Stronzi: perché ti piacciono tanto e perché li devi evitare (Seconda parte)

stronziAh, rieccoci a parlare di stronzi: perché lo facciamo? Intendo: perché siamo di nuovo qui a parlare di stronzi? Perché battiamo su questo tasto per altro non particolarmente piacevole (ma di certo molto molto utile)? Beh, perché il mondo è popolato di stronzi. Te ne sei accorta, vero? O credi che tutti intorno a te non vedano l’ora di fare il tuo bene, mettere a buon frutto i tuoi talenti e vederti fiorire al tuo meglio senza che tu ti prenda carico della tua vita, perché, invece, della tua vita se ne prendono carico loro, i tanti buoni che ti circondano e vogliono fare solo il tuo interesse? La pensi così o hai smesso di credere a babbo Natale?

"Per me odioso, come le porte dell’Ade, è l’uomo che occulta una cosa nel suo seno e ne dice un’altra. Omero"

E poi gli stronzi sono gli uomini più ricercati dalle donne che amano troppo, dalle donne che non amano se stesse e dalle donne che hanno schemi di amo-sono amata un pochino disfunzionali. E guarda un po’, che cosa interessante, gli stronzi hanno una predilezione particolare per cercare e fare a pezzi (più spesso metaforicamente, ma non solo) le donne che amano troppo, le donne che non amano se stesse e le donne che hanno schemi amo-sono amata un pochino disfunzionali. Quindi, spiacevole o meno, parlare di stronzi e riparlarne ha una sua utilità. “La verità libera”. L’hai mai sentita questa frase?

Allora, sia ben chiaro: il mondo NON è popolato solo da stronzi. E’ popolato da persone di tutti generi, tra cui le così dette “brave persone”, sane, animate da ideali grandi e forti e con un’etica d’acciaio. Ma siccome per essere sani, con ideali grandi e forti e avere un’etica d’acciaio bisogna avere anche una personalità incorruttibile, una buona intelligenza, una forza d’animo non comune e due coniglioni sotto grandi così, per una legge “universale” che tutti noi sperimentiamo, le brave persone sono molto più rare dei mediocri, dei meschini e degli stronzi. Come le pepite d’oro sono più rare dei sassi.

Gli stronzi sono molti di più, ed è nella loro natura tipica comportarsi da stronzi e mietere vittime tra i deboli, gli ingenui e i fragili. Gli stronzi sono stronzi proprio in quanto stronzi. E ci sono stronzi in egual misura tra uomini e donne, sia chiaro.

Stronzi e impunità

Fatta questa premessa da prima elementare, proseguiamo e andiamo al gradino successivo. Gli stronzi vivono, si muovono e agiscono in ogni ambito dell’esistenza e dello scibile umano. Un’altra bella scoperta, vero? Te li ritrovi dappertutto: come compagni di scuola che fanno i bulli; come parlamentari della repubblica che votano leggi ad personam e a propria vantaggio (lì poi, nella politica, davvero, non ne parliamo), negli ambienti religiosi (oh cielo, spero ormai si possa scrivere anche su un blog), negli ambienti di lavoro, nello sport, nell’arte, tra i vicini di casa e persino negli ambienti del volontariato. E poi, vogliamo parlare degli stronzi simpaticoni che stanno ai vertici delle grandi compagnie tipo case farmaceutiche, telecomunicazioni, case automobilistiche? Gli stessi che vanno a pranzo a cena con i parlamentari-legislatori e mettono olio negni ingranaggi delle proprie macchine? Quelli che vengono, a parole, scelti e promossi per le loro capacità “manageriali”, ma in realtà devono essere solo buoni a essere stronzi e vengono premiati secondo la performance di stronzaggine che esprimono?

E, ovviamente, gli stronzi pullulano negli ambienti privati, nella tua vita personale: magari con un stronzo ci sei pure andata a letto o te lo sei sposato o è addirittura il padre dei tuoi figli. Succede, capita, accade.

"Il falso in amore, quello sì che è un reato. Ceciliaseppia, Twitter"

Uno degli ambiti in cui gli stronzi danno il meglio di sé è proprio quello delle relazioni sentimentali. E sai perché? Perché si tratta di ambiti intimi, privati e dove i giochi di potere e di manipolazione si esprimono nella maniera più sottile e più perversa possibile e dove, allo stesso tempo, più probabilmente e più facilmente risultano non visti e impuniti. Questo per una serie di combinazioni particolari: gli stronzi veri hanno problemi con l’intimità e vivono la relazione personale (non necessariamente solo quella di coppia, ma anche quella di amicizia e anche quella genitore-figlio) come predazione e come luogo di dominio e poi, sai, nel privato delle persone, più difficilmente si mette il naso e l’impunità è più garantita. Vai da un avvocato o da un giudice di un tribunale di un paese occidentale a parlare di violenze morali e di abusi psicologici e vedi un po’ che succede. Non capisce nemmeno di che stai parlando. E non che non esistano studi al proposito, anzi. Nei paesi occidentali, eh!

"Noi siamo ciò che fingiamo di essere, quindi dobbiamo essere attenti a ciò che fingiamo di essere. Kurt Vonnegut"

In un rapporto di coppia o in un rapporto di intimità si può essere stronzi senza che nessuno se ne accorga, neanche la vittima. E questo piace un sacco agli stronzi, ma davvero. L’impunità è il nutrimento degli stronzi. In tutti i campi. Anche e soprattutto quello sentimentale. Le sai queste cose, vero? Magari no, perché di norma non vengono spiegate “tecnicamente”, né da mamma e papà, né a scuola e tanto meno ai corsi di formazione aziendali. Ma se ti fermi ad osservare la realtà che ti circonda, se pensi agli atteggiamenti di alcuni stronzi che hai incrociato e con i quali devi avere a che fare e a certi “schemi” di comportamento o anche a determinate tue esperienze, ti si possono accendere un sacco di lucine “mentali” e tanti veli cadere e puoi davvero imparare e riconoscere gli stronzi e smettere di innamorartene o di tirarteli a letto o in casa o puoi sbattere fuori dalla tua vita molti stronzi che come dei parassiti si nutrono delle tue energie e delle tue risorse, mentre, per paradosso e contraddizione, tu sei convinta di averne bisogno.

Stronzi e alto gradimento femminile

Già, perché come abbiamo avuto modo di scrivere in altre occasioni, molte donne sono convinte di essere attratte dagli stronzi e non dai “bravi ragazzi” (dove per bravi ragazzi intendo davvero i bravi ragazzi e non gli stronzi travestiti da bravi ragazzi), anzi ne sono proprie attratte “magneticamente”, anche senza esserne convinte (se non ci credi dài un’occhiata a questo articolo sulla prova scientifica del fatto che le donne sono attratte dagli stronzi) e più di tutto e peggio di tutto credono di averne bisogno, pensano di non poter vivere senza uno stronzo, dato che lo stronzo e le sue cattiverie sono dei fornitori impagabili di eccitazione. Cioè, vuoi mettere la varietà e le sorprese che ti regala uno che ti maltratta, ti manipola, ti tradisce e ti mente rispetto alla noia terribile di un uomo che ti rispetta, è onesto e sincero e soprattutto affidabile? Tipo che non è sposato o fidanzzato con un’altra, ti telefona all’ora in cui ti ha detto che ti telefona, viene con te in vacanza come e quando stabilito e se rimani incinta di lui, considera la questione una questione di entrambi? E che magari si paga pure le proprie spese? Dài, non c’è paragone… Come si fa a non innamorarsi di uno stronzo, onestamente? I bravi ragazzi sono per le sfigate che vogliono una vita tranquilla e noiosa…

Va beh, okay. Il fatto è che per avere serenità e felicità e per avere una relazione d’amore sana, soddisfacente e che duri nel tempo, che non ti faccia soffrire e che invece arrichisca la tua vita e la tua personalità, è bene avere accanto una persona sana che non si presti e non voglia impantanarsi in schemi di relazione distruttivi, perversi, manipolatori.

Insomma per avere una relazione sana prima di tutto gli stronzi vanno evitati.

"Sono stato sempre attore, e sul serio. Ogni volta che ho amato ho finto di amare, e ho finto con me stesso. F.Pessoa"

Stronzi e liberazione dagli stronzi

Si può avere una vita – almeno sentimentale – stronzi-free, a stronzo zero? Certo che si può e senza rinunciare alle emozioni, al benessere e soprattutto a se stesse.

A proposito di liberazione dagli stronzi mi hanno molto colpito due commenti di due lettrici diverse lasciati all’articolo sull’amore disperato (chi vive “amori disperati” per solito vive amori disperati per gli stronzi).

Emanuela-Manu scrive: “… io voglio solo dire e riconoscerti un gran merito con questo blog… quello di dare modo a chiunque ne abbia voglia, di vedere un altro aspetto della realtà …

… da quando leggo il tuo blog mi sono trovata vicina a tante tue riflessioni… e prima fra tutte ho cominciato a cambiare la mia idea dell’innamoramento … fino a qualche tempo fa ero quella che si innamorava solo se aveva le farfalle allo stomaco… ora, è ovvio che la persona in questione debba attrarmi….. ma ho spostato il focus dalle “farfalle allo stomaco” a considerazioni del genere ci sto bene, posso condividere pensieri e tempo con lui, mi fa essere serena…. e tutto ciò partendo da me stessa e da tutto ciò che mi rende tranquilla e beata… e di conseguenza a ciò avere un reale stimolo a una conoscenza profonda e “concreta” … basata non solo sulla pancia ma su un reale stato di benessere emozionale…
le farfalle allo stomaco le provo da una vita … e ogni volta hanno lasciato dei vuoti enormi … forse si trattava di farfalle carnivore che lo stomaco (come la mia anima) se la sono divorate…

Ancora non ho vicino a me l’uomo capace di farmi dire: ok ci voglio provare… ma ho senza dubbio cambiato la mia maniera d’approccio… e agli occhi dell’altro sesso sono diventata molto più attraente e seduttiva di quanto mai fossi stata…

Che cosa spinge un uomo a impegnarsi in una relazione e a rimanere fedele?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

e come dici tu spesso… certe volte (anzi spessissimo) siamo ancorate a degli stereotipi per cui se non si seguono determinati step non è amore… io nel pratico mi sto rendendo conto del contrario…”

E Sara scrive:

“Cara Ilaria, come ti ho detto per mail ho avuto un passato sentimentale difficile, in cui appunto attiravo uomini del genere egoisti narcisi manipolatori che però avevano fascino bellezza e capacità di manipolazione. Come se ti incantassero. (…) Anche io confondevo quest’innamoramento folle con l’amore e invece quando trovavo una relazione serena e tranquilla credevo di non essere innamorata abbastanza perché consideravo l’amore come qualcosa di irrazionale di cui non puoi farne a meno e non razionale e come ti dicevo solo ora ho trovato una relazione stabile e serena e vivo l’amore in maniera differente. All’ inizio ho fatto fatica perché il sentimento non era nato subito perché non c’era quell’attrazione quella fantasia che ho provato per altre persone che erano indifferenti a me invece questa persona mi ama tanto e mi ha fatto scoprire cos’è il vero amore. Ora penso che il vero amore sia lo stare bene insieme, il condividere tutto, il trasmettersi affetto, sono felicissima di aver letto questo articolo e di aver capito che l’innamoramento che credevo fosse amore non è l’amore, che l’amore non è follia non è brivido ma come ho detto prima un rapporto sano reciproco e di serenità.”

Come vedi, un cambiamento in positivo è possibile e una rinascita, realistica. L’importante è avere, lo dico ancora una volta, se stesse come primo interesse. E mettere al centro il proprio benessere.

Continueremo il discorso sugli stronzi e sulla liberazione dagli stronzi, se il tema ti interessa (fammelo semmai sapere nei commenti e fammi le tue domande).

Intanto sappi che per “liberarti” dagli stronzi ti serve acquisire maggiore consapevolezza di chi sei, di quello che vuoi e di quello che ti serve per essere felice. Il coaching individuale con me e i percorsi che ho preparato per te e le altre lettrici sono dei propulsori straordinari nel percorso della tua consapevolezza della tua liberazione.

I 7 Pilastri dell’Attrazione.

E’ il primo passo verso la scoperta della tua capacità di attrarre ciò che è giusto per te, nella tua vita e nella tua vita sentimentale.

Clicca qui per iniziare il tuo percorso adesso.

E poi:

Come Sedurre un Uomo senza Stress

Se vuoi smetterla di essere bisognosa e manipolatrice e di prestarti a giochi di seduzione disfunzionali e invece ci tieni a realizzare una relazione appagante e duratura, in cui non sei “dipendente”, ma condividi con serenità.

Clicca qui per iniziare il tuo percorso adesso.

Aumenta la tua autostima, con un percorso pratico ed efficace

APP Autostima Passo Passo.

Lascia un Commento!

271 Commenti

  1. Avatar di Bea

    Bea 7 anni fa (19 Ottobre 2015 15:17)

    Ciao Ilaria, io penso di essermi liberata degli stronzi, ma ancora non ho trovato il bravo ragazzo (vero). Credo proprio di dover "acquisire maggiore consapevolezza di chi sei, di quello che vuoi e di quello che ti serve per essere felice". Mi piacerebbero altri post su quest'ultimo tema!
    Rispondi a Bea Commenta l’articolo

  2. Avatar di fede

    fede 7 anni fa (19 Ottobre 2015 15:27)

    Il primo ragazzo che mi ha fatta soffrire per "amore" era il classico bello e figo che non mi calcolava (beh, avevo 15 anni e un'idea un po' distorta dell'amore). La cotta mi e' passata circa cinque anni dopo (si, me ne vergogno) quando finalmente mi sono distaccata dal mio paesino per andare all'università. Nuova vita, nuove amicizie, tutto bello ma due anni dopo sono ricascata nelle pene d' "amore" per un altro stronzo . Bello come il sole, ha cominciato a corteggiarmi per scappare poco dopo come un coniglio. Per dimenticarlo mi sono buttata a capofitto in un lavoro estivo e ho cercato di riconcentrarmi su me stessa e crescere un po'. Ripensando a queste persone, quello che vedo e' una grande fragilità, più che degli "stronzi veri". Siamo noi che li rendiamo tali "innamorandoci" di loro, mentre di per sé ciò che li rende stronzi e' proprio la leggerezza con cui fanno le cose, l'indifferenza verso le persone. Ma anche spesso, una grande sofferenza dentro di loro.
    Rispondi a fede Commenta l’articolo

  3. Avatar di mi piacciono molto i tuoi articoli

    mi piacciono molto i tuoi articoli 7 anni fa (19 Ottobre 2015 15:49)

    Ciao Ilaria, trovo i tuoi articoli molto interessanti, ricchi di spunti di riflessione per tutte le donne. Vorrei leggere la tua guida.
    Rispondi a mi piacciono molto i tuoi articoli Commenta l’articolo

  4. Avatar di sabrina

    sabrina 7 anni fa (19 Ottobre 2015 16:13)

    Cara Ilaria, io ho iniziato già nell'infanzia ad avere a che fare con uno "stronzo" perché, ahimè, ho un fratello più grande che incarna il tipo di stronzo che hai sempre descritto nei tuoi articoli: bello; narciso; egoista e manipolatore. Questo soggetto (con cui ho smesso di avere rapporti dopo reiterate scorrettezze che io ho permesso che accadessero) ha sempre condizionato pesantemente la mia autostima, influito sul mio equilibrio psicofisico, e ha condizionato tutte le scelte relazionali/sentimentali che ho fatto fino ad un certo periodo della mia vita passata. Non mi voglio adesso dilungare sul tipo di educazione familiare e su di chi è stata la responsabilità che ha permesso questo etc., NO!.. scrivo semplicemente per dire che i condizionamenti di cui noi donne siamo spesso vittime derivano da molto lontano e sono difficili da focalizzare. Il tuo blog 20 anni fa non esisteva e nemmeno i social network. Ci scambiavamo informazioni tra amiche con storie più o meno simili. Io ho iniziato ad uscire da questo circolo vizioso con l'aiuto della psicoterapia e dopo aver maturato, con gli anni, una buona dose di auto-consapevolezza. Grazie al tuo blog posso avere degli strumenti di difesa in più, ma nonostante tutto, in periodi di debolezza emotiva, mi ritrovo ad essere comunque attratta da uomini "stronzi".
    Rispondi a sabrina Commenta l’articolo

  5. Avatar di mare

    mare 7 anni fa (19 Ottobre 2015 16:33)

    Io ho imparato a non innamorarmi degli stronzi da un po di tempo. Sono single.. chissà come mai..
    Rispondi a mare Commenta l’articolo

  6. Avatar di bianca

    bianca 7 anni fa (19 Ottobre 2015 16:45)

    Ciao Ilaria.. l'argomento mi interessa ed approfondimenti in merito sono graditi. La mia domanda è la seguente: Quando provo fastidio nel parlare con una persona che sento che ci sta provando con me.. a livello inconscio cosa potrebbe significare, in base alla tua esperienza? Forse inizio a capire chi ho davanti? il mio istinto si mette in azione e mi mette in guardia? Mi capita anche spesso in questo momento della mia vita.
    Rispondi a bianca Commenta l’articolo

  7. Avatar di Alisia

    Alisia 7 anni fa (19 Ottobre 2015 16:49)

    Ciao Ilaria, mi interessa molto questo argomento, come uscire da queste storie disfunzionali e liberarsi da uno stronzo (o più di uno). Io sono due anni che segue il tuo blog, ho avuto una storia con uno stronzo, lui fidanzato io innamorata che non riuscivo a togliermelo dalla testa e dalla vita! Non so cosa mi spingesse verso di lui, è come se aveva una calamita che mi attirava a se. Ho avuto alti e bassi,momenti in cui cercavo di chiudere e altri in cui avevo bisogno di lui! Continuavo a leggere e rileggere il tuo blog, a mettere in pratica i tuoi consigli. E proprio ieri ho avuto la forza di mandarlo a quel paese, l'ho fatto già altre volte ma stavolta ho sentito dentro di me qualcosa di diverso che prima non sentivo, ho sentito la voglia di stare bene, una forza che non ho saputo controllare, ma nello stesso tempo è stato un pensiero naturale dire " ma che cavolo sto facendo..io voglio stare bene e con lui non ci sto davvero". È vero Ilaria queste cose non ce le insegna nessuno...continua così. Grazie per ora
    Rispondi a Alisia Commenta l’articolo

  8. Avatar di Patrixia

    Patrixia 7 anni fa (19 Ottobre 2015 17:38)

    ...anche lettere di donne che amano troppo della stessa autrice può essere utile nella comprensione!
    Rispondi a Patrixia Commenta l’articolo

  9. Avatar di Libera

    Libera 7 anni fa (19 Ottobre 2015 18:46)

    Grazie per questo articolo Ilaria. Capita proprio in momento in cui, grazie anche al tuo blog che seguo assiduamente, sto tagliando tutti rami secchi alias stronzi dalla mia vita. Anche io ne ho subito il fascino ma la mia categoria preferita di solito è lo stronzo sotto mentite spoglie di bravo ragazzo (grazie molte per aver elencato anche questa categoria...fino a poco tempo fa credevo che lui fosse sempre il Bravo ragazzo e la colpa degli atteggiamenti manipolatori e cattivi fosse la mia!). Voglio condividere con voi l'esperienza di qualche giorno fa. Uno dei tanti rami secchi che sto tagliando qualche sera fa si è palesato tramite messaggi whatsapp (che ho notato essere lo strumento di interazione prediletto dagli stronzi perditempo che con un msg ti tengono li). Messaggio serale (guarda un po) che ha preso ben presto una direzione ben precisa (come sei vestita ecc...). Al che non ho più risposto. La perla di uomo in questione, si è risentito e mi ha accusata di fare la preziosa...al che sono esplosa! Gli ho detto che questi tipi di approcci sono di una noia mortale perché fatti con lo stampino! Perché questi mezzi uomini scrivono tutti le stesse cose...e sono di una noia mortale. Mi sono liberata!! In altri tempi avrei lasciato correre ma adesso non tollero più certi comportamenti e mancanze di rispetto. Grazie ancora Ilaria molto e merito tuo!
    Rispondi a Libera Commenta l’articolo

  10. Avatar di Ana

    Ana 7 anni fa (19 Ottobre 2015 19:41)

    Ciao Ilaria :) dopo aver letto questo articolo mi sono posta un paio di domande. La prima è: è normale che io pensi che non si sia comportato da stronzo un ragazzo che per mesi ha detto di volermi bene ma nella realtà non me lo dimostrava affatto e dopo ha deciso di chiudere dicendomi "sei troppo buona per me"? (Questo perché era la quarta possibilità che gli davo, dato che inizialmente ero io a non essere interessata a lui e sono stata io a liquidarlo per prima, ma siccome ero confusa ho deciso di riprovarci ogni qual volta lui tornava perché volevo capire cosa provassi per lui, ma la storia è lunga e non voglio dilungarmi). In fin dei conti credo che me la sia andata anche un po' a cercare con il mio comportamento, oppure sono io cieca e lui è stato veramente uno stronzo? Ultima domanda, ultimamente mi capita di rifiutare dei ragazzi (come è successo con il tipo di cui parlavo prima) perché non provo un minimo di attrazione fisica per loro, faccio bene a seguire il mio istinto in questo modo o dovrei aspettare che l'attrazione fisica arrivi come raccontavano i messaggi delle donne riportati nell'articolo?
    Rispondi a Ana Commenta l’articolo

  11. Avatar di fede

    fede 7 anni fa (19 Ottobre 2015 20:22)

    In ogni caso quello che vorrei dire e' che, secondo me, sono tutti passaggi e momenti della vita, non è detto che si deve essere abbonate per sempre agli stronzi. Io ripensando al mio passato sono contenta di aver fatto quelle determinate esperienze, sono anche quelle che mi hanno fatto crescere. Certo e' dovuto passarmi sopra un tir per farmi capire che "Lì e' nocivo", "guarda da un'altra parte". Adesso magari soffrite, ma probabilmente tra qualche mese o anno riguarderete indietro a quelle stesse situazioni sorridendo e soprattutto ringrazierete il cielo di non essere finite con tali persone! Su su la vita continua, un abbraccio a tutte
    Rispondi a fede Commenta l’articolo

  12. Avatar di Tina

    Tina 7 anni fa (19 Ottobre 2015 21:36)

    "Ma siccome per essere sani, con ideali grandi e forti e avere un’etica d’acciaio bisogna avere anche una personalità incorruttibile, una buona intelligenza, una forza d’animo non comune e due coniglioni sotto grandi così, per una legge “universale” che tutti noi sperimentiamo, le brave persone sono molto più rare dei mediocri, dei meschini e degli stronzi. Come le pepite d’oro sono più rare dei sassi.Gli stronzi sono molti di più, ed è nella loro natura tipica comportarsi da stronzi e mietere vittime tra i deboli, gli ingenui e i fragili" Sante parole...a me fa molta paura la stronzaggine gratuita cioè la cattiveria esercitata solo per il gusto di esercitarla... di recente una mia ex amica si è divertita molto in questo senso con me.... e a titolo del tutto gratuito...
    Rispondi a Tina Commenta l’articolo

  13. Avatar di Lulu'

    Lulu' 7 anni fa (19 Ottobre 2015 22:09)

    Grazie per l'articolo Ilaria, e per gli insegnamenti preziosi, utili e importantissimi, poichè sono veri e salvifici. Che dire degli stronzi? Beh, io penso che sono dei manipolatori, poco intelligenti o per una causa genetica, (purtroppo il quoziente di intelligenza non è uguale per tutti, c'è chi è piu' intelligente e chi meno, e cio' è dovuto ad un fattore ereditario. Quindi non dobbiamo scervellarci più di tanto per capire del perchè sono così limitati). Oppure, perchè non hanno potuto sviluppare l'intelletto, per situazioni familiari, cirostanze o scelte di vita, che hanno fermato il processo di crescita. Se non hanno capito le dinamiche fondamentali del vero amore. La più semplice ? Che se non ami non potrai essere amato. La donne che perdutamente si innamorano di loro, (e tra queste anch'io), non sono innamorate .....ma sono ossessionate ! E questo non è amore, è solo colmare un vuoto. Un vuoto che abbiamo dentro. In verità, forse mi sbaglio, non vogliamo impegnarci seriamente. Nonostante tutte le sofferenze mi sono chiesta: ma se lui cambia e diventa di colpo serio, onesto, innamorato....io che faccio? Gli avrei messo un freno. Si lo avrei fermato ! Avrei fuggito l'intimità, quella psicologica. Non mi sarei messa in connessione. Ho capito che, probabilmente, scegliendo un uomo di questo tipo, non avrei rischiato, di avere una relazione duratura. Allora che cos'è un gioco? Dove io mi struggo e faccio la vittima. Ero convinta di essere davvero innamorata, perchè soffrivo per la sua indifferenza, la cattiveria. Ma onestamente non mi sarei impegnata. Non è serio così. Non vale la pena di prendersela tanto. Di prendersela tanto, se anche lui non fa sul serio. Capiscono chi hanno di fronte, perchè attraggono solo una tipologia di donne. Quelle che non amano. Quelle che siccome amano vogliono essere riamate. Questo è solo egoismo non è amore. Non riescono ad amare perchè amano il niente. Vedono l'amore dove non c'è. E chi non riconosce l'amore, non sa amare. Per riconoscere l'amore c'è solo un modo. Chi ti ama lo dimostra, col bene ! Solo col bene, Sempre. Senza egoismi, possesso. E questo sia da parte della donna che dell'uomo. Ora che ho capito, non voglio più girare su questa giostra malefica.
    Rispondi a Lulu' Commenta l’articolo

  14. Avatar di London

    London 7 anni fa (19 Ottobre 2015 18:31)

    Chissà perchè gli articoli sugli stronzi vanno per la maggiore, in giro ce ne sono pochissimi! :-)
    Rispondi a London Commenta l’articolo

  15. Avatar di Desiderio

    Desiderio 7 anni fa (19 Ottobre 2015 23:53)

    A me ilaria piace perché diretta, fresca, concreta. Di parole dai cosiddetti "stronzi" ne ho sentite vagonate ma di fatti a seguire non ne ho visti. Ben vengano queste aperture alla vita reale di Ilaria. Chi ha detto che l amore é una cartolina rosa con cuore e Parigi sullo sfondo? In nome dell amore si compiono parecchie atrocità ed ilaria sottolinea come Buon senso, amor proprio ed equilibrio valgono in tutti i sentimenti. Grazie di cuore ilaria.
    Rispondi a Desiderio Commenta l’articolo

  16. Avatar di Elizabeth

    Elizabeth 7 anni fa (20 Ottobre 2015 1:06)

    Il guaio è che quando non ti lasci sottomettere dallo stronzo, questo ti fa del male da dietro le spalle(calunnie, bastoni tra le ruote). Ragazze, incontrare uno stronzo (o peggio un narcisista-border-psicopatico) è come avere una malattia. Non sfidateli, non entrate nel loro gioco per orgoglio. Come sentite odore di carogna...D-i-l-e-g-u-a-t-e-v-i.
    Rispondi a Elizabeth Commenta l’articolo

  17. Avatar di virginia

    virginia 7 anni fa (20 Ottobre 2015 2:10)

    Complimenti Ilaria articoli sempre più interessanti e che leggo sempre volentieri! Anche io sono stata vittima di uno stronzo ma d'ora in poi le cose cambieranno ;)
    Rispondi a virginia Commenta l’articolo

  18. Avatar di Sasa

    Sasa 7 anni fa (19 Ottobre 2015 15:58)

    Ciao Ilaria, questo articolo capita a fagiolo. Grazie ai tuoi articoli ed esperienze di vita.. Sto aprendo gli occhi su tante cose e piu apro e piu ho paura di diventare una persona cinica...demotivata. Ho iniziato a prestare tanta attenzione su tante cazzate mie e soprattutto delle persone a cui voglio bene e non... Ho paura di perdere un bel po di fiducia nel genere umano. Io non voglio essere una vittimista. Come posso rimanere vigile ma allo stesso tempo non diventare una demotivata? Grazie
    Rispondi a Sasa Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 7 anni fa (19 Ottobre 2015 16:04)

      Bellissimo commento Sasa, grazie. Ottimo non fare la vittima. Io ho fiducia nel genere umano. Il fatto è che prima di aver fiducia nel genere umano bisogna avere fiducia nella propria capacità di discernimento, cioè nella propria capacità di distinguere il bene dal male. Poi è fatta: si sceglie la propria direzione e sulla propria strada si incontreranno le persone giuste.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Sara

      Sara 7 anni fa (19 Ottobre 2015 16:15)

      E che discernimento sia :)
      Rispondi a Sara Commenta l’articolo

    • Avatar di Bea

      Bea 7 anni fa (20 Ottobre 2015 11:40)

      Questa tua risposta è oltremodo illuminante: io ancora non ho così fiducia nelle mie capacità di discernimento. Sento la vocina che mi dice: "stagli alla larga" e poi quella che mi dice "forse sei troppo dura". E alla fine do troppo possibilità. Certo non arrivo agli estremi di anni fa, non mi imbarco in una relazione, ma sento che do comunque troppe possibilità e ci perdo tempo (se non fosse che poi quel tempo perso in realtà mi è servito per mettermi alla prova e capirmi meglio...). Vorrei fidarmi di più di me stessa, avere le idee ancora più chiare, meno dubbi e tentennamenti. Ci puoi aiutare in questo Ilaria? So che fai tanto e ti ringrazio. Io da parte mia avrei magari ancora più bisogno di post concentrati su sé stessi invece che sulle magagne altrui.
      Rispondi a Bea Commenta l’articolo

  19. Avatar di Denise

    Denise 7 anni fa (20 Ottobre 2015 8:44)

    A me sono piaciute le due testimonianze di Emanuela-Manu e Sara: ho la sensazione che a volte ci soffermiamo soltanto sulla fase 'antagonista', io brava/lui-loro stronzi, e poi si vada avanti a rimuginare su ciò che ci è capitato fino ad ora, senza mai - realmente - trovare una soluzione. Credo che l'articolo che parla di stronzi debba avere sempre come risultato una domanda: 'cosa posso fare io a questo punto?'. Loro stronzi sono e stronzi rimangono, non è un nostro problema. Li si potrebbe considerare un po' come piccoli o grandi 'sassi nella scarpa'. Una volta che hai capito perché ti fa male il piede, getti via il sasso e vai per la tua strada. Ma se i sassi entrano perché hai un buco nella scarpa, allora capisci che devi cambiare scarpe! E in questo senso mi sono piaciute le due testimonianze citate, perché anch'io inizio a non pensare più all'amore in termini di farfalle nello stomaco e inizio a guardare altre caratteristiche. E anch'io ho voglia di essere serena e stare bene, invece di crogiolarmi nella sofferenza. @Ida.. sì, è stronzo. Ho già raccontato la mia storia, non la ripeto. Quando sono sposati e hanno anche la sfacciataggine di dirti 'sono onesto, le cose stanno così e non cambieranno' sono ancora peggio. E sai perché? Perché significa che tu sei talmente accondiscendente, comprensiva e permissiva, che non si sentono nemmeno in dovere di fare ciò che fa l'80% degli amanti sposati.. ovvero promettere di lasciare la moglie e raccontarti un po' di panzane. A me è capitata la stessa cosa e ad un certo punto ho pensato: 'oh cavoli.. non valgo nemmeno una bella e grossa bugia!! tanto sa che rimango qua lo stesso..'. Non solo.. non avrai mai nemmeno la possibilità di dirgli 'sei uno stronzo' perché lui che brav'uomo.. te lo aveva detto fin dall'inizio!!!! C'è quasi da commuoversi...
    Rispondi a Denise Commenta l’articolo

    • Avatar di London

      London 7 anni fa (20 Ottobre 2015 12:09)

      Hai ragione Denise, bella la metafora della scarpa e del sassolino, mi è piaciuta molto e rende tanto! concordo anche sul fatto che sono ancora più stronzi degli stronzi, quando sposati o accompagnati, per accalappiarti fanno i finti onesti, magari dicendoti" la situazione è questa , prendere o lasciare "e poi si lanciano magari in frasi del tipo “ tu sei una persona speciale e molto importante per me e in questo sei unica, altro per ora non posso offrirti!” e magari in quel momento sono in vacanza con la moglie. ...e quando, nonostante questa loro stonzaggine, una rimane in quella situazione, non fa altro che aumentarla, rafforzarla, la loro stronzaggine. Per loro, meglio di così non si può. La botte piena e la moglie ubriaca...sveglia! se non altro per vedere che direzione prende lo stronzo...perchè almeno non l'avrà vinta di qua e di la. la direzione che prende la conosciamo già. ecco, noi andiamo per l'altra direzione...
      Rispondi a London Commenta l’articolo

  20. Avatar di Beatrice

    Beatrice 7 anni fa (19 Ottobre 2015 17:53)

    Ciao Ilaria, leggo il tuo blog già da un po' e devo dire che i tuoi articoli sono molto interessanti..Io attraggo due categorie..i deboli (attratti dal mio apparente forte carattere) e gli stronzi/manipolatori (attratti da una sorta di sfida al piu' forte)...se esiste la categoria "bravi ragazzi" nn ho avuto ancora il piacere di incrociarla..Sicuramente molto è dovuto da me e sto lavorando sulla mia ambivalenza data dall'idea di donna forte, indipendente e autonoma, la quale in realtà si trascina una grossa fragilità interiore data da delusioni, paure e sconfitte..Ma visto che già da tempo sono arrivata alla conclusione che una persona deve, a questo punto della mia vita, essere un valore aggiunto o posso farne a meno, attendo fiduciosa e tranquilla quella perla nera della categoria "bravo ragazzo"..nel frattempo cerco di seguire i tuoi consigli e comprendere alcuni tuoi punti di vista perchè partire da se stessi è di certo il primo passo per nn commettere sempre gli stessi errori
    Rispondi a Beatrice Commenta l’articolo

    • Avatar di Simone

      Simone 7 anni fa (20 Ottobre 2015 9:39)

      Io dico, tanto per cambiare, che forse i bravi ragazzi sono piuttosto invisibili o che, nel tuo caso, non osano farsi avanti.
      Rispondi a Simone Commenta l’articolo

    • Avatar di Bea

      Bea 7 anni fa (20 Ottobre 2015 11:43)

      Beatrice, io mi sento molto vicina a te, molto simile!
      Rispondi a Bea Commenta l’articolo

    • Avatar di Gnuni

      Gnuni 7 anni fa (20 Ottobre 2015 17:42)

      @Beatrice, io penso che di bravi ragazzi e brave ragazze ne abbiamo incontrato tutti/e nella vita, ma questo di certo non implica dover pensare subito all'ammmmore ... Che ansia. :)
      Rispondi a Gnuni Commenta l’articolo