Come comportarsi con l’ex che ritorna e ti usa come una scarpa vecchia?

come comportarsi con l'ex che ritornaGià, come comportarsi con l’ex che ritorna?

Perché, per citare un famoso romanzo del grande Stephen King, che per altro non ha nulla a che fare con questo argomento, “A volte ritornano”.

Sì, questi simpatici campioni dell’andirivieni sembrano crescere di numero a dismisura.

Non c’è solo il generico rospo, l’indeciso ipocrita, l’insopportabile perditempo, lo stronzo tout court, peraltro tutti tipi, maschere e mascherine che riscuotono un sacco di successo presso una vasta platea di donne.

“Povera noi!”, come diceva la mia insegnante di francese delle medie.

C’è anche quello che scompare e che ritorna. In molte varianti e con diverse modalità.

Per esempio l’ex che ti ha mollato magari facendoti capire cantando in greco antico che proprio gli risultavi insopportabile e poi si rifà vivo, spesso con intenzioni nebulose e atteggiamento ambiguo.

Ci sono anche quelli che fanno submarining e orbiting, cioè scompaiono come sottomarini in immersione e riemergono dopo tempo indefinibile; oppure quelli che se ne vanno senza salutare ma pretendono di rimanere nella tua orbita, mettono i like sulle tue storie o sulla tua foto social oppure chiedono di te all’amico dell’amico della cugina della nipote.

Nel mio super percorso Come fare innamorare un uomo e tenerselo (clicca qui per saperne di più) spiego bene questi e altri comportamenti maschili. C’è un ebook bonus proprio dedicato al tema, dato che è un tema caldissimo.

Chi fa submarining o orbiting mai però  ti contatta direttamente e faccia a faccia, per carità…

Vuoi una valutazione psico-antropologica con valide basi scientifiche riguardo a questi personaggi?

Sono dei poveri scemotti. Non c’è molto da discutere.

Ahimé, parto con le mie lamentazioni: viviamo in una società ignorante e superficiale, senza grandi valori.

Non è così per tutti. Persone con qualche neurone e tracce di materia grigia nel cranio ci sono, e anche con ambizioni e valori e standard elevati, per carità.

Però gli scemotti prevalgono, lo abbiamo già detto molte volte: ci sono più pietre di fiume che diamanti.

Perché l’ex ritorna

E spesso per ogni scemotto ci sono cinque ingenuotte che non hanno un senso forte di sé e degli scopi della propria vita, mancano di dignità e scambiano lo scemotto di turno per il principe azzurro.

Invece, care le mie ragazze, urge volare alto, puntare alto e guardare tanto alto che questi idioti non entrino neppure nella nostra visuale.

Gli scemotti in quanto tali hanno poco di importante da fare nella vita, non hanno sogni e non hanno ambizioni.

Si annoiano facilmente, perché sono stati cresciuti secondo un principio del piacere distorto e alla fine sono diventati dei debosciati.

Ecco, debosciati, parola un po’ arcaica che però calza a pennello.

Dall’altra parte ci sono le signore che si attaccano a questi scemotti ed è evidente che sono indifese, mancano di senso critico e non hanno una particolare profondità umana, altrimenti non si farebbero incantare da questi medesimi scemotti.

Eh sù, diciamo pane al pane e vino al vino.

Lo so è un panorama desolante e mi rattrista disperatamente, perché le vite vuote sono sprecate.

E allora perché gli ex ritornano?

Perché siccome sono teste vuote e bambini con un corpo grande, vengono colti da noia, ripensamenti, voglia di giocare o giocherellare e poiché, oltre a tutto ciò, mancano anche di dignità e di rispetto per gli altri – in particolare delle donne – cercano la ex per rompere la noia

Tornano anche per trovare conferma al proprio fascino (se lei ci è cascata una volta, ci cascherà una seconda, quindi vanno sul sicuro), per andarci a letto perché è un po’ che nessuna ci sta, per curiosità su che fine ha fatto lei e quali cicatrici il loro abbandono ha lasciato nel suo cuore e mille sciocchezze infantili del genere.

Se avessero qualche obiettivo importante nella vita e grandi progetti per sé e per gli altri non lo farebbero.

Garantito.

La ex cercata dovrebbe fare una cosa sola: non rispondere.

Lasciare cadere. Far piombare un silenzio assoluto ed eterno.

Ma già prima.

Alla fine di una storia, dovrebbe interrompere qualsiasi contatto, soprattutto se si tratta di uno scemotto.

E invece no, siccome loro medesime, le ex, non hanno disegni grandiosi per la propria vita, appena lui schiocca le dita corrono al suo cospetto.

Senza porsi domande, senza usare un minimo di senso critico. Senza proteggersi con l’arma potentissima della dignità.

E il lui di turno si gonfia come un tacchino.

Avventura o amore vero? Scopri se la relazione che stai vivendo è una storiella temporanea o è destinata a durare nel tempo...

Dico questo per offendere o sminuire?

Dunque, confesso di essere un po’ stanchina di leggere, sentire e vedere donne che non si comportano da donne ma da donnette e che nel contempo ci soffrono.

E perbacco, tabacco e Venere, almeno gli scemotti per un mezzo secondo (non di più) si divertono a prendere in giro le ex che corrono al loro schiocco di dita.

Tac! Tu schiocchi le dita e la tua ex si precipita. Hai presente quanto si carica il povero “Io” dello scemotto di turno che poi si vanta con gli amici in pizzeria o su Wahat’App?!?

“Oh, raga, la tipa che avevo mandato a quel paese senza pietà due mesi fa, mi ha risposto subito… Dopo tutto quello che le ho combinato è ancora lì che pensa a me invece di godersi la vita. Che figo che sono… Ma le donne son proprio sceme eh!”

Invece la lei della situazione non capisce e soffre e si lascia maciullare autostima e senso di sé dallo scemotto di turno, facendo la figura della sciocca innamorata, disperata e senza alternative.

Almeno si divertisse. No, si fa fare fessa e soffre.

Posso essere un po’ infastidita da questo andazzo?

Posso permettermi di dire che è il caso di darci un taglio, parbleu?!?

Come comportarsi con l’ex che ritorna per averti un’ultima volta

Qualche giorno fa ricevo un messaggio:

“Ciao Ilaria, volevo capire solo la psiche e il motivo per cui il mio ex, un mese dopo avermi lasciato, mi ha corteggiata e invitata insistentemente ad uscire con lui e, dopo essere stati insieme, mi ha comunicato di aver conosciuto un’altra ma voleva avermi un’ultima volta perché prova sentimenti forti per me. Grazie per la tua risposta.”

Ok, noto che è venuta di moda questa parola, “psiche”, termine nobilissimo e antico,

Qui però più che di psiche si dovrebbe parlare di “testa di cavolo”.

Che risposta posso dare a questa signora nuovamente sedotta dal suo ex e poi nuovamente abbandonata?

Che lui è, come si dice a Milano, un grande p**la, termine pregnante e signifcativo.

Supposto che Milano abbia dato qualcosa di rilevante all’Italia, direi che i termini “p***la” e “c**la” sono grandiosi contributi.

Il nostro simpatico ex voleva vantarsi della sua nuova conquista e l’ha fatto in modo non sadico ma super sadico, manipolatorio, ingannevole.

Schifoso insomma.

E’ un signore perverso che appunto aveva bisogno di una rivincita, di una “ricarica” di autostima ed emotiva.

Voleva “riavere” la nostra amica? Ma come si può permettere a chicchessia di parlare di noi o di altri in termini di possesso?

No, ragazze, ma in che mondo vivete?

Dove lo avete messo il rispetto per voi stesse?!?

Poi, sempre il nostro amico ex, ha parlato di “ultima volta”.

“Ti porto a letto, mia cara, e dopo (dopo sia chiaro) ti dico che ho un’altra e che questa è l’ultima volta. Sono abbastanza offensivo o vuoi che picchi più forte?”

Ha voluto gestire lui la cosa, da uomo-padrone: “Quella non è una donna, non è un essere umano, ma un oggetto d’uso del quale poi mi bullerò anche.”

Lurido misogino.

E la sua ex risedotta e riabbandonata vorrebbe leggerne la psiche.

La sua psiche? Ma por favor!

No, non c’entra la psiche. Questo è uno psycho.

Proteggetevi.

Non è più il tempo, non è più il momento e non è più l’ora di lasciare andare la propria dignità e di mettersi nelle mani di questi mostri.

E basta, santo cielo!!!

Non avete di meglio nella vita? Createvelo!

Conto di aver fatto chiarezza su come comportarsi con l’ex che ritorna.

Lascia un Commento!

23 Commenti

  1. Avatar di Laura

    Laura 11 mesi fa (9 Gennaio 2021 13:27)

    Cara Ilaria, articolo bellissimo ed illuminante, come sempre. Come nota a margine, non sono solo cose profondamente vere ed importanti quelle che dici, ma le dici anche in un modo così chiaro e cristallino che è un piacere da leggere. Grazie!
    Rispondi a Laura Commenta l’articolo

  2. Avatar di Bianchi

    Bianchi 11 mesi fa (9 Gennaio 2021 15:16)

    Assolutamente! :))
    Rispondi a Bianchi Commenta l’articolo

  3. Avatar di Albertino

    Albertino 11 mesi fa (15 Gennaio 2021 12:16)

    Grazie a tutti/e voi per avermi dedicato il vostro tempo. Leggerò con calma quanto avete scritto, per me è importante avere un punto di vista esterno - magari anche da parte di chi ci è già passato - perché non avevo mai vissuto una situazione simile in vita mia. La teoria la conosco, ma la pratica è tutta un'altra cosa. Aggiungo che - nonostante l’anonimato - non è facile parlare di queste cose, è grande la vergogna per la mia incapacità di fare l’unica cosa che andrebbe fatta. È da UNDICI mesi che va avanti così, e già solo a scriverlo mi rendo conto della anormalità di questa situazione. Davvero non mi riconosco più, non so cosa mi sia successo per accettare tutto questo.
    Rispondi a Albertino Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 11 mesi fa (15 Gennaio 2021 16:37)

      Si chiama dipendenza affettiva, Albertino. Fai una ricerca in merito. Ne uscirai piano piano, a patto però che tu ti imponga un no contact serrato e definitivo. Smetti di darle la tua disponibilità e energia. E' una persona tossica e ti sta prosciugando. Allontanati e rinascerai.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Morgana

      Morgana 11 mesi fa (15 Gennaio 2021 17:17)

      Ciao, Albertino. Nonostante ti abbiano già detto tutto, ti do anche il mio parere. Undici mesi in questa situazione sono troppi, come hai ben compreso. Però non devi vergognarti, perché non hai mica ammazzato nessuno. Certamente devi dare una svolta alla tua vita, ossia chiudere definitivamente con questa donna, che si comporta così perché non vuole perdere il controllo su di te e non vuole che tu ti rifaccia una vita con un'altra persona. Sta dimostrando enorme egoismo e profonda insensibilità. Non le interessi, non le interessa il tuo benessere, non ti rispetta; se infatti ti rispettasse, si farebbe da parte. Comunque, dal momento che hai deciso di scrivere qui significa che sei consapevole di tutto, ma che hai bisogno di un po' di appoggio, di sostegno, di comprensione, com'è normale che sia quando ci si trova invischiati in queste situazioni. Perciò hai fatto bene a scrivere e a confrontarti con persone che ne hanno vissute di tutti i colori, in ambito sentimentale e non solo. Sono sicura che puoi farcela, che sei in grado di prendere una decisione definitiva. Vedrai che un bel taglio netto ti farà stare meglio.
      Rispondi a Morgana Commenta l’articolo

    • Avatar di Atolla

      Atolla 11 mesi fa (15 Gennaio 2021 18:25)

      Caro Albertino, non torturarti, non più di quanto tenti di fare la tua ex. Soprattutto non vergognarti di nulla, sei "solo" un essere umano ferito dalla donna che amava, quindi ancora vulnerabile. E lei è una gran manipolatrice con un ego monumentale che trae nutrimento dalle tue attenzioni. Razionalmente sai che è sbagliato darle spago ma il cuore non è mai razionale e in queste situazioni vince facilmente. Considera i suoi messaggi, le sue telefonate come il sale sulle tue ferite. Se ti tagliassi un braccio, cureresti la ferita col sale? Non credo. Se per te è troppo brutale bloccare il suo numero inizia col non risponderle più, poi passa ad archiviare la sua chat e silenzia le notifiche. Poi potrai bloccarla con meno "patimento". Sono solo dei suggerimenti che lasciano il tempo che trovano, tu solo sai cosa è meglio per te. Forza! :)
      Rispondi a Atolla Commenta l’articolo

  4. Avatar di Sophie

    Sophie 10 mesi fa (2 Febbraio 2021 9:06)

    Parole sante! Ogni volta che ho incontrato un cretino che mi ha mancato di rispetto ho memorizzato il suo numero come "morto di figa + un numero incrementale", così da togliergli l'identità e sapere quando non rispondere alle chiamate.
    Rispondi a Sophie Commenta l’articolo

  5. Avatar di Teresa

    Teresa 10 mesi fa (2 Febbraio 2021 16:50)

    Ciao Ilaria, leggo spesso quello che scrivi nel tuo blog e ho anche fatto il test "Scopri le vere ragioni per cui non ti cerca". Ti scrivo perché volevo chiederti un parere. Dal mese di settembre frequento un ragazzo che ho conosciuto lavorativamente, in particolare l'ho intervistato (faccio la giornalista). Dopo un mese dell'intervista lui mi trova sui social dicendo che mi aveva cercata tantissimo. Lui però inizia a uscire con me dopo essersi lasciato da pochi mesi. E ho anche notato che a volte mentre stavamo insieme la sua ex gli scriveva o lo chiamava. Lui mi ha sempre detto che la storia con lei era finita e che da parte sua non c'era più nulla. Questa situazione mi ha un po' ingelosita e a volte sono stata un po' dubbiosa e pesante (lo ammetto). Però una cosa che mi dava fastidio è che lui spesso spariva per ore non guardava proprio il telefono e io iniziavo a pensare male. Comunque lui mi dice che non vuole subito ributtarsi in un'altra storia seria perché con le ultime due ha già fatto così: lasciava una e subito dopo si metteva con l'altra. Stessa cosa accaduta con me. Si lascia, conosce me, si trova bene e dice che sono perfetta, ma vuole fare le cose con CALMA. A un certo punto dopo due settimane un po' di freddezza per una discussione, lui scompare (fa ghosting vero e proprio). Senza dirmi il perché. Io gli ho mandato dei messaggi per capire cosa fosse successo ma non vedendo la sua risposta ho lasciato perdere e quindi sono sparita anche io. Torno a casa per le vacanze di Natale (in Sicilia) e poi dopo 20 giorni rientro a Milano. Per Capodanno però decido di mandargli gli auguri (un piccolo test per capire se mi avrebbe risposto) e lui mi risponde. Dopo una decina di giorni mi manda un messaggio di scuse dicendo di non essere stato carino ma che ha passato un "periodo così". Iniziamo a risentirci e questa domenica ci siamo visti. Lui mi ha confessato di essersi allontanato perché io ero pressante...e che più volte aveva pensato di riscrivermi. Mi ha però ribadito di fare le cose con calma perché non vuole appunto buttarsi subito in un'altra storia. Mi chiedo, ma se piaci davvero a qualcuno non ci sono scuse, ti butti e basta no? Mi sta prendendo in giro? Mi viene difficile capirlo perché non è uno che parla e si apre molto. Spero di averti spiegato più o meno la situazione e di non averti rubato troppo tempo. Grazie.
    Rispondi a Teresa Commenta l’articolo

  6. Avatar di patrizio

    patrizio 9 mesi fa (24 Febbraio 2021 11:09)

    Articolo interessante ed illuminante come sempre e senza mezzi termini! Chiaro che le stesse cose valgono a posizioni inverse, e quindi deve essere un uomo a doversi difendere nel caso in cui ci sia una ex a cercare di ritornare quando le fa comodo e che pretende di rimanere nella tua vita come amici (e si offende pure se non vuoi rimanere amico) mentre ti ha tradito e lasciato per un altro e divertita pure per un certo periodo a fartela sotto il naso per dimostrare quanto era abile a intrecciare relazioni multiple. (perdonate lo sfogo) il blog e gli articoli di Ilaria fanno emergere le cose come stanno e senza fronzoli quindi fanno scattare il meccanismo di presa di coscienza. Grazie Ilaria.
    Rispondi a patrizio Commenta l’articolo

  7. Avatar di Albertino

    Albertino 11 mesi fa (13 Gennaio 2021 16:23)

    Un parere per cortesia in base alla vostra esperienza su di una situazione vissuta dalla parte dell’uomo, quando però la ex non è una scemotta ma una persona valida, di “sani principi”, che ti scrive periodicamente per raccontarti del lavoro, degli studi ripresi di recente, di varie problematiche, ecc. Tu ascolti, rispondi con cortesia e partecipazione (purtroppo sei ancora molto preso nonostante lei ti abbia scaricato da parecchi mesi e subito sostituito), non le scrivi mai per primo ma quando lo fa lei non riesci a rispettare il rigido nessun contatto che ti eri imposto. E anche se per la tua dignità chiarisci - più di una volta - che non vuoi e non puoi essere suo amico, le cose non cambiano. Magari sparisce per qualche giorno/settimana, ma poi arriva quella maledetta notifica di whatsapp e ricomincia tutto da capo. Eppure non le mancano le amiche con cui confidarsi e neppure un compagno con cui condividere gioie e dolori, come faceva con te quando ancora stavate insieme. Neppure pensi di essere una persona così sensibile, profonda, intelligente, speciale, per cui è impossibile fare a meno di te, sei un brav'uomo come ce ne sono tanti, non un talento raro. Ovviamente sto parlando di quello che sta capitando a me da diversi mesi a questa parte. L’unica sua amica con cui posso parlare di questa situazione vincendo a fatica la mia riservatezza mi dice che, dopo aver condiviso tutto per dieci anni, sono la persona che più la conosce al mondo e in aggiunta che, lavorando per la stessa organizzazione, conosco perfettamente l’ambiente di lavoro di cui lei ama parlare. Però anche l’amica non si spiega questo atteggiamento, se non con un egoismo ed un cinismo a cui io, annebbiato dai sentimenti, non posso e non voglio credere. So già che non dovrei più rispondere a quei messaggi e bloccare il contatto, è il solo consiglio che darei ad un amico, ma ancora non riesco a farla uscire per sempre dalla mia vita. Grazie e scusatemi per lo sfogo, rileggendo mi rendo conto da solo di quanto sia insensata questa situazione.
    Rispondi a Albertino Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 11 mesi fa (13 Gennaio 2021 16:38)

      L’amica ha ragione. La signora è una grande stronza.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Laura

      Laura 11 mesi fa (13 Gennaio 2021 16:57)

      Caro Albertino, io tra i "sani principi" metto il non infliggere violenza psicologica a nessuno, a maggior ragione ad una persona con cui ho condiviso dieci anni di vita. Hai detto chiaramente alla tua ex che non volevi che rimaneste amici, hai smesso di cercarla, se lei si comporta così credo sia inoppugnabile dire che calpesta la tua volontà e il tuo benessere. Non mi pare quindi una "persona valida". Io comincerei dal riequilibrare un po' i due piatti della bilancia sui quali attualmente tu collochi lei (persona "valida e di sani principi") e te ("un brav'uomo come ce ne sono tanti, non un talento raro") in posizioni decisamente impari. A me lei pare invece una poveraccia come tante, debole e opportunista al punto di essere incapace di rinunciare al piacere che le dà il cercarti quando le pare, sicura che tu, pur controvoglia, non le resisterai e le fornirai ascolto e comprensione. Tu mi sembri una persona dotata di sensibilità, logica, cultura, bontà di fondo, ma non conta quello che penso io: sei tu che non devi pensare di te stesso di essere "uno come ce ne sono tanti". Tu sei tu, unico e irripetibile, sei la persona più importante della tua vita, quella con cui hai passato e passerai ogni istante della tua esistenza. Una persona piena di qualità, che è tuo dovere morale riconoscere ed apprezzare. Credo che prendere atto di questo sia il primo passo per uscire da questa situazione.
      Rispondi a Laura Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 11 mesi fa (13 Gennaio 2021 18:33)

      Ciao Albertino, condivido il pensiero di Laura. Lei non mi sembra un bel soggetto, per niente. Ti sta manipolando e tu, per il tuo bene, dovresti chiudere questo rapporto.
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Atolla

      Atolla 11 mesi fa (15 Gennaio 2021 10:57)

      Il commento di Laura è talmente perfetto che non ho altro da aggiungere. Albertino, fossi in te lo stamperei e lo leggerei almeno una volta al giorno. Ilaria dice bene, anzi benissimo: ad un tentativo di contatto da parte di un'ex NON SI RISPONDE. Meno che mai se la relazione è finita male, ad esempio con tradimento da parte sua e/o con litigi forti e offese. Questa tizia è una gran stronza narcisista da quattro soldi e tu meriti una donna degna della tua sensibilità, intelligenza e cultura accanto.
      Rispondi a Atolla Commenta l’articolo

    • Avatar di Doris

      Doris 11 mesi fa (13 Gennaio 2021 19:41)

      Anche io Albertino penso che la sopravvaluti. Sei ancora in piena idealizzazione... non è la persona splendida che vedi tu. Per esperienza ti dico: bloccare ti sembra un torto pazzesco che non riesci infliggere a qualcuno per cui ancora spasimi e di cui hai tale visione perfetta, ma se provi sentirai un sollievo che ora non puoi nemmeno immaginare . E immediato. Un abbraccio.
      Rispondi a Doris Commenta l’articolo

    • Avatar di Fabio

      Fabio 11 mesi fa (13 Gennaio 2021 19:43)

      Quando sarai stanco di darle corda, la bloccherai, è facilissimo, ma devi convincere te stesso che sei l'unico artefice di questa situazione, senza la tua volontà lei non può farti niente. Fabio
      Rispondi a Fabio Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 11 mesi fa (13 Gennaio 2021 19:43)

      Ciao Albertino, Mi piacerebbe capire da quanto vi siete lasciati e quanto è durato il rapporto. A me è successo dopo 10 anni di storia nel momento in cui lei mi ha lasciato a sentirci e vederci per un periodo. A Memoria un paio di mesi o anche 3. Dopo di che ognuno a preso la sua strada. Voglio dire se è una fase transitoria a seguito della chiusura del vostro rapporto da poco tempo comprendo la dinamica. Ma al contrario no. Non ti sbudellare il cervello , chiudi questa situazione.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Livia

      Livia 11 mesi fa (14 Gennaio 2021 7:51)

      Ciao Albertino, basta farci prendere in giro e dare spago e le nostre energie agli opportunisti. Che si confidasse con altri. Forza!
      Rispondi a Livia Commenta l’articolo

  8. Avatar di Sole

    Sole 11 mesi fa (8 Gennaio 2021 1:05)

    Le parole perfette al momento giusto. Grazie, Ilaria.
    Rispondi a Sole Commenta l’articolo

    • Avatar di Lia

      Lia 4 mesi fa (25 Luglio 2021 8:29)

      Buongiorno, ho dato un taglio ad una situazione per me irrispettosa, lui mi ha detto che non vuole legami, dopo una relazione di un anno... Ora mi telefona spesso, ci vediamo, da amici, ma ci sto malissimo, penso di essere vicina alla depressione. Non vedo via d'uscita, vorrei solo stare bene. Che fare?...
      Rispondi a Lia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 mesi fa (25 Luglio 2021 12:47)

      Dare un taglio per davvero, non per finta.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  9. Avatar di Rosalba

    Rosalba 2 mesi fa (8 Ottobre 2021 9:50)

    C'è poco da fare ipotesi e giri e rigiri di parole. Una storia seria si capisce dalla sincerità, dal rispetto, dalla voglia comune di trovare col dialogo un punto di incontro di fronte a una controversia o a una situazione da chiarire. Dalla gioia di stare insieme, condividendo anche le piccole cose. Rispettando gli spazi, le esigenze o i desideri dell'altro. Insomma quando è una storia vera non si ha alcun dubbio. Quando " qualcosa non torna" allora è meglio camminare ognuno per la propria strada dando il meglio di sé nella vita di ogni giorno. Se si è impegnati a rincorrere l'impossibile si perde di vista quello che potrebbe essere la nostra vera vita.
    Rispondi a Rosalba Commenta l’articolo