Come essere felici: 8 semplici passi

Come essere feliciCome essere felici? Ogni tanto ti fai questa domanda? O sei una di quelle persone che non crede nella felicità, dato che pensi che la felicità non esiste, non è di questo mondo e  dato che sei convinta siamo nati per soffrire? In una libreria Feltrinelli qui di Milano qualche giorno fa ho trovato esposta questa citazione di Anton Cechov “La gente non si accorge se è estate o inverno quando è felice.”.

Questa frase sottintende un concetto sul quale mi trovo d’accordo: se sei felice  le condizioni esterne non possono intaccare la tua felicità.

Hai presente coloro che si lamentano del fatto che: fa troppo caldo, fa troppo freddo, c’è la crisi, il capo è uno strombio rompiscatole, i  genitori stanno poco bene e richiedono assistenza e attenzione, i figli sono ancora troppo piccoli, la vita costa, il lavoro non c’è, l’imu bisogna pagarla?

E poi, ancora: nessuno mi ama, non ho un fidanzato, sono sola…Tutte queste persone stanno attribuendo il fatto di non essere felici a delle condizioni esterne. Non solo: queste persone credono che se non ci fossero queste condizioni esterne,  potrebbero essere felici, senza sforzo.

Invece di avere un atteggiamento del tipo “Non mi sento sereno, ora mi dò da fare per essere felice”, queste persone assumono l’atteggiamento “Non mi sento sereno, vediamo a chi e che cosa dare la colpa, dato che sarà colpa di qualcosa di esterno a me, non certo mia.”

Lo sai che essere felici è il punto di partenza se si vuole conquistare un uomo, se si vuole essere attraenti e se si vuole avere una relazione serena.

Essere felici è possibile?

La prima notizia importante è che le condizioni esterne, in qualsiasi epoca e in qualsiasi,  luogo presentano sempre e comunque delle difficoltà. Cioè: il mondo non è né facile, né difficile. E’ esattamente com’è. C’è la pioggia, c’è il freddo, c’è il caldo, ci sono anche persone poco oneste, negli affari e nei sentimenti. Questo è così per tutti, dappertutto e sempre. Pensare che esista un mondo ideale dove non è necessario fare la propria parte e affrontare al meglio quel che di critico si presenta per riusciere a essere felici, significa pensare in “modo magico” come i bambini che credono a Babbo Natale. Invece bisogna pensare in modo adulto, dato che Babbo Natale non esiste e la vita è bella lo stesso, anzi, è ancora più bella se non si ha bisogno di credere in Babbo Natale.

Questo, nello stesso tempo, non significa che non si possa essere felici. Chi crede di non poter essere felice crede a un serie di teorie inculcate dalla notte dei tempi e che, in un paese cattolico come l’Italia, sono più forti che altrove: la vita è una prova che comporta inevitabili sofferenze e la felicità vera sarà “dopo”. Io non la penso così, io penso che nella vita ci siano difficoltà e dolore e che nello stesso tempo sia possibile essere felici davvero, adesso.

I passi da compiere per essere felici

Storci il naso? Sei scettica? Non ci credi? Considera questi semplici passi da compiere per essere felice:

1) fai tua  la convinzione che la felicita è un tuo diritto, per il solo fatto che esisti. Il fatto che sia un diritto non significa che qualcuno te la deve dare. Significa che te la meriti, che è nelle tue possibilità e capacità e non c’è colpa, senso di colpa, errore o demerito che tenga.

Che cosa fa innamorare un uomo e lo fa impegnare in una relazione?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

2) Considera bene qual è la tua idea di felicità. E’ importante, se davvero vuoi essere felice, che tu non ti faccia influenzare nella tua idea di felicità da quello che trasmettono giornali, cinema e TV. E soprattutto la famigerata pubblicità che fa credere che essere felici significa alzarsi tutti i giorni alle Maldive, essere sposate con Brad Pitt e guidare una Ferrari. Sono tutte cassettate belle e buone, solo utili a manipolare.

3) Non cercare affannosamente scuse (esterne) per non darti da fare per la tua felicità.

4) Se non ti senti felice o non ti senti soddisfatta, accetta questo fatto, accetta le tue emozioni negative e che ti infastidiscono: rifiutandole, le ingigantisci – è come dare importanza a un nemico che non merita attenzione e al quale, se dài attenzione, diventa più aggressivo. Accetta le tue tristezze, le tue malinconie, i momenti in cui ti senti giù di corda. E non sentirti colpevole per questo. Soprattutto non pensare che se sei triste, il tuo valore diminuisce. La tristezza e i momenti di sconforto sono umani, appartengono a tutti – anche alle grandi e grandissime personalità, anzi, soprattutto a loro – e sono utili: sono come le spie dell’auto che, quando si accendono, indicano che qualcosa  va controllato e messo a posto.

5) Non vivere il raggiungimento della felicità e il fatto di essere felice come una sfida con te stesso o con gli altri. Non metterti in gara. La vita non è una gara. La vita è “la madre di tutte le esperienze”.

6) Decidi che essere felice è possibile e che dipende da te. Smettila di prenderterla con il passato, con il tempo (il meteo e i minuti che scorrono), le condizioni economiche e anche le condizioni di salute. La felicità si “crea”, giorno per giorno,  e la tua sei tu a crearla.

7) Decidi di essere felice in modo autentico e per te stessa, non per dimostrarlo agli amici, non per andarlo a scrivere sullo stato di Facebook e non per “vendicarti” di qualcuno (il tuo ex partner, il tuo ex capo, la ragazzina che a scuola ti piaceva e ti ha rifiutato): tutto questo non ha nulla a che fare con la felicità, è solo un modo conformistico di “fingere” la felicità che alla lunga ti rende infelice.

8) Scopri che cosa ti rende felice, che cosa rende felice te, non qualcun altro o qualcun’altra, si tratti dell’ora alla quale ti alzi al mattino, degli sport che pratichi – o che non pratichi – del luogo nel quale vivi, delle persone che frequenti. Dedica molto del tuo tempo, tutti i giorni, di continuo a osservarti per scoprire quando e perché sei felice, in modo da poter replicare il più possibile i criteri della tua felicità.

E allora, ci credi che puoi essere felice?

Lascia un Commento!

32 Commenti

  1. Avatar di Chiara

    Chiara 6 anni fa (20 Gennaio 2013 9:19)

    Bell'articolo Ilaria. Era da un po' che non ti concentravi sullo stare bene come persone in primis. Da li' parte davvero tutto! Ciao chiara
    4
    Rispondi a Chiara Commenta l’articolo

  2. Avatar di Giusi

    Giusi 6 anni fa (20 Gennaio 2013 12:13)

    Grazie Ilaria , di questo post .....ci dai diversi spunti per l'introspezione e superamento degli ostacoli che noi stessi ci creamo. Giusi
    3
    Rispondi a Giusi Commenta l’articolo

  3. Avatar di raffa

    raffa 6 anni fa (20 Gennaio 2013 12:19)

    Bello, bello, bello...soprattutto nella parte dell'abbandonare la costante competizione...ci caschiamo in tanti
    1
    Rispondi a raffa Commenta l’articolo

  4. Avatar di Luigi

    Luigi 6 anni fa (20 Gennaio 2013 13:19)

    Grazie Ilaria e complimenti per la profondità (come sempre) della tua analisi. Ho riflettuto sul punto 2), quello del confronto con gli altri e mi trovi d'accordissimo. Il concetto di "confronto" lo estenderei anche ad una propria vita idealizzata (sarei felice se fosse successo ..., sarei felice se avessi fatto ...) o con l'idea di quello che pensiamo sia la vita degli altri (mia cugina ha ottenuto questo .../ mio cognato ha ottenuto quello ... mentre io ...). Ad esempio, io penso di aver bruciato la mia laurea perché professionalmente non ho dato seguito agli studi universitari. Alcuni miei colleghi di università occupano adesso posizioni importanti. Merito meno felicità per questo? Ecco, Ilaria, dovrei domandarmi: "Per cosa posso essere felice adesso?" almeno tre volte al giorno. E darsi almeno 10 risposte. Perché, dato che fra 100 anni non potrò né farmi questa domanda né farmi delle risposte, tanto vale essere cercare adesso la mia felicità e essere felice adesso. Ciao, alla prossima!!!
    7
    Rispondi a Luigi Commenta l’articolo

  5. Avatar di Lady

    Lady 6 anni fa (21 Gennaio 2013 13:45)

    Ciao Ilaria! ho una domanda da fare, ma non è inerente all'argomento "felicità" del tuo ultimo articolo. Posso farla lo stesso? Io provo! Stavo rileggendo alcuni tuoi vecchi articoli navigando nel blog e mi sono imbattuta in uno, come sempre interessantissimo, dove ad un certo punto scrivi: "Gli uomini, invece, non ritengono la relazione una delle priorità, almeno fino al momento in cui all’interno della relazione non si sono compiuti una serie di passi per i quali per loro quella stessa relazione diventa essenziale e irrinunciabile." La mia domanda é: quali sono per un uomo, questi "passi" che si devono compiere? Sono curiosa.... Grazie e ciao!
    1
    Rispondi a Lady Commenta l’articolo

  6. Avatar di Lina

    Lina 6 anni fa (21 Gennaio 2013 18:54)

    Grazie Ilaria ,questo articolo mi piace tantissimo.Ora sono in grado di condividerne completamente il contenuto e,soprattutto applicarlo al quotidiano. Un forte abbraccio e grazie dei tuoi stimoli. Lina
    0
    Rispondi a Lina Commenta l’articolo

  7. Avatar di meredithp

    meredithp 6 anni fa (22 Gennaio 2013 20:29)

    Ciao cara Ilaria ! Grazie di condividere questo prezioso ottimismo con tutti noi !!! Il punto 4 mi è piaciuto particolarmente !!! Grazie un abbraccioooo
    0
    Rispondi a meredithp Commenta l’articolo

  8. Avatar di Anonima88

    Anonima88 6 anni fa (8 Maggio 2013 19:46)

    Ciao Ilaria, da un po' di tempo ti seguo e leggo i tuoi post... e mi è sorta una curiosità: ma tu hai trovato la persona giusta?
    0
    Rispondi a Anonima88 Commenta l’articolo

  9. Avatar di Anonima88

    Anonima88 6 anni fa (8 Maggio 2013 19:50)

    Questa è la categoria che preferisco... anche perché parte tutto dalla felicità...
    0
    Rispondi a Anonima88 Commenta l’articolo

  10. Avatar di Silvana'70

    Silvana'70 6 anni fa (10 Maggio 2013 20:16)

    Ciao Ilaria, è da poco che ti seguo e ne sono molto contenta. Mi hai fatto vedere le cose da un'altra prospettiva. Mi ci vorrà del tempo per superare certe delusioni ma credo di essere sulla strada giusta. Grazie dei tuoi consigli.
    0
    Rispondi a Silvana'70 Commenta l’articolo

  11. Avatar di JESSYKa

    JESSYKa 4 anni fa (3 Aprile 2015 15:33)

    Grazie mille per le tue parole cercherò di essere Felice perché lo devo a me stessa
    0
    Rispondi a JESSYKa Commenta l’articolo

  12. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 4 anni fa (3 Aprile 2015 15:46)

    @ Grazie a te Jessyka, e bene, sono contenta della tua decisione :) .
    1
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  13. Avatar di Gessica

    Gessica 4 anni fa (24 Maggio 2015 11:24)

    Felicità è uscire dalla nostra zona di comfort !!
    0
    Rispondi a Gessica Commenta l’articolo

  14. Avatar di Come essere felici

    Come essere felici 6 anni fa (12 Giugno 2013 15:10)

    A mio avviso per essere felici occorre prima di tutto chiarire in concetto di felicità, cioè realizzare una volta per tutte che i soldi e il potere non servono al raggiungimento della felicità, ma soltanto a generare ulteriori bisogni, a loro volta interpretati come falsi traguardi per trovare la serenità. Per capire veramente come essere felici occorre accettare totalmente che la felicità dipende soltanto dall'essere amati, e per essere amati servono rapporti sereni e sinceri con gli altri.
    1
    Rispondi a Come essere felici Commenta l’articolo

    • Avatar di Corsa del topo

      Corsa del topo 3 anni fa (17 Marzo 2016 10:08)

      Verissimo: i soldi non fanno la felicità. Lo dico da sempre. Però aiutano moltissimo ad ottenerla. Per essere felici occorre prima di tutto uscire dallo schema della corsa del topo. Solo dopo si avrà tempo ed energia per riflettere ed assaporare le piccole cose, riuscendo a capire che alla fine sono proprio quelle piccole cose che fanno la felicità.
      0
      Rispondi a Corsa del topo Commenta l’articolo

  15. Avatar di Andrea

    Andrea 6 anni fa (1 Febbraio 2013 14:34)

    Grazie Ilaria, anche se in ritardo, commento lo stesso :)... Grazie per questi 8 passi... in particolare mi soffermerei sulla lamentela, qualcosa di cui ci accorgiamo davvero pochissimo... Mi rendo conto però che dipende tutto dal focus, da cosa guardiamo: "ci stimola sì o no?", "Cosa posso fare io per cambiare questo stato di cose?", "Che insegnamenti posso trovare in questa situazione e che posso fare miei?" Molte di queste domande evitiamo di farcele perché abbiamo paura delle risposte... Facendo delle ricerche su Obama, mi sento di condividere una ferma convinzione che ha fatto sua: "L'unica cosa di cui dobbiamo avere paura è la paura stessa". Su questo ho cominciato a lavorarci da molto tempo... e continuo a farlo tutt'ora. Seduzione a parte, anche se vogliamo attrarre delle situazioni per noi ideali, anche il fatto di pretenderle, come se ci spettassero di diritto è una forma di lamentela che è fondamentale sostituire con risposte a questa domanda: "Di cosa devo occuparmi ora per realizzare questi obiettivi?" Grazie perché mi hai fatto riflettere su qualcosa che cerco di applicare costantemente: Se vogliamo realizzare qualunque risultato, dobbiamo tenere un occhio fisso sul futuro ed un altro sul presente. L'errore che facciamo spesso invece è di tenere tutti e due gli occhi o sull'uno o sull'altro perdendo di vista una di queste cose. Andrea
    1
    Rispondi a Andrea Commenta l’articolo

  16. Avatar di Jessica

    Jessica 6 anni fa (21 Gennaio 2013 18:13)

    Ciao Ilaria, Mi piacciono i tuoi suggerimenti, e mi piace vedere che anche se in minima parte il mio desiderio d'imparare mi ha portato non solo al tuo blog ma, mi sono resa conto leggendo i tuoi articoli che alcuni dei libri che ho letto sono stati letti anche da te. Leggere riguardo a psicologia, coppia, intelligenza emotiva e altro materiale come ad esempio i coniugi stamateas. Mi rendo conto che si può essere felici, grazie a persone come te che ci aiutano, è un percorso di pratica, e il tuo blog mi aiuta a ricordarle, perche non basta sapere le cose. Grazie per il tuo contributo, Jessica
    0
    Rispondi a Jessica Commenta l’articolo

  17. Avatar di Vittoria

    Vittoria 4 anni fa (29 Maggio 2015 15:58)

    Un articolo molto molto utile. La felicità che bello questo argomento. Lo rileggerò molte volte anzi mi ripropongo di leggerlo tutte le mattine. Grazie Ilaria
    0
    Rispondi a Vittoria Commenta l’articolo

  18. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 4 anni fa (29 Maggio 2015 16:07)

    Grazie mille, Vittoria.
    1
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  19. Avatar di Rita

    Rita 6 anni fa (20 Gennaio 2013 12:44)

    Per scoprire la strada che ti conduce verso la serenità' interiore dobbiamo lasciare la strada che percorriamo ogni giorno e tentare i raggiungere la meta tentando percorsi alternativi, anche quelli che gli altri magari ti sconsigliano. All'inizio può' intimorire, renderci insicure, può' provocare anche l 'allontanamento di alcune persone, perché' è' chiuso, il nuovo spaventa, ma solo così' si diventa se stessi e solo essere noi stessi ci può' rendere felici. Solo a quel punto ci accorgeremo che gli altri sono ininfluenti, ma possono e devono diventare un valore aggiunto alla nostra consolidata serenità'
    7
    Rispondi a Rita Commenta l’articolo

  20. Avatar di Emilia

    Emilia 2 anni fa (3 Settembre 2017 12:21)

    Bell'articolo, molto interessante! :) Leggendo questa frase "la felicità è un tuo diritto", mi viene da sorridere ricordando le parole di mio padre: "Non sei felice? Ma pensi di avere tutti questi diritti tu?". A volte ho serie difficoltà nel dialogare con lui, ma cerco di non farne un dramma.
    0
    Rispondi a Emilia Commenta l’articolo