La storia d’amore dei sogni: ma che cosa credi?! (Due convinzioni pericolosissime)

Urca! E che sto facendo? Mi metto a sgridarti, adesso?

No, non sia mai. Non sono una persona particolarmente delicata.

Se mi segui da un po’ sul blog di sicuro tra le righe, l’hai ben capito.

Se poi sei anche un mio o una mia cliente di coaching sai che nei modi spesso sono piuttosto diretta, anche se nella sostanza sono leggera come una piuma.

In ogni caso non mi passa neanche per l’anticamera del cervello di sgridarti. E che sono io, la tua mamma?

Ognuno deve fare quello che vuole della propria vita e delle proprie relazioni.

E se mi chiede un metodo più facile e più veloce – rispetto a continuare a soffrire, a far fatica e ad accumulare esperienze traumatiche – per ottenere ciò che vuole, non mi risparmio, nemmeno nell’essere diretta.

Ne approfitto subito: se sei tra coloro che davvero vogliono trovare la persona giusta, scarica subito la mia guida gratuita “Come attrarre la persona giusta per te in 11 passi” e leggila.

Poi, ti sei accorta/o che sul sito abbiamo messo l’opzione “Cerca sul sito”?

Che te ne fai?

Te ne fai che se vuoi cercare altri articoli sul blog su argomenti che ti interessano, vai nello spazio rettangolare in alto a destra, dove c’è scritto “Cerca sul sito”, digiti la parola o le parole relative al tema che ti interessa (ad esempio “autostima”) e ti escono tutti gli articoli che ho scritto sul tema. Mica male, eh?

Insomma, qui non si dorme sull’umido e io con il mio team di valorosi collaboratori ci diamo da fare per renderti sempre più piacevoli e sempre più utili i contenuti che realizzo, dato che li realizzo apposta per te.

Aspetta che ti racconto…

Va beh, intanto devi sapere che in questi giorni ho deciso di registrare, intendo registrare la mia voce, mentre spiego alcuni punti importanti relativi a come sedurre un uomo.

Questo fatto mi piace e mi emoziona tantissimo e sto pensando di farci qualcosa di interessante per te. Sono al lavoro :).

E più lavoro, più lavorerei, dato che vengo presa dal “gorgo” della passione per quello che faccio e dato che ogni volta che mi dedico a un tema, mi rendo conto che quel tema ne richiama un altro e un altro ancora e io vorrei non lasciare niente indietro.

D’altra parte oltre all’analisi, ci vuole anche la sintesi, giusto?

Questo è un principio importante della filosofia e anche della scienza e perché non dovrebbe esserlo anche della vita pratica e della vita sentimentale?

Riguardo al mio lavoro sai quali sono le domande che mi pongo più spesso?

“Come faccio a dire per bene a chi mi legge tutte le cose importanti su quel determinato argomento?”

“Come faccio ad aiutare quel cliente o quell’altra cliente ad arrivare il più velocemente e il più semplicemente possibile dove vuole arrivare?”

L’altro giorno mentre registravo, prendevo appunti, stendevo progetti di lavoro utili a chi vuole scoprire come sedurre in modo facile e naturale, ho fatto una riflessione che ora mi piacerebbe condividere con te.

E’ una riflessione sulle convinzioni profonde che molte persone hanno riguardo la seduzione e il modo di stare in una relazione.

Noi tutti abbiamo convinzioni profonde riguardo la realtà che ci circonda: il mondo in genere, gli altri, noi stessi.

E quelle convinzioni, ti piaccia o no, condizionano enormemente il tuo atteggiamento verso il mondo gli altri e te stesso/a.

Per esempio, se tu pensi di essere negato/a a sciare sai che cosa farai? Non andrai mai in montagna a sciare e alla fine non imparerai a sciare, confermandoti l’idea di essere negato/a nello sci.

Semplice e pericolosissimo.

Ebbene, se c’è un ambito nel quale  le persone hanno la testa piena di convinzioni apparentemente semplici e pericolosissime è l’amore, il concetto di relazione, di vita di coppia e i sentimenti.

Che cosa spinge un uomo a impegnarsi in una relazione e a rimanere fedele?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

Proprio mentre stendevo i programmi relativi ai progetti imminenti che riguardano questo blog, riflettevo su quali in assoluto tra queste convinzioni sono le più diffuse e le più pericolose e sono arrivata a delle conclusioni.

Per esempio, in moltissimi credono che al mondo esista una sola persona giusta per loro e che l’incontro con lei avverrà quando sarà il momento, quando il destino lo riterrà più opportuno e quando entrambi si sarà pronti.

A quel punto incominceranno a vivere felici e contenti, un’esistenza sempre in discesa, costellata di piacere, romanticismo e un’intesa perfetta (sessuale, intellettuale, emotiva e progettuale). Per questo vale la pena aspettare e non darsi da fare: prima o poi il destino farà tutto lui e, una volta accoppiate, queste persone vivranno una vita di sola favola.

Mica male eh? (Scusa, tutto questo miele a me alla fine fa venire un po’ di nausea…)

Ma siccome di convinzioni pericole ce ne sono per tutti i gusti, abbiamo bella e pronta anche quella per i pessimisti a oltranza, i negativi a tutti i costi.

Eccola qua: l’amore non esiste, gli altri e le altre appartengono tutti/e alla terribile categoria degli stronzi, non ci sono più persone che credono nei valori veri della vita (quali questi valori siano non è dato di sapere).

Insomma tutti sono traditori, disonesti e malintenzionati.

E, comunque, l’amore è solo sofferenza e dolore.

Hai idea di quante persone hanno paura di conoscere qualcuno di interessante e di iniziare una relazione perché, per una ragione e per l’altra, temono di soffrire, anzi, ne hanno il vero e proprio terrore?

Sai che cosa penso? Te lo dico chiaro e tondo che cosa penso, anche se – seguendo questo blog – già l’hai capito.

La persona giusta per te esiste, non solo: ne esistono tante tra le quali puoi scegliere quella con la quale realizzare la relazione di una vita.

Una relazione soddisfacente, sana e che duri nel tempo è possibile per tutti a questo mondo.

Tutto questo è possibile per te, senza alcun dubbio.

A certe condizioni: la persona giusta non la manda il destino o la fortuna; una relazione sana e appagante non avviene per grazia divina o per colpo di c***  a dir si voglia.

La persona giusta la incontri, la sai riconoscere a patto che tu faccia un serio percorso di crescita sentimentale, che significa diventare un uomo o una donna autonomo/a e indipendente dal punto di vista emotivo e con le idee chiare rispetto a quanto vale e a quello che vuole.

Con la persona giusta per te impari a comunicare in modo gratificante a partire da una posizione di sicurezza in te stessa/o e di apertura verso le esigenze degli altri. E anche a partire da un certo esercizio (chiamalo allenamento, se vuoi) e da una certa esperienza.

La relazione sana, appagante e che duri nel tempo la costruisci ogni istante della vita, con intelligenza, pazienza, dedizione.

Per tutto questo ci vuole cervello, tempo e anche studio. In sintesi: ci vuole impergno. Come per tutte le altre cose belle e buone della vita.

Per molti – me inclusa – ne vale la pena.

Se non pensi che la persona giusta per te e la relazione della tua vita richiedano il tuo impegno migliore, fai una bella cosa –hooop! – smetti di leggere questo blog, smetti di leggere la mia newsletter e non comprare i percorsi che ho preparato per te.

Se hai deciso di continuare, lasciami i tuoi commenti. Per favore, non lasciare commenti pieni di “sì, ma, io in realtà credo… “ per sbrodolare una volta di più che non credi nell’amore o che credi nel destino. Mi vengono i vermi! ;)

Quando hai finito di leggere, per cortesia, ricordati di condividere questo articolo sui social (Facebook, Twitter, Google+, Pinterest etc.) attraverso i pulsanti che trovi qui sotto.

In questo modo permetti che si allarghi la comunità delle lettrici (e dei lettori) e più si allarga la comunità delle lettrici e dei lettori di questo blog, più semplice è per me dare informazioni di interesse sui temi legati ad attrarre la persona giusta per te.

Grazie!

Cordialmente

Ilaria

P.S. Se vuoi liberarti dalle convinzioni che ti limitano dal profondo – senza che tu te ne accorga – e che ti impediscono di sedurre e di attrarre la persona giusta, fai il mio percorso di crescita sentimentale “I 7 Pilastri dell’Attrazione”.

Lascia un Commento!

55 Commenti

  1. Avatar di Ana

    Ana 6 anni fa (1 Febbraio 2014 21:29)

    Molto bello questo post. Ammetto di essere in una fase un pò triste della mia vita. Ho 25 anni e sono infelice, mentre tutte le persone intorno a me sembrano essere circondate da felicità. A volte crollo, mi sento come schiacciata dalla vita, mi sento sbagliata, mi sento di aver buttato gli anni più belli. Devo dire Ilaria che mi aiuti, sto leggendo la tua guida e i tuoi post e mi stanno dando la carica per non farmi sentire sempre la sfigata di turno, per chiudere i conti con il passato e con ciò che fa soffrire, a spronarmi che non è tutto perduto. Purtroppo sono la prima ad aver assunto gli atteggiamenti di cui hai parlato. Primo: credere nel destino, tipo pensare che se non ho trovato nessuno è perché non era il momento, ma poi verrà il momento giusto e fu così che sono arrivata a 25 anni e amen. Poi la negatività: non esiste nessuno che mi potrebbe accettare, sopportare, nessuno che potrei fare felice ecc. Devo cambiare atteggiamento, anche se già lo sto facendo. Molte persone fidanzate, sposate e felici mi dicono: arriverà quando meno te l'aspetti; oppure: stai meglio tu, o peggio: ma perché non sei fidanzata? Scusa la franchezza, ma mi girano molto quando mi fanno queste affermazioni. Che ne sanno loro di come sto io? La cosa che ti chiedo è, non volendo mostrare il mio disagio a gente che non merita la mia sofferenza, come posso fare per mostrarmi superiore? Come posso avere quell'atteggiamento cinico che mi aiuterebbe anche a vivere ed avere più fiducia in me? Grazie di tutto.
    -1
    Rispondi a Ana Commenta l’articolo

  2. Avatar di Andrea

    Andrea 5 anni fa (30 Marzo 2015 13:48)

    Io sono sempre stato molto timido e chissà perché le donne respingono gli uomini timidi e impacciati.
    4
    Rispondi a Andrea Commenta l’articolo

  3. Avatar di Andrea

    Andrea 5 anni fa (30 Marzo 2015 13:56)

    Ci vorrebbe un sito come questo per gli uomini
    2
    Rispondi a Andrea Commenta l’articolo

  4. Avatar di Tiziana

    Tiziana 4 anni fa (21 Febbraio 2016 21:27)

    Ciao Ilaria e grazie per i tuoi scritti. Vengo subito all'argomento: questa la convinzione che ho sentito spesso affermare da un uomo (ti riporto le esatte parole): ...in amore la persona, che ti piace talmente tanto da "perdere la testa", non è mai la persona che "è giusta per te"; io in amore voglio comunque perdere la testa. Ecco Ilaria, mi piacerebbe sapere cosa ne pensi :-) grazie
    0
    Rispondi a Tiziana Commenta l’articolo

  5. Avatar di Eleonora

    Eleonora 3 anni fa (14 Ottobre 2016 10:25)

    Questo articolo mi ha fatto veramente pensare: ho 20 anni e non ho mai avuto un ragazzo, una storiella, niente. Di solito non ci bado e penso più che altro a stare bene con me stessa, ad accettarmi (dato che ho avuto molti problemi di autostima) e devo dire che sono veramente contenta del percorso che ho fatto e che continuo a fare. Ovviamente ci sono sempre delle giornate "no", alti e bassi in cui certi pensieri mi fanno riflettere. Non sono il tipo di ragazza che va in discoteca o in giro con gli amici la notte fonda, incontro e conosco persone nell'ambito universitario. Poi ci sono sempre le persone che ti chiedono: "Ehi ma come mai non hai un ragazzo?" e domande del genere. La ragione mi dice di lasciar perdere e non prestarci attenzione, ma come ho scritto, inevitabilmente a volte ci penso. Sono una persona schietta, ho molte passioni di cui adoro parlare e discutere, mi piace ascoltare l'opinione degli altri ed imparare sempre cose nuove. Quindi, cosa? Sto aspettando. Penso che prima o poi questo "lui" arriverà. Un "lui" l'avevo anche conosciuto, mi ero dichiarata e non provava niente per me. Fine. Forse qualcuno può giudicarmi con più lucidità e farmi notare qualcosa che non va? (Magari alla fine sbaglio io a pormi queste domande, chissà)
    -1
    Rispondi a Eleonora Commenta l’articolo

    • Avatar di Sole

      Sole 3 anni fa (14 Ottobre 2016 16:06)

      Eleonora, nessuno qui ha titolo per 'giudicarti', al limite ti si può dare un'opinione sulla base di quello che hai scritto ;) Il mio consiglio è quello di non ascoltare assolutamente quelli che ti stanno facendo pressioni: si tratta solo di stereotipi, per giunta ormai anacronistici. Hai solo vent'anni e questo è un periodo meraviglioso per porre le fondamenta della tua vita futura, cosa per la quale, anche se ora non lo credi, stare assieme ad un ragazzo potrebbe addirittura limitarti. Impegnati ogni giorno per costruire te stessa, la tua vita e la tua felicità e vedrai che questo cambierà anche il tuo modo di relazionarti con gli uomini, non vivrai più in una condizione di attesa e quando sarà il momento saprai selezionare chi è davvero adatto a te. In bocca al lupo per tutto
      -1
      Rispondi a Sole Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 anni fa (14 Ottobre 2016 17:45)

      Grazie Sole, bellissimo intervento.
      0
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 anni fa (15 Ottobre 2016 0:18)

      Eleonora, sottoscrivo pienamente quanto ti ha consigliato Sole, e aggiungo una nota di esperienza personale: a vent'anni stavo benissimo da sola come te, e come capita a te, anche a me certuni facevano le stesse domande oziose. La mia prima storia é iniziata di li' a poco, senza convinzione, ma con molta confusione. Credetti a chi mi diceva di vincere le mie paure, quando in realtà erano dubbi sani e legittimi. Anche io stavo costruendo la mia autostima... e quella prima storia polverizzo' in poco tempo i miei sforzi e la mia serenità. Dovetti ricominciare da capo, ma con molta più fatica di prima. Fai quello che ti senti davvero di fare. Solo tu hai le chiavi del tuo cuore, della tua mente, dei tuoi desideri e della tua vita! Un abbraccio :-)
      0
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 anni fa (15 Ottobre 2016 0:35)

      Brava Gea, brava. Io personalmente non mi stancherò mai di ripetere che le storie sbagliate non passano su di noi senza lasciare traccia. Ogni storia sbagliata per sua natura ti porta a un punto di negatività dal quale la risalita è doppiamente difficile.
      1
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 anni fa (15 Ottobre 2016 14:22)

      Grazie di cuore, Ilaria! Si, dopo una brutta caduta é molto difficile rialzarsi e più facile ricadere, ma l'importante é non piangersi addosso e non crearsi alibi. Quando poi si riesce a risalire la china, si è molto più forti di prima e si hanno gli occhi molto più aperti, sia nell'evitare gli errori passati, sia nel cogliere le belle opportunità che la vita offre in ogni suo aspetto: professione, amicizia, amore... Buon week-end a te e a tutti! :-)
      0
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Eleonora

      Eleonora 3 anni fa (17 Ottobre 2016 21:43)

      Grazie Gea! Per fortuna sono ormai due/tre anni che sto bene come stessa e sto sempre migliorando: sono molto più solare, positiva e serena. Soprattutto mi rendo conto di saper gestire piuttosto in fretta le emozioni negative. Ti ringrazio per il tuo consiglio e un abbraccio anche a te! :)
      0
      Rispondi a Eleonora Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 anni fa (18 Ottobre 2016 12:08)

      Ciao Eleonora! Sono contenta che tu ti senta più sicura rispetto al passato e che il mio consiglio ti sia utile! In bocca al lupo per i tuoi studi e i tuoi progetti e... buona vita! ;-)
      0
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Eleonora

      Eleonora 3 anni fa (17 Ottobre 2016 21:36)

      Grazie per la tua risposta, ho la fortuna di poter studiare quello che più mi piace, archeologia ed egittologia, e fare tutta una serie di altre cose che mi fanno stare bene con me stessa come leggere, rilegare libri, dipingere ad acquerello ed imparare, imparare, imparare! Anche grazie al tuo commento ;)
      0
      Rispondi a Eleonora Commenta l’articolo