Fare l’amore con un uomo: come fai a decidere? (Prima Parte)

fare l'amoreQuando è il momento giusto per fare l’amore con un uomo all’inizio di una relazione? Gli antichi romani avrebbero definito questo argomento una “vexata quaestio”, cioè un tema discusso e lungamente dibattuto, e sul quale dubbi e interrogativi restano aperti.

"Come sono belle le donne quando decidono di fare l’amore tra poco. Roberto Benigni"

Che ci piaccia o no, a XXI secolo bello che avviato e in un paese democratico e liberale quale è il nostro, tutto quel che riguarda il sesso e il fare l’amore desta ancora emozioni fortissime, tocca corde profonde e agita sentimenti di grande combattimento interiore. Perché mai il sesso è ancora un argomento così controverso? Come mai molte donne, che ritengono di essersi affrancate da antichi retaggi culturali, sentono ancora forte l’insicurezza per quel che riguarda il proprio comportamento sessuale, soprattutto per quel che riguarda l’influenza che questo loro comportamento potrebbe avere sulla relazione con un uomo? Come mai la decisione di fare l’amore (o di non fare l’amore) con un uomo suscita ancora tante perplessità?

Fare l’amore: perché tanta insicurezza?

Che il sesso sia un grande tabù non l’ho deciso io. E non l’hai deciso nemmeno tu. Fatto sta che quel che va a creare confusione nella mente e nel cuore di molte persone è di certo l’educazione ricevuta (ma va?!) direttamente o indirettamente. La religione – e non solo – si è arrogata il diritto di decidere il giusto e l’ingiusto per quel che riguarda la vita e la morale sessuale dei suoi fedeli. E tracce di questa indebita e terrificante invasione permangono ovunque e, anzi, oserei dire che il pluralismo e il multiculturalismo che finalmente stanno lambendo anche il nostro paese, invece di “diluire” certe convinzioni, le rafforzano, dato che convinzioni diverse – ma molto spesso e per la maggioranza depotenzianti – si vanno a sommare le une alle altre.

"Il pianeta è così sovraffollato che siamo costretti a far l’amore uno sopra l’altro. Mirco Stefanon"

Ma non è solo tutta colpa della religione, anche se quasi tutto origina da lì e lì va di nuovo a finire. Ci sono anche altre ragioni per cui fare l’amore è tuttora un ambito problematico per molte persone, uomini e donne, sia ben chiaro. Vediamole insieme, alcune di queste ragioni.

Fare l’amore: i motivi di tanta paura

1) Fare l’amore significa entrare in intimità con una persona, significa “scoprire se stessi”, in senso reale e metaforico. E, ovviamente, questo suscita tanta paura. Paura di sbagliare, paura, appunto, di scoprirsi, paura di lasciarsi andare con la persona sbagliata, per le ragioni sbagliate, nel modo sbagliato. E’ un atteggiamento mentale più che comprensibile, perbacco. Spesso ce la prendiamo con gli operatori dei call center che continuano a chiamarci al telefono, dato che consideriamo la loro insistenza un’invasione della nostra riservatezza, perché mai non dovremmo avere del riserbo nello stare così fisicamente in intimità con un’altra persona?

"È più difficile fare bene l’amore che fare bene la guerra. Ninon de l’Enclos"

2) Fare l’amore – e questa mi sa è una scoperta recente, maledetta società che esalta la competizione per usare meglio la manipolazione su chi alla fine si sente perdente – è per molti (e molte) una “prestazione” da valutare. E che cosa devo dire? Viviamo in un mondo nel quale se ti prendi a sprangate con un altro tifoso allo stadio, sei un bravo ragazzo che ha fatto una sciocchezza, ma se non sai fare l’amore come si deve (ma come si deve?!)… Meditate, gente. Meditate.

3) Fare l’amore viene considerata una voce del curriculum vitae. Hai presente le famose tacche sul fucile? Gli adolescenti di mezzo mondo non sono preoccupati del fatto che non sanno scrivere una frase sensata – e che vuoi Ilaria, sei così vecchio stampo? Dài, sono teenager, devono divertirsi – ma se a undici anni e mezzo non hanno avuto sette relazioni “importanti”, beh, questo sì che è un problema. E il problema peggiore è che i loro genitori la pensano nello stesso modo. Se non è avere la testa prigioniera delle manipolazioni esterne questo…
4) Fare l’amore (sì o no) viene considerata una moneta di scambio; se tu fai così allora io ti ricambio con…

"Fare all’amore è nuotare insieme assumendo l’altro come il mare che ci porta. Lou Andreas Salomé"

5) Fare l’amore: esiste tuttora un “doppio standard” di valutazione: un dongiovanni viene considerato un figo; una donna libera di fare quello che vuole e di scegliere quello che preferisce, viene considerata una poco di buono. Quante donne hanno paura di lasciarsi andare perché temono di essere giudicate “male” e di giocarsi “male” le loro carte?

Fare l’amore vuol dire amarsi per davvero?

6) Fare l’amore. E’ tutta una questione di mente. Quante volte hai sentito dire questa scemenza? Però è vero, è tutta una questione di mente; chissà che cose straordinarie devono mai accadere quando si fa l’amore? E il coinvolgimento, e la passione, e l’attrazione, e l’intesa, e la prima volta, e un uomo importante per me, e l’amore vero e via altre stupidaggini che ingabbiano il pensiero e anche il corpo. E poi che cosa alla fine fine devo raccontare alle amiche? E agli amici? Che cosa penseranno LORO della MIA vita sessuale? Come mi giudicheranno?

7) Fare l’amore: dal come e dal quando dipende se lui mi amerà per sempre, sarà l’uomo giusto per me e mi permetterà di avere una famiglia tutta mia. Possibile?!

8) Fare l’amore: se due persone hanno avuto rapporti intimi è fatta! Il legame è creato, c’è dell’intesa vera e sincera. Domani di sicuro mi chiamerà, mi dirà che mi ama e che mi vuole sposare. (Mi chiamerà prima delle 7. Del mattino).

9) Fare l’amore: se faccio l’amore con lui, capirà che lo amo davvero, perché io non sono una ragazza facile – gliel’ho detto subito, appena l’ho conosciuto, ancora prima di sapere il suo nome e lui il mio, perché ci tengo che lui sappia che sono una ragazza seria – e allo stesso tempo sono una donna moderna, abbastanza disinibita da non comportarmi da “suora”.

10) Fare l’amore: beh, ora che abbiamo fatto l’amore, deve rispettare i suoi impegni con me…

11) Fare l’amore: meglio di no, sennò poi chissà come va a finire, resto coinvolta e chissà quanto male mi sento…

12) Fare l’amore significa essere belli e interessanti: se fa l’amore con me vuol dire non solo che gli piaccio, ma che sono una donna interessante

Che cosa spinge un uomo a impegnarsi in una relazione e a rimanere fedele?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

13) Se lui desidera fare l’amore con me, significa che l’ho sedotto. Allora significa anche che ho potere su di lui. Ma se non faccio l’amore con lui, non posso sedurlo e non ho potere su di lui.

14) Se faccio l’amore mi sento meno triste e sola. Forse. Per un po’. Non so…

15) Accidenti, ho tanta voglia di fare l’amore con lui, giusto così, perché ne ho voglia. Sono una cattiva ragazza? Cosa penserà di me? Che cosa andrà in giro a dire di me?

Ora, queste sono solo alcune delle ragioni. A te ne vengono in mente delle altre? Mi interessa sapere, perché questo articolo continua e il tuo contributo è importante…

I percorsi per essere più sicura

Cogli l’opportunità del momento. Fai adesso i percorsi che ho preparato per le mie lettrici. Aumenta la tua capacità di capire te stessa e gli uomini e di avere una vita sentimentale soddisfacente ed eccitante:

I 7 Pilastri dell’Attrazione.

E’ il primo passo verso la conoscenza di te e del tuo potenziale di attrazione.

Clicca qui per iniziare il tuo percorso adesso.

Come Sedurre un Uomo senza Stress

In questo percorso si spiegano i passi dell’attrazione “autentica”, quella attraverso la quale ti dài valore, smetti di essere bisognosa e rompiscatole e riesci davvero a realizzare una relazione appagante e duratura.

Clicca qui per iniziare il tuo percorso adesso.

E se vuoi aumentare la tua autostima, c’è un percorso pratico ed efficace, con una parte dedicata tutta all’Autostima femminile:

APP Autostima Passo Passo.

Clicca qui per iniziare il tuo percorso adesso.

Lascia un Commento!

111 Commenti

  1. Avatar di Valeria87

    Valeria87 5 anni fa (26 Ottobre 2014 14:26)

    Io penso che sia ancora più importante riuscire a dare fiducia a noi stesse, prima che agli altri. Alle nostre risorse personali, che comprendono anche la capacità di riprenderci dalle batoste che la vita ci manda. Una mia cara amica è felicemente sposata da 30 anni. Stanno benissimo insieme. L'intesa sessuale è ancora molto forte. La fiducia fortissima. Eppure. Eppure lei è ossessionata dalla paura che una malattia improvvisa possa portarle via il marito. Nonostante si fidi di lui, si senta certa del fatto che lui non la tradirà, non riesce a essere del tutto serena. Teme che, se lui morisse, anche le sue possibilità di essere felice finirebbero con lui.
    0
    Rispondi a Valeria87 Commenta l’articolo

  2. Avatar di Mia

    Mia 5 anni fa (27 Ottobre 2014 10:33)

    Minou, mi dispiace da morire per la tua esperienza. Mi dispiace quasi di averti fatto la domanda, non volevo che tu stessi male. Spero tanto che tu possa trovare qualcuno che meriti la tua fiducia. Mi fa incazzare molto il fatto che persone inutili riescano a farci sentire stupide per le doti più belle e umane che possediamo e che ci portino a rinnegarle. Il tuo bisogno di avere fiducia è meraviglioso, secondo me. Un abbraccio forte.
    0
    Rispondi a Mia Commenta l’articolo

  3. Avatar di minou

    minou 5 anni fa (27 Ottobre 2014 13:42)

    Tranquilla Mia, non devi dispiacerti, fa bene tirarle fuori le cose! Per cui ti ringrazio. La mia fiducia la merito io. Per ora mi sento già bene ad avere capito questo. Un abbraccio grande a te
    2
    Rispondi a minou Commenta l’articolo

  4. Avatar di sasa

    sasa 5 anni fa (19 Ottobre 2014 11:29)

    Per me è un argomento che crea tanti dubbi come hai elencato nel tuo articolo... Soprattutto la mia inesperienzaeè stata sempre messa in giudizio da persone che si definivano "amici. Cosi mi sento frenata nel rapporto con gli uomini e ho mille dubbi.. Una frase che non mi potrò mai dimenticare detta in maniera alquanto superficiale è "quando aprirsi le gambe sarai una donna affascinante". Sono rimasta allucinata. Quindi una 13enne è una donna solo perché ha avuto rapporti??
    0
    Rispondi a sasa Commenta l’articolo

  5. Avatar di angymandr

    angymandr 5 anni fa (19 Ottobre 2014 16:07)

    In effetti... Se lo fai dopo un mese e a lui non frega na beata cippa Il giorno dopo non ti chiama lo stesso Per cui la tempistica di quando come perchè Serve a ben poco
    11
    Rispondi a angymandr Commenta l’articolo

  6. Avatar di Arianna

    Arianna 5 anni fa (19 Ottobre 2014 11:51)

    Ho iniziato con il punto 15) fregandomene delle conseguenze. Mi ha chiamata il giorno dopo e il giorno dopo ancora e ancora...ancora ....ancora. Ci siamo conosciuti meglio e piaciuti. Siamo stati in vacanza assieme e ci siamo piaciuti ancora di più. Ora a distanza di quasi un anno, continua a cercarmi e continuiamo a piacerci. Tutto perché l'abbiamo vissuta senza aspettative ed è ancora così ed io...dopo tante storie sbagliate...ho continuato a far valere i miei progetti ad uscire con le mie amiche ad andare in vacanza con loro! Non penso c'entri quando farlo ma se si vuole farlo e soprattutto se si vuole vivere il momento e quel che sarà...sarà!
    10
    Rispondi a Arianna Commenta l’articolo

  7. Avatar di Laura2

    Laura2 5 anni fa (19 Ottobre 2014 0:41)

    "Faccio sesso non l'amore, separo i sentimenti dal piacere fisico come farebbe un uomo". Questo mi sono detta e ho provato a metterlo in pratica. Senza successo. Da qui l'altra dibattuta questione: può una donna fare sesso senza coinvolgersi emotivamente?
    13
    Rispondi a Laura2 Commenta l’articolo

  8. Avatar di Marina

    Marina 5 anni fa (19 Ottobre 2014 17:14)

    Credo che per tutte le incognite del caso e il sacro diritto alla vita, il punto 15) sia quello più giusto perché più spontaneo e naturale, da seguire, infischiandosene di tutto! Da donna quarantenne posso dire : neanche capitasse tutti i giorni che qualcuno ci piaccia così e di essere ricambiate :-)!
    3
    Rispondi a Marina Commenta l’articolo

  9. Avatar di Cristina

    Cristina 5 anni fa (19 Ottobre 2014 19:09)

    Che dire, a me e' capitato di rispecchiare i punti da 8 a 10... inoltre, dopo un po' di tempo di incontri ravvicinati se percepisco che il lui di turno non è per niente innamorato, faccio più fatica a lasciarmi andare nell'intimità!
    1
    Rispondi a Cristina Commenta l’articolo

  10. Avatar di Cris83

    Cris83 5 anni fa (19 Ottobre 2014 8:26)

    Molte volte sono anche gli uomini a metterti in testa certe paure e convizioni. Ci sono quelli che si definiscono "tradizionalisti" e quando ti vedono un "peperino a letto" si spaventano. Una volta ho fatto l amore con un uomo, alla 3 uscita e quando parlando gli ho detto di avere dei valori..mi ha risposto "Ma chi te???ah ah ah ma se sei venuta a letto con me subito alla 3 uscita!! le brave ragazze non fanni cosi". Naturalmente non l ho piu' frequentato, pero' sono rimasta....mi ha spiazzata. Certe convinzioni non le abbiamo solo noi donne, ma anche gli uomini..e ti giudicano. Non vi dico se poi usate qualche sex toys ah ah!!!
    23
    Rispondi a Cris83 Commenta l’articolo

  11. Avatar di Sofia

    Sofia 2 anni fa (8 Dicembre 2017 18:37)

    Salve Ilaria, è da diverso tempo che la seguo e che leggo i suoi articoli che mi sono stati di grande aiuto nel relazionarmi con gli uomini. Stó frequentando un uomo con cui mi trovo bene e da cui mi sento attratta dopo diverso tempo. Nonostante abbia letto articoli riguardanti questo argomento mi rimane il dubbio sul momento in cui iniziare a fare sesso. Siccome da parte mia c è vero interesse non vorrei rovinare tutto e preferisco prendere le cose con calma. Come capisco quando nella relazione c'è abbastanza intesa per fare questo passo?
    0
    Rispondi a Sofia Commenta l’articolo