Come tenere un uomo legato a te senza fatica

Come tenere un uomo legato a te senza fatica?

Sì, lo so, la frase “come tenere un uomo legato a te” puzza di manipolazione e di strategia manipolatoria lontano un miglio.

Eppure non è esattamente come la pensi o come temi potrebbe essere.

Seguimi un momento e scoprirai delle riflessioni importanti.

Riflessioni che magari hai già fatto da te e che io ti metto in bell’ordine in modo che tu le possa considerare con maggiore comodità.

Molte volte io mi sento dire: “Ilaria! Io non ho problemi a conoscere uomini e anche a iniziare relazioni. Il mio problema è evitare invece che il “lui” di turno mi lasci e per motivi spesso inspiegabili.”

Anche se non me lo sento dire, in molte mi raccontano di relazioni partite e continuate alla grande e poi finite in un “puff”, come una bolla di sapone nel giro di sei mesi.

È triste e deludente e probabilmente conosci la sensazione.

Intanto c’è una premessa importante ci sono uomini e uomini.

E uomini.

Cioè ci sono dei veri e propri quaraquaquà che fanno submarining o ghosting o fanno gli illusionisti e già per questo dimostrano di avere seri problemi (ma seri) di equilibrio emotivo e sono uomini da evitare.

Se capita qualcuno di loro sulla tua strada, non fartene un cruccio.

Meglio perderli che trovarli.

Se se ne vanno è un colpo di fortuna.

Poi c’è l’uomo confuso, che non sa che cosa fare della propria vita e fa un passo avanti e due indietro.

Ci sono anche coloro che sono convinti di volere una storia seria, ma alla prova dei fatti cambiano idea e direzione.

Imparare a distinguere tra tipi di uomini

Tutti i tipi di uomini che abbiamo descritto sopra hanno i loro problemi, che sono loro e non tuoi e da costoro devi prendere le distanze.

Così come dai loro problemi.

Oltre a questi ci sono gli uomini disposti davvero ad avere una storia seria, anzi, che una storia seria la desiderano sinceramente con tutti se stessi e sono disposti a mettersi in gioco.

Ma come tutti, come anche te, suppongo, sono alla ricerca di qualcosa di “più” cioè di valore, a maggiore valore aggiunto.

In fin de’ conti – e questo concetto è importante tenerlo a mente – una relazione di coppia è una parte importante della vita e la differenza tra una bella relazione di coppia e una brutta relazione di coppia è anche la differenza tra una bella vita o una brutta vita.

Quindi a maggior ragione, più un uomo è di valore, più cerca una relazione di valore.

Ma in che modo un uomo, sano, equilibrato, di valore giudica una relazione di valore tanto da volersi impegnare e, soprattutto, da volere rimanere legato a te?

Come tenere un uomo legato a te senza fatica

Un uomo sano, equilibrato e di valore desidera esattamente quello che desidera una donna sana equilibrata e di valore.

Desidera esattamente quello che desiderano tutte le persone sane, equilibrate e di valore.

Che cosa mantiene alto il desiderio di un uomo per te e solo per te?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

E cioè?

Le persone sane equilibrate e di valore desiderano accoglienza, cioè accettazione – anche e soprattutto dei loro difetti, non dei loro disturbi mentali – amore, affetto, intesa, reciprocità.

Calma, armonia, pace.

Che poi sono tutti quegli elementi utili a creare sicurezza, varietà, divertimento, senso di importanza, senso di contributo al mondo, crescita.

Tutte queste condizioni vanno ad appagare i principali bisogni dell’essere umano, insieme all’amore, che probabilmente è il più importante e che spesso si cerca di appagare in modo disfunzionale.

Cioè attraverso il dominio, la sopraffazione, la ricerca esasperata del potere, la manipolazione degli altri.

Dare amore, accoglienza, offrire accettazione, essere gentili (ah, quanto è importante la gentilezza per delle buone relazioni umane!) non dovrebbe essere un’impresa difficile per chi è sano, equilibrato e di valore.

Essere simpatici o simpatiche, gradevoli, amabili non è – apparentemente – così difficile.

Anzi dovrebbe essere naturale.

Ecco perché si dice (lo faccio io per prima) così spesso che per trovare un uomo di valore e creare una relazione sana è importante avere un buon senso del valore di sé ed essere sani.

Senza paturnie, senza rabbia e senza rancori verso gli altri e verso gli eventi del passato.

È importante amare se stessi per amare ed essere amati, perché quello che diamo a noi lo diamo agli altri e viceversa.

Come creare un legame forte: 5 principi base

Con tutte le persone alle quali teniamo, se vogliamo tenercele (lo so, il gioco di parole è geniale) è sufficiente usare gli strumenti della buona convivenza e usarli con autentica umanità.

Questi strumenti sono comprensione, affetto, inclusione, capacità di valorizzare i punti di forza altrui e di dare un significato costruttivo ai loro punti di debolezza.

In particolare considera che dentro ciascun uomo di valore batte il cuore di un cavaliere senza macchia e senza paura, o, per lo meno, aspirante tale.

Quindi, hai creato con il tuo partner una bella relazione di attrazione reciproca? Di attrazione a breve termine e anche di attrazione a lungo termine?

Molto bene.

Per mantenerla attieniti a questi 5 principi base, che ovviamente devono essere reciproci, se no con il cavolino si tratta di una bella relazione.

1 Sii educata e gentile. Non svilirlo mai, per nessuna ragione, non offenderlo, non usare “titoli”, cioè termini offensivi nei suoi confronti, nemmeno per scherzo.

2 Comprendi i suoi bisogni. Che possono essere quello di riposarsi anziché di uscire, così come quello di essere ascoltato e al centro della tua attenzione per una serata o un week end, oppure quello di incontrare i suoi di tanto in tanto.

3 Riconosci i suoi successi e celebrali con un regalo, una cena a sorpresa, un complimento fuori dal comune.

4 Non scaricare su di lui i tuoi nervosismi o le tue insoddisfazioni. Magari confidaglieli, con calma, chiarezza, pacatezza, senza attribuirgli nessuna colpa, ma cercando in lui un facilitatore alla soluzione.

5 Sii sempre attenta alla comunicazione tra di voi. Deve essere chiara, valorizzante, costruttiva. Non usare mai il sarcasmo con lui, verso di lui o verso la vostra relazione. Il sarcasmo è tossico, perché denota insieme rabbia e desiderio di manipolazione. Lascia perdere, davvero.

Questo è come tenere legato a te un uomo senza fatica.

Lascia un Commento!

5 Commenti

  1. Avatar di Sophie.

    Sophie. 4 mesi fa (14 Giugno 2021 1:00)

    Grazie Ilaria per questo articolo, una guida che terrò a mente da oggi in avanti..ho sempre usato i sarcasmo con i miei partner senza cattiveria o secondo fini ..anche scherzando. Mamma mia!! Ora mi rendo conto.
    Rispondi a Sophie. Commenta l’articolo

  2. Avatar di Claudia

    Claudia 4 mesi fa (13 Giugno 2021 21:09)

    Sì, tutto molto bello e giusto. Peccato che, quando mi comporto così, cioè sempre, trovo gente che se ne approfitta per scaricare le proprie frustrazioni, pensando che la gentilezza e l'umanità non abbiano valore, ma siano sinonimo di debolezza.
    Rispondi a Claudia Commenta l’articolo

    • Avatar di Fabio

      Fabio 4 mesi fa (13 Giugno 2021 23:20)

      Gentilezza non è debolezza, la gentilezza sentita e non obbligata la dà una persona forte, non una debole. Cerco di spiegarmi meglio, sono gentile con chiunque mi circonda, è nella mia natura, ma con chi non la merita, a parer mio insindacabile, mi mostro distaccato, freddo, se una persona non merita, cascasse il mondo, gentilezze non ne riceverebbe da me, solo un rapporto educato, ma formale, decido io con chi essere gentile. Se viceversa sono bisognoso posso usare la gentilezza come aiuto, ma è evidente che non è sentita, sa tanto di "leccata di piedi" quindi la figura risulta fantozziana. Chi crede che la gentilezza sia sinonimo di debolezza, probabilmente fa parte della seconda schiera, la compagnia fantozziana. Claudia, appena questi individui iniziano a scaricare le proprie frustrazioni, cambia immediatamente atteggiamento e da loro il benservito, non preoccuparti di risultare maleducata, l'unica cosa che potranno pensare è di aver sbagliato persona, di averti creduta "tontolona", non sentirti in obbligo di gentilezza, se una persona approfitta di te obblighi non ne hai più, tranne quello di mandarlo a quel paese.
      Rispondi a Fabio Commenta l’articolo

    • Avatar di Laura

      Laura 4 mesi fa (15 Giugno 2021 12:24)

      Credo che Ilaria si riferisca a questo quando parla di selezionare le persone e di fare attenzione alla reciprocità. Si tratta di cambiare frequentazioni, non di cambiare comportamento.
      Rispondi a Laura Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 4 mesi fa (15 Giugno 2021 21:11)

      Tra l'altro, essere gentili ha effetti inaspettati anche su chi gentile con noi non si è dimostrato. In vacanza nelle Ardenne con un'amica, ci fermiamo in un ristorante per pranzo. Il gestore, forse per stanchezza, si rivolge a noi con tono in generale poco piacevole. Allora facciamo un lungo respiro e anche due o tre Om già che ci siamo :D Ci armiamo di santa pazienza e gli chiediamo gentilmente la possibilità di spostarci di tavolo. Al vederci tranquille e gentili, ha cambiato atteggiamento. Quasi una trasformazione. Poi concordo con Laura. Essere gentili con tutti, e allo stesso tempo fare tante selezione. Perché ci inibisce e 'rende più piccole' frequentare persone che non apprezzano la nostra gentilezza, e tantomeno apprezzano noi.
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo