Un metodo esplosivo per portare la tua autostima alle stelle

L’autostima è l’ingrediente base del fascino personale e dell’attrazione.

Lo spiego anche nella mia guida gratuita “Come attrarre la persona giusta per te in 11 passi” che molte centinaia di persone hanno già scaricato e letto ottenendo splendidi risultati (scaricala adesso da qui).

Se pensi di avere una bassa autostima, ti informo che questo è un fatto momentaneo: l’autostima la puoi costruire, coltivare e aumentare.

C’è un modo molto semplice per aumentare fin da subito la tua autostima e costruire un atteggiamento mentale utile ad attrarre la persona giusta per te.

E’ la gratitudine. Essere grato/a per quello che hai dalla vita, prendere l’abitudine di fare l’elenco di tutto ciò per cui provi gratitudine è un vero e proprio propulsore di positività che dà incredibile valore alla tua esistenza e ti spinge ad ottenere risultati sempre più soddisfacenti.

E, soprattutto, ti regala carisma e capacità di attrarre la persona giusta per te.

Hai dubbi e perplessità al riguardo?

Lo capisco.

Il tema della gratitudine è comune a molti orientamenti religiosi e anche a molte teorie dello sviluppo personale e quando io ci ho “messo la testa” per la prima volta anni fa, provavo una sensazione di “fastidio” e di diffidenza.

Mi sembrava un modo un po’ banale di affrontare temi importanti della vita. E anche pieno di “spiritualità” di bassa lega, poco autentica.

Poi però…

Ho incominciato ad applicare alcuni esercizi per “scoprire” la gratitudine e devo dire che i risultati sono stati e sono straordinari.

Una volta, in alcune famiglie, si spingevano i bambini e i ragazzi a fare esperienze “forti” al di fuori della ristretta cerchia familiare perché si rendessero  conto che la vita non è fatta solo di privilegi.

Li si portavano, ad esempio, a visitare i malati in ospedale o a fare attività di volontariato per persone in difficoltà e cose del genere: dal confronto con i cosiddetti “meno fortunati” i ragazzi pieni di privilegi dovevano ricavare una lezione di umiltà e di impegno verso gli altri e diventavano consapevoli di avere dei vantaggi non comuni e che non erano merito loro.

Anche su di me, seppure in forme diverse, è stato applicato questo metodo.

Personalmente credo che ci sia ben poco di utile nel misurare la felicità di ciascuno di noi in termini di confronto con gli altri (anzi detesto i confronti), ma, a distanza di tempo, mi rendo conto che lo spirito di un’educazione del genere avesse molto di positivo.

Credo per esempio che, se vuoi davvero vivere la vita in base a scopi importanti (ed essere pienamente felice è il primo di questi scopi importanti), ti sia utile riflettere sul fatto che tu, come me, vivendo in quest’epoca e in questa parte del mondo, hai un’infinità di cose e di opportunità che la maggioranza degli esseri umani (di altri tempi e di altre regioni) nemmeno conosce.

Che cosa fa innamorare un uomo e lo fa impegnare in una relazione?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

E le hai anche se sei single e non ti piace esserlo o se sei separato/a, divorziato/a, nel bel mezzo di una separazione o in una storia che non ti piace per niente.

Ora veniamo al nocciolo della questione: scopri la  gratitudine e aumenta la tua autostima.

Per tutta la prossima settimana fai questo esercizio (io di solito lo faccio quando sono a letto, la sera o al mattino al risveglio o tutte e due):

guardati intorno e considera le cose che hai e che ti piacciono. Quali sono? Quante sono? Che cosa ti permettono di fare, di pensare, come ti fanno stare? (Io, dato che appunto lo faccio mentre sono a letto, di solito comincio a pensare a quanto mi piacciono le mie lenzuola, il pigiama, il cuscino, come è tutto ben stirato, profumato, liscio, confortevole…).

Pensa al tuo corpo: che cosa ti permettono di fare le tue mani i tuoi occhi, le tue orecchie, le tue gambe? (Fai bene questa parte! E’ una cosa seria! :))

Pensa alla tua mente, alle tue emozioni e ai tuoi sentimenti: che cosa ci fai di bello tutti i giorni?

E poi pensa a quello che ti piace fare, ai tuoi amici, alla tua famiglia, ai cibi che ami, agli affetti che hai, magari al tuo cane e al tuo gatto. Al tuo lavoro. Alla tua casa.

O anche alla tua moto e alla tua auto. Al tuo vestito nuovo e al paio di scarpe che vuoi comprarti (io di solito penso al mio I-pod, al mio computer, alla mia bicicletta, ai miei sci o ai miei pattini a rotelle e alle esperienze che faccio grazie a tutte queste cose. Per esempio, andare a correre al parco con l’I-pod nelle orecchie è uno dei momenti più belli della mia settimana).

In che modo tutte queste cose fanno la differenza nella tua vita? (Se non cogli questa differenza, pensa a come sarebbe la tua vita se non le avessi più).

Lascia che un pensiero tiri l’altro, secondo un principio di associazione libera, anzi, di libertà :).

Continua, continua, continua.

E scrivi qua sotto quello che ti è successo, quello che ne pensi e le scoperte che hai fatto.

Cordialmente

Ilaria

P.S. questo è un esercizio che puoi fare ogni giorno, in qualsiasi momento: anche quando sei in treno, in una noiosa riunione di lavoro o mentre aspetti l’autobus che ritarda. E’ anche un eccellente tema di conversazione con una persona che ti piace, per conoscerla meglio e per attrarla a te ;).

 

Lascia un Commento!

23 Commenti

  1. Avatar di gianfranco

    gianfranco 10 anni fa (17 Maggio 2010 20:11)

    non credo affatto che sia cosi come scrivi l'autostima quando ti mancano i soldi e le donne guardano solo ai soldi altro che attrazione preferisco andare con donne di strada che corteggiare una donna che ha sempre mille cavilli per la testa quando ho due soldi vado e mi diverto cosi l'autostima non esiste
    Rispondi a gianfranco Commenta l’articolo

  2. Avatar di gianfranco

    gianfranco 10 anni fa (17 Maggio 2010 20:13)

    l'autostima quando non hai soldi e fai un mestiere come rappresentante e non concludi niente vorrei vederti te ilaria che autostima avresti??
    Rispondi a gianfranco Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 10 anni fa (17 Maggio 2010 23:08)

      Ciao Gianfranco, mi rendo conto che sei davvero tanto arrabbiato. E che sei anche molto saldo sulle tue posizioni. Sei così saldo che non senti ragioni, che non hai voglia di aprirti a niente e a nessuno che ti permetta di cambiare il tuo modo di vedere e di percepire le cose perché diventi più positivo e più utile per te e per farti ottenere quello che vuoi. Sono anche abbastanza certa che i miei post neanche li leggi tutti e che non ti viene neanche in mente di fare gli esercizi che propongo: leggi solo il titolo, ti irriti perché va contro le tue convinzioni e scrivi il tuo sfogo. E questo atteggiamento probabilmente lo usi anche con le donne e sul lavoro. Ti dò un'informazione: nella vita si ottengono risultati in funzione delle cose che si fanno, in ogni ambito: dal lavoro alle relazioni. Lamentarsi di continuo è inutile e dannoso. Fare le cose significa mettersi in gioco in prima persona, evitando di stare ad aspettare per sempre che gli altri facciano qualcosa per noi, si adattino a noi e ci diano sempre comunque ragione. Decidi tu se usare tutta la tua intelligenza, le tue risorse e le tue energie per stare legato alle tue posizioni di "negatività" che non ti portano nulla di buono o, invece, usarle per crearti una vita serena e soddisfacente. Un abbraccio
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  3. Avatar di Nadia

    Nadia 10 anni fa (18 Maggio 2010 11:20)

    GRAZIE Ilaria! Ogni tuo articolo mi e' molto prezioso :-)
    Rispondi a Nadia Commenta l’articolo

  4. Avatar di Andrea

    Andrea 10 anni fa (20 Maggio 2010 19:54)

    @Gianfranco Ciao Gianfranco, alle volte può non essere facile espandeere la propria zona di confort, e lo svolgere gli esercizi che Ilaria propone e' uno dei modi per espanderla. Quando ti senti contrario sugli argomenti del blog, fermati qualche minuto a riflettere: "serve scrivere un post che vuole essere una critica piuttosto che un modo per contribuire?", "Nei post di Ilaria trovo qualcosa che non condivido. Se voglio attrarre una relazione, quanto mi avvicina o allontana leggendo o ignorando gli scritti di Ilaria?" Poi, una domanda che ti faccio io: cosa ti aspettavi di trovare su questo blog, al momento in cui ti ci sei iscritto? Andrea
    Rispondi a Andrea Commenta l’articolo

  5. Avatar di Piervincenzo

    Piervincenzo 9 anni fa (1 Agosto 2010 13:27)

    Ciao Ilaria, Mi sembra di stare in terapia -.-', anche se penso che qui ci si venga a confrontare con altre opinioni e ciò mi aiuta molto. Comunque sia, ho fatto l'esercizio proposto da te alla fine dell'articolo, però vorrei sapere se potrei lavorare sulla mia autostima anche con altri esercizi o pratica. Grazie ^^
    Rispondi a Piervincenzo Commenta l’articolo

  6. Avatar di Ilaria Cardani

    Ilaria Cardani 9 anni fa (2 Agosto 2010 18:43)

    Ciao Piervincenzo, l'autostima si costruisce giorno dopo giorno, con impegno e attenzione verso se stessi e i propri bisogni: l'esercizio che ho proposto puoi farlo tutti i giorni, aggiungendo sempre qualcosa o arricchendolo di dettagli. Altra cosa importante è fare le cose che ami di più o, almeno, farne il più possibile ogni giorno e dedicarti con regolarità alle tue passioni. Utilissimo è riconoscere ogni - piccolo o grande che sia - risultato che ottieni e in qualche modo premiarti per averlo raggiunto. Leggi anche la mia guida "Come attrarre la persona giusta per te in 11 passi" e gli altri post che ho dedicato al tema (te ne elenco alcuni): https://www.lapersonagiusta.com/relazioni/amare-te... https://www.lapersonagiusta.com/relazioni/complime... https://www.lapersonagiusta.com/relazioni/%E2%80%9... https://www.lapersonagiusta.com/relazioni/un-metod... E resta connesso, di autostima continuerò a occuparmi anche in altri prodotti.
    Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  7. Avatar di mina

    mina 9 anni fa (8 Febbraio 2011 14:47)

    Come si applica questa pratica a chi ha un problema di salute cronico? Grazie.
    Rispondi a mina Commenta l’articolo

  8. Avatar di rosa

    rosa 7 anni fa (2 Ottobre 2012 4:52)

    interessante...ma come si fa a rimanere ottimisti quando tutti i gg ci si ritrova a lavorare 5 ore a contatto (sh ins di sc infanzia)con una collega molto ostile e si è rifiutata sin dal primo giorno di collaborare...nn ti rivolge la parola..ti rema contro con i bambini e manifesta ormai un rifiuto chiaro nei tuoi confronti??????
    Rispondi a rosa Commenta l’articolo

  9. Avatar di Marghe

    Marghe 6 anni fa (23 Aprile 2014 8:38)

    Ciao, Io ci provo , mi sforzo.... Ma poi torna tutto sotto quel velo nero. La mia vita nn ha sapore. Nn ce l'ha piu'. Proprio perche' ho qst fortuna e salute avrei potuto fare molto di piu'. Studiare, fare un lavoro che mi avrebbe realizzata. Ma piu' che altro nn perdere l'uomo che amavo e ke era fatto per me. Da 10 anni a qst parte nn vivo ma vegeto. Ma ho provato ad andare avanti, ho scelto di vivere altre storie. Ci tenevo ma mi lascia per l ex. L'ultimo invece, che pensavo maturo e speciale... Si rivela insensibile e superficiale. Nn lo voglio con me, mi sta avvelenando la vita ma nn posso .... C' e' la mia dolce creatura di 1 anno. Nn avrei dovuto farci un figlio, qst si pensa! E' per qst che mi odio. Ogni mia scelta e' stata un fallimento! Vorrei sparire per sempre. Anke perke' nn riesco a pensare di poter stare col mio bimbo un we si e uno no... Sn molto stanca..
    Rispondi a Marghe Commenta l’articolo

  10. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 6 anni fa (23 Aprile 2014 9:57)

    Ciao Marghe: hai un figlio di un anno, quindi in questi anni hai fatto qualcosa oltre che vegetare. Sei giovane e in ogni caso perfettamente in tempo per studiare e metterti a fare un lavoro che ti facci sentire realizzata. Il fatto è che devi rivoluzionare la tua vita, smettendo di mettere al centro un uomo (chiunque egi sia) e una storia d'amore. La tua serenità non passa da lì, ma dal decidere di mettere al centro te stessa e di fare conto sulle tue energie. Questo bisogno di avere un uomo accanto è distruttivo. Concentrati su tutt'altro, su di te.
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  11. Avatar di germana

    germana 6 anni fa (4 Luglio 2014 23:07)

    Salve Ilaria, non è la prima volta ch eleggo circa il potere della gratitudine,però il tuo articolo trasmette una particolare dose di entusiamo Anch'io provo a fare l'elenco ogni sera delle cose per cui essere grata,ma è come se non ne trovassi.Ed anche per quelle cose "ovvie" come la saluteil tetto che ho sopra l atesta etc.lo faccio con poca convinzione..Mi accorgo di essere concentrata sugli aspetti negativi della mia vita,la solitudine,le mille preoccupazioni del mio lavoro,i miei fallimenti etc. Funziona lo stesso se faccio l'esercizio anche se poi in realtà di gratitudine ne sento poca?
    Rispondi a germana Commenta l’articolo

  12. Avatar di Ele

    Ele 5 anni fa (8 Giugno 2015 19:55)

    Ci sto provando da un po',ma il mio problema è che mi sento incapace a far tutto,mi sento brutta....e ho persone attorno (nell'ambiente lavorativo/scolastico) che mi fanno pesare il fatto di essere cosi
    Rispondi a Ele Commenta l’articolo

  13. Avatar di Roberta ASHAN

    Roberta ASHAN 10 anni fa (16 Maggio 2010 16:19)

    Mi hai abbozzato la macchina? Grazie, Ti Amo, cosi' la prossima volta la parcheggero' meglio (scherzo, meglio sdrammatizzare) anch'io ho un blocchetto piccolo sempre con me, e scrivo subito le meraviglie che mi capitano, di fatto va meglio, comunque la parte ombra riaffiora sempre in noi, c'e sempre molto da tra- smutare, quaggiu', forse per tutta la vita!
    Rispondi a Roberta ASHAN Commenta l’articolo

  14. Avatar di Monica

    Monica 10 anni fa (17 Maggio 2010 16:17)

    La gratitudine ha il potere di espandere ciò a cui sei grato. In pratica più ami e apprezzi ciò che hai e che fai, più ti avvicini sempre più a ciò che desideri sia materialmente che spiritualmente. E' come se tutto ciò che ami e a cui dai valore ti venisse restituito moltiplicato. Ed è vero anche il contrario, chi disprezza verrà facilmente prima o poi disprezzato o abbandonato in quanto alimentando pensieri negativi, alimenta anche la propria infelicità.
    Rispondi a Monica Commenta l’articolo

  15. Avatar di Alberto

    Alberto 10 anni fa (15 Maggio 2010 17:56)

    Ilaria, hai proprio essere grati per ciò che di bello si ha già nella propria vita è di fondamentale importanze per ottenere ciò che si desidera! Se sei grado per ciò che hai attrarrai nella tua vita altre cose per cui essere grato! Cosi più sei grato delle cose che hai, più sei felice e gioioso e come diretta conseguenza la tua autostima si eleverà a livelli mai pensati! Ti sentirai potentissimo e potrai cosi ottenere tutto ciò che vuoi dalla tua vita! Io spesso dico grazie ti amo a tutto ciò che ho, che vedo o che incontro strada facendo! Grazie, Ti amo ripetetelo sempre! Funziona! A presto Alberto
    Rispondi a Alberto Commenta l’articolo

  16. Avatar di Giuseppe Lunardi

    Giuseppe Lunardi 10 anni fa (16 Maggio 2010 19:59)

    Ciao Ilaria, mi sento di scrivere in questo post perché tratta un argomento per il quale ho avuto esperienze anni fa e lo vivo ogni giorno della mia vita. Circa dieci anni fa imparavo da un libro di A. Robbins a a fare ciò che tu descrivi sopra. Come tu dici, " essere grato per quello che hai dalla vita". Lo facevo di mattina presto in mezzo alla campagna e al sorgere del sole. Posso garantirti che la giornata trascorreva con entusiasmo, gioiosa e piena di vita e amore verso il prossimo. Io stesso mi stupivo di quello che succedeva in quelle giornate. Quando invece non facevo queste cose, le giornate erano completamente diverse. Oggi continuo a fare queste cose ma non più durante la corsa, ma durante la preghiera del mattino. La mia preghiera è composta di lodi, canti e ringraziamenti al Signore per quello che ho. Posso garantirti che la cosa funziona allo stesso modo e crea nella mia persona uno stato di benessere quotidiano che mi accompagna per tutta la giornata. Grazie per l'opportunità che mi hai dato e un caloroso saluto, Giuseppe
    Rispondi a Giuseppe Lunardi Commenta l’articolo

  17. Avatar di Andrea

    Andrea 10 anni fa (15 Maggio 2010 18:46)

    Ciao Ilaria! davvero straordinario: ieri ascoltavo un audio di immaginazionecreativa.it che parlava, fra i vari argomenti, della gratitudine. Poi prima di infilarmi fra le lenzuola ho scritto un elenco (da continuare) di cio' di cui sono grato e, durante la scrittura delle prime righe mi sono accorto che la lista sarebbe lunghissima! :)) cosi' ho cominciato a scriverla e sono arrivato ad otto ma naturalmente la lista e' da continuare... Poi oggi mi connetto a questo blog e scopro questo post (grazie di averlo scritto!) ;) Pensandoci bene, credo che bisogna essere grati anche delle situazioni spiacevoli, perche' da quelle si possono ricavare degli utili insegnamenti. Su questo punto, pero' e' molto facile essere teorici, perche', lo dico senza nascondermi, anche a me, capita di volerle rifuggire... Prima mi succedeva di piu' ma ora quando me ne rendo conto le ringrazio perche' e' segno che sto uscendo dalla mia zona di confort e quanto piu' riusciamo a fare della nostra paura o di altri stati d'animo non tanto piacevoli dei nostri amici, tanto piu' riusciremo meglio a gestirli. Andrea
    Rispondi a Andrea Commenta l’articolo

  18. Avatar di Giuseppe Arena

    Giuseppe Arena 10 anni fa (16 Maggio 2010 12:21)

    Accettarsi e avere autostima. Evitare di pensare troppo a se stessi, concentrarsi piuttosto su ciò che si sta facendo. Avere sempre dei progetti futuri. Non perdere la speranza, curare molteplici interessi. cercare di riconoscere qualis ono le proprie vere aspirazioni e orientarsi verso queste con grande impegno, tenendo presente, peò, che non sempre tuttu va come si vorrebbe. Giusepep Arena sveglia il vulcano che è dentro di te
    Rispondi a Giuseppe Arena Commenta l’articolo

  19. Avatar di roberto

    roberto 10 anni fa (17 Maggio 2010 14:37)

    Esercitate la gratitudine, cioè dimostrare a noi stessi che tutto quello che abbiamo non è scontato ma ha un valore enorme. la gratitudine ci aiuta a capire che ogni giorno è un dono e dobbiamo fare del nsotro meglio per viverlo con amore. La gratitudine infine, ci pone davanti alle persone con semplicità e possiamo mostrarci senza paure.
    Rispondi a roberto Commenta l’articolo

  20. Avatar di gdn

    gdn 10 anni fa (17 Maggio 2010 19:59)

    E' un po' come il gioco della felicità di Pollyanna, per certi versi. Io cerco di farlo quotidianamente. Ringrazio ogni giorno per ciò che ho. il problema è che ci sono giorni in cui ci si sente così sopraffatti da ciò che manca, da ciò che non ci soddisfa e non ci "nutre" dentro, che anche questa riflessione è poca cosa. Di sicuro però vale sempre la pena di alimentare i pensieri positivi: è uan sorta di legge dell'attrazione o della profezia che si autoavvera. Grazie per questo spunto!
    Rispondi a gdn Commenta l’articolo