Soffrire per amore: le domande di un uomo

soffrire per amoreSi sente ripetere spesso: uomini e donne sono diversi, tanto diversi che, per avere delle relazioni di coppia che funzionano, bisogna conoscere bene la psicologia maschile e quella femminile. Sono tanto diversi, che anche il modo di soffrire per amore è diverso tra uomini e donne. Vi sono molti esperti di psicologia e di relazioni che sostengono che soffrire per amore sia un’esclusiva femminile. Ce ne sono altri, invece, che pensano che soffrire per amore non sia una prerogativa solo femminile, qualcosa di riservato solo alle donne che amano troppo e che ci sono anche gli uomini che sanno che cosa significa soffrire per amore, anche se soffrono per motivi diversi.

"L’unico modo per non soffrire è non amare. O.Fallaci"

Io sono convinta che in effetti uomini e donne sono diversi, soprattutto per come interpretano e per come “sperimentano” emotivamente i sentimenti. Ma, c’è un ma… Se è vero che alcuni comportamenti sono più comuni tra le donne e altri sono più comuni tra gli uomini, è anche vero che sempre più spesso uomini e donne si scambiano i ruoli per cui vi sono uomini che assumono comportamenti di solito più frequenti tra le donne e viceversa.

Di sicuro è sempre stato così, ma ai nostri giorni questo “scambio” di atteggiamenti è più frequente che in passato. Perché? Perché, come dico spesso, viviamo in un mondo che offre sempre più possibilità di scelta e nel quale il “passaggio” da atteggiamenti, identità e definizioni “precostituite” è sempre più frequente.

Soffrire per amore: uomini e donne in difficoltà

"Chiunque abbia mai amato porta una cicatrice. Alfred de Musset"

All’inizio della settimana scorsa ho ricevuto una mail che aveva come intestazione: “Parliamo un po’ di uomini che non ci capiscono nulla?

Ecco il messaggio: “Ciao Ilaria, mi chiamo Giuseppe e ho 35 anni. Da molto tempo leggo il tuo blog e trovo gli argomenti molto interessanti (anche se purtroppo praticamente esclusivamente dedicati alle donne…). Il fatto è che mi sono innamorato di una ragazza di 32 anni. Ci frequentiamo da un paio di mesi anche se è un rapporto a distanza e quindi ci siamo visti nei week-end e non tutti, tralaltro. Mi sento spesso in ansia e sento molto la sua mancanza. Non riesco a capire se lei ricambia il mio sentimento, oppure no. Alcuni comportamenti mi fanno capire che c’è un coinvolgimento:

  • sino ad ora mi ha cercato per sms e per telefono quotidianamente – nelle conversazioni telefoniche tra noi emerge che parla di me alle sue amiche                                                     
  •  quando ci vediamo sembra “presa”: facciamo l’amore, usciamo, ridiamo, scherziamo, parliamo, ha dei gesti di affetto nei miei confronti fa apprezzamenti sul mio aspetto fisico e sulla mia persona
  •  mi ha invitato con lei in Germania, dove vivono i suoi genitori.

Soffrire per amore: attenti alle manipolazioni

Altri suoi comportamenti invece mi danno l’impressione che non sono il suo tipo e che si sta ancora guardando in giro:

  •  quando va in palestra o al bar, mi parla di altri uomini e, in particolare, del loro aspetto fisico, ad esempio del sedere del barista o del bel sedere degli altri. Me lo racconta ridendo e scherzando mi prende in giro per alcune mie caratteristiche fisiche mie forse mancanti, come il sedere (ma di cui io non ho mai sentito carenza)
  •  un weekend mi ha detto che non voleva vedere nessuno eccettuato il suo coinquilino che per lei è come un fratello (e con cui anni addietro ha avuto una relazione, poi terminata). Poi però è uscita con una sua amica e quindi ho dedotto che in fondo non volesse vedere me (nel ruolo di partner).                                                                                                                  
  • quando ero in paranoia perchè mi vedeva giù e le esprimevo i miei,timori di essere “sganciato” lei diceva che se continuavo a fare la “pigna” in quel modo sarebbe successo (io cercavo rassicurazioni…)
  • dopo che ci siamo conosciuti lei ha troncato una relazione che aveva precedentemente. Il tipo però continua a cercarla e lei continua a dargli corda. Dice che gli fa pena e che ha paura della reazione che potrebbe avere se sapesse che l’ha tradito mentre stavano insieme e che, magari, gli dirà più avanti che sta con un’altra persona del luogo (dove sta lei, anche il tipo di prima vive lontano da lei). Dice che ha già avuto un tipo che era ossessionato da lei e la perseguitava. Non so come interpretare questi comportamenti e non so che cosa fare. Mi dai un consiglio, per favore? Parliamo anche un po’ di uomini e delle difficoltà che hanno nei confronti delle donne? Grazie. Un saluto.”
"Il desiderio muovendo sempre verso ciò che ci è più contrario ci costringe ad amare quel che ci farà soffrire. Proust"

Soffrire per amore: come smettere

Ho pubblicato il messaggio di Giuseppe per almeno 3 ragioni: I) l’ho trovato profondamente sentito e genuino e credo che Giuseppe sta soffrendo molto e vuole davvero smettere; III) credo che questo messaggio sia utile a chi legge il blog per comprendere quanto è importante calarsi nei panni delle altre persone, che si tratti di uomini e di donne. Il mondo è pieno di persone che soffrono per amore e che cercano un modo di amare e di essere amate più vero ed autentico. E questo è da tenere sempre a mente. III) Giuseppe, poi, ha ben descritto ed elencato, raccontando la propria storia, quali sono gli elementi più comuni che fanno soffrire per amore e credo che sia pieno di spunti per molte lettrici e per molti lettori che possono raggiungere maggiore consapevolezza riguardo a questi elementi, per imparare a proteggersi e a smettere di soffrire per amore. Giuseppe, anche se sta soffrendo, vede con chiarezza quanto gli sta accadendo. Forse ha bisogno di comprenderlo un po’ più profondamente, per trovare la propria via ai sentimenti veri e all’amore gratificante.

"Amare. È come accettare di farsi scorticare sapendo che in qualunque momento l’altra persona può andarsene via con la tua pelle. S.Sontag"

Soffrire per amore: quali sono le ragioni?

Perché uomini e donne entrano in storie che li fanno soffrire per amore? Ma non dovrebbe essere l’amore una delle principali fonti di gioia, di rassicurazione e di consolazione e non di tristezza e di depressione? In realtà gli esseri umani spesso hanno comportamenti contradditori e “rovesciati” e si muovono, dal punto di vista emotivo, in base al paradosso. Cioè spesso fanno il contrario di quello che sarebbe “logico” fare. Perché l’emotività non funziona in base alle leggi della logica.

E così succede spesso che chi ha più bisogno di amore entra in storie dove con minore probabilità troverà l’amore che cerca. La mia prima impressione riguardo la storia di Giuseppe è che lui si trovi proprio in questo genere di situazione.

E perché una persona arriva a trovarsi in questo genere di situazione? Perché, forse, è in un momento di crisi personale, in cui non crede particolarmente in se stessa e forse non ha una così alta autostima. Per molte ragioni probabilmente legate alla sua storia personale.

Come fai ad attrarre un uomo senza sembrare una facile o una poco di buono?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

Come mai la relazione di Giuseppe è una relazione ad alto tasso di sofferenza?

Perché, come dicevo sopra, ha una serie di caratteristiche “tipiche” di una storia “complicata”.

1)      La distanza: scegliere di stare con una persona che è fisicamente lontano da noi non è una scelta immune da rischi. Essere lontani non solo è un problema, ma molto spesso può essere una comoda scusa per chi non vuole impegnarsi seriamente e vuole “gestire i propri spazi” in autonomia, senza impicci e obblicghi. Anche “fregandosene” dell’altra persona. Se scegli di stare con qualcuno che è lontano, devi sapere che è una scelta forte. Dovresti anche chiederti che cosa ti porta a complicarti la vita già in partenza, compiendo una scelta del genere.

2)      I complimenti e le lusinghe alternati alle critiche e ai confronti (perdenti) con gli altri: si tratta di una sorta di doccia scozzese emotiva. Un po’ come i finlandesi che dopo aver fatto la sauna a cinquanta gradi si buttano, nudi e accaldati, nella neve a meno venti gradi. E’ un shock che dovrebbe “risvegliare” il corpo. Applicato ai sentimenti e alle emozioni deprime, sconcerta, fa sentire in colpa. Questa è manipolazione. (Anche il “ti presento i miei” è un gesto manipolatorio).

3)      Lo svilimento, la presa in giro, la svalutazione: sono tutti atteggiamenti attraverso i quali l’altra persona “ti tiene in pugno”, facendoti sentire male, cioè facendoti soffrire per amore e mettendoti in posizione di debolezza. Rileggi il messaggio di Giuseppe: ci sono evidenti segnali di questo atteggiamento. La presa in giro, il parlare di altri uomini, lo svilire la sua sofferenza, addirittura ricattandolo al proposito etc etc.

4)      Il non mettere il partner per primo: l’amica di Giuseppe “dà corda” a un altro uomo accampando scuse francamente ridicole

5)      Il “curriculum” del partner. Ebbene ti dò un’informazione: le persone non hanno solo un curriculum scolastico o professionale. Hanno anche un curriculum sentimentale. Ed ecco qui che la signora in questione presenta il proprio: cita ben due uomini, che, a detta sua, erano ossessionati da lei e la “perseguitavano”. Non metto in dubbio – io proprio no – che vi siano uomini che perseguitano le donne e donne che perseguitano gli uomini. In questo caso, la mia impressione, considerando il quadro complessivo del comportamento della nostra astuta manipolatrice, è che la signora abbia l’abitudine di mettersi nelle condizioni di farsi perseguitare. E che si diverta un sacco a essere circondata da uomini che sono ossessionati da lei.

Va bene, per oggi basta. Di carne al fuoco ne abbiamo messa tantissima.

Secondo te, quali sono i segnali che di solito “indicano” se in una storia c’è alta probabilità di soffrire per amore? Quali sono le situazioni in cui questo rischio, invece, diminuisce drasticamente?

Lascia un Commento!

223 Commenti

  1. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 5 anni fa (15 Maggio 2015 16:54)

    @Daniela: tu non sei innamorata di quest'uomo, ma solo del "simulacro" che questo uomo rappresenta per te. Perché non si può essere innamorate di un uomo del genere, che ti tratta in questo modo e in modo tanto trasparente. Il tuo amore malato è un sintomo di un malessere che non c'entra nulla con quest'uomo e sì, certo tornerai a vivere e soprattutto dovrai cominiciare a occuparti di te, perché vedi, tutto è sbagliato fin dall'inizio, ferquentare uomini smidollati come questo, che fin da subito ti dicono che non possono e non vogliono darti niente e insistere, in modo suicida, nel mantenere un rapporto con un uomo ingeneroso, privo di fascino, appunto privo di midollo. Il fatto è che questo amore è insano (e non è amore) proprio perché non c'è logica, non c'è sentimento e soprattutto è per qualcuno che non ha nulla, ma nulla che può essere minimamente attraente. Sono amori masochisti, sbagliati, punizioni autoinflitte. Non è di lui che ti devi preoccupare, lui era solo uno strumento come un altro per farti del male. Comunque sì, tornerai a vivere. Anche perché, di fatto e per fortuna sei viva.
    6
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  2. Avatar di Marco

    Marco 5 anni fa (7 Giugno 2015 17:48)

    Io sto soffrendo perché o appena scoperto che la mia metà non mi ama più e che devo andare avanti per i miei due figli anche se non è facile perché io la amo ancora anche se le o fatto passare un po di momenti non belli so di non aver mai smesso di amarla anche se ora sono solo cercò di andare avanti per i miei due bimbi che amo più della mia vita
    -3
    Rispondi a Marco Commenta l’articolo

  3. Avatar di Gian Marco

    Gian Marco 4 anni fa (16 Giugno 2015 4:23)

    Ciao, sono Gian Marco. Sto soffrendo per amore. Esattamente un tre anni fa ho conosciuto una ragazza che mi è piaciuta dal primo momento in cui l'ho vista, ma ho sempre pensato che io non fossi mai stato al suo livello e di conseguenza neanche la benché minima pazza idea di poterci costruire un legame sentimentale. Questa ragazza l'ho accompagnata davanti la sua scuola per ben due anni senza mai dichiararmi, anche se non ho mai avuto problemi, non sono timido ma con lei non ci riuscivo, o forse quando ci provavo mi tremavano le gambe e non riuscivo a parlare, in genere balbettavo. Lei si sfogava con me sia in quei cinque minuti o forse meno che stava insieme a me durante il tragitto per accompagnarla a scuola, sia tramite chat. Si sfogava di tutto, che diceva che era grassa anche se non era vero, o forse era vero ma a me faceva impazzire lo stesso, oppure mi parlava dei suoi ragazzi e non si accorgeva che io ci rimanevo male. Fatto sta che lei si fidanzò con un ragazzo ed io con una ragazza, ma a quanto pare a lei questa cosa dava fastidio. Siamo stati tre mesi a parlare come due fidanzati ed alla fine ci fidanzammo. Era venerdì due giugno duemilaquattordici, ricordo ancora quel giorno, sentivo un euforia stranissima, mi sentivo bene. Il giorno dopo andai a chiarire con la mia ex e lei di colpo mi diete un bacio ed al mio malgrado una sua amica ci vedette e logicamente abbiamo avuto il primo litigio. Feci di tutto per farmi perdonare e alla fine siamo andati avanti per sette mesi dopo tanti alti e bassi, ma alla fine lei prese la decisione di lasciarmi. Era il diciassette dicembre del duemilaquattordici, quel giorno ricordo non stavo per niente bene, ero disperato. Dopo un mese e mezzo conosco un'altra ragazza e per colmare il vuoto mi ci fidanzo e stiamo un mese e mezzo insieme. Una sera arrivò un messaggio, era lei. Voleva ricominciare una storia. Io non ebbi la forza di dire di no e subito ho fatto la scelta di tornare con lei. Dopo dieci giorni mi lascia e adesso è fidanzata con un altro. Io ora sono solo per scelta da tre mesi, per scelta perché non riesco a colmare questo vuoto e non voglio mettere in gioco i sentimenti di qualcun'altra persona. Ho scritto questo messaggio per chiedere aiuto, per un consiglio che mi dia la forza almeno di sorridere. Grazie.
    -12
    Rispondi a Gian Marco Commenta l’articolo

  4. Avatar di Dyd

    Dyd 4 anni fa (3 Agosto 2015 17:39)

    La mia ex mi ha lasciato da un mese e mezzo. Sto soffrendo tantissimo. In questo periodo una volta la settimana l'ho assillata con messaggi tanto che ora mi odia. Lei dopo avermi giurato che mi amava,ha detto che non prova piu'nulla per me che vuole riprendersi la sua vita...lei che faceva carte false x me. Non so cosa fare mi sento perso.
    -5
    Rispondi a Dyd Commenta l’articolo

    • Avatar di Alessia

      Alessia 4 anni fa (3 Agosto 2015 20:31)

      Dyd mi spiace che tu soffra. Chiedere spiegazioni e assillare nell'immediato succede spesso, non fustigarti in merito. Credo che sia una cosa che facciamo tutti. Non so se ci siano motivi per cui è passata da dirti che ti amava al mollarti. Tu approfitta delle ferie e parti, fai affidamento sugli amici per distrarti.
      0
      Rispondi a Alessia Commenta l’articolo

    • Avatar di antonella3

      antonella3 4 anni fa (4 Agosto 2015 0:04)

      Ciao Dyd . Un anno e mezzo fa , io piangevo in mezzo al letto dicendo " ed io ora che faccio senza di lui?", come se la mia esistenza si sostanziasse solo della sua presenza. Dunque comprendo il tuo dolore. Ho trovato il blog e mi ha aiutato tantissimo. Mi ha aiutato soprattutto a capire che dovevo realizzare i miei obiettivi. Io so che ora ricordi solo le cose positive e ti sembra tutto inaccettabile ed orribile, ma prova a pensare ad una cosa. Era tutto perfetto con lei? Quante volte la situazione ti ha destabilizzato, quante volte eravate insofferenti? Tu dici che lei ha fatto carte false per te in passato. Forse non era un rapporto paritario . Nessuno dovrebbe fare carte false. L'ho fatto io per prima e mi ha "solo" esaurito le energie. Forse questo rapporto, non era la miglior cosa né per te, né per lei. Con molta umiltà ti invito ad affrontare il dolore e poi ripartire. Ci saranno ricadute, anche di questo ne so qualcosa, ma vai avanti. Tutto ti servirà per vivere in futuro relazioni più mature. Forza
      0
      Rispondi a antonella3 Commenta l’articolo

  5. Avatar di Lorenzo

    Lorenzo 4 anni fa (10 Dicembre 2015 18:44)

    Ciao a tutti, avevo fatto ad aprile il punto della situazione dopo una rottura che mi stava consumando. Penso che lo schema sia comune: prima ragazza, convivenza, grandi proclami di amore, poi lei si allontana, ti tiene sulle spine tra slanci incredibili e una freddezza debilitante. Tu (sbagliando) allora ti concentri su questo rapporto per cercare di salvarlo, trascurando anche il lavoro. Infine, lei ti dice che 'e' ancora molto attratta, ma non sa se quello che avete e' quello che vuole (la settimana prima intanto ti diceva che si vedeva sposata con te, e ti ha presentato ai genitori in grande stile). Tu soffri e col tempo realizzi che in realta' quando ti diceva 'non sono mai stata cosi' bene con nessuno, sei l'amore della mia vita', era una frase che aveva gia' detto a tutti gli ex (magari pensandola davvero, non lo metto in dubbio): devastante, perche' tu ci avevi creduto davvero, e invece fai la fine di un numero in una lista. Tra un ex e l'altro passavano si' e no un paio di mesi. Io stesso sono arrivato due mesi dopo la fine di una storia sua importante di due anni dove si parlava di matrimonio...io ho fatto l'errore di pensare 'eh, ma con me sara' diverso'...a occhio e croce direi che non e' stato cosi'. I mesi sono passati. A volte mi capita (non so se sia masochismo) di dare un'occhiata a foto dell'anno scorso che ricordano momenti all'epoca molto belli. Sono abbastanza sicuro di non sentire nostalgia o dolore, ma grande indifferenza mescolata a della rabbia. L'indifferenza mi lascia perplesso, perche' e' come se stessi sfogliando un calendario di appuntamenti, invece di pezzi di vita dove ho lasciato il cuore. Ho imparato a convivere con la rabbia, a volte penso sia una questione di sciocco orgoglio, ma e' piu' probabile sia il sentimento naturale che sorge quando vieni a sapere per interposta persona che la tua ex si sposera' a breve con un ex compagno di liceo, a meno di 10 mesi da quando vi siete lasciati dopo un anno di convivenza, quando lei la settimana prima ti diceva che si vedeva sposata con te e con I tuoi figli. Con questo ragazzo si e' vista poche volte (lei e' qui negli USA con me, lui e' in Germania regolare) e solo durante giorni di ferie sparsi durante l'anno. Non so se sono io ad avere poca esperienza nel campo e magari a non avere gli strumenti per comprendere, ma un matrimonio cosi' veloce e in queste circostanze mi deprime (e molto), perche' e' come se togliesse tutta la dignita' e l'importanza alla storia che io e lei abbiamo avuto, e io mi sento uno straccio. La fine di questa storia e' stata (come per tante persone del resto) traumatica, ho passato un anno infernale: ho dovuto andare via di casa e ricostruirmi una vita. Io e lei lavoriamo nello stesso posto, e tanti amici miei erano suoi acquisiti. Ogni volta che li vedevo (ora non piu') andare a pranzo, l'unica cosa a cui pensavo era di come prima andassi anche io a pranzo con loro e ora non piu'. Ho chiuso I rapporti con tutti loro per ragioni di sopravvivenza (per quel che e' possibile), e spesso sono tentato di chiudere anche quelli con amici che sono stati di entrambi prima che io e lei ci mettessimo insieme. E' forse molto infantile come cosa, ma vedere come la gente che hai intorno e' insensibile e non si fa problemi a parlare apertamente del fatto che 'lei questo weekend va all'addio al nubilato della tua ex', o sapere che io salto fuori nei loro discorsi mi fa imbestialire. Tutte queste contingenze non mi hanno permesso di chiudere definitivamente con il passato. Io mi sono creato un giro di amici del tutto nuovo, che mi fa stare bene...eppure spesso quello a cui penso e' di come la mia vita sia stata sconquassata e di quanto io abbia sofferto, mentre la vita di lei sia rimasta quella di prima, senza cambiamenti, anzi: addirittura va cosi' bene che si sposa. Non puo' aver sofferto, altrimenti non si sposerebbe dopo pochi mesi con uno che non vedeva da 10 anni e che all'improvviso e' ricomparso qualche weekend. Mi sento svuotato e non faccio altro che augurarmi che tra un annetto o due io venga a sapere di un divorzio...ma ovviamente non e' un vivere sano. Sto forse sbagliando qualcosa nel mio modo di gestire la cosa? Come posso fare ad andare davvero oltre se c'e' sempre qualcosa che mi ricorda che io sono stato con lei e che ora lei si sposa?
    6
    Rispondi a Lorenzo Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 anni fa (10 Dicembre 2015 18:57)

      Oddio, detto papale papale: non è che un matrimonio sia garanzia di felicità, pienezza e "realizzazione" e un non matrimonio non lo sia. Detto questo, mi pare che la tua analisi sia di una lucidità ammirevole e mi pare che le decisioni che hai preso (amici vecchi, amici nuovi etc) siano nella direzione giusta e abbiano l'obiettivo di tutelare te stesso, tirarti fuori da questo "lutto" - perché di lutto si tratta - e di portarti a vivere una vita piena e appagante per te. Gli amici che ti parlano di lei sono dei maleducati sadici e stronzi che è meglio lasciare a se stessi. La rabbia che provi è umana e naturale. Il suggerimento è: finire di elaborare il lutto, trasformare la rabbia in energia da investire su progetti personali - sei un ragazzo intelligente e ricco di doti, è evidente - e soprattutto sul "crescere" dal punto di vista emotivo in modo che le relazioni con stronze (di stronza infatti si trattava, bene che se la sia presa un altro, se è lecito esprmersi in modo così poco corretto) per te siano finite qui.
      8
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di helen

      helen 4 anni fa (10 Dicembre 2015 23:58)

      Ciao Lorenzo ti auguro una bella relazione. La meriti. Non c'è bisogno di aggiungere altro.
      0
      Rispondi a helen Commenta l’articolo

  6. Avatar di Shy

    Shy 4 anni fa (14 Maggio 2016 13:11)

    Io credo che spesso ci si faccia ingannare dalle prime attenzioni, poichè all'inizio lo stronzo con la S maiuscola fa di tutto per conquistarti, e vuoi per ingenuità, vuoi per debolezza, a volte (per non dire spesso) noi donne ci caschiamo. Passato il tempo, uno si rivela per quello che è ma noi siamo attaccate alla versione iniziale, idilliaca dei primi tempi e ci focalizziamo con tutte noi stesse su quel periodo, senza voler vedere che quelle attenzioni altro non erano che fittizie, atte a raggiungere uno scopo. Lo stronzo/stronza non ha reale interesse per te, è stronzo proprio per questo. Senza generalizzare, è facile comportarsi da stronzi per tutti, quando non si è realmente interessati. Credo che il problema insorga quando, una volta appurato che non c'è l'interesse, si persevera nella relazione perché ci sono degli schemi psicologici errati di base: si crede di non meritare di più, e viceversa se troviamo un uomo che è realmente interessato, tendiamo a svalutarlo con pensieri tipo: "se è così preso da me significa che è uno sfigato" . E questo tipo di pensiero nasce da una profonda insicurezza di sè, che non è facile acquisire se non dopo una grande introspezione di noi stesse e perseveranza nell'accettarsi per come siamo.
    2
    Rispondi a Shy Commenta l’articolo

  7. Avatar di loretta

    loretta 4 anni fa (12 Maggio 2016 11:48)

    Ciao, vivo un amore "malato": l'ho conosciuto in disocteca, mi ha avvicinata e chiesto il numero. Non ricordavo nemmeno il suo volto. Ci siamo visti poche ore dopo di domenica, siamo stati insieme tutto il pomeriggio con lui che mi diceva come lo stimolavo sessualmente e come lo facessi impazzire. Non abbiamo fatto l'amore anche se lui voleva , io ho detto no. Nei giorni seguenti lo pensavo molto, ed ho iniziato a stuzzicarlo chiedendogli di uscire e lui mi adduceva un sacco di scuse. Poi ce l'ho fatta e lui mi dice che non vuole una storia seria e che se vede che la diventa seria sparisce. Gli chiedo di no fare questo con me e che deve parlare in un verso o in un altro. Lui il sabato esce con gli amici ma se ci troviamo in discoteca lui si ancora a me e non mi molla fino a che non vado a casa. Mi fa piacere questa cosa ma mi fa rabbia perchè se gli dico di andare con i suoi amici, mi dice di no che sta con me e allora perchè non esci con Me? Il giono di pasquetta mi dice "io sto troppo bene con te, ti voglio bene, ma non ho le palle x lasciarti, se lo deve fare qualcuno lo devi fare tu...e mi abbraccia"..comodo!!! ora sè qualche giorno che non lo sento. Gli ho mandato sms nel quale chiedevo se era tutto a posto, mi risponde che è lunatico (vero) è che mi aveva detto che aveva bisogno dei suoi spazi...... Ma se lo incontro sabato sera in discoteca lo rompo:giuro!!! Lui ha 41 anni, io 52 sono stanca di essere trattata così, ci metto la buona volontà, ma soffro, soffro un casino e non riesco a sganciarmi da questa storia..... Loretta
    -13
    Rispondi a loretta Commenta l’articolo

    • Avatar di London

      London 4 anni fa (12 Maggio 2016 12:06)

      Ti giuro Loretta che se non avevi scritto le vostre età, mi ero immaginata una storia tra due adolescenti…
      27
      Rispondi a London Commenta l’articolo

    • Avatar di elisa

      elisa 4 anni fa (13 Maggio 2016 7:47)

      Anch'io giuro! sono rimasta sconvolta quando ho letto l'età!!!
      1
      Rispondi a elisa Commenta l’articolo

    • Avatar di cindy

      cindy 4 anni fa (12 Maggio 2016 16:37)

      Cara Loretta, uno che ti parla di sesso il giorno dopo senza nemmeno aver parlato di altro...diciamo che è un "personaggietto" facendo il verso ad un famoso comico/politico...Io, se uno che conosco da poco mi incomincia a parlare di sesso, viene rispedito da dove è venuto. Mi è succceso la settimana scorsa. Io sono una persona! Se vuole del sesso, vi sono in giro varie opportunità :-) Io cambierei ambiente e soprattutto cercherei di non vederl operchè questi soggetti altamente disturbati usano tale tecnica su grandi numeri: rimorchio in giro , cerco di arrivare al sodo quanto prima, se la tipa ci casca meglio altrimenti altro giro ed altra preda...Loretta sveglia!!! Poveri uomini così vanno lasciati al loro destino. Se ha 41 anni, fai così.."ti voglio, non ti voglio, sono lunatico, non sono lunatico..Mamma mia sei senza speranza e senza ritorno!!! ...Loretta chiedeti perchè vai dietro a gente così...il tuo post trasuda disperazione e non molta coscienza e rispetto di te....
      7
      Rispondi a cindy Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 4 anni fa (14 Maggio 2016 16:07)

      Vorrei capire come si arriva a struggersi (e distruggersi) per uno di cui non ci si ricordava nemmeno il volto.
      6
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  8. Avatar di Angelo

    Angelo 3 anni fa (23 Agosto 2016 4:24)

    Da oltre 4 anni ho vissuto una slendida storia di sesso che ha sublimano i problemi con mia moglie e i suoi col marito. Lei non mi ha mai fatto pressione e sempre dichiarata innamorata ma che percepiva non altrettanto in me. Evidentemente le stava anche bene, ma da qualche mese é successo il patata.
    -7
    Rispondi a Angelo Commenta l’articolo

  9. Avatar di Angelo

    Angelo 3 anni fa (26 Agosto 2016 10:14)

    No Max figurati... ti stai ponendo le mie stesse domande cui io stesso non riesco a dare risposta e mi stai invece aiutando, credimi. La situazione è tragica sotto certi aspetti se ci riflettiamo: io e lei dormiamo con persone che non amiamo più cercando ogni scusa per evitare rapporti in attesa di vederci. Alla lunga é logorante. Comunque questo periodo di reciproche ferie ho deciso di staccare e dedicarmi anima e corpo alla mia famiglia. Spero di farcela. Al rientro spero di riuscire ad aver la forza di fare e dire ciò che sto maturando. .. ma non è semplice Max, specie ad una certa età non essendo entrambi più di primo pelo. Ciao, stammi bene. Un saluto a tutti e w l'amore.
    1
    Rispondi a Angelo Commenta l’articolo

  10. Avatar di Elena

    Elena 3 anni fa (30 Agosto 2016 15:20)

    Fin'ora ho sempre vissuto situazioni simili, ovvero mi sono sempre innamorata a senso unico e quindi mi sono sempre trovata anche a "soffrire" a senso unico. Non ne faccio certo un dramma, ho 21 anni, e le opportunità di sicuro in futuro non mi mancheranno, non nascondo però che le situazioni che ho vissuto in passato (e quella che sto vivendo ora) mi lasciano molto perplessa: non riesco a capire dove sbaglio e perché finisco sempre per sentirmi attratta da uomini che non mi ricambiano, pur tentando di giudicarli nella maniera più razionale possibile e senza idealizzarle. E soprattutto è difficile poi toglierseli dalla testa: ci provo con tutte le mie forze, dedicandomi alle mie attività e ai miei interessi, ma a volte sembra un circolo vizioso. Sono situazioni che alla lunga stancano!
    1
    Rispondi a Elena Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 anni fa (30 Agosto 2016 15:36)

      Non è che è proprio il fatto che non ti ricambino che ti attrae molto? :)
      0
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Elena

      Elena 3 anni fa (30 Agosto 2016 16:03)

      Ci ho pensato Ilaria, ma non credo! Soprattutto per il fatto che mi sto davvero stancando di andare sempre a sbattere lì: è da un bel periodo in qua che sto sempre guardinga e mi auto ammonisco, eppure ci ricasco sempre. Forse il problema sta nel fatto che quando mi sembra di trovare qualcuno che mi apprezza e mi sostiene, o semplicemente mi "bada", mi ci aggrappo troppo.
      0
      Rispondi a Elena Commenta l’articolo

  11. Avatar di Shy

    Shy 3 anni fa (30 Agosto 2016 17:32)

    Ciao Elena, siamo coetanee e anche con lo stesso "problema" di relazionarci con persone che non ci ricambiano, o ci ricambiano in parziale. Io ne sono consapevole, tu sembri avere dubbi al riguardo. Se come dici, non è quello il problema, prova a focalizzarti su quello che per te è il tuo partner ideale, vedi cosa ne esce fuori. Se può aiutarti, io sono giunta alla conclusione che ho poca fiducia in me stessa, per questo tendo a "svalutare" chi mi apprezza (anche nelle amicizie, senti un po' che roba) e a rincorrere chi di me non ha capito niente. Seguendo il blog da quasi un anno ormai, mi sono messa in testa molte convinzioni giuste che prima non avevo. E cioè che anch'io merito un amore felice con qualcuno che mi rispetta, e che devo cambiare schema relazionale. Perché quando troverò qualcuno che mi piace, a cui piacerò allo stesso modo, sono convinta che le mie relazioni sbagliate passate saranno solo un ricordo lontano. Perciò, il mio consiglio è fare prima chiarezza con te stessa e riconoscere i tuoi punti deboli e le tue forze, e poi da lì partire con il correggere ciò che è sbagliato per te, che ti porta a relazionarti con persone che non ti apprezzano. Un abbraccio e buona fortuna!
    0
    Rispondi a Shy Commenta l’articolo

    • Avatar di Elena

      Elena 3 anni fa (30 Agosto 2016 19:28)

      Ciao Shy, ti ringrazio per la tua risposta. Sì, è vero, avere l'autostima bassa di certo non aiuta e so che ci dovrò lavorare e lavorare per continuare a migliorare, con tutti gli alti e bassi che inevitabilmente continueranno ad esserci: mi sa che dalla carenza di autostima non si guarisce mai del tutto, però è sicuramente possibile tirarla su. In realtà sono anche migliorata dal punto di vista delle relazioni, nel senso che almeno adesso mi sto rivolgendo ad una persona che se non altro mi apprezza, mi conosce abbastanza bene e mi capisce (prima, sostanzialmente, le cose me le inventavo io), ma non credo dal punto di vista amoroso. Oddio, nemmeno lui mi pare abbia le idee del tutto chiare, ma giustamente Ilaria ha sempre consigliato di lasciar perdere chi non sa bene cosa fare della sua vita, o peggio ancora chi è rimasto legato a delusioni passate e non riesce a liberarsene (è questo il suo caso). Prova ne sia che lui stesso, chiacchierando del più e del meno, mi ha fatto un quadro della persona di cui avrebbe bisogno e non si è minimamente reso conto di aver centrato in pieno la descrizione di un aspetto prevalente del mio carattere (il che, comunque, vuol dire tutto e niente). Dovrei dilungarmi troppo per spiegarmi meglio, ma come vedi probabilmente nemmeno lui si rende conto di quel che fa e io do troppa importanza a gesti che il più delle volte sono comuni. Ti ringrazio di nuovo per quel che hai scritto, anche io grazie a questo blog sto cercando di migliorarmi e di conoscermi meglio, spero di essere sulla strada giusta.
      -1
      Rispondi a Elena Commenta l’articolo

  12. Avatar di Shy

    Shy 3 anni fa (30 Agosto 2016 19:59)

    @elena brava, stai in guardia perché il tizio confuso alla lunga non porta a niente e soprattutto alla lunga non devi portarcelo, ma vedo che hai già fiutato che qualcosa non va, quindi spero riuscirai ad affinare i tuoi strumenti sempre di più, lo spero anche io per me stessa ;)
    1
    Rispondi a Shy Commenta l’articolo

  13. Avatar di Lidia

    Lidia 3 anni fa (18 Settembre 2016 9:58)

    Ciao Ilaria. Sono Lidia. Io avevo cunosciuto una persona 6 mesi fa. All inizio andava tutto bene. Mi piacceva tanto, dopo un po, avevo visitò tanti suoi difetti, che ho cominciato a non supportarlo piu. Mi dava fastidio che mi toccava. Mi sembrava vechio. Lo trattavo malle. Lui si e allontanato da me. Adesso mi rendo conto che lo amo, soffro io. Ma lui non vogle sapere. Lui dice che non mi ama piu. Ma e possibile che il suo amore per me e sparito en giro di una settimana? Cosa potrei fare?
    -1
    Rispondi a Lidia Commenta l’articolo

  14. Avatar di Angelo

    Angelo 3 anni fa (23 Agosto 2016 4:33)

    Patatrac... finisco perchè mi è scappato l'invio accidentale. Mi sono innamorato anch'io dopo un periodo intenso di amore a 1000 in un crescendo di qualità. E qui iniziano i problemi: svogliatezza sul lavoro, incapacit6di controllare i miei 2 figli in crisi adolescenziale e recuperare il rapporto con mia moglie. Lei tornerà a breve dalle ferie è io partirò per una settimana. Le sto confermando tutto il mio amore per non rovinare la vacanza ma io ho deciso che al rientro le dirò che così non si può continuare e che ho scelto di stare accanto ai miei figli in qs fase delicata. Sto già soffrendo e mi sento da cani, mi sento un vigliacco, ma capisco che è la sola opzione razionale. Soffrirò ancor più perché la vedrò sul posto di lavoro. Prevedo ripercussioni. Penso che sport e amici mi aiuteranno. Che schifo a volte la vita anche se ci son sofferenze ben più gravi delle pene d'amore. Grazie. Angelo.
    -3
    Rispondi a Angelo Commenta l’articolo

    • Avatar di max

      max 3 anni fa (23 Agosto 2016 11:43)

      Fai bene angelo, metti da parte la storia di corna, e dedicati ai tuoi figli ed a tua moglie con responsabilità
      2
      Rispondi a max Commenta l’articolo

    • Avatar di Angelo

      Angelo 3 anni fa (24 Agosto 2016 1:30)

      Grazie Max anche se, credimi, qs non sono corna. Le corna le metto a lei quelle rarissime volte riesco a farlo con mia moglie ormai. Ciao.
      -11
      Rispondi a Angelo Commenta l’articolo

    • Avatar di max

      max 3 anni fa (24 Agosto 2016 10:20)

      Io mi chiedo sempre: È così difficile desiderare e farsi desiderare dalla madre (o il padre) dei propri figli?...è così difficile trovare la bellezza e le emozioni nella donna (o nell' uomo) che si ha scelto di avere di fianco per la vita?...è così difficile assumersi questo compito con responsabilità?...come si sta a dormire di fianco (probabilmente senza abbracciarla più come un tempo) ad una persona che si tradisce?...non voglio colpevolizzarti Angelo, io quasi 2 anni fa ho rinunciato a sposarmi a qualche mese dalle nozze (non perché avessi un' amante pronta al caldo), ma mi fanno tristezza le persone che si sposano e poi si ritrovano ad essere estranei fisicamente e nel dialogo con la persona che dovrebbero conoscere meglio
      9
      Rispondi a max Commenta l’articolo

    • Avatar di Michela2

      Michela2 3 anni fa (24 Agosto 2016 22:16)

      Me lo chiedo anch'io...
      1
      Rispondi a Michela2 Commenta l’articolo

    • Avatar di London

      London 3 anni fa (23 Agosto 2016 12:05)

      E' incredibile ma utile leggere come un uomo scrive della sua sofferenza in amore. Intendo la differenza tra uomo e donna. Ora, se Angelo fosse stata una donna, avrebbe allungato in modo melodrammatico il racconto con la decisione di interrompere il rapporto e forse non l'avrebbe proprio interrotto se non creava troppe sofferenze, anche se un rapporto clandestino ne crea sempre a mio avviso. Quindi nonostante si dichiari innamorato, Angelo decide di tagliare e non di provare a stare con l'innamorata. Certo qui ci sono dei figli ed è sempre più difficile scegliere. Bisognerebbe prendere spunto dagli uomini per vivere certe sofferenze, loro se le vivono sicuramente meglio di noi!!! Sport e amici...:)
      4
      Rispondi a London Commenta l’articolo

    • Avatar di Serena

      Serena 3 anni fa (23 Settembre 2016 16:54)

      Ma l'opzione invece di scegliere coraggiosamente di lasciare tua moglie e di stare con la donna che ami? Come mai non la contempli? Ok i figli, ma non credo che non si siano accorti della vostra crisi matrimoniale... e non credo che nascondere tutto sotto il tappeto offra un valido esempio ai tuoi figli in crescita... A meno che, in fondo in fondo, tu non nutra tutto questo amore per la tua amante...
      2
      Rispondi a Serena Commenta l’articolo

  15. Avatar di marina

    marina 3 anni fa (10 Dicembre 2016 20:51)

    sono una donna di 46 anni da pochi mesi frequento un uomo della stessa età mia,ci vediamo i fine settimana quando siamo vicini e ci vediamo tutto bene,ma quando ci sentiamo su messanger nascono gelosie incomprensoni,addirittura si chiude in un silenzio se non rispondo subito a un suo messaggo,e questo mi fa sentire esclusa infelice,è possibbile che la gelosia possa far fare questo,comportamento strano'
    -3
    Rispondi a marina Commenta l’articolo

  16. Avatar di Augusto

    Augusto 3 anni fa (23 Dicembre 2016 12:25)

    Grazie per queste parole Ilaria. Illuminanti come sempre....aggiungo inoltre che ti seguo sempre su Facebook e oltre a pubblicare articoli riguardo le donne, dovresti scrivere di più anche riguardo il lato maschile. Ti auguro buone feste e buon Natale a te e famiglia.
    2
    Rispondi a Augusto Commenta l’articolo

  17. Avatar di Rocco

    Rocco 3 anni fa (17 Gennaio 2017 10:07)

    Salve Ilaria so che è un sito soprattutto per donne ma vorrei esporle la mia situazione.ad ottobre dell anno passato ho conosciuto una donna più grande di me...io 31 lei 37.inizialmente uscivano con il.gruppo della palestra dove lei lavora due volte a settimana e dove io mi alleno.verso la fine di ottobre le ho chiesto di uscire e lei ha accettato. da subito tra noi c'è stato un feeling tramutato in interesse. Dopo qualche uscita ci siamo baciati e abbiamo fatto l'amore e la cosa è andata avanti per tutto novembre e inizi di dicembre. Specifico il fatto che lei aveva detto sin dall'inizio che non voleva legarsi a qualcuno perché dopo aver sofferto per ben due volte con storie di 9 e 8 anni aveva raggiunto una stabilità mentale una libertà è una indipendenza. Io incurante di quello che mi diceva ho continuato a spingere riempiendola di messaggi chiamate a volte invadendo la sua vita privata portandola ad uno stato di ansia tale da avere il rifiuto nel volermi vedere. Così dopo varie discussioni ci siamo allontanati ma a distanza di qualche giorno lei ha ricominciato a cercarmi chiedendomi addirittura di uscire che poi è saltato tutto a causa di un suo problema familiare. Dopo di questo abbiamo continuato a sentirci sia per messaggio che telefonicamente senza tralasciare il fatto che forse sempre lei a cercare me con qualsiasi scusa banale io però vedendo il suo modo di fare ho pensato di invitarlo a uscire ma ha rifiutato dicendo che al solo pensiero lei va in ansia. Poi ho scoperto che già da un anno quindi prima che conoscessi me lei aveva instaurato un rapporto con un suo amico più piccolo di lei di 14 anni un rapporto di amicizia particolare nel senso che saltuariamente si vedono e anche se non me l'ha detto apertamente sicuramente fanno anche del sesso. A me questa cosa mi ha ossessionato al punto che sono entrato di forza nel suo privato portandola all'esasperazione e facendole prendere la decisione di chiudere definitivamente. Ora sono due giorni che non la sento il che mi pesa tanto e non so come trovare il modo di approcciarla dato l'odio che lei prova per me.ho deciso di lasciare un po' in pace però non vorrei rinunciare a lei anche se devo giocarmela con l'atteggiamento che a lei nei miei confronti prima che succedesse tutto il casino e cioè instaurare un rapporto di incontri saltuari con la speranza che piano piano riesco nel mio intento. Spero di essere stato abbastanza chiaro e spero che potrei darmi dei consigli utili grazie.
    -4
    Rispondi a Rocco Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 anni fa (17 Gennaio 2017 21:07)

      Rocco, non chiamarla più e cambia palestra. Lei non cerca amore, quantomeno non da te. Oltretutto, da quello che racconti sembri davvero ossessionato... e l'ossessione non é amore. Respira, vivi e lascia vivere.
      3
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di max

      max 3 anni fa (18 Gennaio 2017 0:44)

      Rocco, scusa la franchezza, vai in palestra, ma vuoi tirare fuori le pa*le e comportarti da uomo?...non si assilla una donna al limite dello stalking e del suo privato per nessun motivo, nemmeno per amore...poi se ti cerca, dopo che lei frequenta uno "solo" 14 anni più giovane, che fai, le vai ancora dietro?...ad una donna che -capita ad alcune eh- si è dimostrata così immatura...vuoi una donna così?...continua a tampinarla ed auguri...vuoi una donna donna: cambia aria, fatti un esamino di coscienza, fai tesoro delle tue esperienze passate, ed inizia a chiedere e portare rispetto nei confronti dell' universo femminile...ti auguro di innamorarti di una donna che sappia cosa voglia da te, senza nessuna cedevolezza.
      5
      Rispondi a max Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 3 anni fa (17 Gennaio 2017 22:00)

      Sono uscita con un tipo attraente e simpatico che da subito mi ha detto che non voleva impegnarsi. Io ho ignorato quello che mi ha detto, si sa che la gente apre bocca e gli da fiato. Poi ho scoperto che lui aveva una relazione saltuaria con un'altra, mi sono fatta girare le scatole e l'ho perseguitato per un po', sono stata gelosa e invadente. Lui ha deciso di chiudere. Che mi consigli di fare? E dai, su.
      0
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 anni fa (19 Gennaio 2017 15:31)

      Scommetto che il commento di Anna era una risposta ironica a Rocco, ma mi sa che alcuni lo hanno erroneamente preso sul serio.
      2
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 3 anni fa (20 Gennaio 2017 11:48)

      Ahahah! Ero sarcastica, si. Inoltre mi pare utile a volte scambiare i generi, chiarisce molte cose. Gli uomini che fanno così passano per romanticoni, le donne per stalker o per sfigate. Ovviamente può essere salutare anche pensare alle nostre vicissitudini rovesciando i ruoli, offre sempre qualche spunto di riflessione
      2
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

    • Avatar di Lu

      Lu 3 anni fa (18 Gennaio 2017 19:50)

      Ciao Rocco! Secondo me dovresti realizzare che lei non vuole impegnarsi. Ha senso sprecare tanta energia per la causa? Se anche trovi il modo giusto di riapprocciare, cambierebbe qualcosa? Cioè sopporteresti che lei fa sesso con un'altra persona e contemporaneamente cerca te, giusto per non annoiarsi mai?
      0
      Rispondi a Lu Commenta l’articolo

  18. Avatar di Ghost

    Ghost 3 anni fa (2 Marzo 2017 23:33)

    Sono un ragazzo, e per quanto giovane io sia, non dirò la mia età per restare nell'anonimato, vi dico che ho sofferto, tanto, da cambiare, diventare introverso, chiuso, freddo. Solo lei ha potuto tirarmi fuori da cio, la stessa che ha creato questo vuoto, e oggi, lei ha riaperto questa ferita quasi chiusa dopo due anni, allargandola. Scusate la metafora. Ma giuro, non ho nemmeno piu lacrime. Vivi e lascia vivere, muori e lascia vivere.
    -1
    Rispondi a Ghost Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 anni fa (3 Marzo 2017 10:06)

      Ciao Ghost, mi dispiace del tuo dolore e aggiungo che messaggi ambigui come questi e idee ambigue come quelle che esprimi forse servono ad attirare l'attenzione e allo stesso tempo non fanno bene a nessuno. Ti suggerisco di usare altri termini e altri pensieri, davvero, con affetto e partecipazione.
      0
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  19. Avatar di Deb

    Deb 2 anni fa (16 Luglio 2017 21:21)

    Ci terrei a raccontare la mia storia commentando qui perchè la situazione riguarda sia me che un ragazzo: Io e lui ci siamo conosciuti 3 anni fa per gioco su un sito di incontri, abbiamo cominciato ad uscire e frequentarci, all'inizio sembrava che finalmente era arrivata la persona che tanto cercavo, sembrava ci conoscessimo da sempre... Sin da subito sono cominciate le prime bugie, in primis sull'età, mi disse all'epoca che aveva 24 anni(io ne avevo 25) in realtà ne aveva 20... La storia continua tra alti e bassi. La mia famiglia non è mai stata d'accordo. Io ho fatto carte false per lui, in lui avevo tanta fiducia,aspettative, che poi via via sono venuti a mancare per diversi motivi. Lui esce dal servizio di un anno dall'esercito, nel frattempo compro casa, lui non abitando qui ma avendo la famiglia lontano, decidiamo di darci una possibiliyà e convivere (il tutto dopo circa 2 anni di relazione) Con diversi problematiche da affrontare (economiche, incomprensioni, mancanze di rispetto reciproche, mancanze in generale, discussioni animate) più passava il tempo è più mi accorgeva che non era come io avevo pensato fosse. Impulsivamente decido di metterlo alla porta dall'oggi al domani. Lui torna a casa al suo paese. Mi contattava ogni giorno in qualsiasi modo, dicendomi che nn poteva e nn riusciva a stare senza di me, mi dice di aver capito dove ha sbagliato ecc.. Io, nonostante un po' ci stessi male decido comunque di troncare. Dopo due giorni me lo ritrovo sotto casa che mi dice io per te sono disposto anche a dormire in macchina ma voglio stare qui con te e dimostrarti che ho capito dagli errori fatti e chiedendomi di ricominciare più forti di prima. Ad oggi lui non ha un lavoro stabile e vive in macchina, e ci vediamo quando ne abbiamo voglia, io ci voglio andare con i piedi di piombo e ho impostato le mie ragioni... magari crude e ciniche...ma ad oggi non sono sicura di tante cose....nemmeno se lo amo davvero.... Che ne pensate?
    -1
    Rispondi a Deb Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (16 Luglio 2017 21:56)

      Vive in macchina?
      1
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Deb

      Deb 2 anni fa (18 Luglio 2017 14:45)

      Buongiorno ILaria, i primi giorni di poi mi ha detto che ha trovato un bed qnd breakfast a poco e va lì.... In più lui vuole ricominciare da dove abbiamo interrotto... vuole tornare a casa da me io gli ho detto che non me la sento e quindi preferirei si prendesse una casa non appena comincia a lavorare... Non so cosa mi frena , mi pongo sempre mille pensieri (premettendo che anche io in caratteri o facile) Mi puoi aiutare quanto meno a far sì che le decisioni che prendo poi non me ne pento!
      0
      Rispondi a Deb Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (18 Luglio 2017 18:27)

      Scusa Deb, prendi decisioni e poi te ne penti. Mi chiedo su quali basi prendi delle decisioni. Qui ci vuole solo del buon senso, ma minimo eh. Tutto ok con le scelte di libertà e di autonomia e sul fatto che ognuno la propria vita la vive come vuole e secondo i propri standard, va bene essere anticonformisti, ma qui stiamo parlando di qualcuno che non ha nemmeno una casa in cui vivere e che guarda caso ti sta chiedendo di tornare a vivere a casa tua. Ti sembra normale? Ti sembra di poter instaurare con una persona di questo genere una relazione di fiducia? In ultimo: ma qualcosa un po' di meglio e di diverso non c'è nel tuo orizzonte?
      4
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Deb

      Deb 2 anni fa (20 Luglio 2017 17:47)

      Grazie Ilaria... Lui ora si è preso una casa per conto suo in affitto e ha cominciato a lavorare .... Io vorrei dargli un'ultimissima possibilità...andandoci piano piano e mettendolo alla prova...faccio male? Tu ritieni dalle poche righe in cui ho descritto la situazione che lui sia davvero innamorato di me o ancora una volta è una questione di comodo e mi viluole manipolare??
      0
      Rispondi a Deb Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (20 Luglio 2017 17:52)

      La seconda che hai detto. Lo dico chiaro: smettila di considerarti una sfigata che sta qui a preoccuparsi per un barbone fallito. E' insopportabile questa svalutazione di sé che molte donne mettono in atto soprattutto davanti ai peggiori, ai relitti umani. Anche se tu fossi un relitto e se tu pensi di essere un relitto non c'è motivazione per stare con un relitto come questo. La dignità, questa sconosciuta. E basta, e coltiva la tua mente, leggi dei bei libri, elevati, è intollerabile che nel 2017 una giovane stia a perdere il suo tempo dietro una storia tanto deprimente.
      4
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  20. Avatar di Tularosa

    Tularosa 2 anni fa (20 Luglio 2017 18:43)

    Comunque sto tizio, secondo la cronologia dei tuoi post, è passato dallo stare in macchina disoccupato, al trovare un lavoro e una casa dove vivere in pochi giorni...notevole (scusate, commento estemporaneo)
    3
    Rispondi a Tularosa Commenta l’articolo