Inconscio, amore vero e uomini sbagliati

inconscioMi sento spesso fare queste domande: “Come faccio a capire se gli piaccio?”, “Come faccio a riconoscere l’uomo giusto e a non incappare in uomini sbagliati? All’inizio sembrava essere gentile, educato e comprensivo ma poi si è rivelato essere tutto l’opposto. E colpa mia se si è trasformato? Che cosa è successo? Come potevo immaginare che sarebbe cambiato così?”. Molto spesso la risposta a questo genere di domande è: ascolta le tue intuizioni profonde, dài retta alle tue sensazioni, dài voce al tuo inconscio.

"Se ci affidiamo all’intuito siamo come una notte stellata: fissiamo il mondo con migliaia di occhi. C. Pinkola Estés"

Quante volte nella tua vita ti è accaduto di incontrare una persona per la prima volta e di provare da subito, senza motivazione “logica” apparente, una sensazione negativa? Oppure quante volte immediatamente, “a pelle”, come si dice, (in realtà si tratta di inconscio), hai sentito delle sensazioni gradevoli di simpatia e di attrazione? E molto spesso queste tue sensazioni apparentemente inspiegabili hanno trovato piena conferma.

O ancora, esempio molto più calzante e più comune: pensa di nuovo a rapporti che non hanno nulla di sentimentale. Ti è capitato magari di fidarti di qualcuno e poi di scoprire che era il contrario di quel che pensavi, che non c’era da fidarsi? Però, pensandoci bene e ripercorrendo i fatti accaduti, ti rendi conto che avevi già percepito certi segnali negativi (era il tuo inconscio ad averli percepiti), ma non avevi voluto farci caso, perché la tua attenzione era su qualcos’altro. Avevi altre motivazioni che ti avevano spinto a ignorare i segnali di non totale convincimento. Magari desideravi una macchina nuova così tanto, che hai voluto a tutti i costi ignorare il fatto che l’offerta che ti stava facendo il venditore non era così conveniente. Ma piuttosto che perdere un po’ di tempo a trattare con il rischio di ricevere un rifiuto, hai preferito andare avanti, rinunciando a un tuo piccolo diritto, per paura di “perdere” la macchina.

L’inconscio e la tua intelligenza

Molto spesso mi trovo a constatare che sono davvero tante le donne intelligenti che si comportano in maniera stupida. Lo dico apertamente anche alle dirette interessate: “Accidenti, hai afferrato completamente la situazione, perché continui a rimanere in una storia che ti fa solo soffrire? Soffrire per amore non è un merito!”. E’ una questione di “inconscio”. Scommetto che questo termine “inconscio” lo hai già sentito pronunciare, solo che magari è un termine un po’ avvolto nel mistero – ma guarda un po’ – e non sei molto disposta ad approfondire che cosa significa “inconscio”, perché, forse, hai paura di fare delle scoperte che potrebbero lasciarti perplessa. Ma non ci sono scoperte “pericolose” da fare nell’inconscio, anzi.

"L’universo ama la velocità. Appena avete un’intuizione, agite. Joe Vitale"

Invece, considerare l’inconscio è utile, da molti punti di vista. Il nostro inconscio fa parte di noi, è come il dito mignolo: ci segue dovunque, in ogni istante. E ha delle funzioni importantissime. Essenziali. Vitali. L’inconscio infatti non è solo, come molti credono, una sorta di “cantina” e di “deposito” di ricordi, di esperienze e di emozioni “rimosse” dalla memoria e dalla coscienza perché disturbanti. L’inconscio è la parte “superiore” della nostra mente, quella più saggia, più sapiente. Del resto, tutte le funzioni vitali sono inconsce: dal battito del cuore, alla digestione, alla regolazione della temperatura del nostro corpo.

Ascoltare l’inconscio, significa quindi dare retta non alle mille voci spesso confuse e contradditorie che fanno da sottofondo alla nostra vita e che si sentono più o meno forte nella nostra testa, ma dare seguito a istruzioni precise formulate in base a informazioni molto più ampie e molto più vaste di quelle che giungono alla nostra coscienza “razionale”.

Inconscio e razionalità

Il nostro inconscio infatti è in grado di percepire milioni di informazioni in ogni istante. Informazioni necessarie al nostro benessere fisico innanzittutto: per esempio la luminosità di una stanza, la sua temperatura, le esigenze specifiche di un organo del nostro corpo. Di queste informazioni, pochissime giungono alla nostra coscienza: se così non fosse ci troveremmo costantemente in sovraccarico di informazioni coscienti. Tutte informazioni che però gestisce per noi l’inconscio.

"Ci sono delle intuizioni che mi hanno guidato laddove interi manuali non erano mai riusciti a portarmi. Anton Vanligt"

Detto questo, siccome l’inconscio è sempre con noi, anche mentre dormiamo, al contrario della mente razionale che quando dormiamo dorme anche lei, è ovvio che siamo sempre in collegamento (il nostro inconscio e noi). Quanto fruttuoso sia o non sia questo collegamento dipende da noi, dalla nostra abitudine ad acoltare le nostre sensazioni oppure dalla nostra abitudine a ignorarle.

"L’intuizione di una donna è molto più vicina alla verità della certezza di un uomo. Rudyard Kipling"

Inconscio, sensazioni e scelte giuste

I segnali che ci vengono dal “profondo”, le sensazioni che noi chiamiamo “intuizioni” e che pensiamo per l’appunto provengono dall’intuito, in realtà giungono da una parte della nostra mente che è potentissima, che ha capacità di “comprensione” e di reazione molto ampie, quasi illimitate.

Qualche giorno fa ho letto con una certa soddisfazione un articolo pubblicato da Repubblica online intitolato Attenti all’inconscio: se il matrimonio sarà infelice si sente dalla pancia, che riportava la notizia di uno studio pubblicato dalla prestigiosa rivista Science e condotto dalla Florida State University secondo il quale, appunto, l’inconscio non solo è in grado di inviare sensazioni significative al corpo e alla mente ma è in qualche modo in grado di fare previsioni sul futuro.

Che cosa fa innamorare un uomo e lo fa impegnare in una relazione?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.
"L’intuizione di un istante talvolta vale una vita di esperienza. Oliver Wendell Holmes"

Che cosa ti voglio dire con tutto questo discorso dedicato all’inconscio? Voglio semplicemente portare la tua attenzione su una risorsa importante che tu sai benissimo di possedere, anche se talvolta insisti nell’ignorare. Soprattutto quando si tratta di relazioni, di uomini e di storie d’amore.

Per esempio: quante volte hai la netta sensazione che un uomo ti corteggi solo perché vuole fare sesso con te (e per nessun’altra ragione) eppure ti rifiuti di “ascoltare le tue sensazioni” e vuoi a tutti i costi credere che invece, magari, chissà, nascerà qualcosa di più bello, diverso, coinvolgente?

Oppure: quante volte ti rendi conto che un uomo al quale sei interessata si sta comportando davvero male, fa lo stronzo, senza se e senza ma, con te, con i suoi figli (o con i tuoi), magari con le altre donne o con il cameriere che vi sta servendo al ristorante, ma lo giustifichi o “fingi di non vedere”, imbrogliando te stessa?

O ancora: quante volte può succedere che tu sia profondamente insoddisfatta di come stai e di come ti senti e questa insoddisfazione è decisamente causata dal fatto che la relazione in cui sei non va bene per te, per molte ragioni. Eppure tu insisti nel ricacciare indietro le sensazioni di insoddisfazione e dài a loro un nome e una causa diversa rispetto al rapporto di coppia che stai vivendo: è il periodo, è la crisi, è che ho problemi in ufficio etc etc

Che fare dunque? Ti consiglio di diventare la migliore amica del tuo inconscio e delle tue sensazioni profonde. Perché in questo modo diventi la migliore amica di te stessa. L’amicizia con te stessa è la risorsa sulla quale fondare la tua felicità personale, la tua sicurezza in te stessa, in definitiva il tuo fascino e la tua capacità di sedurre un uomo.

Come fai a diventare amica del tuo inconscio e di te stessa? Abbassa il volume delle voci esterne (amici, mamma, televisioni e radio varie) che ti vogliono spiegare come devi essere per valere, abbassa anche il volume delle voci dentro la tua testa, quelle voci che ti denigrano perché ripetono esattamente le stesse cose di chi passa il proprio tempo a criticarti (o lo ha fatto in passato) e mettiti in ascolto delle sensazioni, operando collegamenti tra di loro.

Non è difficile, sai? Per esempio, se incontri un uomo che ti fa una corte sperticata, è mieloso e gentile, ma, anche solo per un attimo, lo cogli a insultare qualcuno (fosse anche l’automobilista che sta davanti in coda e che non lo sente), ecco, quello è un segnale. Un altro segnale sono i gesti di stizza o di irritazione. O gli sguardi insistenti sul corpo delle altre donne o – peggio mi sento – sulle immagini “virtuali”.O il modo di trattare i deboli e gli indifesi (anziani, bambini, animali, immigrati).

Ascolta le sensazioni profonde che il tuo corpo e il tuo cuore ti inviano rispetto a quel segnale. Che cosa ti sta dicendo il tuo inconscio? Comincia a dargli retta. La tua vita avrà una grandiosa trasformazione in positivo.

Lascia un Commento!

92 Commenti

  1. Avatar di Davide

    Davide 6 anni fa (6 Dicembre 2013 15:58)

    ciao a tutti, Ciao Ilaria, mi piace l'articolo..., e provo a dare una mia spiegazione partendo dall'ultimo ragazza che parla della sigaretta...!! Voi tutte che non capite o non avete mai seguito l'inconscio non lo avete fatto perché offuscate dall'ansia, dal pensiero ossessivo, dal blocco allo stomaco , dalla dipendenza affettiva, che offusca la mente.....!! Tu ragazza che guardi la sigaretta, tu hai senti il bisogno di una dipendenza, come i drogati, sei in astinenza., devi disintossicarti, devi smettere di pensare ... Questo ragazzo, e' sfuggente, mi innamorero' si Fata correre dietro e sarò innamorata...!! E' sbagliato, non e' amore la dipendenza, ed il tuo inconscio ti dice" inizierà e finirà " e soffrirai...!!! E sai perché , perché non ascolti il tuo inconscio...!!! Io mi ci sono trovato quando ho conosciuto mia moglie 18 anni fa, in questa situazione ed ho seguito il mio inconscio, x tre anni, sentivo poco, poi ho capito,, ero a casa, ero amato ben voluto...!! Ci sono persone con cui stai x cui non senti niente, solo attrazione anche dopo 10 giorni, altre proprio nulla, altre invece, senti come se ti conoscessi da sempre, da anni, se nell'anima voi foste una, e la mia ex che e' innamorata di me, dopo solo una settimana mi disse, sei diverso da come pensavo.... Sei meglio....!! Sa che sono quello giusto, ed io lo so di lei, ma crede che ci debba essere amore struggente..... Crede che non dare retta al suo io sia giusto , che l'amo non esiste.. Pero confida al suo amico che lo sa che io sono quello giusto, ma che non mi. Arrabbio mai...!!!! Ma se ti amo e di problemi non ne ho... Perché mi devo arrabbiare..?? Perché così piangi e ti struggi..?? Se siamo nella fase innamoramento, siamo felici, ci amiamo.. E tu dopo un anno, sai, mi dici ho visto il tuo cuore., so che starei bene, so che la mia famiglia ti adorerebbe, sai tutto questo, senti che facendo l'amore siamo una cosa sola.. E scappi, per cercare il vuoto,, che io ti manchi...!! Ma se mi ami, ed io amo te.. Sappiamo entrambi. Che ci siamo l'uno per l'altra... Ti fai solo del male....!!! Cercate di ascoltare il vostro respiro... Il vostro battito.. E scindere quello che amate da quello che non amate di quella persona.... Se vi da... E se vi viene voglia di dare x dare.. Non x bisogno o dovere....!!! Leggete molto.. State un po' da sole...... 1/2/3 anni, poi lo troverete.. Fatevi passare l'ansia, parlate con un psicologo.... E poi capirete....!!!!! Amore vuol dire essere con la mente in sintonia, avere fiducia, rispetto, desiderio fisico struggente, sapere che come quella persona non c'è nessuno, e' il meglio che vi potesse capitare....!! Sia fisicamente che mentalmente...!!! Le anime sbagliano raramente..... Molto raramente........
    0
    Rispondi a Davide Commenta l’articolo

  2. Avatar di Goldie

    Goldie 6 anni fa (6 Dicembre 2013 15:41)

    @ Paola : bellissime parole, azzeccatissime @ Minou : ho una amica alle auai se vuoi te la presento! poi magari ci faccio un salto anche io! buon weekend!
    1
    Rispondi a Goldie Commenta l’articolo

  3. Avatar di Goldie

    Goldie 6 anni fa (6 Dicembre 2013 20:33)

    non capisco perché gli uomini di questo blog si esprimano in maniera così complicata. Ma le complictae NON SIAMO NOI???? -aiuto!
    10
    Rispondi a Goldie Commenta l’articolo

  4. Avatar di Giulia

    Giulia 6 anni fa (7 Dicembre 2013 1:59)

    Grazie Ilaria, come sempre scrivi magnificamente degli articoli utilissimi.
    0
    Rispondi a Giulia Commenta l’articolo

  5. Avatar di Fenice

    Fenice 6 anni fa (8 Dicembre 2013 1:23)

    Tutto vero!!! Tutte le mie precedenti relazioni, finite in modo disastroso, sono state predette dalla mia "vocina interiore". Peccato che io scambiassi l mio intuito per mera paranoia e fossi stata per anni, fermamente convinta,che il mio inconscio volesse auto-sabotarmi. Mi ci è voluto un po' per capire che le mie sensazioni erano le mie più fedeli alleate, che non ero io a essere sbagliata bensì, le relazioni che vivevo. Nonostante lo abbia capito, ammetto che, far tacere tutto il rumore di sottofondo è difficile...
    3
    Rispondi a Fenice Commenta l’articolo

  6. Avatar di silvi

    silvi 6 anni fa (8 Dicembre 2013 12:31)

    L'inconscio, con le sensazioni profonde e istintive che ci trasmette, parla sempre molto chiaro. Io lo sento proprio a livello fisico, quando qualcosa sento che fa per me, il mio cuore e il mio stomaco si aprono, mentre al contrario, se sento che non fa per me, si stringono. A volte tuttavia queste preziose sensazioni sono inquinate dalla paura. Mi capita spesso di dover scegliere tra due cose: in alcuni momenti mi sento propensa per una scelta, altri per un'altra. E diventa un dilemma. Se sento dentro di me la convizione nello scegliere qualcosa, allora questa cosa si rivelerà quasi sempre la scelta giusta. Ma a volte questa convizione non la sento, ho sensazioni contrastanti, cosa fare allora? come riconoscere le sensazioni? perchè qui poi entra in gioco l'ansia e la paura. Tuttavia mi è capitato di fare scelte dove fino all'ultimo ero titubante, non avevo con me la forza della sicurezza, ma poi la scelta si è rivelata positiva, tutto sommato. Altre volte invece ho preso decisioni ascoltando più la razionalità e mettendo a tacere l'inconscio: un vero disastro.
    0
    Rispondi a silvi Commenta l’articolo

  7. Avatar di Fenice

    Fenice 6 anni fa (8 Dicembre 2013 12:06)

    Ho letto solo ora tutti i vostri commenti, per fortuna, ultimamente ho poco tempo per stare su internet. La paura della solitudine affligge anche me, soprattutto devo ammettere, la paura di non riuscire mai a vivevre una relazione davvero sana (o più relazioni sane). In questo mi viene in aiuto la vocina interiore che mi ricorda che sono progredita di più in 2 anni da single, in cui ho fatto anche piazza pulita di tutti i vecchi "amici" stronzi, oportunisti e manipolatori, che in 10 nella melma delle "storie serie" e 17 della solita compagnia! La vocina mi dice che sono sulla strada giusta, che tutto arriverà a tempo debito, che scendere nel pozzo ad affrontare i propri demoni, richiede coraggio (e questo io ne ho da vendere) e che ciò che ora mi manca, davvero, è amare me stessa al 100% e non solo a parole o per auto convincimento. Questa si, è la cosa più dura da fare per me. Pensate che mi sento vecchia, nonostante abbia solo 30 anni e tutte le persone che incontro, me ne diano 20/23. Il rapporto con il mio corpo, con l'essere umano che sono, è sempre stato conflittuale. Ho fatto molti progressi è vero: mi voglio bene ma vorrei amarmi, VERAMENTE, più di quanto non abbia mai fatto con nessuno. Secondo voi, come si arriva ad un tale stato di grazia??
    2
    Rispondi a Fenice Commenta l’articolo

  8. Avatar di patrizio

    patrizio 6 anni fa (8 Dicembre 2013 22:45)

    .....i segnali Ilaria!....i segnali sono quelli che non ho voluto vedere!....bell'articolo. Grazie!
    0
    Rispondi a patrizio Commenta l’articolo

  9. Avatar di Laura

    Laura 6 anni fa (8 Dicembre 2013 22:57)

    Quante volte non ho dato retta al mio inconscio e invece avrei dovuto...ogni volta che mi sentivo che c'era qualcosa che non andava, poi era proprio così!
    1
    Rispondi a Laura Commenta l’articolo

  10. Avatar di nelly

    nelly 6 anni fa (14 Dicembre 2013 2:02)

    ciaoo che bel articolo , interessante e aggiungerei : "gli uomini sanno essere geniali ma le donne hanno l'intuizione che vale molto di più "....ho sempre seguito il mio istinto nella vita , e soprattutto nel amore . E quando il minimo dubbio si avvicina va a me sapevo che a presto avrei scoperto un tradimento ...ed e stato sempre cosi .... Se so una cosa e che , a pelle e le prime sensazioni , non mi faranno mai avvicinare a nessuno che non vada bene x me , so che il mio intuito sa come portarmi sulla via giusta . Esempio : mio ragazzo e molto distante da un po e io dubito della sua fedeltà so che nasconde qualcosa anche se lui e un maestro , nel arte del tradimento .... o comprato una spia e ho scoperto che si sente e si vede con una ...anzi più di una . Anche il mio altro ex mi aveva tradita e lo scoperto ....lo scopro sempre e quasi so quello che gli altri pensano su di me ....ma il problema e che andando avanti cosi divento più esperta di sherlock ....ma resto sempre sola xche tanto TUTTI GLI UOMINI TRADISCONO
    -2
    Rispondi a nelly Commenta l’articolo

  11. Avatar di lucia

    lucia 5 anni fa (15 Agosto 2014 14:34)

    la verità è dentro di noi, saper ascoltare l'inconscio può essere difficile ma non c'è soddisfazione più grande se non quella dopo aver superato un ostacolo... L'amore è gioia, è reciprocità, è impegno e condivisione, chi ama davvero non tradisce se stesso e non tradisce l'altro.
    2
    Rispondi a lucia Commenta l’articolo

  12. Avatar di valentina.maidiremai

    valentina.maidiremai 5 anni fa (1 Settembre 2014 17:00)

    Buon giorno. Trovo interessante l'argomento "inconscio" e in linea di massima credo sia vero che bisogni ascoltare le intuizioni che arrivano dal nostro mondo interiore. Però ho un'obiezione che deriva da alcune mie esperienze personali. Secondo me a volte ci capita di essere certi di qualcosa (perchè stiamo ascoltando le nostre intuizioni di quel momento) e non ci accorgiamo che quella certezza ci deriva dallo stato d'animo di paura o di altre emozioni che abbiamo dentro e che a volte ci governano senza che ce ne accorgiamo. Ad esempio qualche settimana fa ero certissima che il mio partner fosse sul punto di lasciarmi e ne avevo visto tutti i segnali, in quel modo interpretavo tutto sotto quella luce e ogni gesto o parola che diceva era indicativa di quello che la mia paura mi suggeriva. ora il momento è passato e credo di poter dire che in quel momento lui stava attraversando un difficile momento personale e si era distaccato da me per quel motivo. Questo vale anche per la gelosia ad esempio, quando sono stata sicura che lui mi tradisse vedevo ogni parola ed ogni gesto nei confronti di altre donne come indicativo del suo sicuro interesse nei loro confronti. Intendo dire che quando siamo preda di emozioni molto intense può capitare (come ripeto secondo la mia esperienza) di travisare alcune intuizioni e a quel punto comportarsi e fare scelte o dire parole forse inappropriate. E' vero che molto spesso sono poi i fatti che ci danno la risposta e ci chiariscono se le intuizioni che abbiamo avuto siano state veritiere o meno ma vale la pena quando le abbiamo di tentare di staccarci da esse e provare a dare una valutazione più obiettiva.
    0
    Rispondi a valentina.maidiremai Commenta l’articolo

  13. Avatar di angymandr

    angymandr 5 anni fa (5 Settembre 2014 23:12)

    Io non ho quasi mai seguito il mio istinto Per paura di restare sola Ora non ho paura di restare sola Sarei piu sola in una relazione che non mi rende felice Mi é successo nella mia ultima relazione, lui non mi sconfifferava per niente Non perchè fosse stronzo, ma solo é un uomo incapace di stare solo Io ero una come un `altra, l importante per lui era non stare solo , la classica donna che ama troppo in versione maschile Per poi non andargli bene come ero
    0
    Rispondi a angymandr Commenta l’articolo

  14. Avatar di Step

    Step 5 anni fa (7 Marzo 2015 3:36)

    Ciao ilaria, io vorrei farti una domanda però. Ho sempre seguito il mio inconscio in tutto ciò che faccio e soprattutto nelle relazioni amorose, e anche nell'ultima che ho avuto e che da breve tempo è finita, l'ho fatto, infatti non ho mai avuto delle sensazioni cosi forti verso un'altra ragazza, però alla fine, nonostante ciò, nonostante sentivo che lei era adatta a me istintivamente, la storia è finita. Vuol dire che ho avuto delle sensazioni sbagliate?
    0
    Rispondi a Step Commenta l’articolo

  15. Avatar di eliana

    eliana 5 anni fa (16 Aprile 2015 12:59)

    Ho avuto una storia di tre anni cn un uomo sposato..mi ha lasciata di punto in bianco cn la moglie l aveva scoperto..ma il mio intuito dai suoi atteggimenti mi dice che ci fosse un altra donna dietro..il suo cambiamento improvviso!!mi sbaglio?
    0
    Rispondi a eliana Commenta l’articolo

  16. Avatar di Michela2

    Michela2 5 anni fa (16 Aprile 2015 14:40)

    Puo' darsi Eliana, solitamente chi tradisce non lo fa solo con una persona, ci sono i cosiddetti traditori seriali. Che ti abbia lasciata perchè scoperto dalla moglie o che ti abbia lasciata perchè aveva un'altra amante da accontentare che importa? Comunque ti ha lasciata. Comunque è sposato. Comunque dubiti che abbia anche una terza donna. Non puoi voltare pagina? Sbaglio?
    3
    Rispondi a Michela2 Commenta l’articolo

  17. Avatar di eliana

    eliana 5 anni fa (18 Aprile 2015 14:41)

    E'difficile voltare pagina .a me ha distrutto la vita..e'un pschiatra dove ero andata x chiedere aiuto..mi ha illusa piu' volte e poi mi ha abbandonata..ora sto'andando avanti cn pscofarmaci seguita da un 'altro medico x causa sua..mentre lui magari fa'la bella vita cn altre donne.e'il colmo andare da un medico semplicemente x aver xso le emozioni..e questo xmettersi il lusso di rovinarti l'esistenza..nn credi??
    2
    Rispondi a eliana Commenta l’articolo

  18. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 5 anni fa (18 Aprile 2015 15:51)

    @ Eliana, so bene che a volte capita anche questo: le perversioni umane sono infinite e non è raro - ma non è raro per niente - che proprio persone che ricoprono certi ruoli siano quelle più perverse e manipolatrici. Fa parte del quadro del perverso narcisista e non solo. Mi dispiace tanto di quello che ti è successo e ti consiglio di valutare se perseguire legalmente questa persona, anche se so che dimostrare certi tipi di abuso è molto difficile. Rivolgiti a un avvocato valido per avere informazioni. Perseguirlo in modo efficace potrebbe magari aiutarti, anche se mi rendo conto che può essere un percorso lungo e contoverso che comporta anche qualche rischio per te. Mi auguro che il medico che ti sta seguendo sia ll'altezza della situazione. Io consiglio sempre di rivolgersi a donne non perché necessariamente siano più valide, ma perché il rischio di certe dinamiche perverse è limitato. E so anche che certe donne preferiscono rivolgersi a uomini perché, anche qui, ci sono pregiudizi vecchi a morire e sotto sotto c'è la ricerca di dinamiche ambigue. Detto questo la tu esistenza non è rovinata, puoi fare moltissimo per ritornare più forte di prima. E' importante che cambi i tuoi atteggiamenti mentali e soprattutto, davvero, smettila di pensare a costui come se fosse stato il partner di un amore. Era perversione e il tuo pensare che lui "fa la bella vita con altre donne" non ti porta a niente. Uno perché costui è un perverso che non sa nemmeno che cosa sia la bella vita e due perché pensare in modo meschino non ti auta. Mai.
    7
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  19. Avatar di eliana

    eliana 5 anni fa (18 Aprile 2015 21:32)

    Grazie x le parole importanti che mi hai scritto, le apprezzo molto..anche xke'nn sto'attraversando un momento facile..si,mi sn gia'rivolta a un avvocato..spero bene.
    4
    Rispondi a eliana Commenta l’articolo

  20. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 5 anni fa (18 Aprile 2015 22:15)

    Brava, bravissima, coraggio, tifo per te!
    3
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo