Lui ti rifiuta e tu trovi l’uomo giusto

come superare un rifiutoLo sai che per conquistare l’uomo giusto è indispensabile lasciare andare gli uomini sbagliati? Al proposito voglio raccontarti una gran bella storia, sul trauma del rifiuto e non solo. Leggi bene perché è una storia vera!

La protagonista è una giovane donna americana di origine italiana che ama la musica, ha un talento fuori dal comune e tanta passione. Si chiama Stefani Germanotta. Nel 2006, a vent’anni, Stefani arriva a un punto di svolta nella propria carriera: dopo tanto studio e un lungo periodo di perfezionamento  con quasi nessuna entrata economica,  la fortuna sembra accorgersi di lei. Arriva l’occasione tanto attesa: un’importante casa discografica americana, la Def Jams Records, la mette sotto contratto.

Straordinario, eccezionale, fantastico. Sembra proprio che il sogno di una vita stia per realizzarsi!

Inaspettatamente, dopo soli tre mesi dalla firma, la casa discografica ha un ripensamento, considera troppo eccentrico lo stile musicale di Stefani e scioglie il contratto. Pouf! Il sogno svanisce, un castello meraviglioso di illusioni e di aspettative crolla in un batter d’occhio. Il lavoro, lo studio, i sacrifici fatti, di colpo perdono senso. Una brillante carriera musicale sembra finita per sempre.

Dopo questo rifiuto traumatico, Stefani si ritrova punto e a capo. La disperazione potrebbe prendere il sopravvento sulla sua serenità personale e la sua voglia di successo. E invece no. La nostra amica si tira su le maniche. Torna a cantare in piccoli locali senza importanza con un misero compenso a serata. Però approfitta della “retrocessione” per mettersi a cantare con gruppi e partner  diversi e sperimenta nuovi generi musicali, ormai slegata com’è dall’obbligo di stare in un stile definito dal produttore.

Le sue ricerche e le sue sperimentazione fanno sì che riesca a creare uno stile tutto nuovo, personalissimo e inimitabile. Dopo pochi mesi, il grande pubblico e la critica finalmente si accorgono di lei. Questa volta sul serio.

A solo un anno dal terribile rifiuto, arriva una nuova offerta, questa volta dalla casa discografica Interscope Records. Dopo circa due anni dalla firma di questo nuovo contratto, Stefani decide – finalmente – di presentare al mondo intero il proprio “sound” e il proprio stile con il nome che la renderà famosa in tutto il pianeta: Lady Gaga.

Conquistare un uomo: che cos’è un rifiuto?

Qualche giorno fa ho ricevuto questo messaggio via email:  “Gentilissima Ilaria, premetto che i suoi articoli sono davvero molto piacevoli e interessanti, dal momento che danno notevoli spunti di riflessione su quelle che sono le nostre esperienze personali, avrei una richiesta da farle e cioè quella, se possibile, di trattare anche il tema di come superare un rifiuto da parte di un uomo,dato che mi interessa da vicino avendo vissuto ultimamente questo tipo di situazione. La ringrazio in ogni caso.”

Allora, che sia una casa discografica che ti cancella un contratto o di un uomo che non ti vuole, sempre di rifiuto si tratta, non credi? La lettrice che mi scrive in modo tanto gentile e cortese, non è entrata nei dettagli. Non sappiamo che genere di rifiuto è quello di cui parla nello specifico.

In questo caso faccio io l’elenco di alcuni “rifiuti” che ciascuno di noi può subire nel corso della sua esistenza. Quando si riceve un rifiuto? Si riceve un rifiuto ogni volta che le cose non vanno come vogliamo, ogni volta che le nostre aspettative vengono deluse, ogni volta che non ci viene dato quello che desideriamo.

Per fare qualche esempio, sei di fronte a un rifiuto ogni volta che:

– il tuo sorriso non viene ricambiato

– tu saluti cordialmente e non ti viene data risposta o ti viene data una risposta non proporzionata al tuo entusiasmo

– la proposta che fai ai tuoi amici di andare al cinema tutti insieme non viene accolta da nessuno

– esci con un uomo per il primo appuntamento, tutto va alla grande e lui non si fa più risentire

– la tua offerta commerciale viene scartata

– il cameriere del ristorante ti dice che non ci sono più tavoli disponibili per la cena

– un uomo non continua la conversazione con te e si mette a parlare con interesse con qualcun altro (o, peggio, con qualcun’altra)

– cerchi l’uomo che stai ferquentando al telefono o con un sms, lui non ti risponde e nemmeno ti richiama

– fai un colloquio di lavoro che va benissimo e tu sei perfetta per la posizione, ma non ti assumono

Che cosa mantiene alto il desiderio di un uomo per te e solo per te?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

– una persona non vuole avere rapporti con te, in nessun senso

– l’uomo sposato con cui hai una storia passa le feste con sua moglie e non con te

– tuo marito sta con un’altra donna

– l’uomo con cui esci da un po’ e che ti piace molto ti dice: “non sono pronto per una relazione seria”

– l’uomo con cui stai ti dice “non me la sento di continuare la relazione” con te

– tuo marito vuole la separazione

– ti lasci con il tuo fidanzato storico perché lui non se la sente di mettere su famiglia mentre tu non vedi l’ora. Dopo un anno lui si sposa con un’altra e nascono subito due gemelli. Tu, invece, sei ancora sola.

– eccetera, eccetera, eccetera.

5 passi per sconfiggere la crisi post-rifiuto

Alzi la mano chi non ha avuto una (o più) delle esperienze che ho elencato sopra! Che cosa significa questo? Che in questa valle di lacrime siamo circondati per certo solo da possibilità di rifiuto? Che siamo tutti dei rifiuti umani? :)

Va bene, partiamo dal presupposto che essere rifiutati fa un male pazzesco (per questa ragione pensaci quando sei tu a rifiutare un uomo: farlo nel modo giusto farà del bene a lui e soprattutto a te). D’altra parte essere rifiutati fa parte del gioco della vita, giusto? Lo abbiamo detto sopra. Non c’è nessuno che non sia stato rifiutato a questo mondo, nemmeno Brad Pitt o Lady Gaga.

Ok, però, se ti fermi a riflettere queste cose le sai già da sola, senza bisogno che te le dica io. O no?  Al di là delle belle parole e dei ragionamenti di buon senso, come fai nella pratica a superare lo “shock” del rifiuto? Ecco 5 passi per te.

1)  Accetta quello che ti sta succedendo: non opporti al rifiuto. Opporti al rifiuto significa metterti “contro” l’altra persona. E aprire un conflitto con qualcuno non ti porta di certo a conquistare l’uomo giusto.

2) Rifletti su quello che abbiamo detto fin qui: il rifiuto fa parte della vita (se ancora non ci credi, chiedi a un venditore di aspirapolveri porta a porta. Ma non comprargli l’aspirapolvere, se non ti serve, eh!). Ciò che conta davvero è come tu consideri il rifiuto, il significato che “attacchi” a questo evento. Analizza bene il significato che gli attribuisci.

3) Dài a te stessa l’amore e la comprensione che meriti in questa situazione: scrivi sul tuo diario le ragioni per le quali attribuisci tanto peso al rifiuto (per esempio: “ero convinta che lui fosse il mio principe azzurro”). Si tratta di un atto di ascolto e di attenzione verso i tuoi bisogni, che è fondamentale.

4)  Scopri le mille possibilità che ti suggeriscono i tuoi bisogni profondi: scrivere le ragione “segrete” per le quali un rifiuto ti ha fatto tanto male può portarti a rivelazioni soprendenti. Un esempio? Una mia cliente di coaching, Marisa, facendo questo piccolo esercizio ha scoperto che, in realtà, l’uomo che l’aveva rifiutata(dopo una settimana di passione scovolgente) le interessava perché era poco impegnativo dal punto di vista “mentale”.  L’idea le dava una momentanea tranquillità. In realtà ha scoperto di aver bisogno di un uomo molto più forte, maturo e sfidante.

5) Usa la razionalità. Ok, ora che hai spento l’emotività, usiamo la ragione: un uomo che ti rifiuta, per qualsiasi ragione lo faccia, non è l’uomo giusto per te. Questo porta con se molte cose positive: tu non hai perso tempo,  lui ti ha fatto un favore e adesso hai tempo e modo per uscire con altri uomini e trovare davvero quello giusto. Lo stile musicale di Lady Gaga era troppo originale per la Def Jam (la casa discografica che l’ha rifiutata e che non era all’altezza di gestirla). Solo un paio di anni dopo l’Interscope ha permesso che quello stile stile unico e irripetibile diventasse lo straordinario marchio di fabbrica di una star internazionale.

Hai visto la pagina Facebook di La Persona Giusta per Te?

Metti il tuo “mi piace”, per favore, non puoi rifiutarti di farlo! :)

Lascia un Commento!

156 Commenti

  1. Avatar di Goldie

    Goldie 6 anni fa (8 Maggio 2014 13:03)

    però io non mi tengo proprio nessuno, a parte la mia cagnolina (che è femmina ovviamente)
    Rispondi a Goldie Commenta l’articolo

  2. Avatar di kia

    kia 6 anni fa (17 Dicembre 2014 14:18)

    A me è successa la stessa cosa qualche mese fa. Dopo una serie di rifiuti, nel corso degli anni, da persone diverse, tradita più volte anche dal ragazzo con cui sono stata per quattro anni. Nel penultimo caso lasciata in cinque minuti perché poi doveva arrivare l'idraulico; nell'a mia ultima "storia" perché il ragazzo che stavo frequentando da due mesi è partito. Poco prima di conoscermi purtroppo aveva già inviato domanda per studiare all'estero e starà via per due anni ma tornerà per ogni festa. Io lo so che due anni sono tanti, che lui mi aveva detto che l'unica sua paura era quella che qualcuno dei due si affezionasse; io non sapevo a cosa andavo incontro, finché qualcosa non è scattato. La mia fiducia, che per tanto tempo ho fatto fatica a dare, la presenza e l'affetto, oltre che l'attrazione. Mi diceva che era tanto che non riusciva a stare così bene con una ragazza e che io in qualche modo l'avevo colpito. E aveva un modo di accarezzarmi i capelli mentre mi guardava che mi lasciava senza parole.. Mi piaceva. Io non avrei voluto altro che aver la possibilità di mandare avanti questa cosa, invece lui è partito e la settimana prima, preso tra le mille cose, per non dire parolacce, si è allontanato un po da me. Piano piano. Fino a quasi scomparire, col tempo, una volta la. Ora ho scoperto che la ha trovato una ragazza con cui sta ogni tanto, a detta di un suo amico praticamente e prettamente per cose fisiche. Per me è stato un colpo e ci sto ancora male. Speravo che a Natale tornasse da me. So che non mi merito di star male, soprattutto perché qualcuno la sua scelta l'ha già fatta, e una relazione a distanza è difficile da mantenere, ma non riesco ancora a distaccarmi da quest'idea. Questo suo modo di comportarsi e il modo di lasciarmi non mi è piaciuto, es è proprio con il rifiuto che mi devo confrontare. Il suo rifiuto mi è rimasto ancora qui. Se aggiungiamo che qui non ho amiche su cui poter contare anche se qualvosa sta cambiando, ele amiche vere comunque le ho distanti, sto cercando di farmi unnuovo giro, ma non è facile, così, da sola. E poi le relazioni con gli altri richiedono impegno e tempo, anche se noi magari siamo stufi di aspettare. Beh, nel frattempo sto sfruttando i miei interessi e sto frequentando una nuova università che sta cominciando a dare i suoi frutti! I momenti di sconforto sono ancora tanti... ma io spero di ritrovare ciò di cui ho bisogno... lamia felicità e la sicurezza, la me stessa vera e sicura e soprattutto orgogliosa di sè che in questi anni, per molte cose, ho perso. Questo è il mio desiderio per il 2015
    Rispondi a kia Commenta l’articolo

  3. Avatar di Serena

    Serena 6 anni fa (17 Gennaio 2015 13:12)

    Io sono appena stata rifiutata, prima di vederci dal vivo mo diceva che voleva una storia seria e che mi dovevo fidare di lui che tanto non guardava le apparenze.. mi diceva che voleva fare una storia seria, senza nemmeno che io gli dicessi niente inizialmente, poi dopo un po mi sono sciolta e ci ho cascata.. era la prima volta che dicevo di si a qualcuno senza averlo mai visto prima.. poche settimane fa siamo usciti, si vedeva che eravamo timidi e che non c'era filling..prima di salutarci ci siamo baciati( ed è stato lui a fare la prima mossa).. e infine mi scrive che non voleva una storia seria con me e boh.. che devo fare ?
    Rispondi a Serena Commenta l’articolo

  4. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 6 anni fa (17 Gennaio 2015 13:22)

    @Serena: guarda che non è molto difficile: ma ti pare di uscire e di decidere di avere una storia seria con un uomo che non hai mai visto? Ti pare di baciare uno con cui non hai feeling? Su dài, un po' di furbizia, un minimo almeno...
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  5. Avatar di micia

    micia 6 anni fa (4 Febbraio 2015 2:10)

    Purtroppo sono d'accordo con nicla...tante belle parole, grazie Ilaria per le tue piene di coraggio e speranza pero dopo tante delusioni credo che tutte noi invece di cercare il principe azzurro dovremmo cercare l'amore in altre cose...in noi stesse, nell'amicizia, nei familiari, nelle attività che facciamo...cerchiamo di accontentarci per ogni cosa che abbiamo anche se ci sembra di poco conto...chissa forse un giorno arriverà qualcosa di inaspettato. ..
    Rispondi a micia Commenta l’articolo

  6. Avatar di nina

    nina 5 anni fa (17 Marzo 2015 21:03)

    Complimenti prima di tutto! Ne approfitto per chiedere un consiglio...10 anni di relazione,ogni 2 anni lui mi lascia per 5-6 mesi poi torna...l ennesima volta che è tornato mi dice: questa volta facciamo sul serio e facciamo un corso pre matrimoniale,finito il corso dice che non sa cosa vuole fare è insicuro e vuole una pausa che dura da 2 mesi...ogni tanto mi scrive...non so cosa fare! Help
    Rispondi a nina Commenta l’articolo

  7. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 5 anni fa (18 Marzo 2015 0:35)

    @ Nina, c'è una e una sola cosa da fare senza se e senza ma. Una sola. E sai benissimo qual è.
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  8. Avatar di testarda75

    testarda75 5 anni fa (19 Aprile 2015 18:33)

    E' bellissimo questo post, soprattutto il messaggio finale, che dà molta speranza, anche se io la mia l'ho abbandonata da tempo. Sto vivendo un'esperienza fresca fresca di rifiuto, l'ennesima, che mi è venuta da un ragazzo molto più giovane di me, che vive a 500 km di distanza, con cui mi sentivo saltuariamente e condividevo momenti di creatività e anche di sostegno nelle sue fasi di ansia/depressione/ipocondria, e che non aveva mai nascosto la sua attrazione per me, accompagnata sempre da una serie di paranoie riguardo all'eventuale distruzione della nostra amiciza in caso di evoluzione della cosa (che poi per me l'amicizia è ben altro) Poichè lo scorso finesettimana avevo un impegno nella città dove vive abbiamo deciso di vederci e alla fine abbiamo passato il finesettimana insieme. Le premesse non erano delle migliori (non voleva la storia a distanza, aveva altre situazioni aperte, doveva pensare a trovare stabilità sul lavoro) ma io, dopo un'iniziale resistenza, ho voluto rischiare lo stesso e darmi una possibilità, facendomi molto male. Quando mi ha accompagnato al treno non mi ha detto una parola, io gli ho scritto dopo qualche giorno e la sua risposta è stata che non è scatttato quel "qualcosa in più", non c'è stata chimica, cosa abbastanza umiliante per me (anche perchè se l'attrazione è tale da arrivare a un rapporto, un minimo di chimica dovrebbe eserci, se no siamo animali, il resto si costruisce dopo, e a me è stata sbattuta una porta in faccia invece). Potrebbe anche essersi trovato male dal punto di vista sessuale (e anche lì, si può ridurre un giudizio su una persona a un unico incontro senza darsi un'altra possibilità?) Me la sono cercata, è vero, se mi leggo so che le risposte sono scontate e lampanti,e so anche che dovrei incassare il rifiuto e andare avanti. Come so bene che non è una persona che sarebbe stato in grado di rendermi felice. Il problema è che non ce la faccio a non stare male e anon distruggermi di interrogativi e colpevolizzazioni :(
    Rispondi a testarda75 Commenta l’articolo

  9. Avatar di Daniela

    Daniela 5 anni fa (16 Maggio 2015 15:31)

    Testarda@ è ciò che è successo anche a me.Ho subito due rifiuti dalla stessa persona nel giro di qualche mese. Il classico repertorio maschile di scuse per allontanare una donna. Sintetizzo: dopo 3 mesi bellissimi, improvvisamente mi dice che è meglio prenderci una pausa perché vuole stare solo, è confuso, vuole capire cosa vuole dalla vita e menate varie. Lo mando a quel paese. Dopo un mese e mezzo si rifà vivo, dicendomi che ha sbagliato. Vuole riprovarci. Io, stupida, decido, dopo vari tentennamenti, di dargli una seconda possibilità. Mi riempie di belle parole e complimenti, ma di pochi fatti. Ambiguo.Praticamente mi faccio sempre viva io con lui. In questi ultimi due mesi forse ci siamo visti si e no 6 volte. Comincia ad allontanarsi di nuovo: nessuna telefonata, solo messaggi quotidiani in cui mi racconta di sé e mi chiede cosa faccio. Voglio sentirlo al telefono ma non mi risponde. Allora mi chiama e mi dice che lui è fatto così, che sparisce, che io sono troppo istruita per lui, che non è al mio livello.Prende a pretesto la salute del padre per chiudere una relazione che sostanzialmente non è mai esistita. Un vigliacco mezza calzetta lui e un'ingenua stupida universale io che ci sono cascata con tutte le scarpe. Sapevo che non era la persona giusta per me, ma non ho voluto ascoltare i consigli delle persone a me vicine. Per un po' mi sono colpevolizzata anche io, cercando spiegazioni al suo comportamento, quando è chiaro che era semplicemente un idiota. Mi ha demolito emotivamente.L'unica cosa che ho imparato da questa esperienza è che non bisogna farsi trasportare dalle emozioni e dalla paura di restare sole. Occorre usare il cervello nelle relazioni, forse più del cuore; smettere di essere sprovvedute ed essere più ciniche.
    Rispondi a Daniela Commenta l’articolo

  10. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 5 anni fa (17 Maggio 2015 13:42)

    @ Lexy, credo che la relazione con il tuo partner precedente ti abbia causato dei traumi che tu forse hai sottovalutato e adesso le conseguenze si stanno manifestando. Probabilmente il non parlarne con il tuo ragazzo per il momento è una buona idea, dato che sono fenomeni ben difficili da comprendere. Credo potrebbe esserti molto utile rivolgerti a un aiuto professionale che si occupi di farti uscire da questa reazione che è conseguente ai traumi passati e che si concentri solo su questo, senza farti intraprendere lunghi percorsi, che possono essere controproducenti.
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  11. Avatar di flower

    flower 5 anni fa (26 Maggio 2015 17:56)

    Ciao Ilaria, a me è successo domenica, 3 mesi che usciamo, lui esce da una storia lunga di convivenza ed è stato lasciato perché lei aveva un altro. Domenica manifesto i miei sentimenti, e la sua risposta che non gli interesso se non come amica perché con me sta benissimo! ha aggiunto che nn ha fiducia in un nuovo rapporto...Come devo comportarmi?Flo
    Rispondi a flower Commenta l’articolo

  12. Avatar di Michela2

    Michela2 5 anni fa (27 Maggio 2015 9:46)

    Ciao Flower la prima parte della tua storia è stata come la mia : "domenica, 3 mesi che usciamo, lui esce da una storia lunga di convivenza ed è stato lasciato perché lei aveva un altro."Il mio uomo era stato tradito quindi ancora peggio forse e lei lo rivoleva e non lo lasciava andare... Solo che, per quanto confuso, per quanto lei lo ricercasse, per quanto tutto, lui non mi ha mai detto che non gli interessavo se non come amica. Mi ha detto che io ero bella simpatica che gli piacevo ma che forse era troppo presto per lui. Se lo mettevo di fronte ad una scelta diretta del tipo: devo cancellare il tuo numero? Lui non rispondeva...Perchè...beh non sapeva cosa dire, piuttosto che dire si' e pentirsi o dire no senza esserne convinto...glissava. Il tipo di cui parli tu pero' è stato molto chiaro,non gli interessi se non come amica.Cosa deve dire piu' di cosi'? Ci sono gli uomini str... ma quelli onesti almeno ascoltiamoli...
    Rispondi a Michela2 Commenta l’articolo

  13. Avatar di flower

    flower 5 anni fa (27 Maggio 2015 10:55)

    il problema che lui non vuole cambiare rapporto con me, vuole continuare uscire insieme, sentirci... c'è un interesse da parte sua, la compagnia ci considera una coppia e quando parla lui usa il "noi".... secondo me sarebbe stato più sincero dirmi che ora nn se la sente di ricominciare che farmi sentite uno schifo....
    Rispondi a flower Commenta l’articolo

  14. Avatar di Mihela2

    Mihela2 5 anni fa (27 Maggio 2015 11:12)

    Certo, lui vuole continuare ad uscire con te ma gli interessi solo come amica. Quindi, se a te va bene essere solo un'amica per lui (amica o amica di letto se hai un altro tipo di rapporto...)puoi continuare ad uscirci all'infinito. Se tu vuoi una storia non è la persona che ti darà questo.Te l'ha detto chiaramente lui, non te lo sto dicendo io. La compagnia vi puo' considerare sposati ma la compagnia sa quello che vede e solitamente non ci pone sopra nemmeno molta attenzione. "secondo me sarebbe stato più sincero dirmi che ora nn se la sente di ricominciare che farmi sentite uno schifo.... " Poteva dirti così ma avrebbe mentito e non puoi pensare che qualcuno ti dica quello che tu vuoi sentirti dire.Vorresti mettergli in bocca parole che non ha detto perchè saebbe quello che farebbe piu' piacere a te. Gli uomini sono esseri semplici,se dicono che gli interessi come amica e basta vuol dire quello...Non ci fare i ghirigori tu, attieniti a quello che ti ha detto...
    Rispondi a Mihela2 Commenta l’articolo

  15. Avatar di sonia

    sonia 7 anni fa (3 Marzo 2013 12:26)

    "Lasciarlo li' dov'è. Anche le offerte al supermercato scadono dopo un po'. Tu non sarai mica sempre disponibile?" facile a dirsi .....ma se si è ancora sole e encora innamorate?
    Rispondi a sonia Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 5 anni fa (26 Novembre 2015 20:00)

      "Ancora sole e ancora innamorate", o "ancora convinte di essere innamorate perché si è ancora sole"? L'amore non é il rimedio alla solitudine: quando si cerca amore per colmare la solitudine, non si trova vero amore e si è ancora più soli di prima.
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  16. Avatar di Gea

    Gea 5 anni fa (26 Novembre 2015 20:21)

    Bell'articolo e bella storia. La signorina Germanotta é davvero una tipa "corna dure", come si dice dalle mie (e dalle sue) parti. ;-) Sono da sempre e per natura una grande incassatrice, essenzialmente nello studio e nel lavoro: da maestre e prof stronzi/e (non tutti, ma alcuni si) che mi limitavano o mi davano meno di quanto meritassi, all'università e al lavoro, dove tra vaccate varie sono andata avanti imperterrita, a volte incazzata, ma sempre a testa alta. E di successi ne ho ottenuti e ne ottengo, a volte faticando smisuratamente mentre c'era chi l'ha avuta facile senza merito alcuno, a volte invece avendo la soddisfazione di veder subito riconosciuto il mio valore. Credo che per accettare i rifiuti ci voglia, oltre a un carattere combattivo (anche chi non lo é per natura puo' fortificarsi nel tempo), una buona dose di autostima (anche questa si puo' consolidare nel tempo), che aiuta a relativizzare il rifiuto e, cosa importantissima, a non valutare noi stessi in base ai nostri risultati. Se la nostra immagine dipende dai nostri successi e insuccessi, siamo in balia di cio' che accade. Di rifiuti in campo amoroso ne ho avuti pochissimi perché mi sono sempre lanciata poco nelle danze del corteggiamento e della seduzione. Ma anche li, tranne un paio di volte che ci ho sofferto, generalmente ho incassato bene. Che sia nel lavoro o nelle relazione, come dice giustamente Ilaria, un rifiuto é un'opportunità. Concludo questa mia "omelia" con un proverbio delle mie parti: "si chiude una porta e si apre un portone"! ;-) Grazie Ilaria, buona serata a te e a tutti
    Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  17. Avatar di Nicla

    Nicla 6 anni fa (23 Aprile 2014 21:11)

    Ciao a tutti ! Io in questo momento di sofferenza lasciata da due uomini ( separazione con mio marito e poi un'altra relazione e mi lascia per un'altra ) in meno di un anno sono arrivata a questa conclusione : sono poche le fortunate che riescono a trovare un uomo che le ama , quelle che rimangono si accontentano o stanno sole per costrizione ! Perché diciamocela tutta , qui si parla tanto si soddisfazione personale , stima per se stesse , essere felici con se stesse , ma la verità e' che tutti hanno bisogno di avere accanto qualcuno per essere complete ! Quello che Ilaria dice sono tutte cose che sono tamponanti per la mancanza di un uomo ! E' inutile che pensando positivo le cose cambino , non cambia assolutamente niente ! Da quando leggo i commenti in questo blog non c'è n'è una che che sia soddisfatta della propria vita amorosa ! Alla fine siamo sole con o senza autostima ! E se per caso ti passa davanti un uomo che sia giusto o sbagliato te lo tieni perché sai che non potrebbe passare nessun altro ! Con questo vi saluto !
    Rispondi a Nicla Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 5 anni fa (26 Novembre 2015 23:25)

      Se non arriva l'autobus che ci serve per andare dove vogliamo, bisogna salire sul primo autobus che capita, anche se ci porta in tutt'altra direzione? Io casomai vo a piedi, ma un autobus sbagliato non lo prendo. :-) Cosi nella vita: non é l'altro a completarci e a farci vivere la vita, non basta essere in due per essere una coppia.
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  18. Avatar di tom

    tom 6 anni fa (23 Aprile 2014 1:03)

    Ciao Ilaria io purtroppo nel febbraio del 1987 ho conosciuto un'angelo di ragazza.Purtroppo a causa della mio non stare bene con me stesso in quanto venivo da una storia di sofferenza, alla prima uscita non ho pianificato la serata come avrei voluto: con una bel mazzo di fiori per rompere il ghiaccio, con una bella cena e un dopocena. e tutto purtroppo è andato in fumo.So solo che lei è tuttora nel mio cuore e nei miei pensieri da tantissimi anni e sono sicuro che tra di noi poteva nascere un grandissimo amore.tom
    Rispondi a tom Commenta l’articolo

  19. Avatar di Gea

    Gea 5 anni fa (8 Gennaio 2016 12:59)

    Beh, io nel 1987 ero ancora nella mente di Dio! :-D Scherzi a parte, mi fa paura l'idea che si possa restare 30 anni della propria vita dentro a un romanzone rosa di paturnie e rimpianti, anziché vivere questi 30 anni per davvero.
    Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  20. Avatar di Anna87

    Anna87 5 anni fa (8 Gennaio 2016 17:43)

    Ciao Ilaria, ciao a tutte. Intanto ringrazio te Ilaria per la tua disponibilità, anche nel rispondere alle email. E proprio come mi hai suggerito un po' di tempo fa, condivido con voi brevemente la mia ultima esperienza. Conosco tramite un'amica in comune un uomo di 38 anni, medico, intelligente, affascinante etc. Iniziamo uno scambio di chiacchiere, in cui è principalmente lui a cercarmi per primo... mi dice chiaramente che è interessato a me e a volermi conoscere. Iniziamo questa frequentazione che sembra andar bene, io ammetto di esser stata un po' sulle mie, ma volevo capire se effettivamente lui fosse interessato. Cmq dopo un paio di mesi di uscite continue, messaggi, chiamate... in cui lui mi racconta in pratica tutto di sé... condividiamo anche l'intimità. Mi dice di star bene con me e che vuole costruire un rapporto serio. Ad un certo punto però mi dice che non è più convinto di noi, che non c'è chimica, che un legame non riesce ad averlo. Che gli piaccio, mi apprezza per tante qualità e che gli dispiace lasciarmi andare. Ora: io mi sono analizzata, e ammetto di aver commesso degli errori, forse l'ho pressato un po' quando volevo delle sicurezze, e dopo pochi mesi forse nemmeno lui sa effettivamente cosa provi. Ma quando ho cercato un confronto, mi sono trovata un muro... come si fa a fare, dire e condividere certe cose e poi allontanarsi come se non ci fosse stato nulla? Io ci sono stata male e ancora ci sto un po' male. Inizio a pensare che forse sbaglio io qualcosa, pretendo troppo o non so...
    Rispondi a Anna87 Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 5 anni fa (8 Gennaio 2016 18:17)

      Ciao Anna 87, secondo me non é una questione di pretese esagerate; casomai, quando ci sono ripensamenti repentini dopo pochi mesi e specialmente dopo l'intimità, credo sia gente che non ha rispetto dell'altro/a e preferisce arrivare al sodo sul piano fisico anche se non é convinta della relazione, probabilmente perché non ne vuole una, a prescindere da te. Capisco il tuo dispiacere e spero ti passerà presto. Se non ti vuole... non ti merita! ;-) Un abbraccio
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Michela

      Michela 5 anni fa (8 Gennaio 2016 19:47)

      Anna87, quel che penso della domanda che ti sei posta "come si fa a fare, dire e condividere certe cose e poi allontanarsi come se non ci fosse stato nulla", è che sintetizzi effettivamente un pò la situazione. Io credo che la risposta sulla situazione, parta focalizzando l'attenzione su te stessa, non su un perditempo qualsisi. Personalemente credo che dicendo " ammetto di esser stata un po' sulle mie, ma volevo capire se effettivamente lui fosse interessato" non sia tanto buono insomma. A me suona di test, di manipolazione. Ti immagini se una tua amica, un tuo parente o un conoscente qualsisi mettesse in atto un atteggiamento del genere con te? A te piacerebbe essere sottomessa ad un test? Non quello dell'ingresso all'università, si capisce. Le relazioni umane non si basano su test, sulle prove, sul far finta di giocare a fidanzata e fidanzatino, giuto per vedere come ci si sente. Io ho l'impressione che lui è proprio quest'ultima cosa che ha fatto, bisogna capire quale tuo atteggiamento glielo ha permesso.
      Rispondi a Michela Commenta l’articolo