Riconquistare un uomo: quando è il caso e quando non è proprio il caso

riconquistare un uomoTu non ci crederai, ma se io dovessi fare delle statistiche personali, direi che le donne non desiderano tanto trovare l’uomo giusto, quanto riconquistare un uomo, un ex. E questo fatto molto spesso mi dà da pensare. Perché, detto così, su due piedi, io non credo affatto che nella maggioranza dei casi valga la pena buttarsi nell’impresa di riconquistare un uomo, anzi, molto spesso il desiderio e la pretesa di riconquistare un uomo, sono solo “sintomi”, “scuse”, “schermi” per non guardare in faccia la realtà, per non occuparsi di se stesse e della propria autostima e per non occuparti, in definitiva, di quel che ti permetterebbe di migliorare la tua vita.

Molto spesso, il desiderio di riconquistare un uomo nasce da una sorta di fissazione, dalla mancanza di fantasia, dalla voglia di stare attaccata al passato come a un porto sicuro – anche se avvilente dal punto di vista emotivo – per paura di lanciarsi nel mare aperto del futuro, con un uomo nuovo, con l’uomo giusto.

"Ci sono abissi che l’amore non può superare, nonostante la forza delle sue ali. Honoré de Balzac"

Riconquistare un uomo: che cosa è davvero importante

Chiarita doverosamente la mia posizione di scetticismo rispetto al fatto di impiegare le tue migliori energie intellettuali ed emotive nell’avventura di riconquistare un uomo, voglio definire con te alcuni punti importanti che ti possano essere utili nella pratica, se ancora sei incerta riguardo la possibilità di riconquistare un ex oppure no.

Puoi valutare di riconquistare un uomo quando:

1) Tra di voi c’è sempre stato assoluto rispetto reciproco, cioè quando non c’è stato abuso o violenza (questo è il punto essenziale: se c’è abuso o violenza bisogna mettere tra sé e il proprio uomo sbagliato la maggior distanza possibile e per abuso e violenza io intendo anche la violenza morale, psicologica ed emotiva e la manipolazione), non ci sono state “guerre” personali o famigliari, non ci sono state menzogne o bugie, anche per quel che riguarda l’aspetto economico della vita (cioè nessuno di voi due ha mai approfittato dell’altro per quel che riguarda i soldi o non gli ha mai detto bugie per quel che riguarda questo aspetto). Insomma, lui non è uno stronzo e tu non sei bastarda dentro.

2)  Se ci sono dei figli, questi figli non devono mai essere stati oggetto di abusi o di violenze di nessun genere né devono essere stati usati come strumento di ricatto, di minaccia, di potere.

Se tu o il tuo ex compagno vi siete mancati di rispetto o avete mancato di rispetto ai vostri figli, non c’è trippa per gatti: la vostra è stata una storia di odio e non di amore. Se tu sei stata violenta (anche solo dal punto di vista psicologico ed emotivo), ti consiglio di occuparti sul serio di te e del tuo modo di concepire le relazioni. Se hai subito violenza o sei stata con un uomo violento con altre persone, ugualmente hai urgente e importante bisogno di occuparti di te.

Riconquistare un uomo: essere onesta con te stessa

"È sempre accaduto che l’amore abbia ignorato quanto fosse profondo fino al momento del distacco. Kahalil Gibran"

3) La relazione che hai vissuto con l’uomo che pensi di voler riconquistare deve essere stata una relazione positiva, dunque deve essersi basata sui 9 elementi fondamentali di una buona relazione che ho elencato in questo articolo sul corteggiamento. Se la relazione non è mai stata soddisfacente, né dal punto di vista emotivo, né dal punto di vista del sesso, chi te lo fa fare di riconquistare un uomo? Non sarai mica masochista fino a questo punto, vero?

Esistono delle regole da seguire per avere una vita fortunata e felice? Molto rapida e sintetica, la guida gratuita che rivela ciò che conta per avere una relazione che ti fa stare bene.

4) Quando parlo di riconquistare un uomo, per chi non l’avesse ancora capito leggendo fin qui, parlo: a) di un uomo libero da altri legami (quindi di un uomo che non è fidanzato, sposato, impegnato con un altra donna. Troppo spesso donne che hanno avuto una relazione clandestina di solo sesso con il capo o il collega sposato mi chiedono: “come faccio a riconquistarlo?”. No, cara amica mia, non si conquista né si riconquista un uomo sposato/impegnato/fidanzato: quell’uomo è già stato “conquistato” da un’altra, ma soprattutto è talmente “conquistato” da se stesso, che tu, per desiderarlo devi volerti davvero molto molto molto male. b) quando parlo di riconquistare un uomo parlo di un uomo con cui hai avuto una relazione vera e seria, non del tipo che per un mese ti ha scritto su Facebook, “ehi, come sei carina…”, ha messo tre “mi piace” alle tue foto con le amiche in spiaggia (tutte in costume da bagno) e una volta ti ha chiesto: “ti andrebbe di prendere un caffé, un giorno di questi?”. Questo è un cretino perditempo, lascialo perdere. Lascialo perdere. No, cioè, lo chiedo a te che leggi: come faccio a far capire alle mie lettrici che i morti di fame che corteggiano su Facebook e non vengono mai al dunque sono solo dei morti di fame che non vengono mai al dunque, hanno paura delle donne e anche della propria ombra?

Riconquistare un uomo: tu come priorità della tua vita

"Ricordiamo a lungo chi abbiamo amato, meno a lungo chi ci ha amato. Gesualdo Bufalino"

5) Riprendo il punto 3: se vuoi riconquistare un uomo e quest’uomo è stato il compagno di una vita, e/o è il padre dei tuoi figli e con lui continui a condividere i medesimi valori, la stessa visione della vita, alcuni importanti progetti (possibili) per il futuro, una forte e indiscussa e indiscutibile solidarietà reciproca, ebbene, questo è uno dei casi in cui riconquistare un uomo potrebbe essere un grande momento di crescita e di sviluppo, personale, di coppia e di vita. Ma attenzione a tutte le condizioni elencate.

6) Riconquistare un uomo non vuol dire: prenderti una rivincita; tentare di far “rivivere” situazioni del passato che ti sei dipinta come molto positive (forse perché hai solo tanti rimpianti sbagliati e quindi non hai le idee chiare); non è un atto di narcisismo/egoismo attraverso il quale vuoi tentare di confermare a te stessa che sei bella/buona/affascinante facendo capitolare l’ex di turno. Riconquistare un uomo non significa nemmeno tentare di proteggerti dal rischio che lui trovi un’altra compagna. Sappi che, bella o brutta, buona o cattiva, per un mese o per dieci anni, prima o poi lui un’altra compagna se la trova. Anche tu, però, sai, puoi finalmente trovarti l’uomo giusto, se decidi di porre te stessa come priorità della tua vita. Riconquistare un uomo non significa nemmeno “tornare sui propri passi” e decidere che siccome ti senti sola e hai paura di rimanere sola tutta la vita, tanto vale che ti metti di buzzo buono a riconquistare un ex, anche se, a dirla tutto, più che un uomo, lo giudichi un ripiego.

Ebbene, se vuoi riconquistare un uomo, rileggiti bene le 6 semplici regole che ho elencate e pensa a te stessa con comprensione e con totale onestà. Non è il caso che tu ti racconti bugie o bugie mascherate da verità o finte verità di comodo.

E sono sicura che le tue esperienze di vita, le tue sensazioni, il tuo modo di vedere sono di grande utilità per te e per chi ascolta la tua opinione. Secondo te, quando è il caso e quali sono le situazioni in cui vale la pena riconquistare un uomo e quando, invece, è sicuramente meglio lasciar perdere?

Sulla pagina Facebook La Persona Giusta per Te ci sono commenti interessanti. Metti il tuo “mi piace”.

 

Lascia un Commento!

104 Commenti

  1. Avatar di antonella

    antonella 11 anni fa (3 Novembre 2013 15:07)

    Non si può cambiare così tanto, non al punto da passare dall'uomo non adatto e quello invece giusto (vale anche per le donne). Non è consigliabile volere una persona a tutti costi, e poi perchè ostinarsi? per condannarsi alla perenne infelicità nello sforzo di farsi andar bene chi proprio non va? i motivi per cui non ci arrendiamo per me sono due: il primo è perchè essere sola non è socialmente il massimo e quindi dobbiamo in qualche modo rientrare nei ranghi per farci accettare non solo dagli altri ma a volte anche da noi stesse, l'altro motivo è il non sapere arrendersi alla sconfitta di non essere riuscite a trattenere un uomo, come se questo fosse il metro con cui misurare il nostro valore: a volte bisogna saper dire basta, accettare questo insuccesso come altri, prendersi una pausa, perdonarsi per quello che non possiamo più fare, che non è in nostro potere e vedere passare il tempo...il tempo è galantuomo ed aggiusta molte cose, se solo gli permettiamo di farlo.
    Rispondi a antonella Commenta l’articolo

  2. Avatar di Goldie

    Goldie 11 anni fa (3 Novembre 2013 16:28)

    Sì yoga e mindfulness vanno spesso insieme
    Rispondi a Goldie Commenta l’articolo

  3. Avatar di patrizia51

    patrizia51 11 anni fa (3 Novembre 2013 15:41)

    Amara verità, ma è esattamente così.
    Rispondi a patrizia51 Commenta l’articolo

  4. Avatar di Laura

    Laura 11 anni fa (3 Novembre 2013 18:09)

    Io, per esperienza personale, ho capito che quando una cosa si rompe, puoi anche aggiustarla, ma non tornerà più come prima, rimarrà sempre qualche segno! Perciò penso sia meglio voltare pagina e andare avanti!
    Rispondi a Laura Commenta l’articolo

  5. Avatar di Al

    Al 11 anni fa (3 Novembre 2013 19:12)

    Per esperienza personale ti posso dire che se una cosa si rompe non puoi riaggiustarla, ma capita alcune volte che puoi creare dei rapporti nuovi. Ti posso portare un'esperienza personale. Un mio amico con il quale qualche anno fa abbiamo avuto qualcosa... andato male. Negli anni il nostro rapporto è cambiato, è cresciuto, ora siamo amici. Non c'è più quel senso di possesso, gelosia, controllo. E nonostante ogni tanto capita l'irreparabile se io so che lui vede un'altra o che ha qualche motivo per essere felice, io non sono gelosa come sarei stata un tempo, ma sono felice per lui. E lo stesso fa lui con me. Se abbiamo un problema ci si ascolta, ci si consiglia etc. ma ci sono voluti anni per avere un rapporto sempre nuovo. Se si fosse davvero rotto sarebbe finito lì per sempre.
    Rispondi a Al Commenta l’articolo

  6. Avatar di Attila

    Attila 11 anni fa (3 Novembre 2013 20:02)

    @ Patrizia In un certo senso e' più farsi compagnia che amore, vero? Non so... comprendo che il periodo che hai vissuto da sola ti abbia potuto lasciare la sensazione che fosse meglio comunque stare con lui, ma... se stare con qualcuno porta più rassegnazione che entusiasmo... ecco, mi sembra molto triste. Per come e' capitato a me di viverlo, sentirsi sole in coppia secondo me porta più solitudine che sentirsi sole.. da sole! ;) Senti, perché permetti che sia solo lui a dettare le regole del gioco, se tu hai esigenze profonde diverse? E' come se ci fosse un grosso divario tra voi due... lui decide, tu ti adegui... e sei infelice (ma lui se ne rende almeno conto? Non fa nulla?). Patrizia... pensaci: sia in quei 15 anni che in questo periodo, ti sei sentita realmente rispettata e amata? Da come descrivi la tua storia, io temo di no... :(
    Rispondi a Attila Commenta l’articolo

  7. Avatar di Rea

    Rea 11 anni fa (4 Novembre 2013 13:19)

    Io ho lasciato il mio ragazzo dopo 7 anni insieme di rispetto e fiducia, solo che dopo 4 ho scoperto che lui mi aveva mentito su un aspetto della sua salute. Da lì il tracollo. Dopo 3 anni ho perso la testa x quello o quell'altro ragazzo e alla fine lo ho lasciato. Lui è stato sempre presente, abbiamo fatto le nostre esperienze (purtroppo più che altro io) e adesso dopo 3 anni separati stiamo riprovandoci. Secondo me ne vale la pena, perché fino ad adesso è il migliore che abbia conosciuto, stiamo bene insieme sotto molti punti di vista, ma quel che dobbiamo fare alla soglia dei 30 anni è affrontare questa reunion con testa...Vorrei migliorare ciò che ci ha separato. Credo soprattutto mancanza di vera comunicazione, non ci siamo aperti del tutto per nostri personali scheletri nell'armadio. Come si può migliorare o addirittura costruire una buona comunicazione dopo tutti questi anni? Lui crede che basti uno sguardo, un sorriso o un abbraccio, ma io non credo sia così ed ho paura di rinfatuarmi del primo che mi parla più profondamente, anche se non è migliore di lui.
    Rispondi a Rea Commenta l’articolo

  8. Avatar di Patrizia51

    Patrizia51 11 anni fa (4 Novembre 2013 15:07)

    Ciao Attila sicuramente e" più un farsi compagnia si.... Ed è triste il senso di rassegnazione che provo.Hai davvero capito il senso del mio sentire Credi che non gli abbia mai detto che certi comportamenti non mi stavano bene.? Quando sei presa da una storia, quando sei coinvolta, certamente, le cose che non ti stanno bene, sono oggetto di discussione e ne abbiamo avute di discussioni, lui ha sempre saputo quanto non mi andassero bene le sue regole e i suoi paletti. Ma sapeva sempre come farsi perdonare. Finché non l'ho messo alle strette, finché non ho sentito dentro di me che in un modo o in un altro quel rapporto doveva evolvere . Lui invece mi ha detto che le cose andavano bene così che i nostri progetti potevano ancora aspettare...dopo 15 anni. Non gli stavo chiedendo una normalità dopo 15 giorni ne dopo 15 mesi, bensì dopo 15 anni!!!! Io l'ho lasciato, lui non si è mai allontanato veramente da me con la scusa di mia figlia che lui ha sempre continuato a vedere Vorrei farti capire che io non mi trovo di fronte al classico stronzo, lui ha attenzioni, premure e credo che a modo suo lui tiene a me,sembra innamorato, anche nella sfera privata mi dice che non ha mai desiderato nessun'altra donna perché il meglio lui lo ha già. Un tempo credevo fosse questo l'amore ma ora mi chiedo non è forse più manipolazione? Perché se fosse amore dovrei sentirmi più rispettata. O no? Stamattina ad esempio mi ha detto che si sentiva influenzato e che quindi non sarebbe venuto all'appuntamento per la nostra corsetta della domenica mattina, abitiamo in una città di mare e qui il tempo e' ancora bellissimo. Un tempo ci sarei rimasta male, mi avrebbe dato fastidio non essere invitata ne sarebbe nata una discussione, ma le cose non sarebbero cambiate. Oggi invece, sono andata lo stesso a correre poi sono tornata a casa doccia abbigliamento comodo caffè in centro con un' amica , ho comprato pasta fresca e dolcetti per il pranzo con mia figlia....come un tempo non sono stata invitata, ma con grande dignità lascio perdere, non voglio discutere piu Non nascondo però che ne soffro lo stesso perché mi dico a cosa e' servito allontanarmi, a strapparmelo dal cuore se poi sono tornata al punto di partenza. Mi dispiace che forse lui non se ne renda conto di questo mio cambiamento, anzi, tutto sommato forse crede che le cose vadano meglio, che il volersi bene, il volersi , come giustamente dici tu fare compagnia, sia molto meglio.
    Rispondi a Patrizia51 Commenta l’articolo

  9. Avatar di Attila

    Attila 11 anni fa (4 Novembre 2013 18:40)

    @ Patrizia Ciao Patrizia! Non so, mi sembra un po' un... Narciso, il tuo compagno: detta le condizioni, ma non lo fa da despota (almeno, non in modo evidente). E' affettuoso e presente, ma solo quando vuole lui. Ti dice che sei il suo meglio, ma non ti permette di entrare del tutto nella sua vita (e dopo tutti questi anni...). A lui va bene così, e quindi non si fa problemi se invece per te non e' la stessa cosa. Tu dici: "Un tempo credevo fosse questo l'amore ma ora mi chiedo non è forse più manipolazione? Perché se fosse amore dovrei sentirmi più rispettata. O no? " Anche i manipolatori (per questo parlo di Narcisi, manipolatori per eccellenza) sanno essere attenti e premurosi quando vogliono, anche perché se avessero solo mancanze, lati negativi e prepotenze aggressive sarebbe più facile mollarli... e loro questo non lo vogliono! Ma soprattutto, quando hai la sensazione di non essere rispettata... l'amore e' lontano, temo. Guarda, io non so se lui sia o meno un narcisista, ma una cosa la sento, dalle tue parole... credo tu pian piano ti stia distanziando sempre più, nel cuore, e il fatto che lui non lo capisca e' già un segnale. Ogni momento in cui tu avrai cura di te, come hai fatto ieri durante la sua assenza, rafforzerai la tua forza e il tuo amore per te stessa, ne sono certa... ed e' questo, secondo me, ciò che più conta adesso! :)
    Rispondi a Attila Commenta l’articolo

  10. Avatar di Patrizia51

    Patrizia51 11 anni fa (5 Novembre 2013 17:55)

    ciao cara :) si è vero ho imparato a stare innanzi tutto bene con me, e godere delle piccole cose Dici che potrebbe essere narciso..può darsi! non ci ho mai pensato ma potrebbe essere. Proprio ieri molto tranquillamente abbiamo parlato e gli ho detto che questa cosa non ci porta a nulla, mi ha detto,..sue testuali parole qualunque cosa sia, non faccio programmi a lunga scadenza, mi piace che ci sei e ancora mi ha detto diciamo che abbiamo un bel rapporto....che va al di là di qualsiasi interesse. Sono parole a me sembra di un grande parac..... e nei fatti è un rapporto senza presente e senza futuro. Allora come non distanziarsi, come non sentirsi stabili in un rapporto così....
    Rispondi a Patrizia51 Commenta l’articolo

  11. Avatar di Goldie

    Goldie 11 anni fa (5 Novembre 2013 19:43)

    Proprio parac***in effetti
    Rispondi a Goldie Commenta l’articolo

  12. Avatar di Gio

    Gio 11 anni fa (7 Novembre 2013 14:04)

    se per rompiscatole si intende anche: egocentrica, narcisista, bisognosa di attenzioni...si lo sono stata eccome! E' servito quello che gli altri mi hanno detto, e il farmelo capire...purtroppo non è facile vedersi dall'esterno...poi ci ho provato e mi sono resa conto di tante cose che non andavano bene...ho cominciato a vedermi in maniera più critica, e non più con il lapidario : "io sono fatta così chi mi ama mi segua!"...e ho iniziato a cambiare e devo dire che mi piace il risultato, la cosa più bella è stato si avere un rapporto migliore con gli altri ...tutti, ma soprattutto piacere di più a me stessa! l'autostima ne giova..
    Rispondi a Gio Commenta l’articolo

  13. Avatar di Luna

    Luna 10 anni fa (19 Maggio 2014 23:50)

    Sono totalmente d'accordo sugli argomenti per cui NON si dovrebbe tornare insieme. Secondo me si potrebbe provare a stare insieme soltanto se almeno una delle due persone è cambiata, se c'è la giusta maturità da parte di entrambi e nessuno dei due ha troppa paura NON di ritornare insieme, ma di iniziare un rapporto totalmente diversa. Si dovrebbe ricominciare totalmente da zero senza pretese di nessun genere e con rispetto reciproco. Io personalmente ho dato un'opportunità ad un ex che avevo lasciato anni prima. Alla fine il rapporto era davvero totalmente diverso da quello di prima, ed è andato male per cause diverse dalle precedenti. Se non avete superato la cosa potete parlare di "cose rotte" o "minestra scaldata", ma se entrambe le persone sono andate avanti non si tratta di riparare qualcosa di vecchio, ma di costruire qualcosa di nuovo :)
    Rispondi a Luna Commenta l’articolo

  14. Avatar di Silvia

    Silvia 10 anni fa (13 Luglio 2014 17:53)

    Ciao Ilaria, io mi trovo in questa situazione....siamo insieme da 7anni, conviviamo da 6 anni, abbiamo ristrutturato casa.. due anni fa. Da un mese lui è più distaccato... ne abbiamo parlato e lui non capisce più cosa prova, non ci sono stati litigi tra noi, mi dice che non ci sono cose che non vanno.. quando stiamo insieme sta bene.. però c'è qualcosa che non va.. Credo che sia in crisi di "mezz'età" anche se non ha neanche 30 anni, un po' lo stress sul lavoro e un po' credo di essere stata ossessiva e troppo bisognosa nell'ultimo periodo. Proprio per questo abbiamo deciso di allontanarci una settimana (per ora)... e di lasciarci più spazio e tempo per noi stessi. Entrambi vogliamo far funzionare la storia che forse ha bisogno di essere solo un po' riattivata!! .... Ti prego di darmi qualche dritta su come comportarmi nei suoi confronti. Grazie Silvia
    Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

  15. Avatar di vera71

    vera71 9 anni fa (5 Febbraio 2015 23:02)

    Io sono proprio una rompipalle senza speranza, e vorrei riconcquistare il mio lui, ma anche lì nn ho speranze, è sposato e gli sono veramente totalmente indifferente... Non sono mai stata brava a fare i conti con la realtà...continuo a farmi male da oltre 8 mesi... Adesso da 11 giorni non lo sento e non lo vedo (x me è un record::::) e sto provando a riprendermi la mia vita e soprattutto la mia dignità...quella che gli ho permesso di togliermi... Spesso crogiolarsi nel passato, ricordare, sognare è molto più semplice che andare avanti...!
    Rispondi a vera71 Commenta l’articolo

  16. Avatar di Morettina76

    Morettina76 9 anni fa (25 Febbraio 2015 2:55)

    Ciao ragazze! Io rileggo questo articolo ogni volta che mi viene voglia di contattare il mio ex! Me lo sono pure stampato su carta e ne tengo una copia nel cassetto del comodino! :-D
    Rispondi a Morettina76 Commenta l’articolo

  17. Avatar di Millerlady

    Millerlady 6 anni fa (30 Dicembre 2017 0:04)

    Interessante
    Rispondi a Millerlady Commenta l’articolo

  18. Avatar di Sabry

    Sabry 8 anni fa (18 Gennaio 2016 10:46)

    Aiuto Ilaria!!!!! Non so se ti ricordi di me!!!Dopo una storia di tre anni che ho voluto finire perché provavo attrazione per un altro, ho provato a vedere quest'altro per un paio di settimane in cui c'è stato solo qualche bacio, ma poi lui ha voluto interrompere la conoscenza. Qualche tempo fa ho scritto tutta convinta che la cosa giusta èripartire da me!!!!! Occuparmi di me, stare da sola e andare avanti!!!! A parole è più facile che nei fatti!!!! È ormai un mese che sono sola e che ho sofferto molto cercando di vivere la sofferenza e superarla!!! Per quel ragazzo per cui ho provato attrazione è stato facile metterci una pietra sopra xké ha voluto lui interrompere mostrandomi anche poco rispetto!!! Ma verso il mio ex provo ancora affetto, stima e anche attrazione!! Sono molto confusa e terrorizzata sia dal lasciarlo andare completamente per sempre sia dal ritentare con lui xké sicuramente magari c'è ancora qualcosa di buono!! Magari puoi aiutarmi con qualche consiglio?? Grazie in anticipo!
    Rispondi a Sabry Commenta l’articolo

  19. Avatar di Sabry

    Sabry 8 anni fa (23 Aprile 2016 12:38)

    Buongiorno Ilaria e a tutte!!!! Ho bisogno davvero di un parere e di un aiuto!!!! Ho lasciato il mio ex a dicembre 2015, xké infatuata di un altro... a marzo l'ho rivisto e abbiamo parlato molto apertamente e in modo sincero di tutto quello che ci era successo... Ho ammesso tutti i miei errori!!! C'era tanto affetto e amore in quella chiacchierata e onestà che mi ha lasciato una bellissima sensazione X giorni. Ero convinta di voler tornare insieme a lui e volerlo riconquistare, infatti ero stata a letto due volte con un ragazzo a febbraio e gliel'ho confessato!!! Ma poi da lì più con nessuno ( marzo e aprile). La mia decisione era quella di non stare con nessuno e poi il primo maggio provare a risentire il mio ex perché sento ancora molto per lui e non vorrei lasciarlo andare. Ero felice e contenta di questa mia decisone!!! Dopo mesi finalmente mi era chiaro ciò che volevo!!!! Ma ieri sera sono di nuovo finita a letto con il ragazzo di febbraio e mi si è di nuovo sgretolata ogni certezza su ciò che desidero. Mi immaginavo il futuro con il mio ex, felici dopo la pace ritrovata ma ora non riesco più!!! Ieri ho seguito l'istinto e in quel momento era ciò che volevo, ma ora sto male e non so più cosa fare!!! Con quel ragazzo non c'è niente, solo una forte intesa sessuale!!!! Come faccio a capire ciò che desidero davvero???? Essere sempre così incerta su ciò che voglio mi provoca un dolore immenso!!! Vorrei capire con certezza se voglio ancora il mio ex o no!!! Rimanere in questo limbo mi provoca tanto dolore!!!! Mi piacerebbe avere il parere di Ilaria e il vostro!! Grazie.. Buona giornata!!
    Rispondi a Sabry Commenta l’articolo

  20. Avatar di Sabry

    Sabry 8 anni fa (17 Maggio 2016 10:40)

    Ciao a tutti!!! Buongiorno Ilari!!! Vorrei chiederti un consiglio. Finalmente mi sento più che sicura sul fatto che amo il mio ex, sono ancora molto coinvolta da lui, mi mancano tutte le cose che facevamo insieme e la vita che vivevamo. L'ho lasciato io a dicembre perché infatuata di un altro, con cui poi non c'è stato nulla. In questi 5 mesi però sono stata tre volte a letto con un altro con cui c'era solo attrazione fisica e nessun coinvolgimento. (È successo due volte a febbraio e una ad aprile). Ho passato i primi tre mesi molto confusa, negli ultimi due mi sono invece sentita sempre più sicura di quello che voglio. Il mio ex sa di questi rapporti sessuali che ho avuto e dice che questo gli ha fatto scattare qualcosa per cui da parte sua è tutto finito. Ieri dopo un po' di insistenza sono riuscita a vederlo e a parlargli, mi ha detto che non mi ama più e vuole stare solo ma poi mi ha abbracciata e tenuto la mano. E ha proposto di vederci domenica per parlarne meglio. Gli ho chiesto se gli fa piacere che gli scrivo da qui a domenica e ha risposto di sì. Ieri gli ho scritto qualche messaggio a cui lui ha risposto in modo freddo. Non capisco nulla su ciò che vuole, magari ancora non lo sa bene neanche lui perché le sue parole non corrispondono ai suoi gesti. So che per lui non è facile, ma desidero davvero riconquistarlo e dimostrargli il mio amore. Io sono disposta anche a capire il suo distacco all'inizio xké gli ho procurato tanto dolore. E mi va bene dagli attenzioni senza riceverne (PURCHÉ SIA SOLO ALL'INIZIO E PUCHÉ LE MIE ATTENZIONI GLI FACCIANO PIACERE). Se ieri alle sue parole non fossero seguiti quei gesti e la proposta di rivederci domenica mi sarei messa l'anima in pace ma così lui mi ha dato una speranza. Se c'è anche solo una possibilità vorrei provare il tutto per tutto per riaverlo ma non voglio nemmeno farmi del male gratuitamente!!!!! Come fare a capire se è bene continuare o no????? Grazie
    Rispondi a Sabry Commenta l’articolo