Il nocciolo della questione: 5 semplici passi per una vera attrazione

Che cosa fa funzionare una relazione? E una relazione tra un uomo e una donna? Che cosa succede quando una relazione inizia e si sviluppa in modo pienamente soddisfacente?

Dei tipi e della qualità delle relazioni tra partner parlo ampiamente nella mia guida gratuita “Come attrarre la persona giusta per te in 11 passi”. Scaricala anche tu: molte centinaia di persone l’hanno già letta e stanno ottenendo ottimi risultati.

Oggi voglio considerare la questione da una prospettiva nuova.

Il vero problema delle dinamiche che ci sono tra uomini e donne è che le persone trovano particolarmente difficile capire da “dove” viene l’altro (o l’altra).

Per la maggioranza delle donne gli uomini sono un mistero.

E per la maggioranza degli uomini le donne sono un mistero.

Ti ritrovi in questo?

Il fatto è che finché non comprendi bene il sesso opposto, ti è difficile avere successo nell’attrarre la persona giusta per te.

E’ una questione centrale e delicata di cui parlavo con Massimiliano, un mio nuovo cliente, proprio ieri. Lui mi diceva: “C’è qualcosa delle donne che mi è del tutto ignoto! Credimi, Ilaria: non ho proprio nessuna chiave di interpretazione che mi permetta di capire il come e il perché le donne fanno quello che fanno.”

Massimiliano vive una situazione che è comune a tanti altri (e a tante altre). E’ talmente preso e concentrato sui propri bisogni, sulle proprie idee e sui propri sentimenti che non si è mai preso la briga di capire che cosa succede dall’”altra parte”.

E sono sicura che in un modo o in un altro anche tu lo hai sperimentato in varie occasioni (anche a me è successo parecchie volte).

Se sei una donna, di sicuro ti è capitato di essere avvicinata da un uomo interessato a te che non fa il minimo sforzo per capire che cosa ti passa per la testa e ti dice sempre qualcosa del genere: “Sei molto carina.Vuoi uscire con me?”

Eccola qui la totale mancanza di comprensione.

E il risultato è che la ragazza in questione non si sente per nulla attratta. E che l’uomo che ha fatto la sua avance rimane deluso e si convince di essere “sfortunato” con le donne.

Lo stesso accade quando una ragazza dà il suo numero di cellulare a un tipo che la intriga e, dopo la prima telefonata e la prima uscita insieme, si mette in una posizione “passiva” aspettandosi che lui faccia tutto per tutti e due! In realtà il lui in questione dopo un po’ si stufa e molla l’osso, lasciando la nostra amica dispiaciuta e incredula…

Ti dò un’informazione, che vale per gli uomini e per le donne: la fortuna qui non c’entra proprio niente!

Il nocciolo della questione è comprendere nel profondo la persona che abbiamo di fronte.

Che cosa sta pensando?

Che cosa prova?

Che cosa desidera?

Come fai ad attrarre un uomo senza sembrare una facile o una poco di buono?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

Da che cosa si sente motivata?

Che cosa la entusiasma o la eccita?

Comprendere tutto questo è fondamentale per attrarre la persona e la relazione giusta per te.

Perché il vero successo nell’attrazione viene dal creare una connessione profonda con chi ti piace.

L’amore, il sesso e un’intesa duratura: nessuna di queste cose può esserci senza un legame di comprensione tra due persone.

Senza comprensione non c’è connessione.

Nel  momento in cui ti prendi la responsabilità di comprendere chi ti sta intorno, il tuo successo nel gioco dell’attrazione è garantito.

Ecco 5 semplici passi che ti permettono di ottenere risultati immediati:

passo numero 1: svuota la mente. Dimentica il tuo bisogno e il tuo desiderio di attrarre la persona giusta per te. Stai per imparare qualcosa di utile per te e le tue relazioni. Focalizzati sull’esercizio che ti propongo esattamente come fai quando decidi di partire per le ferie e di dimeticarti le seccature del lavoro o dello studio. Considera tutte le persone che ti stanno attorno, senza pensare al fatto che ti interessino come partner oppure no.

Passo numero 2: ascolta. Presta la massima attenzione a quello che le persone, in particolare del sesso opposto, dicono e si dicono tra di loro. Qualo sono i loro argomenti preferiti? Quali parole usano? Con quale tono di voce? In quali occasioni? Relazionandosi a quali tipi di persone?

Passo numero 3: osserva. Guarda quello che gli altri fanno, come lo fanno e in quali occasioni lo fanno. Che cosa provoca un determinato comportamento o reazione? In base a che cosa le donne e gli uomini fanno le cose che fanno e prendono le decisioni che prendono?

Passo numero 4: lascia spazio alle sensazioni. Evita di giudicare quello che succede attorno a te. Invece focalizzati sulle sensazioni che ti provoca quello che ascolti e quello che osservi.

Passo numero 5: crea collegamenti. Dopo che hai raccolto un po’ di “materiale”, verifica se cogli dei tratti comuni nei comportamenti delle persone che ti stanno intorno. Che cosa hanno in comune fra loro le donne? E gli uomini? Che cosa ti pare distintivo di quella donna (o di quell’uomo) in particolare? Che cosa hanno in comune donne e uomini nelle loro reazioni?

E’ un bellissimo esercizio, lo so. Praticalo per almeno una settimana con costanza.

Dimmi che ne pensi nei commenti qui sotto.

Cordialmente

Ilaria



Lascia un Commento!

22 Commenti

  1. Avatar di Alberto

    Alberto 10 anni fa (25 Aprile 2010 12:43)

    Ilaria, hai proprio ragione, penso che si conquista l'altra persona indistintamente uomo o donna quando si crea un vera connessione con l'altro! E questo si può fare semplicemente capendo chi abbiamo di fronte e come dici tu come ragiona, che pensa, che emozioni prova che interessi ha! Forse per gli uomini è un pò più difficile perchè alla fine molta della nostra attrazione è fisica, e spesso è davvero difficile trattenersi quando si vede una bella ragazza! Da un l'altro lato però penso che siamo più fortunati noi ometti perchè non ci sono donne che non si posso conquistare, invece noi maschietti ragioniamo un pò tutti uguali. devono essere belle, molto seno, un bel fisico etc etc.. La donna invece va oltre ed è per quelle che delle volte ragazze bellissime stanno con ragazzi diciamo "normali" o non troppo belli e spesso non per soldi come si può subito immaginare! La domanda mi faccio spesso quando sono con una donna è cosa le dà gioia veramente? e se questo coincide con qualche mia passione penso sia una bella base su cui costruire un rapporto! Noi maschietti forse dobbiamo ascoltare di più le donne, evvero parlano spesso e di gusto (il gusto lo trovano solo loro :-)) però cosi vogliono farci capire chi sono, come ragionano e cosa cercano! A presto
    0
    Rispondi a Alberto Commenta l’articolo

  2. Avatar di alex

    alex 10 anni fa (25 Aprile 2010 13:01)

    carissima Ilaria ho letto attentamente e concordo..... in pratica nelle relazioni bisogna essere meno EGOISTI meno EGOCENTRICI sforzarsi di capire le esigenze dell'altro/altra tutto qua molto semplice a dirsi ma molto difficile trovare un compagno / compagna che metta in pratica tutto ciò. dai Ilaria forza....... continua a mandare tue esperienze e opinioni ci danno la forza di riprovare SEMPRE!!!! con affetto Ale
    1
    Rispondi a alex Commenta l’articolo

  3. Avatar di SIMONA

    SIMONA 10 anni fa (25 Aprile 2010 17:04)

    a me piace un ragazzo ma non riusciamo a metterci in connessione non riusciamo a comprenderci, alcune cose che per me sono ovvie per lui non lo sono e altre cose che lui dice io non le capisco, e quindi si crea una connessione strana, l'altro giorno io ho pensato che m abbia detto" nei hai ancora per molto" ,io gli ho risposto no e non era quella la frase che dovevo dire secondo me voleva dire qualcosa d'altro, infatti mi ha detto ma tu sempre no mi dici allora ho cercato di ristabilire la connessione ma poi si è messo di mezzo un amico a parlarmi e allora m è passato di mente. Pero lo sguardo fisso su di me lo capisco eccome, mi guarda profondamente e attentamente lascia intendere che vorrebbe un contatto. perchè non riesco a connettermi con lui?? non ci capiamo.
    -5
    Rispondi a SIMONA Commenta l’articolo

  4. Avatar di Sissi

    Sissi 10 anni fa (25 Aprile 2010 17:36)

    Cara Ilaria, è tutto vero quello che dici... E io riconosco di capire davvero molto poco gli uomini...assumono spesso comportamenti che io non riesco assolutamente a capire... Mi è successo da poco un fato strano con un ragazzo: lui mi ha voluta conoscere, lui si faceva continuamente sentire per primo,lui mi ha chiesto di uscire... ci trovavamo davvero bene, ed anche io ho iniziato ad interessarmi a lui... Ma ecco che lui all'improvviso si è distanziato e, alla mia richiesta di spiegazioni, mi ha detto di volermi conoscere solo come amica.. Ma i suoi atteggiamenti di qualche giorno prima facevano supporre tutt'altro! Ci sono rimasta davvero male e ancora adesso non capisco cosa sia successo...sicuramente cè qualcosa che non è andato, forse ho sbagliato qualcosa io, ma non capisco cosa... Chissà cosa passa nella testa degli uomini... Spero di poterlo capire meglio col tempo!
    0
    Rispondi a Sissi Commenta l’articolo

  5. Avatar di elisa temporin

    elisa temporin 10 anni fa (25 Aprile 2010 18:36)

    Anche per me, talvolta, capire l'universo maschile risulta un'ardua impresa; in questo periodo della mia vita non ho un interesse per un ragazzo in particolare ma sarei positivamente predisposta ad aprirmi alla conoscenza di persone nuove (e questo dopo quasi un anno a rimuginare sui ricordi del mio ex..), ultimamente frequento locali in cui si balla caraibico, da qualche mese infatti seguo un corso e mi è nata questa passione, ci sono diversi ragazzi in questi ambienti e spesso vengo invitata a ballare ma nessuno ha mai provato ad approfondire un po' di più la conoscenza, magari chiedendo qualcosa su di me o invitandomi, tra un ballo e l'altro, a bere qualcosa al banco del bar..mi chiedo come sia possibile che, con tutti quei ragazzi con cui ho ballato, nessuno sia andato al di là del semplice contatto del momento senza provare curiosità su chi stava loro davanti..forse sono stata io a sembrare troppo restia alla conoscenza e non ho dato segnali all'altro per suggerire un approfondimento di quello che all'inizio, di solito, si presenta come semplice incontro estemporaneo, dettato dalla situazione "balli di coppia"..non so, è una circostanza che mi porta a riflettere: dobbiamo essere noi donne, in questa situazione, a "lasciare intendere"all'uomo che, oltre al ballo, ci piacerebbe scambiare anche quattro chiacchiere oppure bisogna aspettare che sia l'uomo, se è davvero interessato, ad esporsi? Elisa
    0
    Rispondi a elisa temporin Commenta l’articolo

  6. Avatar di Lili

    Lili 10 anni fa (25 Aprile 2010 18:44)

    ciao ilaria, io mi ritrovo nella stessa situazione, il genere maschile non lo capisco proprio... mi è successa questa cosa (ora ti racconto, ne avevo gia parlato nei post precedenti), la situazione si è sviluppata, il ragazzo di cui parlavo nel post precedente cioè qui (https://www.lapersonagiusta.com/relazioni/vuoi-essere-davvero-interessante-ecco-come-fare-una-bella-scoperta/comment-page-1/#comment-270) mi ha chiesto se mi andrebbe di uscire insieme qualche sera... (oddio mi sn paralizzata dall'emozione quando ho letto questo mess), non ho dromito bene la notte, tantissime emozioni mi sn passate dentro, il cuore a momenti mi scoppiva, nn avevo fame a pranzo.. , cmq io gli ho risposto di si, che mi farebbe piacere, quando lui ha tempo si può fare.. ora dalla mi a risposta al mess sono passati 2 giorni, senza che mi mi facesse sapere niente, non mi ha mandato un mess non mi ha contattato su fb o msn... nulla... ora tornando al post che hai postato :D ... io ripeto e ribadisco non capisco gli uomini.... che significa questo suo comportamento??!!! nn farsi sentire... io cosa dovrei fare... ?!! come mi devo comportare... io non capisco... e poi se lui mai si fa vivo ed usciamo insieme (lo spero tnt anche se so gia che mi bloccherò se lo vedo) di cosa possiamo parlare... oddio nn ho esperienza su questo campo.... che devo fare??!!! dammi qualche consiglio non so a chi chiedere.. grz mille x i tuo preziosi consigli
    -1
    Rispondi a Lili Commenta l’articolo

  7. Avatar di Eleonora

    Eleonora 10 anni fa (25 Aprile 2010 19:08)

    Pazzesco... mi vien da ridere!!! sono le stesse considerazioni che mi son fatta fra me e me,non avendo alcuna risposta in quello che credevo potesse esser un bel rapporto inizialmente amichevole ma che alla fine non è risultato manco quello,in quanto la SUA sola risposta è stata, prima di lasciarci,dopo un mese di conversazione:"non prendertela,sono fatto male io... " il mio errore,forse,esser stata affettuosissima negli sms(è una conoscenza a distanza)da subito,semplicemente per mio modo di essere se una persona la sento"diversa"dalle altre,non vedo nulla di male a dirglielo e/o provare simpatia!sembrava non vedere l'ora di conoscermi,poi...sapendo che(Non è colpa mia)sono corteggiata,si è come dire raffreddato di colpo e alla fine non era o sembrava più interessato...è vero:gli uomini sono strani...o misteriosi,chissà... io,ritengo però che se fosse stato davvero interessato,non avrebbe mollato la presa;per cui...fondamentalmente,m'ha fatto un piacere:non voglio esser presa in giro... tu,cara,cosa ne pensi?sono molto curiosa...;)
    0
    Rispondi a Eleonora Commenta l’articolo

  8. Avatar di Eleonora

    Eleonora 10 anni fa (25 Aprile 2010 19:10)

    ... non è che forse temeva volessi subito sposarlo????...boh!;)
    1
    Rispondi a Eleonora Commenta l’articolo

  9. Avatar di maria cristina

    maria cristina 10 anni fa (25 Aprile 2010 23:33)

    Io sinceramente non conosco nessun metodo per attrarre l'uomo che io considero della mia vita. Amo un uomo di 6 anni più piccolodi me da quasi 2 anni. finalmente gliel'ho confessato, piangendo ma l'ho fatto. Con lui mi sono manifestata sempre per quella che sono, mi conosce alla perfezione, ci manifestiamo sempre gelosie per tutto.... Tra scenate e dolcezze ci vogliamo un mondo di bene. Ma la sua risposta alla mia dichiarazione è stata: " io non riesco ad innamorarmi, tu 6 tutto per me, con te sto in paradiso, sei la mia confidente, la mia amica,ma non posso stare con te". Lavoriamo insieme e facciamo tutto insieme. Io voglio stare tutta la vita con lui, ma che metodo devo usare. Vi scrivo con una certa disperazione, perchè ho capito che se nella vita ci sono delle scelte,io ho appena fatto la mia!!! Si.,proprio così!!!! voglio Sposarlo!!!!!!!!!!!!!!!!! Aiutatemi per favore!!!!!!!!!!!!!!!!!
    -1
    Rispondi a maria cristina Commenta l’articolo

  10. Avatar di Andrea

    Andrea 10 anni fa (26 Aprile 2010 10:06)

    Ciao Ilaria! :) Leggendo il tuo post mi sono ricordato che qualche anno fa mi sono comportato come hai suggerito ed infatti mi sono attratto una ragazza con cui si e' creata una forte connessione, che ci ha consentito di stare insieme per cinque anni. Ci siamo dovuti lasciare (non per mancanza di fiducia), quanto perche' effettivamente nonostante la nostra connessione, c'erano problemi, per cui nella sua famiglia mi sentivo fortemente a disagio. Ora ho capito che, ilfatto che mi e' difficile conquistare una donna, e' perche' fino a poco tempo fa, volevo iniziare una nuova storia, che mi facesse dimenticare quella passata. Ora provero' ad eseguire i tuoi consigli da oggi in avanti, e sono sicuro che potro' trovare la donna della mia vita. Ora pero' ti faccio una domanda: come mai le donne scelgono maschi violenti? Dal manuale Leader di testesso di Roberto Re ho letto che lo fanno perche' sentono bisogno di sicurezza. Anche tu credi lo stesso? O forse, perb la legge di attrazione, prima si sono sempre detti: "Non voglio storie con uomini violenti!" ed e' per questo che i suoi rapporti sono cosi' incasinati? Grazie, Andrea
    0
    Rispondi a Andrea Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 10 anni fa (26 Aprile 2010 17:45)

      Alberto e Ale: per connettersi con gli altri è utile lasciare andare le proprie convinzioni e i propri pre-giudizi del tipo: “Le donne sono tutte così”, “Gli uomini vogliono solo una cosa” etc. E anche le tensioni interne legate a pensieri che ci convincono di avere difficoltà dove probabilmente non ce ne sono: “non riesco a connettermi con lui, non ci capiamo”. Certo, cara Simona, se continui a dirtelo, alla fine ci credi e farai in modo che sia davvero così. Vivi la relazione e fai tacere le voci negative che ti parlano nella tua testa. Sissi: una rondine non fa primavera... il fatto che tu non ti sia intesa con un ragazzo (sicura che ti interessasse davvero? E che fosse un tipo davvero interessante? Magari non sapeva nemmeno lui cosa voleva...) non significa che non comprendi gli uomini. Elisa: appunto, fallo tu ‘sto benedetto primo passo, se ti interessa farlo. Scambiare quattro chiacchiere con una persona non mi risulta abbia mai ucciso nessuno, né uomo, né donna. Anzi, dovrebbe essere un modo per arricchirsi reciprocamente. Prima di mettersi l’anello al dito e firmare un contratto ne devono succedere di cose, ancora... Lili, lui non si è fatto più sentire: succede! Gli uomini fanno queste cose: sembrano morire dalla voglia di portarti fuori e poi scompaiono. Valuta la cosa per quella che è, mettila in conto anche per le prossime volte e soprattutto pensa a come vivere a pieno senza dipendere dalla telefonata di qualcuno, chiunque egli sia. Per quanto riguarda il “di che cosa possiamo parlare” ci sono moltissime indicazioni in merito sulla mia guida "Come attrarre la persona giusta per te in 11 passi" e sul blog, ad esempio qui e qui. Errore e colpa non esistono nel momento in cui un’altra persona prende delle decisioni in modo libero e indipendente, cara Eleonora. Indagini sul perché lui ha fatto, detto, scelto sono vane e inutili allo scopo. Alla fine della fiera uno così ti interessa davvero? Quello che conta è questo. Il mondo è pieno di uomini e di opportunità e credo che tu non hai tempo da perdere e non vuoi sprecare occasioni. Mi dispiace, Maria Cristina: non è un obiettivo ben formulato quello di sposare un uomo, tanto più se lui ti ha già detto: "non posso stare con te". Con un tipo così la cosa piu utile da fare è cambiare totalmente il genere di relazione. Nessuna amicizia e nessuna confidenza: troppo comodo ricevere senza dare e senza sbilanciarsi... Andrea: non mi risulta che le donne scelgano maschi violenti. Io personalmente detesto la violenza e, come me, anche la maggioranza delle altre donne – e degli uomini -. Roberto Re credo volesse dire che il bisogno di sicurezza – come altri bisogni umani - viene appagato in molti modi, spesso paradossali e distorti: per esempio vi sono alcune donne che tollerano un partner violento perché il fatto che lui ripeta determinati comportamenti anche molto negativi è comunque per loro una “sicurezza”. La sicurezza non è data dalla violenza ma dal vedere mantenuto nel tempo un determinato comportamento, che a quel punto diventa prevedibile (si potrebbe dire la stessa cosa per l’essere ciabattone, ultratifoso di calcio o gran lavoratore). “Tutte/tutti” è ben diverso da “alcuni/e” “qualche” “pochi/e” “uno/a” ;).
      1
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  11. Avatar di Eleonora

    Eleonora 10 anni fa (26 Aprile 2010 17:55)

    già,cara...verissimo!:)
    0
    Rispondi a Eleonora Commenta l’articolo

  12. Avatar di Andrea

    Andrea 10 anni fa (29 Aprile 2010 9:28)

    @Ilaria Ciao Ilaria, forse mi sono espresso male: non intendevo generalizzare, pero', stando a cio' che si legge sui giornali ed, ahimè, a cio' che si guarda in TV, di quelle persone che hanno subito certi tipi di trattamenti dai mariti, certamente a livello conscio non li hanno cercati ma forse, puo' darsi che abbiano, quand'erano in famiglia, voluto fuggire certe situazioni non tanto piacevoli, facendo questo con una spiccata emotivita' che le spingeva a rifuggirle. Naturalmente la LOA ha letto cio' che le emozioni comunicavano (cioe' andare "via da" quela situazione), e cosi' facendo la LOA le ha fatto rivivere quelle stesse emozioni, anche se in tut'altre situazioni. Poi, certo ho capito che Re voleva dire (nel capitolo sulla Teoria Dei Bisogni di A. Robbins)che, la donna citata nel suo esempio, preferiva la fedelta' del marito, nonostante questo la maltrattasse. Infatti, anche Re dice che alle volte, soddisfando un qualsiasi bisogno (come nel caso della donna in questione, cioe' quello di di importanza) ci si trova a danneggiarsi. Btw fortunatamente, dopo una conferenza con Re quella dona e' riuscita a vivere una nuova relazione, stavolta piu' sana. Andrea
    0
    Rispondi a Andrea Commenta l’articolo

  13. Avatar di LAMU

    LAMU 10 anni fa (29 Aprile 2010 18:15)

    il punto che piu mi ha colpita e stato il primo.perche a volte sono cosi concentrata sul desiderio di attrarre la persona giusta per me che la mia mente si chiude.non lascindo piu spazio per nessuna altra persona.sofffocando cosi la mia mente e l'opportunita di conoscere gente nuova...articolo molto utile mi impegnero al max ;)
    0
    Rispondi a LAMU Commenta l’articolo

  14. Avatar di Amamiblog

    Amamiblog 10 anni fa (4 Maggio 2010 17:04)

    Ciao.... a mio parere gli uomini e le donne appartengono a due mondi diversi. é solo grazie alla voglia di amarsi e di arrivare ad un punto comune che si possono intraprendere relazioni serie!!! Camilla :-)
    0
    Rispondi a Amamiblog Commenta l’articolo

  15. Avatar di SIMONA

    SIMONA 10 anni fa (8 Maggio 2010 23:40)

    Cara ilaria oggi pensavo riuscissi a dichiararmi alla persona che mi piace da 5 mesi lavoriamo insieme e invece nulla, stanotte non ho dormito promettendomi che era il grande giorno ce l'avrei fatta e il risultato è stato l'opposto sn solo riuscita ad avvicinarlo con una conversazione, come posso fare? io lo vorrei invitare fuori per un aperitivo? lui me lo chiese tempo a dietro per uscire, io rifiutai perchè presa ancora dall'ex non avevo la testa, ora che sn pronta, nulla odio fare il primo passo.
    0
    Rispondi a SIMONA Commenta l’articolo

  16. Avatar di Gabriele

    Gabriele 9 anni fa (10 Settembre 2010 17:33)

    Ilaria condivido poco di questo articolo e ti spiego perchè: 1) Non è assolutamente vero che non ci può essere sesso tra due persone se non c'è sintonia emotiva o un legame sentimentale: esiste anche l'attrazione fisica e basta che può portarti ad avere tutto il sesso che vuoi. 2) Per un uomo comprendere una donna significa diventare sua amica e non il suo uomo o il suo amante. E sostanzialmente una volta entrati in zona amicizia LI' SI RIMANE. 3) Svuotare la mente dai propri desideri rivestendo un ruolo neutro nei rapporti sociali non ti porta certo ad ottenere quello che si vuole, il desiderio alimenta l'azione e l'azione porta ad ottenere quello che può soddisfare le nostre esigenze. Anche sbagliando. Parliamo di ATTRAZIONE e di certo le donne non sono attratte da chi condivide o ascolta i loro problemi. Per questo ci sono le amiche e gli amici o in un futuro molto prossimo i MARITI. Anzi, al contrario: sono attratte da chi fa provare loro sensazioni intense non legate alla razionalità dei comportamenti e alla logica dei pensieri e delle buone azioni. Tu Ilaria faresti mai sesso con un amico? Ti innamoreresti mai di una persona della quale conosci vita morte e miracoli (frutto della "condivisione")? Ti sentiresti attratta da uno che ti chiama quando ti aspetti che ti chiami, che arrivi all'ora in cui deve arrivare, che dirà quello che ti aspetti che dica? Questo è possibile per donne con una concezione del rapporto di coppia piuttosto matura, ma dimmi Ilaria, quante ragazze/donne hanno questa maturità al di sotto dei 35 anni? Un caro saluto
    2
    Rispondi a Gabriele Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 9 anni fa (10 Settembre 2010 18:16)

      Ciao Gabriele, grazie per il commento molto sincero e sentito. Tu poni a me alcune domande personali, quasi indiscrete :) : io i 35 li ho superati e i miei anni li ho vissuti tutti intensamente, quelli prima e quelli - non molti - dopo i 35. Intanto ti dico subito una cosa per la quale mi sono sentita punta sul vivo: io mi sento molto attratta, non solo da un uomo, ma in genere dalle persone (amiche o amici, colleghi di lavoro, professionisti ai quali mi rivolgo etc.) che mi chiamano quando mi aspetto che mi chiamino e che arrivano all'ora in cui devono arrivare. Se ci sono persone che non lo fanno, cerco di comprendere le loro ragioni e mantengo o non mantengo il rapporto con loro in base a considerazioni di ordine più generale. La mia impressione è che tu abbia avuto esperienze con alcune donne che ti hanno portato un po' a generalizzare, cioè a estendere le tue considerazioni sulle donne che hai conosciuto a tutte le donne del mondo: non pretendo di convincerti, ma io sono certa che ogni donna (under od over 35) è diversa dall'altra, esattamente come lo è ogni uomo (e anche ogni fiocco di neve :)). Certo se, ancora prima di conoscerle, si "mettono addosso" alle persone "vestiti" che appartengono ad altri, diventa complicato distinguerle per quelle che sono e riconoscerne le caratteristiche peculiari e irripetibili. Parli molto di amici e di amiche e di rapporti con persone delle quali si conoscono vita, morte e miracoli: io credo che non sia necessario cercare una partner tra le amicizie, ma che spesso sia molto utile "spingersi al largo" ed esplorare nuovi territori. Che ne pensi? Restiamo in contatto. Un caro saluto anche da parte mia.
      3
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  17. Avatar di Gabriele

    Gabriele 9 anni fa (10 Settembre 2010 20:35)

    Grazie della tua risposta e mi dispiace se ho in qualche modo toccato la tua sfera privata, non era mia intenzione. Hai ragione sul fatto che non bisogna generalizzare, anzi ti dirò che sono anche io certo che ogni donna ha le sue esigenze e sono diverse ognuna dall'altra (le peculiarità di cui parlavi), ma è anche vero che per alcuni versi hanno anche molto in comune. Parliamoci chiaro, le donne cercano un UOMO non un confidente che le comprenda e che dia loro dei consigli o le riempia di attenzioni, perchè questo non genera assolutamente alcun tipo di attrazione. Perdonami, non voglio avere la presunzione di essere la bocca della verità ma da tempo a questa parte nella mia vita questo discorso fila eccome. Per quanto riguarda la questione amicizia io non intendevo il ricercare un amore all'interno di una cerchia di amici, io parlavo del pensiero che hai espresso nel tuo articolo riguardo all'empatia e alla condivisione che bisogna esprimere in un rapporto per generare attrazione nei confronti della donna che si desidera. Quello che intendevo dire, è che queste due (rare) qualità non sono GENERALMENTE valutate dalle ragazze in chiave attrattiva (ma, guarda un po, in chiave amichevole). Ecco perchè intendevo che una volta creato quel feeling di intesa, di comprensione ecc. non potrà seguire altro che un rapporto seppur bello basato il più delle volte solo ed unicamente sull'amicizia. Questo modo di creare "connessioni" sentimentali e mentali pregiudica lo sviluppo (o meglio la percezione da parte della donna) di sensazioni e stati d'animo più intensi capaci di rendere una persona attraente e della quale innamorarsi. Sostanzialmente sono in disaccordo su questa tua frase riportata nell'articolo: "Nel momento in cui ti prendi la responsabilità di comprendere chi ti sta intorno, il tuo successo nel gioco dell’attrazione è garantito." Io invece la cambierei con "Nel momento in cui ti prendi la responsabilità di comprendere chi ti sta intorno, il tuo successo nel diventare il più grande amico di una donna è garantito mentre il gioco dell’attrazione è praticamente del tutto compromesso". Sono invece d'accordissimo sul discorso di spingersi in nuovi territori, conoscere persone al di fuori del proprio ambiente può giovare molto alle relazioni interpersonali e migliorare il proprio livello di interattività che porta ad aumentare le possibilità di trovare LA PERSONA GIUSTA :)
    0
    Rispondi a Gabriele Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 9 anni fa (10 Settembre 2010 20:57)

      Non hai toccato la mia sfera privata! E se anche l'avessi fatto, dove starebbe il problema? :) La mia era una battuta, anche per dire che anch'io ho le mie peculiarità e non sono certo l'unità di misura di quel che fanno o farebbero le altre donne, anche se, certo, mi può capitare talvolta di comprendere e di trovarmi d'accordo con più facilità con le rappresentanti del mio stesso sesso. Così è la vita. Ho l'impressione (e il tuo GENERALMENTE in maiuscolo me la rafforza) che continui a generalizzare. Valuta tu se questa generalizzazione ti è utile a ottenere quello che vuoi. Sono convinta anch'io che le donne cercano un "uomo", forse non un confidente, né uno che dia loro dei consigli, sicuramente qualcuno che le ascolti e le apprezzi. E anche che le stimoli, senza riempirle di attenzioni non richieste. Le sfumature e i dettagli sono importanti. E occuparsi delle peculiarità é molto più produttivo dell'insistere nelle generalizzazioni. E tu? Che cosa vuoi e che cosa cerchi, precisamente? Questa è la domanda più utile che puoi porti.
      4
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  18. Avatar di alessandra amato

    alessandra amato 4 anni fa (21 Giugno 2015 21:24)

    Ciao ilaria, la differenza che noto tra i miei amici e le mie amiche è che gli uomini sono più propositivi, riescono ad affrontare le situazioni in modo dinamico, le donne mi sembrano più rompiscatole, più vendìcative e molto concentrate sulla risoluzione utile per loro stesse.
    1
    Rispondi a alessandra amato Commenta l’articolo