Sedurre un uomo con il contatto fisico mostrando classe e stile

come sedurre un uomo con il contatto fisicoCome sedurre un uomo con il contatto fisico?

O, meglio, come sedurre un uomo con il tocco?

Cioè come conquistarlo toccandolo nel modo giusto?

Aaargh! Attenzione, non stiamo parlando di nulla di sconcio o indecente.

Non perché non sia cosa buona e giusta toccare un uomo come si deve e come gli può piacere, ma ogni cosa a suo tempo.

Qui non stiamo parlando di particolari abilità, competenze o sfoggio di straordinaria esperienza nella più intima intimità con un uomo.

Stiamo invece parlando di come il “tocco”, discreto e rispettoso sia un elemento che aiuta ad avvicinarsi, a mostrare il proprio interesse e a suscitarlo anche nell’altro.

Nella nostra cultura in genere tra estranei il contatto fisico è nullo o quasi nullo e quanto si è più in confidenza o uniti da legami “speciali” (romantici o del genere genitori e figli, fratelli, sorelle, parenti) il contatto fisico diventa tanto più frequente e più intimo e ravvicinato.

Anche tra amici e amiche.

Certo, quando si tratta di rapporti tra uomini e donne, sia per gli uni, sia per le altre, la questione si fa complicata.

Non bisogna esagerare, non bisogna precorrere i tempi, non bisogna fare quel che non è consentito dal rapporto che ci unisce (pessimo l’eccesso di intimità fisica ad esempio tra colleghi) e, più importante di tutti, non si deve fare nulla che non abbia il chiaro, esplicito e inequivocabile consenso dell’altro.

Va bene.

Torniamo al centro del tema che stiamo affrontando oggi qui: come sedurre un uomo con il contatto fisico, trovando il giusto equilibrio tra un assalto inappropriato e invadente, anche poco dignitoso, e la freddezza totale?

L’equilibrio lo si trova usando un tocco “sensuale” e non sessuale.

C’è una bella differenza.

Come conquistare un uomo con la sensualità

C’è una bella differenza tra un approccio “sensuale” e un approccio “sessuale”.

E alcune ragioni di questa differenza si possono facilmente intuire.

L’approccio sessuale è totalmente esplicito e veicola un messaggio del tipo: “Entriamo in intimità!” anzi, di più: “È fatta, siamo già in intimità, non devi fare nulla, se non corrispondere alla mia intimità”.

È un approccio che può far perdere l’equilibrio a entrambi. Tu sei proprio sicura di voler bruciare le tappe e lanciarti?

E per quel che riguarda lui, magari rimane sorpreso e disorientato dalla tua intraprendenza e può pensare che “ogni lasciata è persa” e cogliere l’occasione al volo senza essere particolarmente interessato.

O che tu corri troppo veloce e lui invece non intende avere già tanta intimità con te.

Perché, come molti, ha bisogno di più tempo e non ha ancora capito se tu gli interessi davvero.

Non è mica vero che gli uomini mirano solo “a quello”.

Tanto più se desiderano una relazione seria.

L’approccio sensuale invece lascia nel “limbo” dell’intrigante incertezza e allo stesso tempo comunica che non si possono oltrepassare (ancora per un po’ o forse per sempre) determinati confini.

Inoltre l’approccio sensuale alza il livello, alza l’asticella e aumenta il tuo valore agli occhi e nella percezione di lui.

Di più. L’approccio sessuale, oltre che essere estremamente primitivo e “basico”, spegne subito la tensione positiva perché, come dire, manda in goal dopo 30 secondi di gioco e fa vincere la partita 7-0.

Come capita in certe competizioni nelle quali chi vince stravince, si impietosisce e gioca a rilento per non umiliare l’avversario.

Tensione zero, proprio. Come i goal dello sconfitto.

L’approccio sensuale, invece, aumenta la tensione e fa crescere interesse, curiosità e coinvolgimento.

È come raccontare una storia, di qualsiasi genere essa sia, riempiendola di sorprese e di suspense.

Desideri il rapporto della tua vita e vuoi scoprire il modo giusto per far innamorare un uomo e costruire con lui una relazione sana, serena e che duri nel tempo? Ecco il precorso che ti guida passo passo nella realizzazione di una vita di coppia sana e appagante, dal primo incontro fino alla convivenza

Accidenti, vuoi mettere?!?

Insomma, l’approccio sensuale è da donne decisamente più intelligenti, più sicure di sé, consapevoli di quello che vogliono e di quanto valgono.

Possiamo usare una definizione vetusta? È da donne di classe.

Il messaggio tra le righe è chiaro? 😊

Come sedurre un uomo con il contatto fisico

"Una donna ha bisogno di un uomo quanto un pesce di una bicicletta. Gloria Steinem"

Il contatto fisico per sedurre, usato in modo sensuale, ha lo scopo non di abbattere tutti i confini e ogni distanza tra te e l’uomo che stai frequentando, ma ha lo scopo di ridurre la distanza e di creare calore e confidenza.

Serve a rompere il ghiaccio e ad abbattere (in questo caso sì) la barriera della totale estraneità.

1) Per cui il primo modo efficace per usare il contatto fisico mandando un segnale di interesse sensuale è salutare con un abbraccio.

Anche se è la vostra prima uscita insieme da soli? Sì, certo.

Siamo italiani e non ci risparmiamo mai con baci e abbracci ad amici, parenti, conoscenti, colleghi.

In questo caso le usanze locali 😂ti aiutano e un rapido ma caloroso abbraccio, con un braccio attorno alla sua vita e l’altro braccio con la mano appoggiata, come per dargli una carezza, tra la sua spalla e il suo petto, è un gesto molto efficace per “scongelare” l’atmosfera.

2) Un secondo modo che ti aiuta a sedurre un uomo con il contatto fisico è toccarlo con leggerezza, ma facendo percepire il tuo tocco, sulla mano o sul braccio in un momento di allegria, dopo che lui o tu avete fatto una battuta o avete visto o sentito qualcosa di buffo e ridete o scoppiate a ridere insieme, o mentre vi dite che il gelato è davvero buono o il posto in cui siete è davvero bello.

Un gesto del genere, fatto in contesto di “picco” di sensazioni positive crea una sorta di àncora, di imprinting, cioè lascia una memoria positiva e incancellabile, tra l’altro con un forte impatto anche a livello inconscio.

Vuol dire che lascia traccia nel suo cervello.

E ci auguriamo anche nel tuo, perché sedurre deve essere un piacere, dato che se non lo è non produce neanche grandi effetti.

Come detto, attenzione ai tempi, al contesto e ai modi.

Poiché, diversamente, è un attimo finire nella famigerata “zona amicizia”.

E se vuoi andare un po’ oltre?

Ebbene abbiamo parlato della zona amicizia e se un uomo ti piace, ma non come amico, ma come compagno, non devi rischiare di entrare nella zona amicizia.

Perché poi sono problemi sia per te, sia per lui.

Quindi, se hai approfondito a sufficienza la sua conoscenza – cosa che io dubito avvenga in una sola uscita – e ti rendi conto che sei riuscita a mandargli segnali di interesse con efficacia, tant’è che ti accorgi che lui li ha recepiti, puoi fare un gesto “risolutivo” che lo incoraggi a darti un bacio.

Perché lo chiamo gesto risolutivo? Perché è un gesto che gli segnala con chiarezza il tuo interesse e che se lui coglie, segnala a te il suo.

Nota bene: questo non significa di certo che lui è pazzo di te e disposto a passare tutta la sua vita con te, uccidendo draghi, attraversando ponti infuocati o lanciandosi nella giungla attaccato alle liane con un coltello tra i denti.

Come fai a incoraggiarlo a baciarti?

Anche in questo caso dovete essere nel contesto giusto e tu devi “sentire” che ci sono tutte le condizioni opportune e che quello è il momento perfetto.

A quel punto gli accarezzi leggermente il collo e gli tocchi i capelli (se li ha, se no, fai quello che puoi accarezzandolo dal collo alla nuca o dalla guancia alla nuca).

Non osi arrivare a tanto o vuoi provare un’alternativa?

Accarezzagli l’interno del polso fino alla primissima parte dell’avambraccio.

Ecco come sedurre un uomo con il contatto fisico, mostrando classe e stile.

 

 

Lascia un Commento!

5 Commenti

  1. Avatar di Emilia

    Emilia 4 settimane fa (1 Settembre 2022 21:11)

    "Gli accarezzi leggermente il collo o gli tocchi i capelli (se li ha, etc...)": sono morta 😂😂😂
    Rispondi a Emilia Commenta l’articolo