Paura di lasciarsi andare in una relazione: come superarla

Paura di lasciarsi andare in una relazione.

E chi non ce l’ha questa paura?

Ma come si superano la paura di lasciarsi andare in amore e la paura  di sbagliare ancora, dopo una o più delusioni?

Vi sono delle paure che riteniamo abbastanza ovvie.

La paura di una malattia.

La paura della solitudine.

La paura di un fallimento o di un rifiuto.

E vi sono delle paure che ci sembrano meno ovvie eppure sono molto comuni.

La paura del giudizio degli altri.

La paura di parlare in pubblico.

Sì, ci sono degli studi che sostengono che la paura di parlare in pubblico sia più forte della paura della morte.

Del resto si tratta di una forma di paura del giudizio degli altri.

Immaginati un po’.

La paura di innamorarsi. La paura di amare.

La paura di essere amati e perfino la paura di essere felici.

Sono paure che, ancora una volta, vengono da un senso di inadeguatezza, dal senso di valere poco e di meritarsi poco.

In definitiva vengono dalla bassa autostima.

C’è da vergognarsi di avere paura?

Certo che NON c’è da vergognarsi di avere paura, perbacco!

Infatti anche la paura di lasciarsi andare in una relazione e di sbagliare in amore sono molto diffuse.

Sono umane, fanno parte del nostro essere umani.

In realtà nascono dalla paura di soffrire (che scoperta, però!) e anche dal timore di scoprirsi e/o di ri-scoprirsi inadeguati, sia a sedurre, sia eventualmente a gestire una delusione.

Detto in soldoni, quante persone che hanno sofferto per amore sono arrabbiate soprattutto con se stesse per gli errori che pensano di aver commesso e hanno poca stima di sé, per aver vissuto una relazione che non ha funzionato, con la persona sbagliata?

Ecco che allora, per non ripetere eventualmente la trafila dell’illusione, della delusione e del darsi addosso per il “supposto” errore, ci si ritrae e non ci si mette in gioco.

Se la paura di essere amati e di essere felici è l’inquietudine che nasce dal sospetto di non sapere come gestire delle esperienze piacevoli  e positive ma mai provate, la paura di lasciarsi andare in una relazione e di sbagliare nasce dall’aspettativa che si ripetano esperienze dolorose già vissute.

Quando le tue paure ti bloccano

Il fatto è che quando si teme qualcosa ci si blocca, non si agisce, si è in tensione e quindi si rischia di sbagliare.

Un po’ secondo la teoria della profezia che si autoavvera.

Quindi, quando si ha paura, non si raggiungono nemmeno gli obiettivi più desiderati, ma si ottengono risultati spesso non voluti o fonte di dolore.

E’ importante superare le proprie paure, il che non significa cancellarle e soprattutto non significa considerarsi delle melmine se si provano delle paure, anche le più strambe.

Se provi alcune paure ci sono delle buone ragioni.

Queste ragioni vanno conosciute, senza rimuginarci o recriminarci su e poi comprese.

La paura va anch’essa compresa e accolta.

Anche perché se non accogli la paura, con il cappero che la superi.

Spesso le paure delle quali stiamo parlando (paura di amare, di innamorarsi, di sbagliare in amore, di lasciarsi andare in una relazione e via dicendo) sono paure difficili da riconoscere, soprattutto se non si è abituate a riflettere su di sé con pazienza e amore.

Soprattutto non sono paure delle quali si parla molto,

E meno male direi.

La riservatezza su determinate questioni è importante.

Evitiamo di andare oltre con la psicologia da pizzeria.  Cioè con la psicologia della quale si parla con le amiche in pizzeria.

Come fai a recuperare la tua autostima o scoprirla per la prima volta?
Come fai a trovare di nuovo fiducia in te stessa dopo un fallimento o in un momento difficile? Dove trovi tutta la sicurezza che ti serve per avere successo nelle relazioni e nella vita? Scarica adesso l'ebook gratuito "Pronto Soccorso Autostima", ricevilo senza rischi e senza impegno nella tua casella email.

Rispettiamo la nostra intimità.

Manteniamo una certa riservatezza su certe questioni, non perché siano disdicevoli, ma perché richiedono profondità di analisi e la profondità di analisi cozza con la pubblicità, con la propaganda, con il parlarne con chiunque per ricevere consigli a vanvera.

Paura di lasciarsi andare in una relazione: 6 passi per superarla

Alcuni passi sono essenziali per superare la paura di lasciarsi andare in amore e in una relazione.

Qui di seguito te ne propongo 6.

1. Coltiva la tua consapevolezza. Che cosa significa? Significa che è necessario comprendere di che cosa si ha veramente paura.

La paura può avere facce insospettabili. Si può avere paura di soffrire ancora, ma anche del rifiuto o di vedere il proprio orgoglio ferito.

Si può avere anche paura dell’intimità, della vicinanza di una persona, dell’impegno, del mettersi a nudo, metaforicamente e realmente di fronte a un’altra persona.

Prendi un diario e scrivi: di che cosa è fatta la mia paura di lasciarmi andare? Da che cosa dipende? Viene dalla mia infanzia? Dalle mie ferite recenti? Dalla mia presunzione? O forse da un senso di inferiorità che provo?

Ho paura di avere un uomo nella mia vita, come fonte di gioia certo, ma come impegno e fonte di stress, magari, perché gli devo dedicare energie e attenzione?

2. Impara dalle tue esperienze.

Questo è un ritornello che ritorna in tutti i campi. Mi chiedo: ogni volta che una storia è andata male, ti sei fermata a pensare il perché e il percome?

Equilibrio contro paura

3. Mantieni equilibrio nell’analisi.

Sia nel processo di consapevolezza sia in quello di “scoperta” attraverso le esperienze, è importante non soffermarsi troppo tanto da arrivare a rimuginare, essere ossessionate dal passato e provare rabbia e rancore su chi pensiamo ci abbia fatto del male o ci ha fatto realmente del male.

E’ importante riflettere costruttivamente e con una certa celerità, per procedere alla giusta velocità e non rimanere fermi o, peggio, paralizzati.

Avanti verso un presente e un futuro migliori!

4. Prendi coscienza con tranquillità e saggezza che sei vulnerabile, tu come tutti gli altri, e accettare la vulnerabilità. Nessuno di noi è invincibili e tutti siamo soggetti a fallimenti.

Andiamo avanti lo stesso.

5. Dedica pazienza e tempo a te stessa e soprattutto ad aumentare la tua autostima, il tuo senso del valore di te.

6. Fai selezione.

Stai con, frequenta, conosci persone di valore, tese a migliorarsi senza entrare in competizione.

Circondati di chi ha alti valori e interessi di valore.

Lascia perdere i mediocri.

Alzando i tuoi standard, alzi la tua autostima.

Questo è il modo migliore per superare la paura di lasciarsi andare in una relazione.

***

Sono sicura che hai molto da dire e da chiedere sul tema dell’autostima e della paura di lasciarsi andare in una relazione.

Le tue domande e le tue opinioni sono molto apprezzate da me e dal resto della comunità  e sono certa che possono essere fonte di confronto intelligente e costruttivo.

Per cui lascia pure i tuoi commenti!

Ti suggerisco di commentare sul blog non per sfogarti o per dare spazio alla tua rabbia, magari prendendotela con le altre lettrici o con me, ma solo se ti interessa avere davvero un confronto costruttivo ed educato tra noi tutti.

E anche consigli che valgono oro!

Io lavoro duro perché il blog sia di aiuto al maggior numero di persone e amo avere a che fare con persone che apprezzano quello che faccio dandogli il giusto valore.

Inoltre tieni presente che il blog non è un social sul quale si possono usare toni maleducati e spregiativi degli altri, ma è uno spazio privato in cui sono benvenuti educazione e rispetto, perfino nei miei confronti.

Commentare e partecipare a questa comunità attivamente, con buona volontà e con rispetto sono modi per crescere esponenzialmente nelle relazioni e per aumentare il proprio carisma e la propria autostima.

Te lo possono confermare le “top commentatrici” del blog.

Quindi dacci dentro offrendo il meglio di te stessa!

Anche questo è un modo efficace per scoprire come vincere la paura di lasciarsi andare in una relazione.

Lascia un Commento!

132 Commenti

  1. Avatar di Sara

    Sara 14 ore fa (18 Settembre 2020 23:13)

    Si leggo che è un repertorio che si ripete Peccato che sono proprio con le mani nella marmellata ... ahimè
    Rispondi a Sara Commenta l’articolo

  2. Avatar di Sara

    Sara 14 ore fa (18 Settembre 2020 23:25)

    È chiaro .... o lo vedi solo per soddisfare le tue fantasie o repressioni ... o lo vedi per trascorrere bei momenti Per me entrambi peccato che mi sono innamorata ! E questo mi ha messa in una posizione di debolezza
    Rispondi a Sara Commenta l’articolo

    • Avatar di Lela

      Lela 6 ore fa (19 Settembre 2020 7:35)

      Ciao Sara, meno male che hai scelto il gigolò perché non volevi storie complicate e impegnative!!! :):):) Come dice Francesca questa storia fa sorridere per la tua ingenuità! Capisco che tu possa esserti innamorata di un ragazzo (giovane? non so quanti anni abbia tu), sicuramente bello e che ti ricopre di attenzioni, ma non ti ha mai sfiorato l'idea che questo faccia tutto parte del suo copione professionale? Tu ti sei fatta ammaliare perché dici che ha cominciato a coltivare un rapporto che va ben oltre il puro sesso e Io non so molto di gigolò, ma da quel poco che conosco la loro funzione è anche un po' questa, sono degli intrattenitori, ti portano a cena, a ballare, a teatro, creano una sorta di rapporto, fanno sentire la loro cliente (cliente) unica e speciale. E quella frase, che per te proverebbe qualcosa di diverso da tutte le altre clienti, non pensi possa far parte di questo stesso copione e che dica la stessa cosa un po' a tutte, così magari le fidelizza pure? Non è questo lo scopo di un gigolò? Avere una clientela fedele e affezionata? Mamma che orrore! E ora sei in ansia perché lui è a Roma e non si fa sentire...ma sta lavorando povero, si sta guadagnando il pane, non è che può stare al cellulare tutto il tempo, è impegnato a creare un'altra cliente fidelizzata....Ma poi, se questo tuo sogno a occhi aperti (che molto probabilmente condividi con altre clienti) si avverasse, come pensi di gestirti una relazione con uno dei gigolò più quotati d'Italia? Lui perso d'amore per te, si redime, lascia il suo lavoro, diventa impiegato di banca, ti sposa e vissero tutti felici e contenti? O piuttosto TU innamorata persa, ti rodi il fegato tutto il tempo pensando a lui che sta amoreggiando (ma per finta eeehhh, ché lui ama solo te) con decine di altre clienti? Credo che la seconda opzione sia quella più probabile! Da qualsiasi parte la guardi questa storia è un tritacarne e tu ci sei dentro pronta a farti stritolare! Escine al più presto Sara, ché di uomini che ti fanno soffrire ce ne sono un sacco in giro senza nemmeno doverli pagare! Un abbraccio!
      Rispondi a Lela Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 ore fa (19 Settembre 2020 11:18)

      Ma che cosa vuol dire essere uno degli gigolo più quotati d’Itslia? C’è un borsino? Ci sono le stelline su Tripadvisor?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 4 ore fa (19 Settembre 2020 9:50)

      Secondo me, pur essendo piuttosto triste il fatto di considerarsi alla canna del gas e per fare sesso dover pagare, è pur vero che là fuori non è che sia pieno di chissà che latin lovers. Quindi, se si hanno soldi da spendere, va bene pure il gigolò, che se di alto bordo almeno è sicuro ci sappia fare con le donne. Ma innamorarsene no no e poi no. È possibile che lui dica a tutte certe frasi proprio per tenersi le clienti, alla fine lo fa per lavoro. Il problema è che è difficile non innamorarsi di un seduttore di professione, magari bello e prestante, che sa cosa dire e fare. @Sara non ti ossessionare con lui, e ricordati che la storia di "American gigolò" ha funzionato solo perché lei era piena di soldi e un avvocato di grido, e lui si ritrova coinvolto in un caso di omicidio. Ed è un film. La realtà spesso è triste ma è quello che abbiamo, inutile sognare l'impossibile. Non farti fare troppo male.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

  3. Avatar di Sara

    Sara 1 giorno fa (18 Settembre 2020 13:28)

    Lasciata dal marito 4-0 in una cena di fine febbraio pre covid decido dopo 3 mesi di disperazione di contattare uno gigolo. Scelgo lui perché tranquilla di non incappare in relazioni complicate ed impegnative . Questo ragazzo mi strega e inizia a coltivare un rapporto che va ben oltre l incontro di sesso puro e semplice. Mi riempie di attenzioni e messaggi . Dice di provare per me qualcosa che non ha mai provato con nessuna cliente, in me vede una persona pura e sincera . Dopo mesi di “ corteggiamento “ cedo .... mi lascio andare anch io e mi innamoro . Difficile non caderci ... lui viaggia spesso è proprio in questi giorni di sua permanenza a Roma è sparito . Niente più messaggi . Non è mai successo e non ho la più pallida idea di come interpretare questo suo silenzio . Sono in seria difficoltà
    Rispondi a Sara Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 18 ore fa (18 Settembre 2020 19:47)

      Perché lui viaggia spesso?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Sara

      Sara 15 ore fa (18 Settembre 2020 23:05)

      Si è uno gigolo
      Rispondi a Sara Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 14 ore fa (18 Settembre 2020 23:17)

      Questo è quello che ti ha detto e che credi tu. E questo è il problema: che tu credi alle sue bugie.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Sara

      Sara 14 ore fa (18 Settembre 2020 23:21)

      Ilaria lo è non ha altri lavori ... non lo ha mai nascosto ! Lo frequento settimanalmente ... e comunque si è fatto vivo ... ciò non toglie che ho il Dente avvelenato perché non era mai successo ...
      Rispondi a Sara Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 17 ore fa (18 Settembre 2020 20:23)

      Cos’è? Pretty Woman al contrario? Il punto è che non c’è bisogno di ingaggiare un gigolò per avere un rapporto sessuale senza problemi. Questo ha capito da 100 km di distanza la tua disperazione e voleva vincere una sfida mentre lavorava. Viaggia per lavorare con la sua clientela. È imbarazzante certa ingenuità. Scusate.
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 16 ore fa (18 Settembre 2020 21:54)

      Io personalmente sto suggerendo che questo non sia affatto uno gigolo ma che abbia montato tutta una storia per prendersi gioco di qualcuno, per sadismo e perversione. E in più si è fatto pagare, non so se per tutti gli incontri o no... Se fai quel mestiere e vivi a Roma (una grande città con grande movimento), perché devi viaggiare? Per piacere? Uhm...
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 16 ore fa (18 Settembre 2020 22:07)

      A me sembra di aver capito che lui si trovi a Roma solo momentaneamente...comunque sia, al di là di questo, credo che la sostanza cambi poco perché si tratta di qualcuno che ha fatto leva su fragilità e disperazioni più o meno evidenti...magari è un gioco seriale al quale gioca con tutte?
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 14 ore fa (18 Settembre 2020 23:11)

      Sembrerebbe proprio. E intanto si fa pagare.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Sara

      Sara 14 ore fa (18 Settembre 2020 23:10)

      Lo è eccome vive a Milano ed è tra i più quotati in Italia si sposta in tutta Italia per lavoro .... io non l ho conosciuto per caso ... l ho scelto nel sito ufficiale
      Rispondi a Sara Commenta l’articolo

    • Avatar di Sara

      Sara 15 ore fa (18 Settembre 2020 23:08)

      Francesca comprendo ma credimi che non è così facile come dirlo 😅
      Rispondi a Sara Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 17 ore fa (18 Settembre 2020 21:03)

      Ciao Sara, Indipendentemente dal mestiere che fa, mi pare il solito repertorio e di fatti e sparito.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 15 ore fa (18 Settembre 2020 22:09)

      Il fatto di dirti che ‘con te ha provato cose che mai con nessun’ altra cliente’ fa alzare qualche antenna. Visto che poi è sparito. E anche il fatto di viaggiare spesso dà da pensare. Viaggiare per andare dove? A incontrare clienti in altre città? Molto giramondo. Mi suona come: ti dico che viaggio mentre invece sto facendo altro.
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 14 ore fa (18 Settembre 2020 23:16)

      Un gigolo che la tira per le lunghe ... strano. Magari era impegnato :) @FrancescaF non sono poche le signore che preferiscono (o devono) pagare. Io non trovo più nulla di nulla da diversi anni, men che meno per sesso :)
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Sara

      Sara 4 ore fa (19 Settembre 2020 9:48)

      Esatto .... era in ospedale con una colica ed è proprio cosi non è facile trovare una persona così .... io sono stata fortunata perché ho trovato quello che cercavo sia fisicamente che mentalmente del resto l ho scelto tra tanti .... dovrebbe restare una relazione non impegnativa ... ma se c è sintonia .... sei fritta come una rana !
      Rispondi a Sara Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 ore fa (19 Settembre 2020 11:16)

      Però il gigolo in ospedale con una colica come un comune impiegato del catasto mi scende un po’...
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo