Ma la persona giusta per te… esiste davvero?

468 Condivisioni

La risposta alla domanda: “La persona giusta per me… esiste davvero?” è: “Dipende da te!”.

Nella mia guida gratuita “Come attrarre la persona giusta per te in 11 passi” (se non l’hai ancora scaricata, fallo adesso, in migliaia l’hanno letta e hanno ottenuto risultati molto positivi per loro) dedico la parte finale al tema di come scegliere il partner più adatto a te.

In questo post voglio rispondere a questa domanda “cruciale”, che molti mi fanno in modo esplicito e molti altri, lo so per certo, non mi fanno in modo esplicito, ma vorrebbero tanto farmi.

Da quando si è adolescenti e si comincia a considerare il rapporto con le persone dell’altro sesso da una nuova prospettiva , torna e ritorna l’interrogativo: “Chi è la persona giusta per me? Esisterà per davvero? E in quale angolo del mondo? Riuscirò a trovarla, a riconoscerla e a entrare in contatto con lei? O, per qualche misteriosa ragione, me la lascerò sfuggire?”

Tu ti sei mai posto o posta queste domande?

Un sacco di volte, vero?

E qual è la risposta?

La risposta è che, considerato il numero di uomini e di donne che ci sono intorno a te, nel paese o nella città in cui vivi, nella tua regione,  in Italia o anche fuori dall’Italia, ci sono centinaia o, meglio, migliaia di persone che potenzialmente sono la persona giusta per te.

Cioè:  le possibilità e le opportunità di scelta sono multiple, sono ampie, anzi: ampissime. Come per molti altri ambiti dell’esistenza (risorse economiche, idee, opportunità di lavoro, di stili di vita etc.), in ambito sentimentale e per quel che riguarda le persone domina la legge dell’abbondanza, non quella della scarsità.

Sei stupito? Sei sorpresa?

Non ci credi, vero?

So benissimo che comunemente si pensa – e soprattutto si dice e si ripete fino alla nausea – che la vita è difficile, la concorrenza in ogni campo spietata e le opportunità ridotte, a meno che non si sia belli, giovani ricchi e famosi (che bella tiritera, eh?)…

Ma non è così. Non è assolutamente così.

All’inizio dell’articolo ho scritto che il fatto che la persona giusta per te esiste dipende da te.

Dipende sia dal tuo atteggiamento mentale, sia dai tuoi comportamenti e dalle azioni che compi.

Mi spiego meglio.

Molto spesso il concetto di “persona giusta per me” è legato a una serie di idee e di ideali di romanticismo, a personaggi del tutto “fantastici” come il principe azzurro e la bella addormentata, al “mito” che esista una e una sola persona perfetta per ciascuno.

Desideri il rapporto della tua vita e vuoi scoprire il modo giusto per far innamorare un uomo e costruire con lui una relazione sana, serena e che duri nel tempo? Ecco il precorso che ti guida passo passo nella realizzazione di una vita di coppia sana e appagante, dal primo incontro fino alla convivenza

Questi miti, nei quali si è immersi fin da bambini, fanno sì che si viva nell’illusione della perfezione, della così detta “vita da favola” in cui la felicità è qualcosa che scaturisce in automatico, senza incertezze, difficoltà o inghippi di nessun genere, proprio perché frutto di un magico incontro, creato dal destino.

Non è necessario metterci impegno personale: se ci pensano il destino e la magia, tutto sarà perfetto, fin dal momento del primo incontro.

Certo che se il destino e la magia hanno  qualche problema di organizzazione o una crisi di produttività, allora sì che son dolori…

Insomma se destino e magia non fanno il loro mestiere, a noi esseri umani rimane ben poco da fare e il principe e la principessa non li troveremo mai…

E pensandola così, cercando principi e principesse che non esistono, ci sono molti uomini e molte donne che non si accorgono di essere circondati da altrettante donne e da altrettanti uomini che (accidenti!), se si è disposti a mettersi in gioco e ci si dà il tempo per approfondire la conoscenza, potrebbero rivelarsi partner eccezionali.

Se anche a te, capita, talvolta, di pensarla  solo un po’ in questo modo, come credi che questo atteggiamento mentale influenzi i tuoi comportamenti?

Probabilmente è un po’ come se fossi cieco/a, sordo/a e chiuso/a rispetto a coloro che ti stanno intorno.

E’ probabile che più di una persona giusta per te ti sia passata vicino e tu non te ne sei nemmeno reso/a conto.

Questo che cosa significa?

Che è poco utile supporre che il mondo della “finzione” sentimentale abbia riscontro nel mondo reale e che l’illusione di un destino che intervenga nella tua vita più e meglio di quanto sei capace a fare tu in realtà toglie opportunità di divertimento, di piacere  e di sfida alla tua esistenza.

La vita è adesso. Qui.

E la persona giusta per te è in questo mondo, non in quello delle favole.

Ne parlerò ancora. E’ importante e sono qui apposta.

Per ora lasciami un tuo commento con quel che ne pensi.

Cordialmente.

Ilaria

468 Condivisioni

Lascia un Commento!

45 Commenti

  1. Avatar di EMY HARRISON

    EMY HARRISON 11 anni fa (23 Aprile 2012 15:02)

    IO NON CAPIRO' MAI COSA SI INTENDE PER "PERSONA GIUSTA" (CHE TANTO NON ESISTE!", PERCHE', DA RAGAZZA ERO CONVINTA CHE FOSSE QUELLA DI CUI CI SI INNAMORA, MA POI HO CAPITO CHE LA PREMESSA E FALSA, IN QUANTO CI SI PUO' INNAMORARE ANCHE DI QUELLA SBAGLIATA E CHE SE UNO AMBISCE AD UN RAPPORTO CHE DURI NEL TEMPO E POSSIBILMENTE PER SEMPRE; NON E' QUESTA LA BASE SU CUI ORIENTARSI. CERT'ALTRI DICONO CHE SIA QUELLA AFFINE A NOI, MA NON MI CONVINCE ASSOLUTAMENTE NEANCHE QUESTO, PERCHE', FRA TUTTI CI SONO QUESTI SENTIMENTI DI VOLERSI BENE, STAR BENE INSIEME, ESSERE AFFINI; CI SONO COI PARENTI, CON GLI AMICI, COL PROPRIO ANIMALE DOMESTICO, PERO' PER FAR COPPIA E' INDISPENSABILE QUELLA SCINTILLA SPONTANEA E ROMANTICA. CERT'ALTRI ANCORA DICONO: CHE CI VUOLE UN EQUILIBRIO TRA LA SCELTA DI TESTA E DI CUORE, CHE PERO' NON STA IN PIEDI PERCHE': SE RAGIONI COL CUORE NON SEI UN FREDDO RAGIONATORE CHE VAGLIA I PRO E I CONTRO E VICEVERSA. E ALLORA? DOVE STA LA VERITA'? IO STUFA DI CONFONDERMI DI CAPIRE HO RINUNCIATO E SONO GIUNTA ALLA CONCLUSIONE CHE SIA INUTILE CERCARE CIO' CHE NON ESISTE! ED ORA, NON SONO FELICE ASSOLUTAMENTE, MA ALMENO TRANQUILLA E NON SOFFRO PIU' PER NESSUNO.
    Rispondi a EMY HARRISON Commenta l’articolo

  2. Avatar di Ilaria Guasco

    Ilaria Guasco 8 anni fa (1 Ottobre 2014 21:04)

    Spero ancora di trovare la persona giusta per me, nonostante io abbia 51 anni e non sia una bellezza sconvolgente. Ma ho altre doti che posso e voglio mettere in gioco. Però mentre aspetto e cerco quello giusto mi godo qualche bel momento con quello "sbagliato". Un uomo con cui ho avuto una breve ma intensa storia che è finita perchè proprio doveva finire. Non eravamo veramente giusti l'uno per l'altra. Il 50% della sua personalità era fantastico per me, l'altro 50% assolutamente incompatibile. Ma fra noi è rimasto sempre il grande piacere della intesa intellettuale e una attrazione fisica che fa scintille. Siamo d'accordo tutti e due che noi non potremo mai essere una coppia ma ci frequentiamo, facciamo le nostre belle chiacchierate intellettuali e ci godiamo momenti deliziosi di rapporti fisici. Ci vogliamo bene, questo si, e ci rispettiamo. Facciamo l'amore perchè piace a tutti e due, parliamo per ore perchè piace a tutti e due, poi ognuno a casa sua, sereno e appagato lo stesso. Sappiamo ambedue a che gioco stiamo giocando e le regole sono chiare e condivise. Mentre aspetto il principe azzurro (che potrei anche non trovare) mi godo occasioni comunque bellissime e mi sento libera. Fra noi non c'è un legame che mi impedirà di trovare e riconoscere quello giusto quando sarà il momento ma intanto mi vivo la vita, imparo meglio a interagire con gli uomini (interagendo con uno un po' difficile) pratico un sesso bello, rispettoso e appagante con un uomo che mi fisicamente mi attrae da impazzire e sto bene. Non si può cavare il sangue dalle rape (e immaginare lui come il mio partner sarebbe proprio questo) ma se quel 50% è buono e bello e se nel frattempo non ce n'è uno più "giusto" all'orizzonte, perchè rinunciare a mordere la vita?
    Rispondi a Ilaria Guasco Commenta l’articolo

  3. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 8 anni fa (1 Ottobre 2014 21:11)

    Grazie :) !
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  4. Avatar di angymandr

    angymandr 8 anni fa (11 Dicembre 2014 22:42)

    Per quanto mi riguarda essendoci troppa scelta, appunto gli uomini non si soffermano piú di tanto a cercare di conoscerti meglio Infatti escono con te 2/3 volte poi si dileguano E siccome non inseguo nessuno (altro che mondo delle favole) a priori sanno giá che non vai bene per loro Troppa carne al fuoco Non é che siamo davvero diventati superficiali ?
    Rispondi a angymandr Commenta l’articolo

  5. Avatar di Ilaria Guasco

    Ilaria Guasco 8 anni fa (11 Dicembre 2014 23:06)

    Avevo dimenticato di aver scritto quel commento 10 settimane fa. Confermo tutto quello che ho scritto ma nel frattempo ho ricominciato (di mia iniziativa) a frequentare un uomo che avevo conosciuto moltissimi anni fa e col quale avevo avuto una bella storia finita bruscamente a causa di un mio grave lutto famigliare. Ci stiamo rifrequentando da un po' senza stress, senza tensione, forti dell'affetto che abbiamo sempre avuto l'uno per l'altra e a poco a poco, proprio paragonandolo con l'uomo "sbagliato" del mio commento precedente, mi sto rendendo conto che lui potrebbe essere quello "giusto". E' presto per dirlo ma stiamo così bene insieme, abbiamo tante di quelle affinità, c'è così tanta gioia nella nostra condivisione, passiamo tanto bel tempo di qualità insieme che davvero potrebbe essere la volta buona. E a quelle/i che si preoccupano per l'età ribadisco che io ho 51 anni e lui ne ha 10 più di me. E invece di pensare alla terza età ci stiamo vivendo una seconda giovinezza. Con leggerezza, serenità, passione. A volte le piccole grandi favole si avverano.
    Rispondi a Ilaria Guasco Commenta l’articolo

  6. Avatar di Nicla

    Nicla 8 anni fa (19 Aprile 2015 19:57)

    Ieri ad un'amica , in un momento di sconforto ho detto " c'è chi merita e chi non merita " , lei mi ha risposto " c'è chi merita e chi se la prende nel culo " la mia conclusione è' questa " chi se la prende nel culo è chi non merita " ! Intorno a me c'è il vuoto a quanto uomini , un vuoto che dura da troppo tempo per arrivare a certe conclusioni !
    Rispondi a Nicla Commenta l’articolo

  7. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 8 anni fa (19 Aprile 2015 20:29)

    @ Nicla, io il ragionamento non l'ho capito...
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  8. Avatar di Nicla

    Nicla 8 anni fa (19 Aprile 2015 21:22)

    Il riassunto e' che ci sono donne che meritano e quelle che non meritano di trovare la persona giusta , io mi inserisco nell' ultima categoria proprio per il questo lungo , troppo lungo , periodo ( anni )che non conosco e non si fa avanti nessun uomo ! 0 di 0 ! e non sono una persona che non esce !
    Rispondi a Nicla Commenta l’articolo

  9. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 8 anni fa (20 Aprile 2015 0:54)

    Ma perché, un uomo è un premio? E' una medaglia? Ne sei sicura?
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  10. Avatar di Nicla

    Nicla 8 anni fa (20 Aprile 2015 23:56)

    Non voglio dire che è premio o una medaglia o che altro ma vedere che non hai nessuno che ti apprezza come donna , almeno per me , le domande me le faccio ! Insomma ho 40 anni la maggio parte delle mie amiche sono sposate , e lo dico apertamente e con sicurezza , felicemente sposare e le poche single che conosco hanno sempre qualcuno ! Io non so neanche più cosa voglia dire avere qualcuno al tuo fianco o sentire delle emozioni o avere fretta di andartene dal lavoro perché c'è qualcuno che ti aspetta per passare del tempo con te .......! Mi sembra tutto lontano , nebbioso ...offuscato ! Sento di non essere più viva ! Sono solo un susseguirsi di giorni , sempre uguali .......
    Rispondi a Nicla Commenta l’articolo

  11. Avatar di milena

    milena 7 anni fa (22 Dicembre 2015 21:55)

    Ciao io la penso come Nicla...chissà perché alcune donne hanno la possibilità di conoscere un sacco di uomini e altre no?anche io ho quasi 39 anni esco anche parecchio ma di persone nuove (uomini) se ne conoscono sempre meno...anzi zero!!!
    Rispondi a milena Commenta l’articolo

  12. Avatar di Vale

    Vale 6 anni fa (6 Marzo 2017 23:12)

    Ilaria, mi sento estremamente confusa e amareggiata. Adesso farò subito capire quanto io sia confusa, immatura per quanto riguarda le relazioni sentimentali. Quindi ti chiedo: come si fa a capire cosa si vuole effettivamente da un potenziale partner? Come si fa a sapere fino a che limite è giusto sopportare i suoi problemi che poi alla lunga diventeranno tuoi? Ti spiego: c'è un ragazzo, che però ha una figlia. Mi piace tantissimo e mi ha dimostrato che a me ci tiene. Però: sono sempre io che vado a casa sua, sta tanto a parlare con la sua ex della bambina, quando va da loro a trovarle non si fa sentire. Sono amareggiata dalla confusione che sento in testa e ho paura di soffrire, ho paura a lasciarmi andare, ho paura a farlo entrare nel mio cuore. Chiunque sappia di questa storia mi dice di lasciar perdere tutto e che io merito di meglio, ma faccio davvero fatica a mollare la presa. Lo stimo, se non avesse una bambina non ci penserei due volte, ed io però voglio anche crescere: come persona e a livello sentimentale. Forse dovrei solo creare uno schema di come la sogno questa relazione, di ciò che vorrei che facesse lui per farmi sentire più tranquilla, ragionarci. Parlarne con lui, e se si riesce a trovare equilibrio andare avanti come un treno. Lui ha sopportato tanto questi miei alti e bassi, ha sempre cercato di capirmi, ma mi sento chiusa da queste paure, e sul momento non riesco nemmeno a spiegarmi. Mi diresti cosa ne pensi?
    Rispondi a Vale Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 6 anni fa (7 Marzo 2017 9:48)

      Ciao Vale, scusa, mi pare che tu abbia scritto già di questo tema. Hai vent'anni e vieni qui a commentare con commenti straripanti sofferenza su un partner tutto dedito a una figlia. Ma basta dài. Ti assicuro che la vita non ti risparmierà preoccupazioni, battute d'arresto e problemi. Questo nostro amico sembra sordo e insensibile alle tue esigenze. Lascialo e preoccupati del fatto che a vent'anni ti vai a cercare e ti leghi a uno inguaiato. Perché costui è inguaiato di brutto. Cambia direzione, nel senso di cambia approccio e mentalità rispetto alle relazioni sennò legarti agli inguaiati diventerà un'abitudine.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  13. Avatar di Valeria

    Valeria 6 anni fa (5 Giugno 2017 20:02)

    Ti seguo semprissimo!! Mi piaci sei in gamba!! Passi subito al sodo: ho 62 anni sono una bella persona sotto molti aspetti non li elenco xche' non voglio perdere tempo. Io ho diversi uomini che sono stati e sono possibili partner. Ma uno non vuole una relazione di coppia di condivisione cosa per me irrinunciabile ed abbiamo un'alchimia fortissima e tanto divertimento. Un altro invece con cui ne ho tantissima da non renderci pero' altrettanto spiritosi e allegri ma non c'è alchimia fisica!! Altri neanche li cito perché vogliono solo sesso. Io desidero passare questi ultimi anni della mia vita saggia a cui sono giunta dopo tanto lavoro su di me in coppia. Boh! Non so veramente a questo punto se esisterà un uomo per me (al principe azzurro no ho mai pensato e voluto e vissuto mai creduto!!) Quindi? Grazissime se mi rispondi!!!
    Rispondi a Valeria Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 6 anni fa (5 Giugno 2017 21:25)

      Io direi, cerca ancora ;)
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela

      Emanuela 6 anni fa (6 Giugno 2017 8:06)

      Ciao Valeria, il tuo messaggio mi è piaciuto moltissimo, è pieno di vita. Di sicuro di persone di valore come te non è facile trovarne e a qualsiasi età. Insomma la ricerca non sarà semplice, ma non ti immagino tipa da scoraggiamenti :)
      Rispondi a Emanuela Commenta l’articolo

    • Avatar di PAMELA

      PAMELA 6 anni fa (6 Giugno 2017 12:26)

      VALERIA, sei piaciuta anche a me, mi sembri davvero grintosa e solare, concordo non demordere nella ricerca, ne dobbiamo trovare ( TUTTE NOI ) uno che abbia tutto e non due o tre a cui manca qualcosa
      Rispondi a PAMELA Commenta l’articolo

  14. Avatar di SoleLuna

    SoleLuna 5 mesi fa (30 Agosto 2022 7:56)

    Ilaria secondo te nel mondo di oggi esiste ancora il "per sempre"? è realistico? Leggendo anche i commenti qui sotto ho pensato che forse è più realistico scegliere: tra una relazione profonda, appagante, complice e passionale che dura diciamo 10 anni e una profonda, appagante, complice e passionale ma che ad un certo punto negli anni si trasforma in una relazione affettiva senza passione (non solo fisica, diciamo senza slanci). E' utile riflettere e capire cosa davvero si vuole tra le due, o tu pensi che sia possibile, senza illusioni di sorta, poter avere entrambe le cose per sempre? (ovviamente non per gentile concessione, ma lavorandoci e coltivandola in due). Vedo che tanti e tante si interrogano su questa cosa della trasformazione di una relazione e si domandano se in ogni caso,è così che deve andare (e quindi accettarla) o se chiudere pensando che semplicemente non fosse la persona giusta, se si è trasformata in quel modo. Io non penso si possa dire di una relazione che è durata tanti anni, che non fosse quella giusta solo perchè è finita. Probabilmente lo è stata per un lungo periodo per poi finire perchè magari uno dei due è cambiato in una direzione differente dall'altro e non si è più compatibili. (Lo scriveva anni fa anche qualcun altro qui sotto e concordo). Personalmente sarei contenta anche "solo" di vivere per dieci anni felice accanto a qualcuno, perchè mi focalizzerei sul fatto che questo qualcuno per la maggior parte del tempo mi ha amata davvero, altrimenti non sarebbe stato così tanto con me (a meno che sia finita per motivi davvero crudeli). Avendo avuto relazioni che al massimo sono durate poco meno di tre anni (quindi il tempo di esaurire il fattore novità/attrazione), ci farei la firma per vivere una bella storia lunga, anche se non fosse "per la vita". Tu che ne pensi? L'esaurirsi del lato "passionale" è fisiologico anche quando si è con la persona giusta o è sintomo della storia sbagliata? E' utile considerarsi grate anche per una storia che dura e ti regala molti anni belli, anche se non dura per sempre, o è sintomo di scarsa autostima non puntare al "per sempre" dei nostri nonni? Magari hai scritto anche degli articoli a riguardo che mi sono sfuggiti.
    Rispondi a SoleLuna Commenta l’articolo

    • Avatar di Lali

      Lali 5 mesi fa (31 Agosto 2022 17:00)

      Ciao Sole Luna, nella mia modesta e poco affollata esperienza, questi pensieri li fai quando non hai una storia con la persona giusta. Perché in tal caso, vivi bene nel presente, ti accorgi che le cose durano e hai ottimi motivi per non dubitare del futuro, tanto che non lo temi e neanche ci pensi continuamente, al massimo fai progetti, da sola o in due. Quando invece ti fai queste domande, oppure ce le si fa reciprocamente ("mi ami ancora?", "mi desideri ancora?", ecc.) è perché le cose non vanno, magari da un po', spesso dall'inizio, quindi inizi a idealizzare "i primi tempi" e temere il futuro. E il fatto che una relazione duri poco o molto non ha niente a che fare con la qualità della relazione, perché spesso ci si mette insieme e si rimane insieme per motivi che non hanno a che fare con l'amore. Mi pare che Ilaria ne parli, qui e là ogni tanto😂 Comunque è un parere del tutto estemporaneo e molto molto personale. Mi ha colpito il tuo ragionamento perché mi è capitato spesso di farlo quando non ero contenta di me e/o delle mie relazioni e mi facevo prendere dallo sconforto
      Rispondi a Lali Commenta l’articolo

    • Avatar di SoleLuna

      SoleLuna 5 mesi fa (1 Settembre 2022 13:50)

      Ciao Lali e grazie per la tua opinione 😊 in realtà era un ragionamento slegato dalle mie esperienze che mi è uscito leggendo i commenti all'articolo. Mi domandavo, non avendo mai avuto una relazione che andasse oltre i 3 anni di durata, cosa succede 'dopo'. Se è davvero fisiologico che gli slanci debbano passare e lasciare il posto ad altro o se invece quando la relazione è davvero giusta, restano anche dopo. Temo di non scoprirlo mai anche se spero per il contrario. Riguardo la durata delle relazioni, io farei la firma anche "solo" (tra virgolette perché comunque sono tanti!) per una bella storia di 10-15 anni ma davvero bella, che per una che dura tutta una vita ma che si trascina. Mi è piaciuta la tua considerazione del fatto che quando la storia è quella giusta, non ci si preoccupa che possa finire o di dubitare, speriamo di sperimentarlo presto 😊 buona giornata
      Rispondi a SoleLuna Commenta l’articolo

    • Avatar di SoleLuna

      SoleLuna 5 mesi fa (1 Settembre 2022 14:59)

      Mi hai fatto anche venire in mente che tempo fa, avevo un'amica che chiuse una relazione di 8 anni di comune accordo col fidanzato storico, perché a detta sua erano diventati come fratello e sorella. E lei da allora cominciò a chiedersi se l'amore ad un certo punto, anche il più bello, diventa così dopo tot anni o se con la persona giusta rimane 'esaltante' per sempre (passatemi il termine, non me ne viene un altro).
      Rispondi a SoleLuna Commenta l’articolo

    • Avatar di Cristina

      Cristina 5 mesi fa (2 Settembre 2022 11:57)

      Ciao SoleLuna, questa riflessione viene talvolta in mente anche a me... una risposta certa non so se ci sia. Sicuramente io penso che una relazione sana possa finire, assolutamente! Può svanire l'interesse per l'altra persona, la voglia di impegnarsi, incontrare un'altra persona più giusta per noi, avere altre priorità della vita incompatibili con la coppia... non tutte le relazioni che finiscono io credo siano sbagliate. Nemmeno credo che esista una ed unica persona giusta per la nostra vita, salvo rari casi, e quindi penso si possano avere più relazioni, anche durature, tutte giuste, che ci accompagnano durante la vita. Soprattutto se si è giovani (per dirti io ho 25 anni e non credo molto che se domani dovessi incontrare il ragazzo giusto questo sia a vita...) Detto questo per l'esaurirsi della passione penso sia normale dopo i primi tempi che si affievolisca, ma non che sparisca! Anzi! Diventa forse meno "impellente" dei primi tempi ma più intensa, con più intesa. Se svanisce del tutto beh, non penso sia la persona giusta a parer mio. Mentre per quanto riguarda la scarsa autostima per non puntare al sempre mah, credo che l'ossessione per il sempre sia molto romanzato tante volte... nulla vieta che un amore effettivamente duri per sempre, però non a suon di consumazione e di sacrificio sicuramente... nè tantomeno se poi diventa un qualcosa di scontato e abitudinario. Riguardo invece alle domande che cita anche Lali sono d'accordo: avere il timore che possa finire, si possa essere abbandonate, da un momento all'altro è un sintomo o di relazione sbagliata per noi o di bassa autostima e di nostre ferite di cui dobbiamo prenderci cura. Più onesto a parer mio sarebbe vivere a pieno una relazione senza la paura possa finire da un momento, bensì con la consapevolezza, che è diverso secondo me.
      Rispondi a Cristina Commenta l’articolo