Che cos’è l’energia sessuale?

energia sessualeCome definiresti la tua energia sessuale? Sapresti definirla? Sai riconoscerla? Riesci a percepirne la potenza e l’intensità? Sono abbastanza convinta che la stragrande maggioranza delle persone si vergognino un po’ e abbiano molto pudore riguardo la propria energia sessuale. Si tratta di un fatto privato e l’educazione del nostro mondo insegna a contenere l’energia sessuale, a isolarla, confinarla solo in determinati ambiti. Il risultato è che molte persone sono inibite e non solo contengono la propria energia sessuale, ma la limitano, la riducono, la spengono. Penalizzando se stesse, non solo per quel che riguarda il sesso.

L’energia sessuale non riguarda solo l’ambito del rapporto di coppia, dei rapporti intimi e della sessualità, ma riguarda tutta la nostra persona, tutti gli aspetti della nostra vita.

"Più una persona è sessuale e più è inventiva. Più la persona è sessuale e più sarà intelligente. Osho"

La capacità di percepire a pieno la propria energia sessuale è la capacità di vivere a pieno se stessi, di stare nella propria pelle e nel proprio corpo al meglio, di muoversi nel mondo e attraversare le esperienze della vita con la consapevole percezione di sé, della propria fisicità e delle azioni che si compiono, senza limiti, restrizioni o pregiudizi. E’ la via breve all’essere felici.

L’energia sessuale, il sentire e l’apparire

Come ripeto spesso, viviamo in un mondo in cui si dà grande risalto al sesso, alla sessualità, alla presenza e alla prestanza fisica. Il fatto è che tutto questo avviene da un punto di vista quasi esclusivamente “visivo”. Sono le immagini che regolano il nostro mondo ed è principalmente attraverso le immagini che si opera la manipolazione delle nostre menti. Chi vince è il prodotto, il politico o il personaggio che quando viene descritto o si descrive – anche solo a parole – viene definito attraverso “immagini”. Si dicono parole “immaginifiche”, che ricreano nella nostra mente immagini. Anche la sensualità passa per immagini e viene mantenuta a solo immagine.

"Sul sesso, tutti mentono. Robert Anson Heinlein"

Vi è una spasmodica attenzione al corpo, ma al suo aspetto esteriore, alla sua apparenza. I giornali femminili sovrabbondano di consigli per “sembrare” più alte, più magre e slanciate. O più muscolosi, asciutti, dotati. La pubblicità dell’intimo maschile mette in evidenza il fatto che le dimensioni sembrano aumentare (le dimensioni del “pacco”, giusto per essere chiara). Un termine usatissimo è “effetto”: effetto lifting, effetto bagnato, effetto nudo etc. Quella che conta è l’impressione che si dà. Non il come ci si sente davvero.

Altro che energia sessuale, qui si parla solo di “dominio delle immagini”, potere delle immagini (e dell’immagine). Di come tu ti senti, di quello che senti, non gliene frega niente a nessuno. L’importante è fornire immagini fascinose, bellezze incredibili. Si guarda l’immagine – costruita, falsata, patinata – e subito, di colpo ci si sente inadeguati, si è pervasi dalla frustrazione e invasi dalla tristezza. Le sensazioni negative vengono indotte. Il piacere no, il piacere non si “sente”, si immagina.

Per potenziare la propria energia sessuale è necessario invece sentire e vivere il corpo, attraverso le sue sensazioni e il godimento delle sensazioni.

"Quando le cose non funzionano bene in camera da letto, non funzionano bene neanche in soggiorno. William H. Masters"

Quando si è invasi dal senso di inadeguatezza, l’unico rimedio a quel punto è mettersi davanti allo specchio, cominciare a fare confronti e giocare la propria gara disperata con il colore giusto, la pettinatura giusta, il reggiseno giusto, il tacco giusto. Tutti modi – dispendiosi per alcuni, redditizi per altri – per tentare di rimediare alla frustrazione con un nuovo sorprendente effetto visivo.

Chi mai si occupa della propria energia sessuale? Nessuno, dato che ci sono altre priorità, altri punti di attenzione: c’è l’immagine di cui occuparsi e l’immagine – si crede – è quella che colpisce più direttamente le altre persone, e quindi è dalla cura dell’immagine che ci si sente rassicurati (si crede di sentirsi rassicurati) rispetto al giudizio degli altri.

Cioè: siccome si dà più importanza al giudizio degli altri che al proprio, si dà più importanza a come gli altri ci considerano rispetto a come noi ci sentiamo, allora occuparsi spasmodicamente (e spesso dissenatamente) della propria immagine dà l’illusione di sentirsi meglio.

Energia sessuale, sensazioni e piacere

L’energia sessuale supera invece la pura apparenza dell’immagine: coltivare la propria energia sessuale significa prendere pieno possesso delle proprie sensazioni corporee, oltre l’apparenza. Significa avere un corpo e godersleo, non solo accanirsi su di esso con pensieri, parole, opere e omissioni perché sia in un modo piuttosto che in un altro, ma viverlo come lo strumento, il mezzo attraverso il quale rendiamo la nostra esistenza completamente piena, concreta, appagante.

"Nella vita ci sono molte cose più importanti del sesso, ma vengono tutte dopo. Giovanni Soriano"

Attraverso una cura amorevole della propria energia sessuale (che poi è cura amorevole di se stessi) si raggiungono sì il fascino autentico, ci si riappropria della propria naturale capacità di attrarre e di sedurre. Sostanzialmente si arriva ad avere “carisma”. Che è quella caratteristica che molti si affannano a raggiungere attraverso la cura dell’immagine, senza rendersi conto che stanno sbagliando sia strada, sia obiettivo.

Valorizzare la tua energia sessuale ti permette di aumentare e preservare la tua autostima. Questo è importante: tutto quello che fai per stare bene tu aumenta la tua autostima, è matematico.

Di più: valorizzare la tua energia sessuale ti fa superare l’insicurezza (con gli uomini, ma non solo) e ti permette di fare sesso in modo spontaneo, naturale, soddisfacente, liberandoti da blocchi di antica data e da blocchi legati al tuo rapporto con il partner che hai in quel momento.

Vuoi scoprire di più riguardo la tua energia sessuale? Nei prossimi giorni presta attenzione al tuo respiro nei diversi momenti della giornata e nelle varie situazioni che vivi. Quando sei in una situazione tranquilla e che non ti preoccupa respiri in modo diverso rispetto a quando per esempio sei in uno stato di tensione, di preoccupazione o di tristezza?

Come cammini per la strada? Sei baladanzosa e disinvolta o ti senti inibita dagli altri?

Guardi negli occhi le persone con le quali parli e che incontri per caso o ti senti intimidita e/o seccata e distogli immediatamente lo sguardo per non incrociare il loro?

Di solito sei sorridente e rilassata o ti incupisci e ti arrabbi facilmente?

Quando sei con gli altri, preferiresti essere protetta da uno scafandro d’acciaio che ti rende invisibile o ti va bene così come sei e gli sguardi degli altri non ti spaventano e nemmeno ti fanno sentire tanto super da far da loro dipendere il tuo benessere?

Che dici,  questo tema ti interessa? Continuiamo a parlarne?

Lascia un Commento!

37 Commenti

  1. Avatar di Goldie

    Goldie 5 anni fa (16 Dicembre 2013 12:03)

    bella questa ultima domanda. Si puo' sviluppare una risposta realistica? Grazie
    Rispondi a Goldie Commenta l’articolo

  2. Avatar di federica

    federica 5 anni fa (16 Dicembre 2013 13:16)

    @ simplicity eddai e come vuoi accenderla mentre non hai un uomo? uffa 6 un nome e una garanzia!
    Rispondi a federica Commenta l’articolo

  3. Avatar di federica

    federica 5 anni fa (16 Dicembre 2013 13:23)

    http://www.lapersonagiusta.com/fare-lamore/autoer... @simplicity leggiti un po' st'articolo. kissamai!
    Rispondi a federica Commenta l’articolo

  4. Avatar di Debra

    Debra 5 anni fa (16 Dicembre 2013 13:38)

    @Ilaria: ottimi consigli. In questo periodo mi trovo molto molto bene da quel punto di vista con il tizio con cui esco, ma ammetto che certe volte mi prende l'insicurezza di non piacergli abbastanza e allora cerco di migliorare il look, i capelli, etc etc etc, quando poi mi accorgo che magari si carica molto di più quando sono struccata e in pigiama... ci rifletterò. Tra l'altro a conferma di quello che dici, questo ragazzo "dall'esterno" non è proprio il tipico figaccione, eppure l'avevo sempre sospettato che a letto saremmo andati alla grande... e ci avevo azzeccato! chissà da cosa, dallo sguardo immagino (o meglio: da come mi guardava). Boh! @Simplicity: se hai più di 16 anni, fatti un favore e lascia stare i rapporti platonici!! Se già l'uomo di prima non riusciva ad avere un rapporto completo (che strazio)... non farti del male e non entrare di nuovo in quel tunnel... anche a me è capitato l'uomo "romantico" che voleva aspettare eccetera eccetera, poi mi sono accorta che non era romanticismo, erano solo blocchi sessuali e che era un represso, e solo dopo tanto tempo e tanto, tanto dolore, ho visto quanto questo aspetto della repressione condizionava non solo l'aspetto sessuale, ma tutta la sua psicologia... dopo una certa età, NON E' NORMALE non voler avere un rapporto "reale". Stai alla larga, oppure chiediti perché A TE sta bene così... forse è meglio una relazione immaginaria di una reale, perché si mette sul piatto meno, si rischia meno? Spero questo mio consiglio non sia troppo invadente, perdonami ma nelle tue parole mi sono proprio riconosciuta com'ero qualche mese fa...
    Rispondi a Debra Commenta l’articolo

  5. Avatar di Fenice

    Fenice 5 anni fa (16 Dicembre 2013 18:28)

    @Mimì, perdonami ma, quali sono le "certe esperienze" che hanno forgiato la tua sensibilità e la consapevolezza della tua energia sessuale? Le molestie??? Spero di no, perché io proprio non capisco come sia possibile pensare che subire delle violenze sessuali da piccole, possa giovare alla vita sessuale in età adulta. Poi, non per farmi gli affari tuoi ma, se non vuoi un uomo sposato come compagno di vita, non fartelo!!! La vita, non è domani, o tra 10 anni, ma è qui e ora!!
    Rispondi a Fenice Commenta l’articolo

  6. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 5 anni fa (16 Dicembre 2013 20:44)

    Grazie Roberto per la testimonianza e per gli auguri, che ricambio.
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  7. Avatar di roberto

    roberto 5 anni fa (16 Dicembre 2013 20:34)

    Ciao ilaria!!grazie ancora,,io come ti ho spiegato tempo fà sono separato da 5 anni con un bel bimbo,,buon padre,bella presenza,gran lavoro su me stesso,traumi infantili gravi,tanta passione nel lavoro ,restauratore, eh pum!!mi sono visto che nessuno mi vedeva!!effetto fantasma xchè i miei nn mi vedevano è da elemosinare amore con gran dolore,,mi stò riscoprendo,,si ho sempre saputo di avere risorse oserei dire carasmatiche quali la pittura,i viaggi,ma molto insicuro capisci? piano piano 1 anno fà ho ripreso a studiare musica e suonare ciò che facevo da ragazzo il basso elettrico!!che gioia,,conosco tanta gente ma ho capito con tristezza che nn attiro una donna,forse mi sbaglio ,forse mi sforzo di averla mentre stò recuperando quello che mi è stato tolto da ragazzino la gioia,e se nn mi curo e scopro cosaè la vera sessualità e nn metto le fondamenta vere sòo x certo che posso avere delle storielle ma non un cammino per quanto sia lungo di vita con una donna,ho un figlio che adoro,tante passioni come dicevo e una grande capacità introspettiva e sento che ora è il momento di percepirsi,sentirsi ,pratico da tempo ilrespiro,il camminare e spontaneamente gurdo le donne negli occhi ,con gioia...arriverà,,un abbraccio roberto da pistoia,auguri di un buon natale!!!!
    Rispondi a roberto Commenta l’articolo

  8. Avatar di Tittissima

    Tittissima 5 anni fa (16 Dicembre 2013 21:33)

    Io vado un po' controcorrente, perchè questa grande conquista che si chiama autostima, che si chiama amarsi, che si chiama *decidere di essere felici* e non aspettare che sia qualcosa di esterno a testimoniarlo, l'ho raggiunta senza, appunto, riscontri esterni. Quindi nessun uomo che mi corteggia, nessuno sguardo particolare, nessun invito e nessun apprezzamento più di prima. Ci sono solo io che mi amo come sono e sono felice che tutto questo sgorghi da me e in me. Parola di ex dipendente affettiva che aspettava il riscontro per sentirsi importante/bella/gioiosa/felice/etc... Ora sono io il mio specchio, e sorrido per la strada cantando fra me e me, senza aspettarmi nessun occhiolino se non il mio dal riflesso di una vetrina... Quando arriveranno uomini e inviti e corteggiamenti e ambaradan... "il campanello suonerà" :)))
    Rispondi a Tittissima Commenta l’articolo

  9. Avatar di Attila

    Attila 5 anni fa (19 Dicembre 2013 8:09)

    Anch'io sono interessata! :) @ Federica: tu pensi davvero che l'energia sessuale dipenda dall'avere un uomo? Prima di giudicare Simplicity, forse dovresti rileggerti l'articolo... l'energia sessuale e' una cosa nostra e dipende prima di tutto da noi, non dallo stare con qualcun altro. @ Fenice: Mimi ha detto che NONOSTANTE l'infanzia difficile e le molestie subite e' riuscita a scoprire la sua energia sessuale, non GRAZIE alle molestie... Buona giornata! :)
    Rispondi a Attila Commenta l’articolo

  10. Avatar di federica

    federica 5 anni fa (20 Dicembre 2013 6:39)

    @attila forse sono stata troppo concisa. certo che no infatti nel post immediatamente successivo suggerivo la lettura dell'articolo di Ilaria sull'autoerotismo e questo prima che pubblicasse quello sull'energia sessuale. mi sembra che la pensiamo allo stesso modo. ho cercato di scherzare e prendere bonariamente in giro simplicity. Anche perché ha un nick che merita un po' di presa in giro. tutto qui a rileggerci presto
    Rispondi a federica Commenta l’articolo

  11. Avatar di Goldie

    Goldie 5 anni fa (20 Dicembre 2013 10:18)

    a me manca tantissimo l'energia sessuale che l'ultimo uomo ha sprigionato in me. ma evidentemente io non ho sprigionato la sua, non abbastanza. voleva di piu' e io per certe cose, sono ancora inesperta.
    Rispondi a Goldie Commenta l’articolo

  12. Avatar di Ana

    Ana 5 anni fa (4 Maggio 2014 17:36)

    Si! Continuiamo con quest'argomento, per favore Ilaria. Io tipo non riesco davvero a percepire quest'energia, non la sento parte di me, non riesco a percepirla.
    Rispondi a Ana Commenta l’articolo

  13. Avatar di alessia

    alessia 4 anni fa (14 Maggio 2015 19:40)

    Ilaria se possibile si potrebbe approfondire il tema? lo collego molto anche alla femminilita', sulla quale oggi mi sono fermata a pensare un bel po' e a parlarne con un'amica. cosa e' femminile? come si capisce se lo si e' (e quindi si riesce ad esprimere anche l'energia sessuale?) bisogna davvero rassegnarsi a vivere da stereotipo, uscendo in gonna e tacchi anche se non ti va perche' altrimenti non sei femminile, e se invece ti metti dei jeans e delle scarpe casual (tipo converse) sei "l'antisesso" (conversazione stasera con un'amica). Io cado spesso in quest'ultima categoria allora... adoro le camice, completi dal taglio maschile, mocassini, scarpe comode, ma ho anche tubini e scarpe col tacco vertiginoso - solo che prediligo i primi a quest'ultimi... mi devo rassegnare a non essere femminile, a non esprimere energia sessuale solo per questo? l'energia sessuale non si esprime anche mantenendo chiarezza con se stessi e rifiutando di conformarsi? sono abbastanza confusa in merito
    Rispondi a alessia Commenta l’articolo

  14. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 4 anni fa (14 Maggio 2015 21:44)

    Ah, le amiche. Ma a chi date la definizione di amiche? :) L'energia sessuale è amore per la vita ed entusiasmo. Questo è. Dài un'occhiata anche agli articoli sul linguaggio del corpo e ad altri articoli dedicati all'amore e al fare l'amore, @Alessia.
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  15. Avatar di alessia

    alessia 4 anni fa (14 Maggio 2015 21:50)

    grazie Ilaria, lo farò. L'argomento è uscito oggi con la mia terapeuta che mi ha appunto chiesto come esprimo la mia femminilità ora che non faccio più burlesque. e sono rimasta un po' spiazzata, perché non lo so. E non ci ho mai pensato ne' fatto caso in realtà. Da li il chiedersi appunto se non sono femminile perché amo il calcio, la scherma, i jeans tanto e di più di quanto ami i vestiti (ma quando mi va di metterli sono dei vestiti da urlo), forse perché trovo sexy una camicia ampia con effetto vedo non vedo, jeans e scarpe comode.. questa cosa che la femminilità siano solo un paio di tette più o meno in vista e la gonna la trovo limitante!
    Rispondi a alessia Commenta l’articolo

  16. Avatar di Gabriella

    Gabriella 4 anni fa (16 Luglio 2015 11:04)

    Grazie Ilaria, bravissima come sempre. Seguo molto i tuoi consigli e ne faccio tesoro.
    Rispondi a Gabriella Commenta l’articolo