Articolo Successivo >>

Vuoi essere attraente? Spegni il fuoco della rabbia!

Se vuoi essere davvero attraente, attrarre la persona giusta per te e realizzare con lei una relazione che sia davvero serena e duratura, è importante che tu “spenga il fuoco della rabbia”, della tua rabbia.

Che cosa significa “spegnere il fuoco della rabbia”? Significa lasciare andare i brutti ricordi del passato, i vecchi rancori, i piccoli o grandi dolori (o traumi), le delusioni che creano tensione al tuo interno e tra te e chi sta “all’esterno”.

Tra te e i tuoi partner, potenziali o reali che siano.

Significa lasciar andare tutto quello che c’è di vecchio e di negativo, anche quello di cui non sei pienamente consapevole.

Di quanto sia importante fare piazza pulita del passato negativo e di quanto sia importante perdonare – soprattutto te stesso o te stessa – parlo ampiamente in tutti i miei percorsi.

Là parlo esplicitamente di “perdono”, qui, oggi, voglio parlare soprattutto di lasciare andare la rabbia.

Confesso: la rabbia è un mio punto debole. Perché la conosco molto bene per esperienza personale, l’ho provata anch’io in passato.

Conosco intimamente persone per le quali la rabbia è stata una questione centrale.

Ho a che fare quotidianamente con persone – i miei clienti – che, pur essendo piene di dolcezza e amore, devono far convivere questi sentimenti e stati d’animo con molta rabbia.

E, soprattutto, sono continuamente sconcertata dalla rabbia che vedo e sento negli altri muovendomi nel mondo.

Sono sconcertata dalla rabbia che molti uomini manifestano nei confronti delle donne, ripetendo frasi fatte e luoghi comuni nei quali però credono con grande convinzione:  “le donne sono tutte uguali”, “le donne mirano solo ai soldi e al successo”, “le donne sono incomprensibili”, “le donne sono facili e usano il loro fascino solo per secondi fini e per i propri fini (perversi)”.

Sono sconcertata dalla rabbia che molte donne manifestano nei confronti degli uomini, ripetendo frasi fatte e luoghi comuni nei quali però credono con grande convinzione: “gli uomini sono inaffidabili e mirano a una sola cosa”, “gli uomini sono traditori, infedeli e bugiardi”, “gli uomini sono superficiali e insensibili”, “gli uomini ti considerano solo per il tuo aspetto fisico”.

Sono sconcertata dalla rabbia che molte persone, uomini e donne, manifestano nei confronti della vita, del mondo, dell’umanità, di quello che accade.

Ci sono coloro che sono pieni di rabbia verso i più giovani, verso i più vecchi, verso la classe politica, verso l’inquinamento, verso il lavoro, verso i colleghi, verso il passare degli anni, il trascorrere del tempo, i cambiamenti della società, i propri genitori, gli stranieri…

La cosa che mi sconcerta di più, comunque, è la rabbia che osservo tra i partner di certe coppie che stanno insieme da anni, da decenni addirittura, e che vivono “uniti” dal livore costante e continuo che nutrono una verso l’altro: i loro dialoghi e il loro parlare l’uno dell’altra si reggono solo sulla polemica, sulla critica e sull’insofferenza reciproca.

Ma, accidenti, chi glielo fa fare?!

Intendiamoci: la rabbia – come anche la paura, ad esempio – è una risorsa: la rabbia è una forma di energia che se incanalata nella direzione giusta, cioè nella direzione di cambiare la situazione che non va bene e risolverla nel modo desiderato, può dare risultati positivi portentosi.

Ma la rabbia cronica e irrisolta, la rabbia “stagnante” e di antiche origini, che viene rinfocolata e alimentata con la negatività di ogni giorno, su ogni aspetto della vita, è uno stato d’animo e un atteggiamento mentale davvero terribile, mortale addirittura.

Come fai ad attrarre un uomo senza sembrare una facile o una poco di buono?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

Già, perché non prendere di petto la propria rabbia e, invece, nutrirla un poco tutti i giorni significa essere dentro fino al collo in una spirale negativa che si autoalimenta. Significa essere dentro a un circolo vizioso, tutti interi.

Hai idea di quanto poco attraenti sono le persone così cariche di rabbia, che si caricano ogni giorno di più?

La persona arrabbiata è la persona meno attraente e seduttiva che ci sia.

E sai perché? Perché la persona arrabbiata e rabbiosa emana tensione, ma una tensione negativa, una tensione che allontana, che fa mantenere le distanze. O, se proprio proprio attrae qualcuno, attrae persone arrabbiate e negative.

La tensione negativa della rabbia è, per esempio, l’esatto contrario della tensione positiva che nasce dall’erotismo e dall’interesse sessuale, che, poi, è il motore dell’attrazione e della seduzione.

Ora, veniamo a noi.

Se per caso senti di avere della rabbia dentro di te, considerala una grande opportunità.

Una grande opportunità per capire e conoscere meglio te stesso/a e per fare un balzo in avanti verso il meglio per te e per la tua vita.

Se hai della rabbia dentro di te, in primo luogo rifletti sul fatto che hai degli ottimi motivi per averla (anche se probabilmente questi motivi non li conosci bene).

In secondo luogo decidi che te ne prendi cura.

In terzo luogo, decidi che per prendertene cura non ti rivolgerai all’esterno, cercando responsabili e colpevoli, ma ti rivolgerai all’interno, cercando le tue motivazioni personali e i tuoi bisogni irrinunciabili.

In quarto luogo prenditi l’impegno personale e solenne con te stesso/a che d’ora in avanti risponderai, dando loro soddisfazione,  ai tuoi bisogni più profondi.

In questo modo spegnerai il fuoco della rabbia. E’ un compito impegnativo, che ha però una ricompensa straordinaria.

Spegnendo il fuoco della rabbia, ti “accendi” alla serenità, alla pienezza della vita e all’attrazione autentica.

Lasciami i tuoi commenti con idee, opinioni e perplessità

Cordialmente

Ilaria

Lascia un Commento!

85 Commenti

  1. Avatar di Riccardo

    Riccardo 8 anni fa (2 Settembre 2011 17:21)

    @ Anna La sensibilità è una cosa a me sconosciuta, fortunatamente. Ma se mi prendono per i fondelli, spedisco a quel paese. Io non lo faccio con gli altri, perchè penso che non gli piacerebbe, quindi non vedo perchè gli altri lo debbano fare con me.
    -2
    Rispondi a Riccardo Commenta l’articolo

  2. Avatar di Anna

    Anna 8 anni fa (2 Settembre 2011 21:18)

    @Elisa: crepi il lupo.. Continuiamo a scriverci... Mi conforti...un abbraccio a te.. @Anna ( Annamaria ) grazie per aver capito le mie parole.. Che dire... A volte e' davvero difficile trovare la voglia di sorridere.. Settimana pesantissima notte ragazze/i
    0
    Rispondi a Anna Commenta l’articolo

  3. Avatar di giusy

    giusy 8 anni fa (5 Settembre 2011 0:14)

    sono stata tradita dopo 40 anni di matrimonio, lui sta con l'altra, dice che la vuole lasciare, ma sono passati 5 anni e nulla è cambiato, forse sono io che devo cambiare... la rabbia ce l'ho eccome, ma con me stessa per essere incapace di uscire dal vicolo cieco dove lui ha messo a dura prova tutta la mia pazienza, i miei sentimenti, la mia vita. Dopo un anno di presa in giro di voler tornare con me e di aiutarlo a ritornare in famiglia, nonostante stesse con l'altra, ora si è preso il suo spazio di voler essere libero e indipendente....secondo te cara Ilaria, come faccio ad essere calma, ho una grande rabbia e non riesco a riprendere in mano la mia vita, quella che mi resta. Quale sarà il mio futuro? Ho due figlie splendide e due nipoti e un'altra in arrivo, ma non sono felice, alla mia età non mi fido più degli uomini, a me è stato preso tutto e mi sento svuotata di qualsiasi voglia di speranza per far stare bene me stessa. So che comunque dentro di me, rinascerà quell'energia forte per andare avanti e credere che non tutti gli uomini sono infedeli. Ci sono persone che sanno amare veramente quando si hanno puri i sentimenti. Scusa lo sfogo, ma questi giorni hai parlato a proposito della rabbia e sono qui a dire che con essa, purtroppo, ci si convive male. Grazie, Giusy
    -1
    Rispondi a giusy Commenta l’articolo

  4. Avatar di Anna V

    Anna V 8 anni fa (6 Settembre 2011 21:19)

    @giusy: non mollare giusy.. Credo tu abbia tante energie dentro devi solo veicolarle da " lui" a te... Anzi Te... Ci sei tu, le tue splendide figlie, i tuoi nipoti... Lui non merita più le tue attenzioni e la tua rabbia.. Lascia da parte le sue parole non supportate dai fatti.. Ti sta dando per scontata ma la cosa più grave e' che tu pure ti stai dando per scontata... Non lo sei..
    0
    Rispondi a Anna V Commenta l’articolo

  5. Avatar di Marco G.

    Marco G. 8 anni fa (11 Settembre 2011 22:25)

    Se la mia compagna mi tradisse non vorrei più avere a che fare con lei. Un tradimento non va perdonato mai. Pur non esistendo perdono da parte mia nei suoi confronti sono convinto che è possibile ' non odiarla '. Sono convinto che le gravi bugie e il tradimento sessuale della nostra ex sono atti che annullano automaticamente qualsiasi precedente forma di amore: la sofferenza più grave sarebbe far vivere la separazione se ci sono dei figli piccoli. Ma tralasciando questa ipotesi, di difficile gestione, tutto quello che possiamo fare è guardarci proiettati mentre viviamo un nuovo rapporto piu' solido. PER CONCLUDERE: NESSUN PERDONO MA NIENTE ODIO O RANCORE: occorre proiettarsi nel futuro con la consapevolezza che possiamo solo migliorare la qualità della nostra vita: i sentimenti negativi non vanno alimentati perchè peggiorano la nostra salute. E' nostra responsabilità stare bene. La persona che ci tradisce, proprio nel momento in cui lo fa, perde ogni legame con noi, quindi, dobbiamo lasciarla andare via per sempre: le uniche responsabilità che abbiamo sono solo verso i nostri figli ( se ne abbiamo ).
    2
    Rispondi a Marco G. Commenta l’articolo

  6. Avatar di dom

    dom 8 anni fa (16 Gennaio 2012 18:18)

    personalmente penso che stare arrabbiati e' brutto. nessuno lo vorrebbe essere e starci per colpa di una persona, presente o meno e' proprio una brutta cosa. impossibile anche parlare e risolvere con queste persone perche' sono loro l'origine, e potevano starci attenti prima. all'inizio uno sbaglio o torto che sia si capisce, poi al secondo se ne parla.....agli ennesimi pero' nn ci sono leggi....chi ti fa' sempre arrabbiare non ti rispetta e non pensa a te e il tuo benessere, la tua felicita'. e' possibile vivere questo tipo di rapporti ma spero per chiunque che siano poco duraturi. io ne ho vissuto uno cosi, straziante, deludente e cio' perche' all'altra persona la vedevo bene e l'amavo. alla fine capisci pero' che sono rapporti da mettere da parte perche' hai a chew fare con persone che non arrivano mentalmente a capire bene le cose. quindi la rabbia e' brutta si...ma aiuta a mettere fine a questi rapporti. il problema e' che rimane....a me e' rimasta per circa un anno e piu'....ultimamente mi si sta levando....perche' ho ben capito che non era una persona con la quale potevo stare bene e fare delle cose...e' una brutta rinuncia e' vero....ma meglio cosi. cmq. chi ti da' rabbia seria e' una persona che fondamentalmente ha dei problemi personali e se li deve risolvere, ma sei solo tu che sai chi sbaglia. in poche parole una volta capita la realta', la rabbia se ne va' da sola, sei sei di sani principi, altrimenti anche tu hai altri problemi. e sono pienamente d'accordo che se sei arrabbiato il prossimo se ne accorge e ti allontana, quindi da cinici e' meglio farsi passare ste rabbie.....capendo il perche'. iltutto infine si risolve quando la persona colpita dalla rabbia usa dei principi sani per togliersela di dosso.
    0
    Rispondi a dom Commenta l’articolo

  7. Avatar di myryam

    myryam 6 anni fa (13 Maggio 2014 22:55)

    Essere arrabbiate con tutti e con tutto non farà altro che allontanare le altre persone, farci prendere per esaurite e sopratutto non farci godere il bello che ognuno di noi ha nella propria vita.
    3
    Rispondi a myryam Commenta l’articolo

  8. Avatar di Goldie

    Goldie 6 anni fa (14 Maggio 2014 9:22)

    bello questo articolo che non avevo ancora mai letto. alla rabbia è seguita la delusione e il disincanto, il rimorso, l'impotenza. cerco di uscirne, ci sono momenti in cui dimentico questi sentimenti, altri in cui essi ritornano. che bello sarebbe guardare le cose con piu' serenità, essere piu' in pace con me stessa, riabbracciare tenereamente mia figlia e mangiare un gelato insieme. mi farebbe un gran bene, ma ho paura che lei per l'ennesima volta mi dica di no...
    0
    Rispondi a Goldie Commenta l’articolo

  9. Avatar di Marina

    Marina 6 anni fa (27 Maggio 2014 21:48)

    mi spiegate allora una cosa? io e mio ex marito ci siamo lasciati 2 anni e mezzo fa....abbiam una bimba insieme. matrimonio naufragato, lui mi ha tradita. e tutt'ora sta con ql donna. ma io e lui facciam una fatica boia a comunicare. io sarei anche disponibile a un dialogo ma aihme...bisogna esserlo in 2 lui cel'ha con me. nn mi stima. e molto rabbioso con me eppure...ha ottenuto ql che voleva...cioe stare con lei perché tt qs rabbia? e io come mi devo comportare con lui?
    0
    Rispondi a Marina Commenta l’articolo

  10. Avatar di valentina.maidiremai

    valentina.maidiremai 6 anni fa (28 Maggio 2014 14:11)

    Buon giorno, sono Valentina e leggendo questo post ho di nuovo ripensato a quello che io ritengo essere un mio problema: quello di non arrabbiarmi mai o quasi mai e quando succede di non riuscire a rendere manifesta la mia rabbia. Certo immagino quali sono le motivazioni: l'abitudine all'atteggiamento di dover mostrarsi sempre buoni e bravi (per farla breve) come mamma ci ha insegnato da piccoli, o la paura di contraddire gli altri o di esprimere se stessi completamente. Resta il fatto che quando accade qualcosa che mi fa arrabbiare sul momento lo incasso e non reagisco, quasi non mi accorgo che quella cosa mi ha fatto arrabbiare o mi ha offeso. Il pensiero della rabbia che provo arriva in seguito, quando magari ormai è troppo tardi per esprimerla o non avrebbe più lo stesso significato. Sono in procinto di separarmi da mio marito e negli ultimi anni sono stata arrabbiata con lui per alcuni comportamenti che ha avuto nei miei confronti e in quelli dei nostri figli, tuttavia ho rielaborato e rimaneggiato la mia rabbia senza esprimerla granchè, tanto che credo lui non abbia nemmeno la viva coscienza che io lo fossi. Adesso molto di quel sentimento è passato grazie anche al fatto che abbiamo deciso di separarci ma mi rimane il rammarico di non aver parlato abbastanza di me e dei miei sentimenti con lui fino ad ora e adesso non ho più molto interesse ad esprimerli nè, mi pare lui a conoscerli (ma per quel che riguarda lui, interesse non ne aveva neanche prima). Grazie Ilaria per lo spazio che ci concedi e per i tuoi preziosi consigli e grazie a tutti i partecipanti a questo forum
    0
    Rispondi a valentina.maidiremai Commenta l’articolo

  11. Avatar di Giovanna

    Giovanna 5 anni fa (16 Agosto 2014 10:17)

    Oggi nutro molta rabbia verso una persona che x un anno mi ha fatto credere di essere la persona giusta x lui,insomma la donna della sua vita...adesso dopo un anno mi dice che e' confuso e che cn me nn riesce andare oltre,ci siamo allontanati ma ci sentiamo ancora, quasi tutti giorni, mi chiede che faccio mi scrive, cmq ha preso le distanze, io mi sono innamorata e questa cosa mi fa soffrire e arrabbiare...,sono molto arrabbiata cn questa persona, ma x nn perderlo x sempre sopporto tutto, il fatto che mi chiama solo x parlare e nn mi chiede piu di vederci come prima mi fa soffrire....' dovrei mandarlo a quel paese e invece fingo di stare bn x nn perderlo...nn ho autostima
    -2
    Rispondi a Giovanna Commenta l’articolo

  12. Avatar di stefano

    stefano 5 anni fa (10 Marzo 2015 21:03)

    articolo interessante e utile per me e per le persone arrabbiate da cui mi sono fatto fregare.Non credo tuttavia che il motore dell'attrazione e seduzione si attivi sempre partendo dal sesso.......
    0
    Rispondi a stefano Commenta l’articolo

  13. Avatar di Valentina

    Valentina 5 anni fa (11 Giugno 2015 14:49)

    Sono arrabbiata con il ragazzo con cui mi frequento da sette mesi. Lui ha avuto una relazione con un'altra ragazza all'inizio della nostra conoscenza, senza dirmelo.. Non scendo nei dettagli, comunque ho scelto di perdonarlo e lasciare andare. Abbiamo fatto un discorso recentemente parlando del fatto che questa ragazza non può essere sua amica, nonostante lei tuttora gli scriva, perché lei è interessata a lui per una relazione, non per amicizia. Ieri ho scoperto che si scrivono nonostante lui mi avesse detto che non la sentiva piu. Sono molto arrabbiata. Quali sono i miei bisogni interni e come li soddisfo? Sono molto confusa ......
    0
    Rispondi a Valentina Commenta l’articolo

  14. Avatar di barbara

    barbara 5 anni fa (11 Giugno 2015 20:34)

    Leggendo questo articolo ho capito che verso la fine della mia ultima relazione, finita disastrosamente, continuavo a ripetere a lui e a me stessa che io non dovevo rinunciare ai miei bisogni, a quello che per me è importante in una relazione. Ripeto importante non capricci. Da lì ho capito che continuavo ad accumulare rabbia su rabbia perché lui non voleva capire le mie esigenze normali di donna: rispetto, sincerità, onestà, farmi sentire unica. Io non devo rinunciare a queste cose e non devo continuare a chiederle ma soprattutto arrabbiarmi in continuazione per averle. Adesso l'ho lasciato e per uscire da questa storia negativa che mi ha completamente distrutta mi sto facendo aiutare. Mi aiuto anche leggendo articoli come questi. Devo riuscire a diventare forte per me stessa, per volermi più bene perché solo così riuscirò ad evitare persone sbagliate che tirano fuori solo il peggio da me. Saluti
    1
    Rispondi a barbara Commenta l’articolo

  15. Avatar di Tany

    Tany 4 anni fa (19 Luglio 2015 14:04)

    Leggo molto i blog x cercare di capire,di migliorarmi sempre come pers e appunto di dimenticare sempre il passato e tutti gli stronzi incontrati...ma io ho capito sl una cosa che stò bene quando nn c'è nessun ragazzo di mezzo,quando nn provo sentimenti x qualcuno.mi sento meglio,più tranquilla emotivamente eppure nn sn felice ma almeno nn provo tutta quella rabbia.provo pena x tutte le donne che sempre nei blog parlano delle loro storie,sempre di stronzi che nn danno attenzioni e che mentre loro soffrono e cercano di capire gli uomini nn si fanno il minimo problema e sn sicuramente in giro a scopare con altre!!quando ne conosco uno lasciando davvero tutto alle spalle e pens che stavolta sarà diverso poi mi ricredo e li odio.sn stufa marcia di ved sempre che siamo noi a soffrire,che purtroppo tante danno l'anima e x cosa??perché distruggersi quando loro nn lo fanno e ne hanno già lì una,se nn più,a portata di mano? E sopratutto perché tante donne devono perdonare gli uomini che le hanno fatte stare male,lasciate,abbandonate x and a fare tutte le scapatelle in giro con ogni donna sulla terra e poi quando tornano li perdonate??? Io nn accetto più niente,nn impongo mai niente, nn faccio mai scenate, io se uno nn vuole restare ha tutta la libertà di andarsene ma nn torna di certo indietro perché li maltratto in modo che nn possono avere ripensamenti.questi uomini cresciuti male dalle donne vanno istruiti.ricordiamo tutte quelle donne del passato che sn morte, maltrattate e stuprate x la libertà che abbiamo oggi e credetemi cmq nn c'è ancora la parità dei sessi guardiamo anche nel mondo del lavoro che le donne nn guadagnano lo stesso importo di un uomo avendo la stessa mansione..ora x nn dilagare vorrei dire che all'amore nn si comanda ma bisogna anche laciare andare ciò che è marcio.io nn sò come riuscirò mai a trov un uomo dallo sguardo sincero,dai sentimenti veri,senza bugie, senza manipolazioni,senza essere opportunista,senza farti credere che gli interessi ma appena ti esponi di poco mettono le mani avanti come i codardi dicendo sempre la stessa frase maledetta "ma io nn voglio storie serie!",che abbia davvero un cuore e sappia anche a chi darlo.sn anni single e ancora nn sò come si faccia a trovarlo ormai credo che nn esista e ne sn disgustata ancora di più da quando ho letto il libro di giulio cesare giacobbe "come diventare bella,ricca,stronza.istruzione per l'uso degli uomini" è un libro ironico scritto da un uomo psicoterapeuta e descrive perfettamente le differenze tra donne e uomini e ne rimani pure sconcertata a sapere come sn gli uomini e quanto stupide che siamo noi....
    1
    Rispondi a Tany Commenta l’articolo

  16. Avatar di Barbara

    Barbara 4 anni fa (16 Settembre 2015 21:08)

    E' vero! Se alla rabbia subentrano serenità e tranquillità interiori, si vedranno anche all'esterno. E ne beneficeranno anche i propri lineamenti, non più tirati, ma dolci e, di solito, arricchiti da un rasserenante sorriso. Si. Si diventa decisamente più attraenti e ...te ne accorgi.
    0
    Rispondi a Barbara Commenta l’articolo

  17. Avatar di Illaria

    Illaria 4 anni fa (19 Aprile 2016 18:12)

    Articolo sulla rabbia..lo leggo proprio oggi che rivedendo una foto di "prima del tutto" ero "bella" ora c'è rabbia (per non essere stata rispettata e ricambiata.. E scartata per un'altra) e desiderio di vendetta. E mi rendo conto che oltre a consumarmi dentro si vede all'esterno..lo vedo io..figuriamoci gli altri. Sulla carta so tutto..la teoria la so.. Ma in pratica fatico molto a lasciar andare i pensieri sul passato e questa rabbia del "non doveva andare così un'altra volta..non lo meritavo". Come fare ..in pratica?
    -2
    Rispondi a Illaria Commenta l’articolo

  18. Avatar di Clotilde

    Clotilde 4 anni fa (19 Aprile 2016 22:58)

    Che bell articolo!!! Complimenti Ilaria! Io vi leggo gia da un po ma é da poco che ho iniziato a condividere con voi i miei pensieri. Per me la rabbia é una grande forza che mi permette di capire quando qualcuno ha passato il limite, ma tendenzialmente la sfogo con una bella corsa o un pianto, e solo a mente piu fredda torno alla situazione o alla persona che me l ha provocata. Quello che ho imparato nel tempo é che se la rabbia viene riconosciuta e smaltita si trasforma in altro e non diventa cronica...diventa la nostra migliore alleata nel darci la bussola di cio che non va, anche a volte in noi stessi perche magari abbiamo subito troppo a lungo e abbiamo bisogno di una spinta per cambiare le cose o il nostro atteggiamento nei confronti delle cose. Un abbraccio a tutte voi
    2
    Rispondi a Clotilde Commenta l’articolo

  19. Avatar di Lu

    Lu 3 anni fa (25 Giugno 2016 17:04)

    Cara Ilaria, sono molto arrabbiata. Sono venuta qui, sul tuo blog, in cerca di qualcosa che mi facesse capire, che mi aiutasse a gestire tutta la rabbia che ho in questo momento. Trovo sempre qualcosa di utile, anche se in genere diverso da quello che mi immagino :). Stavo per condividere qui su tutta la mia rabbia. Ho riflettuto e ho evitato. E' ciò che faccio sempre quando mi arrabbio, divento una furia, la mia rabbia DEVE essere condivisa. Il colpevole DEVE sapere che ha sbagliato e io DEVO difendermi. Il fatto è che ho i miei buoni motivi per arrabbiarmi. Non mi va di sminuirli solo perchè ho reazioni fuori luogo. Forse devo proteggere la mia sensibilità, forse mi hanno insegnato ad essere 'veramente tanto' brava e gli altri non sono tanto bravi quanto me. Non voglio più che vada così. Una rabbia di questo tipo distrugge. Brucia tutto, gli alberi, i fiori che coltivo con amore dentro al cuore. E tutti si allontanano, e finisco col sentirmi ancora più sola di quanto non mi senta già. C'è una parte di me talmente fragile, di cui non riesco a prendermi cura, e gli altri hanno la mia stessa difficoltà; forse è la parte che dovrei amare di più. L'amore può Grandi Cose. Non ci riesco ancora, non so bene come si fa, da che parte cominciare. Mi auguro di imparare. Un abbraccio caro!
    7
    Rispondi a Lu Commenta l’articolo

  20. Avatar di Mina

    Mina 3 anni fa (15 Dicembre 2016 8:55)

    Ciao la rabbia molto difficile da gestire ma sicuramente molto nociva soprattutto nelle relazioni..buona giornata
    0
    Rispondi a Mina Commenta l’articolo