Conquistare un uomo: ecco dove sbagli

Come conquistare un uomoLe dimissioni di un Papa e la pioggia di meteoriti non sono fatti che capitano tutte le settimane. Nemmeno San Valentino e Sanremo insieme. E alla faccia di certe notizione epocali, l’amore, i sentimenti e tutto quello che ha a che fare con il conquistare una donna o conquistare un uomo sono argomenti che vincono su tutti gli altri.

Sanremo  ha fatto il suo record di ascolti anche grazie al monologo di San Valentino di Luciana Littizzetto. Lei è una comica geniale. E perché? Perché, come molti altri grandi comunicatori, dice al grande pubblico quel che vuole sentirsi dire. E nel modo in cui se lo vuole sentire dire. Un po’ come alcune donna fanno quando vogliono conquistare un uomo.

Per esempio: uno dei cavalli di battaglia di Luciana è la guerra tra i sessi (scusa il gioco di parole). Un tema che ha molto a che fare con il conquistare un uomo. Nella guerra trai sessi “Lucianina” si mette esattamente a metà tra le due parti, dando un po’ contro all’una e un po’ contro all’altra, prendendo posizione su tutto e contro tutto e alla fine non attaccando davvero niente e nessuno. Manifesta giusto un po’ più di acidità verso i “poveri maschi”. Sempre con molta cautela, però. E solo perché lei è donna e un po’ per le donne deve parteggiare. Soprattutto considerando che le donne  sono la maggioranza delle sue spettatrici e delle sue lettrici. Sono loro il pubblico al quale si rivolge e che deve gratificare.

Che cosa significa sedurre?

La Littizzetto vuole sedurre: anche in questo caso si tratta di seduzione. Luciana Littizzetto, come altri protagonisti dello spettacolo, deve continuamente sedurre il proprio pubblico. Un po’ come fanno certi uomini che sono dolcissimi e amabilissimi senza amare neanche un po’. Dicono: “Mi manchi, ho voglia di sentirti e di vederti” e, dopo a una bella serata passata insieme, magari a letto, scompaiono per quindici giorni.

La volta dopo si ripresentano dicendo: “Scusami, è stato un momento difficile per me. E il telefonino non mandava più SMS. Ma non ho fatto altro che pensarti in questi giorni. Ci sei stasera?”. E dopo un’ scompaiono di nuovo per tre settimane. E via così, senza veramente impegnarsi mai, senza mai mettersi in gioco. Semplicemente continuando a ripetere alla loro partner quel che lei vuole sentirsi dire, quello che la incanta e la tiene legata, corpo e anima. E fa sì che lei ci sia ancora, anche alla prossima serata.

Conquistare un uomo: 3 atteggiamenti sbagliati

Ok, bando ai preamboli. Che cosa c’entra tutto questo con la capacità di conquistare un uomo? Che cosa ho da dire sul monologo di Luciana Littizzetto? Mi colpisce molto il suo modo di rivolgersi agli uomini. Ho osservato  che: a) li insulta (ha dato del “cretino” a Fazio: a me queste cose fanno venire i brividi lungo la schiena. Sarà pure per scherzo e per simpatia, ma dare del “cretino” a qualcuno fa un po’ simpatia da vecchia parrocchia e molta mancanza di rispetto profondo). b) Li considera degli imbecilli integrali (dice che non sanno/non vogliono fare cose banalissime, nemmeno un caffé). Infine, c) pur trattandoli come degli esseri inferiori  mentalmente, dà loro tutta la sua comprensione (“vi amiamo anche quando vi vantate di aver scritto il vostro nome facendo pipì sulla neve”. “E’ irrecuperabile, ma quasi quasi me lo tengo.” Gulp?! Ma che uomini ha incontrato nella sua vita la Littizzetto? Che idea ha degli uomini e delle donne e dell’amore?)

Gli errori che le donne commettono con gli uomini

In effetti Luciana Littizzetto sintetizza magistralmente 3 atteggiamenti sbagliati delle donne verso gli uomini. Lei lo fa per far ridere, per fare una caricatura, per prendersi gli applausi. Perché ne ha un tornaconto in termini di ascolti. Se anche tu assumi gli stessi atteggiamenti, sappi che non è colpa tua: l’hai imparato senza accorgertene, magari ascoltando le teorie di troppe persone che la pensano  come la Littizzetto e ci marciano. Di seguito ti spiego quali sono questi 3 atteggiamenti e perché sono sbagliati. Ti spiego perché ti impediscono di conquistare un uomo.

Che cosa mantiene alto il desiderio di un uomo per te e solo per te?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

1) La Preside-Strega. Se consideri il tuo partner come un “cretino” o un disadattato  e lo tratti di conseguenza, aggiungendoci rabbia, maleducazione e insofferenza (arrivando agli insulti) stai creando una relazione-prigione in cui lui è vittima e tu sei l’aguzzina. All’apparenza. Perché prima o poi, senza accorgertene  e senza volerlo, potresti trovarti a giocare a ruoli invertiti.  Se sei in questa posizione, prima chiediti chi ti credi di essere e subito dopo se vale la pena di stare con una persona che disprezzi tanto.

2) L’Assistente Comprensiva. Sei convinta di essere più furba e più capace di lui. Ti metti un gradino sopra il tuo partner, sei certa che lui proprio non ci arrivi e che con lui devi avere una santa pazienza. Ma chi te lo fa fare? Hai forse paura di restare sola? Ti limiti ad accontertarti? Ti piace sentirti superiore a lui? Lo sai che ci sono uomini alla tua altezza o hai solo paura di incontrare qualcuno che ti tenga testa davvero?

3) La Mamma Paziente del Figlio Discolo. Tratti il tuo parner come un bambino birbante e gliele perdoni tutte, proprio come si fa con un bambino, con il quale si deve avere pazienza e al quale non si deve chiedere più di tanto. Siccome sei certa che gli uomini non saranno mai all’altezza delle loro compagne, pensi che se vuoi avere uno straccio di relazione devi accettare ogni loro “stupida” debolezza con materna tolleranza e tanta rassegnazione. Inutile parlare con un uomo alla pari e fargli delle richieste chiare e motivate. Poveretti, del resto non è colpa loro se il padre eterno li ha creati per farli giocare alla Playstation…

Se tratti gli uomini in questo modo, anche solo un po’, non stupirti se incappi in storie che finiscono male e non riesci a conquistare un uomo per davvero. Non tutti gli uomini sono sbagliati. Alcuni sì. Basta evitarli. Con gli atteggiamenti giusti.

 

Lascia un Commento!

33 Commenti

  1. Avatar di Monica

    Monica 6 anni fa (3 Marzo 2013 11:09)

    Ciao Ilaria, leggo con molto interesse quanto scrivi, ma devo dire che tra leggere ed agire a volte ce ne passa....poiché siamo fatte anche di reazioni e amor proprio. Detto questo volevo chiederti; ho letto l'articolo sul rifiuto=opportunità e posso essere d'accordo con te; ma come affrontare il rifiuto di un uomo che ti lascia non perché tu gli gai fatto qualcosa e anzi si augura di trovare nella vita un'altra donna che lo ami come lo ami tu? Col tempo ho scoperto che il problema tra me e lui e' la personalità, da una parte vorrebbe firse una donna remissiva....l'esatto opposto della ex moglie, ma quelle poi lo annoiano e durano niente. La nostra storia e' entrata in crisi al primo banale confronti. Confrontarsi in un rapporto e' normale a mio parere e fa crescere la coppia....con lui non sono riuscita ne con la dolcezza e ne con il polso....ossia rispettando il mio amor proprio. Come ingoiare un rifiuto quando lui stesso riconosce il tuo modo di amare e dice di nn esserci nulla in te che nn va? Come crederci? Per quanto io sappia per certo che questo uomo e' ancora legato al suo passato....ad un tradimento....bel quale ha perso la famiglia? Grazie e complimenti per i tuoi articoli.
    0
    Rispondi a Monica Commenta l’articolo

    • Avatar di ilariacardani

      ilariacardani 6 anni fa (3 Marzo 2013 11:28)

      Ciao Monica, la prossima volta commenta sull'articolo al quale ti riferisci, per favore. Per quanto riguarda l'uomo di cui parli si tratta dell'esempio classico del "finto tormentato" che è indeciso a tutto, ti usa per spechhiare se stesso e non ha nessuna intenzione di impegnarsi. Alla larga.
      1
      Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  2. Avatar di Ilaria

    Ilaria 6 anni fa (24 Marzo 2013 11:49)

    Questo articolo mi è piaciuto particolarmente. Onestamente non sempre mi piacciono, alcuni mi sembrano un po' estremisti. Ma questo lo ritengo molto significativo!
    0
    Rispondi a Ilaria Commenta l’articolo

  3. Avatar di Veronica

    Veronica 5 anni fa (31 Dicembre 2014 12:36)

    Ho adottato gli ultimi 2 atteggiamenti con il mio ex ragazzo e dopo 4 anni la nostra relazione è terminata.
    0
    Rispondi a Veronica Commenta l’articolo

  4. Avatar di patty

    patty 6 anni fa (17 Febbraio 2013 10:10)

    Ciao Ilaria, grazie per questo post e per tutto il percorso che proponi.. Mi rendo conto di quanto sia difficile a volte riuscire a bloccare l'impulso di commettere uno di questi errori.. la mia domanda è: come ritornare indietro dopo aver avuto uno di questi atteggiamenti? magari dopo avere assecondato l'uomo nei suoi atteggiamenti (errore 3) avergli perdonato la telefonata che ti aveva promesso e non c'è stata, oppure aver fatto un primo passo, tipo un "sms" magari distaccato, ma di richiamo, (es "come va? tutto ok? mi manchi" )... o peggio una telefonata per "sondare" l'atmosfera? :) nel mio caso lui risponde, ma adesso dopo due settimane di storia bellissima, è partito per lavoro, e inizia a "farsi desiderare"... dopo i primi giorni di telefonate assidue e di "mamma mia quanto mi manchi", inizia ad essere frettoloso, mi dice "ti richiamo più tardi.." e non lo fa e comunque mi tiene "agganciata" con sms carini.. o qualche telefonata frettolosa.. come riportare l'equilibrio se si è già commesso un errore di questo tipo? come distinguere se sto chiedendo troppo data la situazione di distanza, o forse è il caso di "rilassarmi e pensare alla mia vita".. lasciando un attimino perdere lui e non muovere le cose? (che comunque mi sembra un'ottima soluzione) L'errore che vorrei evitare "come la peste" è la prossima volta che lo sentirò, chiedergli cosa sta succedendo? e se è consapevole di quello che sta succedendo? grazie e buona domenica a tutti!
    0
    Rispondi a patty Commenta l’articolo

  5. Avatar di Paola

    Paola 6 anni fa (21 Febbraio 2013 1:46)

    In più di un'occasione ho invidiato le ragazze meno carine di me, perché non venivano scelte da uomini che se le volevano solo portare a letto, che le volevano esibire, che non guardavano oltre. Certo, stupida io ad accontentarmi di uomini così... ma comunque, come ripeto spesso a molte amiche, le belle spesso hanno solo più occasioni di essere prese in giro da uomini superficiali. Poi certo, ciascuno vede più verde l'erba del vicino della propria e invidia l'altrui situazione... Però non diamo per scontato che essere belle sia per forza un vantaggio. @Carli: io parlavo in generale alle ragazze qui sopra, come impressione generale, non mi riferivo in modo specifico a nessuna (o forse sì, a me stessa per come andavano le cose in passato) e non entro nel merito perché sai tu quanto peso hanno certe cose per te...
    -1
    Rispondi a Paola Commenta l’articolo

    • Avatar di Fenice

      Fenice 3 anni fa (20 Giugno 2016 17:29)

      Loro non venivano scelte, forse perché non si facevano scegliere. Dal tuo malsano, e alquanto narcisistico, punto di vista a salvarle era il fatto di essere " meno carine di te". Magari invece, erano solo più furbe e sceglievano loro. Attivamente e con criteri logici dettati dal buonsenso e dall' amor proprio. Quella del pezzo di carne esposto sul bancone non è certo un atteggiamento vincente.
      3
      Rispondi a Fenice Commenta l’articolo

  6. Avatar di Livia

    Livia 3 anni fa (21 Agosto 2016 15:44)

    faccio bene a non seguire la Litizzetto.... Atteggiamenti usati in passato 1 e 3, risultato= ero risultata rompiscatole, pazza, meritavo la solitudine e se non perdonavo ancora insulti. Adesso riconosco un pò di più i tipi e scappo a gambe levate.
    0
    Rispondi a Livia Commenta l’articolo