Autostima: un traguardo che si raggiunge con amore e in modo graduale

"Ogni volta che impariamo qualcosa di nuovo, noi stessi diventiamo qualcosa di nuovo. Leo Buscaglia"

Molte donne sono consapevoli di non avere un’alta autostima e di non sentirsi sicure nelle diverse situazioni della vita.

In amore e nelle relazioni di coppia, poi, questa insicurezza in qualche modo peggiora, cioè aumenta e fa assumere atteggiamenti e comportamenti che spesso rischiano di rovinare tutto.

Ebbene, da parte mia mi sembra importante dare delle linee guida facili, pratiche e utili da applicare per affrontare la questione dell’insicurezza e andare oltre.

Aumentare la propria autostima: i 3 principi base

Quando faccio coaching individuale con le mie clienti, spesso chiudo ogni sessione con la domanda: “Bene, che cosa ti “porti a casa” stasera? Le 3 idee più utili per te?”

E’ una domanda che serve a mettere la propria attenzione sugli elementi importanti e le scoperte utili fatte durante la sessione.

I 3 elementi da cui partire per cominciare con un nuovo passo.

I 3 principi che si sono appresi e che vogliamo si stampino a caratteri di fuoco nella nostra mente e nel nostro cuore, di modo che ci venga più facile essere concentrate su quel che è importante per noi e lasciar perdere tutto quello che non conta (ad esempio quella famigerata paura giudizio degli altri!).

"Non esistono insuccessi, solo occasioni per imparare qualcosa di nuovo. Federico Moccia"

Ebbene, quali sono i 3 elementi importantissimi da portarsi a casa, secondo me, dopo una ideale sessione di coaching dedicata all’autostima? Eccoli qua:

1)    La nostra autostima è una risorsa della quale possiamo avere cura. Possiamo aumentarla, accrescerla, rafforzarla. Se ci si sente in un momento in cui l’autostima è a livello “zero” o “sottozero” bisogna essere consapevoli che non sarà per sempre così: in modo graduale e costante, puoi alzare quel livello, in modo tangibile e concreto, tanto da tornare a credere pienamente in te stessa e regalarti la vita che vuoi.

2)      Udite udite! Tutti noi abbiamo il diritto di sbagliare (sì hai letto bene: hai il diritto di sbagliare e i tuoi errori passati non c’entrano niente con il tuo presente e con il tuo futuro e nemmeno con il tuo valore. Perché tu vali a prescindere dai tuoi errori. O vali anche per merito dei tuoi errori!).

Come fai a recuperare la tua autostima o scoprirla per la prima volta?
Come fai a trovare di nuovo fiducia in te stessa dopo un fallimento o in un momento difficile? Dove trovi tutta la sicurezza che ti serve per avere successo nelle relazioni e nella vita? Scarica adesso l'ebook gratuito "Pronto Soccorso Autostima", ricevilo senza rischi e senza impegno nella tua casella email.

Tutti noi abbiamo il diritto di essere felici.

Sì, hai letto bene, hai diritto di essere felice, anche se hai sbagliato e anche se hai fallito.

Anzi, proprio per quello.                                                                                                                        La propria autostima può essere ritrovata, ricostruita, portata a splendere anche dopo un grande fallimento, un rifiuto, un’umiliazione o una delusione cocente.

Anche dopo una separazione o una sequela di storie sbagliate con uomini sbagliati.

Con molte mie clienti affronto proprio questa sfida, quella di come recuperare la propria autostima dopo aver ricevuto umiliazioni da altre persone o dopo un grande fallimento o la fine di una storia importante.

3)     Per rafforzare la propria autostima è bene intraprendere un percorso fatto di piccole sfide, piccoli obiettivi e piccoli traguardi, compiuto con costanza e determinazione.

Inutile pretendere troppo da se stesse e cercare di essere perfette (di mirare al detestabile perfezionismo, che fa più danni delle uova marce, soprattutto tra le donzelle che vogliono essere Superdonne ( o “Brave bambine”) e poi si trovano un po’ stressatine e insoddisfatte di sé.

La gradualità e la progressione pagano sempre. E durano. Durano. Durano.

 

Lascia un Commento!

64 Commenti

  1. Avatar di Daniela

    Daniela 8 anni fa (17 Giugno 2014 19:16)

    Grazie Ilaria...e' bello sapere che ci sono persone come te e Andrea....ieri e' stata intetessantissima la teleconferenza con hangout...e grazie per i preziosi consigli presenti nella App
    Rispondi a Daniela Commenta l’articolo

  2. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 8 anni fa (17 Giugno 2014 20:01)

    :)
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  3. Avatar di Oxana Kartasheva

    Oxana Kartasheva 8 anni fa (17 Giugno 2014 22:23)

    Sei forte Ilaria, dopo ke o letto tutti tuoi articoli, mia vita sta cambiando in meglio, grazie
    Rispondi a Oxana Kartasheva Commenta l’articolo

  4. Avatar di Irene

    Irene 8 anni fa (17 Giugno 2014 23:37)

    Salve Ilaria, tra i vari interventi, sono rimasta molto colpita da una tua risposta: l'autrice della domanda si rammaricava che gli uomini la cercassero solo per il suo aspetto fisico e non volessero mai costruire altro con lei, e tu hai suggerito che potrebbe essere proprio il suo bell'aspetto ad essere uno schermo incosapevole che impedisce una reale conoscenza della persona.. Io credo di avere lo stesso problema e proprio non riesco a capire come risolverlo: non sono una "bella statuina", secondo i miei amici sono piacevole e divertente eppure ho l'impressione che nessuno voglia mai conoscermi davvero... probabilmente tengo a distanza le persone inconsapevolmente.. cosa devo cambiare?
    Rispondi a Irene Commenta l’articolo

  5. Avatar di Araba Fenice

    Araba Fenice 8 anni fa (17 Giugno 2014 23:37)

    Mi spiace davvero non aver potuto seguire la teleconferenza. Ma sono al mare senza PC e l'IPad e il WiFi non ce l'hanno fatta. Ne avrei avuto davvero bisogno. La mia autostima è sotto i piedi da quando mi ha detto che non vuole illudermi. Dopo avermi detto più volte che mi voleva bene e gli avevo colorato la vita???? Il problema vero è che vorrei sparire per sempre. E il paradosso è che dovrebbe sparire lui dalla mia vista perché non è altro che un bambinone. Leggerò attentamente l'app e i tuoi consigli: non posso lasciarmi andare così.
    Rispondi a Araba Fenice Commenta l’articolo

  6. Avatar di (Sempre)Al

    (Sempre)Al 8 anni fa (18 Giugno 2014 2:36)

    Qualche giorno fa ho riletto la guida "come trovare la persona giusta per te" a distanza di un anno. E noto, giorno dopo giorno che la mia vita è migliorata. Soprattutto noto che inconsapevolmente l'ho applicata... dal cambiare i capelli al cambiare atteggiamento. In un crescendo di sentirmi meglio e sempre più libera. Grazie. Anche per l'evento di ieri.
    Rispondi a (Sempre)Al Commenta l’articolo

  7. Avatar di Goldie

    Goldie 8 anni fa (18 Giugno 2014 10:20)

    @Irene, anche io ho fatto attenzione a quella domanda e soprattutto alla risposta. deve essere così come dicono Ilaria e il suo collega. inconsapevolemente, puntiamo sull'aspetto fisico perché crediamo che gli uomini ci valutino solo dal lato estetico. non sono una Venere, ma so che piaccio agli uomini (non tutti eh?)e che il mio fisico spesso li attira. gli uomini "amici", pochissimi ma buoni, mi hanno valutata diversamente. non so se hanno mai avuto altri pensieri, ma quelli con cui sono rimasta amica, hanno saputo valutarmi come persona. Forse ho perso un treno con loro? non so e non voglio pormi la domanda, perché li apprezzo così come sono, simpatici, onesti e amichevoli. gli altri vanno e vengono e finché non mi fanno male, mi sta anche bene. sono sicura che dopo i consigli del blog, della guida di Ilaria e della guida sull'autostima, non soffrirò piu' per amore.
    Rispondi a Goldie Commenta l’articolo

  8. Avatar di Michela91

    Michela91 8 anni fa (18 Giugno 2014 12:54)

    L'ho vista la conferenza in diretta, la cosa che mi è rimasta più impressa e' stata che la nostra autostima dovrebbe essere un'isola a cui aggrapparsi in mezzo all'oceano o alla tempesta, non ricordo bene la similitudine..ma il concetto dovrebbe essere questo: qualsiasi cosa succede, ci succede, involontariamente o meno, la nostra autostima e' la barca dove aggrapparsi.
    Rispondi a Michela91 Commenta l’articolo

  9. Avatar di Goldie

    Goldie 8 anni fa (18 Giugno 2014 17:11)

    INFATTI!!!a volte le persone"diversamente belle" sono piu' obiettive, si disperdono di meno e hanno la vista piu' acuta
    Rispondi a Goldie Commenta l’articolo

  10. Avatar di Ana

    Ana 8 anni fa (18 Giugno 2014 17:56)

    @Audrey ho subito spesso queste umiliazioni. Poi oggi, ripensandoci, mi dico: cos'è rimasto loro? Cos'è rimasto di quei ragazzi, cosa ne è fruttato dal quel momento di gloria? Una rosa secca? Gli altri si divertono così, facendo del male. Ma ride bene chi ride ultimo.
    Rispondi a Ana Commenta l’articolo

  11. Avatar di Michela2

    Michela2 8 anni fa (18 Giugno 2014 19:01)

    Premetto che non è nemmeno detto che le tue amiche siano tanto belle.Solitamente questi corteggiatori da strapazzo non vanno dalle ragazze che vedono belle perché le trovano irraggiungibili.Devo dire che a 18anni ero brutta andavo a ballare e mi fermavano in tanti, 10ragazzi a sera? Beh ma erano sfigati. Ora sono una ragazza carinaforse non rientro più nella fascia d'età di quelli che ti abbordano a caso però ho meno corteggiatori. Da strapazzo.Una cosa è rimasta uguale,quelli che erano davvero interessati a me non lo erano per l'aspetto esteriore...Non esistono donne brutte ma donne che pensano di esserlo...la chiave è tutta qui ;-)
    Rispondi a Michela2 Commenta l’articolo

  12. Avatar di stella

    stella 8 anni fa (18 Giugno 2014 19:11)

    a parte il fatto ragazze che al giorno d'oggi se una donna si cura un po diventa cmq piacevole da guardare ma poi io ho delle conoscenti che nn sono ste gran bellezze e in amore sono più fortunate di me quindi la bellezza nn vuol dire nulla. voglion dire il carattere e la personalità.
    Rispondi a stella Commenta l’articolo

  13. Avatar di stella

    stella 8 anni fa (18 Giugno 2014 22:33)

    si è ql che dico io. una donna (come un uomo) senza personalità nn dan nulla. vedo in giro poi tante di ql coppie dove uomini belli stan con donne poco curate e viceversa. allora qs ultime dovrebbero stare sole? l'attrazione ci deve essere e sicuramente una persona deve piacere ma nn dimentichiamo anche l'attrazione mentale e cio che una persona è in grado di trasmettere. io x prima....mi dicon sono una bella donna (dicono perché io nn mi ci vedo :-) ) eppure mi è finito un matrimonio e nn riesco ad avere relazioni durature. vorrà pur di qlc, no?
    Rispondi a stella Commenta l’articolo

  14. Avatar di sandra

    sandra 8 anni fa (18 Giugno 2014 23:35)

    stasera sono stata brava. mi voglio fare un complimento! con la freddezza ho fatto capire al mio uomo che aveva sbagliato. semplicemente ho detto che avevo mal di testa. lui si e' giustificato. con il mio ex invece mi arrabbiavo. risultato: nessuno...se non la rottura. la causa e' la richiesta di vederci piu' spesso. a me non va di vedere il mio uomo tutti i giorni. mi piace prendermi i miei spazi, ma poi soffro di sensi di colpa...come fare? stasera mi sono piaciuta perche' con la freddezza ho ottenuto: 1) lui ha capito e si e' giustificato dicendo che e' felice quando io lo sono ma voleva solo vedermi per condividere con me una sua bella novita' di lavoro 2) non ho fatto sforzi arrabbiature e non ho mostrato vulnerabilita' 3) ho capito che gli uomini sono come i bambini: non servono parole con loro, ma fatti. Ilaria, come posso tenere la giusta distanza da un uomo senz sentirmi in colpa, ma nemmeno in gabbia? Grazie anche x la bella teleconferenza di ieri.
    Rispondi a sandra Commenta l’articolo

  15. Avatar di Goldie

    Goldie 8 anni fa (19 Giugno 2014 0:43)

    ma forse lui vuole condividere i tuoi spazi, non toglierteli. Glielo hai chiesto? E cosa é di cosi' unico che lui non può fare? Cosa ti pesa della sua presenza? É un fatto aprioristico o ti toglie l'aria?
    Rispondi a Goldie Commenta l’articolo

  16. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 8 anni fa (19 Giugno 2014 15:21)

    @ Sandra, direi che il primo passo è interrogarti di quali sono i "motivi" per cui ti senti in gabbia e di quali sono i motivi per cui ti senti "in colpa". Indagare certe convnzioni profonde può rivelarsi molto illuminante e dare una svolta al tuo comportamento, utile per te e per la tua serenità. Ne riparleremo.
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  17. Avatar di sandra

    sandra 8 anni fa (19 Giugno 2014 23:54)

    grazie Ilaria! mi interroghero' sui perche', ma credo che la paura di sentirmi in gabbia sia paura di perdere quella parte di me piu' intima che voglio preservare da un eventuale abbandono (non voglio concedermi tutta perche' ho gia' dato e pagato per questo), ma vorrei imparare a fregarmene di piu', essere spensierata e stare nel presente. Il senso di colpa forse e' la paura di perderlo...e' come se non compiacerlo non va bene (esempio fallimentare di mia madre...educazione...) ma anche qui sto male perche' vorrei essere piu' autentica. nella mia mente e' come se esistesse un bivio: o perdo me stessa o perdo lui. ma non capisco se ci puo' essere una via di mezzo...mi sento un po' immatura...io e lui abbiamo 38 anni...
    Rispondi a sandra Commenta l’articolo

  18. Avatar di Fiorediloto

    Fiorediloto 8 anni fa (20 Giugno 2014 0:09)

    Ciao a tutte, la domanda alla teleconferenza l'avevo fatta io.... Il problema che volevo sottolineare era la mia mancanza di autostima, il non credere io per prima al mio valore, come persona a 360 gradi... Su queste fragili basi per una vita ho cercato di attrarre gli uomini puntando soprattutto sul piano fisico, ma la cosa più grave è che, pur desiderando una relazione solida e di valore, sono rimasta in storie con uomini che mi dicevano chiaramente che non volevano impegni con me, pur apprezzandomi molto a livello fisico.... D'altronde io stessa sono spesso molto attratta dall'aspetto fisico di un uomo, anche se ritengo importanti anche la sua testa e la sua sensibilità. Devo dire comunque, che negli ultimi mesi, anche grazie al blog di Ilaria, sono molto cambiata, tanto che sono riuscita a rompere senza ripensamenti l'ultima storia della serie, con un uomo che oltretutto mi attraeva da morire, e inoltre ho rifiutato diversi tentativi di approccio da parte del mio penultimo ex, il quale voleva ricominciare con me una frequentazione, ma sempre con un approccio -diciamo così -"disimpegnato". Dunque grazie a Ilaria, sento che sto finalmente percorrendo il sentiero giusto, lungo il percorso della mia crescita personale e della realizzazione autentica dei miei desideri. Ci sono però ancora un bel pò di cosette sulle quali sento di dover ancora fare un pezzo di strada, e tra queste rafforzare un bel pò la mia autostima personale, per poter affrontare una nuova storia super-consapevole del mio valore di persona e di donna. Così, ciliegina sulla torta, ho acquistato il percorso di Andrea, e sto cominciando a leggerlo.. Ho deciso di leggere tutto e poi passare agli esercizi pratici, così come consigliato da Andrea stesso nella prefazione.... Vi terrò aggiornate!
    Rispondi a Fiorediloto Commenta l’articolo

  19. Avatar di Goldie

    Goldie 8 anni fa (20 Giugno 2014 9:05)

    @fiorediloto : anche io ho comperato il manuale e conto di fare gli esercizi tutta l'estate, prima di cominciare il nuovo lavoro. la mia psi mi ha anche detto di fare un elenco di tutto quello che voglio per mia figlia e me, le mie esigenze in quanto madre sono tanto importanti quanto quelle sentimentali e quelle professionali. ce la faremo? pian piano credo di sì. gli uomini per ora staranno da parte, per forza di cose (non ce ne sono in giro di validi e disponibili)
    Rispondi a Goldie Commenta l’articolo

  20. Avatar di Blumare

    Blumare 8 anni fa (20 Giugno 2014 9:42)

    Audrey@ credo che tu abbia capito che quelle non sono amiche. Ti auguro di trovarne al più presto di vere, tengo molto all amicizia e per fortuna ho amiche veramente belle con le quali cresciamo assieme. La conferenza è stata bellissima tutta, alcuni interventi di Ilaria però mi hanno toccata molto da vicino, soprattutto quando ha posto delle domande ad Anrea, e l'ho sentita molto vicina. Ci sono dei punti che devo applicare subito che non sono facili ma mi ci impegnerò, io riconosco il mio valore ma lo ritengo diminuito, da quando ho iniziato delle relazioni in periodi difficili di gavi malattie familiari che poi fortunatamente si son risolte), uno mi rendeva dipendente da lui modificando tutte le mie soluzioni riguardo ai problemi che dovevo affrontare sempre con soluzioni in cui il suo aitu diventava indispensabile e io alla fine cedevo... un altro me lo son trascinato dietro per molto tempo tra tira e molla miei, era un irresponsabile ma non riuscivo a mollarlo definitivamente(IL MERITO DEL MIO SUCCESO é DI ILARIA!!! :) e un altro era un bambinone. Però non riesco a perdonarmi per aver fatto queste scelte e per avermi creato così tanta sofferenza... E poi ogni tanto sbuccano i brutti ricordi... ho delle amiche meravigliose con cui creare bei ricordi e chi mi sta attorno mi vuole molto bene, ma qualcosa non va, forse ci vorrà tempo. Anche l' università ha subito catastrofici ritardi, per fortuna ho ripreso bene e acquisterò il libro di Andrea Sm2. Non sono una tipa che si scoraggia ma che cerca soluzioni e le applica. I miglioramenti si son visti in tante cose. E poi ancora non so qual'è la mia strada ho tante cose che mi piaciono...
    Rispondi a Blumare Commenta l’articolo