La tua storia d’amore è appena finita? Ecco una strategia in 8 passi per uscire dal tunnel

tunnelSe la tua relazione è appena finita, il dolore è grande, molto grande, sia che la decisione di rompere l’abbia presa tu, sia che l’abbia presa l’altra persona o anche se il tutto è avvenuto di comune accordo.

Ma come tutti i dolori della vita anche questo si supera e lo si fa ancora piu’ velocemente se si adottano alcune semplici strategie.

Ho avuto modo di osservare, sia in prima persona, sia attraverso l’esperienza di amici e parenti, che quando una persona cara viene a mancare, cioè quando si vive il lutto per la morte di qualcuno, attorno a noi si sviluppa una forte catena di solidarietà e di comprensione.

Tutti sono pronti e disposti a capirci, a darci conforto e aiuto: nessuno mette per un attimo in dubbio che la nostra sofferenza sia grande, vera e reale.

Non accade lo stesso quando invece si conclude una relazione.

Forse perché in questo caso l’”allontanamento” di una persona non viene percepito come cosi’ definitivo, o forse perché si è molto abituati a vedere partner che si accoppiano e si scoppiano e non lo si considera  un problema. O, ancora, perché dall’esterno è cosi’ difficile capire che cosa accade dentro una coppia, che si preferisce tenersi a “distanza di sicurezza”.

Ecco perché farcela da soli diventa ancora piu’ importante.

E per il tuo “ritorno alla luce” ti propongo gli 8 passi che trovi di seguito.

1)      Accetta il tuo dolore. La fine di una storia fa soffrire, su questo non si discute. Per questo sii gentile con te stesso (o con te stessa). Prenditi il tempo per “elaborare il lutto”. Fatti delle concessioni, prenditi qualche giorno di ferie, fai un viaggio o una vacanza. Letteralmente: svagati, fai qualcosa che ti permetta davvero di cambiare pensieri.

2)      Rendi concreta la separazione, dài davvero l’addio al tuo (alla tua) ex: liberati di tutti gli oggetti o le cose che ti ricordano di continuo il tuo partner e la vostra storia. Fallo proprio come si compie un rito di transizione. Una transizione tra vecchio e nuovo, tra passato, presente e futuro.

3)      Prenditi cura di te, del tuo corpo e della tua mente. Metti te stessa (te stesso) come priorità assoluta dei tuoi pensieri e delle tue azioni.

4)      Considera tutte le tue fortune. Prenditi il tempo – magari in piu’ giorni – per fare l’elenco, meglio se scritto, di tutte le cose buone che hai in questo momento (ad esempio: il tuo lavoro, la tua famiglia, la casa, la tua salute etc.).

5)      Scopri quanto vali davvero. Fai un elenco di tutte le cose buone di te come persona, di tutti i tuoi pregi, di tutte le tue qualità.

6)      Scopri tutte le cose utili che hai imparato. Approffitta dell’occasione per considerare e mettere per iscritto tutto quello che hai imparato da questa storia: su di te, sugli uomini e sulle donne, sulle relazioni d’amore.

7)      Circondati di persone positive. Evita chi ti commisera e ti dà consigli non richiesti, chi ti fa vedere tutto sotto un’ottica di disperazione e non ti dà un aiuto concreto. Frequenta persone nuove, con un atteggiamento mentale produttivo.

8)      ;) Leggi regolarmente il mio blog “La persona giusta per te”… (se non l’hai ancora fatto scarica la guida gratuita “Come attrarre la persona giusta per te in 11 passi”), lascia i tuoi commenti e racconta la tua esperienza. E dài inizio a una nuova era…

Un abbraccio di vicinanza.

Cordialmente

Ilaria

Articoli Correlati

Gratis per te!

Non sbagliare e non soffrire più! Trova l'amore! Vuoi capire quali sono i tuoi comportamenti sbagliati con gli uomini e come puoi evitarli? Vuoi aumentare la tua autostima e avere più sicurezza nelle relazioni?

Lascia un Commento!

117 Commenti

  1. Avatar di Vivi

    Vivi 1 anno fa (5 luglio 2017 8:02)

    Leggo e rileggo questo articolo come un mantra. Anche io lasciata da poco e senza un vero motivo concreto: si, stava bene con me ma non era innamorato... Ora che mi rimane tanta delusione mista all'amarezza, ho anche tanta paura. Paura non di riuscire a dimenticarlo o di rimanere sola, ma paura di ridare fiducia ad altri. Paura di incontrare altri "indecisi" o rospi o..
    -5
    Rispondi a Vivi Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 anno fa (5 luglio 2017 9:54)

      E' normale avere queste paure, perché l'abbandono è un trauma che indebolisce emotivamente e quindi fa vedere tutto in negativo. Per liberarti da queste paure e vivere la vita con più tranquillità e dunque serenità è utile che tu lasci andare alcune convinzioni. Che tu fossi davvero innamorata di costui; che sola la vita sia davvero brutta (sì lo so, la stragrande maggioranza delle donne non accettano il mio invito ad apprezzare la solitudine, per questo la soffriranno sempre, che stiano con qualcuno o no) e che tu non sappia riconoscere e difenderti dai molti stronzi (è vero) che girano nel mondo. Un passo alla volta diventi più forte. Segui il blog.
      0
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di London

      London 1 anno fa (5 luglio 2017 10:18)

      Sebbene siano aumentati ai giorni nostri, credo per i tempi dei social e non solo, gli stronzi sono sempre esistiti da che mondo è mondo. Però, se avessi avuto la possibilità di leggere questo blog a ventanni (purtroppo non esisteva!) , avrei saputo riconoscerli quindi difendermi evitandoli o anche difendermi avendoci a che fare inizialmente. Avrei potuto evitarne parecchi preservando quelle energie, sprecate per sti poverini, in altro di più costruttivo per la mia vita. Ora però lo so! e non accetto più nessuna mancanza di rispetto. Grazie Ilaria.
      0
      Rispondi a London Commenta l’articolo

    • Avatar di stefano

      stefano 1 anno fa (5 luglio 2017 21:39)

      Mi dispiace per il tuo dolore.....anche io ci sono passato nel mezzo.....vedrai che ce la farai a risollevarti. forza e coraggio. Stefano
      1
      Rispondi a stefano Commenta l’articolo

  2. Avatar di marilina

    marilina 11 mesi fa (25 ottobre 2017 7:51)

    Cara llaria, grazie per leggermi. Ho 53 anni e la storia che ritenevo finalmente importante, dopo tanti tentativi e storie sbagliate, é finita anch'essa dopo un anno e mezzo. Il motivo? Non ha tempo per me. Me l'ha detto in modo affettuoso con un messaggio su WhatsApp, iniziato con "tesoro" e finito con "ti voglio veramente bene". Lui ha un anno più di me, é vero, é super impegnato ma non ho mai chiesto nulla che non potesse darmi. Anzi, forse ho chiesto troppo poco. La cosa che fa troppo ma troppo male é che da quel messaggio é sparito, non ho avuto più modo di parlargli, gli ho scritto molte volte ma senza mai ricevere risposta. Gli ho scritto parole dolci, parole cattive perché ero arrabbiata, l'ho provocato ma nessuna reazione. Lui é un duro, mi ha sempre detto che fatta una scelta non torna indietro. Ma l'affetto e la tenerezza dove sono? Mi conosce, sa tutto di me, sa che sto soffrendo, gli ho detto che preferirei un vaffa a questo silenzio assordante che fa male, che ti lascia incredulo, annientato e ti toglie quel poco di fiducia che a fatica avevo conquistato... E metti in dubbio tutta la storia perché non può finire così, siamo grandi... Grazie. Un abbraccio
    0
    Rispondi a marilina Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 11 mesi fa (25 ottobre 2017 9:44)

      Sei incappata in un grande stronzo. Desideravi tanto una storia d'amore che non ti sei accorta di avere a che fare con un pessimo soggetto. Ma brutto brutto proprio.
      -2
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Marilina

      Marilina 11 mesi fa (25 ottobre 2017 15:20)

      Grazie llaria per la tua pronta risposta. Le tue parole esperte mi aiutano a capire e a convincermi che non ho poi perso granché. Perché, sai, sono una che vede sempre del positivo, nelle persone, nelle situazioni...e quindi sono facile al rimpianti e, spesso, a darmi colpe che forse non ho. Grazie.
      -3
      Rispondi a Marilina Commenta l’articolo

    • Avatar di Ops

      Ops 11 mesi fa (27 ottobre 2017 9:26)

      Marilina io credo che tu sia una persona vera e con dei valori. Lui non e' un duro ma lo ha definito gia' Ilaria cos'e' ;) Non si sbaglia quando si agisce con il cuore ma con il tempo impari a volerti bene e capisci che certe attenzioni non tutti le meritano. Cinismo!.. e vedrai i risultati! ;) ;)
      -9
      Rispondi a Ops Commenta l’articolo

  3. Avatar di Arianna

    Arianna 1 mese fa (13 agosto 2018 17:48)

    Ciao a tutti è la prima volta che scrivo sul forum e mi scuso in anticipo per gli errori grammaticali. Vorrei un consiglio per riuscire ad andare avanti. Ero fidanzata con un ragazzo meraviglioso, dolce, premuroso ed ero convinta che lui fosse l'uomo della mia vita perché lui mi faceva sentire viva. Purtroppo lui lavorava lontano e già dall'inizio è stato difficile abituarmi alla lontananza e al fatto che non potevamo vederci sempre, ma nonostante questo io ho sempre cercato di sostenerlo e lui inizialmente è sempre stato presente. Mi fidavo di lui ciecamente ma purtroppo lui tre giorni fa mi ha confessato che era da due mesi che mi tradiva con una sua collega. La cosa più brutta è che tutte le volte che mi diceva che non potevo tornare il fine settimana perché doveva lavorare non era vero, in realtà prenotava una camera in un b&b per stare con questa ragazza. La cosa che mi fa più male è il fatto che l'ha portata a casa e l'ha presentata alla sua famiglia mentre a me non li ha mai presentati. Nonostante questo lui sosteneva di amarmi e che sapeva che la scelta migliore ero io ma alla fine ha deciso di restare con lei. Io sto male e non so come andare avanti... Dovrei odiarlo ma non ce la faccio. Lo amo e il solo pensiero che ha scelto lei mi sta logorando l'anima. Vi chiedo un consiglio è un aiuto per riuscire ad andare avanti con la mia vita. Grazie e mi scuso se mi sono dilungata molto ma ho cercato di riassumere il più possibile.
    0
    Rispondi a Arianna Commenta l’articolo

  4. Avatar di Ally

    Ally 1 mese fa (12 agosto 2018 17:00)

    Ciao a tutti! Prendo finalmente il coraggio di scrivere queste dolorose righe ed iniziare ad affrontare la conclusione della mia convivenza. Dopo un rapporto di 10 anni, di cui 2 e mezzo di convivenza, il mio compagno decide di abbandonarmi. Tornavo da lavoro e trovo sul tavolo di casa un mio diario fatto a pezzi. In questo c erano sfoghi miei personali intimi passati e odierni, stanchezza sul lavoro; dubbi sul futuro. Non sono mai riuscita a parlare con lui. Tornato a casa dei genitori ha sempre rifiutato un colloquio, bloccato su whatsapp, non risposto alle telefonate e preso del tempo ( mandó un sms per dire che voleva tempo per riflettere). 10 giorni dopo decide di non venire ad un appuntamento per parlare e chiude la relazione inviando una mail nella quale allega foto del mio diario e dá a me le colpe della chiusura: ero insoddisfatta, stanca, pesante e che non so cosa voglio. Io avrei voluto parlarne. Chiarire e spiegare. Alcune problematiche avevo provato ad affrontarle ma non senza difficoltà. So solo che adesso come adesso faccio fatica a trovare chi sono dopo anni nei quali mi sono spesa completamente per lui, per la coppia e per la casa. Inoltre ho molta paura per un futuro che non vedo, se non pieno di buio e dolore. A 35 anni pensavo che a breve ci saremmo sposati invece sono a fare scatoloni, a cercare una nuova casa, chiedendomi perché, in cosa ho fallito, cosa non mi rende meritevole neanche di un faccia a faccia. Nessuna delle persone che conoscevamo osa contattarmi e mi ritrovo all improvviso sola. Tutti mi dicono di rialzarmi e di ricominciare da me ma faccio fatica perché ad oggi non so più chi sono e cosa voglio. Lasciare a luglio poi tra caldo, ferie e persone a me vicino fuori per vacanza mi rende ancora più triste. Come se ne esce? Da che cosa si inizia? É passato 1 mese e qualcosa: ho pianto come una fontana, mi sono data mille colpe, ripensato alle piccole e grandi critiche che nell' ultimo periodo mi muoveva, riflettuto sui segnali che tra lavoro problematico e casa non ho notato. Ed ora? Grazie per la lettura e per chi vorrà commentare in anticipo. Un grazie speciale ad Ilaria perché solo grazie a lei e al blog mi sento meno sola.
    0
    Rispondi a Ally Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 mese fa (12 agosto 2018 17:48)

      Ho letto, con molta partecipazione e vicinanza. Va bene il dolore, va bene lo shock e va bene anche il considerarsi senza futuro e senza via di uscita. A 35 anni!!! Quando la vita sta appena per iniziare. Siccome sei una ragazza intelligente, vorrei portare la tua attenzione sul fatto che questo “abbandono” si preparava da tempo e che costui ha avuto un atteggiamento che molti definirebbero da perverso narcisista. Il tuo diario è stato la conseguenza di una storia che credo sia stata non brutta, ma terribile e non la causa della vostra separazione. Un rapporto del genere ti ha fiaccato e continuando ti avrebbe distrutto. Lui sapeva già del diario, paventava che tu avresti preso l’iniziativa e ha proceduto per poter riprendere il controllo e poterti attribuire la colpa e farti soffrire ancor di più. Riparti facendo scatoloni con pazienza e amore e cogli l’occasione per scoprire tutto il potere che hai e che lui voleva toglierti.
      -8
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Ally

      Ally 1 mese fa (12 agosto 2018 20:05)

      Grazie di cuore Ilaria. Voglio farmi forza accettando la fine di questa dolorosa separazione in questo modo irrispettoso e vigliacco. Dopo l'accettazione devo iniziare a conoscermi di nuovo, a capire cosa desidero e dove la vera me é finita. Lo vedo un percorso lungo e a tratti mi angoscio. Non vedo alternative peró, voglio pensare che la vita ha ancora tanto da offrirmi :) Grazie ancora!
      1
      Rispondi a Ally Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 mese fa (12 agosto 2018 22:08)

      Ma certo che la vita ha tanto da offrirti, a maggior ragione lontano da costui. Coraggio, lei offre e tu devi saper accettare le offerte :)
      0
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Ally

      Ally 1 mese fa (14 agosto 2018 0:12)

      Grazie Ilaria. Voglio prendere la vita a mani aperte. :)
      0
      Rispondi a Ally Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 mese fa (13 agosto 2018 14:52)

      Ciao Ally, ti senti giù perché forse la sensazione che provi adesso potrebbe essere paragonata ad un tentativo di furto, come quando torni a casa e trovi tutto fuori posto, in un caotico disordine, e inizialmente non capisci cosa ti hanno portato via e cosa invece è rimasto. Il diario strappato è un gesto ingiustificabile ma è da qui che devi ripartire. Questo gesto è anche il simbolo evidente della tua rinascita, perché è possibile trovare il lato positivo di quanto è accaduto. Se non riuscivi a comunicare con lui le tue difficoltà o semplicemente le tue attività quotidiane, significa che lui non era disposto a condividere un futuro con te e ciò che è successo deve indurti a pensare che non è l'uomo giusto per te. Una persona può deluderci, può ferirci, può strappare le pagine del nostro diario, ma non potrà mai depredare ciò che siamo. Devi solo cercare più in profondità per ritrovare te stessa... In bocca al lupo!
      -3
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ally

      Ally 1 mese fa (14 agosto 2018 0:16)

      Grazie Emilia per il tuo commento. Mi fa tanto bene poter riflettere con chi ci mette il cuore in ciò che scrive. Si mi sono sentita violentata da questo gesto e anche dall' essere punita col silenzio. Avevo provato ad affrontare le questioni in più di una occasione e non trovando confronto e conforto avevo finito con lo scrivere per conto mio i miei pensieri. Ma il diario sono io e quindi si la violenza l ho sentita tutta. Inizia una lunga fase di conoscenza con me stessa.. Mi faccio coraggio! Grazie ancora, di cuore.
      1
      Rispondi a Ally Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 mese fa (14 agosto 2018 8:29)

      Figurati! :) Comunque non pensare di non esser meritevole neanche di un faccia a faccia con lui, ma piuttosto pensa di non meritare un uomo del genere. Coraggio, 'ché meriti molto di più!
      0
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo