Come capire se lui si sta innamorando

Come capire se lui si sta innamorando?

Come puoi essere certa che un uomo si sta lasciando coinvolgere da te e dalla vostra relazione?

Come fai a capire se stai vivendo una storia seria o una semplice avventura?

E se tu non vuoi vivere avventure, perché a te non interessano, oppure perché ne hai vissute in passato e non ti hanno lasciato nulla di importante?

Lo sai che potresti trovarti dentro fino al collo in un’avventura, senza volerlo?

Potrebbe anche essere il caso che inizi una storia come un’avventura e poi quella diventa una storia seria.

Non si può mai dire, sinceramente.

In realtà, magari ci hai già riflettuto, ma i casi della vita spesso sono sorprendenti, anche per chi è il protagonista di un “caso” in un particolare.

Credo anche che  talvolta sia opportuno e utile lasciarsi sorprendere,  permettere alla vita di sorprenderci, rivelandoci lati di noi inaspettati ma positivi.

Confesso che è quello che mi capita abbastanza spesso con le mie clienti di coaching.

Pensano di non riuscire, di non potere, di non essere le persone adatte a… e poi scoprono di riuscire, di potere e di essere in grado di…

Non c’è per forza un bene o un male in quello che scoprono su di sé.

Semplicemente, mettendosi in gioco, spesso mettono in atto comportamenti inaspettati, che poi si rivelano utili.

Che cosa voglio dire con questo?

Come sai io credo molto poco alla fortuna in sé e per sé. Credo che la fortuna vada coltivata, ecco. Che le occasioni vadano create e le opportunità colte.

Allo stesso tempo possono accadere eventi non programmati – di fatto capitano a tutti, di continuo – e sui quali non avremmo mai puntato due cent e che invece cambiano in positivo la nostra vita.

Questo non significa sperare, contare e aspettare che il “caso” faccia il lavoro per noi. Assolutamente no.

E’ necessario agire, anche per trovare una bella relazione.

E non bisogna dare nulla per scontato.

Tipo: non si può dare per scontato che se tu vuoi una storia seria trovi un partner che vuole una storia seria come te.

Oppure non puoi dare per scontato che quella che tu credi un’avventura non si traformi una storia seria.

Una storia che tu credi seria può rivelarsi una delusione e un’avventura “senza importanza”, può essere in realtà l’inizio di una storia seria.

Oltretutto io penso – ma questa non venga considerata un’eresia – che le avventure talvolta possano essere utili per comprendere se stesse e anche le relazioni.

L’importante, come sempre, è proteggersi, non soffrire :) .

 

***
È amore vero o solo un’avventura? Ho preparato un test per scoprirlo, per farlo ti basta cliccare sul bottone qui sotto:

Avventura o amore vero: fai il test

***

Come capire se lui si sta innamorando

Per non soffrire, per esempio, è importante non lasciarsi coinvolgere da una storia leggera, finché è leggera.

Meglio viverla con leggerezza una storia leggera.

Anche una storia seria è meglio viverla con leggerezza…

Spesso mi chiedo come nasca un amore, quali siano le occasioni più favorevoli al sorgere di una relazione e come si può capire se tra due persone può esserci un’intesa positiva e duratura, che vada oltre l’attrazione a breve termine.

L’attrazione a breve termine è quel tipo di attrazione basata sui sensi, sulla simpatia reciproca e irresistibile, sull’attrazione fisica.

Dall’attrazione a breve termine possono nascere relazioni molto appaganti, eccitanti e divertenti.

Relazioni che fanno aumentare l’autostima, il senso del valore di sé, la consapevolezza della propria capacità di attrarre e di sedurre.

Queste relazioni possono talvolta essere molto intense, ma ahimé, spesso proprio per questo, anche molto brevi.

Si tratta allora delle cosiddette storielle, di avventure, magari di amori estivi o di viaggio.

Sia chiaro, per capire se lui si sta innamorando, è bene tener presente che gli uomini, molto più delle donne, sono più propensi a vivere storie senza importanza.

Diciamo pure che cercano con più frequenza, soprattutto in periodi particolari della loro vita, storie senza importanza.

Infatti per loro vivere tante avventure significa confermare la propria virilità, la propria capacità di sedurre e di piacere a molte donne.

Non solo.

Vivendo molte avventure, ritengono di fare esperienza con l’altro sesso, rafforzando la propria sicurezza in se stessi e sperimentandosi, anche e soprattutto sessualmente.

E questo è un aspetto per loro molto importante. Direi essenziale.

Le donne, anche le donne moderne, giovani e libere, sono meno propense a vivere amori brevi e intensi.

Come fai ad attrarre un uomo senza sembrare una facile o una poco di buono?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

Per carità, molte di loro lo fanno, eccome.

Molte altre non intendono farlo.

O, come dicevamo sopra, capita loro di avere vissuto qualche avventura e di essere rimaste deluse, perché si aspettavano altro e pensavano di essere in una storia seria dopodiché non si sono più cimentate con “storie leggere”.

Perché sono rimaste scottate o anche solo insoddisfatte.

Altre hanno sperimentato avventure con la consapevolezza che fossero avventure e poi hanno deciso che le avventure non facevano per loro.

In realtà le donne desiderano vivere storie serie, perché, al contrario degli uomini non hanno particolare interesse a volare di fiore in fiore, ad accumulare esperienze e a rafforzare la propria autostima attraverso il contatto con numerosi partner.

Le donne stanno meglio in una storia stabile, che le fa sentire tranquille, in una routine relazionale, non nella discontinuità.

Anche perché le donne, spesso senza saperlo, si confrontano con il senso di colpa rispetto al sentirsi delle poco di buono e con l’ideale di un amore romantico, che non può essere quello dell’avventura.

Cioè: le donne per esempio preferiscono fare sesso con un uomo quando pensano di provare qualcosa di intenso per lui, per non dire di profondo.

Diversamente pensano di essere “facili” e di essere percepite come tali.

Non solo, in conseguenza di ciò, preferiscono vivere delle relazioni nelle quali colgono del sentimento e non solo dell’attrazione a breve termine.

Il fatto è che con la libertà sessuale di cui – fortunatamente! – godiamo e con le occasioni che spesso inaspettatamente ci si possono presentare, può capitare di iniziare delle relazioni sulla spinta dell’attrazione a breve termine.

Non vi è nulla di male in tutto ciò.

I problemi nascono quando si rischia di rimanere deluse, di soffrire e di perdere per strada un pezzettino della propria autostima.

Questo no, dài, evitiamolo a tutti i costi!

In realtà saper vivere delle relazioni con leggerezza può avere dei vantaggi.

Un’avventura, per esempio un’avventura estiva, una storia nata da un incontro in viaggio o da una piacevole conoscenza in un momento di svago, possono essere tutte opportunità per iniziare una relazione seria e importante.

Avventura o no, attrazione a breve termine o a lungo termine, può capitare di ritrovarsi in una relazione iniziata e di non capire se è una storia leggera e destinata a finire o se è una storia seria.

Ecco perché nascono tanti dubbi.

Le domande giuste da farsi per capire

Le motivazioni per le quali ci si trova in questa incertezza possono essere molte, tra cui, prima di tutto, la difficoltà a capire che cosa si desidera dalla storia.

In altre parole, tu sei davvero pronta per una storia seria?

Sei pronta ad avere una storia seria con la persona che stai frequentando o rischi di commettere un errore di scelta?

Rischi, soprattutto, di lasciarti andare con lui perché avete già iniziato una storia, state bene insieme, ma non in realtà lui rischia di non essere l’uomo giusto per te nel lungo termine?

L’altra ragione che crea grande incertezza è vecchia come il mondo e spesso mette in ansia molte donne.

Lui che intenzioni ha? Lui è veramente interessato? Lui si sta innamorando?

Insomma come è possibile conoscere meglio le sue intenzioni?

Come capire se lui si sta innamorando?

Quello che ti suggerisco di fare, come primo passo, è rispondere dentro di te e magari prendere note delle tue risposte alle domande che ti ho suggerito poco prima, rispetto alla tua reale disponibilità di una avere una storia seria.

Davvero, questa tua disponibilità – quella vera e autentica, non quella che ti “racconti” – può determinare i tuoi comportamenti, a partire dalla scelta che compi rispetto al tuo partner e ai tuoi atteggiamenti verso di lui.

Se vuoi sapere come capire se lui si sta innamorando è importante che tu metti in campo tutta la tua capacità critica, cioè quella di analizzare e di osservare.

Che cosa nello specifico? Il comportamento di lui, dato che i segnali inequivocabili lui manda dicono molto delle sue intenzioni.

Poi è importante che tu valuti con attenzione quello che abbiamo detto prima sugli uomini e lo cali nella tua situazione personale, rispetto all’uomo che stai frequentando: lui è in una fase della sua vita in cui desidera, ancora e/o per qualche motivo, accumulare esperienza e conoscere tante donne, in modo biblico? :)

Per esempio: è particolarmente giovane e/o ha avuto poche storie? E’ reduce dalla fine di una storia importante e significativa e deve provare a se stesso che è capace di conquistare e ha fascino?

E’ concentrato su qualcosa di più importante per lui e la sua vita sentimentale non è una priorità?

Questi sono aspetti importanti da considerare. Insieme ad altri.

Non farteli sfuggire, non negarli, non fare finta di non vederli.

Ho preparato un nuovo percorso per te:

Oltre la psicologia maschile. Come capire se lui è innamorato e vuole impegnarsi.    Come sapere se è una storia seria o no. Come evitare di lasciarti coinvolgere se non ne vale la pena. Come vivere le relazioni con leggerezza, senza soffrire, mantenendo equilibrio e serenità (clicca qui per vedere il percorso adesso)

Insieme al percorso troverai un test da fare, facile, utile ed estremamente rivelatore:

Avventura o amore vero? Storia estiva o storia seria? Scopri che tipo di relazione stai vivendo e come andrà a finire… (clicca qui per vedere il percorso adesso e fare il test)

 

 

Lascia un Commento!

100 Commenti

  1. Avatar di Marta F.

    Marta F. 3 mesi fa (25 Luglio 2019 21:40)

    Un saluto ad Ilaria e alle lettrici del blog,dopo aver letto diversi articoli espongo la mia situazione attuale per un consiglio, perché sono davvero confusa e delusa. Ho conosciuto un ragazzo ad un evento,tramite amici in comune e premetto che viviamo in due città differenti,che distano due ore l'una dall'altra. In quelle circostanze inizia a piovere e lui si fa avanti chiacchieriamo un po',ma non avendo poi avuto modo di approfondire la chiacchierata,non sapevo se mi stavo sbagliando sul fatto che gli ero piaciuta,insomma poteva trattarsi di un ragazzo gentile e basta e che a me aveva fatto solamente buona impressione,discreto,riservato,un po' timidino.Dopo una settimana vengo a sapere che lui quel giorno aveva fatto diversi apprezzamenti su di me,(fisici e non)e quindi ne approfitto per mettermi in contatto con lui. Iniziamo a chiacchierare spesso e anche per tanto tempo,scopriamo di avere tantissime cose in comune,che siamo simili,che c'è feeling insomma,e la ricerca è reciproca l'un l'altro. Però poi iniziano i problemi perché dopo un mese lui oltre che ad aprirsi piano piano nei miei confronti non faceva niente per chiedermi il numero di telefono, così con una scusa molto velata e sottile lo faccio io e lui recepisce. Il problema ora è che sono due mesi e mezzo,quasi tre che chiacchieriamo e lui non accenna minimamente a volermi incontrare,parliamo di tutto,ma mai di "noi". Mai una battuta sconcia nei miei confronti,mai un qualcosa di allusivo al volermi vedere. Nei suoi confronti non sono mai stata assillante, è capitato solamente un paio di volte che sono stata io a cercarlo più spesso,ma lui ha sempre recepito bene la cosa,anzi e se sono io a cercarlo attacca conversazioni per giorni e giorni,e parla tantissimo. Non mi ha mai dato l'idea che volesse chiudere,di volersi distaccare,mai freddo,nulla. Mai apprezzamenti fisici palesi,ma sulla mia persona sì del tipo...non mi sono mai permessa di dargli consigli,se capivo che aveva un problema lasciavo a lui se voleva parlarmene o no..insomma non ho fatto errori micidiali..e lui in tutto ciò non si sbilancia,non fa nulla per cambiare le cose. Anche perché quale è il senso di parlare per mesi e mesi se poi non vuoi vedermi di persona? Le mie amiche propongono che sia io a farmi avanti,ma a me non va per il semplice fatto che voglio tenere la mia dignità per me,e visto che l'interesse è palese,almeno da parte mia,poi dalla sua almeno così sembrava ora non lo so,vorrei che sia lui a farsi avanti,che sia lui a prendere più iniziativa..io sto iniziando a saturarmi perché non me ne faccio nulla di un rapporto fatto di chiacchiere.. inoltre ha detto ai suoi amici che ci stiamo frequentando,e dico io ma dove se manco ci siamo rivisti?parla loro di me ma poi non concretizza. Io inizio a pensare che abbia un altra,o per lo meno che frequenti molte ragazze della sua città,e che per questo motivo non sente il bisogno di vedermi. È una brutta ipotesi,ma mi sento un po' messa da parte,quasi come ruota di scorta e data per scontata,che non si sa mai dovesse andargli male allora potrei tornare utile..Io sinceramente non so che idea si sia fatto di me,e di cose per la testa me ne passano troppe. Ora,io che ci parlo mi sembra che lui sia un tipo discreto,riservato, intellettuale,timido abbastanza..ma a detta di qualcuno si dice che sia il contrario,ovvero un po' Don Giovanni..ora è una settimana che non parliamo e io non ho intenzione di fare niente,ho bisogno di conferme,non so come agire e cosa pensare.
    3
    Rispondi a Marta F. Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (25 Luglio 2019 22:26)

      Ciao Marta F., io ho l'impressione che tu ti sia fatta un gran film. Hai fatto tutto tu, cercando e ricercando più volte questo ragazzo, che non sembra affatto interessato a te, ma solo assillato e come capita di questi tempi e anche non in modo non del tutto deprecabile ti tiene come una specie di amica, ma nemmeno. Tu, scusami, risulti terribilmente assillante, con lui, con gli amici, con tutti. Non vorrei che queste persone ti diano corda solo perché le assilli e non abbiano il coraggio di "tagliare" solo perché temono le tue reazioni. Inoltre ho la sensazione che tu dia l'impressione di essere un po' disperata.
      -11
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  2. Avatar di Barbara

    Barbara 3 mesi fa (25 Luglio 2019 21:41)

    No ho consigliato di fare sesso con lui, ho consigliato di fare l'amore! Che è quello che farebbe Sole visto che è innamorata! Certo ovviamente valutando bene che lui per primo ne percepisca la differenza!! Se c'è il dubbio che lui se ne approfitti allora no!
    21
    Rispondi a Barbara Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 mesi fa (26 Luglio 2019 16:21)

      Bias cognitivo. Mi hai fatto ricordare una canzone dei Taglia 42, "Regolare".
      -7
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 3 mesi fa (26 Luglio 2019 18:54)

      Mi raccomando: per decidere se si prova desiderio oppure no, iscriversi ad un corso di lettura del pensiero. Così decidiamo anche questo in base a quello che pensano gli uomini
      -9
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

  3. Avatar di Roberta

    Roberta 3 mesi fa (26 Luglio 2019 10:59)

    Ciao Ilaria e ciao a tutte. Ho capito che la cosa migliore nella vita sarebbe viversi il momento, senza preconcetti, ma fissando dei paletti di riferimento. Comportarsi poi di conseguenza in base alla persona che si ha di fronte. Sarebbe meglio
    0
    Rispondi a Roberta Commenta l’articolo

  4. Avatar di Gea

    Gea 3 mesi fa (25 Luglio 2019 8:11)

    Ciao Ilaria, sorvolo il test perche' non sto frequentando nessuno in questo momento e mi concentro sull'articolo. Il consiglio di domandarsi cosa si voglia davvero e' preziosissimo. Leggendo le storie di tante persone sul blog, spesso traspare in effetti molta confusione, anche quando non si tratta di avventure ma di relazioni avviate e a volte gia' consolidate. Riguardo alle avventure estive, ne vissi solo una e mio malgrado quando avevo 21 anni: a deludermi non fu la fine, ma proprio il fatto di essermi imbarcata in una storia vuota - e per questo effimera - con un ragazzo diciottenne rivelatosi agli antipodi di me per mentalita' e sensibilita'; pero' mi resi conto che per mettermi con questo ragazzotto problematico e cattivo avevo trovato la determinazione per lasciare il mio fidanzato (il primo), poco piu' grande di me, e che era uno stronzo problematico. Qualche mese dopo questa avventura, iniziai una storia con un ragazzo poco piu' grande di me, con cui avevo molte piu' affinita' di interessi ma che si rivelo' ancora piu' problematico del mio ex: il suo essermi molto vicino si rivelo' progressivamente, non un amore sano ma un comportamento possessivo e geloso soffocante, unito all'invidia per il fatto che io facessi l'universita' e lui invece l'avesse abbandonata. La storia si concluse dopo sette mesi, ad inizio estate: mi lascio' lui perche' si sentiva "trascurato" (avevo la sessione estiva e ci vedevamo solo il sabato sera): sperava di scuotermi, invece mi sentii sollevata e peraltro soddisfatta di essere stata lasciata perche', visto il tipo, se fossi stata io a lasciarlo mi avrebbe tormentata. Da allora non ho piu' avuto storie estive e nemmeno relazioni cosi ravvicinate nel tempo. D'estate torno in patria e visto che vivo all'estero non vedo le premesse per frequentare qualcuno e, siccome le avventure non mi interessano, mi godo le vacanze per dedicarmi a me stessa e ai miei progetti letterari, trascorrere del tempo con mia madre e i miei amici (pochi ma buoni), e godermi la mia terra natale senza le ansie di quando ero una studentella con un futuro incerto e precario. Se altre lettrici e lettori sono nella mia situazione, consiglio di non sentirsi strani ne' sforzarsi di frequentare qualcuno se non sono interessati; se invece hanno voglia di vivere comunque una storia, il tuo articolo fa per loro. 😉 Tornando al tuo articolo, mi piace molto la parte in cui parli di aprirsi alla possibilita' di incontrare qualcuno e di imparare a cogliere le occasioni, sapendole riconoscere ed avendo sempre presente l'importanza di restare lucidi. Tengo da parte i tuoi preziosi consigli per la "rentrée" parigina. 😊 Grazie ancora per il tuo lavoro, Ilaria! Colgo l'occasione per augurare una bellissima estate a te e alle lettrici e lettori del blog: da questo week-end metto a riposo lo smartphone e i miei occhi per un mesetto. Un abbraccio! 😘
    -11
    Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  5. Avatar di Viola

    Viola 3 mesi fa (28 Luglio 2019 14:55)

    Mi invita per un primo appuntamento. 3 ore prima disdice perché piove. Mi chiede se possiamo vederci nei prossimi giorni. Lascio perdere? O vado serena? Non mi faccio troppi problemi?
    31
    Rispondi a Viola Commenta l’articolo

  6. Avatar di Ally

    Ally 3 mesi fa (28 Luglio 2019 16:24)

    Chiaramente la pioggia é una difficoltà. Si é arreso ad una prima difficoltà. Solitamente ti arrendi se desideri molto qualcosa ma incontri un ostacolo? Valuta molto bene le tue considerazioni. Un abbraccio
    -15
    Rispondi a Ally Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 3 mesi fa (28 Luglio 2019 20:47)

      Cara Ally, Un giorno di pioggia Andrea e Giuliano incontrarono Licia per caso...... A parte gli scherzi negli anni passati quando mi interessava una donna facevo di tutto. Non mi fermava di certo la pioggia.
      -18
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Ally

      Ally 3 mesi fa (28 Luglio 2019 23:09)

      Il bello sai quale é?! Che noi per gli altri abbiamo affrontato cose ben più toste della pioggia... Poi quando tocca agli altri fare lo sforzo iniziamo a ritenere validi certi deterrenti ridicoli. Ho preso aerei, auto per km e km a tutte le ore, treni, dormito 3 ore.. Un giorno qualcuno lo farà anche per me, anzi.. Ci incontreremo a metà strada :D Mi hai fatto tornare in mente Licia e Mirko ❤️😍!! Buona serata!
      -16
      Rispondi a Ally Commenta l’articolo

  7. Avatar di Mary:)

    Mary:) 3 mesi fa (31 Luglio 2019 10:32)

    Scusami ma che ci stai a fare con uno separato e con due figli...SONO SOLO PROBLEMIIIII!!!!
    -19
    Rispondi a Mary:) Commenta l’articolo

  8. Avatar di SilviaIII

    SilviaIII 3 mesi fa (29 Luglio 2019 9:02)

    Buongiorno a tutti, Da due mesi frequento un uomo separato da un anno, ha due figli piccolini, adottati... all’inizio lo vedevo prudente e pensavo per i figli... invece poi ho cominciato a capire che il problema è la ex. Lui la teme, lui molto razionale e pragmatico, quando c’entra lei perde lucidità e controllo ed e’ succube. Mi ha presentata ad alcuni amici però da altri mi nasconde, lo stesso per i vicini... idem per i genitori. Credo sia molto confuso. Gli ho parlato quando ho capito e gli ho fatto presente che per accettare questo periodo ho bisogno del suo aiuto. Lui in parte mi ha aiutata ma. Pero’ lo vedo troppo succube, la situazione mi ferisce.. quando mi sono accorta di cominciare a provare sentimenti più profondi, mi sono spaventata, incupita. Lui lo ha percepito e mi ha giudicata fragile. Così ci siamo un po’ allontanati. Non sento lo stesso feeling di prima. Ora lui e’ In ferie con i bimbi e la ex ( cosa programmata prima che mi conoscesse)... non sono gelosa e neppure preoccupata di un loro ritorno. Ma sono confusa per la distanza che è sorta tra noi.. Qualcuno mi può dare una dritta? Grazie :-)
    7
    Rispondi a SilviaIII Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 3 mesi fa (29 Luglio 2019 11:38)

      Ma che ci è andato a fare in vacanza con la ex?
      -18
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 3 mesi fa (29 Luglio 2019 21:34)

      Cara omonima, come dice Ilaria in un articolo recente 'al primo spiffero di complicazioni, darsela a gambe!'. Trovi l'articolo qui se vuoi leggerlo: https://www.lapersonagiusta.com/psicologia-maschile/come-capire-se-lui-vuole-una-storia-seria/ Alle volte noi donne ci convinciamo che alcuni comportamenti siano giusti o giustificabili, vedi ad esempio l'essere tutti in vacanze come una famigliola. Non lo sono e non hanno ragione d'essere! Non farti prendere in giro, Silvia.
      -17
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di Carla

      Carla 3 mesi fa (31 Luglio 2019 16:13)

      E sì che ti serve una dritta per una tale storta...
      -15
      Rispondi a Carla Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 3 mesi fa (31 Luglio 2019 19:43)

      Ciao Silvialll, In vacanza con la ex è inaccettabile. Se usa i figli come scusante ancora peggio.
      -11
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Ally

      Ally 3 mesi fa (1 Agosto 2019 0:03)

      Concordo. Mantenere rapporti civili come spesso scrive Ilaria, é un conto, la vacanza, la sudditanza, i figli messi in mezzo.. È un altro.
      -10
      Rispondi a Ally Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 3 mesi fa (1 Agosto 2019 14:43)

      Secondo me, non è separato, o non è una cosa definita. D’accordo che si frequentano da due mesi e quindi non è il caso di presentare lei alla famiglia, ma gli amici? E le vacanze con la ex, programmate prima di incontrare lei, quindi poco dopo la separazione? E poi teniamo conto che i figli sono anche adottivi... ha una sentenza con un accordo di separazione? E quali sono i termini? ha preso una casa, sta dai genitori, o è ancora in casa? E ogni quanto fa weekend coi figli o la canonica serata infrasettimanale? E perché il periodo di vacanza coi figli è condiviso? Situazione poco chiara. Se è separato, è uno che non vuole fare il padre in autonomia (cioè non se ne vuole occupare senza supporto della ex, tanti appioppano i figli alle ex, alle loro mamme o alle nuove compagne). Sarebbe pessimo segno lo stesso. Succube? Può essere, ma pure questo è un pessimo segno perché se tutto va bene, i figli faranno sempre parte della vostra vita - e quindi in qualche misura anche la ex.
      -8
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

  9. Avatar di Sole

    Sole 3 mesi fa (25 Luglio 2019 12:13)

    Buongiorno Ilaria e buongiorno a tutte le lettrici. Pur seguendo assiduamente questo blog, in questo momento mi trovo confusa su una situazione specifica e mi sarebbe molto utile un consiglio su misura o comunque un confronto con punti di vista esterni. Frequento da circa un anno un uomo all'incirca della mia età, siamo entrambi single. Gli incontri sono stati radi fin dall'inizio e quando dopo alcuni mesi ho tentato di fargli presente che (sempre nel rispetto degli impegni professionali e non di entrambi) avrei preferito intensificarne almeno un po' la frequenza, lui mi ha risposto che tiene a me ma preferisce procedere lentamente per evitare di ripetere esperienze passate dolorose, che dobbiamo viverci il momento nella massima serenità e che se siamo la persona giusta l'uno per l'altra lo stare bene giorno per giorno sia quando ci vediamo che quando siamo lontani porterà la situazione ad evolvere con naturalezza. Da parte mia, pur essendo molto attratta, ho voluto limitare l’intimità fisica con l'intenzione di farla procedere per gradi a seconda degli sviluppi della storia, lui su questo si è dimostrato d’accordo e non mi ha mai fatto pressioni. Quello che mi rende perplessa è che ultimamente lui sta diradando sempre di più incontri e contatti telefonici, e quando gli ho chiesto di nuovo spiegazioni ed esposto il mio punto di vista ha ripetuto i discorsi di cui sopra, raccontandomi allo stesso tempo di hobbies ed attività ai quali si sta dedicando nel tempo libero. Gli ho fatto presente che si tratta di interessi in comune che potremmo magari condividere, ma lui su questo argomento ha glissato ed ha rinviato ogni eventualità ad un (indefinito) futuro. Non so più cosa pensare. Ringrazio per l’attenzione e faccio tantissimi complimenti Ilaria per il blog e i percorsi, che trovo risorse di grande valore.
    7
    Rispondi a Sole Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (25 Luglio 2019 12:26)

      Ciao Sole, molto sinceramente, quest'uomo non ha nessun interesse profondo e serio per te, non lo ha mai avuto e ti ha semplicemente usato. E' una triste verità, ma questa è la verità. La storia va chiusa quanto prima, per evitare che ti faccia soffrire ulteriormente. Coraggio.
      -31
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Barbara

      Barbara 3 mesi fa (25 Luglio 2019 13:30)

      Sole non è che qs ragazzo ha veramente paura di soffrire ancora? Se ti ha parlato di esperienze dolorose del passato, secondo me (poi è solo il mio parere) ha davvero dei problemi a fidarsi... Sì è strano il vedersi poco già dall'inizio quando invece è tutto più entusiasmante però magari se riesci a sapere cosa gli è successo in passato magari puoi andargli incontro nel modo giusto! Riguardo al sesso sì è vero che non è giusto concedersi quando lui non ti da più di tanto però è anche vero che per un uomo è molto importante e potrebbe capire anche da quello quanto ci tieni a lui e magari si lascia andare... Fidandosi di te può darsi che parta una bella storia!!
      47
      Rispondi a Barbara Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (25 Luglio 2019 13:50)

      Io gli cercherei anche una baby sitter, un'insegnante di sostegno e una badante, già che ci siamo, poverino...
      -34
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 3 mesi fa (25 Luglio 2019 14:07)

      @Ilaria: Io mi licenzierei per occuparmi di lui, guarda: mica lo vogliamo affidare a chi non lo ama veramente?
      -26
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 mesi fa (25 Luglio 2019 14:24)

      Direi che la commentatrice Barbara sia un'ottima candidata per tutti questi ruoli. @Sole: ascolta Ilaria e lascia perdere quest'uomo che puzza di opportunismo e stronzaggine a miglia di distanza! Un grosso abbraccio!
      -29
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Ally

      Ally 3 mesi fa (25 Luglio 2019 15:02)

      Concordo con i vostri commenti. Da quando leggo il blog ed in particolar modo i commenti noto che le dinamiche proposte sono proprio sempre le stesse, uguali anche le frasi più o meno tese a giustificare certi comportamenti. Come anche i nostri: subito pronte a mettere completamente da parte rispetto, considerazione e il nostro amor proprio pur di stare in coppia con qualcuno. Abbiamo proprio bisogno di una rivoluzione culturale.
      -24
      Rispondi a Ally Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 mesi fa (25 Luglio 2019 15:36)

      Ciao Ally, noi la rivoluzione la stiamo gia' facendo, ma purtroppo c'e' chi marcia indietro tutta e vorrebbe fare indietreggiare anche gli altri: non e' un caso che puntualmente sul blog di Ilaria spuntino commenti di uomini e donne che remano contro e vorrebbero che tutti vivessero da neanderthaliani - che poi, chissa', forse erano molto piu' evoluti dei macho man, barby girl ed incel vari che si scatenano commentando e/o "menomando" i commenti altrui... Gente che pretende che tutti la pensino come loro e vivano come nel Medioevo del Medioevo. Mutatis mutandis, questo comportamento mi ricorda quello degli "islamo-gauchistes" in Francia che difendono le campagne di burkini nelle piscine pubbliche, ma non si curano delle tantissime donne che nella stessa Francia e nel resto del mondo soffrono perche' osano liberarsi di paludamenti patriarcali; questi finissimi pensatori e pensatrici da un po' infestano anche certi consultori, dispensando certificati di verginita' a ragazze musulmane. Leggevo di recente di un'operatrice di un consultorio, cinquantenne di origini tunisine, che trent'anni fa aveva rifiutato coraggiosamente la visita per il certificato di verginita' e adesso si sente accusare di razzismo ed islamofobia da alcune sue colleghe perche' incoraggia le ragazze a non sottostare a quest'usanza maschilista. Come scrissi tempo fa, "chi e' deserto non vuole che qualcosa fiorisca in te". Lasciamoli alla loro aridita' mentale! Un abbraccio e buona estate. 😊
      -19
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (25 Luglio 2019 15:44)

      Quanto vale il certificato di verginità? Dopo quanto scade? Perché è un attimo, sai... :D :D :D Quando lo faremo in Italia, già mi vedo la compravendita di certificati di verginità, la legge anti-corruzione per i certificati di verginità falsi, i medici che chiedono di andare a letto con le pazienti in cambio di un certificato di verginità... Poi i certificati di verginità retroattivi, post datati, retrodatati, quelli di verginità parziale (che dire delle demi-vierges, per esempio?), totale o al 70 per cento... Poi di certificato in certificato, una dovrebbe elencare dettagli... Raga, si apre un filone dagli esiti inaspettati. Come dico sempre, il mondo trabocca di opportunità...
      0
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 mesi fa (25 Luglio 2019 15:55)

      Senza contare i medici che ricostruiscono l'imene di povere donne "compromesse"... Brutte storie, ma in Italia diventerebbero una farsa sicuramente anche queste!
      0
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (25 Luglio 2019 16:16)

      Ma la ricostruzione dell'imene è vecchia come il mondo...
      -27
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 mesi fa (25 Luglio 2019 16:34)

      Purtroppo si. Al panificio vicino casa mia lavorava una signora marocchina sui 35 anni molto gentile, con cui chiacchieravo volentieri. Era stupita (di uno stupore misto ad ammirazione) per il fatto che avessi lasciato il mio compagno e stessi bene da sola. Mi aveva chiesto se non volessi avere una famiglia e le avevo risposto "Certo, ma con l'uomo giusto, altrimenti no"; allora lei mi confesso' che era stata lasciata dal suo compagno (stesse origini e religione), che subito dopo si era sposato con un'altra e aveva avuto un figlio, e che questa cosa la rattristava; la compatii per la sua sofferenza, ma le dissi anche che con un tipo del genere era meglio non essersi mai sposata perche' non era affidabile, e che lei meritava un brav'uomo. Un anno dopo partii per un breve viaggio nel suo paese (sospetto proprio per rifarsi l'imene); poi continuo' a lavorare ancora qualche mese al panificio, finche' un giorno mi disse che tornava in Marocco per sposarsi. Non dimentichero' mai la faccia scura e lo sguardo cupo preoccupato che aveva: sembrava stesse andando a seppellire i suoi genitori, altro che sposarsi! Forse le avevano trovato un vecchiaccio, visto che aveva gia' "una certa eta'", come diceva lei stessa. Le augurai ogni bene, ma in cuor mio pensai che sarebbe stato molto meglio se fosse rimasta in Francia. Sono passati piu' di due anni e ogni tanto quando penso a lei mi chiedo che fine abbia fatto e spero stia bene.
      1
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (25 Luglio 2019 16:43)

      Io intendevo nel nostro "civilissimo" mondo occidentale...
      -15
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 mesi fa (25 Luglio 2019 16:55)

      Capisco. Quello stesso civilissimo mondo occidentale, come il cattolico Veneto (non me ne vogliano i veneti: questa storia me lo racconto' uno studente loro conterraneo) un tempo le fanciulle porgevano l'altro buco per restare illibate... 😕 E di sicuro stratagemmi come questo e interventi ricostruttivi erano in uso (e probabilmente lo sono ancora, seppur meno diffusi) un po' in tutta Italia...
      1
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (25 Luglio 2019 17:56)

      Anche questa è vecchia come il mondo e universale...
      1
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Fisa

      Fisa 3 mesi fa (25 Luglio 2019 22:31)

      *Errore* Il mio messaggio era per SOLE, non per Barbara.
      0
      Rispondi a Fisa Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 3 mesi fa (25 Luglio 2019 17:37)

      Già, nel nostro "civilissimo" mondo occidentale. Ho vissuto molto da vicino queste cose nella mia famiglia. Cose davvero molto dolorose.
      -4
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 3 mesi fa (25 Luglio 2019 17:43)

      Io non so quanti anni abbiate e in che Italia viviate, ma la potestà maritale è stata abrogata nel 1975, e, OGGI, delle donne sposate che lavorano solo il 17% ha un conto corrente personale. Quindi non vogliono tornare ai Neandertal, solo nell’Italia di una cinquantina di anni fa. E secondo me bisogna tenere conto del fatto che la maggioranza del paese sia così, perché ai danesi certi discorsi non servono e poi non leggono in tanti l’italiano :D. Oggi è maggioritaria la restaurazione, in Italia, in Europa (a 27, non esistono solo Francia e Germania) e anche negli USA. Stiamo forse all’avanguardia noi, semmai, se il futuro sono Putin e Trump.
      -16
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Ally

      Ally 3 mesi fa (25 Luglio 2019 16:08)

      Mamma mia che tristezza.. ci sono cose che superano anche l immaginazione. Grazie mille Gea, mi lasci sempre delle chicche da approfondire :D uomini e donne di oggi vogliono fare tanto gli sdoganati ma poi si ricade in cliché ancora più castranti. Buon estate a tutte, seppure io lavorerò ancora per un bel po'!!
      -8
      Rispondi a Ally Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 mesi fa (25 Luglio 2019 16:48)

      Grazie a te, Ally! Per fortuna accanto a queste storie miserande ed inquietanti ci sono anche storie diverse. Mi vengono in mente tre mie alunne italiane marocchine, arrivate in Francia con la famiglia per via della crisi, che quest'anno mi hanno chiesto tranquillamente "Ma prof, perche' le statue maschili ce l'hanno piccolo?" Tutto era partito dal cartellone realizzato da una delle tre ragazze per promuovere l'italiano alle Porte aperte al liceo: la mia alunna aveva disegnato il David di Michelangelo e aveva scritto accanto "Scientia potentia est". Tornando alla storia delle statue microdotate, avevo spiegato alle ragazze che nell'ideale greco-romano ripreso dal Rinascimento e poi dal Neoclassicismo, la bellezza e l'armonia si accompagnavano a dimensioni piu' "contenute"; sul versante opposto, i falli spropositati erano l'attributo di statue come quella di Priapo legate ai rituali di fertilita' (ovviamente ho omesso l'uso piu' recente di codeste statuine durante certe "cene eleganti"...). Le ragazze erano molto contente della risposta. E' bello vedere che l'intelligenza e la curiosita' fioriscono anche nel XXI secolo, alla facciazza di chi critica i millennials. 😉 Coraggio col lavoro e buone vacanze quando arriveranno! 🌞
      -23
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Chouette

      Chouette 2 mesi fa (11 Agosto 2019 23:58)

      Concordo appieno con i contenuti del tuo commento poiché vedo anch'io evidentissimi rigurgiti di arretratezza e misoginia tanto più inquietanti soprattutto quando provengono da chi "sulla carta" pretenderebbe di spacciarsi per progressista ed evoluto. Ho pubblicato di recente un mio scritto sull'argomento poiché penso che il fenomeno degli "islamo-gauchistes", da te opportunamente evocato, stia cominciando da tempo ad affiorare anche tra certi (pseudo)intellettuali nostrani, che spesso e volentieri si spingono quasi a giustificare o sminuire aberrazioni e certe orrende violenze misogine "codificate" come fossero simpatici usi e costumi multiculturali.... Essendo anch'io una "expat" italiana trapiantata a Parigi, consiglio spesso la lettura dei testi della mitica Elizabeth Badinter, storica ed eretica voce del femminismo e della sinistra francese, che ha denunciato in termini estremamente chiari ed incisivi certe spaventose derive misogine travestite da malinteso multiculturalismo.
      -8
      Rispondi a Chouette Commenta l’articolo

    • Avatar di Barbara

      Barbara 3 mesi fa (25 Luglio 2019 20:06)

      Io intendevo solo non dare x scontato a prescindere che un uomo menta! Non può essere che ha sofferto e si trascina un po' di sfiducia? Bo... non mi sembra così strano! Poi tutto può essere... può darsi che la prenda in giro, però Sole lo capira'... io personalmente non voglio essere prevenuta e ribadisco che secondo me lei dovrebbe essere più positiva verso di lui e le cose andranno meglio! È la mia opinione!!
      37
      Rispondi a Barbara Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 3 mesi fa (25 Luglio 2019 22:40)

      Barbara, vuoi sapere quanti uomini nella mia vita sono stati comprensivi e presenti nei momenti difficili? Nessuno. Vuoi sapere quanto gliene frega a qualcuno di quello che ho passato, e delle difficoltà sia pratiche che psicologiche che ho? Zero. Non sono un buon partito e basta, troppe complicazioni. Ma d’altra parte, che senso avrebbe andare da un Pinco Pallo incontrato qualche volta a chiedere aiuto? Per come la vedo io, è come chiedere denaro in prestito: lo fai con una persona veramente intima e amica, non con chi capita. Il problema è che all’intimità non si arriva mai, non ci si dedica il giusto tempo. Che lui menta o no, il punto è che si sente in diritto in nome di non si sa bene cosa di chiedere a lei comprensione, tempo e spazio per se stesso invece di fare i conti con i suoi problemi.
      -22
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (25 Luglio 2019 23:42)

      Non si arriva all'intimità con questo genere di persone e sulla base di queste premesse, da amore da hard discount (esistono ancora?) e sulla base del fatto che, come dici perfettamente tu, un quasi estraneo, non si sa perché, dovrebbe risolvere i nostri problemi. Ma poi nel caso specifico, calcoliamo che è la solita menzogna prestampata e ripetuta mille volte. Il copione e il clcihé. Il mistero sta ancora: ma come accipicchia fanno alcune donne a crederci ancora?!
      -24
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 3 mesi fa (26 Luglio 2019 10:20)

      Da Rochester di Jane Eyre ai problematici delle telenovelas? Jane Eyre scopre sull’altare che lui è sposato, ma dopo varie peripezie fra cui un incendio e la cecità di lui, corona il sogno d’amore. E lui non solo aveva tenuto nascosta una moglie, ma aveva un brutto carattere e l’aveva pure triangolata con un’altra. Quindi vedi che gli apparentemente stronzi, dopo anni e anni, magari forse si aprono all’ammore? 😂 Scherzi a parte, in questi romanzi va sottolineata l’indipendenza e la moralità ferrea delle protagonista: non sono illuse che si accaniscono ad aspettare a casa un messaggio wapp. Però credo che il plot del film di molte donne abbia circa questo schema
      -19
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 mesi fa (26 Luglio 2019 15:32)

      Ciao Anna, per me il personaggio di Rochester non e' un uomo reale, ma l'allegoria della caduta e della redenzione dell'uomo (ma potrebbe anche essere una donna) che da manipolato (il matrimonio truffa ordito dal padre e dal fratello) diventa manipolatore perche' nell'ambiente disfunzionale nel quale e' cresciuto non vi e' spazio per una relazione serena, finche' non riesce a conquistarsela previo riscatto e sacrificio fisico in un simbolismo altamente biblico ("Se la tua mano e il tuo occhio ti sono di scandalo... etc. etc.), con riscatto poi della vista, recuperata parzialmente dopo il matrimonio con Jane e la nascita del primo figlio. Nel romanzo un altro manipolatore niente male, anzi direi spaventoso, e' il cugino di Jane, caricatura dell'uomo duro e puro che sacrifica l'amore fisico per andarsene a morire in India - e non e' un caso che il romanzo si concluda proprio con lui. Per me il vero triangolo nel romanzo e' fra questi due poli e Jane, che si erge in tutta la sua forza mentale oltre che morale, facendo sempre prova di franchezza e coerenza senza scendere mai a compromessi con niente e con nessuno. Poi, certo, ci sono molte donne e ragazze che leggono il romanzo di Charlotte Bronte come fosse una mocciata qualunque o quell'altra schifezza delle sfumature di grigio sorcio e ci vedono l'autorizzazione in carta bollata a rovinarsi la vita con uno o piu' "tinti cani", per dirla nel mio dialetto, facendo rivoltare nella tomba Charlotte Bronte.
      -28
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 3 mesi fa (26 Luglio 2019 17:38)

      @Gea resta il fatto che lui alla fine si redime. Quindi: le donne redimono il maschio problematico che risorge grazie all’amore. E dopo il matrimonio ricamano in casa, felici e appagate. Questo è lo schema in soldoni del romanzo domestico o romantico, dalle origini a Harmony, e che fa da riferimento a queste fantasie fanciullesche. Ma il problema è che è talmente dominante che i bellimbusti si presentano come problematici (veri o falsi) e si sentono autorizzati a chiederti di ”redimerli”, e hanno vita facile a fare gli stronzi Byronici ovvero i bambini egocentrici che non crescono mai :D E questa è anche un risposta per Barbara: non importa se è vero o no, è proprio che non ci riguarda. Quando uno si presenta come problematico o tormentato, addio, curati. Torno a citare Harry ti presento Sally: allo spleen da capodanno di lui (non so che fare, odio le feste ecc), lei risponde: “Tanti si suicidano”.
      -32
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (26 Luglio 2019 18:44)

      Adesso verremo denunciate per istigazione al suicidio. Ci mancava. Ora ce l'abbiamo.
      -19
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 3 mesi fa (26 Luglio 2019 18:49)

      lol ... è una citazione di un classico!
      -28
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (26 Luglio 2019 18:54)

      Ma che vor di'?! Messaggio subliminale...
      -27
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 3 mesi fa (26 Luglio 2019 19:35)

      Film: Harry ti presento Sally. Lui non ha superato il divorzio e passa di avventura in avventura. I due protagonisti sono andati a letto una volta, poi lui si è tirato indietro malamente. Si incontrano al matrimonio degli amici, parlano del Capodanno e lui si mette a fare quello depresso che odia le feste. Allora lei risponde: “Tanti si suicidano” (durante le feste). Per dire: chissene dei tuoi tormenti, mi hai trattato da melma, risolviti e sparisci. E sono amici di vecchia data... mi pare una buona risposta (ironica) in caso di supercazzola da tormentoso tormentato.
      -33
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (26 Luglio 2019 23:18)

      Il filme lo conosco... e avevo comunque capito. La mia era una battuta ipotetica a te che parlavi di citazione di classico...
      -29
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 3 mesi fa (27 Luglio 2019 10:48)

      @Ilaria lol! E infatti potrebbe essere persino un test: ha visto Harry ti presento Sally? (se no, evidentemente è troppo giovane per me); coglie il messaggio subliminale? (se no, si suicida e quindi si autoelimina).
      -36
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 3 mesi fa (26 Luglio 2019 19:59)

      Ciao Barbara, Ognuno di noi ha delle esperienze che ci hanno fatto soffrire. E utilizzarle per prendersi gioco delle persone e deplorevole. Quando qualcuno ti interessa realmente l'emozione di vivere qualcosa di bello prende il sopravvento. E ti lanci per viverla. Io recentemente ho fatto così. E andata male si è vero. Ma per lo meno non giocato con i sentimenti altrui e ho vissuto quel emozione bella anche se per poco che è il motore di ognuno di noi.
      -18
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Barbara

      Barbara 3 mesi fa (26 Luglio 2019 14:55)

      Ma neanche il beneficio del dubbio?
      34
      Rispondi a Barbara Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (26 Luglio 2019 15:13)

      Il dubbio de che? Per che cosa?! Di che cosa stai parlando, abbi pazienza? Basta dài, che un po' penso che sia ingenuità, poi dopo mi vengono altri pensieri...
      -33
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Francesca

      Francesca 3 mesi fa (26 Luglio 2019 15:30)

      Ma come di smette di essere ingenue?
      -9
      Rispondi a Francesca Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 mesi fa (26 Luglio 2019 15:38)

      Semplicemente volendolo, ma non e' da tutti.
      -18
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (26 Luglio 2019 15:51)

      Da leggere e meditare: https://www.lapersonagiusta.com/essere-interessanti/cinismo-essere-amata-felice/ https://www.lapersonagiusta.com/trovare-la-persona-giusta/stronza-felice-seduzione-attrazione/ https://www.lapersonagiusta.com/essere-felici/stronza-seduzione-attrazione/ https://www.lapersonagiusta.com/essere-interessanti/seduzione-risorse-attrazione-amore/ https://www.lapersonagiusta.com/problemi-di-cuore/conquistare-un-uomo-attrazione-seduzione/ https://www.lapersonagiusta.com/trovare-la-persona-giusta/sedurre-uomo-essere-interessanti/
      -17
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Francesca

      Francesca 3 mesi fa (26 Luglio 2019 16:08)

      Grazie li rileggerò!
      -11
      Rispondi a Francesca Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 mesi fa (26 Luglio 2019 15:41)

      Benissimo, tientela stretta e amen.
      -27
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 3 mesi fa (26 Luglio 2019 17:50)

      @Gea non vedo il nesso fra essere ingenue e "darla". Alla fine, è la stessa logica ma rovesciata, no? Te la tieni stretta fino a che arriva quello più bravo di tutti a cantar palle, e così oltre a trovarti fregata ti sei pure goduta poco la vita.
      4
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 mesi fa (26 Luglio 2019 19:52)

      AnnaV, "tientela stretta" era in risposta a Barbara che aveva scritto "E' la mia opinione!". Era questo che invitavo a tenersi stretta; mi dispiace che tu possa aver pensato che intendessi il contrario di "darla", espressione che peraltro detesto.
      -12
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 3 mesi fa (26 Luglio 2019 23:07)

      @Gea: mi sembrava strano infatti ... buone vacanze, e non teniamoci strette niente, specialmente le opinioni :D (tenersela stretta mi fa sempre pensare agli esercizi pelvici contro il prolasso, sarà l’eta)
      1
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 3 mesi fa (27 Luglio 2019 3:54)

      Ahahahahaha
      0
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 3 mesi fa (25 Luglio 2019 14:40)

      No, ma ammettiamo pure che il tizio abbia paura di soffrire e non sia una storiella che racconta per fare le sue cretinate da altre parti e con altre (scusate, ma è verosimile). E vogliamo concederglielo? Concediamo a uno qualsiasi di darci le briciole (nella speranza disperata di una torta alla panna - facciamo torta gelato visto 'sto caldo) perché lui ha paura della vita? Vogliamo consigliare a Sole di fare un master in analisi del fidanzato-non fidanzato per aiutarlo a superare le difficoltà? Dai, facciamo una colletta per pagarglielo. Basta questo servilismo, basta! (sorvoliamo sulla frase "il sesso, per un uomo è molto importante")
      -25
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Eliana

      Eliana 3 mesi fa (25 Luglio 2019 16:23)

      La sta solo ricattando!!! Non è interessato. L'ha solo usata. Non si fiderà di più, vuole solo che cada nella sua trappola. Sole, non seguire questo consiglio!!!! Ti faresti del male!
      -17
      Rispondi a Eliana Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 3 mesi fa (25 Luglio 2019 17:36)

      Eliana, se Sole lasciasse libera ( non si parla di usare violenza o non rispondere più al telefono ), semplicemente libera, una persona che di suo si fa sentire poco con lei e che ha espresso molto chiaramente e con franchezza il suo non sentirsi coinvolto tanto da poter dare forma ad una storia, perché pensi che lei si farebbe male? Non stiamo parlando di un uomo innamoratissimo, di un marito premuroso e di lei che è in bilico tra la famiglia e l'idraulico fustacchione. Ma di una persona che non manifesta ( ed è libera di farlo ) grande interesse per Sole. Il male viene dal non guardare le cose per quello che sono, dal crearsi delle illusioni da cui verranno ferite che si potevano evitare. Tu stai invitando una persona a non vedere la realtà, la stai invitando a restare in attesa di qualcosa che le è stato comunicato con chiarezza non potrà concretizzarsi. Per me delle due l'una: o è stupidità o crudeltà, perché se è ammesso essere poco lucidi quando si è all'interno di un rapporto, non lo è quando si ha la giusta distanza per sostenere, anche solo con due righe sul web, una persona.
      0
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di Eliana

      Eliana 3 mesi fa (25 Luglio 2019 18:47)

      Non hai capito ciò che ho scritto. Io rispondevo a chi consigliava a Sole di far sesso con lui!!! Per me quest'uomo vuole solo usarla e le farebbe del male!
      -19
      Rispondi a Eliana Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 3 mesi fa (25 Luglio 2019 19:52)

      @Eliana, ti chiedo scusa per il fraintendimento
      0
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di Eliana

      Eliana 3 mesi fa (26 Luglio 2019 1:28)

      Scusami tu! Non so perché, ma il mio commento non si è legato a quello di Barbara. Avrò sbagliato qualcosa nell'invio. Grazie.
      0
      Rispondi a Eliana Commenta l’articolo

    • Avatar di Ally

      Ally 3 mesi fa (26 Luglio 2019 22:39)

      Cara Emanuela quando ho letto il tuo commento ho sentito un tuffo al cuore. Ho vissuto ciò che hai descritto e se posso essere di utilità con la mia esperienza, quando ho chiaramente compreso che l uomo che insisteva tanto per avermi accanto in realtà mi voleva a sue condizioni molto acquose, ho tagliato i ponti di brutto e non mi sono voltata indietro mai. Si rifece vivo solo dopo mesi con una ridicola mail, a detta sua di scuse, in realtà una sorta di cenere sul capo per lavarsi dalle colpe. Mi sono alterata e il mio schifo, la mia indignazione mi hanno permesso non solo di non rispondere ma anche di pensare alla bassezza di questo individuo. Gente che Prima cerca, spara palle enormi, si sbilancia..poi si spegne velocemente. Il dispiacere per la vicenda chiadamente c é stato ma ad oggi so che ho evitato di farmi inutilmente del male e so di non aver perso dignità. Ad oggi ho ancora più consapevolezze e quindi ci vorrebbe qualcosa di diverso per adescarmi (se ci ripenso con lucidità, ho subito fascinazioni da manuale insomma :D) ma soprattutto ho scoperto il significato della parola indignazione. Quando qualcosa fa effettivamente schifo, è repellente, odiosa, malsana.. bisogna prendere le distanze. Anche quando leggo alcune esperienze, le ascolto da persone a me vicine, le vedo con i miei occhi..bisogna Indignarsi. Smarcarsi. Rimettere le persone al proprio posto. Andare oltre e cercare altrove. Si può. Si deve. Un abbraccio
      -18
      Rispondi a Ally Commenta l’articolo

    • Avatar di Sole

      Sole 3 mesi fa (25 Luglio 2019 15:34)

      Ringrazio Ilaria e voi tutte per il tempo che avete dedicato a rispondermi. Il confronto di opinioni che si è originato dal commento in cui ho riportato la mia storia mi sta aiutando ad esaminare la faccenda sotto altre angolazioni. Mi è estremamente utile dato che al momento ho difficoltà a metterla a fuoco anche per via della confusione data dal confronto mentale tra la situazione stagnante ed ambigua attuale ed i momenti iniziali. Un abbraccio a tutte
      1
      Rispondi a Sole Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 mesi fa (25 Luglio 2019 15:56)

      Cara Sole, un abbraccio e auguri di cuore!
      0
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 3 mesi fa (25 Luglio 2019 16:34)

      Cara Sole, i commenti che le fanciulle habitué del sito ti stanno dando sono impeccabili e completi, devo dire che ogni volta che mi sento di cattivo umore torno a leggere i commenti perché traspare comunque molta leggerezza e buon senso, e mi tiro su. Questo mi fa capire quanto sia importante il contesto che ci circonda, c'è sempre una versione tossica degli ambienti o delle persone e una sana che dobbiamo cercare, è un diritto/dovere, se vogliamo cambiare stile di vita e stare meglio. La persona che descrivi pare apatica e poco stimolante, non è l'unico maschio al mondo quindi volgi il tuo sguardo altrove. Relativamente al suggerimento di Barbara, vorrei aggiungere però che sì, capita a tutti di avere paura se si è usciti da una storia sbagliata, delusione o rabbia o qualsiasi cosa che magari possa rendere incerto un percorso che si sarebbe affrontato con tanta leggerezza quanta ingenuità, ma la differenza tra chi è in buona fede e chi invece usa queste parole come paravento è che la persona sana cerca di affrontare in modo soprattutto personale e individuale scogli e incertezze senza rovesciarlo sull'altro che ha pieno diritto di una storia vera e piena.
      -23
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 mesi fa (25 Luglio 2019 16:57)

      Sottoscrivo in pieno, EmanuelaT. Buona estate!
      -9
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Sole

      Sole 3 mesi fa (25 Luglio 2019 20:31)

      Grazie anche alle altre che sono intervenute. Ho commentato in passato altri articoli ma è la prima volta che sottopongo una mia questione e ho ricevuto un supporto fantastico. @Gea: Ti ringrazio e ricambio auguri ed abbraccio @Eliana: Ho trovato molta partecipazione nel tuo commento e te ne ringrazio. Non avevo mai considerato la situazione come una potenziale trappola, anche perché non ho mai avuto l'impressione che lui volesse ottenere qualcosa da me o ferirmi intenzionalmente, ma ovviamente non mancherò di riflettere su questo aspetto @ Emanuela T: grazie per essere intervenuta. Posso chiederti per cortesia un chiarimento per capire meglio? Nel messaggio rivolto direttamente a me, mi hai consigliato di guardare altrove; non mi è chiaro se nella risposta ad Eliana con l'espressione "lasciare libera una persona" volevi intendere continuare a frequentarla senza avere aspettative, cioè se avevi prospettato una soluzione alternativa.
      0
      Rispondi a Sole Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 3 mesi fa (26 Luglio 2019 17:58)

      @Sole, per me il rispetto dell'altro è fondamentale. Quando ci accaniamo a forzare le cose fingendo di farlo nell'interesse dell'altro stiamo abusando dell'altro. Se poi l'altro è male intenzionato o semplicemente molto annoiato, non se ne ricaverà nulla di buono. Quindi il primo passo è rispettare l'area vitale delle persone che ci sono attorno, lasciandole libere di cercarci e di conseguenza desiderarci. Questo non significa però che l'altro è libero di andare e venire come gli pare, ossia che poi quando lui si sveglia e ti cerca tu infili le ciabbattine e ti precipiti giù per le scale. Questo lo insegna Ilaria in anni di letture del sito, ossia che il fatto di essere cercate non deve far scattare il riflesso pavloviano della gratitudine e scodinzolamento con relative feste, ma al contrario ci indica che siamo in vantaggio sull'altro. Noi siamo state cercate, non abbiamo avuto bisogno di cercare. Questa sensazione di benessere si dovrebbe cercare di farla durare un bel po' e non svenderla subito. Siamo in posizione di osservare l'altro senza essere in ansia, non ne abbiamo bisogno perché è lui che si espone al nostro giudizio, lui già ha espresso il piacere di un incontro con noi. Nel tuo caso ritrovi questi segnali, queste sensazioni? Da quel che leggo no, quello che è accaduto a te è invece simile alla mamma che mette la pappa davanti al bambino inappetente. Certo, con il passare delle ore qualcosa l'assaggia, gioca con il cibo, lo sputacchia, lo spalma sul seggiolone. Ma nemmeno con il cibo si dovrebbe giocare, figuriamoci con le persone. Allora se il bambino non ha fame che resti a digiuno, questa è libertà. Pianga fino a strozzarsi con le lacrime se ne ha bisogno, dopo tutto lo spreco che ha lasciato in giro. Renditi conto anche di quanto questo rapporto sia disallineato, perché un bambino ha bisogno di linee guida, non sa quando deve mangiare, deve essere educato e tu devi costantemente fargli da mamma imponendo tutto con autorevolezza, ci sono molte coppie che funzionano con questo tipo di equilibrio, per carità, ma libertà è appunto muoversi con reciproco piacere e rispetto.
      -44
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di Sole

      Sole 3 mesi fa (29 Luglio 2019 18:31)

      @EmanuelaT: ti ringrazio della risposta e ti chiedo scusa del ritardo. Sono d'accordo con tutto quanto hai scritto, anche se in realtà nel mio caso non ho mai forzato, nè quasi mai cercato, lasciando quasi sempre la palla a lui per cercare di comprenderne il livello di interesse.
      -5
      Rispondi a Sole Commenta l’articolo

    • Avatar di Fisa

      Fisa 3 mesi fa (25 Luglio 2019 22:27)

      Barbara questo uomo non è davvero interessato a te oppure non è pronto per una relazione. Devi chiudere totalmente con lui in entrambi i casi, perché ti danneggerà sicuramente in entrambi i casi. Per quanto riguarda il suo aver sofferto, ricordati che non spetta a te farlo guarire e se ci provi ti danneggi. So quello che dico per esperienza purtroppo.
      -17
      Rispondi a Fisa Commenta l’articolo

  10. Avatar di Chouette

    Chouette 2 mesi fa (12 Agosto 2019 15:31)

    P.S. Scusate, forse ho omesso di precisare che il mio precedente commento era collegato all'intervento di Gea sugli islamo-gauchistes: mi è venuto in mente di specificarlo adesso onde evitare che sembri una sorta di delirio solitario da insolazione.... :-)) Grazie e buona giornata a tutte.
    0
    Rispondi a Chouette Commenta l’articolo

  11. Avatar di Pina

    Pina 2 mesi fa (3 Settembre 2019 13:01)

    Cara Ilaria, mi piacerebbe raccontarti la mia ultima vicenda con un uomo. E' il mio dirigente ma non ci vediamo spesso al lavoro, solo negli eventi aziendali più grandi, una o due volte l' anno. Ho sempre notato che mi guardava interessato ma non è mai successo niente fra noi. Durante l' ultimo evento a inizio agosto lui mi ha coperto di complimenti sulla mia persona e sul mio modo di lavorare, a fine della serata ci siamo baciati e mi ha proposto di vederci dopo l' estate al ritorno della sua vacanza in Sardegna per frequentarci. Durante questo periodo non si è mai fatto sentire, solo un giorno mi ha mandato un messaggio con un' idea che aveva trovato per me sulla pianificazione del lavoro che avrei dovuto fare nei prossimi mesi per l' azienda, mi ha scritto che era sempre in Sardegna e che mi considera fantastica e che mi manda un super bacio. Ora io dico, magari mi posso fare dei film, ma possibile che un uomo rimandi tutto alla fine dell' estate? Se fosse stato davvero interessato non avrebbe potuto farsi sentire ogni tanto? Non che mi cambi la vita. L' unica volta che ci siamo sentiti è stata piacevole, non so se lui non voglia farsi dei film prima di frequentarci sul serio come mi ha proposto oppure semplicemente non è così interessato.
    -14
    Rispondi a Pina Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 mesi fa (3 Settembre 2019 14:22)

      E' interessato, eccome. Dopo la Sardegna. Deve pur avere degli intrattenimenti anche durante la noiosa stagione autunnale e invernale, no? Quindi, giustamente, essendo un esperto, pianifica. Cioè, uno si sbatte tanto per diventare dirigente e dovrebbe essergli tolto il diritto e il beneficio di godere delle grazie delle sottoposte a suo piacimento, uso e consumo? Ma dài! Anzi, si dovrebbe reintrodurre lo ius primae noctis!!!
      3
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 2 mesi fa (3 Settembre 2019 14:49)

      Ciao Pina, Rimanda dopo l'estate perché ha il suo giro in Sardegna. E a te ti tiene per l'inverno.
      1
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 2 mesi fa (3 Settembre 2019 17:37)

      Ma io credo che lui non abbia voluto neanche mostrarlo, l’interesse. Uno che fa così ti sta proponendo un’avventura molto casual in maniera esplicita.
      3
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

  12. Avatar di Pina

    Pina 2 mesi fa (4 Settembre 2019 19:16)

    Cara Ilaria, ti racconto la mia vicenda con un uomo e la mia difficoltà a capirne gli atteggiamenti. Lui è il mio datore di lavoro, ogni tanto ci siamo visti durante gli eventi aziendali ma una massimo due volte l'anno. Ho sempre notato che mi guardava in modo particolare ma solo i primi agosto durante l' ultimo evento aziendale ci siamo avvicinati, lui mi ha sommerso di complimenti sulla mia persona e sul mio modo di lavorare e a fine serata ci siamo dati un bacio, con l' intento di riverderci a Settembre al ritorno dalle sue vacanze in Sardegna. In questo periodo a parte qualche messaggio dopo il nostro bacio non si è fatto sentire, solo un paio di giorni fa mia ha scritto con una proposta sulla pianificazione del mio lavoro per i prossimi mesi e dicendomi che mi trova fantastica e che mi manda un super bacio. Ora io mi domando....se fosse davvero interessato a me perché non farsi sentire un po' di più ogni tanto? Ha senso rimandare tutto a settembre facendosi vivo così poco?
    -10
    Rispondi a Pina Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 mesi fa (4 Settembre 2019 20:37)

      Ciao Pina, hai già lasciato un commento molto simile giorni fa e ti ho già risposto, non solo io, ma anche alcuni visitatori del blog. Certo che quest'uomo è interessato a te, eccome! E' interessato ad avere una storia di sesso con te, probabilmente contando sul carisma che gli deriva dal suo ruolo o - peggio mi sento - dal potere che dal suo ruolo gli viene. Non dovresti davvero pensare tanto a una vicenda del genere e soprattutto a un personaggio del genere, che non sembra affatto un bel tipo.
      1
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  13. Avatar di Pina

    Pina 2 mesi fa (5 Settembre 2019 14:44)

    Ciao Ilaria, grazie per avermi risposto. Scusami se ti ho riscritto ma non mi ero accorta che era già stato pubblicato...grazie mille!!!
    -1
    Rispondi a Pina Commenta l’articolo