Lui ti rifiuta e tu trovi l’uomo giusto

come superare un rifiutoLo sai che per conquistare l’uomo giusto è indispensabile lasciare andare gli uomini sbagliati? Al proposito voglio raccontarti una gran bella storia, sul trauma del rifiuto e non solo. Leggi bene perché è una storia vera!

La protagonista è una giovane donna americana di origine italiana che ama la musica, ha un talento fuori dal comune e tanta passione. Si chiama Stefani Germanotta. Nel 2006, a vent’anni, Stefani arriva a un punto di svolta nella propria carriera: dopo tanto studio e un lungo periodo di perfezionamento  con quasi nessuna entrata economica,  la fortuna sembra accorgersi di lei. Arriva l’occasione tanto attesa: un’importante casa discografica americana, la Def Jams Records, la mette sotto contratto.

Straordinario, eccezionale, fantastico. Sembra proprio che il sogno di una vita stia per realizzarsi!

Inaspettatamente, dopo soli tre mesi dalla firma, la casa discografica ha un ripensamento, considera troppo eccentrico lo stile musicale di Stefani e scioglie il contratto. Pouf! Il sogno svanisce, un castello meraviglioso di illusioni e di aspettative crolla in un batter d’occhio. Il lavoro, lo studio, i sacrifici fatti, di colpo perdono senso. Una brillante carriera musicale sembra finita per sempre.

Dopo questo rifiuto traumatico, Stefani si ritrova punto e a capo. La disperazione potrebbe prendere il sopravvento sulla sua serenità personale e la sua voglia di successo. E invece no. La nostra amica si tira su le maniche. Torna a cantare in piccoli locali senza importanza con un misero compenso a serata. Però approfitta della “retrocessione” per mettersi a cantare con gruppi e partner  diversi e sperimenta nuovi generi musicali, ormai slegata com’è dall’obbligo di stare in un stile definito dal produttore.

Le sue ricerche e le sue sperimentazione fanno sì che riesca a creare uno stile tutto nuovo, personalissimo e inimitabile. Dopo pochi mesi, il grande pubblico e la critica finalmente si accorgono di lei. Questa volta sul serio.

A solo un anno dal terribile rifiuto, arriva una nuova offerta, questa volta dalla casa discografica Interscope Records. Dopo circa due anni dalla firma di questo nuovo contratto, Stefani decide – finalmente – di presentare al mondo intero il proprio “sound” e il proprio stile con il nome che la renderà famosa in tutto il pianeta: Lady Gaga.

Conquistare un uomo: che cos’è un rifiuto?

Qualche giorno fa ho ricevuto questo messaggio via email:  “Gentilissima Ilaria, premetto che i suoi articoli sono davvero molto piacevoli e interessanti, dal momento che danno notevoli spunti di riflessione su quelle che sono le nostre esperienze personali, avrei una richiesta da farle e cioè quella, se possibile, di trattare anche il tema di come superare un rifiuto da parte di un uomo,dato che mi interessa da vicino avendo vissuto ultimamente questo tipo di situazione. La ringrazio in ogni caso.”

Allora, che sia una casa discografica che ti cancella un contratto o di un uomo che non ti vuole, sempre di rifiuto si tratta, non credi? La lettrice che mi scrive in modo tanto gentile e cortese, non è entrata nei dettagli. Non sappiamo che genere di rifiuto è quello di cui parla nello specifico.

In questo caso faccio io l’elenco di alcuni “rifiuti” che ciascuno di noi può subire nel corso della sua esistenza. Quando si riceve un rifiuto? Si riceve un rifiuto ogni volta che le cose non vanno come vogliamo, ogni volta che le nostre aspettative vengono deluse, ogni volta che non ci viene dato quello che desideriamo.

Per fare qualche esempio, sei di fronte a un rifiuto ogni volta che:

– il tuo sorriso non viene ricambiato

– tu saluti cordialmente e non ti viene data risposta o ti viene data una risposta non proporzionata al tuo entusiasmo

– la proposta che fai ai tuoi amici di andare al cinema tutti insieme non viene accolta da nessuno

– esci con un uomo per il primo appuntamento, tutto va alla grande e lui non si fa più risentire

– la tua offerta commerciale viene scartata

– il cameriere del ristorante ti dice che non ci sono più tavoli disponibili per la cena

– un uomo non continua la conversazione con te e si mette a parlare con interesse con qualcun altro (o, peggio, con qualcun’altra)

– cerchi l’uomo che stai ferquentando al telefono o con un sms, lui non ti risponde e nemmeno ti richiama

– fai un colloquio di lavoro che va benissimo e tu sei perfetta per la posizione, ma non ti assumono

Che cosa mantiene alto il desiderio di un uomo per te e solo per te?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

– una persona non vuole avere rapporti con te, in nessun senso

– l’uomo sposato con cui hai una storia passa le feste con sua moglie e non con te

– tuo marito sta con un’altra donna

– l’uomo con cui esci da un po’ e che ti piace molto ti dice: “non sono pronto per una relazione seria”

– l’uomo con cui stai ti dice “non me la sento di continuare la relazione” con te

– tuo marito vuole la separazione

– ti lasci con il tuo fidanzato storico perché lui non se la sente di mettere su famiglia mentre tu non vedi l’ora. Dopo un anno lui si sposa con un’altra e nascono subito due gemelli. Tu, invece, sei ancora sola.

– eccetera, eccetera, eccetera.

5 passi per sconfiggere la crisi post-rifiuto

Alzi la mano chi non ha avuto una (o più) delle esperienze che ho elencato sopra! Che cosa significa questo? Che in questa valle di lacrime siamo circondati per certo solo da possibilità di rifiuto? Che siamo tutti dei rifiuti umani? :)

Va bene, partiamo dal presupposto che essere rifiutati fa un male pazzesco (per questa ragione pensaci quando sei tu a rifiutare un uomo: farlo nel modo giusto farà del bene a lui e soprattutto a te). D’altra parte essere rifiutati fa parte del gioco della vita, giusto? Lo abbiamo detto sopra. Non c’è nessuno che non sia stato rifiutato a questo mondo, nemmeno Brad Pitt o Lady Gaga.

Ok, però, se ti fermi a riflettere queste cose le sai già da sola, senza bisogno che te le dica io. O no?  Al di là delle belle parole e dei ragionamenti di buon senso, come fai nella pratica a superare lo “shock” del rifiuto? Ecco 5 passi per te.

1)  Accetta quello che ti sta succedendo: non opporti al rifiuto. Opporti al rifiuto significa metterti “contro” l’altra persona. E aprire un conflitto con qualcuno non ti porta di certo a conquistare l’uomo giusto.

2) Rifletti su quello che abbiamo detto fin qui: il rifiuto fa parte della vita (se ancora non ci credi, chiedi a un venditore di aspirapolveri porta a porta. Ma non comprargli l’aspirapolvere, se non ti serve, eh!). Ciò che conta davvero è come tu consideri il rifiuto, il significato che “attacchi” a questo evento. Analizza bene il significato che gli attribuisci.

3) Dài a te stessa l’amore e la comprensione che meriti in questa situazione: scrivi sul tuo diario le ragioni per le quali attribuisci tanto peso al rifiuto (per esempio: “ero convinta che lui fosse il mio principe azzurro”). Si tratta di un atto di ascolto e di attenzione verso i tuoi bisogni, che è fondamentale.

4)  Scopri le mille possibilità che ti suggeriscono i tuoi bisogni profondi: scrivere le ragione “segrete” per le quali un rifiuto ti ha fatto tanto male può portarti a rivelazioni soprendenti. Un esempio? Una mia cliente di coaching, Marisa, facendo questo piccolo esercizio ha scoperto che, in realtà, l’uomo che l’aveva rifiutata(dopo una settimana di passione scovolgente) le interessava perché era poco impegnativo dal punto di vista “mentale”.  L’idea le dava una momentanea tranquillità. In realtà ha scoperto di aver bisogno di un uomo molto più forte, maturo e sfidante.

5) Usa la razionalità. Ok, ora che hai spento l’emotività, usiamo la ragione: un uomo che ti rifiuta, per qualsiasi ragione lo faccia, non è l’uomo giusto per te. Questo porta con se molte cose positive: tu non hai perso tempo,  lui ti ha fatto un favore e adesso hai tempo e modo per uscire con altri uomini e trovare davvero quello giusto. Lo stile musicale di Lady Gaga era troppo originale per la Def Jam (la casa discografica che l’ha rifiutata e che non era all’altezza di gestirla). Solo un paio di anni dopo l’Interscope ha permesso che quello stile stile unico e irripetibile diventasse lo straordinario marchio di fabbrica di una star internazionale.

Hai visto la pagina Facebook di La Persona Giusta per Te?

Metti il tuo “mi piace”, per favore, non puoi rifiutarti di farlo! :)

Lascia un Commento!

154 Commenti

  1. Avatar di Anna87

    Anna87 4 anni fa (8 Gennaio 2016 20:11)

    Ciao Michela, grazie anche a te per avermi risposto. Dunque... non credo di averlo sottoposto ad un test. Se sono stata un "po' sulle mie" inizialmente, ma nemmeno per molto tempo eh... è perché la mia amica che lavora in ospedale, dove lavora anche lui, anche se in reparti diversi, mi aveva detto che girava voce che fosse un dongiovanni. Avrei dovuto ascoltare queste voci. Ma visto che mi piaceva come persona, ho voluto conoscerlo. Quindi era per capire se effettivamente il suo interesse era sincero nei miei confronti. Quindi secondo te, io in che modo l'avrei indotto a manipolarmi?!
    0
    Rispondi a Anna87 Commenta l’articolo

    • Avatar di Michela

      Michela 4 anni fa (8 Gennaio 2016 21:30)

      Non ho scritto che tu lo hai indotto a manipolarti (caso mai ti sei fatta lasciar manipolare), ho scritto ben diverso, che il tuo atteggiamento di stare sulle tue per capire se fosse interessato, mi suona di test, di manipolazione, che attraverso il tuo atteggiamento, volessi manipolare il suo. Insomma credo che questa sorta di passività non sia utile ma tutt'altro dannosa.
      -1
      Rispondi a Michela Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna87

      Anna87 4 anni fa (8 Gennaio 2016 22:50)

      Diciamo che quando poi ha scoperto il mio caratterino, stranamente non gli è andato più bene. Ma fino a quel momento non avevo motivo di ribellarmi o di dire che qualcosa non mi andasse bene... non me ne aveva dato motivo. Mi sono relazionata a lui in maniera piacevole... stare sulle mie inizialmente è stato dettato dai dubbi che avevo. Forse le avvisaglie già c'erano e io non le ho volute vedere.
      0
      Rispondi a Anna87 Commenta l’articolo

  2. Avatar di Michela

    Michela 4 anni fa (8 Gennaio 2016 20:11)

    E per aggiungere, credo anche che sia proprio questo atteggiamento di chiusura e manipolazione un pò stile "in amore vince chi fugge" che lo abbia invogliato a vincere una battaglia, facendo tutto il necessario per conquistarti, e poi una volta che ha avuto la sua conferma, ha mollato la conquista. Ovviamente questo genere d'uomo, qualsiasi possa essere la sua posizione nella società, è da evitare e da allontanare, quindi più che capire lui (che vuoi capire?) io analizzerei me stessa, come posso attuare un atteggiamento che mi permetta di tenere alla larga questi tipi e di prendere il meglio per me, chiusure e posizioni "sulle mie" escluse.Ecco, io credo questo.
    0
    Rispondi a Michela Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna87

      Anna87 4 anni fa (8 Gennaio 2016 20:33)

      Michela la mia chiusura è durata pochissimo... perché è riuscito in qualche modo a farmi aprire, e ci è riuscito quando ha iniziato lui ad aprirsi, raccontandomi cose sue personali anche importanti! Io in buona fede ho pensato che quindi potevo "fidarmi" di lui.. ho pensato: non credo che lui vada in giro a raccontare le sue cose personali a tutti... e invece, forse, ha giocato proprio su questo aspetto... non so.
      0
      Rispondi a Anna87 Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna87

      Anna87 4 anni fa (8 Gennaio 2016 20:59)

      Inoltre per un mese lui è stato fermo per un intervento al tallone, quindi è stato con il gesso immobile... poi ha messo un tutore. Per un mese ci siamo sentiti tutti i giorni, mi cercava molto più lui.. il giorno del mio onomastico mi ha mandato a casa un mazzo di fiori. Ha guidato col tutore (pur non potendo) per vedermi. Ha chiesto di vedermi tutti i giorni. Forse questi gesti, ma anche altri, io li ho interpretati (a questo punto erroneamente) come segno di un reale interesse, o quanto meno come voglia di conoscermi.
      0
      Rispondi a Anna87 Commenta l’articolo

    • Avatar di Michela

      Michela 4 anni fa (8 Gennaio 2016 22:29)

      Ma non importa che la tua chiusura è durata poco o tanto, è bastato per dar via al gioco. Anche quando suoni il citofono di qualcuno per farti aprire, schiacci il tasto per pochi secondi no? Tuttavia dai via a una serie di azioni che accadono in seguito: apri la porta, sali le scali ecc. La chiusura è un atteggiamento che non trova spazio quando si vuole istuarare un rapporto, è questo il senso. La chiusura è durata poco perchè lui ha fatto qualcosa (e perchè mai qualcuno dovrebbe far qualcosa per passare il test dell'altro? veniva offerto un lavoro?) e cosa ha fatto? Ha raccontato qualcosa di suo a qualcuno che di suo, non voleva mettere proprio niente (o voleva far sembrare di non voler mettere nulla di suo quando invece moriva dalla voglia di farlo). Gli atteggiamenti passivi ci mettono nella condizione di subire, di non agire e di non avere il controllo su se stessi e sulle proprie relazioni quindi gli hai dato la possibilità di prendere il controllo della situazione, tant'è vero che se l'è giocata come gli pareva e piaceva. Per un mese è stato fermo per l'intervento al tallone..quindi non poteva uscire, non poteva andare a mangiare la sua pizza preferita, non poteva svolgere il suo lavoro, ma poteva benissimo scriverti tutti i giorni. Hai preso in considerazione che forse ti scriveva per noia, per passare il tempo? Beh, se ti ha mandato il mazzo di fiori, è una garanzia! Come minimo il passo successivo è il matrimonio, poi la luna di miele e poi una lunga felice vita con il nostro dolce romanticone. Questa è la tua mentalità? La mia no, ad esempio. Ha guidato col tutore quando non poteva! Ecco il coraggioso e brav'uomo che pur di salvare la principessa chiusa nel castello del "sulle mie", ha affrontato i più grandi pericoli e le più grosse peripezie :D. Non ci hai mai pensato che dopo 1 mese di stare a letto, si sarà rotto i cosìdetti e pur di avvicinarsi nuovamente alla sua macchina, qualsiasi scusa fosse stata buona? E' solo un'ipotesi e un punto di vista diverso eh, ma d'altronde stiamo qui apposta..
      0
      Rispondi a Michela Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna87

      Anna87 4 anni fa (8 Gennaio 2016 23:22)

      Assolutamente si Michela, col senno di poi ho pensato che lo facesse per noia, che non avesse nulla da fare e quindi passava il tempo così. Che io gli ho fatto comodo ecc. ecc... infatti poi gliel'ho detto chiaramente.
      0
      Rispondi a Anna87 Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna87

      Anna87 4 anni fa (9 Gennaio 2016 10:32)

      Io ho riportato i suoi comportamenti per spiegare più o meno cosa ha fatto, non di certo per dimostrare il suo interesse per me. Però a questo punto io non capisco più come faccio a valutare una persona... devo pensare che dietro ad ogni azione di qualcuno che si avvicina a me ci sia qualcosa fatto in malafede?! Perché in passato mi è capitato un altro tipo del genere, ma i segnali di non reale interesse li ho visti immediatamente... tant'è vero che io mi sono allontanata subito, evitando di farmi del male. In questo caso lui mi piaceva molto, e forse non ho avuto la lucidità di evitare certi comportamenti.
      0
      Rispondi a Anna87 Commenta l’articolo

    • Avatar di Michela

      Michela 4 anni fa (9 Gennaio 2016 11:57)

      Leggi attentamente il blog e lo capirai da sola. Stay tuned :)
      0
      Rispondi a Michela Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna87

      Anna87 4 anni fa (9 Gennaio 2016 14:49)

      Ok Michela :)
      0
      Rispondi a Anna87 Commenta l’articolo

  3. Avatar di Dani

    Dani 4 anni fa (13 Gennaio 2016 15:59)

    Cara Ilaria, quanto hai scritto in risposta ad Anna l'ho imparato leggendo i tuoi articoli e i commenti sul blog, cosa che faccio ormai da circa due anni. Se avessi scoperto prima questo sito, sarei riuscita ad uscire prima da una storia dolorosa durata più di due anni e che mi ha lasciato il segno (di cui ho parlato qualche volta sul blog). Proprio nel momento in cui ero in crisi con questa persona, ho avuto la fortuna di conoscere Ilaria e i suoi interessanti articoli, che mi sono stati enormemente utili per capire ciò che stava accadendo a me stessa e alla mia vita a causa di quell'uomo che ora posso definire "malefico". Ilaria, nelle parole che hai scritto oggi ho ritrovato me stessa in quel periodo orribile: avevo accanto un narcisista che non voleva costruire niente con me, però mi teneva legata a sé facendo leva sulla mia sensibilità e sui miei sentimenti. Ero sempre io che dovevo comprendere lui e i suoi problemi. Quando io stavo male per le ripetute tensioni lavorative di quel periodo e mi aspettavo il suo sostegno (emotivo, perché era una storia a distanza), lui ne era quasi infastidito e mi diceva che, se non ero in grado di affrontare quel problema, forse dovevo cambiare lavoro! Quando avevamo delle discussioni, lui era un muro: duro, crudele e insensibile...... le sue parole, soprattutto in un'occasione, mi hanno ferita nel profondo. Pensavo che lui volesse il mio bene, invece voleva il mio male: farmi soffrire, colpevolizzarmi se lo mettevo di fronte alle sue mancanze di responsabilità, tenermi legata a lui anche se non era innamorato (e invece io lo ero di lui). Uomini così ce ne sono tanti in giro: non cercano niente da noi, se non le nostre attenzioni, perché si sentono vuoti e sanno di valere meno di zero sul piano umano. Ci rubano tempo ed energie, ci rubano LA VITA!
    5
    Rispondi a Dani Commenta l’articolo

  4. Avatar di Grazie di esserci

    Grazie di esserci 3 anni fa (3 Ottobre 2016 1:37)

    Grazie ..in questo periodo di confusjione spero di uscirne fuori ...grazie anticipatamente
    0
    Rispondi a Grazie di esserci Commenta l’articolo

  5. Avatar di Vale

    Vale 3 anni fa (4 Dicembre 2016 19:51)

    Ora vi chiedo se é l'uomo sbagliato...Sposata da 21 anni dopo 5 di frequentazione, mi lascia dicendo che si sente attratto da una collega per poi ritrattare dopo qualche giorno e dire che il problema é che non mi ama più, che ci ha provato ma mi trova diversa da lui, non interessante, non stimolante... Apatia totale. Ho letto mille siti, blog ecc. Per capire se la crisi di mezz'età per gli uomini in carriera, impegnati nel lavoro fino all'esaurimento ma felici dei loro risultati colpisca le cose raggiunte e costruite come casa famiglia e moglie e pare di sí. Lui ha detto che é un progetto finito. Che il suo amore fosse scemato si percepiva dal non cercare il contatto fisico né a letto né in semplici gesti affettuosi come carezze o attenzioni. Peró é cosí da anni da quando ha avuto un crollo-esaurimento-depressione per un grosso problema finanziario da cui si é risollevato con duro lavoro e impegno e piú attenzione verso se stesso... É sempre stato un generoso e lo é tutt'ora ma con piú attenzione alle fregature. E nei miei confronti lo é stato ugualmente. Intendo, siamo sempre andati d'accordo, mai litigi ma discussioni eventualmente, io vedevo feeling e non ci sono mancati momenti di svago, uscite, gite cene a due etc... Solo un po di distacco da parte sua che ho interpretato come stanchezza per il lavoro e per la routine. Premetto che é un tipo che cerca svaghi e interessi nuovi, é stimolante e in cerca di stimoli e forse non sono riuscita a infondergli questo anche se ci ho provato e me L'ha detto peró mi ha detto anche che non gli interessa quello che faccio... Ora non riesco a capacitarmi di averlo perso e che veramente mi veda in questo modo che é umiliante e annientante per la mia persona. É davvero l'uomo sbagliato per me? Ha davvero perso amore e interesse ? É due mesi che é via da casa e conduce la sua vita come prima ma con piú libertà perché senza moglie e figli cui si dedica il fine settimana e occasionalmente durante quando riesce a conciliare i suoi e loro impegni.... Di me non chiede e non vuol sapere se non se sopravvivo al trauma. Non riesco a provare a riprendermelo perché giá era andato via a Natale scorso per due settimane e contattandomi io avevo interpretato questo come un tentativo di riconciliazione.. E me l'ero riportato a casa per poi sentirmi dire questa volta che é stato via troppo poco tempo... Ora lo vedo più determinato a tentare questa strada della separazione e non vuole darmi alcuna speranza perché forse non c'é. Eppure per me é la persona con cui volevo e vorrei ancora passare il resto della mia vita. Sono attaccata a una vana illusione se spero che tra mesi e spero non anni decida di tornare e veda quanto ho fatto per lui e capisca che l'amore é anche donarsi all'altro? Forse si mi sono un po troppo annientata ma con un uomo sempre via chi mandava a avanti casa e figli non sapendo a che ora tornava o se doveva fermarsi per finire un lavoro? E vi assicuro che é cosí l'ho anche spiato o controllato il cellulare finché ho potuto e non ho visto nulla di strano. Che sia un santo non ci credo manco io ma allora é stato davvero bravo a nasconderlo è tuttora idem..
    0
    Rispondi a Vale Commenta l’articolo

  6. Avatar di Carmen

    Carmen 3 anni fa (2 Gennaio 2017 23:12)

    E vero tutto ciò che ho letto, sono d'accordo che dovrebbe funzionare così semplice di accettare un rifiuto, però di mettere in pratica è molto più difficile. Soprattutto quando non hai punti di riferimento, giri sempre nello stesso punto. La sofferenza aumenta, l'ambizione ti abbandona, non si fanno trovati i motivazioni e la debolezza ci guida verso alla stessa persona. E un disastro!
    0
    Rispondi a Carmen Commenta l’articolo

  7. Avatar di Sari

    Sari 2 anni fa (25 Gennaio 2017 11:14)

    Questo è sempre stato uno dei miei articoli preferiti... E lo è tanto più ora che ho subito da poco un rifiuto che mi ha fatto molto male. Dopo tre mesi bellissimi di frequentazione con un ragazzo di cui mi stavo innamorando e da cui sembravo sinceramente ricambiata, lui decide di chiudere all'improvviso con un semplice messaggio in cui mi da una spiegazione sommaria... Il ritorno della ex di cui non sapevo nulla, io che sono troppo una brava ragazza, lui che si sente uno schifo... È cambiato dall'oggi al domani e io sono rimasta spiazzata. Sofferente, accuso il colpo e sparisco. Lui si rifà vivo dopo un mese dicendomi che mi ha ancora nel cuore. Arrabbiata e delusa gli chiedo di non scrivermi se non ha intenzione di riallacciare il rapporto. Lui mi cerca di nuovo, ci sentiamo qualche volta, abbiamo una sorta di chiarimento e alla fine accetto di rivederlo in occasione di un mio viaggio nella sua città. Nel quale però lui si dimostra distaccato e non fa alcun accenno a voler riprendere la nostra frequentazione. Subito dopo sparisce nuovamente. Quello che si era dimostrato un uomo sensibile e attento, si è rivelato un ragazzino immaturo che non parla chiaro. Nonostante razionalmente ne sia consapevole, ci sto ancora male... Ci avevo sperato davvero stavolta, e continuo a chiedermi come ho fatto a non accorgermi della persona che avevo davanti. Una parte di me sa che evidentemente questa persona non mi merita, l'altra però si tormenta pensando a quello che c'era tra di noi e al fatto che avrei dovuto gestire diversamente tutta la situazione. Che se avessi avuto un atteggiamento diverso, più duro, forse... Gli ho permesso di prendermi in giro. Mi sono fidata e ho sbagliato. E ora devo digerire questo rifiuto e andare avanti. Ma non è facile. Avete qualche consiglio da darmi?
    0
    Rispondi a Sari Commenta l’articolo

  8. Avatar di Anna87

    Anna87 4 anni fa (8 Gennaio 2016 18:42)

    Ciao Gea, grazie per avermi risposto. Beh sì, in effetti è quello che ho pensato anche io... però non mi spiego allora il senso di presentarmi i suoi genitori, di parlare di me a sua madre. Di farmi conoscere i suoi amici... a che pro?! Fare e disfare senza capire effettivamente quale sia il reale motivo dei suoi comportamenti. Quindi sono ancora di più confusa, e ancora di più cerco di capire se ho delle colpe in tutto questo...
    0
    Rispondi a Anna87 Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 4 anni fa (8 Gennaio 2016 19:18)

      Cara Anna, o è un pazzo da catena o è un banalissimo cazzaro. In ogni caso, tutta questa fretta di far le cose per benino (in apparenza) é tipica dei manipolatori. Ha conquistato la tua fiducia per poi tradirla. D'altronde, dirti che gli dispiace lasciarti andare é un altro trucchetto per destabilizzarti e tenerti legata a lui, in caso più in là avesse avesse bisogno di compagnia e "intimità". Non hai nulla da rimproverarti: é lui che ha sbagliato e si è comportato male! Percio', interrompi sul nascere qualsiasi pensiero colpevolizzante e vai avanti. Coraggio! ;-)
      6
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna87

      Anna87 4 anni fa (8 Gennaio 2016 20:12)

      Grazie Gea! Spero di cacciar via dalla mia testa i pensieri negativi, il prima possibile.
      0
      Rispondi a Anna87 Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 4 anni fa (8 Gennaio 2016 20:33)

      Di niente, Anna! Ripulire la mente dai pensieri negativi é un esercizio che va fatto quotidianamente. L'amarezza é direttamente proporzionale alla forza del sentimento che si è provato e alla delusione subita... Più ci tenevi e più ci credevi, e più male ti ha fatto, più pesanti sono i pensieri. Purtroppo non vanno via con uno schiocco di dita, ma con la costanza nel pensare che non si è perso proprio nulla, perché una persona cosi vale meno di zero. Il vero amore va dato a chi sa amare davvero. Non avere più niente a che fare con un uomo squallido ridà valore a te stessa e ti permette di incontrare un uomo di valore. :-)
      9
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna87

      Anna87 4 anni fa (9 Gennaio 2016 14:48)

      Hai proprio ragione Gea! Grazie delle tue parole.
      0
      Rispondi a Anna87 Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 4 anni fa (9 Gennaio 2016 16:18)

      Di niente, Anna! Un abbraccio e buon week-end :-)
      0
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna87

      Anna87 4 anni fa (13 Gennaio 2016 11:48)

      Non riesco ad allontanare i pensieri negativi. La mia autostima è a livello zero... sto cercando di reagire con lo studio, ho degli esami universitari da terminare assolutamente. Ma la mia mente spesso va a finire a lui. Sto cercando di analizzare le sue parole e Ilaria se anche tu mi aiuti a capire, te ne sono grata! Mi ha parlato di mancata "chimica", e di vivere le cose in maniera diversa. La chimica di cui lui parla io non so a cosa ti riferisca... se una persona non mi attrae dopo un tot (limitato) di uscite, io non la cerco più. Ma lui ha fatto esattamente il contrario, dichiarandomi e dimostrandomi il contrario. Per poi uscirsene con quelle frasi. Allora mi chiedo: a che pro?! Ecco perché non riesco a staccare la spina da questi pensieri...
      0
      Rispondi a Anna87 Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 anni fa (13 Gennaio 2016 12:17)

      Ecco la cosa più sbagliata da fare è voler capire le parole di lui e un'offesa nei miei confronti chiedermi aiuto per capire, anche se l'ho spiegato in musica e continuo a farlo: alla meglio questi personaggi - privi di spessore emotivo, di senso di responsabilità e anche di logica o di razionalità o, semplicemente, di buona educazione - ripetono frasi da cartone animato per disimpegnarsi da situazioni che li annoiano, li scocciano, li stufano. E che non hanno gli attributi per reggere e affronatere (anche se vorrebbero credere, proprio a fronte della loro impotenza, di essere potenti) Alla peggio, e valutandoli con un metro di valutazione che va dalla "meno" peggio intenzione alla peggiore e più perfida intenzione, usano le donne e la loro bisognosità per rispecchiarsi e cercare una validazione, un potere e una stima di sé di cui mancano totalmente e lo fanno da idioti incoscienti (livello base della scala) o da bastardi perversi psicotici criminali (livello più alto della scala). Le loro parole hanno come unico scopo la manipolazione cioè "tenerti buona e zitta e non farti rompere le palle" oppure ridurti a un nulla, sempre a scopo di autovalidazione e di rassicuarazione della propria impotenza. Le loro parole e i loro atteggiamenti non hanno nessun valore costruttivo, comunicativo (nel senso di mettere in comune, condividere e costruire qualcosa insieme), e, se va bene, ripeto, è un disimpegno con ambizioni, però di mantenere il controllo. Le parole che pronunciano hanno il solo scopo di essere proiettili emotivi contro l'altro. Non c'è nulla da capire se non un concetto chiaro: "devo stare lontana da quest'uomo perché non solo non mi ama (ah ah ah ah ah) ma mi disprezza, mi usa e mi svilisce.". E bisogna considerare che costoro non farebbero così con qualsiasi donna: donne centrate, che hanno ben chiaro che questi sono degli idioti, questi uomini non li vedono neanche. Per cui, il primo passo è allontanarsi da questo genere di uomini (anche se al momento non si capisce bene perché e le mie spiegazioni paiono stranianti) e il secondo passo è domandarsi: "come posso prendermi cura di me in modo che questo genere di uomini non entrino nemmeno nel raggio di sorveglianza del mio radar?" Lo dico onestamente: quello che scrivo ha enorme valore. Nessun psicoterapeuta o esperto di relazioni vi spiega queste cose. Vi è una sterminata letteratura al proposito che in Italia nesssuno divulga - anche perché in pochissimi conoscono e nessuno poi sperimenta nella pratica -. Vi consisglio - sul serio - di copiare e incollare questo commento su un file word, di stamparvelo e di mettervelo nel portafoglio, da leggere ogni qual volta possibile. Se volete avere una vita sentimentale felice ed essere donne e non sciacquette smidollate che si fanno maltrattare dai molti idioti che infestano questo mondo - ma volete stare con i pochi veri uomini che ci sono, ma vanno attratti con il giusto atteggiamento mentale - seguite i miei consigli. Diversamente, davvero, evitate di venire su questo blog.
      32
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna87

      Anna87 4 anni fa (13 Gennaio 2016 12:28)

      Ilaria non era un'offesa nei tuoi confronti chiamandoti in aiuto. Anzi... e ti ringrazio tantissimo per le tue parole di cui ne farò tesoro.
      0
      Rispondi a Anna87 Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 anni fa (13 Gennaio 2016 12:37)

      La mia era una battuta che intendeva dire: "ma perché mai mi chiedete di analizzare gli idioti? Pensate davvero che io nonn abbia di meglio da fare?". Il mio tempo e la mia intelligenza sono troppo preziose per dedicarli a dei sottosviluppati. I vostri, valutate voi...
      7
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna87

      Anna87 3 anni fa (1 Febbraio 2016 23:59)

      Cara Ilaria quanto hai avuto ragione!!! Mi rileggo spesso le tue parole e me le ripeto ogni volta che mi sento giù... proprio come ora che ho letto sul suo profilo fb il cambio di status in: relazione aperta... no comment, dopo nemmeno due mesi che frequentava me, subito mi ha rimpiazzato il dottorino di 40 anni che mi ha solo sminuita e fatta sentire inadeguata! Come ho potuto farmi abbindolare da uno del genere? Eppure il mio istinto mi aveva messo in guardia!!! Comunque grazie per i tuoi consigli preziosi.
      0
      Rispondi a Anna87 Commenta l’articolo

    • Avatar di michela

      michela 4 anni fa (13 Gennaio 2016 12:38)

      Io ho un intera fila di commenti salvati. Me li sono cercati con la lentina, perchè è vero che gli articoli sono fondamentali ma anche i commenti non scherzano. Praticamente dopo mesi e mesi di psicoterapia, mi è bastato venire qui, leggere qualche frase sostanziosa e articolata e capire molte più cose di quel che cercavo di capire con la psicoterapeuta stessa, ora non è che voglio sminuire la psicoterapia, a parte lei, che non faceva al mio caso (e forse di nessuno ma questo non mi interessa troppo), ma certi concetti sono come le formule matematiche. Ho passato anche 8 ore sul blog a salvarmi e a cercare queste formule. Ho una bella libreria e ne vado fiera, grazie! :)
      1
      Rispondi a michela Commenta l’articolo

    • Avatar di fiore

      fiore 4 anni fa (13 Gennaio 2016 20:22)

      Condivido pienamente quello che dici Ilaria, è sacrosanto tenere lontano gli uomo i sbagliati. Il problema a uesto punto è: visto che gli uomini giusti sono pochi, come riconoscerli e non perderli? E se verso di essi non proviamo l'attrazione giusta sul piano fisico..bisogna subito mollare la frequentazione o andare avanti? Scusa la lungaggine..sintetizzo: sono pochi, come si riconoscono? se non siamo attratte abbastanza che fare? Ho sempre tanta paura di sbagliare..qual'è il vademecum da seguire per costruire relazioni sane? A me il campo sembra minato
      0
      Rispondi a fiore Commenta l’articolo

    • Avatar di Adri

      Adri 4 anni fa (14 Gennaio 2016 0:07)

      Tesoro magari ci fosse un vademecum... Non ci sono ricette, non esiste un formulario. Leggi tutto il blog, poco alla volta. Oltre agli articoli ci sono le guide e i nostri interventi. Ma non aspettarti di trovare l'anima gemella: aspettati una rivoluzione copernicana, che è molto molto meglio. Ti porto il mio esempio: se avessi trovato un altro subito dopo il mio ex (e lui era già un altro venuto subito dopo un altro ex) invece di trovare questo blog, non sarei cresciuta e avrei replicato lo stesso spettacolo, con gli stessi dialoghi, stessi costumi, stesse scene. Sarebbe cambiata solo l'immagine dell'attore protagonista, perché l'avrei scelto di nuovo con gli stessi criteri con cui mi son scelta gli altri. Adesso l'ultimo dei pensieri e problemi è proprio un fidanzato e quando conoscerò qualcuno sarò sicura che non sarà il bisogno a farmi capitolare. Adesso so proteggermi. Questa la mia testimonianza. Porta pazienza, fai i compiti e buona lettura.
      14
      Rispondi a Adri Commenta l’articolo

    • Avatar di benedetta

      benedetta 3 anni fa (3 Dicembre 2016 11:11)

      Ilaria, perdonami, volevo chiederti un parere inerente a quest'argomento. Posso scriverlo qui? Scusami ma non sono ancora molto pratica, so solo di star davvero male.
      0
      Rispondi a benedetta Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela

      Emanuela 2 anni fa (21 Marzo 2017 16:54)

      Ho bisogno di un chiarimento su questa tua frase "E bisogna considerare che costoro non farebbero così con qualsiasi donna: donne centrate, che hanno ben chiaro che questi sono degli idioti, questi uomini non li vedono neanche" Una persona di scarso valore smette di essere tale se ha davanti una donna di valore? Quello che leggevo sopra mi confonde: " ti lasci con il tuo fidanzato storico perché lui non se la sente di mettere su famiglia mentre tu non vedi l’ora. Dopo un anno lui si sposa con un’altra e nascono subito due gemelli." Queste due frasi lette così mi fanno pensare che potenzialmente un uomo ha ben chiaro con chi si sprecherebbe e con chi no, quindi ho la percezione che un uomo vada preso nel modo giusto per dare il meglio di se e che eventuali sue mancanze siano una nostra responsabilità. Quindi uno stronzo è tale solo con chi glielo concede, mentre è l'uomo ideale se la donna è in gamba. Probabilmente ho sbagliato la chiave di lettura, perché credo che un uomo di scarso valore anche se si maschera nel migliore dei modi e sposa e mette su famiglia con una donna di valore, ben presto tornerà alle sue buone abitudini, perché alla lunga il bluff viene fuori. Attendo tuo chiarimenti Ilaria, grazie.
      3
      Rispondi a Emanuela Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (21 Marzo 2017 17:29)

      Uno stronzo rimane uno stronzo. Di fronte a una donna che si sa difendere, passa oltre, senza colpo ferire, perché lei non solo non gli porge l'altra guancia, ma non lo vede proprio. Non si incastrano, non esistono l'uno per l'altra. Lo stronzo (il perverso narcisista, lo psycho, l'egoista totale) con la vittima prescelta si espande all'infinito: inizia con un buffetto e finisce con il buttarla giù dalle scale; o inizia ad andare da lei qualche sera la settimana, per poi farsi mantenere e portarle via risparmi e proprietà. All'infinito, se le risorse sono infinite; se sono finite le risorse o subentra qualcosa che non fa più guadagnare abbastanza, in termini emotivi etc, il rapporto cambia. E grosso modo tutti rapporti di questo genere finiscono in qualche modo. Lo stronzo che ha trovato un'altra o fa lo stronzo con lei nella stessa identica maniera - anche se non si vede e non si sa - oppure in maniera diversa: è arrivato al capolinea (ha trovato il suo status quo) e si adatta, rimanendo stronzo (non la picchia, ma la tradisce e a lei va bene, implicitamente o esplicitamente). Comunque sia lo stronzo rimane stronzo, una brutta persona con cui stare. Ma un sacco di gente sta con stronzi e con stronze, ci fa figli, ci fa affari, ergo... Consideriamo che la varietà degli umani sono infinite e infinite le combinazioni e i casi della vita. Queste però sono indicazioni che io trovo in genere valide. Considerazioni come queste: "...potenzialmente un uomo ha ben chiaro con chi si sprecherebbe e con chi no, quindi ho la percezione che un uomo vada preso nel modo giusto per dare il meglio di se e che eventuali sue mancanze siano una nostra responsabilità." ovviamente sono il male, sono il peggio che la cultura ha prodotto sulle donne fin qui. Evitiamo. Se un uomo si "comporta bene" perché la partner lo fa "rigare dritto" è quasi più stronzo di chi picchia la partner. Probabilmente sta picchiando qualcun altro o qualcun'altra. P.S: By the way, mettersi con un'altra e far nascere due gemelli non è un indicatore di non-stronzaggine. Anzi. Si colga anche l'ironia, quando possibile...
      8
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela

      Emanuela 2 anni fa (21 Marzo 2017 17:35)

      Grazie davvero, Ilaria, per il chiarimento. Quella considerazione è il peggio che possa partorire la mente di una donna insicura, ne sono stata vittima anche io in passato e per questo ho voluto metterla in rilievo. Oggi mi ritengo fortunata perché soprattutto nell'ultima storia ho chiuso istantaneamente senza perdere un briciolo di dignità e con la convinzione che comunque non avevo colpe da addossarmi o rimuginamenti ossessivi vari su quello che avrei potuto fare o non fare per salvare il rapporto e non farlo naufragare subito e questo sito mi è da sostegno in modo incredibile.
      1
      Rispondi a Emanuela Commenta l’articolo

    • Avatar di London

      London 2 anni fa (21 Marzo 2017 17:44)

      Uno stronzo è uno stronzo sempre e con tutte. Può usare varianti di stronzaggine. A mio parere, quando sembra che lo stronzo con una donna si comporti bene forse che abbia a che fare con una donna al pari stronza quanto lui, ma non stronza come intende Ilaria nel suo post mitico, diciamo stronza/perversa al pari di lui, quindi sembra che tutto vada a gonfie vele! E' verissimo, lo stronzo continua a fare lo stronzo con chi glielo permette, e al mondo ci sono tantissime donne che permettono allo stronzo di stronzeggiare. Alcune volte sento delle storie che mi fanno venire la pelle d'oca, tanto sono ingenue e accettano di tutto certe donne pur di avere a che fare con uomini che di vero uomo hanno ben poco, e queste più sono ingenue ed accomodanti più lui (lo stronzo) ci marcia.
      3
      Rispondi a London Commenta l’articolo

  9. Avatar di Alessia

    Alessia 2 anni fa (20 Marzo 2017 23:14)

    Salve, sono una ragazza di appena diciannove anni e sono cinque anni che vengo rifiutata dallo stesso ragazzo. È un mio compagno di classe e raramente ci parliamo, anzi, lui sembra a disagio in mia presenza come se sentisse in colpa; altre volte, invece, mostra la sua totale indifferenza nei miei confronti dicendo ancora che provo ancora qualcosa per lui: penso che lo faccia per far esaltare il suo ego, me lo dica lei. Lui è fidanzato, e sembrerebbe la sua prima relazione sera; è la tipica ragazza tumblr coi soldi che ha sempre desiderato, mentre a me, mi ha rifiutato dicendo che sono troppo povera per lui e quindi non vado bene. Meglio così! Ho perso fin troppo tempo per una persona del genere. Mi merito di meglio. Quello che io ora mi chiedo è: cosa significano i suoi atteggiamenti ambigui? Perché mi guarda con la cosa dell'occhio quando si bacia con la sua ragazza? Perché si ritrae infastidito quando un ragazzo ci prova con me? Io dico che si sta preparando gioco dei miei sentimenti, lei cosa ne pensa? Cosa dovrei fare?
    0
    Rispondi a Alessia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (21 Marzo 2017 10:49)

      Questo commento ancorché scritto da una giovane è uguale a mille altri messaggi che ripetono la stessa identica storia che detta in parole semplici è questa: "Ho individuato in assoluto l'uomo peggiore di tutto il circondario. Uno peggio di lui non esiste. E' vuoto, stupido, cattivo e si prende gioco di me. Io ne sono presa come quant'altri mai tanto da stare perdendo la mia vita per seguire la sua e quella della compagna, fidanzata, ragazza nei minimi dettagli. Ripeto, sono certa, è l'uomo peggiore del mondo, gli permetto di dominare la mia vita lo vorrei pazzo di me e ovviamente la colpa di questa situazione è sua." Partiamo da quel che dovrebbe fare (attenzione, parte antipatica che secondo me non ha niente a che fare con la "ragazza tumblr coi soldi" - bella roba veh -): studiare da mattina a sera, andare a scuola e non sollevare gli occhi dei libri e dalla lavagna, trovarsi una passione divorante (vanno benissimo anche i video giochi, you tube, il disegno, la mountain bike) frequentare librerie e biblioteche, leggere fino a che non le si sciolgano gli occhi.). Progettare il proprio futuro, imparare a vivere. Smettere di andare su tumblr (pensavo fosse morto) Lui è un povero cretino, perché è nato cretino e ha l'aggravante dell'età. E' un pezzo di merda. Sa quali sono gli effetti collaterali di uno studio matto e disperatissimo - ma intelligente - sulla sua vita? Che imparerà a riconoscere questi rifiuti (che incontrerà nella vita vera, in università, al lavoro) a distanza di chilometri e vorrà evitarli per dedicarsi a gente che merita. Avrà una vita dignitosa ed eviterà di passare la sua vita innamorandosi di uomini sbagliati in serie.
      14
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 2 anni fa (21 Marzo 2017 10:58)

      Si vede che sono ancora più giovane di questa ragazza perché non ho idea di cosa sia 'sto trumbl tumbrl tumblr :-D Mi colpisce il malsano voyeurismo di lei che guarda lui che bacia l'altra e poi si chiede perché lui la guarda... un'ossessione iniziata a 14 anni... Come dice Ilaria, studiare, istruirsi, coltivarsi: mens sana in corpore sano e alla larga le cacche antropomorfe!
      2
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela

      Emanuela 2 anni fa (21 Marzo 2017 16:29)

      C'è un aspetto però, del messaggio di Alessia, che mi sembra diverso da quello che solitamente leggo su questo sito. Solitamente quello che emerge dai nostri confronti è la manipolazione, la truffa sentimentale, il pressapochismo e l'inaffidabilità dei soggetti in cui ci imbarchiamo. E la costante è che tali soggetti siano sbagliati non solo nei nostri riguardi, ma nei riguardi di chi incappa sul loro cammino. Se io ho una storia con un uomo che mi ha mentito sul suo essere libero, va da se che l'altra non è meno fortunata di me, perché ad essere state raggirate siamo in due e così via con gli esempi. In questo caso il messaggio parla chiaro: il ragazzo non è mai stato interessato a lei e non mostra alcun segnale contraddittorio se non quello che lei costruisce a sua pallida illusione ( per intenderci, anche io se mi sentissi osservata mentre bacio qualcuno mi volterei a guardare chi è il guardone di turno ). Qui il problema è oltre, abbiamo una persona che non accetta un chiaro e netto rifiuto anche davanti all'evidenza di un rapporto da lei stessa definito "serio". Non viene presa in giro da nessuno se non da se stessa, e se la canta e se la suona da ben cinque anni. Il fatto che poi sia così giovane mi pare un'aggravante, perché alla sua età in cinque anni ne scorre di acqua sotto i ponti. Insomma, per una volta più che additare lui come povero cretino ( salvo non essermi sfuggito qualcosa ), penserei che lei ha un'ossessione assolutamente non sana.
      4
      Rispondi a Emanuela Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (21 Marzo 2017 17:41)

      In effetti ti manca un pezzo. E questo è quello che Alessia ha scritto sul blog. Io userei (e mi rivolgo anche a Gea) un po' più di comprensione e di tenerezza verso una ragazza di 19 anni e tanto più verso una di 14. Commenti come quello di Alessia evidenziano una solitudine e un abbandono emotivo da parte del mondo degli adulti che sono agghiaccianti. Ci sono persone che hanno 3 volte l'età di Alessia che non hanno minimamente un approccio più lucido alle relazioni, come si può pretendere che ce l'abbiano degli adolescenti? Sembra proprio che questi ragazzi non abbiano su di loro un occhio un po' acuto che si faccia voce e chieda: "Ehi, tutto bene? Tutto a posto a scuola?" o un orecchio disposto ad ascoltare. Questi ragazzi non hanno una relazione con gli adulti, come possono capirci di altre relazioni?
      10
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela

      Emanuela 2 anni fa (21 Marzo 2017 17:50)

      Grazie, in effetti commetto l'errore di non empatizzare e pretendere un atteggiamento adulto da parte di chi ha davvero poca esperienza con il mondo e non ha nessuno che gli faccia strada.
      1
      Rispondi a Emanuela Commenta l’articolo

    • Avatar di Alessia

      Alessia 2 anni fa (21 Marzo 2017 17:59)

      Hai fatto centro!! Grazie Ilaria per la comprensione :) Sono cresciuta con una forte mancanza d'affetto se non perché sto crescendo senza una figura femminile nella mia vita. Molto probabilmente, mi sono resa conto dalle risposte al mio commento, di aver trasformato questa situazione in qualcosa di malsano, e non vi dò torto, avete ragione, ma il mio comportamento si può spiegare attraverso il fatto che una minima attenzione mi porta ad attaccarmi a quella persona per il fatto che nessuno mi mostra affetto nei miei confronti. Detto ciò, non ho capito la parte finale del messaggio di Ilaria? Volevi intendere che sarò io in futuro a capire questi rifiuti e meritarmi di meglio?
      0
      Rispondi a Alessia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (21 Marzo 2017 18:10)

      Sì, sì, intendevo questo, ma non in futuro, subito se smetti di pensare a quel pirla. Ma non hai la maturità, quest'anno? Non dovresti essere a consumarti sui libri? :D
      2
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Alessia

      Alessia 2 anni fa (21 Marzo 2017 18:20)

      Sì, ho la maturità!! Scusa se ti ho rinviato la risposta ma non vedevo che ti era arrivato :) Ed è quello che sto facendo, prima stavo studiando e mentre facevo una pausa sono venuti qui per vedere se avevi risposto! Il mio altro problema è che quando penso a questa situazione mi viene l'ansia e inizio a vomitare e perdo la voglia e la concentrazione sui libri. Cosa mi consigli? Come faccio a distrarmi?
      0
      Rispondi a Alessia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (21 Marzo 2017 18:26)

      Non ti devi distrarre, devi rimanere concentrata sui libri!!! Per distrarti vieni qui a raccontarci quello che studi, così anche io imparo qualcosa. Vieni qui a raccontarci che cosa vuoi fare da grande. Scrivimi regolarmente messaggi personali in privato (brevi). Esci a fare una passeggiata tutti i giorni a metà orario di studio, fai movimento. La domenica non studiare. Bevi (acqua), mangia regolarmente, mangia frutta e verdura. Guarda film divertenti, commedie. Esci con le amiche. Quando sei sui libri e ti appaturni, alzati subito, vai a bere un bicchier d'acqua, e fai una o più di queste cose: vai in bagno a spazzolarti i capelli a testa in giù, lavati la faccia, cambia abito, lavati i denti, fatti la doccia, fai 100 salti, immagina tutto quello che vuoi per te, esci e fai il giro dell'isolato, vai a fare una corsetta al parco, fai serie di 10 flessioni. E' come una sfida sportiva.
      15
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Alessia

      Alessia 2 anni fa (21 Marzo 2017 18:37)

      Io ti ho scritto in privato, su Facebook!! Quindi non saprei dove altro contattarti. Comunque se vuoi sapere domani ho la simulazione della seconda prova e sto in crisi :D Devo rimettermi sotto adesso, quindi ora vado. Se posso contattarti anche in privato dimmi dove perché non lo so sinceramente :)
      0
      Rispondi a Alessia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (21 Marzo 2017 18:45)

      Mi hai già contattato in privato. Comunque ora anch'io vado a studiare che ho il test d'inglese venerdì. Ciao!
      0
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Lu

      Lu 2 anni fa (21 Marzo 2017 23:42)

      Che bel commento Ilaria! Prendo spunto anche io! Alessia, per rilassarti potresti provare con una tazza di thè o anche facendo respiri profondi ad occhi chiusi per un pò di tempo. Non ricordo dove ho letto (e spero non sia una sciocchezza :D) che l'ansia (che spesso assale anche me :)) cresce-cresce-cresce e poi decresce-decresce-decresce naturalmente, tipo la curva di Gauss (forse in matematica ti è capitato di incontrarla). Ecco se pensi questo, che dopo un pò naturalmente se ne va, forse ti senti già più tranquilla. Un abbraccio!
      0
      Rispondi a Lu Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 2 anni fa (21 Marzo 2017 19:09)

      Ilaria, mi spiace molto che la mia franchezza sia a volte maldestra. La comprensione per i ragazzi ce l'ho eccome e so che non é facile crescere, altrimenti non lavorerei con adolescenti e non avrei da loro i riscontri positivi che ho, ma é vero che un conto é parlarsi a quattr'occhi e un altro é comunicare per via telematica. ll commento sul guardare i due che si baciano non l'avevo scritto per giudicare la nostra giovane amica, ma per farle notare che non era una cosa sana e che, appunto, l'ossessione in giovane età é tutto fuorché positivo e che é meglio imparare da subito a stare alla larga da pessimi soggetti. L'ho scritto come avrei voluto scrivessero o dicessero a me, a 20 anni, di non iniziare una storia con un bastardo che mi ha fatto male, ma al male ero già abituata in casa, con mia sorella molto più grande che mi manipolava e ha ampiamente contribuito ai miei errori da ventenne. Credimi, non ho dimenticato come ci si sente quando non si hanno riferimenti o sono contraddittori. Mi scuso con Alessia per il commento involontariamente duro e le auguro, come già detto, di crescere forte e lontana da gentaglia.
      0
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di London

      London 2 anni fa (21 Marzo 2017 16:54)

      Fantastica risposta di Ilaria, as usual!!! Intanto Alessia, hai appena 19 anni, non ti sembrano un po' tanti 5 anni dei tuoi appena 19 dietro a sto poverino? Rifiutata per ben 5 anni, quindi più volte? non è ora di voltare pagina? Su, voltala e non considerare più il ragazzotto. Guarda oltre...non lui che si bacia con la ragazza tumblr coi soldi...
      1
      Rispondi a London Commenta l’articolo

    • Avatar di tina

      tina 2 anni fa (22 Marzo 2017 0:10)

      Cara Alessia, il tuo commento mi parla molto e mi ricorda benissimo come era la mia situazione qualche anno fa. Nel mio caso mi perdevo nel guardare, spiare, sorridere e cercare di parlare a ragazzi che non mi sorridevano, che non erano entusiasti di vedermi, che non mi parlavano praticamente mai. Non dico che oggi sono totalmente l opposto perché non so cosa sia, ma ho fatto molti miglioramenti e sono davvero contenta. Per me una delle cose piú dure è stata realizzare che sono sempre stata sola, da sempre, e che le prese sul mondo me le sarei continuata a costuire da sola. Senza sostegno, senza consigli, senza qualcuno con cui parlare se non sapevo come pagare la vita dell'università. Mi ricordo che ad un certo punto stavo talmente male, anche fisicamente come te, che ho deciso fermare tutto di dedicare il tempo solo a me stessa. Così mi sono concentrata sugli studi al massimo. Ho afferrato con forza i miei studi e me e tutto quello che mi piaceva. Ho passato tanto tempo a discutere e cercare dei professori che mi corrispondevano e con i quali potevo avere degli scambi arricchenti. Ricordo che nello stesso periodo ho iniziato a seguire, all'inizio solo ogni tanto talmente era una dura per me leggerlo, questo blog. Non ho più voluto frequentare ragazzi e immischarmi in problemi, e quindi ho deciso di fare così fino a quando le cose non sarebbero state chiare nella mia testa. Durante due anni e mezzo non mi sono avvicinata a ragazzi, non mi sono fatta corteggiare, non mi incantavo, non ho fatto l amore e penso che mi ha fatto davvero bene. Ho fatto moltissime altre cose. Cara Alessia, auguro alle tue potenzialità e alle tue qualità di crescere e di prendere più spazio nel tuo presente che questo ragazzo che ti sorride ogni tanto sí e ogni tanto no. Vai verso le cose che ti mettono la grinta e che ti motivano. Concentrati sulle tue materie preferire e dacci dentro con la fantasia e i sogni. Ti abbraccio da lontano ;-) Tina
      10
      Rispondi a tina Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (22 Marzo 2017 8:56)

      Insomma, non ha scampo, deve studiare. :D
      7
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  10. Avatar di Alessia

    Alessia 2 anni fa (22 Marzo 2017 14:34)

    Che bello leggere questa risposta!! Grazie mille per la comprensione e per i consigli, ne terrò conto :) Sei molto gentile. Cercherò di dedicare un po' di più a me stessa e allo studio. Per quanto riguarda i ragazzi non ne voglio proprio sapere. Non ci so fare: un po' per la timidezza e un po' per l'insicurezza. Spero solo che con il tempo migliorerò le mie qualità per sentirmi più sicura di quello che dico e faccio, e soprattutto capire che non ho nulla che non va e iniziare a piacermi. Grazie :)
    0
    Rispondi a Alessia Commenta l’articolo

  11. Avatar di PAMELA

    PAMELA 2 anni fa (30 Maggio 2017 15:05)

    buon giorno a tutte voi, ho letto per la prima volta questo articolo perchè proprio ieri sono stata scaricata da un uomo che frequentavo da un mese. Come ci insegna Ilaria e anche molte di VOI, non mi sono autocolpevolizzata, anche perchè avevo capito anche io che non eravamo affini, solamente ho provato rabbia lo ammetto a non saper reagire al suo: "mi ha ricontattato una mia ex con cui c'erra una gran passione e vorrei rivederla, quindi te lo dico per correttezza" ! io sono rimasta male e non ho detto altro che : "grazie di avermelo detto ", quando in realtà avrei voluto dirgli che mi sembrava una scusa da uomo mediocre e vigliacco, io avrei detto tranquillamente : non siamo affini, stop! TU ILARIA SCRIVI QUI: scrivi sul tuo diario le ragioni per le quali attribuisci tanto peso al rifiuto, e io per la prima volta voglio capirmi, leggermi , e volermi tanto di quel bene mai avuto prima. Credo di esser delusa per non aver saputo rispondere. Ma ormai lascio andare la cosa così, senza repliche aggiuntive, dando il giusto apporto temporale alla delusione ( un giorno al massimo , visto che non è una gran perdita ) . Sono sulla giusta via? Lo spero tanto :)
    0
    Rispondi a PAMELA Commenta l’articolo

  12. Avatar di Linda

    Linda 2 anni fa (2 Luglio 2017 15:09)

    Ciao. Mi chiamo Linda e ho 38 anni e vorrei raccontare la mia storia. Fino a un certo punto della mia vita sono stata la classica "Vittima d'amore". Dopo essere riuscita a concludere una disastrosa storia di 7 anni con un uomo dedito all'alcol che mi condizionava molto, ho intrapreso un percorso da una psicanalista che mi ha aiutata ad uscire dai sensi di colpa e inadeguatezza verso l'intero cosmo. Ho passato un periodo da sola e ho ricostruito la mia vita ed è stato in quel momento che ho conosciuto(o meglio ritrovato) Francesco, un imprenditore italiano e mio ex vicino di casa che oggi possiede dei bar in California dove si trasferì 12 anni fa. Siamo stati insieme un anno e mezzo e visto che io vivo in Italia immaginerai la difficoltà della storia a distanza. Ma lui è venuto in italia spesso per stare con me e io sono andata America a casa sua per un mese e mezzo. E' sempre stato presente e premuroso e generoso nei miei confronti. Convivenza perfetta. Ci amavamo . Un uomo diverso da tutti quelli che ho conosciuto. Ex musicista e compositore, fervente cattolico osservante . Tra noi si è instaurato un dialogo profondo. Parlava e soprattutto ascoltava e domandava!!!.E poi c’era tantissima passione. Per me era perfetto ma la mia psicanalista mi faceva sempre notare che lui ,nel suo modo edulcorato di rapportarsi a me, creava in realtà delle distanze . Ancora oggi non so se ho fatto bene o male a seguire il consiglio della psicanalista di porre lui domande dirette su come intendeva gestire il nostro futuro e su cosa sarei stata io per lui. Ma sentivo di avere la situazione in mano poiché lui cercava di compiacermi in ogni modo . Non nego che questo mi creava disagi, poiché spesso , dopo aver detto di si a qualche mia iniziativa mi "confessava" che non avrebbe voluto farla. Ma me lo diceva sempre dopo e quindi è nata in me la paura non sapere mai cosa davvero lui pensasse. Mi ha introdotta nella sua famiglia dove sono stata accolta con calore ma quel che mi feriva era che non mi presentava mai a parenti e amici come sua compagna ma solo col mio nome. Inoltre in casa della mamma era esposta in modo un po' nascosto una foto di lui con l'ex "storica" . E' stato lui a farmela notare promettendomi , senza che io chiedessi niente, di dire a sua madre di toglierla per rispetto a me ma non lo ha mai fatto nemmeno quando glielo ho ricordato. Dopo l'ultima sua visita in italia a marzo ha pianto alla sua partenza all'aereoporto . Era disperato perché non voleva lasciarmi e ha parlato (viste le restrizionisull'immigrazione in USA) di matrimonio come unica soluzione al nostro stare insieme "perché così non era possibile continuare in eterno". Mi sono immaginata in abito bianco e ho sognato una nostra casa davanti all'oceano , lui che mi attendeva all’altare e una figlia immaginaria alla quale avevo già dato un nome. Non appena è rienrato in america tutto è cambiato . La sua assenza dal lavoro aveva comportato dei problemi gestionali e uno dei suoi locali è andato a picco nel giro di poco e tuttora è in gravissima crisi. Mi ha detto che da quel momento la nostra storia non aveva più la priorità e che non era sicuro di provare più amore per me. Non vedeva un futuro con me e si sentiva uno "stronzo" fallito che non aveva realizzato niente nella sua vita. La passione ,a suo dire , se ne era andata ma mi ha chiesto di stargli vicino sperando che questo suo calo di entusiasmo dipendesse da un carico pesante di preoccupazioni. Ci ho provato e gli ho suggerito di andare da un terapeuta (ha rifiutato) ma non sentirmi dire mai più che mi amava e fare i conti ogni giorno con un automa freddo e insensibile mi faceva sentire male. Sono tornata da lui in America . Lui un riccio dismesso , ma non sapeva esprimersi e dire cosa provava. Mi abbracciava in continuazone e mi chiedeva di dargli tempo. Abbiamo avuto forti discussioni che però ci hanno riavvicinati . Così sembrava.. All'aereoporto soliti pianti e la promessa che sarebbe tornato a trovarmi dopo un mese e mezzo e che poi sarei andata io da lui per l'intera estate. Ma non lo ha mai fatto e si è allontanato ogni giorno di più. I suoi modi diventati glaciali e stizzosi mi hanno esasperata e ho deciso di lasciarlo. In un primo momento sembrava disperato ma poi mi ha detto che si sentiva sollevato da tutto ciò. Ci siamo riavvicinati ma lui ancor più freddo non faceva che ripetermi che non vedeva un futuro ma che mi avrebbe voluta in america "senza aspettative". Nel frattempo i locali sono andati ancor più in crisi, lui ha smesso di dormire e ha triplicato le sue ore lavorative per risparmiare sul personale. Ultimamente si è addormentato alla guida per la stanchezza. Durante una discussione mi ha detto che se mi avesse amata davvero mi avrebbe voluta con lui in un momento di crisi e che invece non sentiva desiderio di vedermi ma solo di pensare al lavoro . Mi ha poi detto di non acquistare nessun biglietto aereo per raggiungerlo poiché la storia non aveva secondo lui un futuro. Era finita. Nel dolore più grande, ho accettato la cosa. Ho passato giorni e notti a piangere e vomitare tra attacchi di panico ma non l'ho mai cercato. Dopo poco ho cominciato a sentir l'angoscia provata in questi mesi andar via e ho trovato la forza di pensare a me e a nuovi progetti. Anche se un cane bastonato sta meglio di me ho deciso di voler realizzare i sogni che ho rimandato da una vita. Ho accettato che non avrei potuto fare niente se non lasciarlo andare e questo mi ha dato forza e sollievo poiché la speranza di ritornar con lui mi stava uccidendo . Lui però ha ripreso a scrivermi giorno e sera dicendo che gli dispiace e che sa che niente ci avrebbe impedito di stare insieme ma il problema è suo che non ce la fa perché si sente un "albero piantato nel cemento". Chiede scusa e manda messaggi in cui mi dice che mi pensa. Io non ho quasi più risposto per non alimentare in me aspettative inutilii. Tuttavia una parte di me spera ancora che il distacco totale possa farlo riflettere. Se così non fosse gli avrei detto chiaro e tondo di smettere di scrivere e di dimenticarmi. Lo ignoro ? Sono una povera illusa? Grazie
    0
    Rispondi a Linda Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 2 anni fa (2 Luglio 2017 19:45)

      Mi pare ricada nel genere "uomo con troppi problemi" (non so se hai letto il post). Visto che dice di volerli affrontare senza di te, quale che sia il motivo, meglio approfittarne per prendere le distanze, ricentrarti e pensare ai tuoi e alla tua vita. Io lo ignorerei, nei limiti della decenza. Il punto è che hai diritto alla tua stabilità. A me pare che lui ti destabilizzi, e questo non va mai bene
      0
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

  13. Avatar di adriana

    adriana 4 anni fa (8 Gennaio 2016 8:38)

    Salve llaria, come posso spazzare via dal mio cuore e dalla mia mente un uomo di cui mi sono infatuata ma che non mi fila nemmeno di striscio?Mi sono immersa nel lavoro, iscritta in piscina, faccio lunghe passeggiate, mi dedico alle persone della mia famiglia, alle mie amiche ma la mente vola sempre da lui. Non riesco a spiegarmi questa fissazione considerando che lui mi conosce appena e non ha fatto niente per incoraggiarmi. Per favore, ridi pure di me non più adolescente, ma dammi un consiglio per uscire da questo vicolo buio. Un ringraziamento Affettuoso. Adriana
    0
    Rispondi a adriana Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 anni fa (8 Gennaio 2016 11:45)

      Di solito io rido di altre cose, neh, giusto come premessa. Ti sei mai chiesta a che cosa ti serve pensare a costui? Da che cosa vuoi distrarti? Che cosa non ti piace della tua vita a cui non vuoi pensare? :)
      0
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di adriana

      adriana 4 anni fa (8 Gennaio 2016 16:30)

      Non mi piace pensare che ho buttato la mia vita con un marito che non mi meritava, che non sono stata capace di affrontare la separazione nel giusto modo e che ho buttato gli ultimi n0ve anni nel sentirmi colpevole verso le mie figlie ma di cosa? Proprio nel 2015 ho cominciato a pensare che tutto questo era da pazzi ma risalire la china è difficile. Mi sono imbattuta in quest'uomo che di sicuro ha un bell'aspetto e bei modi ed ho intessuto una favola che non porta a niente. Ma la mia vita sociale fa schifo da tutti i lati..... cosa dirti di pù dovremo stare ore ed ore a scriverci. Grazie di avermi risposto.
      0
      Rispondi a adriana Commenta l’articolo

    • Avatar di tereza

      tereza 2 anni fa (26 Novembre 2017 18:08)

      Anche a me è successa una cosa simile: non più adolescente, mi sono infatuata di un uomo che non mi fila neanche di striscio. Mi sono intessuta una favola, mi sono girata dei film che esistono solo nella mia testa, e non riesco a liberarmi da questa fissazione. All'inizio forse anche per me fantasticare su di lui era un modo per evadere da una vita insoddisfacente, ma adesso le cose vanno meglio: ho più vita sociale, lavorativamente va meglio. Sono felicemente sposata con una figlia. So che suona strano quel "felicemente", considerando che mi sono presa una sbandata per un altro, eppure le cose con mio marito vanno davvero bene! Il problema è che quest'altro uomo mi piace proprio cavoli, mi piace come non mi è mai piaciuto nessun altro, in tutti i sensi. Darei non so cosa per poter approfondire la mia conoscenza con lui, ma lui proprio non è interessato (è sposato anche lui). Ma cavoli, possibile neanche un caffè? mi accontenterei, anche solo 2 chiacchiere ogni tanto, anche solo di un rapporto di amicizia... e invece nulla. Lui è come se avesse eretto una barriera intorno a sé e superarla è impossibile. E io ci sto malissimo.
      0
      Rispondi a tereza Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (26 Novembre 2017 18:41)

      Vedi che in giro ci sono degli uomini con la testa sulle spalle. Bene che costui non ti calcoli, grandioso che abbia addirittura eretto una barriera. Tu intanto leggi qui: https://www.lapersonagiusta.com/errori-comuni/passione-amore-seduzione-attrazione/
      0
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  14. Avatar di lexy

    lexy 4 anni fa (17 Maggio 2015 0:17)

    Salve vorrei un consiglio.Mi sono messa con un ragazzo cheè perfetto. Prima di lui però sono stata con uno che mi ha fatto soffrire tanto: era perfido e usava il mio sentimento x costringermi a fare cose che non volevo, ank in ambito sessuale. Quando ho cominciato ad aprire gli occhi e l ho mandato a quel paese mi sono resa conto che lui non ha mai provato nulla x me proprio perché non gli dispiace di avermi persa. Provo una profonda vergogna per quello che gli ho permesso di fare. Ho continui flashback che mi fanno piangere a dirotto. Per esempio ieri sera eravamo in macchina io e il mio ragazzo. Ero stanca dal lavoro e mi sono addormentata sulle sue gambe. Mi sono svegliata di soprassalto proprio a causa di un flashback.  Con lui non ne voglio parlare perché ho paura che pensi che tengo ancora all altro, quando non è vero. Non so perché mi succede e come fare per smettere. Aiutami Ilaria 
    0
    Rispondi a lexy Commenta l’articolo

    • Avatar di Demi

      Demi 1 anno fa (29 Aprile 2018 21:29)

      Cara lexy, io ho fatto per poco più di 6 mesi una terapia antitraumatologica, è efficace e rapida, almeno per me lo è stata. Se dai una occhiata alla terapia chiamata EMDR puoi farti un'idea di cosa si tratta. Anche secondo me, come dice Ilaria, si tratta di traumi non elaborati, documentati e se riesci, prova. Io sto benissimo adesso. Almeno per la risoluzione di importanti traumi del passato. Un abbraccio
      0
      Rispondi a Demi Commenta l’articolo

  15. Avatar di A

    A 7 mesi fa (25 Dicembre 2018 11:25)

    Quanti rifiuti ho ricevuto? Oh, una quantità!! Sono molto ben allenata. Faccio l’en plein dell’elenco di Ilaria!!😂 Trovo molto conforto dal pensare che il rifiuto da parte di un uomo mi permetterà di trovarne uno giusto per me, anche se, cavolo, con quello sbagliato ci ho perso quasi due decenni!! C’est la vie. Resta il fatto che non posso fare a meno di pensare che forse davvero è stato per il meglio, per me. Adesso mi concentro su tutto quello che di positivo mi è capitato dopo che sono stata rifiutata, devo ricordarmelo sempre. Alla faccia... Ben lungi dal pensare che chi ci rifiuta non ci merita, mi ricordo che non si può piacere a tutti. Anche se ci si può lavorare. Mai più rabbia, mai più sentimenti negativi, ma sorriso a 56 denti. Non perché è un giorno speciale, ma perché ogni giorno recupero un pezzetto di me, della mia vera me, anche grazie a questo blog. Buon Natale a tutti, e a tutti un augurio di gioia, per ogni giorno!!
    0
    Rispondi a A Commenta l’articolo

  16. Avatar di A

    A 7 mesi fa (25 Dicembre 2018 12:14)

    Sono ancora qui...Ho alcuni post sopra... Ilaria mille grazie!! Avrei poi un quesito, per chi volesse rispondere: ma che modo è da parte di troppi di dire quanto preferiscono un’altra, quanto non sentono la nostra mancanza, quanto si sentono sollevati senza di noi...e via all’infinito? Non si può rispondere con un cazzotto perché 1) si rimane basite ed è difficile avere la risposta pronta 2) una forse fa migliore figura fingendo aplomb piuttosto che colpire dove ci sentono 3) la distanza (nel caso di telefonate e messaggi) impedisce lo scontro fisico o l’urlo vichingo. Ma da quale albero sono scesi questi? Perché credo che parlare e ferire così sia da incivili e da stupidi, più che da stronzi. Stronzo è già un complimento. Attaccano per primi? Faccio fatica a capire come possano parlare in questo modo, anche se conosco la realtà: il vuoto nella loro testa. Provo disprezzo profondo verso chi ci ha parlato in questi termini, e penso che voglio evitare, e stare molto lontano da tali persone. Sempre perché è Natale...:)
    0
    Rispondi a A Commenta l’articolo

  17. Avatar di Margot

    Margot 5 mesi fa (4 Marzo 2019 20:48)

    Ciao Ilaria! Bell’esempio Lady Gaga che qualche giorno fa ha vinto l’Oscar dopo anni di bullismo alle spalle. Ha avuto il suo riscatto. Ti dico che con il tempo capisci che è stato meglio che sei stata rifiutata che come dice il Buddismo: meglio che una cosa non sia andata come volevi. È stato un bene essere rifiutata anche se ho insistito nonostante l’aridità e i segnali evidenti. Meglio rifiutare aridità, ego a go go e chiunque ti dica che troverà una meglio di me come io troverò uno migliore di lui. Non troverà una figa come me però troverà di meglio come io troverò persone migliori di lui.
    -2
    Rispondi a Margot Commenta l’articolo

  18. Avatar di Emilia

    Emilia 3 settimane fa (2 Luglio 2019 11:15)

    Sono dell'idea che chi ci rifiuta non ha il potere di darci o toglierci valore, semmai siamo noi a concedergli questo potere ogni volta che ci sentiamo tristi o frustrate a causa di un rifiuto. Sono stata appena rifiutata da un ragazzo più piccolo di me, quel ragazzo di cui ho parlato qui poco tempo fa perché avrei voluto fare del sesso con lui. Ieri sera ho trovato il modo di dirgli che mi piace e che avrei voluto sapere se c'era o no un interesse da parte sua... Mi ha risposto di no. Bene, almeno adesso non ci penso più e vado oltre. Se ci ho provato - cosa che di solito non mi appartiene - è perché lui mi aveva fatto credere, con i suoi modi, che ci potesse essere qualcosa. In realtà, vedendo come si comporta anche con le altre, mi sembra il classico tipo che "semina" un po' ovunque giusto per il gusto di piacere, insomma il classico narcisista. Ieri sera ne ho avuto la conferma. In fin dei conti, meglio così.
    -2
    Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 2 settimane fa (2 Luglio 2019 17:51)

      Ciao Ilaria, vorrei porti una domanda riguardo a questo episodio: secondo te mi sono resa ridicola davanti a lui? Non so ma ho la vaga sensazione di aver fatto una brutta figura o, per meglio dire, la figura della scema. Eh sì, le paturnie son tornate!
      1
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo