E’ provato: le donne preferiscono gli stronzi

stronziQuante volte ti è capitato di sentire (e di leggere, anche su questo blog): “Lo so, mi tratta male, non mi rispetta e mi ha fatto soffrire, ma io non riesco a togliermelo dalla testa!” Quante volte ci siamo rese conto che amiche o conoscenti erano in preda a una passione insana per uno stronzo? Quante volte è capitato anche a te, di invaghirti di un bastardo al 100% e magari di innamorarti anche, fidanzarti con lui e addirittura sposarlo? Gli stronzi risultano attraenti per le donne. Ne abbiamo parlato altre volte e abbiamo spiegato che tutte noi, per varie ragioni, sappiamo bene, per esperienza personale, per esperienza tramite terzi o anche solo intuitivamente , che le donne hanno una vera e propria “passione” per gli stronzi.

"Che bello essere e sentirsi stronzi. Dà la sensazione di superiorità. Peccato non averne l’esclusiva. Franco Lissandrin"

Per carità, come abbiamo spesso ripetuto, il bastardo, lo stronzo attraggono sia uomini sia donne: pensa un po’ quanto è popolare il politico cafone che insulta tutti e tutto, inlsuci i più deboli , gli stranieri, i disperati. La bastardaggine, presso alcune menti fragili, viene scambiata per forza e per potenza. Viene confusa con la virilità e da questo ne consegue che il bastardo, lo stronzo diventano attraenti, perché ritenuti “forti” e “potenti”. E in quanto forti e potenti, portatori di caratteristiche positive. Perché facilmente si confondono violenza e forza. Cioè, le menti fragili inconsciamente o consciamente dicono tra sé e sé: “questo è stronzo, quindi forte e potente, quindi saprà proteggere anche me, che sono fragile e vile, dal mondo là fuori, cattivo e prepotente.”. E invece molto spesso è proprio il contrario. Gli stronzi non sempre sono forti e potenti, anzi, anzi. E soprattutto non gliene frega di proteggere nessuno. Gli stronzi usano gli altri e li manipolano, mica li proteggono, altroché. Semmai li rovinano.

La verità è che stare con uno stronzo, avere avuto una storia con un bastardo o in genere essere circondati da stronzi, non fa per niente bene. Non fa per niente bene nemmeno alla salute (questo è importante sottolinearlo) ed è bene che le signore che hanno un “debole” (è il caso di dirlo) per gli stronzi ne diventino consapevoli e si facciano forti per davvero, acquisendo equilibrio e autonomia, in modo da non avere più bisogno di appassionarsi per dei bastardi che rovinano loro la vita.

Gli stronzi e la prova scientifica

Ora, però, il tema di questo articolo non è che gli stronzi fanno male e fanno del male e che se si è appassionate agli stronzi è meglio farsi passare la passione e dedicarsi ad altro, per salvarsi la vita e per vivere meglio, che non è poco.

Questo articolo vuole aggiornarti su uno studio interessante, che riguarda gli stronzi e le donne attratte dagli stronzi. Si tratta di uno studio condotto niente po’ po’ di meno che in un’università inglese, l’Hartpury College, nel Gloucestershire, da due studiose – donne per giunta – Carrie Haslam e V. Tamara Montrose. La ricerca te la puoi scaricare da qui e puoi leggerne il sunto in inglese. Tranquilla che ora comunque te la riassumo io.

"Sei monotono, la gente cambia, il mondo si evolve, solo tu resti il solito stronzo. Giulia Carcasi"

Che cosa hanno fatto le nostre due studiose? Hanno considerato i tratti tipici di un narcisista, cioè di quello che – anche dal loro punto di vista scientifico – appartiene alla categoria degli stronzi per eccellenza, cioè un tipo d’uomo che non ha nessuna voglia (reale, concreta) di impegnarsi a lungo termine, è manipolatore e totalmente inaffidabile. Sono partite dal presupposto che il “narcisista” non è il partner più adatto per costruire una relazione lunga e soddisfacente (proprio per questi suoi tratti caratteristici). Hanno considerato – anche loro come abbiamo fatto noi nei nostri articoli e nelle nostre vite – che molto spesso questi “narcisisti” (o stronzi, come li chimo io, per semplificare e intenderci rapidamente) risultano molto attraenti per molte donne. E si sono poste due domande molto interessanti. La prima: dato che questo genere d’uomo non è il genere d’uomo più adatto per creare una relazione serena e stabile (anzi è il meno adatto) forse che le donne che desiderano avere una relazione stabile e/o sposarsi si sentano meno attratte da lui, proprio per lo stridere tra il loro desiderio e le vere intenzioni/possibilità del soggetto?

La seconda: le donne con più esperienze sentimentali si sentiranno forse meno attratte dal maschio con personalità narcisistica, proprio perché più esperte in fatto di uomini e probabilmente più capaci di riconoscere in un partner potenziale la sua propensione a essere un “buon” compagno o un “cattivo” compagno? Cioè le donne più esperte sanno riconoscere più facilmente gli stronzi e se ne tengono più facilmente a distanza? O no?

Stronzi: che cosa colpisce le donne

Detto in parole povere le domande delle due studiose sono state: se una donna vuole saposarsi e/o mettere su famiglia, saprà tenersi lontana da un narcisista – dato che il narcisista non è affidabile – ? Se una donna ha già avuto esperienze – e presumibilmente delusioni – eviterà i narcisisti? O, al contrario, questi stronzi sono destinati ad avere sempre più fortuna, anche in campo sentimentale?

Ok, questi gli obiettivi della ricerca: trovare le risposte alle domande di cui sopra. Per definire il tasso d’attrazione degli stronzi su diverse tipologie di donne.

La ricerca è stata condotta su 146 donne britanniche di un’età compresa tra i 18 e i 28 anni. Il 76% di queste fanciulle ha dichiarato che desiderava sposarsi/trovare un marito nel breve termine. Il 24% no. Il 52% di queste signore ha dichiarato di aver avuto da nessuno a un massimo di 5 partner negli ultimi anni; il 7,5% ha dichiarato di aver avuto da un minimo di 21 partner in su negli ultimi anni.

"Una volta ero un bravo ragazzo. Poi ho capito che mi diverto di più a essere uno stronzo e inaffidabile. Letto su uno stato di Facebook"

Quindi una parte delle donne “ricercate” a scopo di studio erano donne poco o nulla esperte e una piccola parte donne molto esperte (almeno in teoria, dico io), forse anche in relazione all’età. Bene. A tutte le signore sono state sottoposte 20 affermazioni con le quali potevano trovarsi in accordo o in disaccordo in base a una scala da 0 a 5. Le affermazioni erano ovviamente “orientate” a descrivere i tratti della personalità maschile narcisistica nei suoi comportamenti esteriori. Cioè erano affermazioni attinenti le caratteristiche dei tipici stronzi. Eccone alcune: “In un uomo la sicurezza di sé è molto più attraente che l’umiltà/la modestia”, “La vanità, in un uomo, è molto affascinante”, “Mi sento affascinata e sedotta da uomini che amano e godono a stare al centro dell’attenzione”.

Stronzi e donne: cosa dice la scienza

Ebbene, con grande sorpresa delle nostre ricercatrici, lo studio ha rivelato che proprio le donne più intenzionate ad accasarsi erano anche quelle più attratte dai tratti tipici della personalità narcisistica (cioè tipici degli stronzi), addirittura di più di quelle non ancora in cerca di marito. E proprio loro,  quelle con ambizioni di matrimonio a breve sono state coloro che più facilmente si sono rispecchiate in affermazioni quali: “Mi sento attratta da un uomo che usa l’autorità” e “Un uomo che sul lavoro usa la manipolazione per raggiungere o influenzare il proprio successo è affascinante”.

Tra donne esperte e donne meno esperte non si sono avute significative differenze nelle risposte: tutte attratte dagli stronzi nella stessa misura. Ma attenzione-attenzione: il gruppetto di supesperte (quelle dai 21 partner in su, per intenderci) si è mostrato di sicuro il più attratto in assoluto da uomini stronzi, soprattuto paragonato al gruppo delle poco o nulla esperte (da 0 a 10 partner). Il che dà da pensare…

E molto.

Come fai a recuperare la tua autostima o scoprirla per la prima volta?
Come fai a trovare di nuovo fiducia in te stessa dopo un fallimento o in un momento difficile? Dove trovi tutta la sicurezza che ti serve per avere successo nelle relazioni e nella vita? Scarica adesso l'ebook gratuito "Pronto Soccorso Autostima", ricevilo senza rischi e senza impegno nella tua casella email.
"Il marchio di fabbrica dello stronzo è la capacità di succhiare l’energia alla sua vittima e a chi lo circonda. Robert I. Sutton"

Insomma, se le nostre ricercatrici presupponevano che il desiderio di avere una relazione stabile e la lunga e vasta esperienza in campo sentimentale siano spinte in grado di mettere sull’avviso le donne, condizionandole in positivo nelle loro scelte, beh, sono state palesemente smentite. E, ovviamente, con loro dispiacere. Doppio. Non solo sono state smentite, ma, ovviamente hanno confermato che l’attrazione “incontenibile” per il maschio narcisista, per gli stronzi, non è di vantaggio alle donne: lo stronzo non è materiale adatto a un rapporto soddisfacente e duraturo. Quindi dovrebbe essere evitato da donne desiderose di accasarsi, perbacco!

Le nostre due studiose hanno anche giustificato gli esiti della ricerca dichiarando che purtroppo le caratteristiche peggiori degli stronzi non sono immediatamente evidenti, anche, ormai ci è chiaro, alle donne persumibilmente più esperte…

Ne parleremo in futuro, per ora aspetto i tuoi commenti e le tue opinioni e considerazioni.

Quello che mi sembra evidente in realtà è che non si finisce mai di imparare, anche e soprattutto in campo sentimentale. Per evitare di soffrire e per ottenere quello che si vuole è necessario essere preparate, ma non tanto sul “campo” accumulando storie sbagliate una via l’altra, ma imparando a conoscere se stesse e gli schemi di relazione.

A questo è finalizzato il mio lavoro di coaching individuale e anche i percorsi che ho creato per le mie lettrici:

I 7 Pilastri dell’Attrazione.

è il primo passo verso la conoscenza di te.

Clicca qui per iniziare il tuo percorso de I 7 Pilastri dell’Attrazione adesso.

Come Sedurre un Uomo senza Stress

In questo percorso si spiegano i gradi dell’attrazione “autentica”.

Clicca qui per iniziare il tuo percorso Come Sedurre un  Uomo senza Stress adesso.

 

Lascia un Commento!

371 Commenti

  1. Avatar di Dani

    Dani 5 anni fa (8 Settembre 2015 16:49)

    Cara Ilaria, anch'io trovo interessanti i risultati della ricerca condotta dalle due studiose e condivido ciò che hai scritto a proposito dei comportamenti "illogici" di molte donne. Io non sono mai stata attratta dai narcisisti perché non sopporto gli uomini egocentrici, presuntuosi e pieni di sé, i bellocci che hanno uno stuolo di donne intorno e che sono troppo sicuri di se'. In un uomo ho sempre apprezzato principalmente qualità quali l'intelligenza, l'equilibrio, la sensibilità, il senso di responsabilità, naturalmente coniugati ad un aspetto fisico che fosse di mio gradimento ;-) Due anni fa, però, mi è capitato di imbattermi in uno "stronzo" di cui mi sono perdutamente innamorata e che mi ha fatto vivere due anni sulle montagne russe..... Mi ha fatto soffrire tantissimo poiché con il tempo si è rivelato un uomo anaffettivo, egoista e manipolatore; la sua tipologia corrisponde pienamente al quadro descritto nell'articolo. Mi ero illusa (da ingenua) che con il tempo sarebbe cambiato e si sarebbe innamorato, riuscendo io a compiere "il miracolo"! Invece ne sono uscita con le ossa rotte, pur avendo troncato io questa storia: crisi di ansia, pianti frequenti, pensiero ossessivo ....... Anch'io ero (e sono) alla ricerca di un legame stabile, ma allora ero terribilmente fragile emotivamente e con le idee confuse! Quella storia mi ha costretta a guardare dentro di me VERAMENTE, senza filtri e senza sconti verso me stessa, e mi ha portato ad intraprendere un percorso personale duro ma necessario. Ora mi sento un'altra, più consapevole, più forte e con le idee chiare rispetto a ciò che voglio per la mia vita! E credo proprio che non mi farò più incantare da uno "stronzo" :-)
    Rispondi a Dani Commenta l’articolo

    • Avatar di london

      london 5 anni fa (10 Settembre 2015 14:31)

      Dani, sei stata brava a troncare con lui, a volte è davvero difficile troncare con persone del genere perchè sono, nonostante la sofferenza, sempre li, subdole, a farci perdere energia, magari illudendoci ancora. Penso che serva gran determinazione per farle uscire dalla propria vita.
      Rispondi a london Commenta l’articolo

  2. Avatar di Michela2

    Michela2 5 anni fa (10 Settembre 2015 14:16)

    Sì, brava hai capito il concetto!
    Rispondi a Michela2 Commenta l’articolo

  3. Avatar di Michela2

    Michela2 5 anni fa (10 Settembre 2015 16:30)

    Ah ok Gnuni perchè sei così incattivita? Ce l'hai con questa strana "cultura maschilista" frase che hai ripetuto almeno in 3 commenti e poi te la prendi con le donne bisognose, con quelle che hanno perso tempo con gli stronzi...Un uomo dice una cosa (che puo' essere anche sbagliata)e te la prendi pure con lui...Te la prendi con tutti quindi la tua cultura non è neanche "femminista"...Tu hai una cultura "controtutti"! Non essere così incattivita con gli altri, hai 24 anni sorridi :-)))
    Rispondi a Michela2 Commenta l’articolo

    • Avatar di Gnuni

      Gnuni 5 anni fa (10 Settembre 2015 18:55)

      Io me la prendo con le donne bisognose? Ma quando mai? Va bene, w gli stronzi, abbasso le troi*!!!111!!!!111!! Lo so che non è trendy parlar male del maschilismo di questi tempi. Che strana concezione che hai del "tutti" e de "gli altri", se dovessi davvero incattivirmi per ogni cavolata che sento/leggo starei fresca. Fra i miei commenti ho consigliato anche e soprattutto di non stare male/essere infelici senza un valido motivo, pensi che stessi aspettando te per illuminarmi su questo? Per me parlar male di donne "disinibite" è maschilismo, che ci posso fare? è la mia banalissima opinione e la rispetto; nessuno ti ha mai espresso un'opinione così banale proprio come quella? Non hai mai sentito parlare di questa "strana" cultura maschilista e delle sue tantissime sfaccettature? Molte più di quante credi, il tutto non si esaurisce in "donnamadreincucinacheaspettailmaritochetornadallavoro". E io che ci posso fare? Niente, posso limitarmi a lasciare ben 3 commenti in cui affronto l'argomento appunto, poi che questo mi faccia passare per un'acida francamente non mi importa. Spero che la sostanza delle cose che ho scritto abbia messo la pulce nell'orecchio a qualcuna/o, altrimenti pazienza: io l'ho fatto a fin di bene, non ce l'ho proprio con nessuno. Fra l'altro, cosa ti importa del mio modo di essere? E' un tema interessante per questo blog? In questo articolo si parlava di un determinato fenomeno e del perché avvengano certe cose, la mia risposta è: il maschilismo. Tu oltre a """preoccuparti""" di me e a obiettare sulla mia opinione, ne hai una tua a riguardo sul triste fenomeno di cui parla l'articolo? Non è una cosa da poco, a me rattrista che certe donne soffrano per degli stronzi e proponevo "soluzioni". Tu hai trovato "quello giusto", ok, e il tuo contributo attuale è pensare a cose "frivole" e riderci sù: cosa te ne importa del fatto che una sconosciuta del web, me, sia o meno incattivita, e del perché? Nulla, me l'hai chiesto solo perché non hai di meglio da fare: ma questo blog è serio, non è frivolezza. Io comunque non ho paura di indignarmi, di "scandalizzarmi" anche per cose che non mi riguardano personalmente. Spero di essere stata esauriente. Buona vita!
      Rispondi a Gnuni Commenta l’articolo

  4. Avatar di Gina

    Gina 5 anni fa (10 Settembre 2015 10:53)

    @Dani Io penso che non eri in una situazione di debolezza quando hai avuto a che fare con un narcisista. Avevi le idee chiarissime. Purtroppo hai avuto una forte infatuazione che ti ha resa cieca a chi avevi di fronte. L'innamoramento e' così. In realtà è stata la relazione in se a renderti debole. Lo scopo del narcisista è anche quello di distruggere la partner, perchè è insito nella loror natura essere superiori a tutti e a tutto. Tu eri troppo una ragazza seria, doveva far si che divenissi il tipo di donna ideale per lui. La ragazza che non poteva fare a meno di un uomo meraviglioso come questi tizi amano definirsi. Magari hai avuto un momento di debolezza, ma non potevi superarlo con quelli come lui, perchè loro usano la tua forza contro di te per indebolirti. Mi fa piacere che ne sei uscita, ma forse gli hai concesso troppo all'inizio e ti sei esposta alla sua manipolazione. Ho capito che il segreto per scovare questi stronzi è quello di fargli sudare ogni cosa che vogliono. I narcisisti per prima cosa da una donna vogliono il sesso, appagante e come dicono loro. Non aspettano che tu ti apra lentamente all'intimità. Un donna nella norma si concede sessualmente al proprio partner per gradi. Non si concede totalmente. Ama scoprire poco a poco il piacere e il gioco con il proprio partner. L'uomo giusto e sensibile, anche se gli piace il sesso al massimo, comprende questo stato di cose e lo accetta, sopratutto perchè ama la sua compagna. Il narcista no. Lui vuole tutto e subito e vorrebbe sempre di più ogni volta che fa sesso. Con la manipolazione spesso ci riesce bene. Molte donne risultano turbate e spesso sempre nervose quando fanno sesso con un narcisista, poichè spesso le donne dall'intimità il più delle volte necessitano di tempo per appagarsi, unito alla tenerezza e all'amore proveniente dal partner. Il narcisista e lo stronzo in genere questo non lo fanno, perchè pensano per prima a loro stessi. Una volta raggiunto il loro scopo, si fermano e lasciano la partner insoddisfatta. E ci sono donne che hanno avuto i loro primi rapporti intimi con questo genere di uomini e si sono spesso convinte che il sesso finisca lì. Con la loro insoddisfazione. Credono che sia quello la fine del sesso. In genere sono quelle ragazze che si vergognano dell'autoerotismo e non avendolo mai praticato, e quindi mai raggiunto il climax da sole, nell'intimità con uno stronzo si autoconvincano che quello è il massimo da raggiungere. Invece semplicemente lo stronzo crea uno stato mentale nella donna che la spinge ad acconsentire ai suoi capricci. Non a caso la storia con un narcisista finisce con un tradimento, perchè oramai quello che lui voleva lo ha avuto in fretta. A livello sentimentale poi il narcisista non è in grado di amare nessuno, perchè non ama nemmeno se stesso. Quindi disprezza chi ne è in grado. Per questo tutte le donne che ci hanno a che fare soffrono terribilmente. E al narciso piace da morire la sofferenza che provocano, perchè è una dimostrazione di potere e forza che in realtà non hanno. Quindi quando vi trovate di fronte ad un uomo, non pensate mai al fatto che dovete concedergli tutto quello che chiede, ma dategliene un assaggio piccolissimo e poi negateglielo dolcemente. Se è l'uomo giusto resterà con voi. Se è uno stronzo scapperà in poco tempo. Questo è il segnale maestro. Dovete, dobbiamo, solo imparare ad agire per gradi e non arrivare subito al massimo. Poi che rimane. Nulla. E' come per una scampagnata o una passeggiata. Il bello non è finire di passeggiare, ma la passeggiata in se. Il percorso. Il motto che dice "Il bello non è l'arrivo, ma il viaggio". Se appena ti metti con un uomo, la prima sera ci vai a letto e fai tutto quello che si puo' fare. Poi le volte successive saranno vuote e prive di eccitazione. Perchè si è dato tutto in una volta sola. Quindi agire per gradi ci fa vivere relazioni appaganti e scova piu' facilmente gli stronzi. Perchè loro vogliono tutto e subito.
    Rispondi a Gina Commenta l’articolo

    • Avatar di cinzia

      cinzia 5 anni fa (10 Settembre 2015 14:15)

      Ciao Gina, ho letto con partecipazione e profonda condivisione il tuo post. Sono giunta anche io alle tue conclusioni. Mi permetto di aggiungere che adesso dopo le mie esperienze (non solo sentimentali) non è solo una questione di tempo. Ci sono anche stronzi che possono sostenere un "maratona". Ho imparato in pochi minuti a capire chi ho davanti attraverso la comunicazione. Le parole usate mi danno tutte le info di cui ho bisogno. Leggendo tra le righe delle parole arrivi al vero significato del messaggio spesso squalificante e distruttivo. Ieri per esempio nel mio lavoro, un cliente che avevo già subdorato al telefono essere uno cattivo, si è rivelato veramente perverso..alludendo, screditando poi di persona e ho per qualche secondo provato quel sentimento di stordimento che avevo già provato nelle relazioni sentimentali... conseguenza di una comunicazione subdola e cattiva... ma questo giro è stato semplice...ero consapevole!! Consapevolezza e conoscenza ti aiutano a farti scivolare via le cose. Ti (vi) dedico una cosa bella che ho sentito ad un congresso sull'acqua...la parola conversazione in ebraico ha la stessa etimologia di nuotare..perchè un bello scambio, una bella conversazione è come nuotare...sensazione bellissima di condivisione!!! Le parole belle fanno bene, quelle orribili fanno ammalare.....
      Rispondi a cinzia Commenta l’articolo

    • Avatar di Elizabeth

      Elizabeth 5 anni fa (10 Settembre 2015 21:31)

      Gina non è sempre così purtroppo. Il mio ex carnefice ha aspettato tanto tempo e ha avuto la pazienza di un predatore che sta fermo per meglio aggredire in seguito il cerbiatto.Di umano non aveva nulla. I mostri sono capaci di fare tutto e il contrario di tutto. Non diamoci sempre la colpa (quanto sono stata ingenua blablabla). Se incontriamo un farabutto da bollino blu spesso si tratta di grande Sfortuna! Immaginate che vita di m****a hanno se passano tutto il tempo della loro vita ad architettare un omicidio psichico.uahaha!!!
      Rispondi a Elizabeth Commenta l’articolo

  5. Avatar di bianca

    bianca 5 anni fa (11 Settembre 2015 19:03)

    un uomo che voleva una storia seria con me poi mi ha "mollata" per una storia di solo sesso............... mi ha pure detto che ero "difficile". (?)
    Rispondi a bianca Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 anni fa (11 Settembre 2015 19:40)

      Finché si crede a quel che le persone dicono. Chiunque può farti credere qualsiasi cosa...
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di bianca

      bianca 5 anni fa (11 Settembre 2015 22:12)

      si questo è sicuro, infatti penso che dicesse che ero "difficile" perché siccome mi sembrava troppo perfetto per essere vero non cedevo particolarmente alla sua corte ed insistenza. Il fatto che poi si sia messo con una ragazza solo per sesso mi ha fatto capire che avevo ragione. Che gente che esiste.... e il bello è che credo che lui fosse convinto di essere davvero interessato.
      Rispondi a bianca Commenta l’articolo

    • Avatar di Gnuni

      Gnuni 5 anni fa (11 Settembre 2015 19:58)

      Per me una persona che dice "da te voglio la storia seria/non seria" è da bocciare a prescindere. Queste cose non si dicono, si trasmettono e basta.
      Rispondi a Gnuni Commenta l’articolo

    • Avatar di bianca

      bianca 5 anni fa (11 Settembre 2015 22:17)

      lui mi aveva detto così perché io ero diffidentissima! e quindi sosteneva che se fosse stato interessato solo al sesso non perdeva tempo al primo rifiuto. Diciamo che la frittata sa girarsela bene. La gente credo che si adatti e si mostri a seconda di come sei tu. Avendo capito che non cercavo storie leggere, come poteva attirare la mia attenzione se non mostrandosi amabile, gentile, premuroso, attento ?
      Rispondi a bianca Commenta l’articolo

    • Avatar di Gnuni

      Gnuni 5 anni fa (12 Settembre 2015 16:12)

      Bianca, se eri diffidentissima avevate entrambi un'ottima ragione per chiudere... L'amore non c'entra niente con la sfiducia.
      Rispondi a Gnuni Commenta l’articolo

    • Avatar di helen

      helen 5 anni fa (12 Settembre 2015 11:24)

      Per me l'amore è una cosa che ti capita quando sei impegnato a fare qualcos'altro (forse è una citazione ma non ricordo più chi l' ha detto). Altra strada non c'è.
      Rispondi a helen Commenta l’articolo

    • Avatar di Gioia

      Gioia 5 anni fa (12 Settembre 2015 13:45)

      Si è vero, quando hai tutt'altro per la testa....
      Rispondi a Gioia Commenta l’articolo

    • Avatar di bianca

      bianca 5 anni fa (12 Settembre 2015 18:45)

      sono d'accordo. Lui mi era capitato proprio quando pensavo a tutt'altro... anzi dopo aver dimenticato una persona che mi piaceva molto, ero sicurissima che nessuno più mi avrebbe fatto ribattere il cuore! e, invece, sono stata smentita quando non mi aspettavo niente. La mia diffidenza era anche dovuta a questa breve esperienza...
      Rispondi a bianca Commenta l’articolo

  6. Avatar di claudia

    claudia 5 anni fa (13 Settembre 2015 18:54)

    bhe, è vero. le donne preferiscono gli uomini di apparente sicurezza e autorevolezza. niente di preoccupante però, se pensiamo che anche le femmine di altre specie animali, preferiscono il più forte, il più audace. le femmine, desiderano un maschio forte, capace di proteggere la prole e di tenere in piedi la famiglia. evoluzione a parte, la parte istintuale vince sempre. se l'uomo autorevole, audace con tratti narcisistici, si rivela non capace di soddisfare le aspettative della donna, questo merita un discorso a parte. piuttosto, trovo triste che, le donne, si lascino, troppo spesso, maltrattare. l'altro giorno, la mia figliola adolescente, mi ha raccontto di un'amica, il cui fidanzato l'ha lasciata a piedi durante la notte, e che nonostante tutto, lei lo cerchi ancora. trovo i spiegabile tale comportamento.
    Rispondi a claudia Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 5 anni fa (14 Settembre 2015 17:13)

      Un'adolescente in giro la notte con un tizio che per giunta la pianta per strada da sola? Ma dove cacchio sono i genitori?!? Azzarderei che forse é per questo che 'sta ragazzina continua ad andare appresso a un bastardo simile... Se ha dei genitori strafottenti o comunque assenti, il comportamento del ragazzotto non l'ha indignata come avrebbe dovuto. Falle leggere qualche articolo di Ilaria e anche i suoi commenti sulle storie adolescenziali. Un conto é prendere una cotta per qualcuno quando si é ragazzini, un altro é iniziare anzitempo una relazione. Scusate se vado un po' fuori tema, ma lavorando con adolescenti (sono un'insegnante), sono particolarmente sensibile a questi aspetti. Riguardo all'etologia applicata ai comportamenti umani, per me é una grandissima bufala, propinata alla gente per dare una pseudoattendibilità scientifica dell'inaffidabilità come prerogativa maschile ("l'uomo é per natura infedele perché deve diffondere il suo seme", dixit un minch*one che avevo gi à identificato quale "fimminaro" da evitare) e per intortare le donne, affinché accettino di tutto e di più. Una mia amica, che é una donna molto intelligente ed equilibrata, ed é anche molto più grande di me (ha 47 anni), mi ha recentemente sconvolta dicendomi, a proposito di una conoscente comune che ha "rattoppato" la relazione col marito fedifrago: " Sai, gli uomini hanno due cervelli, uno in testa e l'altro... sotto". Alla mia obiezione, secondo cui tutto é questione di modelli culturali sbagliati, mi ha risposto: "Gli uomini che non comportano cosi sono eccezioni rarissime".
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  7. Avatar di Life

    Life 5 anni fa (14 Settembre 2015 15:54)

    Credo che tutti noi siamo attratti dalle persone interessanti...Stronzi e stronze non lo sono ma si sanno vendere.Credo che le brave persone dovrebbero imparare a vendersi meglio...per non concedere il vantaggio iniziale agli stronzi. Se il bravo ragazzo mi parla per esempio al primo appuntamento del suo desiderio di famiglia e lo stronzo del viaggio in Mongolia che sta organizzando il secondo risulterá piú interessante.L'ideale sarebbe il bravo ragazzo che mi parla del viaggio in Mongolia. E' solo un esempio...ma credo renda l'idea...
    Rispondi a Life Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 anni fa (14 Settembre 2015 15:59)

      @ Life: abbi pazienza, se questo è il tuo modo di ragionare, meglio (per lui) che il bravo ragazzo nemmeno ti si avvicini, ti pare? No, ma scusa, ma tu un viaggio in Mongolia non te lo puoi organizzare per conto tuo? O sei addormentata e hai bisogno del bacio del principe? Su dài, dài...
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Life

      Life 5 anni fa (14 Settembre 2015 18:06)

      No...viaggio anche da sola...ma intendevo dire che le persone devono impegnarsi a risultare interessanti anziché lamentarsi della concorrenza a degli stronzi..Se io andassi in giro a dire che sono tutte stronze perché si fanno carine e parlano di cose interessanti mentre io sono tanto cara e dolce e devo essere amata per quello sarebbe un atteggiamento rinunciatario....
      Rispondi a Life Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 anni fa (14 Settembre 2015 18:10)

      Giusto :)
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  8. Avatar di helen

    helen 5 anni fa (14 Settembre 2015 18:21)

    Simone ti vorrei dire una cosa se non te la prendi a male. Essere prescelta da te mi farebbe venire un po' d'ansia. Hai talmente idealizzato la donna dei sogni che per me, che son fatta anche di incongruenze, debolezze e cadute di stile, saresti assolutamente ansiogeno, mi sentirei investita di una responsabilità enorme. Il flirt non l' hai mai praticato ma penso che serva a conoscere e conoscersi, a prendersi le misure, a sperimentare. Senza farsi mancare una certa qualità.
    Rispondi a helen Commenta l’articolo

  9. Avatar di Lory

    Lory 5 anni fa (8 Settembre 2015 2:43)

    a me francamente, i narcisi non piacciono per niente, cosi come gli uomini sicuri di sè o spavaldi. Per carità...io sono attratta solo dai bravi ragazzi, dolci e timidi. Peccato che non ne ho mai incontrati..
    Rispondi a Lory Commenta l’articolo

    • Avatar di Simone

      Simone 5 anni fa (8 Settembre 2015 10:17)

      Ciao Lory, io non credo che tu non li abbia mai incontrati, perché siamo veramente in tanti. E' molto più probabile che ai tuoi occhi siamo invisibili.
      Rispondi a Simone Commenta l’articolo

    • Avatar di Gnuni

      Gnuni 5 anni fa (8 Settembre 2015 11:48)

      Meno male che il mondo è fatto anche di persone come te che danno importanza all'esistenza di persone la cui comunicazione viene interpretata in maniera del tutto superficiale e erronea come un "Tu non esisti".
      Rispondi a Gnuni Commenta l’articolo

    • Avatar di Gnuni

      Gnuni 5 anni fa (8 Settembre 2015 11:54)

      Lory, io ne ho trovato uno dolce, un po' timido e in gamba :) Ci stiamo solo conoscendo per ora. Comunque ti consiglio di non usare il termine "bravi ragazzi", se no attiri le risposte di stronzi che si credono bravi ragazzi, quei manipolatori misogini la cui comunicazione è in sostanza questa "Io son un bravo ragazzo e nessuna me l'ha mai data, brutte troi* le donne", anche se ovviamente non lo ammettono né a te, né agli altri né a se stessi. Buona giornata :)
      Rispondi a Gnuni Commenta l’articolo

    • Avatar di Simone

      Simone 5 anni fa (8 Settembre 2015 21:52)

      Esatto, io sono un bravo ragazzo e nessuna me l'ha mai data. Da qui a dire che io sia un manipolatore misogino ce ne passa. Chi dovrei manipolare? A che scopo?
      Rispondi a Simone Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 anni fa (8 Settembre 2015 22:01)

      Considerazione interessante. Qualcosa su cui pensare.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gnuni

      Gnuni 5 anni fa (8 Settembre 2015 22:32)

      Perché pensi che io mi riferissi a te? A te ho solo consigliato di lasciar perdere le persone che ti ignorano. Ignorale a tua volta. Comunque, per risponderti, per me un ragazzo che "fa il bravo" - che non sei tu, non ti conosco, non posso saperlo e non mi interessa saperlo - per ottenere che le donne gli vadano dietro o ottenere sesso sta usando la manipolazione e di sicuro "femminista" non è, da qui l'etichetta.. Diversa è la spontaneità di una persona con valori validi, che rispetta gli altri senza secondi fini.
      Rispondi a Gnuni Commenta l’articolo

    • Avatar di Simone

      Simone 5 anni fa (8 Settembre 2015 22:42)

      Mi dispiace, credo che tu non ci possa arrivare a comprendere. Io parlo di essere un bravo ragazzo e tu rispondi col ragazzo che "fa" il bravo per ottenere che le donne gli vadano dietro o ottenere sesso. Io sarò anche rosicone e misogino, ma qui a pregiudizi abbondiamo.
      Rispondi a Simone Commenta l’articolo

    • Avatar di Gnuni

      Gnuni 5 anni fa (8 Settembre 2015 23:04)

      Gli stronzi non piacciono a nessuna delle persone che amano in maniera sana. Tu piacerai sicuramente alle ragazze che hanno i tuoi stessi valori. Cosa ti importa se non piaci a ragazze a caso che fanno la loro vita e hanno una concezione dell'amore del tutto personale ed errata? E' insicurezza la tua?
      Rispondi a Gnuni Commenta l’articolo

    • Avatar di Gnuni

      Gnuni 5 anni fa (11 Settembre 2015 0:54)

      *rettifico: «Come osi non darmela, brutta troi*, io sono un bravo ragazzo!», «Meritate di soffrire e di essere violentate, brutte troi* che state con gli stronzi»cit.inconscie di un pseudo-bravo ragazzo qualsiasi :'D Piccole personalità antisociali crescono. Buonanotte.
      Rispondi a Gnuni Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 anni fa (11 Settembre 2015 10:47)

      @ Gnuni, credo ormai di essere rimasta l'unica a pensare che tu sia animata da ottime intenzioni e da qualche buona idea - non tutte, specifico -; il fatto è che hai un modo di comunicare, articolare il pensiero, di rivolgerti agli altri che, ti assicuro, pare al limite della violenza. Considera quello che ti ho fatto notare e magari apporta dei cambiamenti, per tua utilità e per rispetto degli altri.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gnuni

      Gnuni 5 anni fa (11 Settembre 2015 1:28)

      *inconsce
      Rispondi a Gnuni Commenta l’articolo

    • Avatar di Gnuni

      Gnuni 5 anni fa (11 Settembre 2015 11:08)

      Ok, grazie Ilaria! Ci rifletto sù e provo a fare un lavoro su di me.
      Rispondi a Gnuni Commenta l’articolo

    • Avatar di Simone

      Simone 5 anni fa (14 Settembre 2015 16:15)

      @ Gnuni: Mi ero impegnato a chiudere il discorso, ma sul "meritate di soffrire ed essere violentate" vorrei dire una cosa: ogniqualvolta succede uno di questi fatti cronaca, mi viene da pensare che una parte di responsabilità stia anche dalla parte della donna, per la scelta dell'uomo che ha fatto. Ricordo perfettamente la storia di una ragazza della Campania, che aveva partecipato anche a Miss Italia, la quale stava con un bulletto tipico della zona, che la mandò all'ospedale con la milza spappolata mi pare. Sui giornali fece scrivere: Lo amo. Voglio tornare da lui. E ci tornò. Mesi dopo però, tornò anche in ospedale. Quindi il forte, lo spavaldo, il bello e maledetto hanno successo con le donne, come detto da più parti, anche perché forse legittimati da questi comportamenti. Io, che non corrispondo a questi canoni, ma ho un'idea fin troppo romantica del rapporto di coppia, tanto che per me la donna sarebbe la mia principessa, e torno a dire bravo ragazzo, ho ben poche chanches. Non sono scelte razionali, ok. Però faccio fatica a comprenderle.
      Rispondi a Simone Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 anni fa (14 Settembre 2015 16:45)

      @ Simone: attenzione, attenzione. Io seguo con una certa diligenza le cronache del genere di quella che tu citi, non solo in Italia, ma, quando posso (per motivi di tempo) anche nel mondo anglosassone; come tu puoi immaginare faccio molte ricerche sul tema dell'abuso e della violenza e, riguardo certi schemi comportamentali femminili e di coppia (mai così estremi) ho una piuttosto vasta casistica che mi viene dal mio osservatorio professionale; detto questo, ricordo che il caso che citi tu mi colpì immensamente per la fin troppo eccessiva "banalità" dello schema, tant'è che avevo meditato anche di scriverne. Non sempre poi scrivo riguardo i temi sui quali rifletto, vuoi per motivi di gestione, vuoi per ragioni di opportunità facilmente intuibili. Una delle ragioni per cui volevo scriverne era proprio per "spiegare" uno schema molto diffuso, molto comune tra donne e uomini. E la drammaticità dell'evento da una parte mi avrebbe aiutato a essere chiara. Detto questo ci sono due aspetti da considerare: il primo è che l'esempio che tu citi, pur avendo un sottostante con lo schema della donna che ama troppo (o, aggiungiamo, del plagio, della dipendenza affettiva e della sindrome di Stoccolma), è di sicuro uno schema portato all'estremo, a una situazione patologica piuttosto seria (cioè sono certa che la signora in questione avesse ormai un equilibrio emotivo molto compromesso - cosa che succede spesso in forme di abuso e di violenza come questa - e fosse bisognosa di aiuto e sostegno competenti); il secondo è che, appunto trattandosi di un caso estremo, NON doveva essere portato all'attenzione del pubblico e che questa faccenda dovesse essere affrontata nel silenzio e nella riservatezza coinvolgendo specialisti e operatori della relazione d'aiuto. Il problema è che nel nostro paese la questione femminile è totalmente ignorata a tutti i livelli a partire dai primi rudimenti di educazione impartiti a bimbi e bimbe. E questo non finisce di indignarmi. Questo per dire che la signora ha detto e ha fatto quel che ha detto e ha fatto perché essenzialmente vittima, ormai fagocitata da uno schema distruttivo che l'aveva annullata tanto da farle fare e dire cose contro ogni buon senso e logica e principio di conservazione. Faccio queste considerazioni per ribadire la mia posizione e anche per monito (una volta di più) alle tante donne che si infilano relazioni distruttive, anche se non così estreme ma comunque molto, molto rischiose. Aggiungo, rivolgendomi invece più direttamente a te, che di certo e ovviamente non tutte le donne sono come la signora di cui parli e di certo e ovviamente non tutti gli uomini sono come il compagno di quella signora. Il tuo ragionamento suona un po' troppo "bianco" o "nero". "Per piacere alle donne bisogna essere stronzi". Ci sono un sacco di uomini non stronzi che si accompagnano felicemente a donne. Quindi non è affatto un obbligo essere stronzi per piacere alle donne e avere una vita sentimentale e sessuale appagante. Un po' provocatoriamente mi viene da chiedere: dato che come esistono uomini stronzi e inaffidabili, ma che hanno un'"apparenza" attraente ed esistono parimenti donne stronze e inaffidabili, non è che tu usi un atteggiamento mentale sbagliato ma soprattuto punti a obiettivi sbagliati o, detto in parole povere, a donne che non possono risponderti che in maniera distruttiva? Perché, sai, non esistono le "donne" e gli "uomini" ma esistono le singole persone e ci sono persone e persone, donne e donne...
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Simone

      Simone 5 anni fa (14 Settembre 2015 17:05)

      Cara Ilaria, detto sinceramente non lo so. Esperienza io nei rapporti con le donne non ne ho. Non ho gli strumenti per capire se gli "obiettivi" possano essere sbagliati. Probabilmente il mio modo di pensare è diventato un pò sabotante, così come la visione bianco o nero, con il passare degli anni, nei quali non è successo mai niente. Probabilmente anche un ipotetico corso di laurea sarebbe inutile. Io ho studiato Economia Aziendale, ma non ho certo imparato all'università a fare il commercialista.....
      Rispondi a Simone Commenta l’articolo

    • Avatar di Gnuni

      Gnuni 5 anni fa (14 Settembre 2015 18:14)

      @Simone, non c'era bisogno che mi ribadissi ciò che hai scritto visto che fin dal tuo primo commento avevo capito immediatamente che tu avevi questo tipo di pensieri. Ti rispondo in questi 10 punti: 1) cercati su internet il fenomeno di psicologia sociale che si chiama "colpevolizzazione della vittima". 2) Cercati qualcosa di psicologia attinente ai rapporti di dipendenza basati sul possesso. 3) Leggiti anche che cosa sia la teoria dell'Agenda Setting. 4) La tua principessa? Non sarebbe male anche leggerti qualcosa sul maschilismo benevolente (suona male, lo so, ma gli hanno dato questo nome). 5) Il maschilismo è un sistema culturale interiorizzato (memorizzati bene questo termine) sia dagli uomini che dalle donne. 6) Ai un modo di vedere i fatti di cronaca come se fossero gossip. 7) Impara a vedere le donne prima di tutto come persone, non come oggetti da conquistare. Impara a vedere te stesso come persona che vale a prescindere dall'approvazione altrui/dall'approvazione delle donne. 8) Io penso che prima o poi qualcuna a cui "piaci" la troverai e sarà un'ulteriore conferma della persistente cultura maschilista, visto che una donna che ha rispetto per se stessa, una donna in grado di amare se stessa e gli altri non potrebbe mai scegliere di stare con una persona che ha pensieri misogini come i tuoi. 9) ma la tua felicità non sarà autentica perché proverrà dall'esterno e dipenderai da lei e lei dipenderà da te. 10) E poi scusa, tu pensi che gli stronzi siano felici? Pensi che siano forti? Sono i più infelici e sono i più deboli fra tutti noi.
      Rispondi a Gnuni Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 anni fa (14 Settembre 2015 18:23)

      @ Gnuni, ascoltami bene: ho già detto e ripetuto che credo che tu sia una ragazza intelligente e animata da buone intenzioni che comunica in modo molto molto inefficace, rischiando di sembrare offensiva. Ora in questo commento dici cose interessanti e fai anche una considerazione che non ci si può permettere di fare, proprio perché offensiva e inoltre priva di fondamento reale, di prova o di riscontro pratico. Oltrettutto tu, come tutti noi, non hai nessun diritto di fare un certo tipo di affermazioni. Ti chiedo ancora una volta di riflettere bene su quello che posti. E ricordati che questi miei interventi sono valore anche per te.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gnuni

      Gnuni 5 anni fa (14 Settembre 2015 18:54)

      Capito, va bene. Cerco di evitare qualsiasi possibilità di un'offesa d'ora in poi.
      Rispondi a Gnuni Commenta l’articolo

    • Avatar di Simone

      Simone 5 anni fa (14 Settembre 2015 19:15)

      @Gnuni: sapevo di sbagliare nel risponderti. Posso dirti che professionalmente ho cose ben più importanti da fare, e non mi interessa affatto leggere le sciocchezze scritte da psicologi (dei quali per esperienze personali non ho nessuna stima) su questo dannato maschilismo che ti sei stampata in testa. So già bene che le donne non sono oggetti. Un oggetto non può amarmi e volermi bene.
      Rispondi a Simone Commenta l’articolo

    • Avatar di Gnuni

      Gnuni 5 anni fa (14 Settembre 2015 19:38)

      @Simone, in questo momento ti sta rispondendo la "nuova Gnuni", la vecchia Gnuni ti avrebbe risposto in maniera molto diversa, perciò quello che ti sto per scrivere non è la prima cosa che mi è venuta in mente. Io ti stavo solo invitando a vedere le cose in maniera nettamente diversa da come le vedi tu, in modo da essere più sereno quando ti capiterà di socializzare con una donna. Quei pensieri che hai secondo me non ti aiutano né al buonumore né ad essere positivo nell'interagire con le persone dell'altro sesso. Se vuoi che nella tua vita le cose cambino dipende solo da te, dalla tua volontà di migliorarti, soprattutto per quanto riguarda i pensieri negativi che hai verso te stesso, verso le donne dell'altro sesso e verso il tuo futuro. Gli altri non puoi cambiarli.
      Rispondi a Gnuni Commenta l’articolo

  10. Avatar di Gea

    Gea 5 anni fa (14 Settembre 2015 23:58)

    Non ci siamo capiti. La p. 74 non c'entra niente col mio commento, né tantomeno ho dato del misogino a Pratolini. Quello che avevo da dire l'ho detto. Leggici quello che vuoi. :-)
    Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  11. Avatar di Valeria87

    Valeria87 5 anni fa (14 Settembre 2015 20:46)

    Con tutto il rispetto per Pratolini, non sono d'accordo :-) Fino ai 23-24 non avevo quasi nessuna esperienza in fatto di uomini e relazioni. Quello che so (poco :-) ), l'ho imparato dopo. Non avrò ancora trovato l'amore, ma almeno non perdo più tempo dietro agli scemi, o ne perdo molto di meno.
    Rispondi a Valeria87 Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 5 anni fa (14 Settembre 2015 20:59)

      Se é per questo, in "Metello" (che lessi a 18 anni), c'è un'orribile scena di vendetta fra donne che é un tripudio di maschilismo dietro una facciata di lotta di classe. In breve, per chi non ha letto il libro: Metello, baldo proletario, viene "concupito" da una ricca
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 5 anni fa (14 Settembre 2015 21:10)

      Scusate, é partito il commento prima di finire. Il baldo proletario metello viene "concupito" da una ricca e bella signora che vive ai piani nobili dello stesso palazzo. Al diavolo il commovente matrimonio d'amore con la bella popolana che, all'inizio della storia, andava pure a trovarlo in carcere: la carne é debole e la signora provocante gli fa gola... La moglie cornuta scopre la tresca e affronta brutalmente la "putt*na" (credo la chiami proprio cosi), suonandogliele di santa ragione, graffiandole il bel visino e scarmigliandole le olezzanti chiome. Poi torna a casa, prepara la cena e, quando il maritino rientra dal lavoro, con molta calma gli dice che é pronta la minestra calda. Allora come ora, la reazione della moglie mi suscita orrore. Io avrei avuto disprezzo per la signora (peraltro sposata), ma non mi sarei mai abbassata a una lotta fra donne. Casomai, una bella lezione l'avrei data al maritino... Una minestra bollente si puo' usare in tanti modi! :-D
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di helen

      helen 5 anni fa (14 Settembre 2015 21:58)

      Gea non ti facevo così sanguigna :)
      Rispondi a helen Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 5 anni fa (14 Settembre 2015 23:03)

      Helen, posso essere anche peggio! ;-)
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Etrurianboy

      Etrurianboy 5 anni fa (14 Settembre 2015 22:20)

      Gea, la trama completa del romanzo ha poca attinenza con lo stralcio a pagina 74, dove è contenuta una considerazione che per me è valida. Poi di come si sviluppa la trama della storia mi interessa poco, ai fini della "questione". Valida anche perchè non è maschilismo, che a voi piace tanto mettere in evidenza appena potete, sostenere come un uomo a venti anni possa sfruttare l'energia e la vitalità tipiche del periodo per maturare le prime significative esperienza con l'altro sesso. Solo questo dice Pratolini a pag. 74. Dopo, il romanzo può non piacere, io sempre di lui preferisco ad esempio le Ragazze di San Frediano.
      Rispondi a Etrurianboy Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 5 anni fa (14 Settembre 2015 22:55)

      Etrurianboy, soffermati sull'episodio di cui parlo (che manco so più a che pagina é! :-P ), e rileggi il mio commento. Del romanzo in toto, e dell'opera omnia di Pratolini, poco mi cale in questa sede. Una donna che non affronta il marito fedifrago, ma si sfoga come una cagnetta isterica sull'amante di lui, é un bruttissimo esempio di maschilismo e di stupido odio fra donne.
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Etrurianboy

      Etrurianboy 5 anni fa (14 Settembre 2015 22:33)

      Valeria, ma non'è una questione di contabilità numerica ! Pratolini dice vent'anni per indicare una fase della vita, non'è mica come l'iscrizione all'università che si fa per tutti a 19 anni ! si intende che un conto è maturare le prime esperienze a vent'anni, altra storia è farlo a trenta od oltre. Io ho un conoscente che ha avuto la prima esperienza completa a 45 anni e mi ha detto più volte se potessi tornare indietro ... ma se ci è riuscito lui, anche il nostro Simone lo possiamo considerare ancora in "partita" ... dai Simone, io faccio il tifo per te, se tu avessi avuto qualche anno di meno ti avrei consigliato la "classica" settimana di vacanza a Ios, però ce la puoi fare lo stesso. Spero possa aiutarti il successo professionale che sei in procinto di conseguire e che di sicuro incrementerà la tua autostima. Nel mio caso è stato così.
      Rispondi a Etrurianboy Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 5 anni fa (14 Settembre 2015 23:02)

      Scusa l'ignoranza, cos' é la settimana di vacanza a Ios? Una specie di "puttantour"? Se é cosi, non credo sia il modo giusto di aprirsi alla vita amorosa, tanto erotica quanto sentimentale... A sco*are son buoni tutti! Se invece é altro, potresti spiegarmi di che si tratta? Grazie :-)
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Etrurianboy

      Etrurianboy 5 anni fa (14 Settembre 2015 23:31)

      Gea, a Ios ci si va in vacanza per festeggiare il superamento dell'esame di maturità, quindi per divertirsi, anche con le ragazze e le donne fanno lo stesso. Io ci sono stato a 19 anni e le ragazze che ho conosciuto, da tutto il mondo, erano lì per quello. Quindi erano tutte prostitute "in fieri" ? no, avevano solo tanta voglia di vivere una vacanza all'insegna della spensieratezza. Lo stesso avviene a Ibiza, a Formentera o a Panarea. In un isola in mezzo all'Egeo, in pieno agosto, non occorre starci per sognare la più grande storia d'amore della propria vita, ma il clima è adatto per maturare, se occorre, le prime esperienze con l'altro sesso. Il p.tour è un'altra cosa ... per quello basta salire in auto e fare pochi chilometri, di norma, ma è molto meno divertente e sai perchè ? la vacanza a Ios te la ricordi per tutta la vita, il p.tour la mattina dopo te lo sei già dimenticato. E a me le esperienze piace invece ricordarmele per sempre, come la vacanza fatta a Ios o quella a Ibiza.
      Rispondi a Etrurianboy Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 5 anni fa (15 Settembre 2015 0:04)

      OK, grazie. É la destinazione ora in voga per il tipico rito di passaggio godereccio che puo' piacere come no.... Rispetto il tuo punto di vista, ma non credo che tutti abbiano voglia di ubriacarsi e trombare spensieratamente per sentirsi adulti. E non penso che le ragazze che ci vadano siano pu**ane in divenire. Ognuno fa come crede...
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  12. Avatar di Gteta

    Gteta 5 anni fa (15 Settembre 2015 11:22)

    Beh...che dire...i risultati di questa ricerca mi deludono un sacco... In quanto donna,mi dispiace proprio che tante donne preferiscano autoinfliggersi dolore e frustrazione per stronzoni seriali.Anche perchè, così facendo gli danno sempre più potere!!! Vabeh...mi dispiace ma alla fine che ci posso fare?! Contente loro! Posso solo dire che dare il bel servito a uno stronzo,di qualsiasi categoria , ci rende più forti e interessanti ;)
    Rispondi a Gteta Commenta l’articolo

  13. Avatar di Etrurianboy

    Etrurianboy 5 anni fa (9 Settembre 2015 22:48)

    Simone, vuoi sapere perché, in riferimento al tuo caso ? prova a leggere Metello di Vasco Pratolini, pag. 74, in poche righe lo spiega. Quanto afferma non'è da considerare un punto di non ritorno, ma è una opinione significativa, di un autore che conosceva bene la natura umana, sia maschile che femminile.
    Rispondi a Etrurianboy Commenta l’articolo

    • Avatar di Simone

      Simone 5 anni fa (11 Settembre 2015 9:02)

      Purtroppo non ho il libro, ma vedrò di leggerlo.
      Rispondi a Simone Commenta l’articolo

    • Avatar di Etrurianboy

      Etrurianboy 5 anni fa (11 Settembre 2015 12:50)

      ok, io lo lessi in età "adeguata" quindi al "tempo delle mele", chi era teenager negli anni '80 sa a cosa mi riferisco, applicando solo in parte quanto suggerito dall'autore. Ma, ricordati, non'è per nulla necessario diventare né come il protagonista del romanzo, né emulare un altro personaggio letterario come ad esempio Bel-Ami di Maupassant. Basta seguire le proprie naturali inclinazioni e avvicinarsi a persone che condividano gli stessi valori, come ti hanno già suggerito alcune ragazze qua nel blog .
      Rispondi a Etrurianboy Commenta l’articolo

    • Avatar di Simone

      Simone 5 anni fa (12 Settembre 2015 18:31)

      Allora, se seguo le mie inclinazioni, prevedo molti altri anni di solitudine.
      Rispondi a Simone Commenta l’articolo

    • Avatar di Valeria87

      Valeria87 5 anni fa (12 Settembre 2015 21:16)

      Ciao, Simone. Capisco il tuo stato d'animo. Davvero. Capisco anche che, dopo tanti anni in cui si è cercato un bel rapporto di coppia e non lo si è trovato, la frustrazione aumenti a dismisura. Sono cose che ho sperimentato anch'io. Detto questo, però, ti faccio una domanda: tu cosa penseresti di una donna che passa il tempo a lamentarsi di quanto è triste e sola? La troveresti attraente? Ti verrebbe voglia di iniziare una relazione con una persona così?
      Rispondi a Valeria87 Commenta l’articolo

    • Avatar di Etrurianboy

      Etrurianboy 5 anni fa (12 Settembre 2015 22:36)

      Simone, stai diventando un caso nazionale ! dai, sto scherzando, ma scusa, non puoi farti presentare qualche ragazza da amici o conoscenti ? hai difficoltà evidenti nell'approccio diretto, e torno a ripetermi, il motivo è contenuto nelle poche righe a pag. 74 del libro che ho citato prima. Io proverei una soluzione più adatta a chi, come te, non ha l'esuberanza naturale come tratto fondante della propria personalità. L'auspicio è incontrare una persona interessata ad approfondire la tua conoscenza per sviluppare una relazione seria e matura. Io, personalmente, di ragazze così ne conosco diverse, quindi non disperare, vedrai che riuscirai ad ottenere anche tu la giusta soddisfazione in campo sentimentale.
      Rispondi a Etrurianboy Commenta l’articolo

    • Avatar di Gnuni

      Gnuni 5 anni fa (13 Settembre 2015 15:31)

      meno male che erano le donne le bisognose. Di ragazzi anti-solitudine come Simone ne ho conosciuti a bizzeffe...
      Rispondi a Gnuni Commenta l’articolo

    • Avatar di Simone

      Simone 5 anni fa (14 Settembre 2015 16:03)

      Ci credo che diventa un caso nazionale :p E' una situazione talmente anormale..... Comunque non è che nel caso in cui riesca ad approcciare qualche ragazza, mi precipiti ad esternare la mia storia. Sono in una fase di cambiamento, inizio ad avere la mia realizzazione professionale, mi sento più consapevole e più "maturo". Probabilmente su questa strada succederà qualcosa... Se poi non dovesse succedere non ne farò un dramma.
      Rispondi a Simone Commenta l’articolo

    • Avatar di Simone

      Simone 5 anni fa (14 Settembre 2015 19:07)

      @ Etrurianboy: "... Quella baldanza che osi acquisisce a vent'anni o mai più..." Capito. Si dà il caso che a vent'anni fossi impegnato a cercare di sopravvivere. Probabilmente ho saltato una tappa della vita.
      Rispondi a Simone Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 anni fa (14 Settembre 2015 19:15)

      Simone non metterti a fare la frigna e la vittima che non c'entra niente.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di lulu

      lulu 5 anni fa (24 Settembre 2015 19:21)

      io Ilaria non mi innamoro degli stronzi....ma dell uomo bravo e gentile che poi non ha le "palle" per fare una convivenza o di far crescere il rapporto
      Rispondi a lulu Commenta l’articolo

    • Avatar di Simone

      Simone 5 anni fa (14 Settembre 2015 19:35)

      Ilaria, tu lo sai cosa ho passato io dai 16 ai 23 anni? Non credo. Non faccio né frigna nè vittima. Semplicemente non ho vissuto parte della gioventù.
      Rispondi a Simone Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 anni fa (14 Settembre 2015 19:40)

      @ Simone, no, non lo so. Posso dirti che molte, moltissime persone non hanno vissuto parte della gioventù o hanno vissuto un'infanzia e una gioventù orrende. Non è raro che quelle donne protagoniste di storie come quella che tu hai raccontato abbiano vissuto abusi indicibili. E, guarda un po', proprio per quello poi succede che si comportino come si comportano anche se tu, che dici di aver sofferto, le giudichi. Detto questo, avere avuto un'infanzia e una giovinezza orribili non impedisce di godere del presente e del futuro. Certo, questo comporta un percorso spesso non facile. Se tu sei qui a discutere mi pare che a te si presenti la possibilità di scelta tra lamentarti e atteggiarti da vittima oppure cambiare schema e avere qualcosa di diverso.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Simone

      Simone 5 anni fa (14 Settembre 2015 19:44)

      Ringraziando il cielo non ho subito abusi, ma ho avuto dei bei problemi di salute, dai quali non sono ancora del tutto fuori. Io rispondevo alla considerazione suggerita da Etrurianboy, nel libro di Pratolini. "... Quella baldanza che o si acquisisce a vent'anni o mai più..." Io non l'ho acquisita al momento opportuno, e adesso non ce l'ho. Questo è quello che intendevo dire.
      Rispondi a Simone Commenta l’articolo

    • Avatar di Gnuni

      Gnuni 5 anni fa (14 Settembre 2015 20:17)

      Infatti, Ilaria, non mi sembra corretto che lui giudichi male delle donne su vite private di cui non sa assolutamente nulla e per giunta alle spalle visto che queste donne non possono rispondergli. Un fatto di cronaca tragico come se fosse mero gossip, pettegolezzo...
      Rispondi a Gnuni Commenta l’articolo

  14. Avatar di Cloe

    Cloe 5 anni fa (17 Novembre 2015 23:08)

    Già iniziare a commentare un articolo con "porca miseria", mi lascia un po' perplessa. Comunque credo di aver compreso il tuo punto di vista, ma qui si parla di "stronzi" - persone che ti danneggiano in modo più o meno consapevole- non di altri requisiti che dovrebbe avere un uomo per piacerci. Comunque, io ho conosciuto gente che si reputava alpha da manuale, che andava addirittura in giro con gruppi apposta per mettere a frutto gli insegnamenti.. Che quando mi parlava, mi parlava di curve gaussiane, momenti, strategie e parole giuste. Mi sono sembrate persone molto sole, magari soddisfatte dal punto di vista narcisista o sessuale, ma alla fine, sole. Almeno, per quanto riguarda le persone che conosco.
    Rispondi a Cloe Commenta l’articolo

  15. Avatar di Eleana

    Eleana 5 anni fa (16 Settembre 2015 20:30)

    ciao Ilaria, non sono solita raccontare la mia vita sentimentale ma in breve vorrei descriverti un pò la situazione, magari per sapere cosa ne pensi, non so se riuscirò a farlo obiettivamente e cercherò di essere sintetica il più possibile. Il 25/04/2015 parto con una mia amica, non sto a raccontarti il viaggio. Cmq il secondo giorno di permanenza mi imbatto in un ragazzo francese e parliamo per un giorno intero, usciamo in compagnia e la sera torniamo a casa insieme, da soli. A me non fregava proprio niente di lui.. Punti a sfavore del tipo: aveva chiuso una storia importante a gennaio, non parlava due parole d'italiano, MUSICISTA (o meglio insegnante di musica), apparentemente pieno di sè etc. Punti a favore del tipo: sensibile, determinato, posato, di buona famiglia,intelligente etc. Torniamo a casa insieme e con stupore di tutti non succede niente fra di noi, lui aveva espresso il desiderio di passare la notte con me, avevo pianificato un escursione la mattina seguente e dovevo dormire. dopo tre giorni lui doveva partire e un pò perchè mi piaceva, un pò sotto consiglio dei miei amici, siam finiti a letto. Ho detto: dai sta volta possiamo farlo anche perchè va via e chi si è visto si è visto. Ma non è stato così, messaggi dopo messaggi per due mesi, dove lui continuava ad insistere per avere una relazione, per parlare di progetti, che io non volevo affrontare ed anzi evitavo dando l'impressione di non aver una vita regolare, di non pensare al futuro. Vuoi e non vuoi, mentre lui pensava che io non fossi la persona giusta per lui, io piano piano mi aprivo a lui ed iniziavo a pensare ad una relazione. Tutto questo avveniva tramite sms! Inoltre in tutta questa melma dove penso di aver dato il peggio di me (anche perchè purtroppo sono una persona molto cristallina e questo difetto l'ho acquisto da una mia passata relazione a distanza basata sul rispetto e la sincerità e la fiducia) vi era una situazione transitoria per entrambi: lui impegnato con il trasferimento per lavoro quindi addii con gli amici e serate in cui non ci sentivamo, gli avevano rubato l'auto e quindi era praticamente a terra, io alle prese con la mia prima stagione estiva di lavoro, correlata da disagi di qualsiasi tipo (esempio: locatore bigotto che non mi permetteva di ospitare nessuno in casa etc. etc.). Mi chiedeva di andarlo a trovare per il concerto di fine anno (io lavoro e gli ho detto di no), mi chiedeva di andare al matrimonio del suo amico (con invito anche da parte del suo amico) mi chiedeva di cambiare Università e di spostarmi in Francia ed io non avevo intenzione di farlo. Parliamoci chiaro, non è che io abbia vita facile ed appoggio familiare, sia economico che psicologico, ragion per cui non mi butto allo sbaraglio per qualcuno che comunque agisce in questo modo. Posso mettere in conto che col tempo e con i fallimenti, soprattutto amorosi abbia perso la fede nelle mie capacità (non del tutto, perchè se non credo in me chi lo fa? Io eeed Io! ) Tornando alla storia principale: viene lui a trovarmi! Tempi lunghissimi prima di sapere quando.. Ed io insistevo per saperlo dato che dovevo trovare un appartamento per entrambi poichè non lo potevo ospitare (ma lui da buon francese: uguaglianza, libertà e fratellanza ma soprattutto :Rivoluzione e tagli di teste, NON MI CREDEVA, non credeva che non potessi ospitarlo e mi invogliava a presentarlo come il mio fidanzato o di rimanere nascosto nel mio appartamento!) Pff! ma ti pare che per una volta che potevo permettermi di stare tranquilla, lontana dalla gente di questo posto (cioè gente di montagna che ha come prerogativa bere, far baldoria e farsi i fatti degli altri) e vivere quei pochi giorni con la persona che desideravo, avrei rischiato di mettere entrambi in una situazione di ansia!!?? Col tempo mi sono stancata di situazioni di questo tipo e per presa di posizione preferisco evitarle. Arriva qui il 13/7! Scene da film (ed ecco che qui fuoriesce "Biancaneve") Premetto:entrambi pensiamo troppo, entrambi siamo istintivi, entrambi siamo stati distrutti da storie fallimentari. Avevamo litigato prima del suo arrivo, perchè il signorino aveva deciso di venire da me due giorni,andare in Slovenia in vacanza e tornare due giorni al ritorno (inizialmente mi aveva chiesto di andare con lui, ma io Lavoroooooo fino a metà d'ottobre! e non lascio il mio lavoro adesso, dopo i sacrifici fatti!) da qui ho avuto il sospetto che avesse cambiato idea su di noi e fosse venuto per la prova del nove! MA cmq gli avevo risposto che per me poteva far quello che voleva, che io affittavo l'appartamento per una settimana e che se voleva andar via dopo due giorni poteva farlo ma che al ritorno non ero disponibile. Arriva in Italia dopo 14h d'auto, dovevamo cenare in un ristorante ma era tardi allora ho cucinato io e gli ho mostrato una parte della mia realtà, mi sono aperta. Siamo andati a stare nell'appartamento e abbiamo iniziato questi cinque giorni fra cibo, sesso, musica e parole. Ma non ho mai affrontato l'argomento relazione, sono il tipo che odia litigare con le persone che ama e dopo due mesi di liti, conforto, romanticismo ed altro non volevo rovinare tutto. Mi svegliavo la mattina presto, andavo a lavoro tramite passaggi in auto, perchè non mi accompagnava. I primi due giorni usciva di casa ed andava in giro per l'Italia, il terzo giorno è diventato quasi un ameba (credo che avesse abbracciato l'idea che la sua vacanza sarebbe iniziata in Slovenia):era venuto a trovarmi a lavoro e l'ultimo giorno di permanenza aveva deciso di accompagnarmi a lavoro ma io mi sono rifiutata poichè avevo preso degli impegni e di solito io li mantengo (e qui vado contro il tuo articolo sulla coerenza fra uomini e donne, purtroppo e dico purtroppo io sono coerente e non è un vantaggio). Dimenticavo, non ha voluto conoscere i miei amici e posso immaginare cosa la sua testolina abbia potuto concepire ma non ho insistito per approfondire. Non ci vuole un genio per capire quali meccanismi le situazioni contingenti possono creare. Il nostro saluto è stato forse il peggiore della mia vita! Non un addio, solo baci e abbracci e lui che mi diceva: Just thank you! If you act in this way you don't help me! io che riprendo a lavorare fingendo di essere serena lui che se ne va sorridendomi in Slovenia. Gira l'angolo ed io inizio le mie tre ore e mezza di lacrime. Il mio lavoro nel mese di luglio diciamo che non è stato proficuo, ma ciò ha rappresentato una carta a mio vantaggio. Insomma tornato in francia gli ho scritto un bellissimo messaggio al quale ha risposto: Appena tornato. La slovenia era fantastica e metterò le foto su facebook. Just thank you. In sostanza non c'ho visto più. ho commesso l'ennesimo errore di scrivere l'Odissea con frasi (se non volevi che la nostra relazione finisse in una notte, bene sei notti sono meglio di una. Il tuo atteggiamento è cambiato e posso immaginare perchè, so che questa è la fne della nostra storia e mi dispiace della perdita di tempo Etc.) Ed a proposito di messaggi e comprensione queste sono state le sue parole: It wasn't a waste of time. I never thought that. I just had the feelings that it's too hard to understand eachother. And there are too many an too high frontieres. You were perfect and i was very proud to have you in my arms again. I believed in us too maybe more than you could think. i keep a smile when I think about you (you are the only one!!) Just Thank you. Senti visto che sono abbastanza cinica ed ironica ma anche sarcastica: Se è difficile capirsi in italiano, pensa te come faccio a tradurre sta schifezza? Just thank you dovrei tatuarmelo ma preferirei : Only you are welcome! this is the ammount! cmq se provi a tradurre ci sono molte frasi fatte e vuote e se l'avessi davanti...... ma non è finita! IO ho risposto che sarei andata in Francia in vacanza, cosa che sarà e che forse ci saremmo visti.. Poi fine delle comunicazioni, fino a quando per sbaglio non invio un faccina e lui mi risponde. Dopo di che ripensando decido di inviargli una foto di Oslo dicendogli che era meglio andare la.. Di non rispondermi perchè non volevo altre vuote parole e che gli regalavo il mio sorriso che ne aveva bisogno. Lui che fa? risponde con l'altra genialata: I thought about this for too long... I'm truley sorry for this reaction but we had to have in mind that we don't act in the same way, or think or progect for our future. i'm done with distances in every way: kilometers languages way of life.. But it doesn't mean that i rejected or hated our week together.. It was the opposite. It was weird,crazy, calm, smily, huggy, exoticand i really like this.. What will we do if i invite you in my flat? Hope? I don't trust in me anymore.. you don't immagine how much.. truely thank you for this unforgettable week... And don't doubt anything about us.. <3 Intanto ci sono troppi puntini di sospensione e se la mail permettesse le faccine ti invierei la mia faccia attuale! penso che questa mail potrebbe essere oggetto di studio accademico! In sintesi io ho risposto: Che conoscevo le differenze meglio di lui, che gliel' avevo fatto presente all'inizio ma lui si è ostinato, che sapevo che non credeva in se stesso, si vedeva palesemente. che non mi fidavo più di lui e che non avevo gradito la sua reazione, che io l'avevo già scelto e che lui non poteva immaginare, che se si decide di fare qualcosa o la si fa fino in fondo o non si inizia e che le domande che gli ponevo erano: VOUI me o HAI bisogno di Me? Sei in grado di scegliermi e di scegliermi ogni giorno di una possibile vita insieme? Perchè per me in quel caso si possono fare progetti e solo in quel caso.. Insomma sparito di nuovo. ed io vengo sempre accerchiata da larve umane che non sempre mi vado a cercare ma che mi trovano, che prima disprezzo e poi compro. So che questo potrà farti innervosire ma l'unica cosa che ti chiedo è, dato che vorrei affrontarlo, come faccio a far girare la punta della cometa di nuovo verso la coda? so che ovviamente mi dirai di non perder tempo, ma dato che in passato ho sempre deciso di non affrontare la situazione e di lasciar perdere ritrovandomi sempre al punto di partenza, vorrei una buona volta una rivincita! Perchè signori, io non ero così perdente in amore in passato.. E la cosa mi rode moltissimo.
    Rispondi a Eleana Commenta l’articolo

    • Avatar di helen

      helen 5 anni fa (16 Settembre 2015 22:29)

      Eleana ...il dono della sintesi
      Rispondi a helen Commenta l’articolo

    • Avatar di Valeria87

      Valeria87 5 anni fa (16 Settembre 2015 22:30)

      Ciao, Eleana. L'unico modo per smettere di essere "perdente" è smettere di sprecare tempo dietro a questo cretino. Ma già lo sai, non c'è bisogno che te lo dica io :-) Ci sono diversi punti del tuo racconto che mi inquietano un po'. Per dire, decidi di andare a letto con qualcuno "sotto consiglio dei tuoi amici"? Ma scusa, hai bisogno dei tuoi amici per capire se un uomo ti attrae oppure no? Poi dici che di lui non ti importava, che ti ha convinta ad avere una storia via SMS... Scusa, ma che roba é? Altro che rivincita. Finché continui a rimestare in questa melma, a ricordarti ogni singolo dettaglio insignificante, a me sembra che continui solo a perdere dignità...
      Rispondi a Valeria87 Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 anni fa (16 Settembre 2015 23:03)

      Poi ci si lamenta degli uomini stronzi. Che fare scempio non solo del buon senso e della logica, ma pure dell'inglese non sta proprio bene...
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 5 anni fa (16 Settembre 2015 23:07)

      Eleana, perdonami, ma non sono riuscita a leggere da cima a fondo tutto il tuo "feuilleton", ma qualche elemento allarmante l'ho colto. 1) descrivi lui, appena conosciuto, sulla base di clichés, negativi o positivi che siano. Ti basi troppo sulle etichette e questa é la prima fregatura. Peraltro, che significa "di buona famiglia"? Che garanzie ti dava questo elemento? 2) Fregatura affine alla fiducia nel valore di meri clichés che sostituiscono impressioni fattuali sull'individuo in esame, come ha già notato Valeria87, segui i consigli altrui in une situazione che dovrebbe essere intimamente ed esclusivamente di tua decisione. 3) Scrivi ossimoricamente: "Entrambi pensiamo troppo e siamo istintivi". Come si fa ad essere entrambe le cose al tempo stesso? A me sembra che vi siate trovati (e in qualche modo, e per qualche tempo, piaciuti) in uno psichedelico mondo di pippe mentali e logorrea... Pure le chilometriche mail in inglese del francesino a cavallo tra Italia e Slovenia... non ci hai fatto mancare nulla! ;-) 4) Vuoi la rivincita. Bene... Dichiariamo guerra alla Francia? Coinvolgiamo pure la Slovenia? Ma non é meglio prendere atto che é stata una cazzata e girare pagina? Ti fai solo del male a rimuginare su questa "amourette". Lascia il prof di musica ai suoi spartiti e pensa a cio' che ti fa stare bene davvero. :-)
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 anni fa (16 Settembre 2015 23:12)

      E l'Inghilterra? Io onestamente ho paura che dopo quel commento ci dichiari lei guerra a noi...
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di helen

      helen 5 anni fa (17 Settembre 2015 6:49)

      Eleana scrivi...io odio litigare con le persone che amo... a me sembra una confusa storia di azzerbinamento infatti che si conclude con una frase da incorniciare : io non ero così perdente in passato. Cioè prima dici che hai collezionato storie fallimentari e che sei circondata da larve umane che prima disprezzi e poi compri e poi che non eri così perdente. Faresti anche tenerezza non fosse che a tratti ti avverto molto piena di te, molto compiaciuta delle tue mosse a effetto, molto narcisista anche (come se tu descrivessi le tue azioni rimirandoti allo specchio).
      Rispondi a helen Commenta l’articolo

  16. Avatar di Debora

    Debora 5 anni fa (17 Novembre 2015 16:09)

    Ciao Ilaria, come ormai avrai capito sto con un uomo sposato. La storia dura da 3 anni, dei quali 2 io vivevo in casa da separata con mio marito. Il mio uomo sposato vice ancora con la moglie che sa del suo innamoramento verso di me (mi conosce di vista). Ovviamente non lei non vuole che lui la lasci, vivono in una casa di 3 piani di proprietà dei genitori di lei, dove ci sono l'appartamento dei genitori di lei, del fratello di lei e il loro. Non hanno figli, ma lui nonostante stia facendo un percorso di psicoterapia non riesce a dire addio a lei anche se non ha più rapporti ne di sesso ne quasi di condivisione vita di coppia. So che devo pensare a me e non a lui o a loro, ma non capisco sono infelice in entrambi i casi, sia togliendomi di mezzo...che rimanendo così con lui. Ho paura e confusione.
    Rispondi a Debora Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 anni fa (17 Novembre 2015 16:14)

      Ciao Debora, oltre a fornire dettagli sulle condizioni abitative della coppia (che sono di sicuro essenziali), scrivi "Ovviamente lei non vuole che lui la lasci". E' un ovviamente per te e per lei, forse: ma non è che agli uomini bisogna stare attaccate come delle cozze. E lui, "ovviamente" fa decidere alla moglie, è così? Come saresti felice, tu? Con lui tutto per te? Immaginati lo scenario, con sto pezzo d'uomo...
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di bianca

      bianca 5 anni fa (17 Novembre 2015 16:34)

      Ilaria ha ragione.. certi uomini è meglio perderli.. anche se ti sembra impossibile pensare questa cosa.. ma un bel giorno ti accorgerai che è davvero così. A me, spesso, fa rabbia non tanto il fatto che la storia o frequentazione sia finita ma mi fa rabbia rimanere attaccata a qualcuno che, usando la ragione, comprendo che è meglio perdere che trovare! questo si che mi fa male... ma mi rendo conto che, purtroppo, se ne esce poco a poco. Ma mi da molto fastidio pensare a chi so che non mi merita per niente e nessuna ragione che dovrei proprio cancellare.
      Rispondi a bianca Commenta l’articolo

    • Avatar di helen

      helen 5 anni fa (17 Novembre 2015 16:43)

      Per questo bisogna tagliare al momento giusto. Così anche questi "strascichi" durano meno.
      Rispondi a helen Commenta l’articolo

    • Avatar di bianca

      bianca 5 anni fa (17 Novembre 2015 17:50)

      Helen per me è stato difficile perché ho continuato a sentirlo sempre... Da un lato chi sparisce improvvisamente ti lascia una rabbia dentro ma, paradossalmente, forse è meglio... superi tutto prima perché non lo vedi e senti più..
      Rispondi a bianca Commenta l’articolo

    • Avatar di helen

      helen 5 anni fa (17 Novembre 2015 19:47)

      No no non è lui che deve sparire, sei tu che devi sparire prima appena senti puzza di bruciato. Si impara tutto nella vita anche il tempismo.
      Rispondi a helen Commenta l’articolo

  17. Avatar di Federica

    Federica 5 anni fa (15 Settembre 2015 13:00)

    Bellissimo articolo.. molto molto interessante.. purtroppo più sono stronzi più ci piacciono.. continuerò a seguire il tuo blog complimenti!
    Rispondi a Federica Commenta l’articolo

  18. Avatar di Etrurianboy

    Etrurianboy 5 anni fa (14 Settembre 2015 23:47)

    Insisti nel voler commentare il romanzo "Metello"; ma non serve, posso essere d'accordo con te, ma la pagina 74 può essere estraniata senza problemi dal contesto, o decontestualizzata, che dir si voglia, perché contiene una considerazione di carattere generale, circa l'impatto che maturare un certo tipo di esperienza esercita su di una persona. E per me è una considerazione valida. Se poi vuoi considerare Pratolini una sorta di misogino a me non interessa, io rimango dell'avviso che sia importante iniziare a conoscere le donne, imparando come stare bene assieme a loro a partire da quando si acquisisce piena consapevolezza della propria dimensione di "soggetto maschile", quindi da quando si inizia a nutrire interesse e attrazione per l'altro sesso. E questo accade a vent'anni, o anche prima e non a trenta.
    Rispondi a Etrurianboy Commenta l’articolo

  19. Avatar di Davide

    Davide 5 anni fa (27 Settembre 2015 5:07)

    Ma porca miseria ciao a tutti, scrivo in risposta all'autrice dell'articolo; mi sembra increbile che ad oggi ci sia ancora cosi tanta confusione nel capire voi donne da parte di voi stesse, l'articolo si dilunga principalmente nell'affermazione che alle donne piace lo stronzo richiamando statistiche e domande insicure sull'argomento, non andando mai a chiarire la situazione per davvero, l'articolo è spoglio, frutto di un ragionamento mai andato in profondita, come se ha parlare era un oceano di paure e dubbi e non una reale indagine. Si perche la verità è che alle donne non piace l'uomo stronzo, ma ha bisogno di un punto fermo, virile, perchè gli istinti e le attrazioni vanno verso cio di cui la tua indole ha bisogno, ovvero protezione, e la forza dà protezione, anche quella dello stronzo, ma è solo illusione, un illusione a cui la poca esperienza, l'insicurezza o la mancanza di valori da a credere, ma la donna matura, che si vuole bene per davvero, che non si fa schiacciare dalla confusione indotta dalla vulnerabilità delle sue sensibilità, non accettera mai l'inganno di uno stronzo, perche sa che nasce dalla debolezza della sua insicurezza. un saluto di nuovo, spero si capisca
    Rispondi a Davide Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 anni fa (27 Settembre 2015 10:24)

      In effetti la comprensione non è facilissima, forse andrebbe migliorato l'uso della lingua, ecco, a proposito di logica, consequenzialità e profondità di ragionamento. Un passo avanti rispetto all'uso della clava in effetti c'è, ma nulla più...
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gnuni

      Gnuni 5 anni fa (27 Settembre 2015 12:11)

      C'è ancora qualcuno che crede alla teoria dell'uomo alpha - che ridere! - così come c'è ancora qualcuno che crede che l'omosessualità sia una malattia e che l'orgasmo clitorideo sia un orgasmo di serie B - ma poi Freud, che ne sapeva? aveva il clitoride pure lui? -, ma negli anni gli studi sono andati avanti - le discipline si aggiornano sempre - e ora si sa che il legame d'amore sano fra un uomo e una donna è un rapporto alla pari, mai basato su protezione, possesso, dominio, pietà e perversione.
      Rispondi a Gnuni Commenta l’articolo

  20. Avatar di eleonora

    eleonora 5 anni fa (15 Settembre 2015 5:12)

    tutto ovvio. alla base,credo,la ricerca di sicurezza in uno apparentemente sicuro di se';invece solo vigliacco. tutto qua.
    Rispondi a eleonora Commenta l’articolo

    • Avatar di Etrurianboy

      Etrurianboy 5 anni fa (15 Settembre 2015 7:51)

      Cara Gea, la destinazione, quella come altre, è in voga dagli anni '70, a meno che uno a venti anni (20) non preferisca trascorrere una vacanza monastica in un convento di clausura; chiedi pure a chi, e sono milioni di persone a livello globale, abbia trascorso una vacanza in un isola greca o spagnola se sia divertito, o se abbia sprecato il proprio denaro. Poi facci sapere quali sono state le risposte. La mia l'ho data, ed'è uguale a quella di tutti gli altri. Eleonora, chi sarebbe il vigliacco ? ti consiglio di andarci la prossima estate a Ios, ti rilasseresti e ti divertiresti, dal tono astioso e del tutto inutile delle tue affermazioni ne hai parecchio bisogno !
      Rispondi a Etrurianboy Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 anni fa (15 Settembre 2015 8:56)

      @Etrurianboy hai fatto una battuta di infimo livello nella forma e nel contenuto, e per citare te, con un'originalità da milioni di miliardi a livello globale. Hai vinto il "becero d'oro".
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Etrurianboy

      Etrurianboy 5 anni fa (15 Settembre 2015 9:02)

      Va bene, chiedo scusa, sono partito accennando a Simone la vacanza che molti fanno in estate, ma sono stato additato come un istigatore a frequentare luoghi di perdizione per fare un certo tipo di esperienza. Chiunque va laggiù solo se pensa gli possa piacere come meta estiva, non per risolvere problemi esistenziali. Se qualcuno si è sentito offeso dalle mie affermazioni, rinnovo le scuse.
      Rispondi a Etrurianboy Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 anni fa (15 Settembre 2015 9:11)

      Guarda, mi rivolgo a te e mi rivolgo ad altre persone che commentano qui: tu come queste altre persone parlate di temi interessanti, stimolanti e utili per gli altri aggiungendo anche "pezzi" di punti di vista diversi alla discussione che io ritengo estremamente interessanti. Poi sembra che, pur di aver ragione, non resistiate alla tentazione dell'attacco "violento". Rovinate il patrimonio prezioso di idee di cui voi stessi siete portatori. Pensateci.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 5 anni fa (15 Settembre 2015 16:26)

      Etrurianboy, ho detto che ognuno fa come vuole. Comunque, mi sembra che ragioni un po' troppo per estremi. Non é che se uno a 20 anni non ama discoteche e altre fabbriche del divertimento di massa debba per forza andare a rinchiudersi in un monastero. Ci sono tanti altri modi per divertirsi. Si puo' anche gradire più tipi di divertimento, dal viaggio in solitario al campeggio con amici, dal sabato casalingo alla serata al discopub, dal concerto sinfonico a quello rock. Magari uno puo' pure farsi una settimana in un convento ad Assisi dopo una settimana sulla riviera romagnola...
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di helen

      helen 5 anni fa (15 Settembre 2015 18:59)

      Gea c'è un vecchio modo di pensare sulla "iniziazione" maschile che trova ancora molti adepti. Una volta accompagnavano il vergine al bordello adesso si va a Ios. Come se uno non potesse farlo a casa sua semplicemente rilassandosi e lasciandosi andare con una persona che gli piace.
      Rispondi a helen Commenta l’articolo