Autosabotaggio e pensieri negativi: il modo più efficace per rovinarsi la vita

305 Condivisioni

autosabotaggioSai che cosa significa fare dell’autosabotaggio? Significa mettersi i bastoni tra le ruote da sola, senza la collaborazione di nessun altro. Fare autosabotaggio vuol dire assumere un atteggiamento mentale, consapevole o inconsapevole, che porta a rovinarsi la vita, anche quando tutto potrebbe funzionare molto bene e dare risultati positivi. Chi fa dell’autosabotaggio si fa male in modo autonomo, a dispetto delle circostanze e indipendentemente dalla “collaborazione” o dal “contributo” degli altri.

Spesso chi fa autosabotaggio si lamenta delle condizioni avverse e della “cattiveria” altrui e non si rende conto che il nemico più grande non è fuori, ma dentro. Dentro il suo cuore e dentro la sua mente. Chi fa autosabotaggio, potendo scegliere tra qualcosa di meglio e qualcosa di peggio per sé, indovina un po’? Sceglie il peggio per sé. Anche per quel che riguarda gli uomini e le relazioni.

"Anche se giriamo il mondo in cerca del bello o lo portiamo in noi o non lo troveremo. R.W.Emerson"

Le donne che fanno autosabotaggio hanno un talento speciale nel mettersi in relazioni sbagliate con uomini sbagliati e a creare una vera e propria catena continua di storie sbagliate. Le storie sbagliate sono il modo migliore per sabotare te stessa, per dare ragione a chi ti ha insegnato che vali poco o nulla e che nella vita fallirai su tutti i fronti

Non per niente chi fa autosabotaggio, nel 99% dei casi ripete nella propria testa le stesse  frasi, demotivanti e svalutanti di qualcun altro che nel passato non era capace di amare nel modo giusto o aveva sempre la luna storta per i fatti propri e le proprie insoddisfazioni personali.

Hai presente certe frasi speciali e positive del tipo: “Lo vedi? Tu non sei capace!“ “Non combinerai mai nulla di buono nella vita.” “Non troverai mai un uomo disposto a volerti bene/stare con te/sposarti/farti fare dei figli” e tante altre amenità del genere in mille varianti, giusto per non farsi prendere dalla noia.

Autosabotaggio: il vero nemico da sconfiggere

Pensa un po’ a tutte le frasette magiche e i pensierini produttivi che produci ogni giorno nella tua testa, molto spesso totalmente in automatico, senza nemmeno rendertene conto, tanto sei brava e allenata a spararne uno (o una) via l’altro fin da quando sei piccola-piccola.

“Come sono grassa!” – “Mamma mia, che faccia sciupata che ho oggi!” – “Dio come sono stupida, ho sbagliato un’altra volta!” –  “Oh, tutte, ma proprio tutte-tutte si trovano uno straccio di uomo. Solo io, niente! A me nessuno mi vuole e mai mi vorrà.” – “Guarda un po’ quella come è spigliata-rilassata-bella. Mica come me che sono sempre in ansia, in agitazione e totalmente insignificante.”- “Ah, la Silvia sì che sta bene, beata lei. E’ vero che un paio di anni fa ha passato un momento difficile, ma poi ha imparato dai suoi errori e guarda adesso come è soddisfatta. Mica come me, che posso sbagliare cento volte, ma morire se imparo qualcosa di buono… Non ho speranza ecco. Devo riconoscerlo, si tratta solo di essere obiettiva, mica altro, eh.” – “ Eppoi il gran finale: “Io mi arrabbio con lei, ma a pensarci bene la mamma ha ragione quando mi critica. Non sono proprio capace.”

Queste simpatiche frasette è vero che qualcuno te le ha dette in certi momenti particolari della tua vita, ma è anche vero che tu non ti permetteresti di dirle nemmeno al tuo peggior nemico, giusto? Anche solo per buona educazione.

Eppure hai una costanza totale nel dirle a te stessa e nel pensarle. Non solo: continui ad ascoltarti, ti ascolti così tanto quando formuli certi pensieri e certe frasi negative su di te, che molto spesso ti comporti davvero da stupida o da rompiscatole: vuoi talmente avere ragione sul fatto che non vali niente che fai di tutto per dimostrare nei fatti che non meriti nulla di buono.

"L’amore assomiglia a Dio: per raggiungerlo bisogna crederci. Ugo Ojetti"

Sul serio: credi davvero che avere nella testa una voce che continua a parlarti male di te, a offenderti e a sminuirti non influenzi le tue emozioni, i tuoi comportamenti e i tuoi risultati, cioè quello che ottieni dalla vita?

Quello che pensi di te condiziona la tua vita e condiziona anche le tue scelte sentimentali.

Pensieri negativi e uomini sbagliati

Per esempio, una delle domande che mi viene posta più di frequente è: “perché mi innamoro sempre dell’uomo sbagliato?”. Un uomo sbagliato è un uomo che non ti ama quanto meriti, è un uomo che non riconosce il tuo valore e che non ti porta rispetto. Sai perché molto spesso le donne  passano da un uomo sbagliato a un altro? Perché pensano le cose peggiori possibili di se stesse. Passano la loro giornata e la loro vita a dirsi frasi orribili riguardo se stesse. E si mettono con un uomo sbagliato perché trovano corrispondenza tra ciò che loro pensano di se stesse  e quello che l’uomo con cui stanno rimanda loro riguardo il loro valore.

Una donna che ha poco rispetto di sé si mette con un uomo che ha poco rispetto di lei per il semplice fatto che si trova d’accordo con lui. Anzi, pensa addirittura che lui sia nel giusto, che abbia intelligenza da vendere dato che la valuta poco.

Ogni volta che una donna subisce un atteggiamento negativo dall’uomo con cui sta e non lascia la relazione di fatto sta dicendo a se stessa: “Mi tratta male. Fa bene, perché io non merito di meglio. Mi tratta male. Ha ragione, non valgo nulla e continuo a sbagliare. Non è lui che è sbagliato, sono  io che sono sbagliata e continuo a sbagliare. Lui è nel giusto nel vedere che io sono sbagliata.”

"Non faccio per vantarmi ma oggi è una bellissima giornata. Giuseppe Gioachino Belli"

Ti si sta gelando il sangue nelle vene? Bene, questa è una rivelazione drammatica ma importante. Fondamentale. Risolutiva.

Autosabotaggio e autostima: quale macchina comprare?

Ora l’autosabotaggio è il nemico numero uno, l’autostima è l’alleata più fenomenale. Se c’è l’uno non c’è l’altra e viceversa. Quindi l’autostima va trovata, alimentata, tenuta stretta. Come si fa?

Si può giocare al gioco dei “contrari”. E’ una cosa molto più seria di quanto pensi. Se un pensiero ha dato un risultato opposto a quello desiderato, sperimenta il pensiero opposto. Se il pensiero e la frase “Non valgo nulla” hanno solo portato a uomini sbagliati, ripeti il pensiero e la frase: “Io valgo, merito il meglio e sto attenta a tutelare me stessa e a rendermi felice.” Se l’atteggiamento di fare la vittima ti ha portato a essere vittima degli esemplari più strani e più perversi di uomini, scopri quali risultati diversi dà un atteggiamento responsabile che fa dire: “Io sono padrona della mia vita e mi scelgo in autonomia il mio destino, applicando la mia intelligenza e le mie capacità in ogni situazione della vita.”.

Considera 3 (solo tre, non di più) pensieri/frasi/convinzioni che hai riguardo te stessa. Pensa un po’ se questi ti servono a caricarti o a scaricarti. Se ti pare che servano solo a scaricarti, rovesciali nel loro contrario.

Che cosa puoi fare se ti ripeti queste frasi cento volte al giorno? Come ti senti? In che cosa sei certa di riuscire?

***

La comunità de La Persona giusta per Te è attiva anche su Facebook.

Partecipare anche tu. 

Metti il tuo “mi piace” alla pagina.

***

Vuoi una relazione sana e soddisfacente? Vuoi attrarre l’uomo giusto  e la relazione giusta per te? Vuoi smetterla davvero con i soliti vecchi errori?

Trova la soluzione adesso, con i miei percorsi:

I 7 Pilastri dell’Attrazione

Come sedurre un uomo senza stress, né per te né per lui

***

305 Condivisioni

Lascia un Commento!

68 Commenti

  1. Avatar di Fedra

    Fedra 1 anno fa (9 luglio 2017 20:36)

    Sono anni che cerco di guarire da questo autosabotaggio, è una strada tortuosa che ti porta all'appiattimento totale svuotandoti completamente. Voglio uscirne, ci sto provando in tutti i modi cercando di girare in positivo tutte le frasi negative interiori che mi rivolgo eppure non trovo una via d'uscita.
    0
    Rispondi a Fedra Commenta l’articolo

  2. Avatar di Gelsomina

    Gelsomina 9 mesi fa (29 ottobre 2017 8:20)

    Cara Ilaria, mi sono svegliata avvolta dai neri pensieri, e sono tornata su questa pagina che ho letto molte volte. Ma arrivata al titolo "autosabotaggio o autostima, quale macchina scegliere?" per la prima volta mi sono chiesta...ma che cavolo vuol dire??? E poi ho capito: e visto che ho letto anche dell'importanza della gratitudine, voglio ringraziarti della risata di cuore che mi sono fatta!!! Non per niente Jorge del Nome della Rosa, uccideva pur di nascondere il potere salvifico della risata. Grazie! ;-P
    0
    Rispondi a Gelsomina Commenta l’articolo

  3. Avatar di Ariele

    Ariele 5 giorni fa (17 luglio 2018 14:59)

    Ciao Ilaria come stai?oggi ho riletto questo articolo.in generale quasi tutti i giorni vengo sul tuo blog è leggo qualcosa.Mi piacerebbe anche conoscere la tua storia e come sei arrivata fino a qui.Cmq ritornando all’articolo,la mia frase di oggi è:”costi quel che costi voglio rispettarmi,rispettare e farmi rispettare”.ciao buona giornata!
    0
    Rispondi a Ariele Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 giorni fa (17 luglio 2018 15:32)

      Ciao Ariele, ti ringrazio. La mia storia è la mia storia, interessante per me, non so quanto per gli altri. Chi mi segue sa che dissemino qua e là notizie che mi riguardano anche se in effetti non tantissime. Se vai qui, puoi avere qualche informazione in più: http://www.lapersonagiusta.com/chi-sono/. Un giorno mi deciderò a raccontare alcune delle mie esperienze più significative, perché possono e possano essere utili a chi è stata colpita duramente dalla vita e non crede nel poter riprendersi. Ma quel giorno non è ancora arrivato... Bella la frase che hai scelto. Riconfermala e mettila in atto anche domani, e dopodomani e dopodomani ancora. Ciao!
      0
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di London

      London 5 giorni fa (17 luglio 2018 19:29)

      Mi piacerebbe molto leggere delle tue esperienze di vita perché sicuramente potrebbero essere utili a tante... :)
      1
      Rispondi a London Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 giorni fa (18 luglio 2018 12:25)

      Probabile. E qui c'è scritto molto di me, quello che c'è scritto è frutto delle mie esperienze.
      3
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo