Gli piaci ma non vuole impegnarsi? Ecco che cosa fare

gli piaccio ma non vuole impegnarsiGli piaccio ma non vuole impegnarsi. Ti sei trovata anche tu in una situazione come questa?

Può darsi, eccome, capita spessissimo.

Diciamo pure che se hai conosciuto – magari anche non biblicamente – qualche uomo, ti è capitato di inciampare in questo fenomeno.

Del resto, come si fa a non capirlo? Intendo, il fenomeno. A tutti piace avere qualcosa gratis, senza impegno. A tutti piace ricevere senza dare nulla in cambio.

E’ umano, no? Minimo sforzo, massimo risultato.

“Tu mi piaci. Ma non voglio impegnarmi. Del resto, scusa, abbi pazienza, non sei già contenta, soddisfatta e appagata dal fatto che mi piaci? Fattene una ragione, ragazza mai, è tutto grasso che cola. Perché mai dovrei anche impegnarmi?”

"Le donne piangono il giorno del matrimonio. Gli uomini dopo. Boris Makaresko"

In effetti è abbastanza semplice. Anche se alcune donne, un po’ testone, faticano a capire.

Perché le donne pensano che se qualcuno ti piace, è perché lo ami anche e dunque ti vuoi impegnare.

Ma ne siamo sicure?

Siamo proprio sicure che “attrazione”, “impegno” e “amore” viaggino sempre insieme e debbano per forza non separarsi mai?

Io penso che non bisognerebbe avere determinate certezze.

Penso che anche le donne dovrebbero valutare di non impegnarsi, di non dare tutte se stesse, di non buttarsi a capofitto.

In una storia d’amore. Ma anche in una storia di carriera, eh!

Penso che molte donne potrebbero vivere non solo storie d’amore in modo leggero, ma proprio storie leggere, senza importanza, senza impegnarsi.

Ma, va bene, andiamo avanti.

Gli piaccio ma non vuole impegnarsi. Come può succedere?

Sembra strano ma qualcuna non ha ancora capito che uomini e donne vivono le storie sentimentali in modo diverso.

E perché le vivono in modo diverso? Se devo dare una mia opinione sintetica, è così per ragioni di cultura e di educazione. Non c’è da discuterne molto.

Se ti hanno cresciuta a furia di storie d’amore pattumiera e a immaginario in cui lei si realizza sposandosi e sacrificando la sua vita per un lui, è un po’ difficile vivere una relazione come un “episodio” senza conseguenze e senza impegni.

Ed è difficile mettersi nei panni dell’altro che invece è stato cresciuto a forza di esortazioni a “essere libero”, “fare più esperienze possibile” e “impegnarsi solo quando si è veramente sicuri e una serie di condizioni sono favorevoli e tutte finalizzate a un unico obiettivo: il proprio benessere”.

Molti uomini, spesso non a torto, ragionano così.

Dico non a torto perché, di nuovo, sono convinta sia un modo più utile di pensare.

La durata della vita media di una persona si è allungata enormemente rispetto al passato. Le opportunità che la vita offre, oggi, sono molte.

Le necessità di adattamento all’esistenza si sono moltiplicate: ciascuno di noi può davvero vivere molte vite diverse, in fasi diverse.

Con stili che possono continuamente cambiare.

Perché mai vivere ogni relazione della vita con impegno? Intendo quell’impegno spesso distruttivo e divorante che ci mettono alcune donne?

L’onestà, la trasparenza, l’integrità non devono mancare, certo.

E allo stesso tempo proviamo ad adattarci al “senza impegno”. Certo, non per sempre. Non contro il nostro personale e prioritario interesse. Questo è l’aspetto più importante.

Gli piaci ma non vuole impegnarsi. Come ti comporti?

Che cosa sto dicendo? Che ti è utile comportarti in maniera superficiale? Oppure che, di fronte a qualcuno che ti piace veramente e che non vuole impegnarsi con te, devi stringere i denti e fingere che ti vada bene, in modo da vivere una storia senza impegno anche tu, quando invece vorresti impegno?

Nient’affatto.

Comportarsi in modo superficiale non è MAI utile e auspicabile.

Come fai ad attrarre un uomo senza sembrare una facile o una poco di buono?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

Fingere di non desiderare quel che desideriamo è masochista e distruttivo. Si tratta di mentire a se stesse, tra l’altro. Non va fatto nel modo più assoluto.

Se stai con qualcuno che ti piace veramente (ma deve essere veramente-veramente, non quel veramente melodrammatico da Facebook) e lui non vuole impegnarsi, il più grande favore che puoi fare a te stessa e alla tua dignità, oltre che al tuo benessere, è lasciarlo.

Con determinazione e senza rimpianti. Anche se ti costa molto. Lasciarlo quanto prima ti costa sempre meno di quanto ti costerebbe tra un po’.

"Sposarsi o non sposarsi non è importante. In ogni caso ti pentirai. Socrate"

Perché in ogni caso tieni presente che un uomo che ti dice che gli piaci, ma non vuole impegnarsi è comunque un cafone egoista e di strette vedute. Un nano d’uomo.

Potrebbe essere anche un manipolatore o un profittatore che sta con te perché non ha di meglio sotto mano.

Magari è un ingenuotto incapace di autocensurarsi e di dire tutto quello che pensa. Fatto sta che non è un “cavaliere”.

O magari sta mettendo le mani avanti perché ha paura.

A te interessa un uomo emotivamente poco affidabile, tanto che ha paura di impegnarsi?

Se pensi di essere molto coinvolta, meglio che tu te ne vada. E’ quello che fanno molti uomini quando si trovano nella stessa situazione.

Bene, poniamo, invece che a te quest’uomo piaccia e interessi senza particolari coinvolgimenti.

Cioè, molto cinicamente, ti piace fisicamente, con lui ti diverti, non è un “peso” nella tua vita e con lui vivi momenti autenticamente divertenti. A tutto tondo.

Ti piace, ma non ti strapperesti il cuore dal petto per lui, ecco. (In ogni caso, non strapparti il cuore dal petto per niente e nessuno, vah, il tuo cuore lascialo al suo posto).

Posto questo, potresti ricambiarlo della stessa moneta.

Gli piaci ma non vuole impegnarsi? Fagli presente che tu di questo non vuoi sentire parlare, perché a te l’impegno non interessa e non sei nemmeno tanto sicura che lui ti piaccia. E delle cose inutili non si parla e non si discute.

Dopodiché lo frequenti a tuo piacimento, senza essere a sua disposizione.

Fai fatica a comportarti così? E’ perché non ci sei abituata. Se ti ci abitui (e credo valga la pena sperimentare certe sensazioni), ti verrà sempre più facile.

E’ una questione di allenamento.

Attenzione, non è una questione di strategia messa in atto perché qualche particolare reazione sorga in lui. No, è una strategia messa in atto perché tu diventi più amica di certi atteggiamenti e di certi comportamenti: per esempio proprio quello di sperimentare una relazione senza impegno, ma non nella posizione dello zerbino.

Da una posizione perlomeno paritaria.

A che cosa dovrebbe servirti tutto questo?

A ridimensionare le idee romantiche sull’amore che ti fanno solo danno.

A divertirti un po’.

Ad assumere una posizione in cui ti senti forte e in controllo (non su un altro, ma rispetto a te stessa) e quindi la tua autostima e la tua sicurezza aumentano.

A non vivere l’amore in modo assoluto e totalizzante.

A calarti nei panni degli interlocutori che spesso ti trovi di fronte, quelli che hanno una gran faccia di… bronzo.

Ad accumulare esperienze (mi raccomando, solo positive!!! Se vivi esperienze avvilenti, molla il colpo. E’ così facile: basta chiudere.)

A far cadere dal piedistallo l’idea di relazione nella quale è “lui” a decidere.

E a molto altro.

A te che cosa viene in mente?

Lascia un Commento!

59 Commenti

  1. Avatar di Ally

    Ally 1 settimana fa (17 Giugno 2019 22:20)

    Cara Ilaria, Ti rinnovo la mia stima, dopo questo pezzo così semplice e pulito che hai scritto. Ci sta tutto. In una maniera così secca e nitida che.. Niente!! I miei complimenti di cuore. Dalla mia casistica personale posso contribuire dicendo che sapere di piacere ma di non proseguire in un legame è un po' desolante. Ti fai la solita domanda declinata in mille varianti ossia: cosa mi manca per passare al livello superiore?. Ad oggi posso dire che la risposta é: niente. Non ci sono colpe. Si accetta, si passa oltre e non si perde tempo personale che è prezioso. Si incassa certo perché il dispiacere c é e molto ma personalmente continuo ad andare avanti, aggiustando sempre di più la mira, raddrizzando il percorso. Sto iniziando a sentirmi quando arranco, faccio fatica e mi sminuisco e.. mi concedo il diritto di cambiare binario. Cercando qualcosa che mi sia più congeniale. Grazie di cuore ❤️
    1
    Rispondi a Ally Commenta l’articolo