Vuoi essere davvero interessante? Ecco come fare. (Una bella scoperta!)

Come essere interessanteLo sai che anche tu puoi diventare davvero attraente per la persona giusta per te? Sei consapevole del fatto che puoi imparare tutto quello che ti serve per condurre una fantastica conversazione con chi ti piace? Lo sai che puoi eliminare per sempre il terrore paralizzante di “fare scena muta”o di fare “brutta figura” ogni volta che ti trovi di fronte a una persona che ti piace?

Di questo parlo ampiamente nella mia guida gratuita “Come attrarre la persona giusta per te in 11 passi”. Centinaia di persone stanno già applicando i consigli che contiene e con eccellenti risultati. Se anche tu vuoi raggiungere i tuoi obiettivi sentimentali, scaricala subito.

Oggi aggiungo qualcosa di nuovo e anche di molto divertente.

Intanto ti faccio una domanda personale, forse un po’ scomoda, ma molto utile: pensi di essere interessante? Ti ritieni interessante? Cioè: quello che dici e come lo dici è attraente? Ti aiuta ad attrarre la persona giusta per te? Intendo: al di là delle prime frasi di circostanza e dei vari “messaggi” di primo contatto, sai conversare in modo amabile e affascinante?

Per esempio, sai parlare di qualsiasi cosa o, almeno di altre cose al di fuori dei tuoi interessi principali e della tua vita? Sai affrontare con sicurezza vari argomenti?

Sai bene anche tu che, quando conosci un uomo o una donna che ti piace, lei o lui puo’ avere interessi diversi dai tuoi e se vuoi conoscerla/lo meglio è utile che tu sappia affrontare con sicurezza quei temi…

Se hai risposto di no, che non ti senti così sicuro o sicura di saper parlare in modo interessante di tanti argomenti, ti propongo un gioco interessante, che ti permette da subito di conversare meravigliosamente.

E non solo.

Essere interessante: un metodo semplice

Pensa a una parola a caso: a una cosa, una persona, un luogo o un’idea. Quando ce l’hai, pensa a quello che ti fa venire in mente: fai una “libera associazione”.

Per esempio prendiamo la parola “leone”. Quando senti la parola “leone” che cosa ti viene in mente? A quali altre parole pensi? A me vengono in mente: ruggito, criniera, re, Re Leone, savana, Africa, viaggi, documentari, film, Tarzan. E poi: forza, potere, autorità.

Se mi ci metto – e se ti ci metti – si va avanti almeno per un’ora: perché se lasci fare alla tua mente, ogni parola se ne tira dietro un’altra, con tante idee e argomenti di conversazione.

Hai visto il film “Il Re Leone”? Che cosa ti ha colpito di piu’? Ti sei commosso/a?

Ti ricordi la trama?

E “Alla ricerca di Nemo” lo hai visto?

Ti è piaciuto “Madagascar”?

E “Kung fu Panda”?

Come fai ad attrarre un uomo senza sembrare una facile o una poco di buono?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

Ti piacciono le arti marziali? Lo sai che le arti marziali sono discipline utilissime per l’autocontrollo e la serenità interiore e indispensabili per l’autodifesa femminile?

Vedi? Ecco qua una serie di argomenti di conversazione interessanti e che ti rendono attraente.

Non crederai alla quantità di idee – delle quali adesso non sospetti nemmeno l’esistenza – che tiri fuori dalla tua mente con questo gioco.

Se fai questo piccolo esercizio anche solo una volta alla settimana, magari mentre ti fai la doccia, dopo poche settimane scopri di essere incredibilmente creativo/a e amabile nel conversare su qualsiasi argomento.

Hai idea di quanto questa cosa ti rende attraente?

Questo post è un po’ diverso dal solito: l’ho dedicato quasi tutto a una tecnica pratica, cosa che farò ancora in futuro dato che è nei miei progetti per il blog e per il mio lavoro di coaching.

Oltre a illustrarti un esercizio davvero utile per aumentare la tua capacità di attrarre la persona giusta per te, mi preme mandarti due messaggi importanti:

1)      sei pieno/a di risorse personali che puoi tirare fuori con facilità, basta che fai le cose giuste, come questo esercizio

2)      il fascino, il carisma, una relazione felice e appagante sono tutte cose che puoi realizzare, con naturalezza e semplicità.

E’ sufficiente che tu ci creda, che assumi i comportamenti più utili e ti affidi al potere della tua mente e del tuo istinto, usando anche gli strumenti che io ti metto a disposizione su questo blog.

Che ne pensi?

Scrivilo qui sotto nei commenti

Cordialmente

Ilaria

Lascia un Commento!

32 Commenti

  1. Avatar di GIANFRANCO

    GIANFRANCO 10 anni fa (18 Aprile 2010 12:47)

    Ciao Ilaria io ho 39 anni dopo la mia separazione non ho ancora trovato una donna che mi guardi o si interessi a me,e non riesco a capire,il perché. Certo io esco solo per lavoro,e nei week end. Al massimo vado in un centro commerciale ma non ho ancora visto una donna che mi chieda qualcosa , io non ho il coraggio di fermarle,assolutamente,per non fare la figura di non ricevere una risposta negativa davanti algi altri! Le donne sono complicate,certo quando vedo una bella donna la mia mente lavora e immagina che lei mi ami e che io la ami e che siamo felici, ma solo immaginazione.
    Rispondi a GIANFRANCO Commenta l’articolo

    • Avatar di Andrea

      Andrea 5 anni fa (20 Agosto 2015 22:19)

      Ciao Gianfranco, leggo solo ora questo post.. mi auguro ti ricollegherai per leggere quanto scrivo e/o altre persone con il tuo stesso "blocco" (che alla fine è normale: per noi uomini, per diversi motivi che trascendono persino a motivi primordiali e che le donne non posso sentire, motivo per cui non realizzano l'esistenza di questa problematica): non puoi aspettarti che sia la donna a venire direttamente a conoscerti, anzi è persino disposta a PERDERE quello che per lei sarebbe l'uomo della sua vita pur di non esporsi direttamente nel farlo.. in particolare per questioni legate all'integrità della sua immagine sociale, intaccabile tramite il giudizio... ergo: la responsabilità dell'iter seduttivo, da condurre con discrezione sociale, dev'essere TUA dall'inizio alla fine, punto. Il massimo che può fare è: se da sola, aprire conversazione INDIRETTAMENTE chiederti un'indicazione o il classico "hai da accendere?" o se è su un mezzo pubblico se è libero il posto, etc etc (ho reso l'idea..); se è con amiche, invece, le dinamiche possono cambiare: può sempre farlo indirettamente, o facendo un'osservazione su quanto accade intorno (es. se si è in un locale) e ti lancia qualche occhiata aspettandosi che tu replichi aggiungendoti, o addirittura provocandoti per vedere se sei un uomo che sà come reagire con buon autocontrollo e se sei coerente (es. un giorno ero in un negozio con un libro acquistato alla feltrinelli, e una ragazza vicino a me ha chiesto all'amica dicendo "a voce alta" come faccia la gente a leggere ancora e non a dedicare il tempo alla vita) Per cui: vai lo stesso a parlare con le donne a conoscerle.. se è da sola vai anche direttamente; se è in gruppo vai indirettamente, chiedi un opinione o semidiretto (a parole agisci come se fosse indiretto, ma rendi EVIDENTE, talvolta scherzando, che sei lì per parlare con loro). Come capire se è interessata? Semplice: non dare peso a cosa dice, MAI.. piuttosto a quello che fa.. se ti dice il classico "sono fidanzata/convivente" MA RIMANE LI' (e quindi non prende e se ne va) è interessata ma si aspetta che tu sappia reagire correttamente al suo quesito.. Per farla semplice: è come se un cliente entrasse in negozio e vedesse un prodotto.. se non gli interessa, cosa fa? Se ne va e finisce lì, PUNTO. Diversamente, nel caso dica "e ho già uno", "quel dettaglio non mi piace" etc.. lì devi confrontarti con lei a modo. Quindi, per concludere: AGISCI. Nel caso se ne va via... Se non ti basta, fermati anche solo 30 secondi sul marciapiede, dentro il commerciale, ovunque tu sia e conta quante donne vedi... anche solo contando quelle da sole (le trovi in particolare nel feriale.. nel festivo principalmente sono con amiche o col ragazzo/marito): renditi conto di quante donne ci sono, fatti due risate sull'abbondanza e prosegui.. ricorda che lo sbaglio NON ESISTE: esiste l'esito non desiderato.. tu stai imparando, e imparare prevede che non sia abile inizialmente nel farlo, per forza di cose.. si chiama FARE ESPERIENZA... d'altro canto, se proprio vogliamo parlare di "brutte figure"... pensi faccia più brutta figura: - una persona che esce sempre con i 4 amici e, appena vede una donna, palesemente trasmette a distanza imbarazzo, col corpo e l'atteggiamento in generale.. - una persona che appena vede una donna che potrebbe interessarle, poco dopo va a parlarle per conoscerla.. il tutto GESTENDO l'ansia (ripeto: GESTENDO... non esiste che una persona non abbia l'ansia.. questa è una delle tue credenze limitanti) Detto questo.. mi auguro possano servire queste riflessioni a qualcuno per motivarlo ad agire... che il rifiuto se c'è non è alla persona ma al MODO in cui ci si pone (non pensare che l'interesse sia PRINCIPALMENTE estetico.. questo vale per gli uomini, NON PER LE DONNE.. su loro ha impatto inizialmente, ma dopo 2-5 minuti se vede che non ti poni a dovere ti liquida tranquillamente e, magari esce con uno veramente brutto senza che tu ne capisca il motivo... ;) ).. per cui: AGISCI. Auguro buona esperienza e ogni bene
      Rispondi a Andrea Commenta l’articolo

  2. Avatar di ilaria

    ilaria 4 anni fa (23 Maggio 2016 17:21)

    ciao,sono noiosa!non so'mai di cosa parlare!
    Rispondi a ilaria Commenta l’articolo

  3. Avatar di Non riesco ad approcciare con un ragazzo k mi piace

    Non riesco ad approcciare con un ragazzo k mi piace 4 anni fa (22 Gennaio 2017 17:29)

    Vorrei essere più sicura di me stessa
    Rispondi a Non riesco ad approcciare con un ragazzo k mi piace Commenta l’articolo

  4. Avatar di Non riesco ad approcciare con un ragazzo k mi piace

    Non riesco ad approcciare con un ragazzo k mi piace 4 anni fa (22 Gennaio 2017 17:29)

    Interessante
    Rispondi a Non riesco ad approcciare con un ragazzo k mi piace Commenta l’articolo

  5. Avatar di Melinda

    Melinda 3 anni fa (13 Marzo 2017 0:53)

    La bellezza negli esseri umani sfiorisce prima o poi levigata dagli anni che scorrono inesorabilmente sui lineamenti ma il carisma, quel quid di misteriosamente magnetico che solo pochi hanno e che difficile da spiegare perché sfugge alla ragione appartenendo a quelle poche qualità soprannaturali rimaste nella progenie umana, quel quid resta fino alla fine e colpisce sempre nell'anima, la parte che prende l'essere umano e lo cambia per effetto della sua trasformazione.
    Rispondi a Melinda Commenta l’articolo