Come conquistare un uomo: così gli entri nel cuore

Conquistare un uomo: poche semplici regoleCome conquistare un uomo senza soffrire e senza stressarsi? Molte donne (ma anche uomini per il contrario) pensano di non potercela fare a realizzare il proprio sogno di una relazione di coppia appagante e felice perché pensano che la via alla “conquista” sia troppo difficile e faticosa.

In realtà sono preda di convinzioni negative e anche errate sulla seduzione che li pongono in uno stato di “difficoltà” emotiva rispetto alla relazione con l’altro.

In un certo qual modo si fissano su certe idee che tolgono loro fiducia e potere e impediscono loro di assumere i comportamenti più utili verso l’uomo dal quale sono attratte o del quale sono innamorate.

E’ un po’ come se volessero sedurre, sì, ma con il freno a mano tirato. E come si fa?

In realtà questi casi è utile ampliare la propria prospettiva e non focalizzarsi su poche convinzioni limitanti, ma espandere il panorama di possibilità, rafforzare le sensazioni di avere di fronte a sé più opportunità di quanto si penserebbe in partenza.

Per esempio, considera anche l’approccio verso gli argomenti che affrontiamo qui. Molte persone arrivano sul sito, leggono un articolo, vengono colpite da un solo aspetto dell’articolo e, zac!!!, cominciano a fare dei distinguo.

Molto spesso fanno dei distinguo che sono solo nella loro testa, perché qualcosa ha colpito qualche loro “punto sensibile”.

Sì, perché, molto spesso, le persone usano l’attenzione selettiva: si soffermano solo su quello che costa loro meno fatica e sono resistenti ad allargare la visuale, perché è faticoso, impegnativo e magari chissà, udite, udite, potrebbe anche portarle alla felicità.

Vuoi un esempio di un “punto sensibile” per molte donne?

Le donne diventano “sensibili” quando si dice loro di non mettersi a inseguire un uomo, di non cercarlo, di non telefonargli, scrivergli, etc. etc. E anche quando si dice loro di aspettare i tempi giusti per fare sesso con lui.

Ogni volta che affronto questi argomenti, tante donne “punte sul vivo” contestano e ribadiscono la loro posizione.

Nulla da dire: le opinioni sono tutte valide, degne di nota e soprattutto meritevoli di essere espresse.

La domanda è: quando ribadisci con ostinazione la tua posizione, credi di fare davvero la cosa più utile per te?

Non credi, talvolta, che la flessibilità possa aiutarti nel percorso per conquistare l’uomo che ami?

Immagina di dover viaggiare in auto da Capo Palinuro a Milano o, in alternativa, da Courmayeur a Napoli.

Una bella distanza, indubbiamente. Ma, soprattutto, tanta varietà di paesaggi e di percorsi, di strade.

La strada di montagna, il lungomare, la statale, l’autostrada, la superstrada, il parcheggio dell’autogrill etc.

Non mi dirai mica che guideresti con un unico stile di guida, un’unica velocità e un unico rapporto, vero?

Conquistare un uomo: qual è il percorso?

No, cara: tu in questo caso useresti molta flessibilità.

Come di sicuro fai in tante altre attività quotidiane, magari senza accorgertene.

Ecco, considera che iniziare una relazione e stare in una relazione è molto simile a guidare l’auto in un percorso del genere.

Ci vuole flessibilità, ci vuole apertura – di cuore e di mente, – ci vuole il giusto atteggiamento.

Ci vuole equilibrio.

Ok, prendiamo un tema che di recente abbiamo dibattuto molto sul blog (ad esempio in questo articolo), per l’appunto quello di non “inseguire un uomo”, di non cercarlo, di non “soffocarlo” di attenzioni e di richieste.

Ribadisco il principio, che è e rimane valido e sacrosanto: se vuoi conquistare un uomo, non cercarlo tu  per prima, non chiedergli di uscire, non contattarlo, nemmeno con una scusa “casuale”, da “finta amica”.

Questo principio si basa su una ragione ben precisa: gli uomini adorano affrontare le sfide, desiderano che qualcosa all’”esterno” tenga alta la loro motivazione verso un obiettivo, si sentono “eccitati” di fronte a qualcosa che non è “scontato” e “facile” da raggiungere, alla portata di tutti.

E, dietro tutto ciò, c’è una ragione ancora più importante: solo se tu non hai di tuo, da sola, una vita piena e soddisfacente vieni sopraffatta dal bisogno. E solo quando sei bisognosa, ti metti a cercare e a inseguire un uomo. E, un uomo, questa bisognosità la sente lontano un miglio e ne è infastidito.

Questo è esattamente il contrario di “conquistare un uomo”.

Dunque, il principio è: occupati della tua vita e dei tuoi progetti, in modo autentico.

Questo è ciò che ti rende irresistibilmente attraente.

Molto, ma molto di più della coscialunga, del tacco 12 o della scollatura mozzafiato.

Ora, veniamo al discorso dell’equilibrio.

Spesso accade che, con l’intenzione di rendersi interessanti e magari perché sono in preda a una sorta di “spirito di vendetta generale verso gli uomini” alcune donne smettono del tutto di rispondere alle chiamate di un uomo.

Anche quando a quell’uomo tengono davvero (nel caso non ci tengano e vogliano toglierselo di torno, questa è una buona modalità).

E questo non va bene, perché così facendo,  l’uomo in questione finisce per pensare che “lei” non lo ama e che non vuole avere a che fare con lui.

E a quel punto smette di corteggiarla.

Facile, vero?

Conquistare un uomo: come gli entri nel cuore?

Quindi, se lui ti cerca, rispondi alle sue chiamate, se non sei impegnata in qualcosa di importante per te.

Se sei impegnata in qualcosa di importante per te, quel “qualcosa” ha la precedenza su tutto.

Incluso l’uomo che ti piace o con il quale stai.

Se non sei impegnata, non precipitarti a rispondere come ti precipiteresti su un bicchiere d’acqua dopo un mese nel deserto.

E’ anche cortese (e opportuno) richiamarlo, se lui ti ha chiamato in un momento in cui eri impegnata e non hai potuto rispondere..

Riferisciti a queste idee base:

–          non essere a “sua disposizione”, aspettando i suoi piani (per la serata, il week-end, le vacanze) prima di fare i tuoi.-

–          non comportarti verso di lui come se tu non avessi piani per te e stessi solo aspettando i suoi, in attesa spasmodica del tempo che lui ha deciso di dedicarti.

Credimi: anche le donne più impegnate, più determinate e più intelligenti  rischiano di cadere in questo inganno  terribile quando cominciano a tenere davvero a una storia o a un uomo, anche se non se ne rendono conto.

Ogni volta che ti senti in questo stato di “fuori equilibrio” rispetto a lui e alla tua vita, è giunto il momento di raddrizzare la rotta e rituffarti a pieno nei tuoi progetti.

–          che si tratti di tuo marito, del tuo fidanzato o di un uomo che hai appena iniziato a frequentare, non “fare troppo per lui”.

Questo lo mette in uno stato di disagio, sgradevole.

Soprattutto: in questo modo gli invii il messaggio che tu non pensi di essere e di valere abbastanza, senza di lui o senza un uomo accanto.

Il messaggio più attraente e seduttivo in assoluto che puoi inviare a un uomo è che tu sai bene di valere e sai bene quanto vali.

E che dài per scontato di meritarti amore.

Il presupposto dell’attrazione è che tu hai un sacro rispetto di te.

Per sedurre  un uomo (e mantenere con lui una relazione nel tempo)  è deleterio mettersi a urlare, a piangere o dare in escandescenze (molte donne lo fanno).

E’ importante invece che tu impari a comunicare. Con semplicità, senza complicazioni e in modo diretto.

Con un uomo dì le cose come stanno, non fare lunghi discorsi.

A un uomo non inviare mail che sono lunghe come tesi di laurea (del tipo di quelle che molte mie lettrici mi inviano: quanta confusione si fa in mezzo a tutte quelle parole!).

Con un uomo fai di meno, non fare di più.

E, mi raccomando, non fare di meno perché sei in preda alla rabbia e al rancore.

Fai di meno perché hai piena consapevolezza di quanto vali e sai bene che la tua compagnia e la tua attenzione sono preziose e che lui le desidera.

Renditi desiderabile, non essere impossibile da conquistare.

Quello che ho scritto in questo articolo è di grande valore: prestaci attenzione, perché, se lo applichi in modo autentico, ti basta anche solo questo per vivere la vita sentimentale che vuoi e che meriti.

Qualcosa di simile rispetto a quanto detto qui riguarda anche la questione “sesso”.

Ma di questo parleremo la settimana prossima.

Anzi, non so se ne parleremo la settimana prossima.

Questo me lo devi dire tu.

Se ti interessa, ne parleremo la settimana prossima.

Diversamente, la settimana prossima affronterò un altro argomento, ma non so ancora quale.

Quindi, lasciami i tuoi commenti e le tue opinioni segnalandomi il tuo interesse al tema,  se ne hai.

Per favore, quando hai finito di leggere, ricordati di condividere questo articolo sui social (Facebook, Twitter, etc.) attraverso i pulsanti che trovi qui sotto.

Grazie!

Cordialmente

Ilaria

P.S. Vuoi intraprendere un percorso semplice e pratico per stabilire il tuo equilibrio personale, imparare a realizzare i tuoi progetti di vita e acquistare sicurezza nel gioco della seduzione? Ho preparato per te “I 7 Pilastri dell’Attrazione”.

 

Lascia un Commento!

289 Commenti

  1. Avatar di Cinzia

    Cinzia 2 mesi fa (24 luglio 2017 15:04)

    Sono interessata all'articolo sul sesso.
    0
    Rispondi a Cinzia Commenta l’articolo

  2. Avatar di Tatiana

    Tatiana 2 mesi fa (24 luglio 2017 16:42)

    Buongiorno, Ilaria! Grazie per i preziosi suggerimenti che possono, a chi apre la propria mente (cosa non facile), aiutare a cambiare, capire e raggiungere una maggiore consapevolezza di sé e dell'altro. Il mio percorso personale (esco da un rapporto "sbagliato", durato 15 anni, con un compagno, padre di mia figlia, rapporto degenerato in soprusi psicologici e qualche episodio di violenza fisica) mi ha insegnato l'importanza del Cambiamento inteso come rottura di equilibri sbagliati e situazioni stagnanti. Ma poi occorre ricostruirsi partendo da zero, riacquistare fiducia in sé stessi e negli altri. Questo percorso di ricostruzione l'ho iniziato da poco, all'età di 50 anni. Un percorso un po "fai da te" (le difficoltà economiche non mancano). Quindi, grazie ai siti come il Suo, Ilaria, che posso trovare i giusti "input" per andare avanti e operare un Cambiamento anche dentro di me. Per non ripetere gli errori del passato. Grazie! P.S. scusate il mio Italiano non proprio perfetto...)))
    4
    Rispondi a Tatiana Commenta l’articolo


  3. Avatar di Moncicì

    Moncicì 2 mesi fa (25 luglio 2017 10:38)

    Buongiorno Ilaria. Io sono bloccata in una storia e non so come uscirne. Vedo questo ragazzo di 11 anni più piccolo di me da quasi 7 mesi. Insieme stiamo benissimo anche se ci vediamo poco in quanto non abitiamo proprio vicinissimo. La nostra storia si riduce a intensi attimi di passione ma non riusciamo a comunicare nel senso che, si parliamo molto ma non parliamo mai di noi. Le volte che ci siamo visti è stato solo per fare sesso, mai una cena fuori mai un gelato anche se lui spesso viene a salutarmi insieme ad amici solo per vedermi senza nessun fine ed anche davanti ai suoi amici si mostra dolce e premuroso. Come faccio a togliere questo muro? Io non voglio prendere l'iniziativa e dirgli che vorrei una conoscenza più approfondita. Ogni tanto faccio qualche battuta dicendo di andare a mangiare una pizza o un gelato e lui mi dice si ... ieri mi ha detto che dobbiamo organizzare un fine settimana che viene e resta a dormire da me ... ma sempre in casa? Come posso uscire da questa situazione ... come posso sbloccarlo e farlo aprire con me? Grazie mille
    0
    Rispondi a Moncicì Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 mesi fa (25 luglio 2017 10:49)

      Ciao Moncicì, perché pensi che sia bloccato? A me sembra che lui voglia solo fare sesso con te e non perdere tempo e soldi, nella sua visione del mondo, a creare una relazione di valore con te. Da dove ti viene l'idea che lui voglia aprirsi?
      9
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 2 mesi fa (25 luglio 2017 14:04)

      Quando uno fa così, o non lo frequento proprio, o sono io la prima che non ci si mette a perdere tempo. Esco e parlo con le amiche e con gli amici. E, detto per inciso, quando non te li fili, e anche se sei disponibile ad una relazione sessuale, se ne vanno lo stesso. Conclusione a cui sono giunta: se tratti loro come loro trattano te, vedi come fanno la cosa giusta, ovvero andarsene ed evitare l'indifferenza altrui. Tradotto: rendi pan per focaccia, se è interessato si "sblocca", altrimenti sparisce e ti togli il dubbio. Non è vendetta o ripicca, è proprio una questione di reciprocità.
      3
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

    • Avatar di London

      London 2 mesi fa (25 luglio 2017 14:16)

      Si, secondo me a lui va bene così.
      1
      Rispondi a London Commenta l’articolo

  4. Avatar di Gisselle

    Gisselle 1 mese fa (7 agosto 2017 1:24)

    Grazie me servito molto sembra parlasi con me ciao Ilaria 😊🌹
    0
    Rispondi a Gisselle Commenta l’articolo

  5. Avatar di Filo

    Filo 1 mese fa (16 agosto 2017 13:03)

    Salve, potreste darmi un consiglio?Sono molto combattuta. Ho iniziato a messaggiare con un uomo, dopo avergli fatto un favore. Lui esce da una brutta e dolorosa separazione. Non ha più fiducia nelle donne e teme di soffrire ancora. A me piace molto e vorrei tentare di conquistarlo, magari facendogli capire che le donne non sono tutte uguali e che di me si può fidare.Mi ha fatto capire che non è pronto per ricominciare una storia,Anche se nei giorni precedenti si era dimostrato molto premuroso e compiaciuto delle mie foto.Vorrei aiutarlo ad uscire da questa situazione
    -1
    Rispondi a Filo Commenta l’articolo

  6. Avatar di andrea

    andrea 1 mese fa (19 agosto 2017 12:01)

    Vale anche per gli uomini?
    0
    Rispondi a andrea Commenta l’articolo

  7. Avatar di Stefania

    Stefania 2 settimane fa (8 settembre 2017 15:35)

    Molto ben fatto l'articolo!! Grazie di aver dato conferma di quanto, dopo ANNI e ANNI di "errori", sto facendo con una persona appena incontrata che mi piace (e anche molto)... BRAVA ILARIA!! Un abbraccio Stefania
    0
    Rispondi a Stefania Commenta l’articolo