Come liberarsi dall’ossessione per un personaggio famoso

come liberarsi dall'ossessione per un personaggio famosoCome liberarsi dall’ossessione per un personaggio famoso?

È possibile innamorarsi di un personaggio famoso e addirittura arrivare a esserne ossessionate?

Hai voglia!

È sempre accaduto e sempre accadrà.

Anzi, spesso una cotta per una celebrità è la prima e vera iniziazione a un sentimento di amore, di attrazione.

Chi di noi non ha avuto come primo amore, assolutamente platonico, un personaggio famoso?

Tutti.

E molti sono innamorati di una o più celebrità anche da adulti.

Perché mai? Perché le celebrità, i personaggi noti, nel bene e nel male compaiono non solo sotto la luce migliore, ma anche sotto quella più splendente.

E fanno immaginare un mondo e un’esistenza più facili, più belli e più felici.

Sono avvolti in un’aura di fascino che li rende per forza più attraenti del proverbiale “ragazzo della porta accanto” e sono inseriti in uno schema studiato nei dettagli per renderli ancora e sempre più attraenti.

Perché il mercato (il denaro e il potere proprio) che gira intorno a loro ha come merci il  carisma, l’autorità, la bellezza. Spesso costruite ad arte.

Olà.

Non manca niente.

Come liberarsi dall’ossessione per un personaggio famoso?

Nei giorni scorsi ho ricevuto questa email

“Buonasera la verità è che mi sono innamorata perdutamente di una celebrità.

So che non ho speranze…

Ma sono davvero innamorata.

E non so come uscirne da sta situazione.

La prego mi aiuti.”

Questo messaggio mi ha fatto un certo effetto, per la sua sincerità, ma anche per la consapevolezza della persona che scrive: “So che non ho speranze…”

E una convinzione che deve avere basi in emozioni che non hanno nulla a che vedere con l’amore: “Ma sono davvero innamorata.”

Eh, certo che non ha speranze.

Perché è una storia inventata dalla mente e da certi bisogni apparentemente insondabili, una storia immaginata con una persona sconosciuta, anche se magari la si è incontrata.

E perché è molto improbabile che sia dall’una (il personaggio famoso) che dall’altra parte (la fan innamorata) ci sia un vero sentimento.

Ora già sento le obiezioni delle precisine: “Beh, però c’è il famosissimo Tizio che ha sposato una sua fan e sono stati insieme per trent’anni; e poi quell’altro e quell’altro ancora…”

Sì, ci sono sempre le eccezioni che confermano la regola e il fatto che sia improbabile che nasca un amore vero tra una celebrità e una sua fan è legato alla statistica, non alle qualità di fascino e di attrazione della fan.

Un amore come quello descritto dall’autrice del messaggio è analogo a quello per un compagno di liceo verso il quale non si è mai osato farsi avanti.

Un sentimento sperimentato e alimentato in segreto e che non ha mai avuto la possibilità di realizzarsi e per questo forse ancora più forte.

Se l’amore per una celebrità si manifesta quando si è bambini o adolescenti, si tratta di una normale fase del processo di crescita.

Quando accade da adulti dovrebbe aiutare a porsi degli interrogativi sulla propria qualità di vita e di vita emotiva.

Forse se ci si innamora di una persona irraggiungibile questo è un sintomo di un alto livello di frustrazione?

O ci si invaghisce di una celebrità perché si ha paura di innamorarsi nel mondo reale?

Magari si è pressati da troppe ansie e preoccupazioni e si coltiva un sogno in cui cullarsi per distaccarsi dal peso del quotidiano?

Se anche tu ti trovi nella condizione di essere innamorata di una celebrità, scoprire come liberarsi dall’ossessione per un personaggio famoso può permetterti di rafforzare il tuo equilibrio emotivo e trovare più forza e fiducia in te stessa.

Per questo ti propongo 5 passi per allontanare da te quest’inutile ossessione

5 passi per smettere di pensare a un amore impossibile

1 Cambia le tue convinzioni riguardo il personaggio che ti ossessiona.

Io sono un’amante dell’arte in tutte le sue forme e sono innumerevoli i cantanti, i ballerini, gli attori, i registi, gli scrittori, i designer, gli architetti e i pittori (uomini e donne) che ammiro.

Così come ammiro molti atleti.

L’intrattenimento, che è sempre e comunque cultura, è una delle più potenti e straordinarie invenzioni umane.

Anche nei momenti di maggior disperazione, una sera a teatro, la visione di un bel film, la lettura di qualche pagina di un classico mi portano a un “livello più alto” di soddisfazione e di godimento della vita.

Breve ed essenziale, la guida che ti spiega i passi base e fondamentali per costruire o ricostruire la tua autostima e mantenerla. Per stare bene con te stessa e con l’uomo giusto.

Gli artisti e le celebrità spesso sono dei geni o dei campioni in un determinato campo.

Persone con un talento speciale che si sono dedicate e si dedicano anni per avvicinarsi alla perfezione.

Non è affatto poco.

Ciò detto, non credere, per il resto non sono altro che persone come noi, spesso con difetti più eclatanti di quelli tipici delle persone più “comuni”.

Inoltre stiamo ai fatti: anche se ti ha lasciato un autografo con un sorriso, se sei riuscita a sederti a cena con lui nella tavolata di collaboratori e ammiratori post spettacolo, tu questa persona non la conosci e non hai nessun elemento per dire che, da vicino, potresti ancora vederla come interessante.

Anche perché le luci della ribalta sono una potente lente deformante.

2 Metti i piedi per terra.

Come dice la mia lettrice: “Non ho speranze…”

Lo abbiamo accennato sopra. Tra voi è molto difficile che ci sia un incontro in senso vero e proprio, anche perché oltre a non conoscere questo personaggio celebre – per quanto tu ti sia puntigliosamente informata – potresti non conoscere dati oggettivi e privati della sua vita.

Magari è impegnato (e non si sa); ha una vita piena di altri affetti o magari ha anche gusti sessuali che non implicano la relazione con una donna.

Non solo: che ne sai di tutto quello che lui cerca in una persona o in una relazione?

Magari è un farfallone incorreggibile che approfitta della propria fama per condurre una vita sentimentale e sessuale libera e libertina, mentre tu ti immagini l’abito bianco e un matrimonio per sempre.

Il bagno di realtà è importante.

La regola base, necessaria e fondamentale in ogni relazione

3 Trova da sola la tua via alla felicità.

E questo significa che è importante, per dare un senso alla propria vita, a qualsiasi età, essere autonomi e indipendenti dal punto di vista emotivo.

Cioè saper trovare da sé la propria ricarica di energia emotiva e di gratificazione personale.

Perché nemmeno l’uomo più innamorato e amabile del mondo saprà gratificarti se non sei in grado tu di riempire la tua esistenza di gratificazioni.

E poi nessuno deve e può farti felice.

Se credi ancora a questo, torna alla casella di partenza 😊

Non solo: se vuoi una storia, un amore vero, una relazione leggera, cercala nell’ambito della tua cerchia o di chi nella tua vita e attraverso le tue conoscenze, presenti e future è facilmente avvicinabile, nel modo e nel mondo in cui vivi tu

Sembra paradossale, ma rimanere fissata sul personaggio celebre ti impedisce di allargare i tuoi orizzonti.

Insomma, riprogetta la tua vita, rivoltala come un calzino, in modo costruttivo.

4 Agisci nella pratica

Anche e soprattutto nelle relazioni conta la forza di volontà e un atto di volontà.

Che si traducano in azioni pratiche.

Come per tutti i rapporti, accettare un rifiuto, un abbandono, l’impossibilità di un amore, richiede il suo tempo.

Datti il tempo per andare oltre e intanto datti da fare per accelerare, di modo che, oltretutto, tu senta accrescere il potere che hai nel condurre la tua vita.

Mantenere anche per tutta la vita una sana simpatia per un personaggio celebre è normale e anche divertente, ma l’ossessione no.

Quindi armati di coraggio e determinazione e togliti dalla vista qualsiasi oggetto, immagine, selfie, che ti ricordino la celebrità che ti piace tanto, troppo.

Togliti dai gruppi di fan sui social e smetti di seguire le sue storie.

Sì, è come il “no contact” che si deve fare alla fine di una relazione.

Per almeno un mese stai a digiuno di canzoni, film, siti in cui la celebrità compare.

Faticoso? No. Si tratta di una piccola sfida con te stessa che al suo termine ti farà sentire forte come un leone.

Nel frattempo occupati dei tuoi interessi.

Dedicati allo studio e al lavoro o a pianificare nel dettaglio i tuoi obiettivi di studio, di lavoro, di salute e forma fisica.

Esci nel mondo e frequenta nuovi ambienti, coltivando magari una nuova passione o iniziando un nuovo sport o riprendendo una attività sportiva che hai abbandonato da tempo.

5 Riscopri il bello dell’esistenza normale e l’emozione nella TUA quotidianità.

In sintesi: dai valore a te stessa e apprezza il valore della tua vita in ogni suo istante.

Ecco come liberarsi dall’ossessione per un personaggio famoso.

Lascia un Commento!

16 Commenti

  1. Avatar di Valentina

    Valentina 1 anno fa (8 Maggio 2023 8:32)

    Ti ringrazio. Ci sto passando in questo periodo.. per un cantante più giovane di me tra l'altro.. e mi sento stupida perché ho passato i 30 sono sposata e con 2 bambini e amo la mia famiglia. Questo articolo però mi sta aiutando e nei momenti in cui vorrei mettere le sue canzoni, mi rileggo ciò che hai scritto e aiuta.
    Rispondi a Valentina Commenta l’articolo

  2. Avatar di B

    B 11 mesi fa (3 Luglio 2023 19:34)

    Il mio "idolo" l'ho incontrato e anche baciato. Maledetto quel giorno!
    Rispondi a B Commenta l’articolo

  3. Avatar di Mia

    Mia 1 anno fa (15 Maggio 2023 16:50)

    È incredibile, mi sta succedendo in questi giorni! Non si tratta di una vera e propria ossessione, quanto più di un'affannosa ricerca di emozioni forti e scariche di adrenalina, nel bel mezzo di una vita in cui ho faticosamente lottato per ottenere l'agognato "posto fisso" di "checcozalonesca" memoria ma che sento piatta e vuota, in un paese che non mi dà alcuno stimolo. L'altra settimana sono ritornata nella mia vibrante città d'origine per recarmi nel teatro che amo, che ha ospitato una tappa della tournée di uno spettacolo interpretato dall'attore che mi piace un mondo, spettacolo coinvolgente e latore di emozioni forti. Tra le tante fan che lo attendevano nel foyer armate di smartphone e taccuini per gli autografi, che sembravano più interessate a portare a casa il trofeo da immortalare su Instagram, io mi sono avvicinata soprattutto per conoscere quella che mi è sempre sembrata una persona intelligente e interessante portandogli un libro, dato che è un amante della lettura. Lui è rimasto piacevolmente sorpreso e colpito da questo dono, per qualche istante ci siamo guardati intensamente e il mio corpo è stato attraversato da scariche di adrenalina pura. Poi qualcuno l'ha chiamato, ci siamo salutati e sono andata via. Il fine settimana successivo sono tornata per rigustarmi lo spettacolo, in cui ho colto particolari a cui, a una prima visione, non avevo dato peso, e l'ho trovato ancora più bello. Poi ho aspettato lui al di fuori del teatro, decisa a proporgli di passare del tempo insieme. Una volta salutate le fan e uscito, l'ho chiamato e lui mi ha sorriso dicendomi: "ehyyy, ben ritrovata", dopodiché si è sporto per baciarmi le guance. Mi ha detto che non aveva avuto modo di leggere il libro ma che aveva apprezzato la mia dedica, e io gli ho detto chiaramente che, dopo cena, sarei stata felice di fare un giro e quattro chiacchiere. Lui mi ha chiarito di essere fidanzato - cosa di cui ero già a conoscenza - gli ho risposto che la mia richiesta fosse del tutto innocente (gran bugia, avrei fatto con lui "ciò che la primavera fa con i ciliegi"), e lui mi ha, quindi, chiesto di mandargli un messaggio su Instagram per accordarci poi. Sapevo che si trattasse di un "contentino" per non rifilarmi un secco no, ma gli ho scritto lo stesso e mi sono stupita quando ho trovato un suo audio, in cui, con quella sua voce roca e calda, e con toni molto gentili, mi ha riferito che non se la sentiva e che "ti prego, non offenderti, non è niente di personale", ringraziandomi per il dono e per il mio calore. Ci siamo poi scambiati altri messaggi in cui, in sostanza, ci siamo ripromessi di rivederci presto, e ha riso di cuore quando gli ho scritto che "è bello come uno scudetto arrivato dopo trent'anni". Tornare alla solita routine è stato ed è pesante, continuerò ad andare a caccia di emozioni cercandolo, in futuro, in altri teatri, sperando che tutto ciò non mi logori o distacchi dalla realtà che odio.
    Rispondi a Mia Commenta l’articolo

    • Avatar di Kiki

      Kiki 1 anno fa (26 Maggio 2023 20:04)

      Penso che il libro lo dovresti scrivere tu. Guadagnarci. E poi magari intravederlo in fila a un firmacopie, un giorno lontano dallo spazio più che dal tempo, e salutarlo con lo stesso atteggiamento. Viviamo 1 Vita da protagoniste e registe...non comparse in quella sceneggiata da altri.
      Rispondi a Kiki Commenta l’articolo

    • Avatar di Mia

      Mia 1 anno fa (30 Maggio 2023 19:44)

      Ahahahah addirittura? Pensi che possa scrivere un libro?
      Rispondi a Mia Commenta l’articolo

    • Avatar di Barbara

      Barbara 11 mesi fa (3 Luglio 2023 19:32)

      Ciao Mia, scusa se mi intrometto nel tuo post ma forse è meglio che sia andata così sai, io ho avuto un'esperienza simile, o meglio, a tratti migliore e peggiore, perché il mio "idolo" l'ho incontrato, l'ho baciato e ci sono quasi finita a letto e ora sono non so quanti mesi... anzi.. lo so... per l'esattezza 8 mesi e 1 giorno, che non passa un attimo in cui io non pensi a lui e questa cosa mi sta rovinando, non dico la vita, ma la serenità mentale. Se puoi, non alimentare questa infatuazione... te lo dice una stupida fan che non sapeva quello che stava facendo...
      Rispondi a Barbara Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 11 mesi fa (6 Luglio 2023 22:00)

      Non darti della stupida. Tu hai fatto il massimo che potevi in quel momento. Ora attraverso la saggezza che dimostri di avere scrivendo commenti come questi, recupera te stessa e la tua serenità mentale.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Mia

      Mia 11 mesi fa (13 Luglio 2023 20:06)

      Ciao Barbara, grazie per la tua testimonianza! Purtroppo, per adesso, non riesco a distaccarmi dal bellissimo ricordo del nostro incontro, la consapevolezza che non sarà mai mio mi ha fatto arrendere per cui vivo la fantasia con rassegnazione, senza starci troppo male. Mi dispiace per quanto ti sia successo; credo che, al posto tuo, mi sarei ammattita, pensando sempre alla stessa cosa. Se posso chiedere... Come hai fatto ad avvicinarti a questa persona?
      Rispondi a Mia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 11 mesi fa (13 Luglio 2023 23:54)

      Che domanda strana, Mia, che cosa ti spinge a farla?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Barbara

      Barbara 11 mesi fa (14 Luglio 2023 0:34)

      Con i social e poi ho fatto la pazzia di andare nella sua città a vedere uno spettacolo e lì ci siamo incontrati. Entrambi impegnati, lui molto di più (senza scendere nei dettagli). Ovviamente non è stato niente per lui e in effetti non c'è stato niente di così concreto che giustifichi il mio stare male, ma per la mia ipersensibilità sono stata male per mesi e continuo a starci male quando ci penso, ma credo sia la giusta "punizione" per il mio comportamento.
      Rispondi a Barbara Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 11 mesi fa (14 Luglio 2023 20:50)

      No, ma che punizione. Per favore non esprimerti così con nessuno e su nessuno ma soprattutto su te stessa.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Chantal

      Chantal 3 mesi fa (6 Marzo 2024 16:20)

      Ahah oddio pensavo di essere l’unica stordita che alla mia età (io ho passato gli enta e sono già negli anta) fantastica ancora con le celebrities! Io però sono livello “pro”: mi infatuo sistematicamente di attori americani, così oltre ad essere sicura di non incontrarli mai, anche nel caso in cui succedesse (e in effetti un paio di volte li ho incontrati alle conventions) non capirei quasi nulla di ciò che dicono! Ahahah! In realtà questo mi aiuta a mantenere un certo distacco perché non è che penso di conoscerli davvero, anzi potrebbero essere personaggi inventati che per me sarebbe uguale (e in effetti spesso è così: mi prendo cotte per attori perché mi piace un determinato personaggio ma magari lo stesso attore in altri ruoli manco mi piace!) Ammiro la tipa della lettera per averlo ammesso così apertamente, io in effetti non l’ho mai confidato manco alle mie amiche del cuore perché mi sentirei una perfetta cretina! Per me è un modo per svagare, per farmi provare sensazioni che nella vita reale non provo, soprattutto forte passione… Magari incontrare uno che mi fa emozionare così dal vivo, ma ultimamente ho la vita sociale di un eremita misantropo! E poi anche prima sono sempre stata di gusti difficili, è dal 2018 che non incontro qualcuno che mi accende il desiderio…
      Rispondi a Chantal Commenta l’articolo

    • Avatar di Mia

      Mia 11 mesi fa (17 Luglio 2023 20:56)

      Sono assolutamente d'accordo con Ilaria. Non batterti il petto, non sentirti in colpa e non pensare che tu abbia ricevuto una qualche punizione divina per la tua condotta perché non hai fatto niente di male se non assecondare un desiderio del tuo cuore. È stata un'occasione unica e irripetibile, vivila per quel che è stata, con tutte le sensazioni belle che ha portato con sé e non come un'espiazione per i tuoi peccati. Al mio, fortunatamente, sto pensando sempre meno, spero che a poco a poco anche tu lascerai andare, seppur dolcemente, questa fantasia. Ti abbraccio.
      Rispondi a Mia Commenta l’articolo

    • Avatar di Barbara

      Barbara 11 mesi fa (20 Luglio 2023 0:37)

      Sì, ci sto lavorando, ho bloccato i social così non ho la tentazione di vedere cosa sta facendo, anche perché ogni volta che pensavo di averla superata, ci stavo male. La cosa buffa è che da una parte non voglio dimenticare. Ho "investito" così tanto nella fantasia che è diventata quasi una coperta di Linus. Continuo comunque la mia vita normalmente, sapendo di non avere speranze, ma anche con la consapevolezza che è solo un'idealizzazione di una persona che neanche conosco nella vita quotidiana. Un'effimera connessione esaltata dalla solitudine emotiva che stavo vivendo e che forse vivo ancora.
      Rispondi a Barbara Commenta l’articolo

    • Avatar di Mia

      Mia 11 mesi fa (14 Luglio 2023 3:13)

      Pura e semplice curiosità. Non voglio trarre spunti; io, al tipo, mi sono già avvicinata abbastanza, il problema è che non mi ha voluto 😅
      Rispondi a Mia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 11 mesi fa (14 Luglio 2023 20:49)

      Ah, ecco, si siamo capite al volo.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo