza) come scusa per continuare a coprire ripetuti errori e mancanza di maturità affettiva, in campo sentimentale nel rapportarsi al sesso opposto, sia da parte maschile che femminile, ovvero tutta quella sfilza di comportamenti sbagliati di cui Ilaria parla negli articoli del suo blog!
    1
    Rispondi a max Commenta l’articolo

  11. Avatar di Gabriele

    Gabriele 3 anni fa (29 Ottobre 2016 10:32)

    Più che essere se stessi bisognerebbe dire sì ciò che ti piace essere o che ti piacerebbe essere.
    -3
    Rispondi a Gabriele Commenta l’articolo

  12. Avatar di Giulia

    Giulia 2 mesi fa (20 Maggio 2019 22:27)

    Sarà fatto ;)
    -1
    Rispondi a Giulia Commenta l’articolo