Valore, vecchi vizi e amore: perché continui a inseguirlo se lui ti tratta a pesci in faccia?

valoreGià perché continui a inseguire un uomo quando lui non ti dà amore, attenzione e soprattutto, valore? Perché continui a tormentarti col pensiero di lui e continui a concentrarti sul nulla quando la vostra relazione o il vostro rapporto di coppia non ha nessun valore di per sé e non dà valore a te e alla tua vita? Sono sommersa da messaggi che mi arrivano via mail, via Facebook e attraverso il sito, di donne che mi parlano di uomini incuranti, distratti, completamenti assenti e, nonostante questo, continuano a struggersi per il bellimbusto di turno, che si comporta solo da povero stronzo. Ma loro l’hanno scambiato per il Figo delle Sette Leghe e dei Cento Mari, anche se magari ha quarant’anni, un lavoro precario e vive con mamma e papà.

"L’amore soddisfatto è un piacevole passatempo. L’amore infelice è un dente guasto del cuore. Gioachino Rossini"

Il mondo è pieno di donne, che cercano disperatamente di ricevere conferme del proprio valore attraverso il legame e spesso l’attaccamento a un uomo “qualsiasi” e perdono tempo, energia e attenzione dietro a uomini sbagliati. E’ come un vecchio brutto vizio femminile. Il “lui” in questione non esiste (è una pura invenzione di una fantasia affamata e bisognosa di amore e di romanticismo) ma per questo uomo fantasma ci si dispera, si rimugina, si meditano e rimeditano strategie di seduzione e di attrazione. Ci si aspetta un amore che non c’è.

Ribadisco: è un brutto vizio femminile. Sappi che se tu hai questo brutto vizio, non è colpa tua: questo brutto vizio ha radici lontane, in un’educazione perversa (perversa, sì, non ho sbagliato termine) delle bambine e delle ragazze che le ha abituate a non darsi valore da sé (leggi bene queste parole: “darsi valore da sé”), ma ad aspettarsi che qualcuno dall’esterno dia loro valore, dia senso al loro essere e anche alla loro vita. Se è un uomo è meglio, dato che un uomo, invece, ha “intrinsecamente” valore per sé.

E un uomo qualsiasi, l’ultimo delle mezze calze, ovviamente ha più valore di una donna di valore. Ecco da dove viene l’equazione sbagliata, quella che poi non fa tornare i conti nella tua vita. Quella che impedisce a molte donne di essere felici e fa sì che si rendano infelici nell’inseguimento dello stronzo, del dongiovanni, del confuso cronico, dell’irresponsabile: il catalogo degli inaffidabili, degli uomini-trappola è infinito.

Vendere diamanti in cambio di carta straccia

E allora qui ci troviamo di fronte a un altro paradosso: cercare valore presso qualcuno che non dà valore e non ha valore. E’ come vendere un diamante a qualcuno che ripaga con carta straccia. Il fatto è che tu e la tua vita siete il diamante (sì lo so che storci in naso: ti hanno talmente abituta a una bassa autostima e all’insicurezza che non puoi fare nient’altro) e che la carta straccia è l’uomo in questione, la relazione che insegui, le attenzioni che disperatamente chiedi e che non ti vengono date.

"La gioia e l’amore sono le ali per le più grandi imprese. Goethe "

Qualche giorno fa ho ricevuto questo messaggio attraverso Facebook:

“Ciao Ilaria, innanzitutto grazie della tua esistenza, in Italia sei una delle poche che ti occupi delle nostre relazioni sentimentali. Vorrei chiederti un consiglio … Ho 21 anni e spesso sono stata impulsiva con gli uomini. Con uno dopo una settimana che uscivamo e 3 uscite, gli ho mandato un sms in cui gli ho scritto che era meglio se non ci vedevamo perché lui mi dedicava poco tempo. Ci sentivamo 2 volte al giorno per 5 minuti. Lui mi disse che è stata una decisione affrettata da parte mia ma che è vero, che lui in questo momento non ha testa né tempo (sta preparando la tesi) per dedicarsi ad una ragazza. Una buffonata insomma.

Ora c’è un altro, uno che ho conosciuto in una chat. Mi ha chiesto se sabato avrei avuto un paio d’ore libere nel pomeriggio per vederci di persona. Gli ho detto di sì, ma dopo che vedevo la mia amica. Mi ha detto che mi avrebbe fatto sapere in quanto sarebbe stato tutto il giorno impegnato ad una conferenza che prevedeva un paio d’ore libere. Nei giorni successivi non si fa sentire, io non lo cerco. Sabato, il giorno del presunto incontro, mi scrive sul tardi che è stato impegnato tutto il tempo e si scusa per non essersi fatto vivo. Non gli rispondo. Stamattina, a distanza di 2 giorni mi a scrive: buongiorno come stai? Che faccio, gli rispondo? Che cosa mi consigli di fare? E come comportarmi?

Io lo vedo come poco serio,il suo atteggiamento non mi è piaciuto e ho l’impressione che mi scrive per passare il tempo, fatto che lui nega in quanto dice che non ha tempo per storielle ma per storie serie.”

Il tuo valore gli impegni importanti e i ritagli di tempo

Insomma, uno è troppo impegnato con la tesi (eh, sì, vuoi mettere), l’altro non ha voglia di perdere tempo. Tutti concentratissimi, questi signori, su questioni della massima importanza. Il tempo che hanno da dedicare alle donne è risicato, cronometrato, ben limitato. Su, siamo seri. Ci sono faccende ben più urgenti e prioritarie che quella di trattare le persone con il rispetto dovuto…

Tra me e la giovane fanciulla in questione incomincia un breve dialogo.

Che cosa fa innamorare un uomo e lo fa impegnare in una relazione?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

Io le rispondo: “A te questo interessa? Ti porta valore? O ti toglie valore? Queste sono le domande.”

Lei ribatte: “Grazie per la risposta! In realtà non so, speravo di capirlo incontrandolo.. Come faccio a capirlo prima?”

Io: “Appunto: di quanto è cresciuto il tuo valore da quando ti ha contattato?”

Lei. “Di poco. Anche quando ci scrivevamo, non stavo completamente a mio agio. Grazie per avermelo fatto intuire!”

"L´amore è lo spazio e il tempo resi sensibili al cuore. Marcel Proust"

Ecco, io credo che si debba fare una grande rivoluzione dentro il proprio cuore e la propria mente, una rivoluzione di atteggiamento mentale, che cambi completamente quali sono i punti di arrivo e i punti di partenza. Il punto di arrivo è il tuo benessere pieno, l’espressione completa di te e della tua personalità.

"L’amore, di qualunque specie, non è mai triste. Aldo Palazzeschi"

Che è esattamente il contrario dell’andare a rimorchio di un uomo, chiunque egli sia. Il punto di partenza è il tuo valore: il tuo valore è quello che ti rende capace di fare quello che ti serve per ottenere quello che vuoi; il tuo valore è il recinto sacro che nessuno può permettersi di invadere, mettere in discussione, inquinare.

Il tuo valore (e il senso che tu hai del tuo valore) va protetto, tutelato e accresciuto. E il tuo valore è il metro sul quale valutare tutto quello che ti accade intorno: se il tuo valore è accresciuto e protetto, la situazione va bene per te. Diversamente non va bene. Non hai bisogno di pensarci molto. E soprattutto evita di buttarti via.

***

La comunità de La Persona giusta per Te è attiva anche su Facebook. Se vuoi partecipare agli scambi metti il tuo “mi piace” alla pagina.

Lascia un Commento!

127 Commenti

  1. Avatar di Claus

    Claus 6 anni fa (2 Gennaio 2014 18:19)

    Ciao Ilaria! I tuoi post sono molto interessanti, ma vorrei esprimere un mio pensiero... A me pare che nel tuo blog e soprattutto nei commenti ci sia un sostanzioso "farsi troppe seghe mentali". Penso che il problema di base di molte donne è che "investono" da subito con un uomo. Per farvela breve, per esempio... Sono arrapata? Vado a letto con uno. Voglio uscire e passare una bella serata con un uomo? Esco con un amico e chiacchero. Non capisco tutto questo "non fare sesso ai primi appuntamenti perchè bisogna darsi valore e proteggersi ecc ecc"... Cosa vuol dire? A me sembra assurdo. Non capisco tutte queste "strategie" riportate su questo blog: essere stronza, cinica, ecc ecc... Se ho voglia di fare l'amore, lo faccio. Senza investire, senza pianificare il futuro. Anch'io quando inizio a frequentare un uomo, se lui mi chiede se cerco una storia seria la mia risposta è: "Non lo so". Perchè (per me, e ripeto per me) non ha senso dire "Si, voglio una storia seria" quando non si ha ancora la "materia prima" (un uomo che ti voglia amare e che tu ami e quindi una relazione in divenire). Io penso sia normale essere insicuri all'inizio, perchè 1- non conosci ancora bene chi hai davanti, 2- non sai se ti innamorerai, se proverai sentimenti per questa persona. E' come dire "Io voglio sposarmi, ma al momento sono single, non sto con nessuno"... Non ha senso. Voi che ne pensate?
    0
    Rispondi a Claus Commenta l’articolo

  2. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 6 anni fa (2 Gennaio 2014 17:38)

    Uh, uh, attenzione perché il confine tra "comprensione" e inzerbinamento per molti è molto labile. E a furia di comprendere ci si inzerbina e la comprensione è una scusa per inzerbinarsi. La questione non è la tesi, ma il contesto poverissimo, da tutte le parti e da tutte le posizioni lo si consideri.
    1
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  3. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 6 anni fa (2 Gennaio 2014 19:21)

    Ciao Claus, grazie mille per il commento. I miei articoli su "come diventare stronza" e sul cinismo li hai letti? Quanto alla tua riflessione sul "io voglio sposarmi etc.", lo trovo uno spunto molto interessante che condivido. Per il darsi e valore e proteggersi, ognuno ha i suoi punti di vista e la realtà è estremamente variegata: sì credo che molte donne debbano imparare a darsi valore e a proteggersi.
    2
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  4. Avatar di chiara

    chiara 6 anni fa (7 Marzo 2014 16:52)

    quanto hai ragione!!!!!!!
    0
    Rispondi a chiara Commenta l’articolo

  5. Avatar di Marta

    Marta 6 anni fa (17 Aprile 2014 21:44)

    ciao Ilaria e ciao a tutte voi. da qualche mese ho scoperto il tuo bog e lo leggo e rileggo costantemente e mi ha dato un sacco di spunti di riflessione. TI ringrazio tanto Ilaria per l'attenzione che dedichi a ueste tematiche che spesso vengono sminuite e non considerate. Sono pienamente d'accordo sul fatto di darsi valore. Io per esempio me ne sono dato sempre poco nelle relazioni sentimentali e forse anche un pò nella vita. Sempre a cercare conferme negli altri...uffa che rottura!!! Adesso a 26 anni e con una carriera da ballerina avviata mi sono detta basta!!! Le certezze voglio ricavarmenle da sola! io valgo! e adesso dopo l'ennesima partita bene e dopo poco finita male mi sono detta basta!!! voglio stare da sola per molto tempo a risplendere di luce propria in modo da evitare future delusioni. Se solo mi fossi protetta e avessi dato più valore a me stessa probabilmente mi sarei evitata un'altra sofferenza ma probabilmente senza questa delusione non avrei scoperto questo blog e non mi sarei resa conto che come me ci sono molto donne che amano o hanno amato troppo e che adesso vogliono darci un taglio come me!!
    1
    Rispondi a Marta Commenta l’articolo

  6. Avatar di Angymandr

    Angymandr 5 anni fa (7 Settembre 2014 9:07)

    Bell'argomento, se ripenso a tutte le volte che non mi sono data valore (quasi sempre) Ultimamente ho conosciuto un ragazzo tramite chat ci siamo scritti per più di un mese, lui vive ad Ancona Ci siamo accordati per vederci , io sono andata la da lui, per spirito di avventura e perché a me piace viaggiare (altro errore madornale) E' un modo come un altro per far si che questi signori non si prendano nessun tipo di responsabilità. Delegando a te l'incontro e non alzando neanche il deretano per venirti incontro in nessun modo Non lo farò mai più Se ci tengono tanto che ci vengano loro e si assumano la responsabilità di tutte le stronzate che dicono per farti cadere nella loro trappola da seduttori da strapazzo! Anche gli inviti a casa loro sono un modo per dire ...Io sono quà se mi vuoi disturbati te a venire a prendermi Non farò più neanche 500 metri per raggiungere nessuno Se non si vogliono scomodare e solo perché non gli frega na beata cippa E io farò altrettanto!!!
    2
    Rispondi a Angymandr Commenta l’articolo

  7. Avatar di angymandr

    angymandr 5 anni fa (11 Dicembre 2014 1:32)

    Non sono d`accordo con Claus Se al primo incontro mi chiedono ,vuoi una storia seria? Io rispondo siiiii Per il solo fatto di essere uscita con lui e perchè mi interessa Altrimenti ti vedono come una che non ha bene in mente ció che vuole Meglio essere diretti e punto
    0
    Rispondi a angymandr Commenta l’articolo

  8. Avatar di Michela2

    Michela2 5 anni fa (11 Dicembre 2014 16:38)

    ...Quando ho deciso di uscire con il mio attuale fidanzato l'ho fatto in compagnia di miei amici, si era lasciato era il fratello di una mia grande amica, l'ho fatto per gentilezza e perchè qualcosa di lui mi piaceva (quasi una sensazione strana che non riesco a spiegare.)dopo la serata sono arrivata a casa ed ho pensato: non mi piace non mi piace non mi piace (ed in realtà era un'uscita in compagnia per farlo svagare, non mi sarei nenche dovuta porre il problema).Davvero pensavo che non mi piaceva che come al solito non mi andava bene nessuno etc etc...Ha provato a riuscire in compagnia m,ia e dei miei amici un sabato ma gli ho trovato scuse, dicendo alla mia amica:"ora non posso mica sempre portarmelo dietro questo qui?se qualcuno volesse avvicinarmi per provarci penserebbe che sta con me e non si avvicinerebbe..."il giorno dopo mi richiede cosa faccio e (sempre sborbottando con la mia amica, che palle che palle sto qui...)gli dico dove facciamo serata, viene e passa la serata con noi.
    0
    Rispondi a Michela2 Commenta l’articolo

  9. Avatar di Michela2

    Michela2 5 anni fa (11 Dicembre 2014 16:46)

    ...Va via scappando in macchina velocissimo e mi domando il perchè.Gli scrivo se va tutto bene, mi risponde ok notte (come a sbolognarmi).Dopo 2 giorni gli scrivo per un discorso lavorativo non risponde e neanche il giorno dopo.Io già arrabbiata dal suo snobbarmi dopo che lo avevo snobbato io...Poi mi chiama il 3 giorno come se fosse normale...Devo dire che senza farlo a posta piano piano ha messo in atto strategie che mi hanno conquistata ma... Se la prima volta mi avessero detto vuoi una storia seria con lui?Io avrei detto: "No." Lo amo alla follia sia chiaro... Quindi a volte l'unica soluzione è sciallarsi... Penso anche angy che se ti piace viaggiare dovresti farlo, ma non per andare dagli uomini che conosci.Quei viaggi falli fare a loro!!!
    0
    Rispondi a Michela2 Commenta l’articolo

  10. Avatar di Michela2

    Michela2 5 anni fa (11 Dicembre 2014 16:33)

    Beh angy se esci con una persona una volta e già diresti si' al fatto di volere una storia seria forse non stai dicendo che la vuoi con lui ma che in generale se esci con una persona significa che ti piace e che quindi se nel conoscersi l'interezze ed il picere di stare assieme aumenterà potrebbe diventare una storia seria. Ti dico questo perchè anch'io sono sempre uscita con qualcuno sperando in una storia seria e, probabilmente se qualcuno me l'avesse domandato io avrei risposto "no", per non fare la principessina che aspetta il principe.Tant'è che sono uscita con molte poche persone in vita mia scartando chi non mi piaceva molto già a priori (anche sbagliando a volte perchè un'uscita con una persona che li per li non ci ha colpito in particolar modo puo' portare comunque qualcosa di buono indipendentemente dal nostro desiderio di storia seria...)...
    1
    Rispondi a Michela2 Commenta l’articolo

  11. Avatar di Rossella

    Rossella 5 anni fa (21 Marzo 2015 9:28)

    "E soprattutto evita di buttarti via"...parole sacrosante. Devo ripetermelo più volte al giorno fino ad acquisire quella che si può chiamare una regola per la propria serenità ed il proprio benessere. Mi sono buttata via troppo spesso per inseguire chi non poteva darmi nulla e certamente non accrescere il mio valore. Ma ho sempre creduto di averne poco di valore quindi il buttarmi via era normale. Ma dopo quest'ultimo uomo davanti a cui mi sono umiliata in modo irreversibile voglio dire BASTA ed imparare a rispettare me stessa finalmente. E' proprio giunta l'ora. Centri sempre l'obiettivo,grazie Ilaria.
    4
    Rispondi a Rossella Commenta l’articolo

  12. Avatar di Clay

    Clay 4 anni fa (26 Aprile 2015 17:35)

    Ciao a tutte e ciao Ilaria, innanzitutto complimenti per il tuo blog, leggo spesso i tuoi articoli (anche se difficilmente riesco a metterli in pratica). Io sono proprio una delle classiche donne che si fanno prendere a pesci in faccia e che corre dietro sempre agli uomini sbagliati ? Commetto molto spesso il seguente errore: il mio valore,la mia autostima e la mia vitalitá sono prettamente collegati alle attenzioni che ricevo dal sesso maschile e non riesco proprio a uscirene da questo circolo vizioso, divento paranoica, depressa e ansiosa in modo assurdo. Come posso interrompere tutto questo?
    1
    Rispondi a Clay Commenta l’articolo

  13. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 4 anni fa (26 Aprile 2015 22:58)

    @ Clay, brava ti sei fatta una diagnosi perfetta sembrerebbe. Ora devi mettere in pratica: scegli l'articolo che ti ha creato più turbamento e metti in pratica, anche a rischio di metterti a nudo di fronte a te stessa.
    3
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  14. Avatar di stefano

    stefano 4 anni fa (14 Maggio 2015 13:40)

    Ritengo che questo articolo è i vari commenti siano utili anche a me che sono un uomo , infatti.io , per ora., soffro di zerbinaggio...
    0
    Rispondi a stefano Commenta l’articolo

  15. Avatar di alessia

    alessia 4 anni fa (14 Maggio 2015 14:46)

    ciao Ilaria questo articolo mi capita a proposito. Molto interessante e purtroppo veritiero. Volevo chiederti, hai un articolo sulla femminilita' ed il capire se e quanta femminilita' si "emana" etc... mi sarebbe utilissimo se c'e'. se non ci fosse, puo' essere un tema da approfondire? Grazie mille!
    0
    Rispondi a alessia Commenta l’articolo

  16. Avatar di Cris83

    Cris83 4 anni fa (15 Maggio 2015 8:14)

    Grazie Ilaria per questo articolo!!! Non sai quanto mi ha fatto bene leggerlo!! ;)
    0
    Rispondi a Cris83 Commenta l’articolo

  17. Avatar di valentina.maidiremai

    valentina.maidiremai 4 anni fa (12 Luglio 2015 18:51)

    sapete, stavo rileggendo vecchi articoli del blog per "ripassare"... :) a volte mi capita quando ho qualche criticità.. in questo momento la criticità è questa... lui è sposato e tra una cosa e l'altra andiamo avanti da qualche anno. adesso ha ripreso a studiare e tempo non ne ha mai... ultimamente ho l'impressione che quando gli propongo di incontrarci ci sia sempre qualche "ma" o la premessa di "non posso dedicarti molto tempo stasera.. " le risorse limitate (sue) sono reali ma io non vorrei più sentirmi come l'impegno da rispettare o la 15ma ora di lavoro, visto che la premessa di questo rapporto da amanti è il piacere reciproco così ho preso come mia la famosa frase "...con un uomo fai di meno, non di più...". sbaglio? ogni tanto mi sono sentita di essere io a spingere per vederci ma così mancano le premesse del desiderio uno dell'altro e mi sento bisognosa ma non voglio più. lo sono ma non voglio più esserlo
    -7
    Rispondi a valentina.maidiremai Commenta l’articolo

    • Avatar di Alessia

      Alessia 4 anni fa (12 Luglio 2015 19:29)

      Ciao Valentina, mi sembra di capire che a te sta bene fare l'amante, contenta te... Io credo che la tua posizione non ti permetta di avanzare richieste però: sei un accessorio nella tua vita, un diversivo. E credo che il fatto che a te manchi e vorresti avanzare richieste di tempo e attenzioni, come se tu fossi la moglie significa che a te non sta più bene di essere l'altra. Io ti suggerisco di chiudere:mi sembri già infognata, e oltretutto avanzare richieste di ogni tipo è assurdo.ammesdo pure che sia solo una storia di sesso per te se non ti dà quello che vuoi chiudi e cerca altrove
      6
      Rispondi a Alessia Commenta l’articolo

    • Avatar di valentina.maidiremai

      valentina.maidiremai 4 anni fa (13 Luglio 2015 16:27)

      già cara alessia, grazie per il tuo commento... in effetti infognata lo sono ed ondeggio continuamente fra il volermi sentire una donna libera che vive piacevolmente il sesso e la situazione, e il sentirmi bisognosa di attenzione da parte sua... ultimamente sto pensando sempre più frequentemente di staccarmi, sono cambiata e sto tentando di dare maggiore ascolto alla mia voce interiore che mi dice di evolvere, di rispettarmi. molti ragionamenti abbiamo fatto su questo blog e chissà non stiano facendo il loro effetto... oltretutto stessi bene così sarebbe un conto ma faccio i conti con un malessere che si ripresenta troppo spesso. grazie
      0
      Rispondi a valentina.maidiremai Commenta l’articolo

    • Avatar di Alessia

      Alessia 4 anni fa (13 Luglio 2015 16:41)

      Ciao Valentina. Secondo me ti sei "innamorata" e ti sei raccontata di essere forte e che a te non sarebbe successo. Credo il malessere venga più da questo che non altro. Capita. Adesso lo sai cosa devi fare: mollalo, cerca di accettare che ti sia capitato e dedicati a te. In bocca al lupo!
      0
      Rispondi a Alessia Commenta l’articolo

  18. Avatar di Ele

    Ele 4 anni fa (13 Luglio 2015 9:47)

    Ciao a tutte. Mi è capitato proprio negli ultimi 2 giorni di leggere dei commenti di donne che partivano con la descrizione di un uomo che frequentavano e poi mettevano: "è sposato". Il fatto è che il fatto che fosse sposato non era visto come un problema ma come se avessero detto: frequento un ragazzo alto, o moro, o magro.Il problema era un farsi sentire poco, o una storia non molto chiara...Ora la domanda che mi ponevo io è la seguente: Perchè accettare di uscire con un uomo sposato? Perchè non vedere che ha un'altra donna ma vedere che magari non chiama tanto?(se è sposato è logico che non chiama tanto e non è tanto presente...). Perchè accettare di fare l'amante e poi pretendere di essere la moglie? (con uno che la moglie ce l'ha già). Ilaria io ti chiedo tutti questi perchè... Non è comunque meglio un uomo single?Per lo meno partiamo alla pari. Perchè molte donne non vedono il problema sul fatto che un uomo sia sposato? (quindi va in vacanza cena pranza dorme bacia fa l'amore con un'altra donna, la moglie...)
    11
    Rispondi a Ele Commenta l’articolo

    • Avatar di Alessia

      Alessia 4 anni fa (13 Luglio 2015 12:04)

      Ciao Ele. Perche' non vogliono vedere. Perche' si pensa (mi ci metto anche io) che noi si sia piu' fighe e furbe che si vuol credere alle cretinate (lascera' l'altra etc) e via cantando. Io ci sono cascata da giovane, con l'attenuante che nessuno sapeva fosse sposato con figli (perche' non portava la fede, usciva con i colleghi del lavoro e aveva un'altra casa nella quale viveva 4 gg su 7) - e quando l'ho scoperto me ne sono andata. Gia' e' difficile quando si parte alla pari, figurati cosi. E poi e' assurdo pretendere di essere uniche quando si parte accentando di non esserlo. Semplicemente si mente a noi stesse
      6
      Rispondi a Alessia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ele

      Ele 4 anni fa (13 Luglio 2015 13:08)

      Ciao Alessia. A me successe quando avevo 25 anni.Io non sapevo fosse fidanzato all'inizio poi lo scoprii, in realtà conviveva anche.Ho troncato io la "storiella" anche perchè lui non l'avrebbe mai fatto (era un traditore seriale e poi scoprii che oltre a me c'era anche un'altra e chissà quante altre ancora).Pero' il problema per me era che fosse fidanzato non che le telefonate erano solo diurne,non che gli appuntamenti erano in orari insoliti,non che il fine settimana sparisse...Il problema principale era che avesse una compagna. Quella storia mi ha insegnato a non ripetere quell'errore.Di stronzi se ne incontrano tanti, ma quelli sposati/fidanzati/impegnati sono doppiamente stronzi.Prendono in giro la loro donna,prendono in giro la loro amante,hanno chissà quante altre donne che prendono in giro...Il tutto per avere una sc...ata ed un briciolo di attenzione a giorni alterni.Mi sento sporca ancora adesso che sono passati diversi anni quando lo racconto.Quindi donne, mandate a quel paese qualsiasi uomo che non sia single!Puo' avere delle ex,puo' avere una vita mondana esagerata ma dev'essere single.
      10
      Rispondi a Ele Commenta l’articolo

    • Avatar di Alessia

      Alessia 4 anni fa (13 Luglio 2015 13:32)

      Ele idem per me, tagliai li. La differenza e' che io mi chiusi e all'inizio ero piu' guardinga con lo stronzo e gli dissi anche perche' (e poi l'ha usato contro di me per ferirmi dicendomi che sono una che va con gli uomini sposati, lui e' coerente invece ahaha) . Il problema e' che in generale alcuni sono bravi a mascherare di essere stronzi, bisogna prenderne atto. Solo che come dici te se gia' sai che e' spostato o fidanzato molla, e' inutile lamentarsi dopo perche' ti chiama poco - hai accettato te questo gioco!
      3
      Rispondi a Alessia Commenta l’articolo

  19. Avatar di helen

    helen 4 anni fa (13 Luglio 2015 20:49)

    Si si son d accordo con tutte , intendo dire che son d accordo con quelle che dicono che li sposato è il re, l imperatore dei paraculi. Io adesso però sto avendo un periodo di sconforto perché sono circondata. Sono circondata da squallore , da colleghi sposati che fanno schifezze, che si propongono, che trescano che fanno porcate (anche sul posto di lavoro che è un ente pubblico, uno si è messo nella sua stanza e si trombava una con i gemiti che si sono sentiti). Sono stanca di sentire e vedere rapporti squallidi, continuo a selezionare per trovare delle belle coppie sane a cui ispirarmi, delle belle persone da prendere a esempio ecc. Sono intossicata da troppe cose viste e sentite. Forse ho solo bisogno di una vacanza oppure ho solo bisogno di rigenerarmi ma davvero ultimamente faccio molta fatica a non entrare in un senso di disillusione profonda che assomiglia sempre più alla depressione.
    3
    Rispondi a helen Commenta l’articolo

    • Avatar di Alessia

      Alessia 4 anni fa (13 Luglio 2015 21:19)

      Helen mi dispiace un sacco, davvero. Brutto brutto quando dove guardi guardi non trovi niente di decente e solo squallore. Una vacanza credo ti farebbe bene, allontanarsi un po' da tanta melma Ps: ti avevo risposto di la, mi sa che ti avevo fraintesa.
      0
      Rispondi a Alessia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 anni fa (13 Luglio 2015 21:23)

      @ Helen, pensa te che noi paghiamo pure le tasse e sappiamo quante e quanto ingiuste. Mi chiedo: ma la porta di una stanza di un dipendente di un ente pubblico non si può aprire, così, anche per sbaglio, nel bel mezzo del gemito dell'orgasmo burocrate?... E mettiamoli in ridicolo questi tracotanti da ufficio e penetratori di subordinate su scrivanie statali e queste troie dello scatto di carriera. Tanto, con rispetto parlando, merlaio per merlaio, in un ente pubblico mica licenziano nessuno, semmai si limitano a farti fare una vita grama. Ma voglio dire, tanto, vita grama per vita grama, siam sempre il paese dei cinepanettoni. Che succederà mai? Quanto alla disillusione che assomiglia sempre di più alla depressione, direi che il punto nodale - probabilmente anche della mia "missione" di coach e di questo blog - è proprio il raggiungimento di un sano, equilibrato, produttivo realismo, per le donne soprattutto, ancora vittime troppo indifese nel paese dei cinepanettoni e degli utilizzatori finali di cui sopra. Ma non solo in questo paese, eh. E' vero, lo squallore ci circonda, ce n'è parecchio in giro, nessun dubbio. Fin troppo facile a dirsi e constatarsi. La mediocrità impera, abbiamo un governo ladro per davvero, tutto vero, tutto sacrosanto. Il "maschio" è un essere sempre più privo di virilità, in tutti i sensi, e sempre più pieno di ambiguità e codardia, causa i tempi, l'educazione, la pubblicità bla bla bla, le solite storie, e soprattutto causa la mancanza di sfide vere e autentiche e della voglia di affrontarle. Ma anche causa di chi tace e accetta di tutto e di più, noi cittadini compresi. E detto ciò, appunto, recuperiamo realismo che è equidistanza dalle illusioni infantili e dalle delusioni adolescenziali. Spazi dove eccellenze intellettuali e morali resistono ce ne sono. Sono ristretti, vero. E soprattutto diventiamo noi eccellenti e impeccabili, nel nostro piccolo, come si diceva una volta. Questa è una sfida che può farci diventare grandi e selezionare ed evitare i trombatori da sedia girevole, furfanti e corrotti, pagata con gli 80 euro elargiti a chi prende lo stipendio minimo.
      11
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di helen

      helen 4 anni fa (13 Luglio 2015 22:54)

      Non so da che parte cominciare. Intanto ti do' ragione. Poi non so come fare a far capire che avendo girovagato ovunque per mestiere (ospedali, carceri, tribunali, università , grossi enti pubblici) ho toccato con mano che la corruzione e lo spreco e il pressapochismo sono ovunque. In maniera capillare. Così capillare che ogni tanto ci si sente soli. Inevitabilmente. Così come ci si sente sole alla fatidica macchinetta del caffè quando si ricevono i soliti commenti viscidi e all osservazione: non ti considero, sei sposato, la risposta è: siamo i migliori. Cioè gli uomini a cui aspirare, con cui trescare perché come loro nessuno mai. Ecco e magari queste cose ti arrivano da uno bravo e che stimi professionalmente. Di cui avevi rispetto. Continui a scantonare, a evitare la m. Ma è così tanta che non sporcarti le scarpe diventa un' impresa. Poi fa caldo e ho oggettivamente bisogno di una vacanza. Anzi come dice un altro collega ho bisogno di farne ogni tanto qualcuna in più. Poi risalgo la china. Ma intanto che diavolo devo rispondere ai 30 milioni di marpioni che popolano l italia? Devo chiedere tua moglie lo sa? Certo che lo sa. Lo sanno tutte. Tutte a confortate dall idea che è normale un menage così. È nel DNA maschile. Sei tu la disadattata. Comunque hai ragione ilaria. Vado a studiare per cercare di migliorare. In solitudine. In fondo si nasce soli e si muore soli, come diceva un proverbio.
      1
      Rispondi a helen Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 anni fa (13 Luglio 2015 23:05)

      @ Helen: ribadisco, persone degne ce ne sono, seppure poche, certo. In te ogni tanto colgo la volontà, o, addirittura, la pretesa, seppure non esplicita, di cambiare il mondo, correggere gli incorreggibili, vendicare il male e portare il bene. Sono anche queste illusioni infantili. Il mondo è quello che è e bisogna anche imparare a togliersi le fette di prosciutto dagli occhi: spesso il successo "sociale" è una facciata che nasconde oscenità. Bisogna averlo presente. E poi basta di dare ascolto alle sciocche valutazioni di menti ristrette ("tutti gli uomini cornificano etc etc", su dài, eleviamoci dalla massa beota e sciocca). E alcune piccole precauzioni pratiche, tra le quali staccare e cambiare ambiente vanno sempre considerate e soprattutto praticate.
      14
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Ele

      Ele 4 anni fa (15 Luglio 2015 8:48)

      Ciao Helen, se tu pensi che tutti gli uomini siano marpioni, infedeli, stronzi etc etc...beh non avere a che fare con loro. Se io penso che il ristorante cinese fa schifo sto lontana da quel ristorante e stop...Non pretendo che gli altri non ci vadano piu' che le mie amiche non mangino quella cucina. Raccontando che sei circondata da donne che si fanno mettere incinta dal primo stronzo venuto e che frequentano il marpione sposato di turno cosa vorresti dire? Che hai un giro di amicizie poco raccomandabili? Che tutti gli uomini sono marpioni? Che riesci a vedere solo lo squallore che ti circonda ma non il bello? Sei sicura che non ci sia il bello?
      2
      Rispondi a Ele Commenta l’articolo

  20. Avatar di Alessia

    Alessia 4 anni fa (13 Luglio 2015 23:14)

    Helen io mi riconosco nel tuo senso di giustizia e, da quel che capisco dai tuoi commenti, dal senso di profonda ingiustizia che ti lascia. Ha ragione Ilaria però, non possiamo farci nulla. Pesa, eccome se pesa, e certe volte per eliminare la melma fai terra bruciata. E ti chiedi se la storta sei tu. Tu non sei storta, nemmeno un po'. Ti abbraccio fortissimo e spero che la serenità e delle persone come si deve arrivino presto nella tua vita
    1
    Rispondi a Alessia Commenta l’articolo