Una delle più grandi differenze tra donne e uomini in amore (e un errore delle donne). Prima parte

differenze tra donne e uominiNel titolo ho parlato di uno degli errori delle donne in amore e se ci penso bene, non si tratta di un errore (e basta di pensare sempre di sbagliare e di aver sbagliato!) quanto di una differenza di prospettiva e di percezione che fa parte delle tante differenze tra donne e uomini in amore.

Quello della differenza uomo donna è un argomento  molto ampio e non si può trattare per intero in un solo articolo. E anche gli uomini, come le donne, commettono errori per quel che riguarda l’amore, la seduzione, l’attrazione. In effetti – udite udite, donne incredule e sfiduciate – vi sono uomini che tengono ad avere un sano rapporto di coppia esattamente come ci tengono alcune donne. E, ahimé ci sono uomini che commettono errori in questo ambito esattamente come fanno le donne.

Ne parlo ampiamente nella mia guida gratuita Come attrarre la persona giusta per te in 11 passi. Scaricala subito, se non l’hai ancora fatto.

Qual è l’errore più diffuso  e più comune sia tra gli uomini sia tra le donne, quando si parla di relazione o di inizio di una relazione, o del momento del corteggiamento?

L’errore che commettono più di frequente sia gli uomini sia le donne è: non capire l’altra persona.

E’ una questione più spinosa di quanto si possa pensare. Se ci fai caso nella vita di tutti i giorni, tutti coloro che incontri (probabilmente anche la tua migliore amica e anche tu) tendono a comportarsi con gli altri come se non vi fossero differenze tra loro e gli altri.

C’è una piccola premessa da fare: anche le persone più attente e più sensibili sostanzialmente se ne infischiano degli altri e di quel che accade loro. Ognuno vive nel proprio bozzolo dove sente acuti e fortissimi i propri bisogni e le proprie urgenze e ben se ne guarda di occuparsi e di preoccuparsi di quelli che sono i bisogni e le urgenze degli altri.

"Quanti uomini ho avuto? Miei o delle altre? Mae West"

Ecco perché è necessario diventare autonoma e indipendente: perché se non ci sei tu a farlo, non c’è nessun altro che si occupa di te e dei tuoi bisogni o necessità. Se vuoi essere felice, sei tu che ti devi occupare di questo, cioè di essere felice.

E se vuoi imparare come essere autonoma e indipendente (e quindi più affascinante per un uomo di valore), fai il percorso che ho creato apposta, I 7 Pilastri dell’Attrazione.

Differenze tra donne e uomini ed errori da recuperare

Il fatto è che una volta che si è usciti dal proprio bozzolo di egocentrismo e si instaura una relazione con l’altro, è davvero molto raro che la stragrande maggioranza delle persone si ponga la domanda se tra loro e l’altro ci sia una qualche differenza. Si dà per scontato che l’altro sia una fotocopia di se stessi, che non vi sia alcuna differenza. E qui nasce l’incomprensione e l’incomunicabilità. A tutti i livelli, in tutte le relazioni a cominciare da quelle tra parenti per continuare con quelle tra allievi e insegnanti e poi tra colleghi di lavoro etc.

"Se le mogli fossero una bella cosa, Dio ne avrebbe una. Proverbio Afgano"

In pochisissmi si rendono conto che l’”altro” è “altro” e in quanto tale probabilmente diverso.

E e per quel che riguarda le differenze uomo donna, tutto si amplifica: né gli uni, né gli altri sono consapevoli e vogliono farsi carico della differenze tra donne e uomini e di quello che esse significano.

Quindi il primo e più grande errore che commettono sia gli uomini sia le donne quando si tratta di conoscersi e di entrare in relazione è: non capire il sesso opposto.

E quando non si capisce che la persona che si ha di fronte e alla quale si è interessati e della quale magari si è innamorati o ci si sta innamorando sono guai seri, davvero.

Si può davvero rovinare tutto, fare un patatrac.

Che cosa mantiene alto il desiderio di un uomo per te e solo per te?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

Lo spiego bene nel mio percorso come Come sedurre un uomo senza stress, né per te né per lui , che ti permette di capire alcune tipiche caratteristiche della psicologia maschile e di evitare di far scappare un uomo genuinamente interessato a te.

Perché si pensa che la persona sia uguale a noi, la pensi come noi, sia la nostra famosa “fotocopia”. Ma questo non è possibile, non è possibile che le persone siano tra loro perfettamente uguali. E sarebbe terribile, anche all’interno di una coppia, avere questa identità di vedute

Differenze tra donne e uomini e un vecchio inutile mito

In realtà il mito dell’anima gemella è antichissimo e molto radicato. Molti ci sono estremamente attaccati. Sia uomini che donne: ancora una volta abbiamo trovato un errore comune.

Il primo è: non capire il sesso opposto

Il secondo è: avere il mito dell’anima gemella.

Lo so già: ti stai chiedendo stupita che cosa c’è che non va nel mito dell’anima gemella. Ma come, è così bello incontrare una persona con la quale c’è un’intesa perfetta e con la quale tutto possa andare benissimo, filare liscio e si possa vivere felici e contenti tutta la vita?!

"Non amare ciò che è mitico, ma rendi mitico ciò che ami… Anonimo – da un sedile dell’autobus"

Mi spiace deluderti, ma il mito dell’anima gemella è un mito ingannevole e starci attaccata ti porta molto lontano dal vivere un amore autentico. E sai perché? Perché chi crede nel mito dell’anima gemella crede a un ideale d’amore che non esiste – e questo è un problema – e ci crede perché l’idea di incontrare una persona che ti capisca a volo, con la quale non c’è bisogno di parlare per intendersi e che desideri in tutto e per tutto quello che vuoi tu e che desideri tu, serve a placare l’insicurezza, la paura del rifiuto, la paura di rimanere triste e sola, la paura dell’abbandono.

"Io mi baso sull’idea che tutti gli uomini hanno, fondamentalmente, sette anni di età Joan Collins"

Il mito dell’anima gemella serve a vincere l’insicurezza ed è dannosissimo perché descrive l’amore di coppia come unione e fusione, come rifugio e come “tana” rispetto ai “pericoli” del mondo esterno. Allontana dalla realtà, fa vivere in un mondo di fantasia. Soprattutto allontana tutte le possibilità di conoscere uomini interessanti, che siano “diversi”, che aprano altri orizzonti e permettano anche di ingaggiare una sfida di crescita e di sviluppo personale.

Differenze tra donne e uomini e sfide per l’amore

La vita è fatta da un insieme di piccole sfide quotidiane che passo passo portano ad affrontare e vincere le “grandi” sfide della nostra storia personali. Per affrontare e vincere le sfide – piccole o grandi che siano – è necessario affrontare il nuovo, l’insolito, il diverso. Se no si rimane inchiodati alla noia di un’esistenza sempre uguale.

Per avere una storia d’amore felice non bisogna avere timore del “diverso” e del “nuovo”. Non bisogna cercare l’anima gemella, che sia prevedibile e rassicurante, e che, per questo si pensa non possa mai tradire, mai lasciare.

Le persone interessanti non ci raccontano sempre le stesse cose. Gli amori interessanti ci fanno crescere e ci portano fuori dal nostro piccolo ambiente rassicurante. Bisogna uscire dal solito per trovare qualcosa che funzioni davvero per noi.

Ah, dimenticavo! Dell’altro errore tipico (e grave) delle donne parlerò nel prossimo post. E quello rientra tra una delle principali differenze tra donne e uomini in amore, una di quelle differenze che le allontana, per davvero.

Intanto: che ne pensi tu degli argomenti fondamentali dei quali abbiamo parlato, qui: l’anima gemella e il comprendere l’altro sesso? Mi interessa avere la tua opininione.

Per favore, metti il tuo mi piace alla pagina Facebook de La Persona Giusta per Te.

Lascia un Commento!

50 Commenti

  1. Avatar di Rosa

    Rosa 6 anni fa (22 Maggio 2014 12:33)

    @Stella: MI ha colpito molto ciò che hai scritto perché sono una di quelle persone che crede che certi incontri avvengano per un motivo e quel motivo non è necessariamente legato ad una relazione duratura ma quell'incontro era importante perché dovevamo capire qualcosa, imparare o forse ricrederci su delle cose. Bisogna fare sempre tesoro di tutte l'esperienze e, attualmente, ciò che mi è accaduto mi ha modificato... dentro di me c'è qualcosa di diverso rispetto a prima modificando anche alcune abitudini che avevo. Se questa persona, che è stata significativa nella mia vita, non vorrà approfondire la conoscenza, forse doveva imparare qualcosa anche da me.. perché penso, ma ne sono sicura, di avergli dato qualcosa. In un certo senso anche la scoperta del blog e la conoscenza di Ilaria in questo dato momento avrà un senso. :)
    Rispondi a Rosa Commenta l’articolo

  2. Avatar di Al

    Al 6 anni fa (22 Maggio 2014 14:21)

    Anche io penso che certe cose accadano nei momenti in cui siamo pronte a recepirle. Ma non do più quel valore destinico che l'immagine mitica dell'anima gemella contribuisce a dare e, in un certo senso, rafforza. L'uomo ha bisogno di dare senso a ciò che succede, perché senza senso non saremmo umani. Ma allo stesso tempo inizio a pensare che non sia più quella sofferenza, quel "karma", quel nodo irrisolto. Ora inizio a pensare che esistano sfide costruttive e che si possa imparare qualcosa anche da chi ci vuole bene. Quando qualcuno ti vuole bene sei ispirata a fare di più e meglio e dimostrarlo. Dimostrare che puoi diventare migliore di quello che sei stato e di quello che eri. Comunicare è difficile proprio perché più facile cadere negli schemi delle interazioni fisse. Aprirsi agli altri, interessarsi agli altri, ascoltarli senza giudizio, senza imporsi non è affatto semplice. Astenersi dal rispondere alle vuote provocazioni nemmeno. E capire gli altri e soprattutto gli uomini non è facile. Ho imparato di più leggendo "agli uomini piacciono le stronze" che in tutti i libri che ho letto nella mia vita. Quando l'autrice dice che agli uomini piacciono le donne che parlano come loro, intende proprio una comunicazione schietta, senza bronci e sottintesi. Senza vittimismi di sorta. E mi è successo qualche sera fa... un tipo mi fa una proposta indecente, e io fermamente dico NO! Lui mi chiede il perché e io dico semplicemente, senza giri di parole che adesso dalla vita voglio altro. Il fatto che lui abbia detto una cosa tipo: "rispetto!" vuol dire che il mio discorso è stato chiaro, limpido, capito e per l'appunto, rispettato.
    Rispondi a Al Commenta l’articolo

  3. Avatar di eleonora

    eleonora 6 anni fa (22 Maggio 2014 18:04)

    vorrei una riflessione da parte vostra... un tipo,sposato felicemente con bimbi,(ci conosciamo x lavoro)oggi mi ha guardato in modo diverso,mentre gli parlavo....ad un tratto gli vedo gli occhi luminosi e un po' emozionato in volto....... capisco stesse pensando ad"altro"mentre mi guardava...difatti,si alza,si accende la sigaretta,finchè il suo"pensiero"si allontana. so bene a cosa stesse"fantasticando"(da uomo non è difficile intuirlo,son tutti così)tuttavia,ho molto apprezzato che si sia "contenuto"allontanandosi da me mentre si continuava a parlar di lavoro...........voi,che ne pensate?
    Rispondi a eleonora Commenta l’articolo

  4. Avatar di Emanuela

    Emanuela 6 anni fa (22 Maggio 2014 18:21)

    @Eleonora, penso che ti basta davvero poco per capire e costruire castelli. Pensa se invece di allontanarsi e accendersi una sigaretta si fosse avvicinato e ti avesse chiesto di uscire cosa avresti potuto pensare tu!
    Rispondi a Emanuela Commenta l’articolo

  5. Avatar di Goldie

    Goldie 6 anni fa (22 Maggio 2014 19:25)

    Ah certo se parli ad un uomo come un uomo é normale che ti capisca. Prova a parlargli come una DONNA
    Rispondi a Goldie Commenta l’articolo

  6. Avatar di eleonora

    eleonora 6 anni fa (22 Maggio 2014 21:38)

    BOH........NON SO. io credo di aver capito lui......ma x voi,sbaglio io. speriamo sia cosi.significa che non li capisco affatto.MEGLIO.GRAZIE.
    Rispondi a eleonora Commenta l’articolo

  7. Avatar di (Sempre)Al

    (Sempre)Al 6 anni fa (23 Maggio 2014 15:19)

    @Goldie. In che senso?
    Rispondi a (Sempre)Al Commenta l’articolo

  8. Avatar di Michela2

    Michela2 6 anni fa (23 Maggio 2014 19:30)

    Eleonora,io l'unica cosa che ho capito è che questo fuma.Ci ho preso???
    Rispondi a Michela2 Commenta l’articolo

  9. Avatar di Goldie

    Goldie 6 anni fa (23 Maggio 2014 22:58)

    Quando l'autrice dice che agli uomini piacciono le donne che parlano come loro, intende proprio una comunicazione schietta, senza bronci e sottintesi. Senza vittimismi di sorta. Trovo questo concetto fortemente maschilista. Come se tutte le donne fossero isteriche e solo gli uomini avessero le idee chiare: ma scherziamo???
    Rispondi a Goldie Commenta l’articolo

  10. Avatar di Al

    Al 6 anni fa (24 Maggio 2014 11:58)

    In parte è maschilista. Ma per quella che è la mia esperienza sono stata molto più maschilista tutte le volte in cui ho permesso a qualcuno di pestarmi i piedi, di darmi della "brava ragazza" e di dire frasi del tipo "una storia seria non la voglio". Alla fine non ci vedo niente di male nell'autoaffermarsi e nel farsi rispettare, soprattutto di fronte a situazioni dove la maleducazione e la pretesa regnano sovrane.
    Rispondi a Al Commenta l’articolo

  11. Avatar di Rosa

    Rosa 6 anni fa (24 Maggio 2014 13:47)

    una volta un ragazzo mi disse che voleva solo divertirsi.. dopo 5 minuti lo pianto per strada.. questo mi è accaduto anni fa ma già da allora non volevo storie di quel tipo. come direbbe Ilaria fui fortunata, poteva ingannarmi e fingersi diverso da ciò che era ed io che ero piccolina potevo cascarci! certe fortune non capitano a tutti...
    Rispondi a Rosa Commenta l’articolo

  12. Avatar di Al

    Al 6 anni fa (24 Maggio 2014 15:49)

    Infatti sì... io lo sto capendo alla veneranda età di 26 anni : /
    Rispondi a Al Commenta l’articolo

  13. Avatar di Goldie

    Goldie 6 anni fa (24 Maggio 2014 17:50)

    Ma infatti autoaffermarsi non é mica una prerogativa maschile?
    Rispondi a Goldie Commenta l’articolo

  14. Avatar di Al

    Al 6 anni fa (25 Maggio 2014 11:16)

    Magari è la prerogativa delle persone sane.
    Rispondi a Al Commenta l’articolo

  15. Avatar di Fabo Carmonini

    Fabo Carmonini 6 anni fa (25 Maggio 2014 16:32)

    John Gray - Gli uomini vengono da Marte e le donne da Venere --> consigliato a tutti!
    Rispondi a Fabo Carmonini Commenta l’articolo

  16. Avatar di Alex

    Alex 6 anni fa (7 Giugno 2014 13:09)

    Ma io penso sinceramente che volersi "divertire" sia il presupposto più apprezzabile di una frequentazione, per il semplice fatto che tutto è esattamente come deve essere, senza pretese nè programmi prematuri. All'inizio di una conoscenza se un uomo mi dicesse "io cerco una storia seria" scapperei a gambe levate, perchè sta già mettendo troppo sul fuoco, ed è più probabile che lui tenda ad un ideale costruito nella sua mente invece che darsi il tempo di conoscere un'altra persona e decidere poi che tipo di piega prendere. Invece spesso si mettono sul tavolo da subito pretese, bisogni, aspettative che l'altro si trova a dover disattendere per autoprotezione...aiuto!!! Anche io sono sempre stata una da "storia seria", invece mi sono accorta che quelle che sono cominciate con l'estrema rilassatezza della frequentazione per il solo piacere di conoscersi e non per l'intrinseco bisogno di fare coppia, sono state più significative e vissute realmente nell'ottica dell'incontro con l'altro. La serietà degli impegni si valuta solo col tempo e con le esigenze reciproche. Molti uomini sanno che le donne mirano alla coppia fissa qualunque sia il partner solo perchè viviamo in una società col mito della coppia, e molti uomini sanno che il matrimonio per molte donne è un obiettivo primario come fase della vita, e non come progetto condiviso, e per questo frenano da subito eventuali eccessivi entusiasmi. Esempi, logicamente con tutte le dovute eccezioni.
    Rispondi a Alex Commenta l’articolo

  17. Avatar di Valentina.maidiremai

    Valentina.maidiremai 6 anni fa (14 Giugno 2014 11:47)

    Carissime donne e carissima Ilaria, vorrei dirvi una mia riflessione leggendo tanti articoli sul blog. In effetti gli uomini che scrivono sono abbastanza in minoranza secondo me. Siamo noi donne ad arrovellarci continuamente sugli errori, le emozioni, le interpretazioni... Sbaglio forse? Comunque mi sono accorta che quando compare il commento di qualche maschio mi metto a leggerlo con certa curiosità, ma non è morbosità la mia. Vedete avendo vissuto per anni con un uomo piuttosto ermetico riguardo i propri sentimenti ed emozioni, sono convinta di aver bisogno di sapere, cosa pensano questi uomini. Vorrei sentirvi di più, cari maschi. Diteci di più con i vostri commenti, non solo cosa volete dalle donne ma anche cosa vi piace o non vi piace, le vostre paure, le vostre emozioni... pensate che sono giunta al punto (ma mi sto rivedendo) di pensare che gli uomini abbiano molto meno a disposizione per quanto riguarda il mondo interiore. E questo solo perchè ho avuto spesso rapporti con persone (uomini) avari di espressione, di parola. Non voglio entrare ora nel merito del perchè mi sia accaduto questo, sarà colpa mia, non so... Chiedo aiuto. Fatevi conoscere. Anche voi amate, soffrite, adorate, rimanete male, vi tormentate? Da qualche parte dentro di me è inculcato il concetto che gli uomini che si dimostrano sensibili siano in qualche modo sfigati ma lo so che non è così... Mi piacerebbe sentire altre opinioni. Cordialmente da Valentina
    Rispondi a Valentina.maidiremai Commenta l’articolo

  18. Avatar di Connessioni Cosmiche

    Connessioni Cosmiche 6 anni fa (25 Agosto 2014 21:20)

    il vero amore è incondizionato, non pone vincoli, non necessità che l'altro cambi, non chiede garanzie, non ha bisogno di esclusività, è per tutti, non per una persona sola
    Rispondi a Connessioni Cosmiche Commenta l’articolo

  19. Avatar di Vale

    Vale 5 anni fa (11 Febbraio 2015 12:37)

    @Ilaria: Tra il capire l'altro va bene anche il capire che quella persona ama le coccole e affettuosità? Conosco una persona che ama queste cose o almeno io lo capisco. L'essere, spontaneamente e non per atto dovuto, dolce perché si capisce che è ciò che desidera è già un passo avanti per capire l'altro ed uscire dal proprio bozzolo di egocentrismo?
    Rispondi a Vale Commenta l’articolo

  20. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 5 anni fa (11 Febbraio 2015 12:54)

    @Vale, certo: ma dare amore è la cosa più bellla del mondo, purché si tratti di dare e di ricevere e non di dare con secondi fini. Capire l'altro certo significa capire se preferisce la carbonara o l'amtriciana e fare in modo che riceva quel che gli piace, nei limiti del possibile e senza rinunciare a se stessi.
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo