Conquistare un uomo: come comunicare con lui in modo efficace e seduttivo

seduzione4 Conquistare un uomo: come comunicare con lui in modo efficace e seduttivo Quando si tratta di conquistare un uomo o di sedurlo e di affascinarlo, come bisogna comportarsi esattamente? Come è possibile comunicare efficacemente?

Perché,  diciamoci la verità, ci sono un sacco di indicazioni che sembrano contraddirsi, del tipo: “Apriti a lui, mostra e rivela i tuoi sentimenti, sii spontanea” e, poi, del tipo: “Non insistere, non continuare a cercarlo, non toglierli il fiato”. Come si fa a comunicare efficacemente, allora?

Ricevo in effetti molte mail di lettrici che alla fin fine si chiedono: forse sto sbagliando? Gli ho detto quello che provo per lui e lui si è diventato freddo e distaccato. Ho commesso un errore? Ma come faccio a stare con lui senza dirgli quanto tengo al nostro rapporto?

Beh, la risposta a questi dubbi – come a molti altri – è nella parola magica “equilibrio”. La capacità di avere e di mantenere equilibrio – in ogni area della tua vita – è la via maestra alla felicità.

Lo spiego bene nella mia guida gratuita “Come attrarre la persona giusta per te in 11 passi”.

E il raggiungimento dell’equilibrio è il primo obiettivo dei percorsi di coaching personale che faccio con i miei clienti.

“Va bene. Tutto chiaro.” penserai tu, “E nella pratica, Ilaria, come funziona?”

Oggi ci buttiamo di getto nella pratica e chiariamo che cosa significa “comunicare efficacemente”. Ti voglio dare indicazioni davvero molto tecniche per comunicare con un uomo in modo produttivo e divertente.

Intanto: prendi consapevolezza del modo di pensare e di sentire degli uomini in generale e in particolare di questi tre pilastri della psicologia maschile.

Comunicare efficacemente con un uomo: 3 pilastri

a. Non è vero che in un rapporto gli uomini vogliono fare “tutto loro”. In realtà gli uomini apprezzano le donne che sono così “creative” e “determinate” dal prendere talvolta l’iniziativa.

b. Gli uomini (tutti gli uomini, compresi il tuo capo, tuo fratello, il tuo edicolante, il tuo professore, tuo padre e tuo figlio) non sopportano le donne che sono “bisognose”.  E troppe donne fanno confusione tra questo e il punto precedente: credono di prendere l’iniziativa e invece si stanno solo rivelando bisognose. Sai quando dimostri di essere bisognosa? Quando rovesci addosso a una persona – in questo caso a un uomo che ti piace o che sta con te – tutti i pensieri che ti passano per la testa. In gergo tecnico si tratta di far continuare con lui il tuo “dialogo interno” cioè quella vocina che tu, come tutti, hai nella tua testa e che continua a parlare: ebbene quando continui il tuo “dialogo interno” con lui – o con un’altra persona – ti dimostri bisognosa. Stacci attenta! Essere bisognosa non ti permette di comunicare efficacemente.

c. Sai che cos’è superattraente e affascinante per un uomo? Il senso di sicurezza e di certezza che trasemtti riguardo a quello che pensi e a quello che vuoi. Non importa che cosa pensi e che cosa dici: se lo dici con sicurezza lui lo trova molto attraente. Perché gli uomini, in genere, detestano avere dubbi e “domande aperte”.

Queste le premesse. E sono premesse importanti che è utile scrivere a caratteri di fuoco nella propria mente.

Quindi, che cosa devi fare, per comunicare efficacemente?

Le cose giuste da fare

1. Non pensare troppo! Argina il tuo dialogo interno! Non menartela! Tra le centinaia di mail che io ricevo, decine e decine sono scritte da donne che mi dicono: “Voglio raccontarti la mia storia” e mi mettono giù paginoni interi di racconto. Di solito concludono “Scusa se mi sono dilungata, in realtà ho cercato di dirti solo l’essenziale perché penso che sia importante che tu capisca.” Accidenti, ragazze. Ok, io sono una donna e ascoltare e aiutare gli altri è il mio mestiere. Il fatto è che provo pena sincera per l’uomo che si deve sorbire una scarica di pensieri feminili come questa! Perché se scrivete a me in questo modo, molto probabilmente lo fate anche con gli altri e con lui! Ok. Fine della predica. In sintesi: non stare a pensare cose del tipo “Gli scrivo o non gli scrivo? Lo cerco o non lo cerco?”. Prendi pure l’iniziativa: fallo solo ed esclusivamente quando sei in uno stato emotive positivo, propositivo e di certezza. Dài valore a quello che fai e a quello che comunichi. Non cercarlo per chiedere o frignare! Cercalo per comunicargli positività e valore, non per cercare conferme e rassicurazioni. Dài, invece, tu per prima, conferme e rassicurazioni!

2. Per essere in grado di dare conferme, è necessario che tu comunichi sicurezza e certezza riguardo quello che sei e quello che vuoi (vedi sopra). Non fare domande, fai affermazioni, lanciati in avanti. E’molto più efficace mandare un messaggio come: “Ho voglia di vederti!” piuttosto che un messaggio come: “Ti manco? Non hai voglia di vedermi?” Concentrati sull’essere divertente e leggera – non lamentosa e bisognosa – e vedrai che tutto il resto ti diventa naturale.

3. Cambia continuamente gli strumenti con cui lo contatti: evita di chiamarlo  o di mandargli solo e sempre sms o email. Evita di essere “prevedibile”. Usa la creatività.

Ed ecco come controllare la tua emotività!

So già che cosa stai pensando! Quando conosci qualcuno che ti piace oppure quando hai iniziato una relazione o ci sei dentro e hai la sensazione che lui sia distaccato, beh, perdi la testa e non controlli le tue emozioni…

E’ molto comune sai? Lavorare sulla consapevolezza e il controllo delle proprie emozioni è una delle basi del coaching personale che faccio con i mei clienti. So bene com’è la faccenda.

Per iniziare a essere padrona delle tue emozioni “da bisognosità”, fai così: se continui a controllare il telefono o il cellulare (o Facebook, la casella email e/o la chat) in attesa di una sua chiamata o di un suo messaggio o, peggio, in attesa di una risposta all’sms spiritoso che gli hai appena mandato, sposta il tuo “focus”, cioè sposta l’attenzione su un altro pensiero. Non c’è niente di peggio che continuare a portare il tuo pensiero su qualcosa che è totalmente al di fuori del tuo controllo (cioè quello che lui potrebbe o non potrebbe fare). Quindi: occupati di altro!

Occupati delle tue faccende personali, del tuo lavoro, delle tue amicizie. Delle tue passioni, dei tuoi hobby, dei tuoi soldi. Non solo: scrivigli sms o email o chiamalo proprio mentre sei nel pieno delle tue faccende.

Questo ti permette di essere più energica, determinata e vitale e soprattutto, una volta avviata la comunicazione, ti impedisce di stare con il pensiero fisso sull’ “Adesso mi chiama! Perché non mi chiama?!”.

Ricordati: per conquistare un uomo è importante che tu presti attenzione ad alcuni atteggiamenti esteriori (le indicazioni che ti ho appena fornito, come molte altre sul blog ti sono utili) e a molti altri atteggiamenti “interiori”, che sono il tuo modo di pensare e la tua emotività.

Se vuoi davvero raggiungere il pieno controllo delle tue emozioni e scoprire come comunicare efficacemente, ci sono a tua disposizione due percorsi semplici e pratici,  “I 7 Pilastri dell’Attrazione” e “Come sedurre un uomo senza stress, né per te, né per lui”.

Come sempre, ricordati di condividere questo articolo sui social (Facebook, Twitter etc.) attraverso i pulsanti che trovi qui sotto e lasciami i tuoi commenti, con le tue esperienze positive in termini di comunicazione sentimentale.

Cordialmente

Ilaria

Questa voce è stata pubblicata in Essere interessanti e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Gratis per te!

Vuoi capire quali sono i tuoi comportamenti sbagliati con gli uomini e come puoi evitarli?
Vuoi aumentare la tua autostima e avere più sicurezza nelle relazioni?

Scopri gratuitamente gli 11 infallibili passi
per attrarre la persona giusta per te.
Clicca Qui!

54 commenti a Conquistare un uomo: come comunicare con lui in modo efficace e seduttivo

  1. Evs scrive:

    Ma per chi come me, che non riesce ad essere meno fredda e di pietra estereriormente, ma dentro muore, per fare un passo verso di lui o continuare a fargli capire che interessa anche a me lui, come devo fare… non riesco a dire una parola anzi mi allontano e lo evito , spesso.. mi blocco……da alcune bruttissime vicende con 2 miei ex, con storie una da 5 e l' altra da quasi8 anni….. sono diventata cosi'.. ho paura di una relazione, nel momento che lui mi dimostra di essere carino e che si affezioni a me, e che vuole qualcosa di piu' di un semplice vedersi …scappo… mi scelgo le persone che meno vogliano storie o qualcosa di impegnativo….non so cosa dirgli quando mi chiamano, nn mi piace preferisco messaggiarmi o vederelo di persona….Cosa dovrei fare non sono la piagnona che lei parla ma l'opposto…. mi sa dire qualcosa in proposito..

  2. Elena Sortino scrive:

    volevo chiedere una cosa mi chiamo elena ho 49 anni e ho conosciuto un uomo di 45 nn l'ho cercato io ma lui ora vorrei sapere purtroppo ha alle spalle due matrimoni e l'ultimo e stato davvero brutto x lui la persona in qui credeva lo ha tradito piu' volte e lui cmq e sincero con me mi ha detto ke nn crede piu' nell'amore pero' gli piaccio molto ed e ' molto dolce con me' come devo fare x fargili cambiare idea? io cmq nn sono una donna assillante gli piaccio moltissimo ma a paura visto ke ha dAVVERO SOFFERTO MOLTO MI DAI QUALCHE COSIGLIO COME MI DEVO COMPORTARE? E CMQ LA CHIMICA SECONDO ME CONTA CI SIAMO PIACIUTI SUBITO A PELLE NN E MOLTO CHE CI CONOSCIAMO MA SI E' APERTO MOLTO CON ME' MI HA DETTO TANTE COSE SU DI LUI E IO HO FATTO LO STESSO VORREI UN CONSIGLIO GRAZIE

  3. ilariacardani scrive:

    Fargli cambiare idea?! Ha sofferto molto?! La domanda è: che cosa è che ti porta a trovarti partner e storie difficili? Di lui, francamente, non ci deve interessare.

  4. monica scrive:

    Molto interessante. Posso avere la tua email

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>