Strategie di seduzione per donne che vogliono amare davvero

strategiedi seduzioneEcco qui un nuovo articolo della serie Capire gli uomini, lo spazio riservato alle opinioni di autorevoli rappresentanti del genere maschile. L’autore è Daniele Mendini, creativo infaticabile, imprenditore appassionato e grande curioso e amante del genere femminile, tanto da avere fondato una rivista tutta dedicata alle donne che si chiama, guarda un po’, Siamodonne. Daniele ha da poco superato i cinquanta anni ed è sposato (felicemente) da più di metà della propria vita. E con la stessa persona. Leggiamo i consigli che dispensa su quelle che ha definito strategie di seduzione “a lungo termine”.

Ciao a tutte. Ringraziando di cuore per l’invito ricevuto a pubblicare il mio “maschio” contributo su questo grande blog, cercherò di affrontare qualche tema caldo sulle strategie di seduzione per sedurre un uomo “a lungo termine”, spero interessante per donne e uomini.

Vi confesso di non essere ora né di essere mai stato un seduttore, un piacione. La natura non è stata molto clemente con me, perciò diciamo che non sono il tipo che fa colpo. Un colpo di fulmine nei miei confronti può essere solo un evento atmosferico.

"Non è importante quanti uomini ci sono nella tua vita, ma quanta vita c’è nei tuoi uomini. Mae West"

Questo mi ha sempre posto nella condizione di dover combattere per meritare la conquista. Vita dura. Sapete meglio di me che “fate tutto voi”. Se un uomo vi interessa sapete come fare, che armi sfoderare per conquistarlo. Ne avete a tonnellate. Quando il vostro obiettivo cambia espressione e atteggiamento è arrivato il momento di capire se avete fatto colpo oppure no.

Già dall’inizio del vostro corteggiamento dovreste capire se siete il suo tipo. Sappiate comunque che se lui cerca l’avventura (è quasi sempre così) sarete il suo tipo nella misura in cui vi dimostrate disponibili a breve termine. Nei rari casi in cui lui agogni un rapporto serio allora dovrete giocarvi le vostre carte con più accortezza, dimostrando interesse, senza essere “catturatrici”, lasciando spazio e tempo.

Strategie di seduzione e giudizi affrettati

Se a un uomo piace una donna come minimo sbaglia l’approccio.

Se è gentile, viene considerato “mieloso”, se fa il brillante “ma perchè è così cretino?”, se fa il cascamorto “ma chi crede di essere?”, se fa l’acculturato risulta noioso.

Io ho sempre avuto bisogno di tempo perché le ragazze mi apprezzassero.

Da oltre trent’anni sono molto sposato e assai felicemente. Pensate però che mia moglie, quando mi conobbe, disse che con un cretino così non si sarebbe mai messa. Anche voi potete sbagliare giudizio!

È difficile generalizzare: “alle donne piacciono gli uomini protettivi, ricchi e belli”; “gli uomini pensano solo al sesso, quindi le preferiscono belle e sceme”. Non è sempre vero, anche a noi piacciono ricche e anche voi pensate al sesso.

Avventura o amore vero? Scopri se la relazione che stai vivendo è una storiella temporanea o è destinata a durare nel tempo...

Per carità, un fondamento di verità c’è, ma non dimentichiamo che ognuno di noi ha una mescolanza di ormoni maschili e femminili in percentuali variabili. Io probabilmente ho qualche ormone femminile in più della media, una sensibilità maggiore di altri che mi ha sempre aiutato ad ascoltare, elaborare e maturare. Io amo le donne al punto di aver fondato tre anni fa una rivista online per le donne, nonostante sia “maschio” al 100%

Strategie di seduzione e stereotipi

Si parla sempre di uomo medio e di donna media perciò si va sempre a finire che “gli uomini hanno un solo neurone e che le donne sono più intelligenti e capaci in tutti i campi”. Tendenzialmente questo è vero, quindi, per la legge dei grandi numeri, nei nostri comportamenti dobbiamo senz’altro tenerne conto. Ma avete idea di quanto sia bello e appagante invece andare oltre questi stereotipi e affrontare un nuovo rapporto basato sulla parità pur nelle diversità?

Cercare di interessarsi alle passioni dell’altra persona e farle diventare proprie, ascoltare e comprendere scordandosi di assumere l’atteggiamento di chi non vede l’ora che la smetta di parlare per andare alle vie di fatto? Condividere i momenti della propria giornata con lui o lei e non su Facebook?

Autostima, libertà e spazi inviolabili

Ammetto che per arrivare a tanto è necessaria una certa dose di autostima. Quest’ultima è una componente essenziale da possedere per essere sempre all’altezza di ogni situazione e non solo in amore.

Ricordate che l’uomo ha senz’altro bisogno di un suo spazio inviolabile, di un limite invalicabile dove solo lui può accedere. Uno spazio di libertà nel quale dedicarsi da solo o con gli amici alle sue passioni. Teme come un’epidemia di venir braccato, costretto in un angolo e di perdere la sua libertà. Altro timore generalizzato tra noi uomini è la consapevolezza (certezza) che comunque si è in errore. Perciò è inutile darsi tanto da fare. E questa è un atteggiamento sbagliatissimo: porta dritto alla fine di un rapporto.

Sarà difficile e faticoso, ma, se ci tenete alla vostra metà, lottate sempre per conquistarla e per rispettarla ogni giorno e non pensate mai che con il tempo cambierà (in meglio)!

Daniele Mendini

Che ne dici? Io ho l’impressione che Daniele abbia sparso qua e là, un po’ come si fa con il sale su una pietanza, qualche consiglio molto preciso che riguarda le strategie di seduzione a lungo termine, cioè gli atteggiamenti più utili per stare bene con un uomo in una relazione. Tu che cosa ne pensi? E’ vero che un uomo ha bisogno di un suo spazio inviolabile o questa storia di mantenere la propria libertà è solo una pessima scusa per non impegnarsi sul serio? E poi, sei d’accordo sul fatto che un uomo non cambia con il tempo? Qual è la tua esperienza al proposito?

Lascia un Commento!

30 Commenti

  1. Avatar di Carli

    Carli 7 anni fa (29 Maggio 2013 9:55)

    Molto molto bello questo articolo! E credo che Daniele Mendini sia proprio uno di quei "veri uomini" di cui parlavo in un mio commento di qualche post precedente... ha reso molto bene l'idea... Riguardo alle domande poste da Ilaria penso che pure le donne, così come gli uomini abbiano bisogno di un loro spazio inviolabile qualche volta, da passare da sole o con le amiche senza sentirsi braccate... Ma credo anche che per la maggior parte delle volte, se c'è vero amore, si ha piacere di portare il/ la partner con sè per condividere insieme le proprie avventure! un abbraccio :)
    Rispondi a Carli Commenta l’articolo

  2. Avatar di Rossana76

    Rossana76 7 anni fa (29 Maggio 2013 14:34)

    Signor Mendini, La ringrazio molto per questo articolo, sa di buono. Inoltre il suo punto di vista lo ritengo prezioso. Ora però le chiedo un favore; Mi fa parlare due minuti con sua moglie? Cordialità.
    Rispondi a Rossana76 Commenta l’articolo

  3. Avatar di Stefano

    Stefano 7 anni fa (29 Maggio 2013 15:57)

    Uscire dagli stereotipi e dai pregiudizi è molto importante per avere un altra visione delle cose, molto più aperta di prima, infatti ci sono uomini diversi, come donne diverse , l'importante è riconoscere quella/o giusto/a per noi stessi. Le differenze ci sono, e per fortuna , immagini che noia se siamo tutti uguali?. Il bello è scoprire queste differenze di comportamento,perchè è solo cosi che ci si può capire di più l'uno con l'altro, infatti l'obbiettivo non è discriminare,ma comprendersi ed alzare i nostri standard di felicità.
    Rispondi a Stefano Commenta l’articolo

  4. Avatar di ELI

    ELI 7 anni fa (29 Maggio 2013 17:53)

    @Daniele Mendini, in buona sostanza saper ascoltare, condividere partecipare sena essere troppo invadenti... essere complice in pratica una buona compagna, ma quanto conta anch il prendersi cura di sé stesse , mantenere alta la passione sul lungo termine??
    Rispondi a ELI Commenta l’articolo

  5. Avatar di Eleonora

    Eleonora 7 anni fa (29 Maggio 2013 18:30)

    gli spazi si possono coltivare stando insieme pur facendo cose diverse........ es.uno ama il giardinaggio,l'altro la lettura......possono conciliare le cose vivendole insieme ma separatamente:insieme nel medesimo luogo ma facendo cose diverse. la partita di calcetto o l'uscita colle amiche in discoteca,x esempio.....a me personalmente fanno pensare a quelle "coppie"che fingono vada tutto bene,però,mantengono un filino di libertà per... chissà!!...personalmente,se sento il bisogno di"evadere",qualcosa non va già bene. significa che son già stanca.
    Rispondi a Eleonora Commenta l’articolo

  6. Avatar di Alex

    Alex 7 anni fa (30 Maggio 2013 12:40)

    Io sono d'accordo con il rispettare gli spazi personali reciproci (senza dire l'odiosa frase "lasciare la libertà all'altro" ...e che siamo? tribunali?). Così facevo con un fidanzato in particolare, finchè mi sono resa conto che lo spazio personale reciproco aveva estromesso lo spazio della coppia, in breve trovava tempo per tutto e tutti tranne che per me. E convivevamo!!! Quindi se lo spazio suo personale diventa il suo unico spazio, e a te nel più fortunato dei casi lascia solo le briciole, dopo che ha svolto tutto il resto.... neeeext! :)
    Rispondi a Alex Commenta l’articolo

  7. Avatar di Patrizia Sodani

    Patrizia Sodani 7 anni fa (30 Maggio 2013 15:49)

    Io dalle mie esperienze di donna ormai 47enne,ho imparato che la persona più importante alla quale dare amore,stima,fiducia,....sono solo io....è sono quasi felicemente fidanzata da 9 anni !!Donne non facciamoci i infinocchiare da troppi pensieri filosofici e soprattutto non perdiamo di vista il nostro piu'grande obiettivo....NOI STESSE !!!! Amiamoci....Apprezziamoci per quello che siamo...!!! Dedichiamoci più tempo....!!!! Invece di uscire con un amante che ci fa solo soffrire,usciamo con noi stesse e regaliamoci un momento magico !!!!!! PATRIZIA SODANI
    Rispondi a Patrizia Sodani Commenta l’articolo

  8. Avatar di Alessandro

    Alessandro 7 anni fa (30 Maggio 2013 17:49)

    Penso che bisognerebbe fare un distinguo tra seduzione e conquista, anche una commessa può sedurmi con il suo modo di fare professionale e convincermi ad acquistare una camicia, ma deve essere poi la camicia con le sue caratteristiche a conquistarmi per poterla indossare con piacere nel tempo. La seduzione è veloce, la conquista è quando si riesce a consolidare nel lungo termine il rapporto, lavorandoci sopra ogni giorno. Gli uomini hanno bisogno dei loro spazi!! Questo cosa significa? Dice tutto e niente, se le passioni esistevano prima di relazionarsi, calcetto, caccia, pesca e varie, non vedo il perché non si debba continuare, caso mai sarà un problema di quantità, certamente se è fissa e continua la passione diventa paranoica, ma se una volta al mese, non mi pare che voglia dire trascurare o non amare la compagna. Viceversa, se una donna era abituata a visitare un'amica estetista, andava in palestra o frequentava anche saltuariamente un corso di cucina, non vedo il problema a continuare con la sua passione, questo vuol dire essere disamorati/e ? Può finire un amore per questi motivi? Ma di che amore stiamo parlando!! Parlo di innocenti passioni ovviamente, se invece si tratta di frequentare assiduamente locali notturni e discoteche e fare tardi la notte, la cosa diventa alquanto preoccupante. Lo spazio inviolabile di un uomo, come di una donna del resto, credo non sia una scusa per non impegnarsi, piuttosto in molti casi sarebbe un buon motivo di separazione, trovandosi di fronte ad una barriera di incomprensioni e a una persona che non ammette il più piccolo degli spazi la cosa migliore da fare è la fuga veloce, questo vale sia per gli uomini che per le donne Anche andare dal parrucchiere ogni tanto può essere un'evasione, uno spazio libero, magari andarci con un'amica, poi prendere insieme un aperitivo e trascorrere una buona serata, non per questo ci deve essere per forza il compagno o marito in mezzo alle scatole, così è anche per l'uomo. In sostanza non bisogna essere asfissianti per volersi bene. Un uomo può cambiare nel tempo? Teoricamente tutti possono cambiare, ma in pratica sono pochi quelli che riescono veramente a mutare pelle completamente, qualche cosina del carattere rimane sempre nascosto in un angolino, piuttosto che un cambiamento molte volte si tratta di un adeguamento. Riguardo alle mie esperienze, non ho mai avuto problemi di spazi, quando una cosa non si può fare assieme non è detto che l’altro debba rinunciarci per forza o per compassione, capita d’estate che la mia compagna desidera andare al mare la mattina, ma capita anche che io non sono disponibile quel giorno, ebbene, lei va tranquillamente da sola, e questo a me non crea nessun fastidio. Come a me qualche volta capita di andare per funghi o altro, a lei non piace, ma non per questo mi ostacola, questi sono due esempi ma capita anche in altre occasioni, siamo felicemente insieme e conviviamo da anni, alla faccia di chi è opprimente, appiccicoso, e minaccia ritorsioni qualora il proprio compagno/a dovesse osare mettere il piede fuori dall’uscio da solo/a.
    Rispondi a Alessandro Commenta l’articolo

  9. Avatar di Alessandro

    Alessandro 7 anni fa (30 Maggio 2013 18:29)

    @ Patrizia Sodani Ognuno è libero di pensare, fare e agire come meglio crede, ma leggere messaggi come il tuo credo non sia il massimo per quelle donne che desiderano una relazione felice e prosperosa, se dai niente, se sei tu e solamente tu, cosa pretendi in cambio? Se poi l'amante che fa soffrire è riferito al tuo fidanzato, cosa ci stai a fare con lui? Forse c'è del controsenso in quello che dici.
    Rispondi a Alessandro Commenta l’articolo

  10. Avatar di Patrizia Sodani

    Patrizia Sodani 7 anni fa (30 Maggio 2013 19:48)

    Caro Alessandro una relazione felice e prosperosa la si può ottenere solo se si è felici ed in pace con noi stesse e ci si vuole davvero bene !!! Per questo continuo a ripetere che è veramente inutile sprecare tempo con persone che non ci meritano e l'esempio che ho fatto del l'amante era solo un esempio!!!! Io sono felicemente accompagnata da tanto tempo...ed ho usato la parola "quasi",perché nell'arco di tanti anni qualche piccola crisi c'è stata ma superata!!!!! Vuoi sapere come????? Con la consapevolezza di essere una donna che si vuole bene e che riesce ad affrontare i problemi con il proprio compagno senza mettersi a tappetino per paura di perderlo e rimanere da sola !!!! Insomma caro Alessandro e così sbagliato sperare che le donne imparino a amarsi di più e non sprecare troppo tempo dietro ad uomini palesemente sbagliati????? Non voglio peccare di saccenza o boriosità,sono solo una donna che nell'arco della sua vita ha commesso qualche sbaglio, alcune volte sono stata superficiale, altre volte alquanto sciocca....ma vuoi sapere quale è stata la forza che mi ha fatto crescere????fare tesoro dei miei sbagli e cercare di non ripeterli e......non finirò mai di dirlo VOLERMI TANTO BENE !!!!! Buona serata Patrizia Sodani
    Rispondi a Patrizia Sodani Commenta l’articolo

  11. Avatar di Alessandro

    Alessandro 7 anni fa (30 Maggio 2013 20:34)

    Cara Patrizia, così messe le cose prendono un'altro aspetto, ti sei chiarita meglio, se questo è il tuo pensiero sono adeguatamente d'accordo con te su quanto hai detto nel secondo commento. Hai perfettamente ragione, non è sbagliato che le donne non sprechino tempo con uomini sbagliati, l'ho ribadito più volte a alta voce in altri commenti, infatti non volevo dire il contrario, ma semplicemente di non essere troppo egocentrici, l'autostima come la tua è un'altra cosa, e fai benissimo ad averla. Un saluto
    Rispondi a Alessandro Commenta l’articolo

  12. Avatar di onlybrina

    onlybrina 7 anni fa (30 Maggio 2013 22:12)

    Curioso punto di vista quello di Mendini per il quale bisognerebbe far diventare proprie le passioni dell'altro, non mi convince. Le passioni rivelano aspetti importanti dell'intelligenza ma credo anche dell'emotività di una persona, e ho idea che appropriarsene a prescindere sarebbe un errore, uno di quegli errori che sbilanciano la coppia, e l'amore e il rispetto per sè stessi come base di un rapporto stimolante e costruttivo. E' più giusto riconoscere e coltivare quello che realmente accomuna due persone, e parlo di qualunque relazione, penso che valga sempre, ma mai fingere, o farsi piacere a forza qualcosa che non ci appartiene. In fondo il bello di un rapporto è proprio l'incontro, la scoperta di tutto un nuovo mondo interiore, di una nuova umanità, e lo scambio che questo può generare. Ma lo scambio per esserci dev'essere autentico, non vi pare?
    Rispondi a onlybrina Commenta l’articolo

  13. Avatar di Alex

    Alex 7 anni fa (1 Giugno 2013 17:39)

    Non capisco proprio il perchè di valutazioni negative al commento di Patrizia, che è veramente un inno all'autostima!
    Rispondi a Alex Commenta l’articolo

  14. Avatar di fid

    fid 7 anni fa (2 Giugno 2013 10:00)

    Condivido il pensiero "agli uomini piacciono belle, sceme e anche... ricche"- Una verità che gli uomini difficilmente ammettono...e per questo mi congratulo con l'autore. Io penso che gli uomini essendo "semplici" cercano una donna bella per farci sesso, "semplice...cioè scema" ma quella scema è sempre una donna quindi una finta scema ma che si nasconde bene e ultimo...sicuramente RICCA. Sono arrivisti, arrampicatori sociali e cacciatori di dote molto più di una donna..
    Rispondi a fid Commenta l’articolo

  15. Avatar di Angela

    Angela 7 anni fa (2 Giugno 2013 11:55)

    sono convinta che si è inviduii soli unici e liberi in continua evoluzione..alla ricerca di una metà che non è...è ricercare la propria felicità raddoppiandola con un unione passionale che può durare o no...purché le situazioni vengano vissute intensamente senza spreco di tempo...un uomo come una donba è giusto che abbiano la propria libertà...non si cambia perché si è coppia..non si cambia x l altro..si cambia perché ci si vuole migliorare nel tempo x rendere felice noi e chi amiamo...viva l'amore libero...non abbiate paura di amare ma proteggetevi sempre..
    Rispondi a Angela Commenta l’articolo

  16. Avatar di ale

    ale 7 anni fa (2 Giugno 2013 16:01)

    Se leggete gli uomini vengono da Marte e le donne da Venere c'è la risposta all'articolo di D...;-)
    Rispondi a ale Commenta l’articolo

  17. Avatar di Nikita

    Nikita 7 anni fa (2 Giugno 2013 19:18)

    Bhè il dott. Mendini sicuramente ha una sensibilità maggiore rispetto ad altri uomini. La libertà è fondamentale da entrambe le parti altrimenti che rapporto alla pari è ? Sono convinta che l'amore vada sempre stimolato da entrambe le parti. Personalmente il mio rapporto è finito proprio perché ero sempre io a fare il primo passo e qua ho sbagliato. Lui da uomo poco sensibile e molto egoista ha approfittato di questa mia grandissima generosità e vitalità. Ho continuato a dare per molti anni e tutto ad un tratto mi è sceso del tutto, mentre lui pur capendo la situazione mi chiama ancora amore....quindi da questa esperienza sicuramente come dice Daniele meglio un uomo sensibile e pieno di vita che un uomo egoista e criticone che deve sempre trovare una scusa per fare anche una passeggiata con la famiglia. Forza uomini dove siete ?? Siete tutti degli stampini , uscite da questi schemi scemi e stupidi che vi affossano nella banalità!! Tirate fuori il carattere, siate cavalieri! Non si vedono più gli uomini che aprono la portiera alla propria dama perchèèèè ????
    Rispondi a Nikita Commenta l’articolo

  18. Avatar di Marika

    Marika 7 anni fa (2 Giugno 2013 22:42)

    Articolo molto bello, è stato un piacere leggerlo tutto di un fiato. Grande umiltà e autocritica denotano un uomo "liberato" nel vero senso della parola. E' molto vero che siamo tutti un misto di ormoni maschili e femminili, ecco perchè le variabili sono tante. Non ho dubbi, però, sul fatto che un uomo più femminile, più sensibile e capace di ascolto, abbia un vero asso nella manica, quindi maggior successo con le donne (in generale). Un discorso a parte, invece, merita questa benedetta "libertà", di cui quasi ogni uomo si fa porta bandiera, della serie: "Non farti troppe illusioni, non mi lascerò mai coinvolgere totalmente da nessuna relazione, la mia libertà è importante". Ecco, il punto è proprio questo: un uomo, (generalmente) teme che "coinvolgimento" e "complicità" comportino la perdita di una bella fetta della propria libertà personale. Agli occhi di una donna appare un pò geloso di se stesso, della propria vita e del proprio tempo... e delle proprie passioni? Ma cosa significa, realmente, vivere la propria libertà? Io sono davvero libera quanto mi sento felice. Si è sempre liberi come l'aria quando si è felici e incatenati quando si è infelici. Libertà autentica è l'aver raggiunto l'equilibrio interiore e la serenità. Chiunque è veramente libero ogni volta che sta bene, che è sereno e a suo agio. Quindi chi sta bene con la propria partner è LIBERO e non vive la storia come una palla al piede. Senza necessariamente condividere le stesse passioni, perchè penso che ognuno debba coltivare le proprie, magari trovandone almeno UNA da condividere in due e da perseguire insieme. Avere almeno una passione o interesse in comune credo sia il primo baluardo da coltivare insieme con grande cura, ma senza perdere mai se stessi perseguendo qualcosa che non fa per noi. Nessuno cambia con il tempo, a meno che non lo abbia volontariamente scelto. E anche se fosse il frutto di una scelta ciò non significherebbe una trasmutazione totale. Avete mai visto una fragola tramutarsi in limone? Io no. Forse, dell'altro, dovremmo scegliere i difetti che tolleriamo di più. Personalmente, non potrei stare un solo giorno con chi avesse difetti per me intollerabili. Buona parte degli uomini, con la donna "bella e scema", prima o poi si annoierebbe mortalmente. Mentre una donna affascinante e intelligente, alla lunga, riesce a farsi apprezzare e stimare di più. Secondo me il fascino seduce di più di una bellezza statica. Piacerà anche ricca certo.... (di questi tempi poi) ma nel tempo, un uomo, finirà con il sentirsi svalutato, sminuito... o no?
    Rispondi a Marika Commenta l’articolo

  19. Avatar di Margherita

    Margherita 7 anni fa (2 Giugno 2013 22:55)

    Gent.mo dott. Mendini, dopo un matrimonio durato 25 anni e terminato per mia scelta, una convivenza di 4 anni terminata per mia volontà' ed un rapporto in corso che fa acqua da tutte le parti, sono a domandarmi quotidianamente cosa mi differenzia da numerose mie conoscenti, molto meno attraenti, meno realizzate professionalmente ecc.ecc. di me, che comunque portano avanti egregiamente una relazione o un matrimonio da diversi anni e sono serene e realizzate. Credo dipenda dalla mia mancanza assoluta di autostima , dall'incapacita' di esigere rispetto, nonostante io sia estremamente rispettosa , dall'incapacita' di chiedere espressamente ciò' di cui ho bisogno e dal fuggire appena mi rendo conto che non sono capace di tutto ciò'. Se un uomo mi piace , automaticamente non riesco a contraddirlo, anche se non sono d'accordo , devo sempre avere da lui la conferma che sono in grado di comprenderlo e adattarmi alle sue richieste e siccome a lungo andare questa cosa mi sfinisce, anziché' affrontarlo e pretendere rispetto , scappo più' veloce della luce e poi sto malissimo....fino alla volta successiva in cui ricasco in una relazione simile alla precedente. Come posso interrompere questo meccanismo perverso?
    Rispondi a Margherita Commenta l’articolo

  20. Avatar di Erick

    Erick 7 anni fa (3 Giugno 2013 9:06)

    Molto interessanti questi temi. Sicuramente anche io concordo con forza che bisogna togliersi dalla capoccia i soliti stereotipi (anche se ogni tanto inevitabilmente ci si casca) e l'autostima fa la differenza: chi non si vuole bene non si fa voler bene. Poi quando due si piacciono secondo me è inutile fare tanti giochetti, tiratere e giretti vari - si deve passare all'azione. Anche perchè è solo l'inizio (non è il traguardo)...
    Rispondi a Erick Commenta l’articolo