Come diventare stronza per essere felice in amore e nella vita. Un manifesto

stronza“Oh, mio dio, Ilaria! Ma non starai mica scherzando, vero? Mi stai dicendo di diventare stronza? Lo stai dicendo a me, che detesto gli stronzi, che sono molto dolce e carina e che ho sofferto tanto a causa di uno stronzo? Ma che ti sta succedendo? Io non voglio diventare stronza, nemmeno per sedurre un uomo. Io credo nella bontà e nell’onestà, non voglio trasformarmi in una stronza anche se si tratta di essere felice. Non potrei mai essere stronza e felice nello stesso tempo. Non potrei mai conquistare un uomo facendo la stronza.”.

So bene che quando hai letto il titolo di questo articolo, questi sono i pensieri che ti sono venuti alla mente. Se davvero hai pensato a queste cose è perché non sei abbastanza stronza. E per il tuo non essere abbastanza stronza, sono abbastanza certa che nella vita ne hai prese, di batoste.  Ecco preché è bene che tu legga questo articolo fino in fondo, perché per te diventare un po’ più stronza è davvero importante. Tanto più se l’idea – di diventare stronza – ti dà tanto fastidio e ti sembra tanto difficile. Molto spesso i cambiamenti ai quali ci si oppone con maggiore forza, sono quelli che sono più utili  e necessari per noi.

" Trovi la tua felicità solo smettendo di essere una bambina e diventando una donna.G.C.Giacobbe"

Essere stronza: che cosa significa veramente

E ora dedichiamoci a un po’ di chiarimenti, altrimenti se non ci si capisce, sono guai. Che cosa significa essere stronza? Essere stronza non significa essere cattiva per essere cattiva, come comunemente si crede. Cioè per esempio appartenere alla folta schiera di persone che per il semplice gusto di sentirsi potenti sviliscono, anche solo a parole, gli altri. Questa è la “cattiveria per il gusto della cattiveria”. C’è chi crede nell’arte per l’arte, cioè per l’arte fine a stessa e chi nella cattiveria fine a se stessa. Cioè, ci sono delle persone  così sfigate che sono cattive senza nemmeno avere un secondo fine. Senza guadagnare niente se non la sofferenza e l’umiliazione dell’altro.

Essere stronza, per come l’intendo io, non significa essere cattiva, per niente.

Essere stronza non significa nemmeno danneggiare gli altri usandoli, adottando schemi di manipolazione o sottraendo loro qualcosa che possiedono – denaro, oggetti, serenità, energie emotive e mentali. Non significa ingannare, essere bugiarde e via dicendo. Questo è esattamente il contrario di quello che io intendo per essere stronza.

Essere stronza significa essere una persona grande, cioè una persona adulta, che sa il fatto suo, che è in grado di ottenere e di prendersi quello che vuole dalla vita. La stronza è una persona che ha imparato a non o non ha mai cominciato a mettere un uomo e una storia d’amore prima di se stessa. La stronza è una donna che è indipendente dal punto di vista economico, materiale e morale. Cioè non ha bisogno, ogni volta che deve prendere una decisione, di indire le elezioni presso il gruppo di amiche-amici-parenti-genitori e se non ottiene l’unanimità di sentirsi in colpa per un mese e mezzo dopo aver comprato una nuova borsa.

Una stronza fa il lavoro che le piace e non si fa mettere i piedi in testa dai colleghi uomini. Non ha storie con colleghi sposati o con il capo sposatissimo, che l’apprezza molto professionalmente, l’umilia nel privato e, guarda un po’, non le dà mai l’aumento.

Una stronza ha una perfetta conoscenza di sé e delle proprie emozioni, sa gestire il proprio corpo (dorme, beve, mangia e si muove per stare bene ed essere felice, non per rispondere ai dettami della moda del momento) e ha sufficiente intelligenza per comprendere e impegnarsi a comprendere le persone che le stanno intorno, gli uomini in particolare. Perché sa che non deve bersi ogni baggianata che vede e sente intorno a sé (detto più esplicitamente: la stronza sa guardare con saggezza oltre le apparenze e le finzioni altrui e sa cogliere i segnali, quando qualcosa non funziona in una relazione, che si tratti di un’amica, di un partner o di un marito).

"La gente non nasce stronza, ma lo diventa dopo aver dato tutto e ricevuto niente. Dr.House"

Essere stronza: perché è importante per te

Ti è chiaro che cosa significa essere stronza per davvero? Se ti è chiaro puoi darti da fare proficuamente per diventare una stronza impeccabile. Perché è importante che tu compia la tua ascesa verso l’essere stronza? Perché essere stronza ti permette di vivere la tua vita a pieno, di esprimere il tuo talento al 100%, sia nel lavoro sia nella vita privata. Essere stronza in senso pieno ti permette di smettere di soffrire per amore e di iniziare a essere felice. Se sei felice, la tua felicità ha degli effetti positivi attorno a te, a tutti i livelli. Essere stronza, in definitiva, ti permette di vivere una vita buona e di fare del bene.

Essere stronza tra l’altro ti permette di toglierti di dosso il bisogno di aderire a tutte quelle caratteristiche tradizionalmente attribuite alla donna (la fragilità, la dipendenza, lo spirito di sacrificio, la pazienza, la sottomissione a un uomo o a una figura presunta “più forte”) che la “cultura” inculca come positive, ma che in realtà sono distruttive e sono o sono state la causa di molte tue sofferenze passate.

Non ti è per esempio mai venuto il dubbio che molti di quelli che si chiamano “errori delle donne in amore” siano frutto di schemi mentali sbagliati e dannosi? Se non ti è mai venuto in mente, consideralo adesso. C’è sempre una prima volta.

Come fai a diventare stronza? Le regole

1)      Fai tua l’idea che essere stronza è una caratteristica positiva e vincente, che ti permette di ottenere del bene e di fare del bene. Semmai leggi e rileggi questo articolo

2)      Rispetta te stessa, gli altri, l’ambiente, il denaro e gli oggetti che hai intorno. Anche quelli che non sono tuoi.

3)      Prendi la tua vita, te stessa e le tue relazioni sentimentali sul serio. L’abitudine diffusa di buttare sempre tutto sul ridere rovina l’esistenza delle persone, deturpa le opere d’arte e il mondo in cui viviamo.

4)      Impara a essere realista. Babbo Natale non esiste, il Principe Azzurro nemmeno. Le persone adulte, quelle che ottengono ciò che vogliono dalla vita e danno il meglio di sé al mondo e agli altri, non credono nelle favole. Dopo i 10 anni di età, basta favole. Di qualsiasi genere esse siano. Smettila anche di credere alle dichiarazioni d’amore degli uomini che non fanno seguire le parole dai fatti. Gli uomini che leggono le cartine dei Baci Perugina per mandare un sms, vanno esclusi in partenza. Una vera stronza, una donna adulta considera la realtà e i fatti. Tutto il resto non le interessa.

5)      Decidi quali sono le cose davvero importanti per te nella tua vita e persegui la loro realizzazione con la massima concentrazione, senza farti distrarre da niente e da nessuno. Le distrazioni sono perdite di tempo e motivi di sofferenza. Non cadere nella trappola delle distrazioni e dei perditempo.

6)      Impara a distinguere bene che cosa vuoi per te, per davvero, da che cosa credi di volere per te perché gli altri (la famiglia, i giornali, il partner) ti fanno credere o ti hanno fatto credere che dovresti volere per te.

7)      Comprendi bene i tuoi bisogni e datti da fare per soddisfarli, tu in prima persona.

8)      Impegnati in qualcosa di importante, di grande, di potente.

9)      Fai bene la tua parte in famiglia, nella società e nelle relazioni. Ma fai solo la tua parte, non anche quella di altre 5/6/10 persone (molte donne lo fanno e si perdono, alla lunga o alla breve).

10)   Proteggiti sempre dalle insidie del mondo esterno (anche in questo caso: smettila di credere nelle favole).

"Le donne si dividono in tre categorie: le puttane, le stronze e le rompiballe.Blanche Nott"

11)   Fai valere i tuoi diritti e rispetta i diritti degli altri, senza paura. Tieni alta l’attenzione comprensiva verso chi è debole e non sa difendersi.

12)   Fai in modo di non aver “bisogno” di nessuno. Vivi con gli altri, ma non entrare nel meccanismo del bisogno, da nessun punto di vista.

13)   Rispetta le leggi e le regole.

14)   Rispetta le regole di qualsiasi gioco tu ti metta a giocare, almeno fino a che non hai imparato a giocare davvero bene.

15)   Seleziona con un filtro a maglie molto strette le persone alle quali è il caso di concedere il tuo tempo, la tua attenzione, il tuo corpo, il tuo denaro. Non perderti in cose non essenziali, in relazioni sessuali avvilenti, in storie sbagliate uomini sbagliati o in rapporti tossici.

16)   Sii aperta e tollerante verso gli altri. La tolleranza è una potentissima arma di seduzione.

17)   Sii gentile con tutti.

18)   Fai in modo che nessuno abbia “bisogno” di te. Le donne che soffrono per amore assumono atteggiamenti manipolatori e sono ossessionate dal controllo. Coltivare relazioni con persone che hanno “bisogno” di te significa volere avere il controllo. E questo, che ti piaccia o no, alla fine ti conduce al nulla e ti fa soffrire.

19)   Non aiutare nessuno a meno che qualcuno chieda il tuo aiuto in modo esplicito, chiaro e preciso e che ti dimostri di desiderare, accettare, apprezzare il tuo aiuto e di farne un buon uso.

20)   Fai bene il tuo lavoro, ma non spingerti oltre il “lavoro ben fatto”. Il lavoro non è un modo per trovare la pace interiore o farsi amare dagli altri.

"La puttana la dà a tutti. La stronza la dà a tutti meno che a te. La rompiballe la dà a te, solo a te, sempre a te.Blanche Knott"

21)   Fidati e affidati al tuo intuito e alla tua intelligenza prima di tutto.

22)   Conta su di te: hai tutte le risorse per ottenere quello che vuoi. Non contare e non fare affidamento sugli altri.

23)   Non perderti in chiacchiere e in discussioni nel tentativo di cercare l’approvazione degli altri. Parla poco, esprimiti con precisione e con chiarezza. Non lasciare le tue confidenze a persone qualunque.

24)   Assumiti le tue responsabilità.

25)   Non lamentarti.

26)   Riconosci i tuoi meriti e migliora quello che ritieni di poter migliorare in te.

27)   Non vivere in competizione con gli altri e nemmeno con te stessa. Sii consapevole delle tue emozioni e fatti guidare dalla convinzione che la vita è bella e che tu dài un contributo essenziale alla sua bellezza.

28)   Non essere noiosa, non essere pignola, non essere rompiscatole. Allenati e abituati a lasciar andare.

29)   Lascia andare le regole tradizionali (quelle di cinema-tv-giornali) sulla bellezza, il fascino e l’attrazione: tanto più sarai genuinamente stronza, tanto più fascino avrai.

30)   Dedicati ad avere una vita sessuale appagante e felice. Lascia andare le regole tradizionali sul sesso e su come bisogna fare sesso per bene (regole? Ci sono delle regole?!). Lasciati andare e non pensare alla prestazione. E’ importante per essere davvero stronza.

"Come diceva Zarathustra, nella vita, che tu cammini e ti muovi, o ti siedi e lo aspetti, prima o poi uno stronzo lo incontri.Paolo Rossi"

Ora che hai fatto trenta, fai trentuno… Secondo te quali sono le occasioni in cui sarebbe meglio comportarsi da vere stronze? Che cosa consiglieresti a una tua amica che vorrebbe diventare più stronza per essere più felice?

Lascia un Commento!

315 Commenti

  1. Avatar di emme

    emme 9 mesi fa (13 marzo 2017 18:28)

    Ciao! Complimenti per la tua newsletter che cerco di seguire settimanalmente. Grazie per i tuoi consigli: io sono un disastro con gli uomini (sono davvero poco "stronza") e infatti dopo alcune "storie" (direi meglio non-storie) mi ritrovo a 40 anni ad essere ancora single e non per scelta mia ma perchè lasciata (tacitamente) ogni volta da lui. Ho letto le tue regole per diventare stronza e vorrei tanto seguirle ma mi riesce difficile metterle in pratica, quali potrebbero essere gli esercizi, le sfide quotidiane per farlo? Forse se avessi dei compiti quotidiani da svolgere sarei più motivata a cambiare. Grazie
    0
    Rispondi a emme Commenta l’articolo

  2. Avatar di Claire

    Claire 9 mesi fa (13 marzo 2017 20:42)

    Vengo fresca fresca da l'ultimo epilogo della mia storia che va avanti ormai da oltre un anno.. un anno in cui sono stata la sua donna a intermittenza, un anno di messaggi e telefonate ignorate, di promesse non mantenute, di mille motivi per chiudere che però non ho colto o non ho voluto cogliere. Adesso basta, il mio primo passo da stronza è stato mandarlo a quel paese dopo una sfilza di messaggi ignorati di nuovo, la mia ansia, e le mie solite paranoie (avrò fatto qualcosa di male, sarà colpa mia? - e invece no, non È COLPA MIA) se devo essere stronza per essere rispettata beh, così sarà, è ora di prendermi ciò che è mio!! Grazie mille per l'articolo, ne farò un mantra di vita!
    0
    Rispondi a Claire Commenta l’articolo

  3. Avatar di Kiki

    Kiki 9 mesi fa (13 marzo 2017 20:53)

    Cara Ilaria è sempre interessante quello che scrivi e io mi sono rispecchiaTa nel ruolo della rompiballe per amore....ma ho capito di avere sbagliato....ho letto più volte il tuo articolo sperando di poterlo inculcare nella mia testa poiché ritengo che essere stronze è meglio che essere rompiballe.....spero in futuro di farne tesoro.... Grazie per i tuoi preziosi consigli.
    0
    Rispondi a Kiki Commenta l’articolo

  4. Avatar di Fabiola

    Fabiola 9 mesi fa (13 marzo 2017 21:57)

    Ciao Ilaria, ciao ragazze, penso che la parola giusta sia avere carattere. Perché noi donne dobbiamo chiamarci stronze solo perché abbiamo carattere? Di un uomo si dice in maniera ossequiosa (è uno di carattere) di una donna si dice che è stronza solo perché sa quello che vuole? Io dico semplicemente che noi siamo fatteper essere felici e per esserlo bisogna fare solo quello che ci fa bene. Il mio consiglio è soddisfate noi stesse e chiederci sempre se qualsiasi cosa facciamo ci fa bene. Buona vita a tutte
    0
    Rispondi a Fabiola Commenta l’articolo

  5. Avatar di Bea

    Bea 9 mesi fa (14 marzo 2017 10:02)

    Ottimo sai Ilaria, da quando ti leggo ho iniziato a prendere consapevolezza di me e trovo molti riscontri da quando lavoro e sono impegnata meno lagnosa l'uomo che mi piace mi ha detto adesso mi diverto mi piaci di più continuerò a seguiti xche voglio diventare una DONNA e voglio un UOMO accanto grazie Ilaria un abbraccio
    0
    Rispondi a Bea Commenta l’articolo

  6. Avatar di Anna Maria

    Anna Maria 8 mesi fa (15 marzo 2017 7:57)

    Cara Ilaria grazie che mi hai mandato e come se conosemi me e mia situazione e come fare diventare una stronza non e facile ..... Mi puoi dare qualche consigli .... Grazie
    0
    Rispondi a Anna Maria Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 8 mesi fa (15 marzo 2017 10:55)

      I consigli sono nell'articolo, farmi una richiesta del genere significa attuare un atteggiamento da Cappuccetto Rosso pronta a farsi sbranare dal lupo. Altro che stronza. Leggi l'articolo, rileggilo, leggi i commenti, cerca di diventare un minimo autonoma, ci sono una quantità di risorse che ti bastano per anni qui. Diventa grande, non fare la bambina che ha paura del mondo, su.
      7
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  7. Avatar di Lina

    Lina 8 mesi fa (5 aprile 2017 18:41)

    Molti principi li condivido, ma il non aiutare gli altri (se non richiesto espressamente), al lavoro fare il giusto (che sarebbe?) e nulla di più, non sono comportamenti da "stronza" (nel senso di "tosta") ma da mediocre, nel senso di una persona che magari non soffrirà ma che non lascerà nulla.
    -8
    Rispondi a Lina Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 8 mesi fa (5 aprile 2017 18:44)

      Mi pare che tu abbia colto l'essenza del messaggio. Come sai, non dovresti stare qui a commentare, dovresti stare in ufficio a lavorare, però, o tutt'al più ad assistere un uomo problematico, magari anche che ti maltratta un po', di modo che sei sicura che lo stai aiutando senza il suo consenso. Domani straordinario doppio e due camicie stirate in più, per recuperare.
      8
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di London

      London 8 mesi fa (5 aprile 2017 19:12)

      Ah ah ah ah ah ah ah ah ah! ;D
      0
      Rispondi a London Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 8 mesi fa (5 aprile 2017 19:08)

      Nelson Mandela è uno che ha sofferto e lasciato qualcosa, non so se sbattersi oltre il dovuto in ufficio possa essere considerato alla stessa stregua. Comunque comprendo il ragionamento, è anche un principio della dottrina sociale della Chiesa, ma mi hanno assicurato che se si tratta di aiutare, diciamo meglio spalleggiare, quelli che NON fanno il loro dovere, che perseguono narcisisticamente il potere e che fanno quindi anche danni, non è sano, né dovuto, né morale (giuro, non sto scherzando, l'ho chiesto espressamente).
      3
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 8 mesi fa (5 aprile 2017 19:10)

      Eh no, niente, troppo per me...
      0
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 8 mesi fa (5 aprile 2017 20:34)

      :)))) eppure anche sul lavoro il problema di fare il dovuto e non di più (ma qual è il dovuto? Dove finisce il dovere di collaborare e dove inizia la collusione?) si pone ...
      0
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 8 mesi fa (5 aprile 2017 20:37)

      Ma non dobbiamo parlare per forza di collusione, non sempre c'è scorrettezza. Spesso di sicuro c'è un approfittarsi di chi lavora molto e si dedica o manca il riconoscimento o non si interviene. Il fatto è che il messaggio è diretto proprio a coloro che si consumano e si dedicano eccessivamente (tra cui molte donne) tralasciando il proprio interesse e quindi benessere.
      7
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 8 mesi fa (5 aprile 2017 22:54)

      Hai ragione. Ho usato questo termine per sottolineare il fatto che è una situazione moralmente ambivalente, oltre che logorante psicologicamente. Non intendeva essere una condanna, semmai un paradosso: pensi di fare bene, e invece ti ritrovi ad alimentare quel meccanismo; ecco perché non esiste il problema morale nel fare solo quello che ci spetta, e non di più.
      1
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

  8. Avatar di Anna

    Anna 5 mesi fa (22 giugno 2017 18:32)

    Amen
    1
    Rispondi a Anna Commenta l’articolo

  9. Avatar di roccia50

    roccia50 7 mesi fa (14 aprile 2017 15:07)

    capita a fagiolo anche per me il tuo articolo. lui mi vuole, le piaccio ma e' sposato, e' stao molto chiaro, nn puo' lasciare la moglie perche hanno un'attivita' insieme, se la molla le tocca mantenerla. penso che ci sia intesa sessuale tra di noi anche se nn abbiamo ancora provato se nn un primo incontro e un bacio un poì prolungato e' tanta passione, nel voler andare avanti sessualmente, ma proprio per questo, io ho paura che poi mi innamoro, e senza quella passione poi nn riesco piu a stare. ora, le ho detto, che nn lo voglio piu sentire perche io mi conosco troppo bene, se nn lo sento e nn lo vedo per troppo tempo poi sto male, ma allo stesso tempo vorrei provare per vedere se resisto sessualmente. se nn mi do' una possibilita mai capiro', . dimmi tu=^?? grazie
    -8
    Rispondi a roccia50 Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 7 mesi fa (14 aprile 2017 17:47)

      E tu stai con un uomo che dice che se lascia la moglie con la quale ha un'attività (traduzione: la moglie lavora gratis per lui) gli tocca mantenerla? A parte la finezza dell'esprimersi che dice molto della vostra (sua e tua) signorilità, non ti rendi conto che prima di lei, lui sta offendendo te? Non resisti sessualmente? Guarda che il mondo è pieno di uomini che cercano solo quello. Poi, sulla grammatica non mi esprimo.
      17
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Ornella

      Ornella 5 mesi fa (11 luglio 2017 1:25)

      Ilaria top! Ahahah
      0
      Rispondi a Ornella Commenta l’articolo

  10. Avatar di Flora

    Flora 3 mesi fa (18 agosto 2017 23:59)

    Ciao Ilaria perché la tolleranza è una potentissima arma di seduzione?
    0
    Rispondi a Flora Commenta l’articolo

  11. Avatar di elena

    elena 3 mesi fa (19 agosto 2017 10:52)

    Credo di dover imparare ad essere stronza,ci sto lavorando,ho le doti per farlo,ho una vita appagante lavorativa ente parlando,ma non dal punto di vista sessuale,evito,mi spengo il desiderio sul nascere,pensando se gliela do al primo appuntamento che penserà? Ma questo penso sia giusto.Mi innamoro di uomini bellissimi che però mi vorrebbero solo usare,da tutti i punti di vista.Come posso fare per essere più stronza con questi!? Che sono stronzi pure loro
    0
    Rispondi a elena Commenta l’articolo

  12. Avatar di London

    London 3 mesi fa (21 agosto 2017 11:56)

    Ciao Ilaria, non sapevo dove commentare, ho scelto uno degli articoli più belli, quello della stronza...ti volevo ringraziare del consiglio di lettura che avevi dato il mese scorso e così in vacanza ho letto "Orgoglio e pregiudizio". Spettacolare! e poi molto attuale se si pensa che è stato scritto 200 anni fa. Ho amato Elizabeth! una vera stronza! Anche anni fa lessi un altro libro da te consigliato, "La lunga vita di Marianna Ucria". Che dire, grazie grazie grazie e continua a consigliare dei capolavori che arricchiscono. Ciao!
    7
    Rispondi a London Commenta l’articolo

  13. Avatar di PAMELA

    PAMELA 9 mesi fa (13 marzo 2017 9:35)

    Ilaria e a tutte noi buon inizio settimana, preziosissima la tua mail e quindi il RIMANDO a questo articolo. Devo dire molto adatto al momento che sto vivendo e quindi potrei dare la mia testimonianza. Dunque per anni sono stata gentile, disponbile, un pò la classica bisognosa..che farebbe di tutto per tenersi un uomo accanto. Purtroppo così anche nelle amicizie: mi facevo andare bene tutto. Poi ho cambiato i miei schemi, ho iniziato un percorso che credo non lascierò piu di profonda ricerca della autostima e perchè no di autentico esercizio alla "stronzaggine " . Caspita se funziona. Come avevi ragione, ne,lle amicizie ho iniziato a dire dei no, a selezionare e anche a farmi valere, ed ora sono molto piu' VERE!!! In amore ho inziato a negarmi, a puntare i piedi, a non accettare appuntamenti all'ultimo, a farmi insomma rispettare e vedo che chi davvero ci tiene mi corteggia davvero e mi fa sentire anche come è giusto che ci sentiamo : UNICHE. QUINDI CORAGGIO, STA SOLO NELL'INIZIARE, senza paure, staremo davvero meglio
    9
    Rispondi a PAMELA Commenta l’articolo

  14. Avatar di Claudia

    Claudia 9 mesi fa (12 marzo 2017 19:56)

    Ilaria grazie! Il tuo articolo capita a proposito. Avevo proprio deciso di diventare più stronza, tu mi hai dato tutte le motivazioni (in caso avessi poi cambiato idea.. ahahaha). E' arrivato il momento di volermi bene sul serio e di non perdere ulteriore tempo con chi invece vuole continuare a giocare... w le stronze! Claudia
    0
    Rispondi a Claudia Commenta l’articolo

    • Avatar di Michela

      Michela 4 mesi fa (25 luglio 2017 10:07)

      Si infatti...noi ragazze dobbiamo amarci e sceglierci. Nessuno lo farà al posto nostro. Soffrire per qualcuno che ha solo voglia di giocare è assolutamente inaccettabile. Io ci sto passando, avrei bisogno di aiuto perché in questo periodo sto davvero male per lui, mentre lui sorride e fa solo vinta di star male. Se volete darmi qualche consiglio seguitemi su Instagram:**** Scrivetemi in direct. Grazie.
      -7
      Rispondi a Michela Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 mesi fa (25 luglio 2017 10:19)

      Cioè facciamo anche la pubblicità agli account Instagram? Immagino che ci siano folle di persone vogliose di darti consigli. A che proposito, però? Non si capisce. Forse su come ridurre questo disperato bisogno di essere al centro dell'attenzione di qualcuno?
      13
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 3 mesi fa (6 settembre 2017 23:24)

      No, va be'... non ce la posso fare.
      0
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

  15. Avatar di Cla

    Cla 4 settimane fa (27 ottobre 2017 16:47)

    Il mio personale percorso verso la 'stronzaggine' non sta avanzando di molto ultimamente... Non riesco a metabolizzare la delusione e la vergogna di essermi rivelata per nulla adatta all'ambito professionale da me scelto, anzi, lo sto decisamente prendendo in odio, perché ho investito praticamente la mia intera esistenza nello studio, sia a scuola che all'università, ma questo non mi ha mai portato i risultati sperati, in nessun contesto. Sto perdendo interesse nella vita e nelle relazioni, e chi mi vuole bene, in particolare la mia famiglia e il mio ragazzo, sta iniziando ad accorgersene, a dirmi che devo ritrovare degli stimoli, degli hobby, che devo prendere le cose più serenamente e avere fiducia. Io non ci riesco più, e temo che andando avanti loro saranno sempre più delusi da me, quasi quanto lo sono io. Scusate lo sfogo, è una situazione forse speculare rispetto a quella di molte lettrici che intervengono qui, donne di grande valore con dei problemi sentimentali, perché ho una storia che ritengo bella e valida, però sto iniziando a temere che le mie difficoltà nella realizzazione personale possano rovinare tutto, a lungo andare. Fare bene la propria parte e impegnarsi in qualcosa di importante sono punti fondamentali di questo articolo, e lo sono anche per me, ben più di ogni altra cosa al mondo, ma a quanto pare ci ho lavorato nel modo peggiore, fino ad oggi, e devo farmi forza e coraggio per continuare a lottare, magari un po' meglio di prima. Grazie per gli spunti sempre interessanti, Ilaria, certi articoli vanno proprio letti periodicamente e tenuti presenti nel quotidiano :)
    0
    Rispondi a Cla Commenta l’articolo

  16. Avatar di Daniela

    Daniela 2 settimane fa (14 novembre 2017 15:17)

    Questo uomo pieno di sé, sposato, che evidentemente crede che tutte siano ai suoi piedi, ha ricominciato a farsi sentire a fasi alterne, magari non si fa sentire per uno due giorni poi torna con un buongiorno! e poi due cavolate alternate alla richiesta di vedermi perché deve spiegarmi perché si è comportato in una tale maniera etc etc, mi ha talmente smagato che ho deciso di non rispondere più, neanche al buongiorno! come stai? E altre cavolate simili. E non mi importa più se vede le spunte azzurre, verdi, rosse... Mi ha smagato. Più non rispondo più continua anche offeso. È abbastanza da stronza non rispondere?
    -3
    Rispondi a Daniela Commenta l’articolo

  17. Avatar di Isola-sacra - ex monentourage

    Isola-sacra - ex monentourage 2 settimane fa (13 novembre 2017 19:11)

    Ilaria, il mio debutto è stato quando ad un ultimo sms stronzo del mio ormai ex ("game over"), io ho fatto peggio di lui: ho messo in pratica ciò che conteneva la sua email di spiegazione del suo sms (cioè che mi amava ma non era riuscito a cambiarmi ecc. e che non gli rimaneva altro da dire se non addio), riprendendomi tutte le mie cose in sua assenza (e non in sua presenza come richiesto nella email), senza neanche rispondere, senza neanche commentare, senza dire nulla. Mi sono sentita veramente stronza (?) (perchè lui invece si aspettava che lo supplicassi di non lasciarmi) tant'è che mi ha riportato, nella notte, tutte le cose da me lasciate a casa sua erroneamente, pur di non farsi sentire. Io sono rinata. ;)
    2
    Rispondi a Isola-sacra - ex monentourage Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 settimane fa (14 novembre 2017 8:41)

      Non era riuscito a cambiarti? :D :D :D Oh, mio dio.
      4
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Isola-sacra - ex monentourage

      Isola-sacra - ex monentourage 1 settimana fa (14 novembre 2017 20:04)

      :D:D:D non come voleva lui. così ha scritto... ;)
      0
      Rispondi a Isola-sacra - ex monentourage Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 1 settimana fa (15 novembre 2017 9:05)

      Ilaria, ieri leggevo di uno che aveva scaricato la fidanzata con un messaggio che le comunicava che si era reso conto che sul divano si trovava meglio da solo. Ora mi chiedo e ti chiedo, Ilaria, ma quanto godimento c'è in queste persone perverse nello scrivere una cosa simile? Non credo davvero nella semplicità e stupidità del soggetto, ma credo davvero che ci sia tanta di quella cattiveria che se si potesse normare e legittimare la violenza fisica verso questi soggetti io sarei la prima a firmare e poi a bastonare.
      0
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 settimana fa (15 novembre 2017 9:59)

      Non conosco la storia e sto bene lo stesso, perché sono un po' in sovraccarico di stupidaggini. Non so nemmeno se fosse il tentativo di una battuta da parte del soggetto. Del resto la cultura dominante è quella del Grande Fratello dove mi pare (mi pare dato che ho letto solo dei lanci, rifiutandomi di approfondire) una si mette a fare pomp*** a un semisconosciuto figlio di papà, davanti a milioni di persone e ha una copertura stampa che, per esempio, vale mille volte quella della tutela del pianeta. Di che ci lamentiamo? Sicuro non è un gentiluomo, ma, altrettanto sicuro, non è una cima. Però torniamo alla radice della questione, senza colpevolizzare: la sua intelligenza e la sua nobiltà d'animo di sicuro le ha dimostrate anche in altri frangenti. E' lei che se l'è preso come compagno/fidanzato. Magari anche lei non ha le idee molto chiare su che cosa siano stile e intelligenza. Ecco. Diciamo che a fronte di molti cretini ci sono altrettante cretine. Possiamo?
      7
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 1 settimana fa (15 novembre 2017 12:00)

      Certo che possiamo dirlo :) Inoltre, visto che apri il confronto con i reality, noto che si ha molta poca possibilità di schermarsi dal pattume. Non seguo la televisione o i talk o roba domenicale, ho fatto di tutto per proteggermi dalle urla inutili limitandomi ai canali tematici di sky e quindi a film selezionatissimi. Eppure quando apro internet per leggere le news mi ritrovo inevitabilmente queste storie, come quella che tu hai esposto. Praticamente dover venire a sapere tutto della sorella di Belen e del figlio di Moser senza essere nemmeno lontanamente interessata a loro o a chi come loro vive di miseria o tenta di emergere dalla stessa, la vedo come un'ulteriore forma di violenza di cui non sento il bisogno e questo solo perché per potersi aggiornare su qualche avvenimento si è costretti a passare dalle toilette mediatiche.
      2
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di London

      London 1 settimana fa (15 novembre 2017 13:50)

      Possiamo urlarlo che è così altrimenti non si spiegherebbero certi sudiciumi. Dicevo anche a mia nipote, ma tu guardi il GFVip? - che poi molto vip - il GFVip insegna proprio l'educazione e i valori (vedi quello che hai riportato tu) . Secondo me l'unica cosa che trasmette quel programma è squallore ma molti giovani sono sicura che lo seguono anche presi e magari cercano anche di emulare i loro "idoli". A lavorare!!!!!!!
      1
      Rispondi a London Commenta l’articolo

  18. Avatar di London

    London 1 settimana fa (15 novembre 2017 14:05)

    Invece la storia di questa studentessa americana è fantastica : il fidanzato la insulta definendola disgustosa e lei che fa...su Twitter dice che ha perso 90 kg, pubblica due foto, una con lui e l'altra tagliata con solo lei, l'unica cosa che ha perso è proprio il "peso" del fidanzato, dice l'articolo, visto che nella prima ha posato al suo fianco, nella seconda lo ha tagliato ed è apparsa da sola. Nella didascalia ha scritto: "Dopo essere stata chiamata ‘disgustosa' la scorsa notte, ho perso con successo 90 kg". Poi viene aggiunto: Quando un uomo ti dice che sei sbagliata a essere sbagliato è lui: un mantra da ricordare.......
    4
    Rispondi a London Commenta l’articolo