Pensare all’ex: il modo più semplice per rovinarti la vita (e l’amore)

pensare all'exCredo che se dovessimo fare un sondaggio tra le donne tra i 18 e i 75 anni e chiedessimo: “Ti capita più spesso di pensare all’uomo giusto per te o di pensare all’ex?” la stragrande maggioranza delle intervistate, rispondendo sinceramente, direbbe che le capita molto più spesso di pensare all’ex e non al rapporto di coppia che potrebbe realizzare con l’uomo giusto per lei.

"Con gli ex c’è sempre una gara. Si chiama: “Chi dei due morirà disperato?”. Samantha Jones"

Pensare all’ex è una pessima abitudine, alla quale, guarda un po’, sono in genere più avvezze le donne rispetto agli uomini.

Pensare all’ex è una delle tante pratiche distruttive: si tratta, cioè, di un atteggiamento mentale che non solo non porta nulla di buono, non è produttivo e non è creativo, ma, addirittura, fa camminare all’indietro, togliendo energia (anche energia sessuale) preziosa, voglia di vivere, vivacità. Cioè ti mangia via tutto il fascino di cui disponi. Bello, vero?

Di quanto sia stupido pensare all’ex e vivere con la “testa” rivolta al passato, parlo ampiamente nel mio percorso  Come fare innamorare un uomo e tenerselo.

Pensare all’ex, soffrire e non combinare nulla

Donne giovani e giovanissime soffrono come sante monache medievali: hai presente quelle che si mettevano il cilicio per soffrire il più possibile, digiunavano fino a sragionare e si facevano anche venire le stimmate? Ecco quella roba lì. Orrore! Un tormento unico, un sacrificio per l’inesistente, un pensiero costante a qualcuno (un uomo sbagliato e perduto) e qualcosa (una storia d’amore finita) che non hanno ragion d’essere nella propria vita.

"Essere un ex è già qualcosa. Luciano De Crescenzo "

Pensare all’ex ha la stessa valenza che costruire castelli in aria in base a storie d’amore mai nate, ma potentemente nutrite di fantasia e di bisogno d’amore ossessivo. Ha lo stesso significato che incaponirsi su amori impossibili con partner che non ti considerano o innamorarsi di qualcuno che ti approccia attraverso Facebook e non ti chiede mai di vederti. Tutte sonore strombate alle quali molte donne credono, nel tentativo (vano) di colmare il senso di vuoto d’amore di cui non riescono a liberarsi.

Non sono storie d’amore, ma storie di squallore. Squallore e amore: sono due parole che finiscono nello stesso modo, ma non hanno lo stesso significato.

Ex a che cosa servono?

In realtà gli ex sono una risorsa preziosissima se gestita con astuzia, intelligenza e un forte senso del valore di sé. Il ricordo degli ex deve servire da monito e da perenne avvertimento su quel che a noi non va bene e non ci fa stare bene. Come un cattivo capufficio è un utilissimo strumento per imparare come NON gestire un ufficio, il ricordo di un ex è un’indicazione importante su quel che NON dobbiamo fare per raggiungere felicità e serenità.

"Il sesso con un ex è deprimente. Samantha Jones"

Invece, guarda un po’, molte donne bruciano la propria vita nel continuo pensare all’ex e si aggrappano a questo pensiero come al pezzo di una zattera marcia che le porterà alla deriva. Pensare all’ex significa investire su azioni che sono solo carta straccia. Significa andara a marcia indietro nella direzione contromano sulla corsia dell’autostrada che conduce al mare. Significa appoggiarsi a un’illusione. Al nulla, allo zero, al niente.

"Un vero gentiluomo non parla delle sue ex fidanzate, né delle tasse che paga. Haruki Murakami"

Dirò di più: vi sono donne che pensano a più ex contemporaneamente. Mantengono legami non solo insoddisfacenti ma totalmente frustranti con l’ex fidanzato dei tempi dell’università, l’ex primo marito e poi l’ex fidanzato di dopo il divorzio.

Possibile? Sì possibile.

Pensare all’ex e distruggersi: come smettere

Ma perché mai molte donne si consumano, come le sante addolorate medievali, come moderne madonne sotto la croce, in tutto questo gran pensare all’ex? Le ragioni sono molte e diverse tra loro.

Non riesci a dimenticare una persona e un amore finito e credi che la tua vita si sia fermata? Ricomincia a vivere al 100%. Scopri come con il minicorso GRATUITO Supernova: oltre le storie passate, la tua nuova vita. Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella email.

C’è un senso molto basso del valore di sé e una bassissima autostima. Il pensiero sottostante: “Non valgo nulla, avere lui è stata una fortuna, non esisterà ma nessun altro come lui nella mia vita.”

C’è la paura del futuro e la “pigrizia” relativamente ai propri obiettivi di vita: “Oddio, ora devo rimettermi in pista, rimettermi in gioco, ma mi mancano la voglia e il coraggio.”

Da questo consegue anche il pensiero – totalmente distruttivo – che il passato sia stato l’età dell’oro e che, a causa dei propri errori, si sia “rovinato” per sempre qualcosa di unico, prezioso e irripetibile. E qui si torna al concetto di una bassa autostima. Il pensiero sottostante è basato sul senso di colpa ed è: “Accidenti, per una volta che per pura fortuna mi metto con un uomo, sbaglio tutto e la storia finisce.”

C’è un senso di impotenza e di incapacità. Il pensiero sottostante è: “Non sono buona a nulla, neanche a tenermi un uomo. Ora, per questo, non riuscirò ad affrontare le sfide della vita, non avrò mai più un compagno e non godrò mai più delle gioie dell’amore e del sesso.”

Come si fa a uscire da questa distruttività?

Il primo passo è analizzare i propri pensieri e i propri “circoli viziosi” di ragionamento.

Il secondo passo è rovesciare i pensieri autodistruttivi nel loro contrario, cioè volgerli da negativi a positivi per sé.

Il terzo passo è immergerti nella realtà, dandoti da fare attivamente per realizzare i tuoi progetti di vita, esplorando il mondo maschile e impegnandosi in una missione personale che ti rispecchi in modo autentico.

Per favore metti il tuo “mi piace” alla pagina Facebook de La Persona Giusta per Te.

Se ti interessa approfondire quali sono i tuoi bisogni più profondi e come soddisfarli, fai il mio percorso I 7 Pilastri dell’Attrazione.

Lascia un Commento!

313 Commenti

  1. Avatar di gio

    gio 6 anni fa (5 Luglio 2015 10:57)

    Cara Ilaria,ti scrivo perché dall'ultima volta molto è cambiato...sai sono quella a cui hai detto di farlo quel benedetto viaggio e di non pensare a quella merda perché era il peggiore,lui era il mio ex fidanzato.....adesso la situazione è questa...con lui abbiamo continuato a sentirci a giorni alterni,io però spesso cercavo i non farmi sentire ma ripetutamente o lui o io ci risentivamo anche se con qualche scusa... per giorni è stato a dirmi che ci saremmo visti,io ovviamente presa ho continuato a cercalo spesso ero io che iniziavo..ma lui era li anzi i faceva capire che aspettava me che gli scrivessi,ha iniziato a dirmi cose che non mi aspettavo restavamo fino alle 2 di notte svegli..lui dolcissimo e non nego e non me ne vergono ma spesso tra battute ci siamo detti cose un po' particolari,eravamo anche in intimità,in fondo era il mio ex...spesso mi diceva che lui così aveva tanta voglia di vedermi e quindi taccava di vederci presto...questa cosa è continuata per settimane...fino a quando ho notato che lui pe impegni,per la fidanzata o percè gli stavo dietro dopo qualche giorno staccava...ma io ritornavo e lui più preso di prima.io smetto e credo che anche lui si è rassegnato ma puntualmente io torno e per lui è come se niente fosse anzi riattacca!!non solo non perde occasione di ripetermi che verrà presto..io sto male anche per altri motivi e decido di andare in terapia mentre sento lui...la terapia dura solo per due incontri nel frattempo mentre lui mi dice ancora "a dopo" "presto verrò da te" io smetto di sentirlo e parto,la mia psicologa mi dice di continuare al mo ritorno...da allora sono passate quasi due settimane...lui non mi ha più cercata,ma so che se torno lui c'è e continuerà a dirmi le stesse cose...io però so che se avesse voluto sarebbe gia venuto da me..
    Rispondi a gio Commenta l’articolo

  2. Avatar di alessia

    alessia 7 anni fa (13 Aprile 2015 22:32)

    ciao Ilaria. certe volte si, perché ho visto che è capace di amare se solo si levasse di dosso la scorza dura che ha e se effettivamente chiedesse aiuto medico (che non fa). mi rendo conto che mi ha trattato male, ma non riesco a smettere di pensare a cosa ho sbagliato io, se effettivamente sono stata cosi soffocante come dice, se ho rovinato tutto io e se, come dice, sono la cosa peggiore che gli è capitata. di mio sono una che rimugina, si interroga, si mette in discussione, e sono caduta in spirale che sto affrontando con il mio terapeuta. io di mio non sono stata molto amata - o meglio percepito amore - dai miei, e di sicuro questo non aiuta. ho paura di tirare su i muri di nuovo (5 anni da single, quando avrei voluto storie, non ne ho mai avute tante, perché non mi sento cosi attraente etc), muro che con lui ho abbattuto pezzo pezzo credendo che l'onestà, il parlare apertamente delle cose che per me non andavano e chiedere a lui di fare lo stesso per trovare un punto in comune fosse la cosa giusta, invece mi sentivo dire "questa conversazione è finita, sei opprimente, mi soffochi etc etc". non so davvero se sono io che sono in torto pieno e sono cosi orribile o se semplicemente lui, nella sua malattia (che credo abbia) sia anche un ottimo manipolatore
    Rispondi a alessia Commenta l’articolo

  3. Avatar di Silvia

    Silvia 6 anni fa (5 Agosto 2015 8:49)

    Ciao. Sono una ragazza di 23anni che è stata lasciata di punto in bianco 5mesi fa dopo una storia di 5anni. Mi ha lasciata dicendomi che non andava più e che voleva stare solo,però che nella vita non si sa mai e magari un giorno saremmo tornati insieme. 2settimane dopo ho scoperto che aveva già un'altra(il mio opposto) e anche lei aveva appena lasciato il suo ragazzo. Presumo ci sia stato qualcosa tra loro mentre entrambi erano ancora fidanzati. E ora in giro di 5mesi si sono già portati a casa e lui ha cancellato tutte le nostre foto ed è molto cambiato. Perché non ha avuto rispetto per ciò che avevamo? Perché non ha voluto affrontare prima i problemi e quindi ha scelto la strada più facile? Perché dopo una storia di 5anni bellissima si butta tutto per un'altra persona? Speravo avesse rispetto per me. Grazie
    Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di Michela2

      Michela2 6 anni fa (5 Agosto 2015 12:44)

      Ciao Silvia, le storie, alle volte, finiscono. Lui è stato onesto a lasciarti anche se la frase del "nella vita non si sa mai e magari un giorno saremmo tornati insieme" è sempre la solita stupidata che, spesso, si dice anche pensando di alleviare un po' il dolore dell'altra personao il proprio senso di colpa. Si è innamorato di un'altra.E' brutto ma purtroppo succede.Meglio ora che tra 10 anni non trovi? Non so se la storia è iniziata già prima pero' non cambia il fatto che ora lui sta con questa persona.Cancella le foto per rispetto a lei come poteva averlo fatto 5 anni fa con te se avesse avuto una storia lunga prima. Hai 23 anni, tutta la vita davanti...Passerà (lo so che sembra di no ma è cosi'...)
      Rispondi a Michela2 Commenta l’articolo

  4. Avatar di stefi

    stefi 6 anni fa (23 Giugno 2015 19:35)

    Smettere di pensare all'ex, soprattutto quando questo si fa sentire con inutili e rarissimi messaggini inconcludenti (nel mio caso è una persona trasferitasi all'estero, che ogni tanto mi fa sapere dove si trova). Sono da circa tre mesi che mi sono imposta un no contact. Non rispondere, più. Quello che non capisco è come mai questa interruzione (penso si tratti di una sorta di indeciso inconcludente) al posto di ridarmi energia e autostima, per ora, fino ad oggi, mi sta logorando. Riprendere il controllo, sentirsi il "capo" (vale a dire avere la forza di resistere) non dovrebbe far stare meglio? Perché invece assorbe così tante energie quando in teoria dovrebbe, invece, ridarmele?
    Rispondi a stefi Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 6 anni fa (23 Giugno 2015 20:35)

      @ Stefi: forse credi di non pensare a lui, ma ci stai pensando e in un modo un po' rivendicativo, magari non tanto nei confronti di lui quanto sotto forma di una sfida con te stessa. Direi che è il caso di "lasciar andare", di non impuntarsi sulla voglia di controllare e di controllarsi, di sentirsi il "capo". Quando smetti, riacquisti subito le energie.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  5. Avatar di gio

    gio 6 anni fa (7 Luglio 2015 15:59)

    Gea grazie!!sono contenta che tu sei arrivata a queste conclusioni e riesci a vivere così...vorrei essere anche io così...per quando riguarda il fatto di migliorare la mia vita ci sto provando infatti spero con tutta me stessa di trovare lavoro qui...ma non è facile...non mi piace nessuno ma proprio nessuno(non è un problema)però questo incide credimi sui miei pensieri...ci vuole tempo almeno per come sono fatta io...e Ilaria ha ragione non ho cose interessanti da fare perché altrimenti sta storia sarebbe già finita....avrei avuto un bel lavoro,ottimi amici e persone con cui stare bene anche senza starci insieme..ma non è così..ci proverò però!!ma metti che devo fare un duro lavoro su me stessa perché ho reagito male a tutto e ancora ora non mi convingo,pensa che sono qui finalmente con le persone che mi amano e mi viziano in una bella città e non mi godo bene tutto..pensa che persona matura sono!!!
    Rispondi a gio Commenta l’articolo

  6. Avatar di gio

    gio 6 anni fa (7 Luglio 2015 10:13)

    Buongiorno Ilaria...no no non intendevo che non dovevi essere dura anzi,pare che con me l'unica strada è questa....nel senso che notavo nessuna nota per lo sviluppo della cosa soprattutto la mia recidiva nello starci ancora dietro e cercarlo ma su di me torniamo nella via degli interessi...che è giusto!!!notavo solo questo ....comunque ieri la mia amica mi ha raccontato la storia di una ragazza sposata che si era invaghita per uno che si doveva sposare ...lui ovviamente non aveva intenzione di mollare la futura sposa perché era solo uno sfogo,lei invece disperata gli ha chiesto anche il lacrime di non sposarsi e stare con lei...stava malissimo!mi ci sono rivista... e ho avuto paura,paura per me stessa...e se lui fosse venuto davvero quando diceva che sarebbe venuto presto??io ora come starei???come avrei fatto a rialzarmi??perché sicuramente avremmo parlato e avrei avuto la situazione più chiara ma se fosse successo qualcosa come lui mi aveva detto che sperava accadesse io sarei disperataora!!...eppure ogni tanto ci ripenso nonostante questo...e mi detesto perché mi doveri sentire umiliata e usata e invece....e dico evviva le donne con le ***** che non ci cascano
    Rispondi a gio Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 6 anni fa (7 Luglio 2015 12:38)

      Gio, non detestarti che ti fa solo male! Prendi atto dei tuoi errori e inverti la rotta. Nessuno é perfetto e infallibile, ma migliorare la propria vita, a cominciare dal proprio modo di pensare e di vedere il mondo, si puo' e si deve, giorno dopo giorno. :-)
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  7. Avatar di Manuela

    Manuela 6 anni fa (13 Giugno 2015 18:43)

    Ciao Ilaria, mi chiamo Manuela e ti seguo sul web. Ho tanto bisogno del tuo aiuto, un modo per ricominciare a vivere e a sorridere. Ho 30 anni e sono fidanzata da 15 con Antonio, una persona stupenda che ho sempre amato e, in passato, ho lottato tanto x stare con lui. L'anno scorso ho conosciuto telefonicamente Giuseppe x caso, in ambito lavorativo, e abbiamo cominciato a sentirci così senza una ragione. Dopo una settimana mi ha detto che stava x sposarsi e mi sono, inizialmente, sentita sollevata perché essendo fidanzata era un modo x non far diventare una semplice conoscenza qualcosa di più. Dopo qualche mese dal matrimonio la mia vita è cambiata xke ho scoperto di avere un tumore e ho iniziato a pensare e fare cose che prima ritenevo impensabili: volevo vivere al 100% xke avevo paura di morire quindi ho decido di concedergli un appuntamento (me l'aveva chiesto piu volte ma io avevo sempre rifiutato, avevo cercato di allontanarlo xke sposato), cosi ci siamo conosciuti dal vivo e da lì è iniziata la nostra relazione. Non ne sono sicura ma credo che lui abbia avuto altre donne nel frattempo. Ad ogni modo io ho continuato la cosa xkè mi dicevo sempre "ma chi se ne frega, fra qualche mese non ci sarò più, almeno ho vissuto". Poi 7 mesi fa mi sono trasferita in un'altra città, dove abita il mio fidanzato, ho cambiato lavoro anche con la speranza di allontanarlo x sempre e dimenticarlo ma non è stato così!!!! Inizialmente c siamo allontanati e pensa che io e il mio fidanzato abbiamo anche deciso di sposarci l'anno prossimo ma poi ci siamo rivisti ed io sono in subbuglio. Nel frattempo, dopo due interventi e radio terapie, ho sconfitto il tumore e sto facendo i conti con i miei casini. Non so come uscirne!!!!! Lui è sempre nei.miei pensieri, i periodi in cui nn si fa sentire mi dico che non lo cercherò più e che è finita poi risbuca e mi si cancellano tutti quei propositi. Io so che non è giusto, so che non potremo mai avere una vita insieme e so anche che non sarebbe dovuta comincifre questa storia però ora mi trovo incatenato e non so come uscirne. Non so nemmeno se è giusto portare avanti questo matrimonio con Antonio che è sempre stato la mia ragione di vita... ti prego Ilaria aiutami. grazie di cuore
    Rispondi a Manuela Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 6 anni fa (13 Giugno 2015 20:02)

      @Manuela, mi pare che tu abbia perfettamente tutto chiaro: non va bene stare con un uomo sposato, non va bene vivere una storia clandestina che per giunta ha tanto il sapore di una via di fuga da una storia troppo lunga, iniziata quando tu eri troppo giovane e durata davvero troppo. Sai bene che la cosa giusta da fare è fare un cambiamento che è un capovolgimento, per cominciare a trovare le vere ragioni di vita in te e nei tuoi interessi e non nella storia con un uomo.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Manuela

      Manuela 6 anni fa (13 Giugno 2015 23:05)

      Grazie di cuore
      Rispondi a Manuela Commenta l’articolo

  8. Avatar di gio

    gio 6 anni fa (6 Luglio 2015 9:29)

    Mi vorrei togliere un dubbio...Ilaria di solito sei molto dura nei confronti delle storie ho notato che nel mio caso se stata dura con me(non mi dispiace anzi forse è l'unico modo per svegliarmi)...si nota così tanto che non ho cose interessanti da fare??per te già dovevo capire la prima volta che t ho scritto che non era cosa e ho insistito lo stesso??però ho notato una cosa che quando scrivo vedo una parte di me che non riconosco...
    Rispondi a gio Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 6 anni fa (6 Luglio 2015 11:21)

      @ Gio: fammi capire, per non essere dura avrei non dovuto notare che non hai una vita molto interessante? E' così? Per te e per tutte: credo che si debba investire nel fare della propria vita la cosa più bella possibile. Poi si vede cosa ce se ne fa degli uomini e come li si scelgono. Altroché. Quanto a quello che tu vedi di te stessa quando scrivi, non per niente c'è tutto questo po' po' di roba sui cui confrontarsi: scrivere e commentare, è molto utile.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  9. Avatar di gio

    gio 6 anni fa (5 Luglio 2015 12:03)

    certo...non sono quelle che vorrei però sì...,ma perché questo doverbbe impedirmidi capire e cercare risposte su un mio ex che ho amato'..e sopratutto perché lui non mi cerca e sto dando le possibile risposte...senza dare a lui tutte le colpe....anzi.,e poi vedo donne con figl che si innamorano di uomini in chat...ragazze che dopo una notte si chiedono il perché lui non le ricontatta...e perché io non dovrei farmi domande..
    Rispondi a gio Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 6 anni fa (5 Luglio 2015 17:25)

      Cara Gio, é umano che tu ti faccia domande all'inizio, ma arriva un momento in cui devi smetterla, per il tuo stesso bene, altrimenti é come se ti rinchiudessi da te in un labirinto intricatissimo.
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di gio

      gio 6 anni fa (6 Luglio 2015 8:52)

      buongiorno...inizio dicendo grazie a te Gea per aver letto e commentato i miei post...mi ha fatto piacere...ringrazio anche Ilaria per avermi risposto anche se so di essere molto molto pesante....avete ragione!!!anche se credo che sia normale avere la mente che frulla frulla...sarà che non ho molta vita sociale soprattutto con i ragazzi e forse perché con lui volevo sapere ,dovevo sapere il perché...sono sciocca e immatura e non mi rassegno ma dovrò farlo...spero di dimenticare!!!mi sto incartando da sola e spesso ho la tentazione di scrivergli e chiedere...ma mi sto controllando....spero finisca presto perché non mi sto godendo nemmeno le vie di questa città....sono sempre a rovellarmi...grazie ancora!!
      Rispondi a gio Commenta l’articolo

  10. Avatar di Monichina

    Monichina 6 anni fa (8 Agosto 2015 11:35)

    La mia storia l avevo già abbondantemente raccontata, cmq breve sunto per chi non ha letto e magari mi può aprire ( difficile) gli occhi. Dopo un anno di storia dove lui TUTTI i giorni smerdava di continuo la sua ex, con cui è stato 10 anni e ha lasciato per sfinimento e per amore finito, dopo che mi ha fatto una testa tanta di come io sia stata tutto per lui, la donna ideale, paragonando di continuo l inutilità di lei a come invece ero io, ma veramente di tutti i colori me ne ha detto di lei, bene, io lo lascio per farlo riflettere su alcuni comportamenti che stava mettendo in atto e a me non piacevano, lascio trascorrere 3 mesi lo cerco di nuovo e lui mi dice che è tornato con lei. Io ho letteralmente subìto uno shock, sono stata malissimo, ho rasentato la follia, non riuscivo a capacitarmi ma soprattutto a comprendere e ad accettare che lui dopo tutto quello che mi aveva detto di lei era potuto ritornarci assieme. Sono così trascorsi 9 mesi dove i primi tre siamo stati amanti, ma io non ce l'ho più fatta e l'ho lasciato. Lui mi ha di nuovo cercata dicendomi che gli mancavo da impazzire ma io malgrado stessi malissimo, gli ho detto :no grazie! Fatto sta che questo nodo a me non si slega, vorrei mi dicesse il perché è tornato con lei, ma deve farlo guardandomi in faccia, perché io non vado avanti. Ho parlato ormai con tutti, scartavetrando le palle al mondo, ma se non ho la verità da lui non mi passa più. Ho provato di tutto, TUTTO per cercare di uscirne, ma il tarlo di lui che dice che ama me e sta con lei perché ha sprecato parole e non può più tornare indietro, mi trivella la testa. Gli ho scritto che voglio incontrarlo. Siamo adulti, ma due deficienti. Io la prima.
    Rispondi a Monichina Commenta l’articolo

    • Avatar di antonella3

      antonella3 6 anni fa (8 Agosto 2015 18:58)

      Monichina ciao! Dici che lui per gettar fango sulla sua ex, ti ha raccontato di ogni, sostenendo la sua "inutilità" ,rispetto a te che rappresentavi l'amore vero. Ecco. Credo che questo sia molto importante. Una persona che spreca così tante parole ( anche negative) per una persona, che si appassiona, coltiva ancora con dovizia di particolari una visione del precedente rapporto...beh ecco, non ne è fuori per niente! Se una cosa l'hai superata, risolte le normali curiosità della tua nuova partner, non ti ci dedichi a parlarne, neppure in negativo! A me sembra che lui volesse convincersi di esser andato oltre e, per farsi forza, si riempiva di finto disprezzo nei confronti della sua ex. Non dubito che a modo suo ti voglia bene, ma lui ha dimostrato di non saper prescindere dalla sua ex. A te la scelta, se sopportare di essere il porto sicuro dove tornare.
      Rispondi a antonella3 Commenta l’articolo

    • Avatar di Alessia

      Alessia 6 anni fa (8 Agosto 2015 18:58)

      Hu Monichina, ti dico quello che mi ripeto per me ogni giorno: non lo farà mai di dirti perché. Anche fosse, ti dirà solo scuse e magari sputerà melma addosso a te per farti sentire in colpa e ti darà la responsabilità perché di fondo è un senza palle. Fa male, malissimo, vuoi razionalizzare e non ci riesci. Capisco davvero. Ma credo sia più facile andare sulla luna che avere una risposta che abbia senso... Cerca di fare la tua vita se puoi, esci con gli amici e chiedi loro aiuto per distrarti. Bacioni a te e pensa se puoi che te la sei scampata bella
      Rispondi a Alessia Commenta l’articolo

    • Avatar di Valeria87

      Valeria87 6 anni fa (8 Agosto 2015 19:34)

      Ciao, Monichina. Da lui non puoi ottenere nessuna verità, e penso che tu lo sappia: un uomo che porta avanti relazioni parallele, anche nella migliore delle ipotesi, è un gran bugiardo. Probabilmente lei è più controllabile e manipolabile di te, per questo ci è tornato insieme. Poi, io ormai non ripongo nessuna fiducia negli uomini che colgono tutte le occasioni per parlar male della (o delle) ex. L'ultimo uomo che ho frequentato faceva così, e a un certo punto, guarda caso, se ne è venuto fuori dicendo che era "confuso". Ma tu guarda! Azzardo un'ipotesi: non è che questo continuo far confronti tra noi e le ex è un modo per farci sentire "speciali", così ci legano e poi possono fare tutti quei tira e molla che vanno tanto di moda ai nostri giorni? Be', facciano pure; io mi sento un po' cresciutella per questi giochetti.
      Rispondi a Valeria87 Commenta l’articolo

    • Avatar di Michela2

      Michela2 6 anni fa (8 Agosto 2015 20:49)

      Ciao Monichina, io un paio di anni fa ho frequentato x qualche mese un uomo che da un anno aveva finito una storia di 9anni. Lei l'ha lasciato x un altro.Poi si è pentita si sono rivisti(in quell'anno) poi lui non la voleva più...Sta di fatto che lui mi parlava continuamente di sta ex.Anche facendo paragoni con lei dove io ero quella che vinceva il confronto.Mi ha detto di debiti della sua famiglia, di un problema delicato di salute di lei, addirittura di alcune cose che lei gli diceva nel sesso e del fatto che non era buona a fare sesso orale.Il mio pensiero è sempre stato che lui la volesse ancora che c'era rimasto male che lei gli avesse preferito un altro.L'amava ancora o comunque la odiava d'amore.La domanda semmai era: Perché io accettavo di uscire con un uomo che almeno x il 50%del tempo assieme parlava di un'ex? Perché sono stata una stupida ecco la risposta. Un uomo che ti vuole o che almeno ti rispetta non ti parla dell'ex non ti paragona e non la smerda. Può raccontare un fatto che ha fatto con lei ma nulla di più.Questo la odiava d'amore...Onestamente Monichina, tu puoi trovare ancora un uomo di valore, uno che non ti smerda quando non ci sei e che non se la fa con un'altra con la quale ti smerda.Scappa, più veloce che puoi.é proprio della peggio specie...
      Rispondi a Michela2 Commenta l’articolo

    • Avatar di helen

      helen 6 anni fa (8 Agosto 2015 20:53)

      Non so, leggo un po' perplessa i commenti. Soprattutto quelli che dicono che in fondo lui ti voleva bene. Uno così vuol bene a se stesso e basta. Passando come la panzer divisionen sugli altri. Che devono servire da sfogatoio, da vomitatoio quando a loro gira e un attimo dopo da porto romantico a cui attraccare una tantum quando si sono rimessi a far la loro vita. Non sprecare altro tempo. È una merda d'uomo.Punto.
      Rispondi a helen Commenta l’articolo

    • Avatar di antonella3

      antonella3 6 anni fa (8 Agosto 2015 22:06)

      Ciao Helen! Effettivamente avrei dovuto rendere meglio il mio "non dubito che a modo suo ti voglia bene". È lapalissiano che chi ti tratta in questo modo, non ti vuol bene, ma soprattutto non ti fa del bene. Credo però, che le dichiarazioni di lui, i suoi "mi manchi", siano riusciti ad avviluppare Monichina, farle credere che ci tenesse a lei. E del resto, perché non dovrebbe tenerci a lei?A quanti uomini non dispiacerebbe tenersi comodamente la fidanzata ufficiale e un'altra ragazza devota? Sai quante volte,io ho voluto vedere amore, dietro un "mi manchi"? Prima di capire che questi uomini non amano nessuno, bisogna razionalizzare che quello che ci propinano non è amore. È comodo, bisogno, prevaricazione. Ma quello, credo, lo si capisce solo dopo.
      Rispondi a antonella3 Commenta l’articolo

  11. Avatar di Daniela

    Daniela 6 anni fa (10 Luglio 2015 16:20)

    Ciao Ilaria, finalmente ho l'onore di scriverti per ringraziarti della grande forza che i tuoi e-book mi hanno dato a partire da questo bruttissimo inverno che ho trascorso. Ero appena uscita da una storia (più che una storia era una frequentazione durata 7 mesi) con un ragazzo di cui mi sono innamorata per la prima volta (a 33 anni). Mi ero lasciata andare completamente con lui sia emotivamente che sentimentalmente (e fisicamente) con la convinzione che anche lui potesse innamorarsi di me, ma così non è stato purtroppo. Per me sarebbe stata veramente la persona giusta per me, ha tutte le qualità che desideravo che ci fosse nel mio futuro uomo, ma, ahimè, quando gli ho detto che mi piaceva seriamente, lui mi ha rifiutata e dopo tale rifiuto sono entrata in un bruttissimo tunnel e non riuscivo a darmi una spiegazione logica sulla nostra rottura (separazione decisa da me, gli ho detto che non volevo più vederlo per un periodo perchè stavo troppo male nelle varie situazioni in cui ci fosse lui). Perchè non riuscivo a darmi una spiegazione logica?! Perchè in realtà noi stavamo benissimo, non abbiamo mai litigato e c'erano tutti i presupposti, secondo me, di iniziare a condividere le nostre vite insieme. Ma lui mi ha detto che da parte sua (nonostante mi voglia un bene dell'anima) non era scattato il sentimento simile al mio. Ecco perchè non mi davo una ragione plausibile. Ero disperata, i miei amici anche ci vedevano bene insieme ma niente da fare. Da sola mi sono imposta di non vederlo ma nel frattempo stavo male come un cane (scusa il paragone con l'animale più dolce al mondo ;-)). Cercavo consigli su Internet su come uscire da questo male che mi affligeva e tra le varie ricerche sono capitata sulla tua EFFICACE pagina. E dal tuo blog la curiosità mi ha portata a scaricare il tuo e-book gratis "Come attrarre la persona giusta per te in 11 passi". L'ho letto in un lampo, in mezza giornata e mi ha illuminata in maniera istantanea facendomi cambiare il modo di vivere la vita in qualsiasi campo. E devo darti ragione, ho attratto parecchie persone amichevoli. Ci ho preso gusto così ho comprato anche gli altri 2 tuoi e-book "I 7 pilastri dell'attrazione" e "Come sedurre un uomo senza stress" (quest'ultimo l'ho preso oggi e non vedo l'ora di leggerlo ). Leggendo anche i tuoi articoli sul blog, vengo inondata da una grande forza interiore per raggiungere la pace interiore, tutto questo per ritrovare me stessa. Dopo di ciò sarò pronta a rimettermi in gioco in campo sentimentale, che stavolta sia la volta buona!!!! > Grazie ILARIA!!!! Sto rinascendo!!!!! Spero in un qualche consiglio > tuo personale !!!!
    Rispondi a Daniela Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 6 anni fa (10 Luglio 2015 19:36)

      @ Daniela, grazie mille per i complimenti, i complimenti più belli sono quelli che dicono che stai meglio. Mi sento felice. So che il mio metodo funziona (lo dicono i risultati delle mie lettrici e delle mie clienti di coaching con cui faccio un lavoro individuale). Vai avanti così, costruisci te stessa, metti la tua serenit° interiore prima di tutto e vedrai che l'amore ti darà immense soddisfazioni, davvero. Il mio consiglio personale per te, in aggiunta a tutto quello che già stai facendo, conta il più possibile su quanto ti dice il tuo intuito e il tuo inconscio, fidandoti di te stessa e non accontentarti mai e mai: quella è una storia che non poteva funzionare, checché ne pensassero gli altri e tu ti sei sfilata in tempo. Non avere fretta di trovare la persona giusta per te, abbi fretta di stare bene. :)
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  12. Avatar di Shy

    Shy 6 anni fa (16 Gennaio 2016 16:45)

    Spesso torno a leggere gli articoli che più mi sono utili per il periodo che sto attraversando. Mi accorgo di stare facendo piccoli passi alla volta, ma ho notato una cosa strana che accade la mattina quando mi sveglio, ovvero Il pensiero di essere sola e la sensazione di sentirsi inferiore che scattano in automatico. A cosa si deve pensare in questi casi? Mi serve a poco quando mi dicono "un giorno se ne pentirà" o "il Karma agirà". Cavolate. Gli uomini, ma anche le donne, si pentono secondo voi? E non sto parlando di ritorni eh, ma di un atteggiamento mentale per cui ci si rende conto di quello che si è perso e si rimpiange di non averlo apprezzato a suo tempo.
    Rispondi a Shy Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 6 anni fa (16 Gennaio 2016 17:15)

      Il tema è che non ti deve interessare di "loro", "lui", "gli altri". Pentimento, colpa etc, non hanno senso. Quello che fanno gli altri non è nella tua sfera di azione e di interesse e pensare a loro anziché a te stessa ti toglie solo energie che devi mettere nella tua di esistenza.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 6 anni fa (17 Gennaio 2016 10:47)

      Shy, il mondo é pieno di gente di ogni tipo, nel bene e nel male. Delusione e amarezza sono normalissime e non vanno represse, ma non vanno neppure alimentate. A che serve pensare che "verrà un giorno", come disse fra Cristoforo a don Rodrigo? Che poi, alla fine, la peste se li é presi tutti e due... Tu vuoi aspettare fino al Giudizio finale per sapere se chi ti ha fatto soffrire avrà il giusto castigo? Non é meglio, come ti consiglia Ilaria, vivere la tua vita? É ovvio che la tristezza non puo' sparire di punto in bianco (lo so per esperienze passate... e per esperienza presente), ma coltivare pensieri "giustizieri" porta a cristallizzare il proprio dolore, anziché scioglierlo. Come dice Ilaria, lascia stare dov'é chi ti ha fatto soffrire e concentrati su di te e sulle cose che ami fare; se puoi, fai una passeggiata, vai a vedere un bel film (non sentimentale!), incontra amici o parenti con cui stai davvero bene, ascolta musica rilassante, leggi un buon libro, insomma, prenditi cura di te stessa. La tua vita é tua e il potere che hai su di essa é immenso. Buona domenica, un abbraccio :-)
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  13. Avatar di Shy

    Shy 6 anni fa (18 Gennaio 2016 2:50)

    Grazie Ilaria, grazie Gea. È vero questi pensieri non hanno proprio senso. Quando mi ci metto con sti pipponi assurdi sono micidiale. Devo proprio imparare a volermi più bene. Un abbraccio anche a voi.
    Rispondi a Shy Commenta l’articolo

  14. Avatar di gio

    gio 6 anni fa (5 Luglio 2015 11:07)

    è difficile per me...perchè ho paura di perdere la presa,perchè se mollo io lui sparisce...ma nello stesso tempo mi sto colpevolizzando perchè sono io che l'anno scorso gli ha chiesto di vederci...lui è passato a salutarmi ma avevo notato che era combattutto e una frase mi ha fatto capire tante cose"poi vediamo quando ci sentiamo"e da li non ci siamo più sentiti...io ritorno dopo mesi e mi spega la situazione ma mi dice che vuole stare con me(forse solo fisicamente penso adesso) però se io lo lascio stare lui non mi cerca...sono anni che andiamo avanti così...appena ci sentiamo iniziamo a dirci di vederci,l'unica cosa che è cambiata è che lui mi ha rivelato che è fidanzato...io ho voglia di sentirmi amche perchè la cosa è rmasta in sospeso,senza chiarici,abbiamo smesso è basta....ilria scusa la lunghezza dei messaggi però volevo spiegarti per bene...le tue frasi mi sono sempre da aiuto...potresti dirmi se puoi cosa ne pensi,faccio bene a non cercare chiarimenti e a chiudere diversamente?'lascio la presa e finiamo così anche se fino a poco tempo prima ci dicevamo di volerci vedere?sono una poco di buono perchè alla fine io cerco lui e lui ci sta ma se smetto lui aspetta ma non fa la prima mossa,quindi significa che non vuole tradire la fidanzata ma sono io che mi ripresento e stuzzico??graie e mi scusp ancora per la lunghezza dei messaggi
    Rispondi a gio Commenta l’articolo

  15. Avatar di Emy

    Emy 6 anni fa (23 Ottobre 2015 15:28)

    Salve Ilaria, > mi chiamo Emy sono una ragazza di 28 anni e sto avendo problemi > con il mio fidanzato, tra l'altro fidanzati da 6 anni. > Mi aveva lasciata e poi è ritornato subito da me, dicendomi che mi > ama ma che devo avere pazienza perchè lui torni ad essere come prima. > Per quanto do questo spazio perchè lo amo lui non si sforza più di > tanto e quando io vacillo per un attimo lui mi ripete di avere > pazienza e che mi ama. Io soffro e vorrei che capisse che ha tutto > c'è un limite in fin dei conti è tornato lui da me. Cosa devo fare e > come comportarmi perchè lui torni da me più innamorato e sicuro. > Grazie e scusi per il disturbo
    Rispondi a Emy Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 6 anni fa (23 Ottobre 2015 15:35)

      Buongiorno Emy: ma a 28 anni è questo quello a cui aspira e il massimo al quale crede di poter aspirare? Ha molto tempo da perdere, lei?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emy

      Emy 6 anni fa (23 Ottobre 2015 15:40)

      Penso al mio lavoro ma credo davvero che sia l'uomo adatto a me altrimenti non ci stavo 6 anni, ma vorrei dare al nostro rapporto una seconda possibilità
      Rispondi a Emy Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 6 anni fa (23 Ottobre 2015 16:03)

      Io mi riferivo alla sua vita sentimentale: è questo che le interessa avere? Essere stata sei anni con un uomo è una buona ragione per continuare a starci? Dice di voler dare al suo rapporto una seconda possibilità. Ma al di là della frase fatta, a che le serve, davvero? Lei vorrebbe questo: e i dati reali quali sono? Quel che desidera lui e vuole darle lui lo valuta?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emy

      Emy 6 anni fa (23 Ottobre 2015 16:09)

      Sono presa da lui da noi che non so cosa sia giusto x me, perché mi ama e nn riesce a lasciarsi andare ? Perché credo ancora in noi ? Aiutami io davvero voglio guarire da tt quello che mi porto dentro
      Rispondi a Emy Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 6 anni fa (23 Ottobre 2015 16:27)

      Appunto Emy, per stare bene deve pensare a se stessa, a come liberarsi di quel che "si porta dentro" e non le piace e di quello che le è utile adesso e poi in futuro. Concentrarsi su di lui è un errore, il più comune e naturale, ma un errore comunque :)
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emy

      Emy 6 anni fa (23 Ottobre 2015 16:37)

      Se riesco a nn pensare sempre a lui , potrò essere più forte x me stessa e poi potrò pensare se ne vale la pena continuare o lasciar perdere
      Rispondi a Emy Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 6 anni fa (23 Ottobre 2015 16:43)

      Esattamente :)
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  16. Avatar di Elettra

    Elettra 5 anni fa (2 Maggio 2016 23:40)

    E invece l'ex lo avevo si dimenticato, mi ero rifatta una vita con un buon marito e 2 figli...... ma purtroppo il destino ci ha fatto rincontrare dopo tanti , tanti anni in maniera tanto inaspettata , quanto terribile..... Nessuno dei due si è cercato, ci siamo ritrovati grazie al mio lavoro (in ambito sanitario) e alla sua condizione di salute (importante malattia)... mi ha sconvolto la vita.... ha fatto riaffiorare in me sentimenti provati tanti anni fa....
    Rispondi a Elettra Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 5 anni fa (3 Maggio 2016 6:04)

      Ciao Elettra, prova ad analizzare la tua situazione. Gli elementi che racconti ricordano le trame di certi film melodrammatici. Film che io non guardo, e forse neanche tu, ma siamo bombardati di storie del genere che persimo l'aria che respiriamo ne é intrisa. Non é che l'incontro inatteso di un vecchio amore di gioventù, condito dalle circostanze drammatiche della sua grave malattia, e complicato dal tuo ruolo di medico o infermiera, ti ha scossa da un certo torpore nella tua vita coniugale e familiare? É un'ipotesi, la mia, ma tu puoi guardare con più chiarezza nella tua situazione e analizzarla con lucidità.
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  17. Avatar di Caty

    Caty 5 anni fa (25 Luglio 2016 21:09)

    Grazie a tutti x il sostegno... oggi cmq ho cercato di seguire i vs consigli e devo dire che è andata abbastanza bene con i pensieri e la testa... Mi sento dentro energie che ancora posso spendere x ricostruirmi. Purtroppo non ho un giro di amici e il posto dove vivo non li favorisce... ma cercherò di attrezzarmi. Cmq grazie e se potete ancora suggerirmi altro vi ringrazio
    Rispondi a Caty Commenta l’articolo

  18. Avatar di caty

    caty 5 anni fa (22 Luglio 2016 14:07)

    ho 48 anni e dopo 30 anni ho contattato e rivisto il mio primo fidanzatino. In questi anni, ho fatto tutta un'altra vita, altrove, lontana dal mio paese e cmq da single. Ci siamo sentiti per telefono ed è stato molto emozionante e bello all'inizio... lui si è mostrato sempre più interessato e dolcissimo... intanto mi ha detto che è separato da anni e ha una figlia ormai adulta. Dopo 2 mesi ci siamo rivisti ed è stato magico... senza che lo avessimo premeditato, abbiamo avuto momenti di intimità bellissimi. Lui mi ha detto da subito che non ha voglia di fare progetti nella sua vita perchè dopo un fallimento matrimoniale e altre storie andate male, a 50 anni vuole vivere alla giornata. Ci siamo rivisti altre 2 volte e l'ultima volta mi ha lasciato un po' di amarezza perchè lo percepivo distante da me e non più affettuoso come la prima volta. In più tutto mi sembrava contro di noi... la sua ex ancora molto presente nella sua vita, il suo legame con il paese, la mia intenzione di non tornare più in una terra che mi ha fatto soffrire e dalla quale sono scappata da giovanissima... e soprattutto mi scoraggiava la sua mancanza di desiderio di progettualità e così il giorno dopo per telefono gli ho detto di allentare il ns rapporto e di conservare solo un rapporto di amicizia, così come era nato. Ma nel tempo lui si allontana sempre di più... prima mi scriveva spesso e chiamava tutti i giorni ora inveca no e accampa sempre la scusa del lavoro o altro. Mi chiedo se è possibile mantenere un'amicizia tra due che hanno avuto una storia sia pur breve, ma intensa e se è opportuno. Intanto mi manca tantissimo sentirlo, i suoi messaggi... come fare per non soffrire tanto e non far del male a nessuno e neanche a me? grazie
    Rispondi a caty Commenta l’articolo

    • Avatar di max

      max 5 anni fa (22 Luglio 2016 15:48)

      Mio consiglio: Nessuna amicizia sennò rischi di starci ancora più male...se ti ha lasciato andare, forse non era comunque l' uomo per te, aspetta un po', non farti sentire, se si fa sentire lui valuta come si pone, può capitare davvero che quando si è adulti non si voglia più legami duraturi, ed allora adios, è stato bello..se no si fa sentire, lascialo comunque stare...almeno, io fare così
      Rispondi a max Commenta l’articolo

    • Avatar di .

      . 5 anni fa (23 Luglio 2016 7:34)

      Forse hai ragione ma io vorrei sentirlo e chiarire con lui almeno sapere se ha un senso continuare a scriversi messaggi del tipo buona giornata e altro .. come adesso... e che senso ha il suo rispondere ora non ho tempo ma ci sentiamo se poi non mi chiama... questa cosa mi fa star male e vorrei dirglielo allinizio ci eravamo detti di dirci le cose chiaramente. .. Cmq grazie x la tua risposta
      Rispondi a . Commenta l’articolo

    • Avatar di Michela2

      Michela2 5 anni fa (23 Luglio 2016 15:25)

      E quale sarebbe per te il senso?
      Rispondi a Michela2 Commenta l’articolo

    • Avatar di Lu

      Lu 5 anni fa (23 Luglio 2016 19:53)

      Ciao Caty! Se non ti richiama evidentemente non vuole farlo (perdona la brutalità!). Concentrati su di te, sulla tua vita. Magari chiama qualche altra/o amica/o, chiedile/gli come sta, invitala/o fuori per un caffè. Allarga i tuoi interessi, frequenta persone con cui puoi condividerli. Concentrarti solo su di lui è un'inutile perdita di tempo. Alimenta il desiderio vitale di qualcosa di meglio per te e mettiti seriamente in gioco. Un abbraccio!
      Rispondi a Lu Commenta l’articolo

    • Avatar di Grazie

      Grazie 5 anni fa (24 Luglio 2016 10:23)

      Grazie Lu è tanto difficile per me staccare la testa da lui... è il primo pensiero della mattina e l'ultimo della sera... e l'incubo della notte. Poi ieri mi ha scritto di wp mi ha detto dello stress del lavoro e della figlia tornata a casa per le vacanze ed è stato come ricominciare a sperare. Gli ho detto di chiamarmi che mi faceva piacere sentirlo mi ha risposto 'vediamo' e non ha chiamato e ci sto male. Non so come uscire da questa situazione. Aiutoooo
      Rispondi a Grazie Commenta l’articolo

    • Avatar di max

      max 5 anni fa (24 Luglio 2016 15:22)

      È normale che sia il primo pensiero al mattino e l' ultimo alla sera, perché ne sei innamorata, ma se lui non lo è, continua pure a farti del male accontentandoti delle briciole, ma sappi che l' amore corrisposto è un' altra cosa
      Rispondi a max Commenta l’articolo

    • Avatar di Michela2

      Michela2 5 anni fa (24 Luglio 2016 17:41)

      Scusa la franchezza ma se un uomo che hai visto 3 volte (tralasciando i 30anni fa)e sentito x telefono, un uomo che ti da delle risposte assurde e s'inventa scuse palesi è il tuo primo pensiero al mattino e l'ultimo alla sera io direi che forse è il caso di movimentare un po' la tua vita con interessi che possano impegnarti i pensieri e le giornate...Non è una critica ma penso sarebbe molto più producente x te...
      Rispondi a Michela2 Commenta l’articolo

    • Avatar di Lu

      Lu 5 anni fa (24 Luglio 2016 14:13)

      Forse dovresti cominciare ad accettare due fatti: uno, che tu non vuoi essergli solo amica, vorresti essere amata da lui; due, che lui non vuole impegnarsi. Detto ciò, non pensi siano scuse le sue? Cioè la figlia adulta torna dalle vacanze e lui si stressa? Ma, soprattutto, un uomo che non vuole fare progetti con te, che vuole 'vivere alla giornata' (!!!), che è stressato (!!!), che vuole rimanere nel paese che a te non piace e che ti dice 'Vediamo' tu lo vuoi? Non pensi di meritare di meglio? Per questo ti dico sposta la tua attenzione su altro e forse tutto diventa più chiaro.
      Rispondi a Lu Commenta l’articolo

  19. Avatar di Giulia

    Giulia 5 anni fa (5 Agosto 2016 9:49)

    Ciao ragazze e ciao Ilaria! Ho trovato questo articolo molto utile in questo periodo, perché mi è capitato di ripensare al mio ex. A questo proposito vi chiedo, è normale ripensare a lui anche se sono stata io a lasciarlo? Inoltre ormai l'ho lasciato più di un anno fa, e nel frattempo mi sono piaciuti altri uomini (anche se sono stati semplici flirt, mentre lui è stato il primo amore e abbiamo avuto una storia importante e intensa). In più non lo pensavo da mesi, ma ora improvvisamente sì. Sarà che ad agosto ho sempre meno occasioni di socializzare e distrarmi, e io e lui ci eravamo conosciuti proprio in questo periodo. Ma non riesco a capire se è solo un momento passeggero o meno. Chi di voi ha avuto un'esperienza simile ed è in grado di darmi qualche consiglio? Non riesco davvero a spiegarmi il motivo di questi pensieri malinconici, soprattutto ora che ero convinta di aver superato il dolore per la separazione. In ogni caso i consigli dati nell'articolo mi sono utilissimi, grazie!
    Rispondi a Giulia Commenta l’articolo

  20. Avatar di Monichina

    Monichina 6 anni fa (22 Ottobre 2015 18:53)

    Ciao ragazze. Visto che tutto questo caos è nato da un mio scritto, permettetemi di spiegare alcune cose. Tutto ciò che ho scritto è stato nei limiti del capibile, sintetizzato, un po' perché aggiungendo particolari avevo il timore che qualcuno di loro conoscenza potesse riconoscere la storia, un po' perché non volevo ammorbarvi e anche se ero in uno stato pietoso e sinceramente avevo proprio bisogno di raccontare tutto nei minimi particolari per sfogarmi per bene, ho comunque capito rileggendo che i particolari non servono al fine di un consiglio. Però poi dopo tutto quello successo, i particolari sarebbero stati determinanti al fine di capire i termini che io ho usato per definire lei. Ribadisco il fatto che @helen con le sue risposte mi ha sempre efficacemente aiutata, anche @michela2,con i suoi esempi, ma nell'ultima risposta si è evinto che non ha letto bene i miei post, mi ha ferita ma non ha importanza. Dico solo questo, poi Ilaria se ritiene può anche non pubblicarlo; la sera della chiamata di lei dove diceva che la madre non si trovava, lui le ha risposto di fargli sapere più tardi (faccia esterrefatta) sono stata io che nel frattempo ero andata in panico pensando a come potesse stare quella donna, a dire a lui di andare ad aiutarla a cercare la mamma. Lui poi mi ha scritto la notte testuali parole: l'hanno trovata morta, mo so cazzi! ( faccia esterrefatta) Il sabato mattina (tutto questo successo il giovedì) dove io lo credevo a consolare la sua donna, mi dice che è in giro in Mountain bike (faccia esterrefatta) gli chiedo come mai l'aveva lasciata sola e mi informo di come sta lei. Risposta ( testuali parole, mi vergogno per lui) : lei diceva sempre non vedo l'ora che quella cagna di mia madre muoia, si certo ha pianto un po' mentre metteva a posto i suoi vestiti, ma non sta malissimo. (faccia esterrefatta) Ecco una parte del perché della mia freddezza nel raccontare tutta questa miserabile storia. Dico anche che io ero talmente turbata da tutto questo, che sono dovuta stare a casa dal lavoro per qualche giorno, poi quando ho visto che io ero l'unica a stare male per una disgrazia che in fin dei conti non mi toccava direttamente, ho reagito ed ho mandato tutti affa...
    Rispondi a Monichina Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 6 anni fa (22 Ottobre 2015 19:38)

      Che personcine ragazzi, che personcine...
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di helen

      helen 6 anni fa (22 Ottobre 2015 21:19)

      Monichina adesso ho una visione d'insieme della brodaglia umana nella quale ti sei infilata e torno a ripetere quello che ho scritto un'altra volta non mi ricordo più dove e quando: la problematicità di certe storie consiste non solo nel fatto che si viene prese per i fondelli ma soprattutto nel fatto che ci abbrutiscono e tirano fuori il peggio di noi compreso quel malsano senso di rivalità verso altre donne che possono essere vittime o pezzi di m. indifferentemente. Nessuno di noi è assolutamente buono (sarebbe come credere a Babbo Natale da adulte) , l'aggressività ce la portiamo dentro geneticamente ai fini della sopravvivenza della specie (vedi Konrad Lorenz) e questo pattume la scatena, la evoca e la direziona in maniera tale che anche noi sprofondiamo verso il basso. Questo intendo dire col fatto di non ritenerti assolutamente buona e angelica. Sappiamo di avere un lato oscuro da tenere a bada, la melma richiama la melma ecco perché dovrebbe partire a un certo punto un colpo di reni che ti fa allontanare. Io non trovo che le persone che si definiscono "troppo buone" siano realmente consapevoli di ciò che sono. Siamo sempre sul ciglio dell' inciviltà e della sopraffazione e la storia ce l'ha abbondantemente insegnato ( o come disse Manzoni nello strano guazzabuglio dell'animo umano...). Arrivare a vedersi da fuori e notare la propria miseria può fare male ma è un passaggio necessario per dare una svolta, non viversi più come vittime e basta e darci un senso di responsabilità circa le nostre azioni, osservare che la persona sbagliata ci incarognisce e finalmente allontanarsi non più come Monichina che non governa il timone in alto e in basso ma come Monica che fa autocritica e si separa dal passato. E ancora una volta dico: non so se riesco a spiegarmi, non è facile.
      Rispondi a helen Commenta l’articolo

    • Avatar di London

      London 6 anni fa (23 Ottobre 2015 12:23)

      Grande Helen! bellissimo commento! grandissima!!!
      Rispondi a London Commenta l’articolo

    • Avatar di Monichina

      Monichina 6 anni fa (23 Ottobre 2015 12:59)

      Helen ho capito benissimo e ti ringrazio ancora una volta, perché tutto quello che mi dici mi aiuta a crescere e a vedere le cose nell'unico modo in cui vanno viste: nella loro immensa miseria. Non mi sono mai sentita una donna buona, ma sento che sto migliorando, anche grazie a voi eh, devo solo imparare alcuni meccanismi mentali che ancora mi fanno vivere il distacco come una tragedia che mi annienta, anche se quello che perdo è melma pura. So che ce la farò, sono migliorata, soprattutto da quando leggo il sito di Ilaria e voi ragazze, quindi vedo sempre meno nero e più luce. Ora ho deciso di stare sola, decisione che ho preso dopo la fine dell'ultima "storia", non sono mai stata sola e penso mi faccia un gran bene. La consapevolezza sta arrivando un po' tardino, però ora sto "bene" così.
      Rispondi a Monichina Commenta l’articolo