Tre micidiali errori di seduzione (che commettono le donne)

Errori di seduzioneCi sono particolari atteggiamenti che ti permettono di attrarre e di conquistare un uomo. Ci sono particolare atteggiamenti che non ti rendono per nulla attraente e ti fanno commettere molti errori nella seduzione.

Ne parlo ampiamente nel percorso Come fare innamorare un uomo e tenerselo (clicca sul titolo per vedere subito i video gratuiti e iscriverti gratis e senza impegno) nel quale dedico ampio spazio all’importanza dell’atteggiamento mentale produttivo e delle convinzioni efficaci e  fornisco qualche eccellenti strumenti pratico per assumere l’approccio più utile per attrarre e sedurre, senza fare errori.

Oggi mi rivolgo particolarmente alle donne: è molto importante che anche signore e signorine si impadroniscano con certezza degli strumenti essenziali ad attrarre la persona giusta e che, in particolare, sappiano quali sono gli errori più comuni e più tipicamente femminili che distruggono (nel vero senso del termine) fascino e attrazione.

E, soprattutto, che rischiano di farti sentire triste, sola e “distante” dal tuo amato, dall’uomo che vorresti conquistare o dall’uomo che ti piace…

Sono atteggiamenti molto (troppo) diffusi ed è a questi errori micidiali che si può attribuire la colpa per la quale molte donne soffrono per amore.

Sono certa che anche tu li conosci e, soprattutto, che conosci bene il dolore che ti provocano.

Se li correggi – come adesso vado a spiegarti – ti garantisco ti avvicini e molto al momento di dare una svolta definitiva (in positivo) alla tua vita sentimentale.

Veniamo al dunque.

Errori e rimedi

Il primo errore delle donne che distrugge la seduzione è:

dare troppo (nell’errata speranza di ricevere altrettanto).

Questo errore lo commettono quelle donne che credono che dando in modo incondizionato possono garantirsi di ottenere più affetto e “romanticismo” dal loro uomo.

E allora ci danno dentro facendo regali, rendendosi affettivamente disponibili, offrendo sperticate dichiarazioni d’amore e d’ammirazione – quando, invece, il destinatario ben si guarda dal pronunciarsi sui propri sentimenti – oppure concedendo senza sosta sostegno emotivo e incoraggiamenti di ogni tipo.

Probabilmente è capitato anche a te di assumere questo tipo di atteggiamento: ti trasformi in una “donatrice incondizionata” nella convinzione che prima o poi vedrai ricambiate, con gli interessi, le tue grandi attenzioni.

E qui ti sbagli!

Infatti se è perfettamente vero che una relazione sana e bella si basa sull’equilibrio tra dare e ricevere, è anche assolutamente vero che un uomo non si innamora di te e non resta con te se tu gli offri tanto, – addirittura troppo – e in modo unilaterale.

Puoi sacrificarti fin che vuoi, ma proprio per il fatto di sacrificarti non riuscirai ad attrarre l’uomo che ti interessa o a rendere più forte la relazione in cui sei.

Indovina un po’?

Gli uomini si innamorano quando si rendono conto che sono loro a dare a una donna. Gli uomini si innamorano quando si rendono conto che ti possono rendere felice e sostenerti al massimo. Si innamorano quando tu ti prendi cura di te – prima di tutto – e quando tu condividi le tue esperienze emotive con loro.

Non ci credi?

Che tu ci creda o no,  non dare mai a un uomo più di quanto lui già ti sta dando, anche per quel che riguarda i vari incoraggiamenti e – soprattutto – le manifestazioni e le dichiarazioni d’amore.

Molto importante: smettila di dirgli che lo ami se lui non ti ha ancora detto di amarti.

Smettila di essere “verbalmente appiccicosa” e ossessiva nel ripetergli “Sei bello, straordinario, quello che provo per te non l’ho provato mai per nessuno! (!!)” Tutto questo è davvero mooolto controproducente.

Il secondo micidiale errore delle donne che distrugge la seduzione è:

pensare che “essere la sua migliore amica” gli faccia inevitabilmente venire la voglia di impegnarsi con te e di giurarti fedeltà eterna (leggi matrimonio, relazione superstabile).

Che cosa fa innamorare un uomo e lo fa impegnare in una relazione?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

Le donne che commettono questo errore in realtà come si comportano?

Individuano il tipo che per loro rappresenta l’agognato principe azzurro e si legano a lui – solo in amicizia – in maniera esclusiva e totale, dedicandogli tutto il loro tempo e tutte le loro energie.

Sottraendoli alla loro propria vita (e ad altri partner papabili!)

Sai qual è la cruda verità?

Quando un uomo si innamora?

Il fatto che un uomo decida di rinunciare per te alla sua libertà e al suo stato di single non ha proprio nulla a che fare con il fatto che tu ti sprema come un limone dal punto di vista emotivo e che tu gli dedichi tutto il tuo tempo!

C’è di peggio: se tu ti dedichi a lui con tutta te stessa quando lui non ha fatto o detto nulla che in qualche modo lo impegni nei tuoi confronti, vai nella direzione opposta a quella in cui vorresti andare. Commetti quindi gravi errori.

Lui ti penserà ancora di meno e ti considererà ancora di meno rispetto a una situazione in cui tu non ti fai sentire e vedere, in cui non avete nessun legame, tantomeno di “amicizia esclusiva”.

E’ un paradosso? Gli uomini sono strani e incomprensibili?

No!

Te lo ripeto, esattamente come prima:

“Gli uomini si innamorano quando si rendono conto che sono loro a dare a una donna. Gli uomini si innamorano quando si rendono conto che ti possono rendere felice e sostenerti al massimo.”

Nel momento esatto in cui un uomo si sente braccato o anche solo sospetta che c’è qualcuno che tiene per lui una sorta di agenda sulle cose da fare e con chi, scappa…

E il suo livello di attrazione per te precipita ai minimi termini.

E’ chiaro il concetto?

Il terzo errore delle donne che distrugge la seduzione è:

pensare che se gli manifesti i tuoi sentimenti, lui si sentirà infastidito e si allontanerà da te.

Se tu vivi nel terrore di rivelare le tue emozioni e i tuoi sentimenti all’uomo che ami perché sei convinta che in questo modo lo perderai, ti assicuro che sei destinata a vivere una vita sentimentale d’inferno.

Reprimere le tue emozioni e i tuoi sentimenti – anche quelli negativi – ti allontana dal tuo uomo.

La soluzione non è nel reprimere quello che provi, ma nell’esprimerti in modo sincero, senza drammi, scenate e senza rancore (gli uomini detestano essere rimproverati!)

Se ti interessa assumere maggiore consapevolezza dei tuoi bisogni profondi e del modo in cui interpretare ed esprimere i tuoi sentimenti e le tue emozioni, intraprendi il percorso Come fare innamorare un uomo e tenerselo (clicca sul titolo per vedere subito i video gratuiti e iscriverti gratis e senza impegno)Contiene un’esplorazione che ho studiato su misura per guidarti a vincere tutti i micidiali errori di seduzione che le donne commettono più spesso.

Condividi liberamente questo articolo sui social attraverso i pulsanti qui sotto e lasciami i tuoi commenti.

Cordialmente

Ilaria

Lascia un Commento!

155 Commenti

  1. Avatar di Vale

    Vale 4 anni fa (15 Febbraio 2015 15:06)

    @ilaria: cosa intendi quando dici . Si innamorano quando tu ti prendi cura di te – prima di tutto – e quando tu condividi le tue esperienze emotive con loro." cosa intendi per esperienze emotive?
    Rispondi a Vale Commenta l’articolo

  2. Avatar di Vale

    Vale 4 anni fa (15 Febbraio 2015 15:53)

    @Sabrina: In che senso si è fatto in quattro? magari era solo bisognoso e lo faceva per paura di stare solo se non ti amava.
    Rispondi a Vale Commenta l’articolo

  3. Avatar di Sabrina

    Sabrina 4 anni fa (15 Febbraio 2015 15:15)

    Bisogna essere se stessi ....PUNTO ..... In amore non ci sono regole e strategie. In amore o c'è amore passione e sentimento o se no non si è fatti l uno per l altro STOP .......se c'è C'è se non c'è non c'è mio marito e mi ha sposata si è fatto in quattro per me ma non mi ha mai amata lostesso quindi balle che un uomo s innamora nel fare cose per una donna ...Grande Cazzzata ......
    Rispondi a Sabrina Commenta l’articolo

  4. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 4 anni fa (15 Febbraio 2015 19:30)

    Oh povero marito...
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  5. Avatar di Fedina

    Fedina 4 anni fa (26 Aprile 2015 9:34)

    Ciao. Scrivo perché non so come fare ad andare avanti. Un anno fa dopo sette anni passati con il mio ex ragazzo iniziamo a convivere pur sapendo che il nostro rapporto era già agli sgoccioli…è durata qualche mese e poi ci siamo lasciati. Di comune accordo. Ho conosciuto un altro ragazzo e nel giro di qualche mese mi sono trovata a convivere con lui…andava tutto bene….abbiamo preso un cane…cercato una casa più bella…finché a giugno la triste notizia che è venuta a mancare in un incidente stradale la nipote di vent’anni del mio ex…mi è crollato il mondo addosso e credo di essere completamente cambiata al punto da attaccarmi alla follia al mio ragazzo e a vivere totalmente per lui solo per lui dimenticando me stessa e il mio turbamento. Poi un paio di mesi fa il mio ragazzo decide di punto in bianco forse esagera mente stressato dal mio bisogno costante di attenzione e amore, mi molla. Dice che vuole stare da solo. Gli lascio casa e cane e sto cercando una casa nuova anche per me. Ma rivorrei lui….ora so che lo sto stressandoti e non dovrei ma non riesco a non pensarci….perché?
    Rispondi a Fedina Commenta l’articolo

  6. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 4 anni fa (26 Aprile 2015 10:34)

    @ Fedina, non riesci a non pensarci perché hai degli atteggiamenti di dipendenza dalle persone e una visione catastrofista della vita. Gli hai lasciato la casa e il cane: ottima mossa, purchè il lasciargli la casa non comporti delle perdite economiche per te. Probabilmente scegli persone che non sono giuste per te e non sono in grado di starti vicine e di volerti bene. E che non si fanno scrupoli a umiliarti. Anche le relazioni le porti avanti quando invece sarebbe il caso di interromperle per non perdere tempo e preziose energie. Credo anche che tu abbia bisogno di ristabilire equilibrio emotivo nella tua vita con un percorso di crescita personale. Stare sola in questo momento penso sia estremamente positivo per te.
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  7. Avatar di Fedina

    Fedina 4 anni fa (26 Aprile 2015 11:06)

    Ilaria sono d'accordo su tutto tranne che sul fatto di scegliere persone che "non si fanno scrupoli a umiliarti"...vorrei dirti che non mi sono zerbinata per nessuno e che mi sono sempre fatta portare rispetto...non sono mai stata umilaita e lo so che ho tantissima stima da parte del mio ex....solo i miei comportamenti tipici femminili assilanti non mi aiutano a mostrarmi per quello che sono in realtà. Mi chiedo se ci può essere corrispondenza tra l'elaborazione del mio lutto e il fatto che mi sia legata a lui in modo quasi opprimente....e che questa non sia la vera causa della nostra rottura....
    Rispondi a Fedina Commenta l’articolo

  8. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 4 anni fa (26 Aprile 2015 11:31)

    @Fedina: ti contraddici, sai? E vuoi farmi dire quello che vuoi tu, solo che non hai ben chiaro che cosa vuoi e che cosa vuoi farmi dire esattamente. La risposta te l'ho data sopra ed è una risposta chiara.
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  9. Avatar di Fedina

    Fedina 4 anni fa (26 Aprile 2015 11:38)

    Mi comporto in modo sbagliato consapevole che lo sia....come se dovessi stare a dieta e continuo a mangiare cioccolato raccontandomi "ma si non fare ingrassare un po' di cioccolata!"...ma il risultato alla fine so esattamente quale sarà....il peso aumenterà e poi rimediare sarà sempre peggio.... Il punto è perché non riesco a smettere di mangiare cioccolato? È come faccio a mettermi in testa che il cioccolato fa male?
    Rispondi a Fedina Commenta l’articolo

  10. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 4 anni fa (26 Aprile 2015 12:00)

    Brava, analogia centratissima, si tratta di dipendenza e in quanto tale, appunto, fa male. Come fare? Ora sei sola: ti sembrerà drammaticao ma in realtà per te è assolutamente l'ideale in questo momento. Hai la consapevolezza che hai appena espresso e tienitela bene stretta e siccome sei consapevole del male che la dipendenza ti fa, vai all'estremo della consapevolezza: pensa come ti sentirai tra dieci anni se continui a comportarti in modo dipendente; poi prendi consapevolezza dei tuoi "schemi" di amore disfunzionale e dipendente, con i tuoi partner, ma anche con le altre persone (famiglia d'origine in primis); considera anche il lutto che stai vivendo: è una tragedia, senza dubbio, che tocca nel profondo. Ma farsi toccare da tragedie tali sempre come se fossero nostre personali e intime in modo tanto doloroso non è sano. Magari ho frainteso e con questa ragazza tu avevi un rapporto molto stretto, ma se non fosse così, assodato che si tratta di un fatto tristissimo, dovresti indagare il perché questo lutto ti ha colpito tanto. Ho la sensazione che tanto dolore mascheri qualche altro schema di pensiero. E poi, cosa più importante mettiti a lavorare su un progetto significativo per te che riguardi te, la tua vita e il tuo successo senza coinvolgere nessun altro.
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  11. Avatar di Fedina

    Fedina 4 anni fa (26 Aprile 2015 14:32)

    si il lutto mi ha toccato molto da vicino e mi ha costretto a rientrare in contatto con il passato che avevo lasciato dietro alla pagina che avevo voltato mettendomi con il mio ragazzo. Probabilmente ho tentato (sbagliando!) di tamponare e guarire le mie ferite interne con l'amore del mio ragazzo che per me nel corso dei tempi è diventata come l'unica cosa che alleviasse il mio malessere interiore. Ho pesato su di lui ma non a livello di esigenze fisiche o economiche ( ho un lavoro a tempo inderminato, una laurea, una famiglia solida e unita, nessun problema di salute!) ma a livello di affetto! Per questo mi rendo conto che lui non mi bastava mai....e a lui questa cosa ha spaventato molto...essere messi con le spalle al muro con piace a nessuno, tanto meno a un uomo lo so..... Ora rivorrei lui, perché lo amo, e mi ha sempre rispettato nei miei sentimenti e nel mio amore, ma so che non posso averlo se continuo a vederlo come una cura e non come "benessere".... Psicologicamente non so quali tasti del mio cervello o del mio subincoscio andare a toccare per cambiare.... In più Ilaria mi confermi che la cosa migliore per ora è non cercarlo, lasciarlo da solo?
    Rispondi a Fedina Commenta l’articolo

  12. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 4 anni fa (26 Aprile 2015 14:56)

    @ Fedina: l'unica cosa che ti confermo è che ti devi occupare di te. Quanto a lui, non mi sembra che abbia una personalità tanto forte e che nemmeno sia disposto a darti molto. Anzi.
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  13. Avatar di fedina

    fedina 4 anni fa (26 Aprile 2015 18:41)

    ok ora è così, lui non è deciso ed è insicuro, è vero, ma se si è innamorato di me una volta e se abbiamo affrontato la convivenza e se veramente eravamo felici...e so che lo eravamo...di questo ne sono certissima (senza storie di altre donne e altri uomini), sotterfugie, strategie ) e se lui vedeva in me la donna che lo rendeva felice ( non dico la donna della sua vita perchè è evidente che quello che non lo pensava realmente altrimenti ora saremo insieme e non sarei qui a scrivere) ci sarà un modo per fargli capire che quella donna non è sparita, solo cambiata a fronte delle difficoltà della vita e a fronte di errore e paure? Vorrei ripartire da me, e lo sto facendo, credimi Ilaria, superare le mie paure e le tristezze e il mio passato, ma vorrei avere lui vicino a sostenermi....
    Rispondi a fedina Commenta l’articolo

  14. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 4 anni fa (26 Aprile 2015 22:55)

    "Fargli capire"? Ma non si fanno capire le cose agli altri, tanto meno in una relazione. "Sostenerti"? Ma che sostegno vuoi che ti dia quest'uomo? Pensare più in grande? Perché correre su un ronzino azzoppato e non aspirare a un cavallo di razza?
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  15. Avatar di Fedina

    Fedina 4 anni fa (27 Aprile 2015 5:21)

    E se lui fosse un a cavallo azzoppato? Magari al momento non arriverei lontano ma è il mio cavallo, l'ho scelto e me ne vorrei prendere cura dopo che magari sono stata io stessa ad azzopparlo con atteggiamenti poco amorevoli..... ,i sento in colpa per non aver corso su quel cavallo di razza quando era sano e forte....
    Rispondi a Fedina Commenta l’articolo

  16. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 4 anni fa (27 Aprile 2015 12:36)

    @ Fedina il tuo atteggiamento corrisponde in tutto e per tutto alla descrizione da manuale dell'atteggiamento della donna ossessionata, della donna che ama troppo e dipendente. Molto significativa la tua cieca volontà di negare l'evidenza e di giustificare in tutto e per tutto un lui che non solo sembra un mediocre, ma sembra sempre più assumere i contorni dell'uomo sbagliato e pericoloso. Non è su di lui e sulla relazione che va posta l'attenzione, ma su di te, prima che la tua situazione peggiori e tu entri davvero in una crisi dalla quale poi ti diventa difficile uscire. Occupati di te, fin da adesso, seriamente.
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  17. Avatar di Fedina

    Fedina 4 anni fa (27 Aprile 2015 13:32)

    e nel concreto cosa dovrei fare per occuparmi di me? C'è qualche tuo articolo che posso leggere? È solo per curiosità quali sono i comportamenti da manuale di una donna ossessionata e dipendente? comunque sto male per lui e anche per me ma vorrei aggiungere che la nostra separazione definitiva risale a solo qualche giorno fa.....
    Rispondi a Fedina Commenta l’articolo

  18. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 4 anni fa (27 Aprile 2015 15:16)

    Ciao Fedina, penso che tu debba occuparti di certo di questa tua separazione recente senza sottovalutare il dolore e senza nemmeno fartene sopraffare. Leggi questi articoli innanzitttuto http://www.lapersonagiusta.com/relazioni/uscire-t... http://www.lapersonagiusta.com/separazione/divorz... Beh, si è ossessionate quando il pensiero dominante è la relazione e il partner e quando si tratta di una relazione che non arrichisce e che impoverisce e quando il pensiero è così invadente e pervasivo da impedire qualsiasi altra oggettiva visione della realtà. Si è ossessionate quando si vuole cambiare il partner e/o si è convinte che si debba rimanere legate a lui anche contro ogni evidenza riguardo il proprio benessere. Si è dipendente quando il legame con una persona diventa l'unica ragione di vita.
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  19. Avatar di Fedina

    Fedina 4 anni fa (28 Aprile 2015 7:58)

    mi sto occupando di me. Già da un po'! Ho preso una casa tutta mia, mi sono iscritta in palestra, esco con le amiche, leggo tanto e questo già da un mese...presto arriverà anche un nuovo cagnolino a farmi compagnia. Ho amicizie maschile e non mi sento sola, ma dentro di me è sempre vivo quel sesto senso che mi fa credere che la mia storia con lui non sia ancora finita.....che abbia voluto allontanarmi per non mostrare troppo il suo intimo....è difficile spiegarlo qui senza passare per quella che vede le cose in maniera sbagliata, ma sono sensazioni (il modo in cui mi guarda, il fatto che mi risponde ogni volta che lo chiamo al telefono, che si preoccupa se sento freddo o meno, il fatto di tenermi abbracciata tutta la notte senza fare sesso, i baci sul viso e sulla fronte....e tutto questo una settimana fa quando ci siamo rivisti!) che non mi permettono di vederlo come un uomo pericoloso e irrispettoso. So che devo lasciarlo stare per un po', non far,i sentire, non cercarlo e lavorare su me ( oggi firmo il contratto per la mia nuova casa !) ma al di là del l'ossessione ( e
    Rispondi a Fedina Commenta l’articolo

  20. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 4 anni fa (28 Aprile 2015 12:49)

    @ Fedina, probabilmente volevi completare il commento ma per qualche ragione tecnica non ci sei riuscita. Puoi sempre farlo nei commenti successivi, se vuoi. In ogni caso è davvero molto positivo il fatto che stai investendo sulla tua vita e su nuove esperienze, per questo meriti davvero tanti complimenti.
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo