Come conquistare un uomo: così gli entri nel cuore

Conquistare un uomo: poche semplici regoleAh, dura la vita eh?! Guarda non dirlo a me… :D Pensa che tengo un blog seguito da migliaia di persone, lavoro con passione su tutto quello che riguarda come attrarre la persona giusta e come conquistare un uomo senza stress  e qualche giorno fa ho anche fatto una seguitissima teleconferenza dedicata ai “7 Segreti dalla Mente degli Uomini”.

Ecco vedi un po’: molte persone arrivano sul sito, leggono un articolo, vengono colpite da un solo aspetto dell’articolo e, zac!!!, cominciano a fare dei distinguo.

Molto spesso fanno dei distinguo che sono solo nella loro testa, perché qualcosa ha colpito qualche loro “punto sensibile”.

Sì, perché, molto spesso, le persone usano l’attenzione selettiva: si soffermano solo su quello che costa loro meno fatica e sono resistenti ad allargare la visuale, perché è faticoso, impegnativo e magari chissà, udite, udite, potrebbe anche portarle alla felicità.

Vuoi un esempio di un “punto sensibile” per molte donne?

Le donne diventano “sensibili” quando si dice loro di non mettersi a inseguire un uomo, di non cercarlo, di non telefonargli, scrvergli, etc. etc. E anche quando si dice loro di aspettare i tempi giusti per fare sesso con lui.

Ogni volta che affronto questi argomenti, tante donne “punte sul vivo” contestano e ribadiscono la loro posizione.

Nulla da dire: le opinioni sono tutte valide, degne di nota e soprattutto meritevoli di essere espresse.

La domanda è: quando ribadisci con ostinazione la tua posizione, credi di fare davvero la cosa più utile per te?

Non credi, talvolta, che la flessibilità possa aiutarti nel percorso per conquistare l’uomo che ami?

Immagina di dover viaggiare in auto da Capo Palinuro a Milano o, in alternativa, da Courmayeur a Napoli.

Una bella distanza, indubbiamente. Ma, soprattutto, tanta varietà di paesaggi e di percorsi, di strade.

La strada di montagna, il lungomare, la statale, l’autostrada, la superstrada, il parcheggio dell’autogrill etc.

Non mi dirai mica che guideresti con un unico stile di guida, un’unica velocità e un unico rapporto, vero?

Conquistare un uomo: qual è il percorso?

No, cara: tu in questo caso useresti molta flessibilità.

Come di sicuro fai in tante altre attività quotidiane, magari senza accorgertene.

Ecco, considera che iniziare una relazione e stare in una relazione è molto simile a guidare l’auto in un percorso del genere.

Ci vuole flessibilità, ci vuole apertura – di cuore e di mente, – ci vuole il giusto atteggiamento.

Ci vuole equilibrio.

Ok, prendiamo un tema che di recente abbiamo dibattutto molto sul blog (ad esempio in questo articolo), per l’appunto quello di non “inseguire un uomo”, di non cercarlo, di non “soffocarlo” di attenzioni e di richieste.

Ribadisco il principio, che è e rimane valido e sacrosanto: se vuoi conquistare un uomo, non cercarlo tu  per prima, non chiedergli di uscire, non contattarlo, nemmeno con una scusa “casuale”, da “finta amica”.

Questo principio si basa su una ragione ben precisa: gli uomini adorano affrontare le sfide, desiderano che qualcosa all”esterno” tenga alta la loro motivazione verso un obiettivo, si sentono “eccitati” di fronte a qualcosa che non è “scontato” e “facile” da raggiungere, alla portata di tutti.

E, dietro tutto ciò, c’è una ragione ancora più importante: solo se tu non hai di tuo, da sola, una vita piena e soddisfacente vieni sopraffatta dal bisogno. E solo quando sei bisognosa, ti metti a cercare e a inseguire un uomo. E, un uomo, questa bisognosità la sente lontano un miglio e ne è infastidito.

Questo è esattamente il contrario di “conquistare un uomo”.

Dunque, il principio è: occupati della tua vita e dei tuoi progetti, in modo autentico.

Questo è ciò che ti rende irresistibilmente attraente.

Molto, ma molto di più della coscialunga, del tacco 12 o della scollatura mozzafiato.

Ora, veniamo al discorso dell’equilibrio.

Spesso accade che, con l’intenzione di rendersi interessanti e magari perché sono in preda a una sorta di “spirito di vendetta generale verso gli uomini” alcune donne smettono del tutto di rispondere alle chiamate di un uomo.

Anche quando a quell’uomo tengono davvero (nel caso non ci tengano e vogliano toglierselo di torno, questa è una buona modalità).

E questo non va bene, perché così facendo,  l’uomo in questione finisce per pensare che “lei” non lo ama e che non vuole avere a che fare con lui.

E a quel punto smette di corteggiarla.

Facile, vero?

Conquistare un uomo: come gli entri nel cuore?

Quindi, se lui ti cerca, rispondi alle sue chiamate, se non sei impegnata in qualcosa di importante per te.

Se sei impegnata in qualcosa di importante per te, quel “qualcosa” ha la precedenza su tutto.

Incluso l’uomo che ti piace o con il quale stai.

Se non sei impegnata, non precipitarti a rispondere come ti preciperesti su un bicchiere d’acqua dopo un mese nel deserto.

E’ anche cortese (e opportuno) richiamarlo, se lui ti ha chiamato in un momento in cui eri impegnata e non hai potuto rispondere..

Riferisciti a queste idee base:

–          non essere a “sua disposizione”, aspettando i suoi piani (per la serata, il week-end, le vacanze) prima di fare i tuoi.-

–          non comportarti verso di lui come se tu non avessi piani per te e stessi solo aspettando i suoi, in attesa spasmodica del tempo che lui ha deciso di dedicarti.

Credimi: anche le donne più impegnate, più determinate e più intelligenti  rischiano di cadere in questo inganno  terribile quando cominciano a tenere davvero a una storia o a un uomo, anche se non se ne rendono conto.

Ogni volta che ti senti in questo stato di “fuori equilibrio” rispetto a lui e alla tua vita, è giunto il momento di raddrizzare la rotta e rituffarti a pieno nei tuoi progetti.

–          che si tratti di tuo marito, del tuo fidanzato o di un uomo che hai appena iniziato a frequentare, non “fare troppo per lui”.

Questo lo mette in uno stato di disagio, sgradevole.

Soprattutto: in questo modo gli invii il messaggio che tu non pensi di essere e di valere abbastanza, senza di lui o senza un uomo accanto.

Il messaggio più attraente e seduttivo in assoluto che puoi inviare a un uomo è che tu sai bene di valere e sai bene quanto vali.

E che dài per scontato di meritarti amore.

Il presupposto dell’attrazione è che tu hai un sacro rispetto di te.

Per sedurre  un uomo (e mantenere con lui una relazione nel tempo)  è deleterio mettersi a urlare, a piangere o dare in escandescenze (molte donne lo fanno).

E’ importante invece che tu impari a comunicare. Con semplicità, senza complicazioni e in modo diretto.

Con un uomo dì le cose come stanno, non fare lunghi discorsi.

A un uomo non inviare mail che sono lunghe come tesi di laurea (del tipo di quelle che molte mie lettrici mi inviano: quanta confusione si fa in mezzo a tutte quelle parole!).

Con un uomo fai di meno, non fare di più.

E, mi raccomando, non fare di meno perché sei in preda alla rabbia e al rancore.

Fai di meno perché hai piena consapevolezza di quanto vali e sai bene che la tua compagnia e la tua attenzione sono preziose e che lui le desidera.

Renditi desiderabile, non essere impossibile da conquistare.

Quello che ho scritto in questo articolo è di grande valore: prestaci attenzione, perché, se lo applichi in modo autentico, ti basta anche solo questo per vivere la vita sentimentale che vuoi e che meriti.

Qualcosa di simile rispetto a quanto detto qui riguarda anche la questione “sesso”.

Ma di questo parleremo la settimana prossima.

Anzi, non so se ne parleremo la settimana prossima.

Questo me lo devi dire tu.

Se ti interessa, ne parleremo la settimana prossima.

Diversamente, la settimana prossima affronterò un altro argomento, ma non so ancora quale.

Quindi, lasciami i tuoi commenti e le tue opninioni segnalandomi il tuo interesse al tema,  se ne hai.

Per favore, quando hai finito di leggere, ricordati di condividere questo articolo sui social (Facebook, Twitter, etc.) attraverso i pulsanti che trovi qui sotto.

Grazie!

Cordialmente

Ilaria

P.S. Vuoi intraprendere un percorso semplice e pratico per stabilire il tuo equilibrio personale, imparare a realizzare i tuoi progetti di vita e acquistare sicurezza nel gioco della seduzione? Ho preparato per te “I 7 Pilastri dell’Attrazione”.

 

Lascia un Commento!

183 Commenti

  1. Avatar di helen

    helen 1 anno fa (22 agosto 2015 11:53)

    Scusa ilaria ho scritto praticamente due volte perché sembrava che non fosse in attesa di moderazione.
    -15
    Rispondi a helen Commenta l’articolo

  2. Avatar di assunta

    assunta 12 mesi fa (26 gennaio 2016 18:04)

    è davvero molto difficile applicare ciò che hai suggerito. molto spesso noi donne ci facciamo prendere dai sentimenti e dimentichiamo di restare vigili su certe cose. dovremmo fissarcelo in testa di essere desiderabili nei confronti di chi ci piace. da 13 anni conosco una persona. ci siamo sempre piaciuti, ma solo qualche settimana fa ci siamo baciati e abbiamo affrontato la questione (anche perchè volevo capire il senso di quei baci...ho fatto male?). lui è ripartito per la città in cui lavora ed è lontano diversi km. ci siamo promessi di sentirci più spesso rispetto a prima, e lo stiamo facendo. se non gli scrivo io è lui a farlo ma purtroppo sono sorti un pò di problemi a lavoro ed è molto preso. ora per questo motivo cerco di non stargli addosso,ma sinceramente non so se sto facendo la cosa giusta o meno.
    0
    Rispondi a assunta Commenta l’articolo

  3. Avatar di Stefania

    Stefania 11 mesi fa (17 febbraio 2016 16:04)

    Ciao Ilaria, I tuoi articoli sono davvero interessanti. Spesso però non riesco a mettere in pratica i tuoi consigli. ....quelli dello scrivere poi iii. ..scrivi tu per prima ...scrivo io....mah non so A volte agisco seguendo l'istinto e faccio tutto il contrario....di quello che suggerisci!
    -14
    Rispondi a Stefania Commenta l’articolo

  4. Avatar di Leti

    Leti 11 mesi fa (28 febbraio 2016 15:13)

    Sì, Ilaria, con tutto il rispetto... ma io lo penso davvero. Ma questo non vuol dire essere cacciatrice ecc ecc, vuol dire solo fidarsi del proprio istinto. A pensare "se non mi cerca lui allora non era la persona giusta per me" oppure, peggio ancora "devo smettere di pensare a lui e concentrarmi sui miei progetti, uscire con altra gente" si va certamente incontro a una vita tranquilla... senza delusioni, ma molto più insipida. Alla fine nella migliore delle ipotesi ci si dovrà accontentare di quello che è stato così intraprendente da venire da noi, o così stupido da cadere nel nostro tranello "gli faccio credere di avere fatto tutto lui quando ho deciso io di sedurlo": te lo farai piacere, ma non è l'uomo che volevi tu. Quello che tu chiami "la persona giusta", secondo me non è detto che lo sia. Se ti sei innamorata di uno che non sembra ricambiare del tutto, qualcosa ci avrai visto. Perché rinunciare sistematicamente? È l'unico punto di tutto il tuo pensiero su cui non riesco a concordare (posso aver interpretato male). Perché dobbiamo reprimere i nostri sentimenti se ci piace qualcuno? Perché costringerci a fare il contrario di quello che vorremmo fare? Per evitare un probabile no? Secondo me vale comunque la pena di tentare... le delusioni passano e tempo dopo ci si scherza sopra, ma il rimpianto di non averglielo detto chiaro e tondo, quello non passa mai. Parlo per esperienza!
    -14
    Rispondi a Leti Commenta l’articolo

  5. Avatar di kri

    kri 11 mesi fa (10 marzo 2016 17:08)

    speranzosa in un risvolto positivo
    -2
    Rispondi a kri Commenta l’articolo

  6. Avatar di Maruska Ceci Italia

    Maruska Ceci Italia 10 mesi fa (15 marzo 2016 21:32)

    Troppo succinto, la spiegazione. più esempi
    2
    Rispondi a Maruska Ceci Italia Commenta l’articolo

  7. Avatar di Maria Rosaria

    Maria Rosaria 10 mesi fa (21 marzo 2016 16:35)

    Sono innamorata di mio chirurgo
    -2
    Rispondi a Maria Rosaria Commenta l’articolo

  8. Avatar di sara

    sara 8 mesi fa (8 giugno 2016 17:36)

    Tutto vero ed io ho fatto esattamente tutto quello che non dovevo e l'ho perso! Ora come fare a riprenderlo io lo rivoglio
    0
    Rispondi a sara Commenta l’articolo

  9. Avatar di Lidia

    Lidia 7 mesi fa (24 giugno 2016 9:26)

    Da quando gli scrivo più spesso, mi risponde in modo conciso e anche dopo qualche giorno. Come volevasi dimostrare. Ora, con tutta me stessa mi occuperò della mia vita. Gli risponderò, ma sarò monosillabica e, magari, il giorno dopo. Spero così, di recuperare il recuperabile...
    1
    Rispondi a Lidia Commenta l’articolo

  10. Avatar di Lucia

    Lucia 7 mesi fa (3 luglio 2016 22:48)

    condivido bellissimi concetti guida! attendo quelli circa sessualità!!grazie
    1
    Rispondi a Lucia Commenta l’articolo

  11. Avatar di Carla

    Carla 6 mesi fa (19 luglio 2016 22:17)

    Grazie i tuoi consigli sono corretti anche se trovo a volte difficile interagire con un uomo nella maniera più opportuna però voglio provare a seguire le tue regole !!! Ora si è fatto risentire un ragazzo mi ha chiesto di uscire e io ho detto che sono fuori per lavoro ma rientro a fine mese lui mi ha scritto qualche Msg ma niente di importante poi più niente l'istinto mi direbbe a fine mese mandargli un Msg e chiedere di uscire ma cosa faccio ?? Help me !!! Grazie
    0
    Rispondi a Carla Commenta l’articolo

  12. Avatar di emilia

    emilia 6 mesi fa (1 agosto 2016 7:21)

    Ciao Ilaria! Ce lo sentiamo dire dalle amiche, noi stesse lo consigliamo (alle altre), ma testarde come siamo ancora non ci entra in testa e pensiamo di dover avere tutto subito. Pensiamo che le relazioni diventino tali nel giro di qualche settimana, sebbene consapevoli, nel profondo, che sia un desiderio unilaterale, egoista e caparbo. Ogni volta diciamo a noi stesse "mai più!" ma puntualmente ci facciamo trasportare emotivamente e pensiamo che sia necessario (a chi? A noi stesse e alla nostra tranquillità! Quasi fosse una scusante nel caso non andasse, il "beh, io la mia parte l'ho fatta!") cercare/dire/fare.Dovremmo essere più leggere, dovremmo sentirci più libere di vivere le nostre emozioni. Dovremmo intraprendere in primis un percorso con noi stesse, poi con gli altri. Ne siamo consapevoli, ma come fare? Possibile che questi siano automatismi solo maschili? Che un uomo possa avere solo questo modus pensandi? Le preoccupazioni, le turbe mentali e l'emotività eccessiva sono sicuramente elementi presenti nelle donne con poca autostima e poca autonomia, ma possibile che siano caratteristiche completamente estranee al sesso maschile? Insomma, possibile che non esistano uomini con poca autostima e poca autonomia? O hanno un modo diverso di manifestarlo?Avrei poi un'altra curiosità, credi che ci siano sostanziali differenze nel pensiero e nell'azione tra uomini di altre culture? Nel concreto: come penserebbero al corteggiamento un francese o un tedesco? Cosa farebbero di diverso? Cosa si aspetterebbero da una donna, secondo te? Generalizzando, so che in Francia sono spesso le ragazze a fare il primo passo, se qui in Italia entrando in un pub è normale aspettarsi le avance di millemila ragazzi, a Parigi invece non lo è. E so anche che in Germania è impensabile aspettarsi tutta la galanteria che si riceve da un ragazzo italiano. Quindi? Come dovrei comportarmi, per esempio, dovendomi relazionare con un francese o con un tedesco? Mantenere super-intatti i miei modi italiani (non si deve cercare/fare/dire) non ostacolerebbe la comunicazione non verbale? O è l'ennesima scusa? :)P.S. Perdona il commentone! Le domande fin ora latenti sono esplose tutte insieme in un post lunghissimo!
    0
    Rispondi a emilia Commenta l’articolo

  13. Avatar di jey

    jey 5 mesi fa (1 settembre 2016 16:28)

    Buongiorno Ilaria! Capito in qust blog perché sto cercando delle risposte al mio tarlo! Non so proprio come fare e da dove partire! L'anno scorso finiva una storia d'amore durata cinque anni. Dopo due mesi ho incontrato un ragazzo che mi ha travolto. Seppure io sia convinta che il suo carisma é frutto dl mia testa, abituata a non ricevere attenzioni x lungo tempo qund ho incontrato quel ragazzo per me era come vivere un sogno. Alle soglie del quarto appuntamento si fa vivo il mio ex che stravolge tutto perché chiama qust ragazzo e lo invita a farsi da parte. Io ho provato a spiegargli la situazione e a dire a qust ragazzo che avevo intenzione di conoscerlo e di viverlo andando avanti nl mia vita. Ma non ho ricevuto risposta ne a msg ne a chiamata. Ora sn passati mesi lo penso ancora e vorrei riprovarci. Tu cosa mi consigli?
    -1
    Rispondi a jey Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 mesi fa (1 settembre 2016 16:37)

      Jey mi spiace dirti che credo proprio che questo ragazzo abbia annusato problemi e si sia allontanato. In effetti ti pare sano, giusto e opportuno che il tuo ex lo abbia chiamato? Il primo passo che devi fare è liberarti del tuo ex e impedirgli che intervenga nella tua vita. Il ragazzo che ti ha "travolto" ha avuto solo una reazione sana e opportuna.
      5
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di jey

      jey 5 mesi fa (1 settembre 2016 19:12)

      Si in effetti qust ragazzo si vuole bene ed ha evitato situazioni malsane e imbarazzanti. L'ex l'ho allontanato avendo anche constatato che il suo ritorno era dettato da semplice possesso piu che amore come io avevo creduto. La domanda ancora che mi faccio é faccio bene a risentire quel ragazzo che mi ha tanto travolto? Oppure era segno del destino ed é meglio lasciar perdere? :/
      0
      Rispondi a jey Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 mesi fa (1 settembre 2016 19:22)

      Se vuoi chiamarlo segno del destino chiamalo segno del destino. Di certo con i presupposti che ci sono e considerando il fatto che lui non ti ha cercato più probabilmente lui ha preso un'altra strada. Come dargli torto?
      2
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di jey

      jey 5 mesi fa (1 settembre 2016 23:35)

      Effettivamente non posso dargli torto..ma qui subentra subito il pensiero autopunitivo che dice: Non valevi abbastanza la pena per rimanere accanto a te. Perché sempre a proposito dl conquista di un uomo sento spesso dire che se un uomo non ti cerca vuol dire semplicemente che non é interessato a te! Non si fanno tanti castelli in aria come noi che il no vuol dire si e si vuol dire forse! Tornando al da farsi rimarrò qui a pensare solo! Senza agire per pura paura del suo rifiuto. :|
      0
      Rispondi a jey Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 mesi fa (2 settembre 2016 10:22)

      La questione è che soprattutto nei momenti di crisi ci si costruisce una spiegazione dei fatti che non ha nulla a che vedere con la realtà e da questa non si esce. La tua interpretazione è solo un'interrpretazione che non ha nulla a che vedere con la realtà per come l'hai raccontata precedentemente. C'è molto da fare, hai molto da fare per te considerato come il tuo ex ti ha trattato e le conseguenze che ne sono scaturite.
      4
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  14. Avatar di Raffaella

    Raffaella 5 mesi fa (4 settembre 2016 13:07)

    Salve Ilaria, Da 3 mesi frequento un uomo, nonostante svolga un lavoro impegnativo e viviamo a due ore e mezza di distanza, tra noi è sempre andato tutto bene, all' inizio mi sono chiesta se fossi pronta, se era giusto restare (perché stavo per partire), ma lui ha fatto di tutto pur di non farmi andare via, mi ha conquistata è fantastico, mi ha trattata come una principessa. L' altro ieri ho avvertito che era strano e come un fulmine a ciel sereno mi ha detto che si è rifatta viva la sua ex con cui è stato 8 anni e che lo lasciò per andare in inghilterra due anni e mezzo fa, gli ha chiesto scusa e sarebbe pronta a ritornare e a riprovarci. Io gli ho chiesto cosa prova per entrambe e a me ha detto che vuole un gran bene, alla sua ex non sa (nonostante parole sue, lei volesse cambiarlo e lui avesse dubbi su ciò che provava quando stavano insieme). Gli ho chiesto di decidere ma ha detto che non può farlo. Il mio primo istinto è quello di prendere un treno andare da lui e parlargli a voce, vedendomi potrebbe cambiare idea? So che sembro stupida, ma non ho speranze? Sto male!
    1
    Rispondi a Raffaella Commenta l’articolo

  15. Avatar di Stefania

    Stefania 4 mesi fa (4 ottobre 2016 21:05)

    Cara Ilaria, sono un assidua lettrice dei tuoi post, che mi hanno aiutata, e mi aiutano tuttora moltissimo a lavorare su di me.....non commento mai ma leggo molto attentamente tutti i commenti degli atri lettori........ora ho troveto una motivazione per intervenire anch'io in quanto sarei molto interessata ad approfondire il discorso sul sesso che nomini in questo articolo. .... Ti ringrazio moltissimo e resto in attesa di quello che credo sarà uno dei tuoi post più interessanti..... Tati saluti
    1
    Rispondi a Stefania Commenta l’articolo

  16. Avatar di Fede

    Fede 7 mesi fa (15 giugno 2016 11:48)

    Ho una natura da "libro aperto" e quindi involontariamente tendo a dare più del dovuto. Per evitarlo mi "diverto" a fare questo esercizio: quando un uomo mi interessa molto, per non andare in ansia da prestazione, faccio finta che sia "come quella volta in cui Tizio mi corteggiava ma io non ero convinta", ovvero quando ci si prende la libertà di viversi le cose senza ansia perché dentro di noi non scatta la paura di perdere qualcosa o non scattano le aspettative. Ansia e aspettative sono micidiali. Quando una persona non mi interessa troppo sono cortese, educata e carina ma volontariamente tengo delle sottili distanze, come il non cercare per prima, non rispondere sempre subitissimo (se sto lavorando ad es. rispondo dopo ore), non scrivere su whapp con 3000 domande per allungare il brodo della conversazione... Credo che Ilaria non volesse dire di essere sempre spietate ciniche calcolatrici, ma solo di "fare un po' di sano teatro anni '60", quando il corteggiamento esisteva ancora ed era romantico essere cercate, desiderate, conquistate un po' per volta. Questo ci rende deliziose, Donne e non femmine, e spesso suscita l'interesse a volerne sapere di più. Il fascino equivale alla tranquillità che l'unica cosa che non possiamo perdere siamo noi stesse. Onestamente non sempre riesco ad essere impeccabile, perché a volte anche dall'altra parte si mettono in moto meccanismi simili, e quindi mi capita di "scalpitare, chiedere ed avere bisogno", ed il risultato è sempre un allontanamento (anche io con Tizio-che-non-mi-interessa-tanto mi comporterei così). L'essenziale è stabilire il nostro valore e non sminuirsi di fronte a nessuno, tantomeno chi cerca subito di "domarci" perché non in grado di gestire la femminilità ed il cervello. Semplicemente bisogna spostare il focus dall'altro a noi, centrarci, e ricordarci che se abbiamo le idee chiare su ciò che vogliamo e che ci piace, è SOLO a quello che dovremmo puntare. E SENZA PARLARE, dare prova di quello a cui puntiamo con il comportamento. E se qualcuno tende a non considerarci è perché questo è stato il nostro lasciapassare, altrimenti o si sarebbe impegnato o si sarebbe allontanato dopo la prima uscita ;) C'è un uomo che mi piace, sta attraversando una brutta separazione con un figlio piccolo, gli piaccio ma ovviamente non ha la testa ed io ho fatto involontariamente la parte della crocerossina che gli medica le ferite facendolo stare tranquillo e facendogli sentire che ci sono. Risultato?! Le carezze sui graffi si sentivano di più!!! Non era questo che vuole, vuole sentirsi uomo e rimettersi a caccia di una vera donna ed ha ragione....ed ora gli faccio cacciare una Vera Donna! Senza strategie, solo evitando di mettere le sue mancanze davanti a quello che voglio, solo trattando come vengo trattata. Credo sia più stimolante e "curativo" anche per la sua autostima, ritornare ad avere l'ansia da corteggiamento. Ad un uomo piace avrere il cervello impegnato a pensare "a noi". Il resto lo vedremo, ma almeno non avrò né rimorsi di coscienza né rimpianti di dignità. E secondo me...così è la strada giusta! In bocca al lupo a tutte noi!!!
    10
    Rispondi a Fede Commenta l’articolo

    • Avatar di Goldie

      Goldie 7 mesi fa (24 giugno 2016 11:01)

      Hai ragione Fede. anche io ho capito che non devo stare addosso al tipo che mi piace. lui è cortese, gentile, ma non propone altro, dopo un casuale appuntamento e cena a due con bacetto finale, non si è piu' pronunciato. lui sa che mi piace, conversiamo piacevolmente, ci guardiamo sorridendo molto. ma non basta. io sono tornata al mio posto. ho tantissima voglia di vederlo, parlargli, sentirlo vicino ma devo rinunciarci, sob. e soprattutto NON DEVO DIRGLIELO e questa sarà la prova del nove.
      2
      Rispondi a Goldie Commenta l’articolo

    • Avatar di pamela

      pamela 4 mesi fa (6 ottobre 2016 12:12)

      bellissimo messaggio Fede, caspita la i blogi di Ilaria e alcune nostre risposte devo dire che questo sito diventa ogni giorno piu intenso e utile. A tal proposito lancio una piccola proposta se possibile Ilaria, non pensi sarebbe bello anche sapere a distanza di mesi se il nostro approccio modificato ha portato frutti, e quindi gli eventuali sviluppi? o è troppo fuori tema? Grazie mille. Pamela
      0
      Rispondi a pamela Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 mesi fa (6 ottobre 2016 12:27)

      Ciao Pamela, molte lettrici raccontano i loro successi. Spesso intervengono con un solo commento, dato che si limitano a dire di aver trovato la persona giusta, di essersi fidanzate o sposate, e nell'oceano di commenti di questo blog un intervento lampo viene disperso. Molto più spesso mi scrivono delle mail private che io cerco di conservare in un file perché penso di pubblicare prima o poi, solo che il file diventa sempre più grande e io non mi decido mai di pubblicare anche per motivi di tempo. Talvolta pubblico qualcuno di quei messaggi (ovviamente reso anonimo) su Facebook. Buona idea, la tua, grazie.
      2
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di pamela

      pamela 4 mesi fa (6 ottobre 2016 12:46)

      Grazie Ilaria. Da parte mia non ti mollo mai, credo troppo nel coaching di ogni giorno. Solo con la pratica, la lettura costante , il confronto nonche la condivisione ci sarà una vera crescita e consapevolezza per tutte noi. Io non smetterò mai di ringraziarti , da quando sono qui nel tuo blog sappi che non ho avuto bisogno di andare a cercare info in altri. buona giornata a tutte/i noiiii
      4
      Rispondi a pamela Commenta l’articolo

  17. Avatar di Daniela

    Daniela 2 mesi fa (18 novembre 2016 2:59)

    Ciao Ilaria ..., è stato molto interessante questo tuo articolo ..., Grazie .!!!
    0
    Rispondi a Daniela Commenta l’articolo

  18. Avatar di Serena!!

    Serena!! 2 mesi fa (18 novembre 2016 18:48)

    Ciao,sono serena!! ho 20 anni...e volevo dire che mi sto innamorando di una persona più grande,fa l'insegnante e ha 30 anni...però non saprei come fare per parlare con lui perché lo vedo poco e non ho il suo numero!!
    -3
    Rispondi a Serena!! Commenta l’articolo

  19. Avatar di Concetta

    Concetta 2 mesi fa (30 novembre 2016 14:26)

    Come corteggiare un uomo in una relazione a distanza
    0
    Rispondi a Concetta Commenta l’articolo